Original qstring: refresh_ce | /dl/rainews/articoli/renzi-Via-le-ecoballe-dalla-Terra-dei-Fuochi-Via-la-camorra-da-gestione-rifiuti-73c21125-e21c-4583-8b54-0ae5d3c4ce3f.html | rainews/live/ | true
POLITICA

Renzi: "Via le ecoballe dalla Terra dei Fuochi e la camorra dalla gestione dei rifiuti"

Il premier ha visitato anche gli stabilimenti Coca Cola e Getra a Marcianise (Caserta), sottolineando la necessità che siano agevolati gli investimenti

Condividi
Entro massimo tre anni la Campania sarà liberata dalle ecoballe, ha annunciato il premier Matteo Renzi che, prima di giungere allo stabilimento di Coca Cola, a Marcianise (Caserta), è stato in  visita al sito di stoccaggio delle ecoballe di Taverna del Re a Giugliano, in provincia di Napoli. Renzi è stato accompagnato dal presidente della giunta regionale della Campania, Vincenzo De Luca. 

"Via le ecoballe dalla Terra dei Fuochi. Via la camorra da gestione rifiuti. Finalmente si fa sul serio #lavoltabuona", scrive su Twitter il presidente del Consiglio, che posta una foto che lo ritrae insieme al presidente della Regione Campania Vicenzo De Luca presso il sito Taverna del Re dove si confezionano le ecoballe, un'area equivalente a quella di 320 campi da calcio.

"Stamattina in Campania per confermare la nostra attenzione a questa regione decisiva per il futuro del Paese", scrive Renzi, su Facebook. "Prima siamo entrati tra Giugliano e Villa Literno nel sito di Taverna del Re in cui sono custodite le ecoballe. Una vergogna nazionale, uno scandalo. Con il nostro Governo e con l'impegno della Regione Campania e dell'Anac di Cantone finalmente è partita la rimozione. La terra dei fuochi dovrà diventare solo un ricordo: abbiamo iniziato a smantellare questa area grande più di 300 campi da calcio", spiega.  

"Poi a Marcianise per visitare alcuni esempi di ottimi investimenti. La Coca Cola, che qui ha inventato la Fanta, oggi ha inaugurato un impianto di cogenerazione che permetterà di ridurre le emissioni e aperto lo stabilimento alle famiglie. Una multinazionale che investe sulla Campania, dunque", continua Renzi.

"E poi la Getra - prosegue il premier- azienda innovativa italiana che esporta oltre l'80% di prodotti ad alta tecnologia. Un'azienda di cui andare orgogliosi per qualità e competenza". "C'è un sud che non si lamenta soltanto ma prova a reagire, a innovare, a competere nel mondo. La politica seria è quella di chi prova a cambiare, non quella che sa solo urlare e dire no. Ecco perché il nostro Governo sarà sempre e comunque dalla parte di chi ci crede e prova a costruire il futuro, non solo ad aspettarlo", conclude.

"Bisogna aprire il territorio alle aziende che portano posti di lavoro, e per farlo è  fondamentale che ci sia un clima per chi vuole investire in Italia", ha detto il premier in visita alla Coca Cola HBC Italia a Marcianise, in provincia di Caserta. "Bisogna puntare - ha aggiunto - su ambiente e sostenibilità e occorre l'impegno di tutti in questa direzione". "I politici non facciano i furbi e diano delle scadenze per gli impegni che hanno preso per agevolare gli investimenti", sottolinea Renzi nel corso della visita allo stabilimento.

"Per troppo tempo tutto ciò che è qualità, innovazione, eccellenza nel mezzogiorno è stato scientificamente mascherato e nascosto", ha detto Renzi agli stabilimenti Getra, a Marcianise (Caserta). Un sud nascosto "da una mancanza di attenzione della politica nazionale, dall'incapacità di riuscire a mostrare realtà  forti e autorevoli perché tutto era ed è ancora sommerso da aspetti negativi che andranno eliminati", ha aggiunto.

Condividi