Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/turismo-Unioncamere-vacanza-Covid-Massimo-Garavaglia-Mario-Draghi-bonus-vacanzeOsservatorio-Economia-del-Turismo-delle-Camere-di-Commercio-e596f754-e77e-4864-b666-929be25f796e.html | rainews/live/ | true
ECONOMIA

Turismo

Unioncamere: oltre il 50% di italiani progetta una vacanza, Covid permettendo

Nel settore turistico la crisi perdura, nel primo trimestre stimati meno 8 miliardi di euro di ricavi

Condividi
di Tiziana Di Giovannandrea Gli italiani, nonostante la situazione drammatica creata dal Coronavirus, non perdono fiducia nella possibilità di tornare presto a viaggiare e raggiungere località di villeggiatura, soprattutto in Italia.

Secondo i dati di Unioncamere sono più del 50% i connazionali, al di sopra dei 18 anni, che stanno progettando le vacanze per il 2021 avendo come meta l'Italia nonostante la pandemia di Covid. Tutto infatti dipenderà dall'andamento del Coronavirus. Tra i potenziali vacanzieri, l'80% indica tra le mete preferite l'Italia. 

Questi dati si evincono dalle più recenti rilevazioni dell'Osservatorio sull'Economia del Turismo delle Camere di Commercio di Isnart ed Unioncamere. Le previsioni descrivono il perdurare della crisi nel settore turistico e l'analisi mostra come nei primi tre mesi del 2021 si prevedono perdite, rispetto al 2019,  pari a circa il 64% dei flussi italiani e dell'85% di quelli internazionali. Nel primo trimestre 2021 vengono stimati meno 8 miliardi di euro di ricavi.

Nel bilancio del 2020 le entrate derivanti dalla spesa turistica hanno fatto registrare una contrazione di 53 miliardi di euro rispetto al 2019. Il calo dei ricavi è attribuibile alla forte riduzione delle presenze internazionali nei mesi estivi dove si sono registrati picchi di meno 73% di presenze. Nel 2020 è rimasto invenduto il 75% delle camere alberghiere ed extralberghiere disponibili. Miglioramenti ci sono stati soltanto nei mesi di luglio e di agosto in cui sono risultate occupati a luglio in media il 46% degli alloggi e sempre in media il 69% delle camere. 

Per il ministro del Turismo, Massimo Garavaglia, è necessario trovare risorse per il turismo all'interno del budget di 32 miliardi, firmando un protocollo con le Regioni. Garavaglia ha precisato che l'Italia ha perso quote di mercato nel turismo negli ultimi 10 anni crescendo del 4,5%, i nostri competitor del 6,5%. Le quote di mercato vanno recuperate secondo il ministro Garavaglia, ricordando le parole del Presidente del Consiglio Mario Draghi per la ripartenza dell'industria del turismo. "Parleremo con il premier e i colleghi: le risorse vanno trovate all'interno del budget di 32 miliardi". E spiega di voler firmare un protocollo con le Regioni: "Si lavora tutti insieme, in squadra, per promuovere l'Italia nel mondo".  

Nel Decreto Milleproroghe sono stati previsti sei mesi in più per utilizzare il bonus vacanze: è stato approvato un emendamento che sposta la scadenza per utilizzare il bonus dal 30 giugno al 31 dicembre di quest'anno.
Condividi