Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/renzi-wall-street-journal-davos-euro-c6aeb440-e1e0-4cdc-8318-61530e320eb7.html | rainews/live/ | true
ECONOMIA

Davos

Il sogno di Renzi: "Parità dollaro-euro per aiutare le esportazioni italiane"

Intervista al Wall Street Journal del premier, in disaccordo con la Merkel che aveva minimizzato gli effetti delle decisioni della Bce

Condividi
"Il mio sogno è la parita'" tra euro e dollaro. Lo afferma il premier Matteo Renzi in un'intervista al Wall Street Journal da Davos. La parità aiuterebbe le esportazioni italiane. Renzi, scrive il Journal, si dice in disaccordo con Angela Merkel sugli stimoli all'area euro dopo che la cancelliera nei giorni scorsi ha minimizzato le implicazioni dell'attesa decisione della Bce sul quantitative easing. "La Germania contro il resto del mondo potrebbe essere un errore", afferma Renzi al Wsj. Chiudere i confini europei "non è la soluzione" per combattere il terrorismo, afferma poi il premier, rispondendo a una domanda sulla risposta europea agli attacchi a Charlie Hebdo. I presunti autori "sono nati in Francia, cresciuti in Francia. Dobbiamo rifiutare attacchi demagogici". Il presidente del Consiglio dà poi il benvenuto al calo dei prezzi del petrolio, che è una manna per l'economia italiana e per i suoi consumatori.

"Sono preoccupato per la deflazione. Ma ritengo che i bassi prezzi di petrolio e gas siano una grande cosa per noi", afferma Renzi. "La sola via per l'Europa è cambiare direzione e investire nella crescita", sottolinea sulle decisioni che potrebbe prendere la Bce di Mario Draghi. Renzi ribadisce quindi come sia necessario trovare "un equilibrio tra stimolo alla crescita e austerity".
Condividi