Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/societa-di-transazioni-in-criptovalute-poly-network-perde-600-milioni-di-dollari-in-attacco-hacker-e-apre-trattativa-via-twitter-d75b8e8d-fb26-4447-9771-69827a67ddf8.html | rainews/live/ | true
TECH

Cybersecurity

Hacker rubano 600 milioni di dollari in criptovalute, azienda colpita apre trattativa

Poly Network, società che si occupa di transazioni su diverse blockchain, chiede agli hacker la restituzione delle divise. L'esperto: difficile riciclare asset digitali

Condividi
Poly Network, società specializzata in trasferimenti di criptovalute, ha denunciato un furto record, "il più grande mai visto dal settore" stimato in 600 milioni di dollari. Gli hacker avrebbero approfittato di una vulnerabilità della piattaforma, che connette diverse blockchain permettendone l'interoperabilità, per rubare oltre 610 milioni di dollari, secondo la società di sicurezza SlowMist.

Secondo il sito Security Affairs, l'ammontare sarebbe di 611 milioni di dollari: 273 milloni su Ethereum, 253 millioni su Binance Smart Chain  e 85 million in USDC - Fully Reserved Fiat-Backed Stablecoin sul network Polygon.

Poly Network, la società danneggiata, ha lanciato un accorato appello agli hacker, via Twitter, chiedendo la restituzione del portafogli virtuale.


"Caro hacker (...) vogliamo metterci in contatto con te ed esortarti a restituire i beni che hai violato", scrive Poly Network in una lettera agli hacker pubblicata su Twitter. "La quantità di denaro che avete violato è la più grande nella storia della finanza decentralizzata", ha continuato la società.

"Questo denaro proviene da decine di migliaia di membri della comunità di criptovalute". La preghiera potrebbe aver portato a qualche risultato: Poly Network, sempre su Twitter, aggiorna l'ammontare delle criptovalute che sarebbero state restituite


Secondo la Cnbc, gli hacker avrebbero inviato messaggio allegato alla transazione in cui spiegano di essere "pronti a restituire" quanto rubato. Per ora, sarebbero stati restituiti circa 4,8 milioni di dollari. "Credo che questo dimostri che, anche se puoi rubare asset digitali, riciclarli e guadagnarci è estremamente difficile a causa della trasparenza della blockchain", ha riferito alla Cnbc Tom Robinson, analista di blockchain per Elliptic. "In questo caso - ha aggiunto - gli hacker hanno concluso che l'opzione più sicura fosse quella di restituire gli asset rubati".  
Condividi