Original qstring: wt_mc=2.social.tw.rainews_xxx.&wt | /dl/rainews/articoli/scuole-covid-bolzano-prima-apertura-avvio-anno-scolastico-4d0a2603-1d8c-435d-8402-54751e16ce58.html | rainews/live/ | true
Coronavirus

Alto Adige

Scuole, a Bolzano la prima campanella post Covid

Riapertura il 7 settembre con la maggiore normalità possibile

Condividi
In Alto Adige le scuole di ogni ordine e grado riapriranno il 7 settembre - una settimana prima rispetto al resto d'Italia - e si cercherà di garantire la maggiore sicurezza e la maggiore normalità possibili, lo ha affermato l'assessore all'istruzione per la lingua tedesca Philipp Achammer.

Questo l'obiettivo delle tre intendenze scolastiche provinciali in vista dell'inizio del nuovo anno scolastico alla luce degli sviluppi dell'emergenza Covid-19. Nelle scuole elementari e medie sarà garantito il maggior insegnamento in presenza possibile, mentre alle superiori vi sarà un alternarsi di lezioni in presenza e online. Nelle scuole materne sono previste invece poche variazioni. Gli orari di apertura delle 266 scuole materne in lingua tedesca saranno quelli del periodo pre-Covid. Gli assembramenti potranno essere evitati con entrate ed uscite scaglionate. Nelle scuole materne bambini potranno essere accompagnati e ritirati dall'asilo da un solo genitore o da una persona incaricata dai genitori. Per gli adulti che accompagnano i bimbi e per il personale docente è previsto l'uso delle mascherine.

Per limitare al massimo il rischio di contagio la composizione dei gruppi di bambini rimarrà stabile, ma non sarà previsto l'obbligo dell'uso della mascherina e non vi saranno distanze minime da rispettare. I bimbi saranno invitati a disinfettarsi le mani con regolarità.   

Bambini e adulti sottoposti a quarantena, che hanno una temperatura da 37,5° in su ed evidenziano sintomi riconducibili al Covid-19, devono rimanere a casa. Questo non vale per un leggero raffreddore, se il bambino o l'adulto stanno bene. Non possono accedere alla struttura bambini e adulti se negli ultimi 14 giorni sono stati in contatto con una persona positiva o essi stessi negli ultimi 14 giorni sono stati in quarantena.   

Nelle scuole primarie di primo e secondo grado è previsto l'insegnamento in presenza tra le 7.30 e le 13 con lezioni in tutte le materie. Sarà comunque rafforzato il lavoro didattico per l'apprendimento autonomo. Accanto all'insegnamento in presenza mattutino le scuole offriranno opportunità educative in uno o due pomeriggi.   

Nelle scuole di secondo grado vi sarà un mix di lezioni in presenza e a distanza. In base alle possibilità, ogni scuola determinerà la proporzione dei due tipi di apprendimento. L'insegnamento in presenza è necessario soprattutto nelle prime classi. Affinché i ragazzi possano recuperare il deficit di apprendimento dell'anno scolastico precedente, le scuole offriranno anche misure di recupero. I genitori di tutti gli alunni riceveranno in questi giorni direttamente dagli istituti informazioni più dettagliate sull'inizio della scuola, è stato detto oggi in conferenza stampa.
Condividi