Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/usa-valutano-boicottaggio-olimpiadi-invernali-pechino-2022-a5f52976-b229-45ef-b2d8-97d3c2050cc6.html | rainews/live/ | true
SPORT

Il portavoce del dipartimento di Stato Ned Price

Usa valutano boicottaggio Olimpiadi invernali Pechino 2022

Berlino sottolinea il principio di autonomia dello sport. Il Comitato Olimpico Usa contro il boicottaggio: "Andrebbe solo a danno degli atleti"

Condividi
Gli Stati Uniti stanno valutando un boicottaggio coordinato con gli alleati delle Olimpiadi invernali di Pechino in calendario dal 4 al 20 febbraio del 2022. Lo ha detto il portavoce del dipartimento di Stato, Ned Price.

Il boicottaggio "è qualcosa di cui certamente vogliamo discutere", ha risposto Price ai giornalisti che gli chiedevano se gli Stati Uniti avrebbero partecipato ai giochi olimpici di Pechino ma precisando che non è ancora stata presa una decisione.

"Un approccio coordinato sarebbe non solo nel nostro interesse ma anche in quello dei nostri alleati e partner", ha puntualizzato Price, in linea con quella che è la strategia delineata dal presidente Biden che punta a alzare "un muro occidentale" contro lo Stato del Dragone. 

Berlino: c'è l'autonomia dello sport
"Vale il principio dell'autonomia dello sport". Lo ha detto una portavoce del governo tedesco, rispondendo alla domanda se la Germania intenda seguire Washington sul possibile boicottaggio degli Usa alle Olimpiadi del 2022 di Pechino. La portavoce ha anche sottolineato che "sono in corso colloqui con i nostri partner, anche con gli americani".

Comitato Olimpico Usa contro il boicottaggio
I vertici del Comitato Olimpico e Paraolimpico Usa hanno ribadito la loro opposizione al boicottaggio dei Giochi Invernali di Pechino nel 2022. "Sarebbe una decisione che colpisce gli atleti senza risolvere effettivamente alcun problema globale", ha detto la presidente del comitato Susanne Lyons.
Condividi