Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/trump-cfo-twitter-resta-fuori-dalla-piattaforma-anche-se-dovesse-correre-ancora-per-la-presidenza-13193439-934f-49f1-be4c-1706afeabde3.html | rainews/live/ | true
MONDO

Twitter: esclusione dell'ex presidente Donald Trump è definitiva

Il direttore finanziario della piattaforma conferma in un'intervista che non potrà riavere il suo account nemmeno se dovesse ricandidarsi

Condividi
L'ex presidente americano Donald Trump è stato rimosso da Twitter con un divieto "permanente", e non potrà creare un account sulla piattaforma nemmeno se dovesse ricandidarsi. Lo ha detto il Cfo, -  direttore finanziario - di Twitter Ned Segal intervistato da Cnbc. "Una volta rimosso dalla piattaforma, vieni rimosso dalla piattaforma", ha detto Segal.

''Ricordatevi che la nostra politica ha come principio quello di garantire che non venga permesso l'incitamento alla violenza'', ha aggiunto.


La sospensione permanente dell'account dell'allora presidente uscente è stata decisa dal social a gennaio, a seguito dell'assalto a Capitol Hill.  Si tratta della 'sanzione' più estrema prevista dalla policy di Twitter, e indietro non si torna.

L'intervista  alla Cnbc riguarda i dati trimestrali della piattaforma: Twitter ha riferito di aver registrato nel periodo una crescita superiore alla media, nonostante le "circostanze insolite".

Sebbene Twitter non abbia detto esplicitamente quali fossero le "circostanze insolite", è probabile che il riferimento sia alla sospensione e poi esclusione del presidente Trump l'8 gennaio, dopo che ha continuato a postare messaggi che incoraggiavano l'assalto del 6 gennaio. Twitter ha anche messo al bando, nelle stesse settimane, migliaia di account legati al movimento Qanon.

 
Condividi