Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/tragedia-genova-poliziotto-uccide-moglie-e-figlie-poi-si-suicida-056c1b37-9b7e-478a-ad22-9b6e41544f67.html | rainews/live/ | true
ITALIA

Indagini in corso per ricostruire cause e dinamica tragedia

Tragedia a Genova: poliziotto uccide moglie e figlie, poi si toglie la vita

Nell'appartamento è stato trovato un biglietto in cui il 49enne spiega di essere alle prese con "problemi insormontabili". Gli inquirenti: aveva debiti di gioco, ma l'entità non giustificherebbe gesto estremo

Condividi
Strage familiare a Genova. Un poliziotto di 49 anni ha ucciso la moglie e le due figlie di 10 e 14 anni e si è tolto la vita questa mattina all'alba in un appartamento di piazza Conti, nel quartiere di Cornigliano. Ad allertare il 113, riferendo di avere ammazzato i familiari e di essere intenzionato a suicidarsi, è stato il poliziotto stesso, che faceva parte del reparto mobile di Bolzaneto e si occupava di sistemi informatici. 

I corpi senza vita del collega, della moglie e delle due figlie sono stati rinvenuti poco dopo dalla polizia. Nell'appartamento è stato trovato anche un biglietto in cui il 49enne spiega di essere alle prese con "problemi insormontabili". Dalle prime informazioni raccolte dagli inquirenti, sembrerebbe che l'uomo avesse accumulato debiti di gioco. Ma tali debiti non sarebbero stati tali - spiegano - da giustificare quanto è successo.

La strage familiare di questa mattina ricorda un fatto analogo compiuto nella stessa zona di Cornigliano nel 2003 con protagonista anche allora un poliziotto. Era luglio quando un ispettore di polizia, Saverio Galoppo, 47 anni, uccise con la pistola di ordinanza la moglie, i due figli di 8 e 4 anni e si tolse la vita. L'uomo era in servizio alla squadra informativa dell'ufficio di gabinetto della questura. La moglie, Assunta, aveva 43 anni. La follia dell'uomo, depresso a causa della separazione dalla moglie e per non poter vivere con i figli, esplose in tarda serata. I vicini di casa udirono diversi spari e, allarmati, chiamarono 113 e 112 che scoprirono la strage.

 
Condividi