Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/vaccini-figliuolo-24-settembre-2021-covid-cd2aa9d7-12de-4bdd-a292-94dcbeba4f8e.html | rainews/live/ | true
Coronavirus

La lotta al coronavirus

Vaccini, prime dosi +32,5% da lunedì ma 3,2 milioni over 50 senza

2,5 milioni di 12-19enni immuni. Crescono 50-59enni che si vaccinano

Condividi
Settimana di crescita per le prime dosi di vaccino anti-Covid: da lunedì a giovedì ne sono state somministrate, in media, 80.500 al giorno, mentre, negli stessi giorni della settimana precedente (13-16 settembre), erano state in media 60.700, con una crescita del 32,5%. Il dato viene registrato dal commissario Francesco Figliuolo, che parla di "trend positivo".

Sono soprattutto le fasce d'età tra 30 e 59 anni, dice la struttura del commissario, a far segnare differenziali positivi di prime dosi: in particolare si ha un +79% per la fascia 50-59 anni (circa 13.500 al giorno rispetto a 7.500); +62% per la fascia 40-49 anni (circa 16.900 rispetto a 10.400); +41% per la fascia 30-39 anni (circa 17.900 contro 12.600). Proseguono inoltre le somministrazioni di seconde dosi e dosi uniche per il completamento dei cicli vaccinali, a tassi, rileva Figliuolo, "pressoché costanti rispetto alla media del mese di settembre", con oltre 159.500 somministrazioni al giorno. Dall'inizio della campagna sono state fatte oltre 83,5 milioni somministrazioni.

Gli immunizzati sono oltre 41,7 milioni, pari ad oltre il 77,2% della popolazione over 12, mentre il numero di persone che ha ricevuto almeno una dose è di oltre 44,6 milioni, pari a oltre l'82,7%.

Dal report settimanale si conferma il consistente il numero di over 50 ancora senza prima dose: sono 3.249.712, pari all'11,7% della popolazione complessiva di questa fascia d'età.
Rispetto alla settimana precedente c'è stato un aumento di 174 mila persone vaccinate. C'è però un dato positivo: negli ultimi sette giorni, dunque da subito dopo l'approvazione in Consiglio dei ministri del decreto che introduce nel mondo del lavoro l'obbligo del green pass ad oggi, oltre 100mila cinquantenni hanno fatto la prima dose di vaccino anti Covid, una crescita quasi doppia rispetto a quella dei sette giorni precedenti quando sono stati poco più di 60mila quelli che si sono presentati negli hub. In questa fascia hanno completato il ciclo vaccinale 7.659.755 persone, pari al 79,36% dell'intera platea di oltre 9,6 milioni. 1.595.716 sono invece quelli che non hanno fatto neanche una dose: dal 17 settembre ad oggi, però, in 105.419 hanno avuto la prima somministrazione mentre nei sette giorni precedenti, dal 10 al 17 settembre, le prime inoculazioni in questa fascia d'età si erano fermate a 63.403.

Tra gli over 80 il 92,55% ha completato il ciclo vaccinale (era il 92,35% la scorsa settimana) mentre tra i teenagers (fascia 12-19 anni) oltre 2 milioni e mezzo - su una platea complessiva di poco più di 4,6 milioni - sono immunizzati contro il Covid ma un milione e mezzo non hanno ancora alcuna copertura. Tra il personale scolastico in 90.392 sono senza prima dose di vaccino. Si tratta del 5,9% del totale di lavoratori della scuola.

Le quote maggiori di "no vax" si trovano nelle province di Bolzano (21,15%), Trento (17,75%) e in Valle d'Aosta (16,1%).

Gli immunizzati sono invece 1.397.231, pari al 90,51% del personale scolastico italiano. Sul fronte del personale sanitario, infine, sono 36.096 ancora in attesa della prima dose: l'1,84% su una platea di 1.959.546. Il 94,53% risulta invece immunizzato, ovvero 1.852.317 persone. 
Condividi