Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/usa-yellen-serve-tassa-minima-globale-societa-fermare-corsa-ribasso-95f4917d-4c2c-40b3-84c1-1567be12055e.html | rainews/live/ | true
MONDO

Janet Yellen lo chiede ai paesi del G20

Usa: "Sì a una tassa minima globale sulle multinazionali"

Con gli Stati Uniti da ricostruire e il gigantesco piano di di investimenti da finanziare, la segretaria al tesoro americano mette nel mirino il dumping fiscale e chiede una tassa minima globale su multinazionali

Janet Yellen
Condividi
Ricostruire gli Stati Uniti dopo i danni provocati dalla pandemia fa scoprire a Washington il problema, globale anche questo, del dumping fiscale. Paradisi fiscali esotici; stati, anche dell'Unione Europea, che fanno concorrenza gli uni agli altri per avere la sede fiscale di aziende  multinazionali abbassando sempre di più le aliquote e in generale la mancanza di un coordinamento fiscale globale. È un vero programma rivoluzionario quello annunciato dal nuovo ministro del tesoro americano, ed ex presidente della Fed, Janet Yellen.

"Stiamo lavorando con i paesi del G20 per concordare un'aliquota minima di imposta sulle società, che potrebbe porre fine alla corsa trentennale al ribasso", ha detto Janet Yellen a Chicago. Il presidente americano, Joe Biden, ha espresso la sua indignazione per le multinazionali - come Amazon - che si sono spostate nei paradisi fiscali o hanno usato scappatoie e pagano poche tasse o nessuna e ha promesso di mettere fine a tutto ciò. 

Biden ha poi difeso la proposta di aumentare le tasse alle società per aiutare a finanziare il piano di rilancio delle infrastrutture da oltre 2.000 miliardi di dollari. Il suo piano prevede l'aumento dell'aliquota dell'imposta sulle società americane al 28% dal 21%. Biden aveva promesso nella sua campagna presidenziale che avrebbe cancellato "dal primo giorno" il taglio fiscale di Trump del 2017 di cui avevano beneficiato in gran parte le grandi aziende che si erano viste ridurre le tasse dal 35% al 21%. 

L'idea di una tassazione globale era stata già espressa da Yellen durante l'audizione di conferma della sua nomina, dove aveva espresso l'impegno dell'amministrazione Biden "ad aggiornare le norme fiscali globali in modo da stabilire regole di tassazione minima efficaci, prevenire il trasferimento dei profitti globali (nei paradisi fiscali) e garantire che le società paghino la loro giusta quota". 

Yellen ha detto poi che in settimana 'approfitterà' della sua partecipazione alle riunioni annuali del Fondo monetario internazionale e della Banca mondiale per far avanzare le discussioni sul cambiamento climatico, migliorare l'accesso globale ai vaccini e incoraggiare i Paesi a sostenere una forte ripresa mondiale. La segretaria al Tesoro ha affermato che e' importante assicurarsi che i governi "abbiano sistemi fiscali stabili che raccolgano entrate sufficienti in beni pubblici essenziali e rispondano alle crisi, e che tutti i cittadini condividano equamente l'onere del finanziamento del governo".
Condividi