Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/spagna-manifestazioni-per-rapper-arrestato-incidenti-a-madrid-polizia-carica-dimostranti-a-puerta-del-sol-510d5b71-bb5f-43a1-8eba-71b6b966b819.html | rainews/live/ | true
EUROPA

Spagna

Madrid e Barcellona, guerriglia urbana e cariche della polizia in proteste per il rapper Pablo Hesel

Il rapper catalano Pablo Hasel è stato arrestato martedì dai Mossos e condannato a nove mesi di carcere per tweet e canzoni in cui criticava la famiglia reale spagnola e le forze dell'ordine. Le accuse per lui sono 'glorificazione del terrorismo' e insulti alla monarchia

guerriglia a Barcellona
Condividi
di Antonella Alba È di almeno 43 persone arrestate e nove feriti l'ultimo bilancio degli scontri tra manifestanti e forze dell'ordine avvenuti tra martedì e ieri sera a Madrid e Barcellona, dopo il contestato arresto del rapper catalano Pablo Hase'l. Lo rende noto la polizia.

Le manifestazioni, che martedì si erano tenute solo in Catalogna, ieri si sono estese anche a Madrid.  Scene di guerriglia urbana a Barcellona, riferisce il quotidiano El Mundo; erette barricate, dati alle fiamme cassonetti e lanciate bottiglie e pietre contro i furgoni dei Mossos d'Esquadra, cioè la polizia catalana. A Madrid, invece, gli scontri con la polizia sono concentrati a Puerta del Sol, dove si sono raccolti centinaia di dimostranti. In Catalogna scontri sono stati registrati, oltre che a Barcellona, a Girona e Lleida.  

Negli incidenti a Barcellona una donna avrebbe perso un occhio a causa di un proiettile di gomma sparato dalla polizia.

Secondo i media spagnoli alcuni manifestanti, dopo un inizio pacifico della protesta a Madrid con canti e slogan, hanno tentato di infrangere vetrine di negozi sulla piazza. Poi ci sono stati assalti alle forze della Policia Nacional. La manifestazione non era autorizzata a causa delle restrizioni anticontagio dovute alla pandemia.  

Il rapper catalano Pablo Hasel è stato arrestato martedì all'interno dell'università di Lleida, dove si era barricato con alcuni sia per sfuggire all'incarcerazione sia per attirare l'attenzione sul suo caso. È stato condannato a nove mesi di carcere per tweet e canzoni in cui criticava la famiglia reale spagnola e le forze dell'ordine ed è diventato protagonista di un acceso dibattito sulla libertà di espressione. Le accuse per lui sono 'glorificazione del terrorismo' e insulti alla monarchia. 

Immagini e video corrono sui social.

Il video di Radio 1 Rai


Condividi