Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/vativision-lancio-mondiale-piattaforma-streaming-on-demand-del-vaticano-26ce2a7b-595f-4b40-b650-0327b7711f45.html | rainews/live/ | true
CULTURA

Streaming on demand

Vativision, nasce la piattaforma ispirata al Vaticano sul modello Netflix

Dai primi di giugno parte la piattaforma on demand con documentari, film e serie tv, anche in produzioni originali, con distribuzione mondiale. I contenuti saranno disponibili con la formula pay-per-view

dal sito Vativision.com
Condividi
di Celia Guimaraes E' partito il countdown per la distribuzione a livello mondiale di Vativision, la piattaforma di streaming on demand pensata per i cattolici che si ispira a modelli di successo collaudati come Netflix e Disney+. Dall'8 giugno i contenuti saranno disponibili per web, smart tv, tablet, smartphone, set top box. 

Non è istituzionale
"E' una iniziativa laica nell'approccio, che, al di là dei contenuti, non è istituzionale. Non è una cosa del Vaticano o della Chiesa, ma di un imprenditore", ha precisato nel corso di una conferenza stampa via streaming Paolo Ruffini, prefetto del dicastero vaticano per la Comunicazione.

"Noi vediamo con favore questa iniziativa fatta da cattolici, da cristiani e da esperti dell'audiovisivo che hanno la loro responsabilità nel valutare cosa scegliere cosa non scegliere e offrirlo come qualsiasi editore. Noi abbiamo prodotto documentari che siamo contenti che Vativision metta nel catalogo, e così sarà per produzioni di Tv2000, ma l'editore è libero di fare le sue scelte. Il Vaticano guarda con favore a questa iniziativa ma non è né il censore né il detentore della linea editoriale".

I tre cardini del progetto
Cultura, arte, fede sono i punti di riferimento del servizio, che si pone l’obiettivo di diffondere temi e valori cristiani con strumenti e linguaggi al passo con la tecnologia. Pubblico d'elezione sono i fedeli, più di un miliardo, disseminati in tutti i continenti, a cominciare da quelli presenti in Argentina, Brasile, Filippine, Messico, Italia, Polonia, Spagna, oltre mezzo miliardo di persone. In vista del lancio mondiale, nei prossimi giorni la piattaforma verrà presentata personalmente a Papa Francesco.

Servizio on demand
La distribuzione on demand non prevede un abbonamento ma la formula pay-per-view: si paga per singolo contenuto con i consueti sistemi digitali e con Vialpay, tramite credito telefonico. L'offerta della piattaforma consiste in documentari, film e serie tv che rispecchiano i sentieri dell'arte, della cultura in una cornice di valori cristiani. Ci sarà anche spazio per le produzioni originali.

La piattaforma prevede il geoblocking (la visualizzazione limitata a determinate zone geografiche), a seconda dei diritti di distribuzione dei prodotti. Nel sito ufficiale sono già visibili alcune anteprime dei contenuti, da Padre Pio costruttore di misericordia  a Churchbox, quando la fede si fa social. Ma non mancano argomenti storici come Italia 70, sui 10 "anni di piombo" del nostro Paese. 

Tecnologia e sponsor
Vativisionè una piattaforma che nasce dall’unione di due realtà: Officina della Comunicazione, società di produzione cinematografica che collabora con diversi Enti vaticani e Vetrya, azienda tecnologica italiana che si occupa dello sviluppo di servizi, piattaforme e soluzioni digitali. Main sponsor del progetto fin dall’ideazione è Ubi Banca, che opera anche come partner tecnico.

Condividi