Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/tragedia-yemen-tra-guerra-carestia-e-covid-d803bf8c-f4f0-44bf-ad2c-eaa9dc2b8e0c.html | rainews/live/ | true
MONDO

Tragedia Yemen: tra guerra, carestia e Covid

La denuncia di Oxfam Italia: "Sei anni di conflitto con 250mila vittime. Molti ospedali distrutti, 700 posti di terapia intensiva, 500 ventilatori polmonari e nessun vaccino"

Condividi
Yemen, un Paese devastato da sei anni di guerra che ha causato 250mila vittime. È in corso una carestia di dimensioni importanti con oltre 16 milioni di persone senza cibo e più di 2,2 milioni di bambini a rischio malnutrizione. A questo si aggiunge l’inasprimento del conflitto in tutte le principali città del paese, ma soprattutto a Marib (a 200 km dalla capitale Sana’a), che che ha già provocato 1,2 milioni di profughi, ma potrebbero essere di più.

Il conflitto ha creato altre emergenze come nel 2015 con la più grave epidemia di colera della storia che ha contagiato oltre 2 milioni di persone. E, oggi, l’emergenza Covid fuori controllo. A marzo l’aumento dei contagi è 22 volte superiore rispetto a febbraio con metà degli ospedali distrutti, appena 700 posti di terapia intensiva, 500 ventilatori polmonari e nessun vaccino.

“Gli oltre 3.400 casi registrati a oggi con 751 vittime sono solo una minima parte della reale estensione dell’epidemia nel Paese", dice Paolo Pezzati, policy advisor per le emergenze umanitarie di Oxfam Italia. "Già mesi fa, il contagio si era esteso in quasi tutti i Governatorati dello Yemen, mentre i casi gravi, che sono gli unici a essere testati, vanno aumentando esponenzialmente nelle ultime settimane, aggiungendosi a combattimenti sempre più intensi".

Ma spesso molte persone non si fanno curare "per paura di essere coinvolti negli scontri o perché non riescono ad aver accesso ai pochi ospedali in funzione”. Ma è impossibile quantificare i contagi reali “sono pochi test disponibili”, spiega ancora Pezzati.
Condividi