Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/usa-floyd-black-lives-matter-attivista-societa-implodendo-diletta-bellotti-ecaac23b-ca27-4371-a6bd-f025285ce78a.html | rainews/live/ | true
MONDO

Da domani a sabato iniziative per Floyd in tutta Italia

Usa, Floyd: l'attivista in Italia di Black Lives Matter, "La società Usa sta implodendo"

Condividi
Le immagini che in questi giorni arrivano dagli Stati Uniti raccontano una società che "sta implodendo" a causa di problemi atavici legati alla segregazione e al razzismo. Lo afferma in un'intervista all'agenzia Adnkronos Diletta Bellotti, attivista che insieme all'attrice Blu Yoshimi ha promosso una mobilitazione in Italia per George Floyd, l'afroamericano morto durante un fermo di polizia a Minneapolis.

Bellotti, che si batte contro il caporalato e per dare visibilità alle lotte dei braccianti, tramite la pagina Instagram 'Pomodori Rosso Sangue' sta coordinando sit-in e flash mob in tutte le principali città italiane sotto lo slogan "Black Lives Matter" (le vite nere contano), movimento creato nel 2013 per protestare contro gli omicidi delle persone afroamericane per mano della polizia.

La società americana "sta implodendo" perché l'abolizione della segregazione razziale "a livello istituzionale" non è stata seguita da "un cambio di paradigma a livello culturale e sociale". Questo nodo irrisolto nella storia americana sta riemergendo oggi con tutta la sua forza, sottolinea Bellotti, secondo la quale sono "secoli che le minoranze emarginate combattono negli Usa per far sentire la loro voce".

"La società americana non ha voluto riformarsi", mentre avrebbe avuto bisogno di "un cambiamento strutturale", sostiene l'attivista che racconta come sia nata l'idea di organizzare sit-in per Floyd anche in Italia. "Stavamo parlando con Blu Yoshimi di quello che era accaduto a Minneapolis e ci siamo dette facciamo qualcosa. E' affascinante vedere come questo messaggio sia arrivato a tantissime persone", prosegue Bellotti, che spiega di aver ricevuto "tantissimi messaggi" di persone che vogliono far sentire la propria voce per chiedere giustizia per Floyd.

Così è nato il sit-in davanti all'ambasciata americana a Roma dello scorso 29 maggio che, annuncia l'attivista, sarà replicato il 4 giugno. Da domani a sabato saranno numerose le iniziative per Floyd in tutta Italia: eventi sono stati organizzati a Torino, Milano, Bari, Foggia, Matera e Firenze. "Io mi limito a dare consigli pratici", dichiara Bellotti che conclude con un giudizio sul presidente degli Stati Uniti, Donald Trump. "Faccio fatica a giudicarlo perché non è un politico e non avrebbe dovuto raggiungere il potere. Il fatto che ci sia riuscito dà la dimensione di come la società americana stia collassando".
Condividi