Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/vertice-Centrodestra-berlusconi-salvini-Lega-Forza-Italia-difesa-del-maggioritario-e-linea-comune-sul-Quirinale-1a8c4b95-baa0-4071-a1f6-4dbfbd6646d6.html | rainews/live/ | true
POLITICA

Vertice Berlusconi-Salvini

Centrodestra, Forza Italia-Lega: difesa del maggioritario e linea comune sul Quirinale

Argomenti principali della riunione, la manovra con la necessità di un taglio delle tasse significativo e le elezioni amministrative. Un nuovo vertice FI-Lega sarà riconvocato entro due settimane. ​I ministri di Forza Italia a Berlusconi: "Lealtà ma marcare linea moderata ed europeista"

Condividi
La riunione tra Silvio Berlusconi, Matteo Salvini e la delegazione dei ministri di Forza Italia e della Lega, con i quattro capigruppo, si è conclusa "con l’impegno a un maggiore coordinamento delle attività della delegazione al Governo e dei gruppi Parlamentari". Tra gli obiettivi, "la difesa del sistema elettorale maggioritario e una strategia comune sul Quirinale". E' quanto riferisce una nota congiunta al termine della riunione a Villa Grande, nuova residenza romana di Berlusconi. 

Argomenti principali della riunione, la manovra con la necessità di un taglio delle tasse significativo e le elezioni amministrative.

I leader di Forza Italia e Lega "hanno chiesto di procedere il più velocemente possibile a individuare i candidati per le prossime elezioni Amministrative, ovviamente coinvolgendo gli altri partiti di centrodestra a partire da Fratelli d'Italia" e hanno annunciato che un impegno ulteriore a supporto delle partite Iva e di chi "ha sofferto maggiormente in questi anni di pandemia" verrà chiesto nella legge di Bilancio.

Durante il vertice, Matteo Salvini ha insistito sulla necessità di lavorare a un centrodestra compatto a partire dal maggioritario, "altrimenti avremo il Pd al governo a vita". Secondo quanto si apprende, i presenti avrebbero convenuto sulla necessità di non alimentare tensioni inutili e divisioni. 

Salvini ha tenuto a sottolineare che sull'Europa "gli equilibri stanno cambiando" e ha ricordato che "contro Viktor Orban si schiererà perfino l'ultradestra di Jobbik insieme all'estrema sinistra". "In Europa stiamo lavorando ancora per riunire il centrodestra anche a Bruxelles, per contare di più come Italia e contrastare le follie ideologiche delle sinistre".

I capigruppo di Lega e Forza Italia si rivedranno a breve per mettere a punto iniziative concordate, mentre presto verrà riconvocato un vertice allargato alla Meloni per discutere delle prossime amministrative.

Al pranzo-vertice, oltre ai due leader Matteo Salvini e Silvio Berlusconi, erano presenti anche i ministri e i capigruppo di Lega e FI, oltre agli azzurri Gianni Letta, Antonio Tajani e Licia Ronzulli. 

I ministri di Forza Italia: "Lealtà ma marcare linea moderata ed europeista"
Prima del vertice di Forza Italia e Lega si e' svolto un colloquio tra i ministri azzurri Mara Carfagna, Renato Brunetta e Mariastella Gelmini e Silvio Berlusconi. Un incontro, riferiscono fonti vicine ai ministri di FI, che viene definito "chiarificatore", nel corso del quale Gelmini, Carfagna e Brunetta hanno ribadito la loro lealta' personale al presidente, e il sostegno incondizionato alla sua leadership e a una eventuale sua candidatura al Quirinale. I tre ministri hanno tuttavia fatto presente a Berlusconi che i nodi politici sulla gestione del partito restano e che e' necessario che sia rappresentata da tutto il movimento, con maggiore energia ed equilibrio, la linea moderata, europeista, liberale e garantista di Forza Italia, marcando meglio la sua identita'.

Berlusconi saluta la stampa
'Apparizione' a sorpresa di Silvio Berlusconi che alla fine del vertice di centrodestra Forza Italia - Lega si è affacciato per un saluto alla stampa che attendeva fuori Villa Grande. Vestito in abito scuro e senza cravatta, Berlusconi si è fermato sul vialetto di ingresso della villa. "Come va? Bene, molto bene", ha risposto prima di rientrare a Villa Grande e augurare buon lavoro ai cronisti.
Condividi