Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/raffaella-carra-reazioni-alla-sua-morte-spettacolo-e-politica-4b2a89b5-894b-488d-9223-e74e95ced0a7.html | rainews/live/ | true
SPETTACOLO

Icona della tv

La morte di Raffaella Carrà, i commenti e il cordoglio dell'Italia che l'ha amata

Il presidente Mattarella: "Ha trasmesso un messaggio di eleganza, gentilezza e ottimismo". Draghi: "La sua risata e la sua generosità hanno accompagnato generazioni di italiani e portato il nome dell'Italia nel mondo". Franceschini: "Signora della televisione italiana". Baudo: "Se n'è andata l'ultima grande vera soubrette". Arbore: "Era il periodo più bello della tv, la bella televisione"

Condividi
La morte di Raffaella Carrà, icona della tv italiana, raccoglie il cordoglio del mondo dello spettacolo e della politica.

"Sono profondamente colpito dalla scomparsa di Raffaella Carrà, un'artista popolare, amata e apprezzata da diverse e numerose generazioni di telespettatori in Italia e all'estero. Volto televisivo per eccellenza ha trasmesso, con la sua bravura e la sua simpatia, un messaggio di eleganza, gentilezza e ottimismo". Così il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, in una dichiarazione. 

"Raffaella Carrà è stata il volto sorridente dell'Italia in tutto il mondo. Ha fatto la storia della televisione e del costume. La sua assenza è un 'rumore' al quale non ci abitueremo mai". Lo ha affermato su Twitter la presidente del Senato, Elisabetta Casellati, ricordando Raffaella Carrà.

"Raffaella Carrà resterà nel cuore di tutti noi. È stata la regina della televisione, un esempio di professionalità, creatività, garbo. Ha regalato allegria e spensieratezza. Ai suoi cari la mia più sentita vicinanza", scrive su Twitter il presidente della Camera Roberto Fico.

E anche il Presidente del Consiglio, Mario Draghi, ha appreso con profonda tristezza della scomparsa di Raffaella Carrà. "Con il suo talento e la sua professionalità ha avuto un ruolo decisivo nel diffondere la cultura dello spettacolo in italia. La sua risata e la sua generosità hanno accompagnato generazioni di italiani e portato il nome dell'italia nel mondo. Agli amici e ai nipoti vanno le più sentite condoglianze di tutto il governo", ha sottolineato.  

''Con la scomparsa di Raffaella Carrà se ne va la Signora della televisione italiana. Una donna di grande talento, passione e umanità che ci ha accompagnato per tutta la vita. Addio Raffaella". Così il ministro della Cultura, Dario Franceschini, dopo aver appreso della notizia della scomparsa della soubrette.

La ricordano anche le ministre degli Affari Regionali, Mariastella Gelmini, ("Ci ha fatto emozionare, sorridere, riflettere") e delle Pari Opportunità e la Famiglia, Elena Bonetti, "Un'amica nelle nostre case. Sorridente e cordiale sempre, semplice, forte, appassionata).

"Usciva dalla tv con due canali bianco e nero ma era già a colori". E' il ministro del Lavoro, Andrea Orlando, a ricordare così Raffaella Carrà scomparsa oggi. In un post su Facebook, Orlando sottolinea che erano "i colori di un'Italia popolare e trasgressiva ma non volgare, che sapeva da dove veniva ma voleva andare avanti, voleva togliersi di dosso la polvere del moralismo e dell'ottusa censura cambiando i propri costumi".

"Un'icona della tv italiana, una persona di famiglia per intere generazioni. La sua scomparsa lascia un grande vuoto e tanta, tanta tristezza. Mi stringo al dolore dei suoi cari. Addio Raffaella, resterai per sempre nei nostri cuori". Così Luigi Di Maio su Facebook.

"Sconvolto per scomparsa della Carrà. E' stata una persona intelligente e raffinata", commenta il segretario del Pd Enrico Letta commenta la morte dell'artista. 

"Buon viaggio Raffaella, il tuo splendido sorriso ci accompagnerà sempre!", afferma in Abruzzo Matteo Salvini, commentando la notizia della scomparsa di Raffaella Carrà, icona della musica italiana, definita la Regina della tv italiana.

Per Silvio Berlusconi "Raffaella Carrà è stata uno dei simboli della televisione italiana, forse il personaggio più amato. Con i suoi programmi ha saputo parlare a generazioni molto diverse, avendo la capacità di rimanere sempre al passo coi tempi e senza mai scadere in volgarità. Mancherà a milioni di telespettatori che l'hanno amata per il suo stile e a tutti quelli che - come me - hanno avuto l'opportunità di conoscerla e di lavorarci assieme. Io le ho voluto molto bene. Ciao Raffaella", scrive su Facebook il presidente di FI.

"L'Italia perde una donna dallo straordinario talento artistico e dalla contagiosa simpatia. Ciao Raffaella, non ti dimenticheremo". Lo scrive su Facebook la presidente di Fratelli d'Italia, Giorgia Meloni.

"La mia carriera è stato un continuo sorprendermi, e questo è il massimo: gioire di una piccola o di una grande cosa significa vivere". E con questa frase ha detto tutto lei. Ci ha lasciato un'artista unica, regina della TV europea. Porteremo il suo sorriso con noi, come avrebbe voluto. Buon viaggio Raffaella", scrive su Facebook il leader di Italia Viva Matteo Renzi.

"Ma che musica maestro… viva, viva, viva! (R.I.P. Raffaella Carrà)". Così su twitter il Cardinal Gianfranco Ravasi ricorda Raffaella Carrà, scomparsa oggi all'età di 78 anni.

E dal mondo dello spettacolo:
"Sono immensamente scosso. È stata un'artista eccezionale, un'autodidatta straordinaria, io la conosco dagli inizi della sua carriera. Io non sono riuscito mai a fare un programma con lei, era l'unico rimprovero che le facevo sempre, è il mio grandissimo rimpianto". Pippo Baudo estremamente commosso ha commentato così la scomparsa improvvisa di quel caschetto biondo icona della tv. "Aveva studiato ballo, era diventata anche una grande ballerina. Quando fece coppia con Mina, c'era un'asimmetria notevole tra le due, perché Mina è più alta di lei, eppure lei annullava questa asimmetria. E poi, è una delle poche soubrette italiane, forse l'unica, che ha avuto successo nei paesi ispanici".

Baudo ricorda un aneddoto: "Una volta in Spagna, a Plaza de Toros, c'era Raffaella Carrà da sola col suo gruppo, e ricordo intorno trentamila persone. Una cosa incredibile, un amore come per nessun'altra italiana". Il motivo dell'enorme successo e dell'unicità di Raffaella stava, secondo il popolare conduttore, nella semplicità: "Era la bella "burdela" romagnola, la guappa, aveva una voce forte che faceva impazzire tutti. Il suo modo di essere faceva pensare ad ogni ragazza di poter diventare Raffaella Carrà, invece non era vero. Ci voleva solo il suo talento per essere Raffaella Carrà. È stata l'ultima vera grande soubrette. Sono affranto", conclude il conduttore. 

"Siamo addoloratissimi, era un simbolo, il simbolo della bella televisione. Di quella che era la più bella televisione del mondo, quella della Rai. Con lei su chiude il sipario su quel tipo di bella televisione educativa, istruttiva, elegante, allegra, semplice ma musicale. Gli storici credo che con Raffaella parleranno della fine di quella che è stata la bella epoque della televisione", le parole di Renzo Arbore per la soubrette scomparsa oggi a 78 anni.

"C'è l'immenso dolore di aver perso una collega -prosegue Arbore- perché era di quella generazione che è stata decimata, e che io ho ricordato nel programma dedicato a Gianni Boncompagni 'Non è la Bbc' dove lei, per la prima volta, ha parlato dell'amore per Gianni", ricorda. L'artista dedica poi un momento ad un personale ricordo della grande soubrette, e di alcuni momenti vissuti insieme: "Ricordo Raffaella e le giornate passate in piscina da Gianni, con Marenco...le confidenze che mi faceva Boncompagni su di lei. Era il periodo più bello della tv, quella di Bernabei e di Agnes, la bella televisione. Un grandissimo dolore".

"Raffaella, insieme a te è volato in cielo un pezzo della nostra vita. La più gioiosa. Continueremo ad amarti incessantemente. Claudia e Adriano". Così Claudia Mori e Adriano Celentano ricordano Raffaella Carrà.

"Non è possibile... Il mito di sempre è rinato in Cielo. Rip Raffaella". Così su Twitter Lorella Cuccarini commenta la morte di Raffaella Carrà.

"Ciao Raffaella ... sono senza parole". Con poche parole Patty Pravo commenta anche lei su Twitter la scomparsa di Carrà.

"Che dolore! Non ci voglio credere...". Così su Instagram Gianni Morandi dà l'addio a Raffaella Carrà, pubblicando un video di 'Il mio canto liberò in cui lui e Raffaella cantano insieme il grande successo di Lucio Battisti.

"La più bella e la più brava di sempre!! ciao Raffaella", così Vasco Rossi affida a Twitter il suo ricordo per Raffaella Carrà.

"Sono addolorato e piango una amica meravigliosa. Artista meravigliosa . Oggi ho il cuore a pezzi. Riposa in pace e non ti dimenticherò mai... mia adorata #raffaellacarra. Che triste la vita...". Così su Twitter Cristiano Malgioglio commenta la scomparsa di Raffaella Carrà. 

"Se stata, sei e sarai l'unica regina. Per me, per tutto il mondo", scrive Laura Pausini su twitter, mentre Ornella Vanoni parla di "Un colpo al cuore".

Sui social scrive Piero Pelù: "Raffa, Raffina... ci hai lasciati a bocca aperta ancora una volta. Parlando con J-Ax ora ci siamo detti "com'e' possibile, sembrava immortale..." ma pensandoci bene tu immortale lo sei davvero e rimarrai sempre con noi sorridente, solare, curiosa, attenta a tutto e a tutti, sincera, sexy, amorosa. Sei la nostra fata, la nostra Trilly, la nostra icona. Mi unisco al coro di chi ti ama e ti porterà sempre nel suo cuore".

"Che tristezza - scrive Loredana Berté - Sono rimasta incredula. Credo che nessuno se l'aspettasse. Buon viaggio all'icona per antonomasia della tv e dello spettacolo. Sentite condoglianze ai suoi cari e a tutti quelli che da oggi restano orfani della loro regina. Fai buon viaggio...".

Anche Noemi affida il suo ricordo ai social: "Sei e rimarrai un'icona per tutti ma per me sei stata anche insegnante, amica, guida e faro nella notte".

"Ciao, Raffaella". E' il messaggio pubblicato sui propri canali social dalla Juventus con una foto della Carrà, grande tifosa della Juve, che indossa la maglia di gioco bianconera, con lo Juventus Stadium sullo sfondo.

"Se fosse possibile fare un paragone è come se fosse morto a Maradona per gli argentini Pelé per i brasiliani. Raffaella fa parte della storia di ognuno di noi. Abbiamo avuto il privilegio di averla, ho avuto il privilegio di conoscerla nulla sarà più come prima pensando che non c'è più il mito vero la storia la più grande icona della televisione. Ciao Raffaella. Incredibile pensare a questa tua partenza senza preavviso". Lo scrive su Instagram Alba Parietti.

"Raffaella grazie per sempre della gioia di vivere che hai dato al mondo. Mi manchi e ci mancherai da morire, nessuna come te, sei insostituibile! Un abbraccio in alto". Così su twitter Gianna Nannini ricorda Raffaella Carrà e posta il video del backstage di 'Cha Cha Ciao' in cui cantano insieme.

"Raffaella Carrà ha cambiato e stravolto tutto, compreso le nostre vite. I nonni ci raccontavano di quell'ombelico che faceva discutere... e in fondo in fondo ballare. Per i nostri genitori era un faro di libertà. Per noi una regina indiscussa, un pezzo di storia che vivra' sempre!".Cosi' su Twitter il cantante Marco Mengoni ricorda Raffaella Carrà.

"Raffaella Carrà è, e resterà, molto più di un'icona: ha accompagnato il cambiamento culturale del nostro Paese dandogli forma e sorriso, illuminando l'immagine di un'Italia viva, dinamica e aperta. Con lei se ne va una grande artista e un pezzo della nostra vita. Ciao Raffaella". Lo scrive su twitter Alberto Angela.

Raccontava storie e continuerà a farlo faceva emozionare e continuerà a farlo, sapeva cantare e continuerà a farlo, sapeva ballare e continuerà a farlo, sapeva intrattenere e continuerà a farlo. Lei è e sempre sarà la televisione con la T maiuscola, quella a cui tutti ambiscono. Così Maria De Filippi ricorda Raffaella Carrà.

Il cordoglio Rai:
"Una donna che ha dato al mondo dello spettacolo e alla Rai - al cui ricordo l'Azienda resterà sempre legata - passione, entusiasmo, allegria, creatività e, insieme, un profondo rigore professionale, un amore per i dettagli, un'attenzione continua e un rispetto profondo per il pubblico. A lei va il grazie della Rai per aver scritto pagine fondamentali della storia del servizio pubblico". Così il Presidente Rai Marcello Foa e l'Amministratore Delegato Fabrizio Salini, a nome di tutta l'Azienda. "Raffaella è stata e continuerà a essere - proseguono - un modello al quale ispirarsi, anche per le giovani generazioni, per la sua capacità di parlare a tutti, di innovare e, in molti casi, di precorrere i tempi. Un'artista straordinaria, che resterà Impressa nella storia della televisione e che continuerà a essere viva nella memoria collettiva di tutti gli italiani". 

"Ho cercato fino all'ultimo di farla tornare in onda su Rai1, ma purtroppo anche a causa della pandemia, non ci sono riuscito", le parole di Stefano Coletta direttore di Rai1 "lei aveva una qualità rara negli artisti: era sempre contenta del successo degli altri, non aveva smania di protagonismo a tutti i costi", ha aggiunto Coletta.
Condividi