Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/russia-media-milioni-di-dati-elettori-usa-in-darknet-fb0e8f19-cd0f-4544-af82-446bc2d9f32c.html | rainews/live/ | true
MONDO

Hackeraggio internazionale

Russia, milioni di dati privati di elettori Usa hackerati in Darknet

Condividi
Probabili hacker russi hanno fatto trapelare i dati personali di quasi tutti gli elettori del Michigan (7,6 milioni dei 7,8 di elettori dello stato), così come le informazioni di un altro milione di elettori in Arkansas, Connecticut, North Carolina e Florida.

Lo riporta il giornale russo Kommersant. I dati sono apparsi di recente su un forum del Darknet russo, postato da un utente soprannominato "gorka9".

Le informazioni erano aggiornate a marzo 2020 e una fonte della società di sicurezza "infowatch" ha confermato a Kommersant che i dati sono autentici. 

Quindi risulterebbe che per ogni elettore americano coinvolto nella fuga di notizie sono ora disponibili le seguenti informazioni: nome completo, data di nascita, sesso, data di registrazione, indirizzo di residenza, codice postale, indirizzo e-mail, numero identificativo dell'elettore e numero del seggio elettorale. 

Secondo Kommersant, i dati degli elettori sono stati rilasciati on line gratuitamente, ma il giornale afferma che i membri del forum hanno apparentemente utilizzato il programma "Rewards for Justice" del governo degli Stati Uniti per guadagnare denaro sulle informazioni rubate segnalando l'interferenza elettorale al Dipartimento di Stato.

Un membro del forum ha detto al giornale di aver ricevuto 4.000 dollari per aver condiviso con i funzionari statunitensi un collegamento ipertestuale al database degli elettori del Connecticut pubblicato. Washington, si legge, ha offerto fino a 10 milioni "per informazioni che portino all'identificazione o all'ubicazione di qualsiasi persona che lavora con o per un governo straniero allo scopo di interferire con le elezioni statunitensi attraverso determinate attività informatiche illegali". 

Facebook oscura falsi account legati a Mosca
Intanto, Facebook ha smascherato e oscurato 13 account collegati al gruppo russo, noto come Internet Research Agency (Ira), e due pagine, che diffondevano false informazioni nel tentativo di interferire nelle elezioni presidenziali Usa in programma per il 3 novembre. Lo ha reso noto la stessa azienda, citata da Cnn. L'obiettivo degli account era quello di dividere
l'opinione dei democratici, servendosi anche di ignari giornalisti per diffondere fake news.
Condividi