Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/roma-dirigente-mour-tenta-suicidio-sarebbe-indagata-per-corruzione-ab52604f-008d-407c-9b0a-4349cb96a549.html | rainews/live/ | true
ITALIA

Ricoverata in codice rosso al Policlinico Gemelli

Roma. Dirigente Miur tenta suicidio, sarebbe indagata per corruzione

Secondo quanto rivelato dal quotidiano La Verità, nella giornata di ieri avrebbe ricevuto una perquisizione dalla Gdf

Condividi
E' ricoverata in gravi condizioni una dirigente di prima fascia e capo del Dipartimento delle Risorse umane del Miur - arrivata in codice rosso al policlinico Gemelli di Roma - dopo che nel pomeriggio di ieri avrebbe tentato di togliersi la vita gettandosi nel cortile di un edificio in piazza della Libertà. Ha riportato fratture multiple alla colonna vertebrale e al bacino, alle gambe e alle costole. Subito operata (l'intervento è durato tre ore) la prognosi resta riservata. 

La donna, secondo quanto rivelato dal quotidiano La Verità, sarebbe indagata per corruzione in concorso con altre persone nell’ambito di un’inchiesta della procura di Roma relativa a presunte tangenti per affidamenti di appalti da parte del ministero. Sempre secondo quanto riporta il quotidiano ieri gli investigatori avevano perquisito la casa romana e l’ufficio di Viale Trastevere nonché una soffitta nella disponibilità della dirigente. Le avevano sequestrato telefonino e pc. Ne era rimasta scioccata. Quindi, la Finanza aveva setacciato gli uffici al ministero di sei collaboratori.
Condividi