Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/spagna-rajoy-rinuncia-a-investitura-tocca-ai-socialisti-provare-a-formare-un-governo-2772cd44-42d3-4b7f-be6e-9711770b4b1c.html | rainews/live/ | true
MONDO

Stallo nella formazione del nuovo esecutivo

Spagna, Rajoy rinuncia all'investitura: "Non ho una maggioranza a favore". Tentativo ai socialisti

Dopo le consultazioni e l'investitura da parte del re, il conservatore Mariano Rajoy è costretto a rinunciare per la mancanza dei voti necessari in parlamento. 

Mariano Rajoy (Ansa)
Condividi
Il premier spagnolo uscente, il conservatore Mariano Rajoy ha rinunciato alla nuova investitura del re Felipe VI dopo le consultazioni del monarca con tutti i partiti. Lo ha reso noto la casa reale. Il partito socialista, come le altre forze di opposizione, aveva rifiutato di sostenere, o di non osteggiare con una benevola astensione, un governo a guida Rajoy.

La situazione politica in Spagna quindi si complica. Rajoy, è stato primo ministro dal 2011. Re Filippo VI aveva dato a lui l'incarico di formare un esecutivo in quanto leader del primo partito uscito dalle urne dalle elezioni del 20 dicembre. I voti per Rajoy in parlamento non sono però sufficienti. Ora il tentativo passerà al leader del Psoe Pedro Sanchez, giunto secondo al voto. Terzo partito Podemos di Pablo Iglesias.

Rajoy ha confermato questa sera di avere declinato l'offerta di re Felipe di presentarsi per l'investitura al congresso dei Deputati ma ha aggiunto di rimanere "candidato" alla propria successione. "In questo momento non sono in grado di presentarmi all'investitura, ha detto, non solo non ho una maggioranza a favore ma ho anche una maggioranza contro".


 
Condividi