Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/spadafora-13-o-20-giugno-date-possibili-per-ripresa-seria-A-c7728522-38c7-408b-9efb-6dcf1657f58e.html | rainews/live/ | true
SPORT

Giovedì si decide. Si valuta anche diretta gol

​Spadafora: 13 o 20 giugno date possibili per ripresa serie A

Malagò: "Calcio riparte 13 o 20 giugno? Non è scontato". "Fisi chiederà rinvio Mondiali Cortina a marzo 2022"

Condividi
"Le due date possibili per la ripresa della Serie A sono il 13 e il 20 giugno". A spiegarlo è stato il ministro per le Politiche giovanili e lo Sport Vincenzo Spadafora, in un'intervista al Tg3.

"Pochi minuti fa ci è arrivato il nuovo protocollo proposto dalla Figc per le partite ed è molto simile nelle regole a quello approvato per gli allenamenti. Giovedì ho convocato il mondo del calcio per valutare insieme la data della possibile ripartenza e poter decidere insieme se e quando possa riprendere il campionato" aggiunge.

Spadafora spiega poi di essere disponibile "come ministro e come governo a mettere nello stesso provvedimento che firmeremo per la riapertura del campionato anche le norme che serviranno per avere in Italia la diretta gol, come succede in Germania".

Malagò: "Calcio riparte 13 o 20 giugno? Non è scontato"
"Si parte il 13 o il 20 giugno col campionato? Non è così scontato che tutto vada bene. La partita è aperta. Per questo serve forse anche un piano B". Lo ha detto il presidente del Coni, Giovanni Malagò, ospite a Che tempo che fa.

"Dico una cosa una volta per tutte: la Figc ha mandato il protocollo per le competizioni con 24 ore di anticipo, ora sta assolutamente rispondendo alle esigenze. Io sto tutta la vita dalla parte del calcio giocato, ma dico solo che non deve essere un assioma se altri aspetti non vengono sistemati" ha detto il presidente del Coni.

"Si partirà il 13 o il 20 giugno se la curva epidemiologica lo consentirà, ma non è scontato che poi tutto vada bene. C'è già stato anche un provvedimento che parla di play-off e play-out: la partita è aperta", ha aggiunto Malagò facendo poi i complimenti alla Lega Nazionale Dilettanti: "Loro hanno già preso una decisione. Ho sentito anche molte critiche, polemiche, ma sono stati bravi - ha osservato il presidente del Coni - Hanno avuto coraggio, ora si sa esattamente quello che succede, invece per gli altri è un problema".

"Fisi chiederà rinvio Mondiali Cortina a marzo 2022"
Domani Flavio Roda, presidente della Federazione italiana sport invernali, "porterà all'esecutivo della Federazione internazionale la volontà di spostare i Mondiali di sci di Cortina dal febbraio 2021 a marzo 2022", ha poi annunciato Malagò. "E' stata una scelta molto sofferta, ma di buon senso ed è stata presa perché la federazione è garante di molti aspetti finanziari. Se a ottobre o novembre - ha spiegato - ci dovesse essere un problema, il Mondiale non si potrà fare nel 2021. Nel 2022 ci saranno le Olimpiadi invernali a Pechino, dunque si dovrebbero fare prima i Giochi e poi i Mondiali di Cortina".
Condividi