Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/tokyo-400-ostacoli-mclaughlin-muhammad-d1b135dc-12cf-47c6-b7c7-3388f08254f2.html | rainews/live/ | true
SPORT

Tokyo 2020. Crolla un altro record nell'atletica

Nei 400 metri ostacoli femminili le prime due atlete abbattono il vecchio record. Nei 110 ostacoli maschili  Paolo Dal Molin esce in semifinale

Condividi
La statunitense Sydney McLaughlin ha vinto la gara dei 400 ostacoli alle Olimpiadi stabilendo il nuovo primato del mondo. Il nuovo record è di 51"46 e batte quello di 51"90 da lei stessa stabilito lo scorso giugno. Sotto il vecchio record anche l'altra statunitense, Dalilah Muhammad, campionessa olimpica a Rio 2016, con 51"58. Terza l'olandese Femke Bol, che con 52"03 ha stabilito il record europeo. 

Se non c'erano atlete italiane nella finale dei 400, c'era invece Paolo Dal Molin nella semifinale dei 110 ostacoli. Non è andata bene: per l'azzurro solo il quarto posto con 13"40, un tempo troppo alto per sperare nel ripescaggio. "Mi aspettavo di fare molto molto meglio. La delusione è grande", ha detto Dal Molin ai microfoni di Raisport

È andata male anche a Rachele Bruni, nei 10 km di nuoto in acque libere, solo 14esima in 2h02'10" a 2'39" dalla vincitrice, la brasiliana Ana Marcela Cunha. Alla fine della gara Rachele Bruni non riesce a trattenere le lacrime di rabbia ai nostri microfoni: "ero tranquilla - ha detto l'azzurra - ma ho accusato la gara veloce fin da subito, ho cercato di stare nel gruppo in fondo per non consumare energie, ma ne ho consumate tante, troppe" 

Ricco programma di gare canoistiche nella mattina di Tokyo. Nel K1 200 metri Manfredi Rizza accede alla semifinale della specialità della canoa sprint. Nel k2 1000 maschile Samuele Burgo e Luca Beccaro non centrano i tempi per accedere direttamente alle semifinali e devono fare i quarti. Stesso percorso per Francesca Genzo nel K1 500 metri femminile.
Condividi