Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/visita-pompeo-di-maio-sicurezza-reti-5g-nostra-priorita-d1f0c6a0-c807-4917-8fd2-28fe7036012d.html | rainews/live/ | true
MONDO

Incontro Di Maio - segretario di Stato Usa

Di Maio: sicurezza delle reti 5G nostra priorità

"Abbiamo ben presenti le preoccupazioni" dei nostri alleati americani. "L'Italia è pienamente conscia di assicurare la sicurezza delle reti 5G. Resta una nostra assoluta priorità e siamo a favore di regole europee comuni", ha detto il ministro degli Esteri

Condividi
"Abbiamo ben presenti le preoccupazioni" dei nostri alleati americani. "L'Italia è pienamente conscia di assicurare la sicurezza delle reti 5G. Resta una nostra assoluta priorità e siamo a favore di regole europee comuni", ha detto il ministro degli Esteri, incontrando il segretario di Stato Usa Mike Pompeo alla Farnesina ricordando che Roma ha già adottato una normativa "che potenzia la capacità di monitoraggio" del governo in materia,citando il golden power.

"Con Pompeo abbiamo avuto un dialogo amichevole e costruttivo, con lui mantengo un dialogo costante.Devo ringraziare ancora una volta per lo straordinario aiuto degli Stati Uniti come governo e strutture private nella fase acuta della crisi di coronavirus", ha detto ancora il ministro degli Esteri.

"Il messaggio è chiaro: l'Italia è saldamente ancorata a Usa e Ue a cui ci uniscono interessi e valori comuni della Nato e delle democrazie. Per l'Italia ci sono alleati, interlocutori e partner economici. Un Paese come il nostro è aperto a possibilità di investimento, ma mai fuori dai confini" dell'Alleanza Atlantica, ha detto il ministro degli Esteri Luigi Di Maio.

"Contiamo moltissimo sull'influenza che gli Usa potranno esercitare sugli interlocutori libici e gli attori internazionali per evitare eventuali azioni di sabotaggio" del processo di stabilizzazione in Libia. Lo ha detto il ministro degli Esteri Luigi Di Maio in una conferenza stampa alla Farnesina con il segretario di Stato Usa Mike Pompeo.

Sulla gestione dei "flussi migratori da sud e da est l'Italia ha fatto tutto quello che poteva fare ma non può farcela da sola. Redistribuzioni e soprattutto rimpatri rappresentano due voci importanti del patto europeo sull'asilo", Di Maio.  "L'Italia da sola non ce la farà, ma anche l'Europa da sola non ce la farà", ha sottolineato Di Maio. "Di fronte  al fenomeno dei flussi migratori serve cuore e anche tanta testa. Il lavoro a livello europeo nei prossimi mesi sarà investire più risorse nei Paesi nordafricani e del Sahel e creare canali per i rimpatri di coloro che non scappano da condizioni che prevedono la richiesta dell'asilo".


Pompeo, la Cina è in Italia per scopi strategici
"Il Partito comunista cinese sta cercando di sfruttare la propria presenza in Italia per i propri scopi strategici, non sono qui per fare partenariati sinceri".Lo ha sottolineato il segretario di Stato Usa Mike Pompeo in conferenza stampa congiunta con il ministro degli Esteri Luigi Di Maio oggi a Roma.

"Gli Stati Uniti fanno appello al governo  italiano a considerare in maniera attenta la sicurezza nazionale e la  riservatezza dei dati dei propri cittadini" alla luce delle attività  delle "società tecnologiche che fanno parte dello stato di  sorveglianza del partito comunista cinese",  ha dichiarato il  segretario di Stato americano, Mike Pompeo, nel corso di una  conferenza stampa con il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio. "Nella mia discussione con il premier Giuseppe Conte gli ho chiesto di fare attenzione alla privacy dei suoi cittadini" per quanto riguarda la creazione della rete 5G. ha detto il segretario di Stato Usa Mike Pompeo.

"Abbiamo lavorato per migliorare la vita del popolo cinese in tutti questi anni di amministrazione. Noi vogliamo che non ci siano violazioni dei diritti umani in quel Paese, ho scritto l'articolo per dare onore alla Chiesa cattolica che ha sempre difeso gli oppressi nel mondo. Tutti gli attori che possono mettere fine a questo regime autoritario del partito comunista cinese devono farlo". Lo ha detto il segretario di stato Usa Mike Pompeo in una conferenza stampa alla Farnesina con il ministro degli Esteri Luigi Di Maio rispondendo ad una domanda del Washington Post sullo scontro con il Vaticano.




 
Condividi