Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/rassegna-stampa-internazionale-48a93aba-2d87-4268-a8e2-9590526a6812.html | rainews/live/ | true
MONDO

Giovedì 28 ottobre 2021

Le notizie dal mondo, la rassegna stampa internazionale

Condividi
di Paolo Cappelli Messa da parte l'ortodossia dei Conservatori, il cancelliere allo scacchiere estrae dalla sua valigetta rossa una spesa pubblica che nel Regno Unito non si vedeva dagli anni '70 e dice: 'sono i Tories il vero partito dei servizi pubblici'. Il tempo di gioire con Le Figaro per i numeri 'spettacolari' dell'occupazione in Francia, tornata su livelli pre covid, che altri quotidiani europei lasciano presagire un inverno ancora alle prese con il virus. Finita la luna di miele Biden-Bennett, Israele riprende là dove aveva lasciato Netanyahu: altre 3mila case per i coloni in Cisgiordania, e pazienza se la Casa Bianca non vede nell'iniziativa un grande sforzo per la pace con i palestinesi

Daily Telegraph
Alla salute, spendaccioni.
Rishi Sunak ha annunciato ieri piani di spesa pubblica a livelli mai visti dalla fine degli anni '70, facendo ricorso ai dati economici migliorati per aumentare la spesa in ogni settore del governo, una baldoria da 150 miliardi di sterline che sposta i Tories nel tradizionale territorio laburista. Sunak ha annunciato tagli ai dazi sulla birra e sgravi fiscali per aiutare le aziende colpite dalla pandemia di Covid, ha aumentando il salario minimo e cancellato l'aumento delle accise sul carburante per aiutare le persone alle prese con il costo della vita. Sunak ha detto che è tempo di prepararsi per un futuro "post-Covid" e di costruire una "economia adatta ad una nuova era di ottimismo", con salari più alti e competenze più elevate.

Allister Heath
E' una legge di bilancio laburista con un tocco conservatore e il tipo di revisione della spesa che Gordon Brown avrebbe apprezzato, anche se con un'importante differenza: non c'è lotta di classe, nessuna politica dell'invidia, nessuna tassa sul patrimonio e un sacco di retorica dell'ottimismo. I destinatari di questa sconsiderata generosità sono l'Inghilterra centrale, gli elettori Tory e i lavoratori poveri, ma il denaro è stato sparso in ogni direzione possibile. Sunak è Cancelliere, ma sta eseguendo la visione pasticciata di Boris Johnson: uno stato intrigante, iperattivo, manageriale, paternalistico e quasi provinciale che rifiuta di accettare qualsiasi limite alla sua ambizione o capacità di spesa. Per molti aspetti, Sunak ha effettivamente superato il maestro in persona. L'entità degli aumenti fiscali è sbalorditiva. Sunak ha raccolto altri 16,7 miliardi di sterline netti all'anno, dopo i 31,5 miliardi di sterline presi a marzo. Ciò spingerà l'onere fiscale dal 33,5% del PIL prima della pandemia al 36,2% entro il 2026-27, il più alto livello dai primi anni '50, calcola l'OBR; le entrate totali del governo raggiungeranno il 40% del PIL. I contribuenti vengono martellati più pesantemente dai disastrosi bilanci del 1993 di Norman Lamont e Ken Clarke. Fu un periodo vergognoso e distruttivo nella storia dei Tory che portò direttamente alla sconfitta del 1997, non un progetto da emulare. La conversione da incubo dei Tories al Brownismo finirà in una catastrofe

Daily Express
cin cin , Rishi in missione per tagliare le tasse
il cancelliere allo scacchiere ha detto ieri che ritiene una missione morale tagliare tasse e ruolo dello stato nella vita delle persone. Poi ha illustrato una legge di bilancio da 150 miliardi di sterline
Tre i pilastri, "i servizi pubblici rafforzati, il rinnovamento delle infrastrutture e le competenze". Arrivano 21 miliardi per le strade, 46 miliardi per le ferrovie, 24 per gli alloggi popolari, 5 miliardi per le scuole, 20 mila agenti di polizia da assumere, l'aumento del salario minimo orario e degli stipendi nel settore pubblico. E poi più trasferimenti per tenere unito il Regno: alla Scozia 4,6 miliardi di sterline l'anno in più, 2,5 miliardi al Galles e 1,6 all'Irlanda del nord.

The Guardian
Speciale, dalle accise sulla benzina alla tassa sulla birra alla spina, ecco cosa cambia per gli inglesi.
Il piano post covid di Sunak: spendere ora, tagliare le tasse più in là.
Il cancelliere allo scacchiere criticato dall'opposizione per l'assenza di misure per l'ambiente nella legge di bilancio.  



FT
Sunak sostiene Johnson sulla spesa
Il cancelliere pompa denaro nei servizi pubblici con un aumento del 3% per tutti i dipartimenti. Le previsioni di entrate portano altri 35 miliardi di sterline, ma la pressione fiscale è al livello più alto dal 1950. Il discorso sul bilancio si chiude con una rassicurazione sulla "missione morale" di ridurre le dimensioni dello Stato.

Henry Mince
Sunak si è presentato vestito dalla testa ai piedi come Gordon Brown, il suo predecessore laburista. Spendere, spendere. I piccoli numeri sono diventati grandi numeri. I grandi numeri, record mondiali. Anni di sotto investimenti da correggere. La spesa per gli alunni delle scuole tornerà al livello del 2010, quando i Tories sono arrivati al governo. Rendere la birra più economica, e il sidro più costoso, è un altro dividendo della Brexit. Abbassare il prezzo dell'alcool è la cosa più vicina a una politica di assistenza all'infanzia che il partito conservatore potesse fare. Sunak stesso è astemio, e si è preparato per il suo discorso con una Sprite. Il leader laburista Sir Keir Starmer non era in Parlamento: era risultato positivo al Covid pochi minuti prima dell'inizio della sessione, forse la prima volta che il programma test-and-trace ha fatto ciò che il governo sperava.


The Independent
I ministri rinviano le misure anti covid di due settimane
preso il tempo necessario a valutare l'evoluzione dei contagi, ma già pronto un pacchetto che include restrizioni alle riunioni al coperto, più telelavoro da casa. Ieri altri 263 morti covid, il numero più alto dal 3 marzo





Le Figaro
Spettacolare miglioramento dell'occupazione in Francia
il numero di sussidi di disoccupazione negli ultimi 3 mesi scende di altre 200mila persone.






Les Echos
Lo spettacolare riassorbimento della disoccupazione in Francia
il numero di lavoratori in cerca di un impiego torna ai livelli pre pandemia, sono diminuiti del 9,7% in un anno. A beneficiarne soprattutto i più giovani.






Die Presse
E se arriva una nuova crisi?
il Governo cerca di predisporre un protocollo da seguire in caso di nuova emergenza sanitaria: chi interviene, con quali procedure, quali misure. Le forze di maggioranza cercano un dialogo su questo con i partiti di opposizione.




FAZ
SPD Verdi e Liberali concordano sulle misure anti pandemia.
L'incidenza dei contagi continua a risalire, supera quota 130; 28mila i nuovi contagiati in 24 ore. I pediatri invitano i genitori a vaccinare prima possibile i bambini fra i 5 gli 11 anni. L'Associazione degli ospedalieri avverte: per i ricoveri covid in aumento presto i medici saranno costretti a rinviare le operazioni non urgenti per le altre patologie. Se i tassi di contagi e ricoveri restano questi, 3000 pazienti saranno di nuovo nelle unità di terapia intensiva nel giro di due settimane. 


La Croix
Sondaggio esclusivo. I cattolici vogliono atti dopo il rapporto che ha portato alla luce decenni di abusi sessuali. Forte la richiesta dei credenti di una trasformazione della Chiesa: 3 su 4 dicono 'la risposta della gerarchia alle denunce di violenze è stata insufficiente.
Baratto in Israele. 
Da una parte il Governo, che ha bisogno del voto delle liste arabe, regolarizza la condizione di migliaia di palestinesi e rilascia fondi a beneficio della minoranza araba in Israele. Dall'altra autorizza la costruzione di migliaia di unità abitative negli insediamenti ebraici in Cisgiordania. 


Jerusalem Post
Israele sfida le critiche USA e autorizza 3130 case dei coloni.
Il primo ministro Naftali Bennett ha ignorato una richiesta dell'amministrazione Biden di fermare i cantieri degli insediamenti e ha creato subbuglio nella sua coalizione, dando via libera a piani per 3.130 case di ebrei nell'area C della Cisgiordania. L'approvazione ha seguito la controversa decisione del ministro della Difesa Benny Gantz di designare sei ONG palestinesi come gruppi terroristici e del ministro delle degli alloggi Ze'ev Elkin di indire gare d'appalto per 1.355 case ebree in Giudea e Samaria. Il segretario di Stato americano Antony Blinken ha chiamato Gantz martedì sera, mentre Gantz era in viaggio all'estero, per metterlo in guardia contro l'autorizzazione a nuove colonie:  una mossa "deludente ed è problematico che non sia stata coordinata con noi. Ciò rende le cose difficili per noi e mina gli accordi tra i paesi", ha sottolineato il presidente degli Stati Uniti Joe Biden, finita la luna di miele Bennett-Biden

Haaretz
Arkadi Mazin, freelance che scrive anche su Yedot Aronot.
Come trattare con persone che negano ai palestinesi il diritto a uno Stato.
Se neghi "il diritto di esistere di Israele", sei accusato di antisemitismo. Ma negare ai palestinesi il loro diritto ad uno Stato è ancora in qualche modo OK. Perché? 
Il primo ministro Naftali Bennett ha detto molte volte che ai palestinesi non dovrebbe essere permesso di avere uno stato. Il Likud, il primo partito israeliano, è d' accordo con lui, e fatta eccezione per accenno di un discorso alla Bar Ilan University nel 2009, Netanyahu ha guidato questo approccio. Non solo questa visione è ancora inspiegabilmente perdonata dall'Occidente, ma è condivisa da ampi strati della società israeliana e dai deputati alla Knesset e dai ministri del governo.
Come risolviamo questo gigantesco vicolo cieco morale?
Chi, compresi i leader e i funzionari israeliani, nega il diritto dei palestinesi a uno stato deve essere trattato con la stessa fermezza di coloro che negano il diritto di esistere di Israele.

AS 
Destituito. Un goal di Falcao costa il posto a Koeman alla guida del Barcellona.
Depor
Xavi per Koeman




Dalla Redazione

El Universal (Mexico)

Brasile: Il Senato approva un rapporto che accusa Bolsonaro di crimine contro l'umanità


La commissione del Senato che ha indagato sulla gestione della pandemia da parte del governo brasiliano, ha approvato questa settimana un rapporto finale, accusando il presidente, Jair Bolsonaro, di "crimini contro l'umanità". Il documento presenta gravi accuse contro 78 persone e due società guidate da Bolsonaro, il leader negazionista di estrema destra che ha minimizzato la gravità del coronavirus ed è accusato di altri otto reati, tutti contemplati dal codice penale brasiliano: infrazione alle misure sanitarie, ciarlataneria medica, istigazione alla criminalità, epidemie con esito fatale, falsificazione di documenti, impiego irregolare di denaro pubblico, prevaricazione e attentati alla dignità dell'ufficio.

Il rapporto, frutto di sei mesi di indagini, è stato approvato con sette voti contro quattro e sarà ora inviato alla Giustizia ordinaria, alla Procura, alla Corte Suprema e persino alla Corte Penale Internazionale dell'Aja, che dovranno valutare se accettare i reclami e stabilire i processi corrispondenti. L'elenco degli imputati per la gestione erratica del governo di una pandemia che ha già ucciso più di 606.000 brasiliani comprende anche quattro ministri e tre figli del presidente Bolsonaro: il senatore Flavio, il deputato Eduardo e il consigliere di Rio de Janeiro Carlos. È stato inoltre chiesto che Bolsonaro fosse sospeso da tutti i social per una massiccia diffusione di false informazioni sulla pandemia e che fosse costretto dalla Giustizia a ritrattare tutte le dichiarazioni in cui ne disprezzava la gravità o metteva in dubbio i vaccini. Il Brasile è il terzo paese più colpito al mondo, insieme a Stati Uniti e India.

kommersant.ru
 Aggressioni a stranieri 

Per la prima volta in molti anni in Russia si è registrata un’impennata di aggressioni a sfondo xenofobo. I primi sei mesi del 2021 hanno visto un forte aumento della violenza xenofoba, nonostante un calo del numero di tali crimini in Russia negli anni passati. Lo ha annunciato il direttore dell'Ufficio di Mosca per i diritti umani (MBHR), membro del Consiglio per i diritti dell’uomo Alexander Brod. Gli esperti definiscono allarmante la tendenza e l’associano alla mancanza di prevenzione di tali fenomeni, alla risposta tempestiva e sistemica dello stato alle nuove sfide e al deterioramento della situazione socio-economica in Russia.
Nel 2018 e nel 2019, l'ufficio ha registrato un calo del numero totale di attacchi, atti vandalici e manifestazioni di intolleranza su base etnica e religiosa. Nel 2020, questa tendenza positiva sembrava aver finalmente preso piede. Ma oggi gli attivisti per i diritti umani affermano che nel periodo gennaio-agosto 2021 il numero di atti di aggressione "xenofoba" è aumentato. Se nei primi sei mesi del 2020 sono stati registrati sette attacchi, nello stesso periodo di quest'anno ce ne sono stati già 17. Ci sono anche più atti di vandalismo per motivi etnici e religiosi, salendo da 19 a 23.
Gli autori del rapporto richiamano anche l'attenzione sull'aumento del numero di risse di massa, le cui ragioni potrebbero essere ostilità interetniche.
Uno dei motivi principali dell'aumento del livello di aggressione a sfondo xenofobo, affermano gli autori del rapporto, è il deterioramento della situazione socio-economica del Paese.
Allo stesso tempo, il ministero degli Interni afferma che i crimini contro i migranti sono diminuiti dell'1,1% - assestandosi alla cifra di 10,3 mila. Tuttavia Sergei Galiev, ricercatore nel campo della demografia, delle migrazioni e dei problemi etno-religiosi della Russian Institute for Strategic Studies, ha citato altre cifre – secondo questi dati, nel 2021 il numero di crimini commessi dai migranti è aumentato del 6,5% in Russia, ma anche il numero di crimini contro i migranti è aumentato del 18%.
 
Condividi