Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/tassita-roma-uccide-barista-bottigliate-438a7f76-d4f9-4d9e-b8f2-f3b294f73ff8.html | rainews/live/ | true
ITALIA

L'aggressore, un sudamericano, era in stato di ebbrezza

Roma, tassista uccide a bottigliate titolare di un bar

Condividi
Un tassista ha ucciso a bottigliate un esercente la scorsa notte a Roma ed è stato poi arrestato dai carabinieri. L'aggressione è avvenuta in via Premuda, nel quartiere Prati, dove il titolare di un locale al numero civico 17 è stato colpito ripetutamente con una bottiglia alla testa dal tassista. Soccorso, l'uomo, 76 anni, è stato trasportato all'ospedale Santo Spirito, dov'è deceduto per la grave commozione cerebrale. L'omicida, di 33 anni e di origini sudamericane, è stato fermato dai carabinieri al volante del suo taxi ed è apparso in stato di ubriachezza. 

Nino Sorrentino, questo il nome della vittima, gestiva un negozio di vini e oli nel quartiere Trionfale, dove l'aggressore, Joelson Bernasconi, è entrato armato di una bottiglia rotta e lo ha colpito più volte prima di fuggire. Bernasconi è stato rintracciato dai carabinieri del nucleo operativo della compagnia Trionfale un'ora dopo. Era a bordo del suo taxi e nel tentativo di scappare ha investito un carabiniere ferendolo lievemente. L'uomo è stato portato nel carcere di Regina Coeli.

Ancora poco chiara la dinamica dell'omicidio: secondo una delle prime ipotesi sarebbe nata  una discussione perché il gestore si è rifiutato di servire alcolici al cliente ubriaco.  Secondo quanto si è appreso, in quel momento nel locale non c'erano testimoni. A dare l'allarme alcuni abitanti che hanno sentito le urla. L'anziano, ricoverato in ospedale gravissime condizioni, ha dato alcune informazioni che hanno permesso ai militari di bloccare il presunto responsabile. A quanto riferito, l'uomo era ubriaco e ancora sporco di sangue.

     YF1-RO
24-MAG-16 12:04 NNNN
Condividi