Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/trump-commuta-sentenza-roger-stone-3447f632-acc9-4ea4-ae62-c6ee7f229b0c.html | rainews/live/ | true
MONDO

Russiagate. Trump commuta sentenza a Roger Stone

 Ex consigliere condannato a 40 mesi per ostacolo alla giustizia. Casa Bianca: Stone vittima bufala russa

Condividi
Donald Trump ha commutato la sentenza contro il suo ex consigliere elettorale informale Roger Stone pochi giorni prima del suo previsto ingresso in una prigione federale dove avrebbe dovuto scontare una pena a 40 mesi di per aver ostacolato la giustizia nel russiagate. Lo riportano i media Usa.

La commutazione della pena non cancella i reati di stone come una grazia, ma gli evita il carcere. In ogni caso riaprirà le polemiche sull'uso dei poteri del presidente a favore dei suoi fan e collaboratori.

L'ex consigliere era stato condannato in Febbraio a tre anni e quattro mesi per aver mentito al Congresso e all'Fbi, tentato di corrompere testimoni, di ostruire le indagini della Camera sulle presunte collusioni tra la campagna presidenziale di Trump e il Cremlino e di aver fatto da tramite con Wikileaks per le informazioni hackerate volte a danneggiare la corsa di Hillary Clinton nel 2016. L'accusa aveva chiesto per lui da 7 a 9 anni di reclusione . Sarebbe dovuto entrare in carcere martedì prossimo, ma anche oggi aveva lanciato un appello al presidente, ricordando di non aver ceduto alle pressioni degli investigatori e di essergli rimasto leale.

"Roger Stone è una vittima della bufala russa che ha la sinistra e i suoi alleati nei media hanno perpetuato per anni il tentativo di minare la presidenza Trump": Lo afferma la Casa Bianca. Nella nota si sostiene che Stone è stato "accusato per la sua condotta durante l'indagine" perché i procuratori non erano riusciti a scoprire collusioni tra la campagna di Trump e la Russia e si denuncia "lo spettacolo vergognoso del suo arresto", avvenuto all'alba con grande dispiegamento di mezzi e personale sotto le telecamere della Cnn.

Il presidente Donald Trump ha "ancora una volta ha abusato del suo potere" concedendo la grazia al suo amico di lunga data ed consulente Roger Stone. Così, via Twitter, Bill Russo, un portavoce dello sfidante democratico per la Casa Bianca Joe Biden. "Sarà fermato solo quando gli americano faranno sentire la loro voce nell'urna il prossimo autunno".
Condividi