Original qstring: refresh_ce | /dl/rainews/articoli/recovery-alitalia-milioni-investimenti-ristori-giorrgetti-trasporti-d7517b96-3e7e-4a3a-a2a6-88d727dbbdc1.html | rainews/live/ | true
Coronavirus

Audizione in commissione Trasporti alla Camera

Alitalia, Giorgetti: "Da Ue via libera a 55 milioni di ristori per i danni di dicembre 2020"

Sul Recovery: "E' un'occasione per correggere prassi negative largamente consolidate". Sulla rete unica: "Ha senso se c'è controllo pubblico"

Condividi
"Ieri la commissaria Vestager mi ha garantito che i ristori saranno dati per un importo pari a 55 milioni circa. Si tratta dell'istanza presentata il 15 marzo dall'amministrazione straordinaria al Mise, integrata per i danni subito nel mese di dicembre 2020". Lo ha detto il ministro dello Sviluppo economico Giancarlo Giorgetti nel corso dell'audizione su Alitalia in commissione trasporti alla Canera.

Discontinuità per la nuova Alitalia
"Parola d'ordine è discontinuità, orientamento al mercato e sostenibilità economica. In particolare il Piano recepisce una graduale crescita di strutture operative, staff, rotte, flotta. Focalizzazione su due centri Fiumicino e Linate, graduale rinnovo della flotta, forte digitalizzazione e alleanza strategica per accelerare la crescita e rafforzare la competitività sui mercati internazionali". Così il ministro dello Sviluppo economico, Giancarlo Giorgetti, durante il suo intervento sul piano aziendale Alitalia.

"Serve una forte discontinuità. Lo stato farà la sua parte, ma la compagnia deve poi essere in grado di sostenersi da sola. Non è possibile immaginare un contributo statale. Noi stiamo negoziando duro ma anche il governo condivide con l'Ue che la newco abbia un suo equilibrio economico aziendale", evidenzia il ministro.

Se Ita troppo pesante non vola
"Il piano industriale approvato dal Cda Ita ha subito e sta subendo un processo di revisione profonda alla luce delle negoziazioni in corso, in particolare con la commissaria Vestager. Nel frattempo l'amministrazione straordinaria ha ancora in essere un bando costruito in maniera diversa rispetto alla situazione attuale. Per volare Ita non può essere troppo pesante, se è troppo pesante non vola.

Audizione
L'audizione in commissione Trasporti del ministro dello Sviluppo economico, Giancarlo Giorgetti, ha toccato anche altri temi sui quali c'è grossa attesa.

Rete unica
"La rete unica se ha un controllo pubblico ha un senso - ha spiegato il ministro - se ha un controllo privato noi non è che ricreiamo un monopolio privato sulla rete e tanto meno possiamo ipotizzare un monopolio privato in mano straniera". Quanto al Golden Power, il ministro ha tenuto a sottolineare che "c'è la massima attenzione".

Bonus Tv
E' necessaria una riflessione su come potenziare il bonus Tv", una misura che "mi sembra indispensabile rispetto alle date che ci siamo dati per la liberazione delle frequenze 5G". Serve una riflessione "rispetto all'opportunità di rafforzare l'incentivo per l'adeguamento del parco televisori delle famiglie", in vista del nuovo digitale terrestre da settembre 2021. "In diverse milioni di case italiane la Tv non funzionerà più e questo è un problema, allora ragioniamoci sopra. Non credo che si possa tirare troppo per le lunghe il tema delle frequenze ma ragioniamoci".

Recovery
Il Recovery Plan per Italia è "un'occasione particolarmente importante non solo sotto il profilo quantitativo, ma anche per l'opportunità di correggere alcune prassi negative largamente consolidate". "Dobbiamo essere ambiziosi, ma realisti e non velleitari", spiega il ministro e aggiunge che "i progetti saranno monitorati sistematicamente e a cadenze ravvicinate e la mancata realizzazione comportera' il loro definanziamento".
Condividi