Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/schema-dpcm-golden-powe-esteso-anceh-borsa-88fda5d7-d97d-4f0b-a6a6-8fde93e1eb73.html | rainews/live/ | true
ECONOMIA

Tutela pubblica anche su infrastrutture energia, acqua e salute

Schema Dpcm, golden power esteso anche alla Borsa

Condividi
I poteri speciali del golden power si estendono ai dati e alle "informazioni sensibili", oltre che alle infrastrutture, alle tecnologie e ai fattori produttivi ritenuti essenziali "per il mantenimento delle funzioni vitali" della società e della popolazione. E' quanto emerge dallo schema di Dpcm che allarga la tutela pubblica a nuovi settori strategici, compresa la Borsa. Come anticipato dal quotidiano La Stampa, i superpoteri dello Stato si estendono anche alle infrastrutture energetiche, all'acqua, alla salute, al Sistema informativo elettorale e all'approvvigionamento alimentare.

Il golden power viene dunque esteso a una larghissima fascia di dati considerati "critici". Si va da quelli relativi al censimento e al monitoraggio delle opere pubbliche, ai dati raccolti tramite sistemi di navigazione satellitare per la tracciatura di campi, mari e bacini idrici, dai dati di controllo del traffico aereo, stradale, ferroviario e marittimo a quelli per la gestione del mercato all'ingrosso di gas, elettricità e idrocarburi, oltre che quelli raccolti negli uffici giudiziari. Poteri speciali anche per tutte le informazioni raccolte con le tecnologie di geolocalizzazione e per la ricostruzione degli spostamenti, per le smart city, per gli smart building, le smart car e le smart home (incluse le tecnologie digitali per i sistemi di sorveglianza e sicurezza).   

Ad essere tutelati saranno anche "beni e rapporti nel settore finanziario, compreso quello creditizio e assicurativo, e delle infrastrutture dei mercati finanziari". In particolare il Dpcm parla di "infrastrutture critiche, incluse le piattaforme, per la negoziazione multilaterale di strumenti finanziari o di depositi monetari, per l'offerta di servizi di base dei depositari centrali di titoli e di servizi di compensazione in qualità di controparte centrale nonché per la compensazione o il regolamento dei pagamenti". In pratica la clearing house di Borsa Italiana.   

Capitolo decisivo infine anche quello della salute. Lo schema di decreto segnala come sottoposte a golden power le tecnologie digitali funzionali all'erogazione, anche da remoto,di servizi in sanità, quelle per l'analisi dei dati e l'utilizzo di conoscenze biologiche per la salute e la diagnostica, la prognostica, la terapia e il relativo follow up, le tecnologie bioingegneristiche e le nanotecnologie.

Infine, soprattutto dopo l'emergenza Covid, "le attività economiche di rilevanza strategica esercitate nel settore, comprese quelle relative all'approvvigionamento di medicinali, dispositivi e apparecchiature sanitarie".
Condividi