L'invasione russa

Live guerra in Ucraina, la cronaca minuto per minuto: giorno 16

Il conflitto in tempo reale
Live guerra in Ucraina, la cronaca minuto per minuto: giorno 16
Getty
Membri di un'unità di difesa territoriale sorvegliano una barricata dopo il coprifuoco alla periferia orientale di Kiev
23:17 11 Mar

"Congelato" a Trieste lo yacht da 530 milioni di un oligarca russo

Il lussuoso yacht "Sy A", del valore di circa 530 milioni di euro, riconducibile all'oligarca russo Andrey Igorevich Melichenko, è stato sottoposto a un provvedimento di congelamento dalla Guardia di Finanza nell'ambito delle misure prese nei confronti di magnati russi inseriti nella “lista nera” delle sanzioni dell'Unione europea. Secondo quanto si apprende l'imbarcazione era in rimessaggio nel porto di Trieste. 

22:48 11 Mar

Standard & Poor's taglia il rating dell'Ucraina, possibili ulteriori downgrade

L'agenzia Standard &Poor's taglia il rating dell'Ucraina a 'B-/B', e lo mette sotto creditwatch negativo aprendo a quindi a ulteriori downgrade. "L'intervento militare della Russia continua a porre significativi rischi alla crescita economica dell'Ucraina, alla sua stabilità finanziaria e ai suoi conti pubblici", afferma S&P. 

21:51 11 Mar

Il Dipartimento di Stato Usa agli ameericani: chi va in Ucraina rischia la cattura o la morte

Il dipartimento di Stato americano ha avvertito che tutti i cittadini che si recheranno in Ucraina, compresi quelli che prenderanno parte ai combattimenti, corrono un rischio molto reale di essere catturati o uccisi. In un briefing con la stampa, il portavoce, Ned Price, ha inoltre sottolineato che Washington "potrebbe non essere in grado di organizzare l'evacuazione" di americani dall'Ucraina nel caso fosse necessario.

21:13 11 Mar

La città portuale ucraina di Mykolaiv sul Mar Nero di nuovo bombardata dai missili russi

La città portuale ucraina di Mykolaiv sul Mar Nero continua a essere sotto attacco dei missili russi. Come riferisce su Twitter il governatore regionale Dennis Kiyachenko, si stanno verificando "ancora lanci di missili da lanciarazzi multipli". "Edifici residenziali sono di nuovo in fiamme, ci sono informazioni su un supermercato colpito", ha proseguito. "Tutto quello che loro chiamano 'infrastruttura militare della Nato' è in fiamme", ha aggiunto il governatore. 

20:57 11 Mar

Di Maio: Ue grande forza pacifista che vuole fermare la guerra, avanti con le sanzioni

"Come Ue dobbiamo continuare a sanzionare il governo di Putin per colpire l'economia russa e limitare il finanziamento a un esercito che sta seminando terrore in Ucraina. L'Ue è una grande forza pacifista che difende i suoi cittadini, questa la strada da seguire per fermare la guerra". Lo scrive su Facebook il ministro degli Esteri Luigi Di Maio che oggi ad Antalya, in Turchia, ha incontrato il Segretario Generale della Nato, Stoltenberg. "Con lui - ha detto -  ho condiviso le nostre preoccupazioni. Le bombe russe esplodono anche nell'ovest dell'Ucraina, continuano a morire bambini e donne. Secondo le autorità ucraine, è stato colpito anche un asilo nido. Adesso anche quei pochi corridoi umanitari esistenti potrebbero essere interrotti". “Per questo - prosegue il ministro - il nostro impegno prosegue incessante, raggiungere una tregua umanitaria è la priorità”. 

20:14 11 Mar

Ucraina: Cernihiv sull'orlo di una catastrofe umanitaria

"A causa dei bombardamenti, la città di Cernihiv è sull'orlo di una catastrofe umanitaria: è rimasta senza  luce, acqua, gas e riscaldamento". Lo afferma Lyudmyla Denysova,  incaricata del Parlamento dell'Ucraina per i diritti umani. "Non è  nemmeno possibile seppellire i morti nel cimitero cittadino". "Più di 250mila persone attendono con timore la fredda notte e i  prossimi attacchi aerei, che provocano decine di vittime di civili  -aggiunge Denysova- I condotti acquiferi sono stati ripristinati in  parte, ma ci vorranno almeno 3-4 giorni". Il commissario per i diritti umani fa poi un appello: "Chiedo alla  comunità internazionale di ascoltare l'Ucraina, e fermare gli attacchi aerei arbitrari di città e paesi pacifici da parte della Russia, chiudendo i cieli sopra il paese".

19:57 11 Mar

Usa: attacco dalla Bielorussia? Per ora non ci sono indicazioni

Le truppe bielorusse potrebbero attaccare l'Ucraina, come paventato da Kiev? "Per ora non ci sono indicazioni che lo hanno fatto o che lo faranno", ha detto il portavoce del Pentagono, John Kirby, in un punto stampa.

19:50 11 Mar

Fonti del Pentagono: "Nuovi aiuti militari Usa in Europa nelle prossime 24 ore"

I nuovi aiuti militari degli Stati  Uniti all'Ucraina arriveranno in Europa nelle prossime 24 ore. Lo  affermano fonti del Pentagono che assicurano che "continuiamo ad  assicurare che il flusso delle risorse all'Ucraine sia il più veloce  possibile", riporta la Cnn. Le fonti ricordano come gli Stati Uniti  stiano anche "coordinando" gli arrivi degli altri Paesi che stanno  fornendo assistenza alla difesa dell'Ucraina. "Stiamo lavorando per  dare loro le cosa di cui sappiamo hanno maggiormente bisogno che in  questo momento sono munizioni della difesa aerea e missili anti  carro", concludono le fonti.

19:19 11 Mar

La Russia blocca l'accesso a Instagram dal 14 marzo

L'accesso a Instagram in Russia sarà definitivamente bloccato a mezzanotte del 14 marzo. Lo annuncia la Tass citando il regolatore russo dei media Roskomnadzor. "Poiché gli utenti attivi di Instagram avranno bisogno di tempo per copiare le proprie foto e video su altri social network, per avvisare i propri contatti e iscritti, Roskomnadzor ha deciso di completare la procedura di blocco dell'accesso a Instagram alla mezzanotte del 14 marzo, concedendo 48 ore per la transizione", ha scritto Roskomnadzor sul suo canale Telegram.

19:14 11 Mar

L'Ucraina all'Onu: fosse comuni come nella II Guerra mondiale

"Per la prima volta dalla Seconda Guerra mondiale le persone uccise in Ucraina vengono seppellite in fosse comuni". lo ha detto l'inviato ucraino all'Onu, Sergiy Kyslytsya durante una riunione del Consiglio di Sicurezza.

19:06 11 Mar

Kiev: la Bielorussia potrebbe invaderci stasera

"Secondo i dati preliminari, le truppe bielorusse potrebbero essere coinvolte nell'invasione l'11 marzo alle 21", le 20 in Italia. Lo annuncia il Centro per le comunicazioni strategiche e la sicurezza dell'informazione ucraino, citato da Ukrainska Pravda. Le autorità ucraine ritengono che Putin abbia ordinato ai militari di inscenare una provocazione con un raid aereo ai confini tra Bielorussia e Ucraina, e il leader bielorusso Alexander Lukashenko abbia ordinato di iniziare i preparativi per l'offensiva delle forze armate bielorusse.

18:44 11 Mar

Media ucraini: a Kharkiv uccisi 201 civili tra cui 11 bimbi

Finora nella regione di Kharkiv sono stati uccisi 201 civili, tra cui almeno 11 bambini. Lo riporta il Kyiv Independent, citando fonti della polizia locale, secondo cui solo nelle ultime 24 si sono registrate 10 vittime (3 i bambini) tra i civili.

18:07 11 Mar

L'Onu denuncia: conferme credibili che i russi usano bombe a grappolo

L' Ufficio dell'Alto Commissario Onu per i diritti umani ha ricevuto rapporti credibili sull'uso di bombe a grappolo da parte delle forze russe anche nelle aree popolate dell'Ucraina. Lo afferma Rosemary Di Carlo, sottosegretario generale delle Nazioni Unite per gli Affari politici, citata dal Guardian. Gli attacchi indiscriminati, compresi quelli che utilizzano bombe a grappolo, sono vietati dal diritto umanitario internazionale. Anche gli attacchi diretti contro civili, così come i bombardamenti aerei nelle città e nei villaggi, sono proibiti dal diritto internazionale e possono costituire crimini di guerra.

17:54 11 Mar

Von der Leyen annuncia per "domani il quarto pacchetto di sanzioni Ue"

"Domani adotteremo un quarto pacchetto di sanzioni". Lo ha annunciato la presidente della Commissione Ue, Ursula von der Leyen.

17:51 11 Mar

Quasi 1.600 civili uccisi a Mariupol dall'inizio dell'attacco

I civili uccisi a Mariupol da quando i russi hanno iniziato ad attaccarla sono 1.582. A dirlo è il Comune.

17:24 11 Mar

Gli Usa vietano l'export di beni di lusso in Russia e Bielorussia

Oltre al bando sulle importazioni di alcuni prodotti dalla Russia, gli Stati Uniti hanno deciso il divieto di esportazioni di beni di lusso verso Mosca e la Bielorussia. Lo si legge in un comunicato del dipartimento del Commercio. La misura era stata anticipata da Joe Biden dopo aver annunciato la revoca dei privilegi commerciali alla Russia. Parlando degli oligarchi russi il presidente aveva detto: "Mentre continuiamo a cercare i loro superyacht e le loro case per le vacanze, renderemo più difficile l'acquisto di prodotti di fascia alta fabbricati nel nostro paese, vietando l'esportazione di beni di lusso in Russia".

17:15 11 Mar

Macron: Ue pronta a nuove sanzioni contro Mosca, non ci sono tabù

"La nostra strada è chiara, la nostra volontà di sostenere l'Ucraina è chiara", ha detto il presidente francese Emmanuel Macron al termine del vertice Ue a Versailles. "Lo abbiamo dimostrato e siamo pronti a intraprendere ulteriori sanzioni, non ci sono tabù", ha proseguito, lasciando la porta aperta a un embargo sul gas e petrolio russi, senza però annunciare misure concrete. Se la situazione peggiora "adotteremo le misure necessarie per fermare la Russia nel suo percorso di aggressione contro l'Ucraina", ha concluso

17:14 11 Mar

Ucraina, Macron: Europa e Africa saranno destabilizzate dalla guerra sul piano alimentare

Europa e Africa "saranno profondamente destabilizzate in termini di cibo" nei prossimi 12-18 mesi a causa della guerra in Ucraina. Lo ha detto il presidente francese Emmanuel Macron dopo il vertice europeo di Versailles. "Dobbiamo rivalutare le nostre strategie di produzione per difendere la nostra sovranità alimentare e proteica, in Europa, ma anche rivalutare una strategia nei confronti dell'Africa - ha detto Macron - altrimenti diversi paesi africani saranno colpiti nel periodo da 12 a 18 mesi". L'Ucraina è un importante produttore di grano per i mercati europei.

17:10 11 Mar

Ucraina, mercoledì 16 informativa del ministro degli Esteri Di Maio alla Camera

Mercoledì 16 alle ore 16 si terrà nell'Aula della Camera una informativa urgente del Ministro Di Maio sugli ultimi sviluppi del conflitto tra Russia e Ucraina. Si apprende dai gruppi parlamentari a Montecitorio.

17:00 11 Mar

Biden: uno scontro diretto con Mosca sarebbe III Guerra mondiale

Uno scontro diretto tra Nato e Russia provocherebbe la "terza guerra mondiale". Lo ha detto il presidente Usa, Joe Biden.

16:17 11 Mar

Rapito il sindaco di Melitopol, "portato via con un sacchetto in testa"

Il sindaco di Melitopol, Ivan Fedorov, è  stato sequestrato nel centro della città mentre stava distribuendo aiuti umanitari alla popolazione. Lo ha annunciato sul suo canale  Telegram il consigliere del ministro degli Interni Anton Gerashchenko, spiegando che il primo cittadino è stato rapito da un gruppo di dieci  russi che gli hanno messo un sacchetto di plastica in testa.        "Durante il rapimento gli hanno messo un sacchetto di plastica sulla testa. I nemici lo hanno trattenuto nel centro di crisi della città,  dove si stava occupando di sostenere i cittadini. C'era una bandiera ucraina nell'ufficio di Ivan Fedorov", ha scritto Gerashchenko.

16:13 11 Mar

Mosca: Mariupol è completamente circondata

La città di Mariupol è completamente bloccata e circondata dalle forze russe. Lo afferma il ministero della Difesa di Mosca, citato dalla Tass, secondo cui "tutti i ponti sono stati distrutti e le strade minate dai nazionalisti" ucraini.

15:48 11 Mar

Ucraina, Kamala Harris: da Putin nessun segnale di seria diplomazia

Vladimir Putin non ha mostrato segni di volersi impegnare in una seria diplomazia. Lo afferma il vice presidente americano Kamala Harris.

15:44 11 Mar

Ucraina, Draghi: non siamo in economia di guerra, ma è bene prepararsi

"Dobbiamo prepararci, ma non è assolutamente un'economia di guerra. Ho visto degli allarmi esagerati. Prepararsi non vuol dire che ciò debba avvenire sennò saremmo già in una fase di razionamento". Lo dice il premier Mario Draghi in conferenza stampa da Versailles. "Dobbiamo ri-orientare le nostre fonti di approvvigionamento e ciò significa costruire delle nuove relazioni commerciali", aggiunge.

15:39 11 Mar

Draghi: sì all'adesione dell'Ucraina all'Ue, ma all'interno delle regole stabilite dai Trattati

"C'è una grande disponibilità da parte di tanti, una grande determinazione da parte di altri e una notevole cautela da parte di altri ancora" sull'adesione di Kiev all'Ue. "Le regole per entrare sono molto precise e prevedono un lungo periodo di riforme strutturali. Io sono il primo a pensare che un messaggio di incoraggiamento sarebbe d'aiuto ma occorre rispettare anche cosa dicono gli altri". Lo dice il premier Mario Draghi in conferenza stampa da Versailles.

15:33 11 Mar

Ucraina, Draghi: da sanzioni più dure rischio trend protezionistici

"Le sanzioni adottate contro la Russia sono molto pesanti e sono state adottate da tutti senza esitazioni. Possono essere anche più pesanti, l'importante è essere consapevoli che hanno un impatto su famiglie e imprese e, soprattutto, per il mantenimento della loro produzione". Lo dice il premier Mario Draghi in conferenza stampa da Versailles, dove si è tenuto un vertice Ue. "Questa situazione se non affrontata ha il potenziale di fratturare il sistema economico Ue spingendolo verso il protezionismo", aggiunge.

15:17 11 Mar

Ucraina, Eataly lascia la Russia: interrotto l'accordo di franchising per il negozio a Mosca

Eataly lascia la Russia. Secondo quanto apprende l'Ansa ha chiuso l'accordo di franchising per il negozio di Eataly Mosca, unico punto vendita in Russia, aperto il 26 maggio 2017 nel centro commerciale Kievsky, con la  gestione di partner locale. Sui mercati esteri Eataly è presente in 14 Paesi. Dal quartier generale trapela preoccupazione per l'evoluzione della guerra in Ucraina, e si spera nel prevalere di una risoluzione diplomatica. C'è vicinanza al dolore delle popolazioni colpite. In questi giorni, rende noto Eataly, "attraverso i nostri negozi e le associazioni partner supportiamo donazione di prodotti alimentari".

15:11 11 Mar

Ucraina, il New York Times: nuovo allarme sulla centrale di Chernobyl. Un comunicato dell'Intelligence locale avverte: la Russia prepara un attentato

Il Governo ucraino ritiene che il presidente russo Vladimir Putin abbia "ordinato la preparazione di un attacco terroristico" nel sito della centrale nucleare di Chernobyl. Lo scrive il New York Times citando i ministeri della Difesa e dell'Intelligence ucraini, e spiegando di non avere conferme sul campo. Il quotidiano cita un comunicato dei ministeri, secondo cui si tratterebbe di un'operazione 'false flag': le forze di occupazione russe - dice la nota - "cercheranno di causare una catastrofe alla centrale nucleare di Chernobyl controllata dalla Russia, per poi accusare l'Ucraina del disastro".

14:54 11 Mar

Ucraina, il presidente della Finlandia sente Putin: subito cessate il fuoco

Il presidente finlandese Sauli Niinistö ha discusso della situazione in Ucraina con il leader russo Vladimir Putin. Lo rende noto la Tass. "Niinistö ha sottolineato il deterioramento della situazione e ha sottolineato la necessità di raggiungere un cessate il fuoco immediato e garantire l'evacuazione sicura della popolazione civile lungo i corridoi umanitari", si legge in una nota.

14:43 11 Mar

Ucraina, Zelensky: deluso, l'Ue faccia di più per la nostra adesione

"Ieri c'è stato un incontro molto importante dei leader Ue. Sappiamo cosa hanno detto, chi è intervenuto, chi ci ha sostenuto, chi è stato in silenzio e chi ha cercato di rendere la formulazione insufficiente per l'Ucraina: abbiamo bisogno di più forza. Non è quello che ci aspettiamo". Lo ha detto il presidente ucraino Vlodymyr Zelensky, commentando - riporta l'agenzia Unian - il Vertice Ue a Versailles. "Le decisioni dei politici devono coincidere con l'umore dei loro popoli tra i quali c'è molto sostegno: almeno il 60% degli europei è a favore. L'Ue deve fare di più per noi. Ce lo aspettiamo", ha aggiunto.

13:57 11 Mar

L'Oms all'Ucraina: distruggere gli agenti patogeni ad alta minaccia ospitati nei laboratori

L'Oms ha raccomandato all'Ucraina di distruggere gli agenti patogeni ad alto rischio nei laboratori sanitari per prevenire potenziali fuoriuscite. Lo riferisce la Cnn.  L'Organizzazione Mondiale della Sanità ha "fortemente raccomandato" al Ministero della Salute in Ucraina di distruggere in sicurezza "agenti patogeni ad alta minaccia" che potrebbero essere ospitati nei laboratori di salute pubblica del paese al fine di prevenire "eventuali fuoriuscite. L'Oms ha anche incoraggiato "lo smaltimento sicuro e protetto di qualsiasi agente patogeno" e si è messa a disposizione per assistere, se necessario e ove possibile.

13:20 11 Mar

Zelensky in video: siamo sulla strada per vittoria. Abbiamo già raggiunto una svolta strategica

"Abbiamo già raggiunto una svolta strategica. Siamo già sulla strada per la vittoria". Così il presidente ucraino, Volodymyr Zelensky, in un videomessaggio pubblicato sul proprio profilo Telegram.

12:52 11 Mar

Putin: cambiamenti positivi nei negoziati

"Ci sono alcuni progressi nei colloqui russo-ucraini che si svolgono praticamente ogni giorno". Lo ha detto il presidente russo Vladimir Putin incontrando il leader bielorusso Lukashenko, secondo quanto riferisce la Tass. "Alcuni progressi sono stati compiuti nei colloqui con l'Ucraina. Senza dubbio - ha detto Putin rivolgendosi a Lukashenko - ti informerò sulla situazione in Ucraina, in primo luogo sull'andamento attuale dei negoziati che vengono condotti praticamente su base giornaliera. Come mi hanno riferito i nostri negoziatori, c'è stato qualche sviluppo positivo". 

12:48 11 Mar

30 mila i rifugiati in Bulgaria, novemila i bambini

Trentamila profughi ucraini, di cui novemila bambini, sono entrati fino ad oggi sul territorio bulgaro, stando alle statistiche delle autorita' locali. La Bulgaria, Paese che in passato ha chiuso le porte ai migranti, ora e' in prima linea nella solidarieta' anche perche' il confine ucraino dista solo 200 chilometri dal Paese balcanico, mentre all'interno del Paese invaso dai russi vivono 200mila persone di origine bulgara. Secondo Emanuil Patashev, segretario generale della Caritas in Bulgaria, che ha parlato con il Sir, "non si sa quanti di questi profughi intendano rimanere nel nostro Paese perche' la Bulgaria non e' molto appetibile per gli ucraini, soprattutto per i lavoratori altamente specializzati". La Caritas fornisce trasporto, alloggio, distribuisce cibo e prodotti di prima necessita' come anche qualsiasi tipo di supporto sia necessario, e coordina gli aiuti dalla Chiesa cattolica, che, dopo l'appello del presidente della Conferenza episcopale bulgara, mons. Christo Proykov, ha aperto le porte di conventi ed edifici religiosi per i profughi.

12:45 11 Mar

Lukashenko: senza l'intervento di Mosca, Kiev avrebbe attaccato Minsk

"L'Ucraina avrebbe attaccato la Bielorussia se non fosse stato per un attacco preventivo da parte della Russia". Lo ha detto il presidente bielorusso Aleksandr Lukashenko nel corso dei colloqui bilaterali con il presidente russo Vladimir Putin. Lo riporta la Tass.

12:37 11 Mar

Sirene antiaereo a Kiev, il municipio invita a nascondersi nei rifugi

Le sirene antiaereo stanno suonando in questo momento a Kiev. Lo annuncia il municipio su Telegram invitando i cittadini a nascondersi nei rifugi.

12:29 11 Mar

Mosca chiama 16mila volontari dal Medio Oriente

Mosca sostiene che ci siano 16mila volontari da vari Paesi del Medio Oriente pronti a essere arruolati per combattere nel Donbass. Il ministro della Difesa Serghei Shoigu ha parlato dell'attivazione di 16mila volontari, soprattutto dal Medio Oriente per il Donbass: "Stiamo ricevendo - ha dichiarato - un numero colossale di richieste da volontari di vario tipo da vari Paesi che vogliono andare nelle Repubbliche popolari di Donetsk e Lugansk per unirsi a quello che chiamano un movimento di liberazione".

Cremlino: anche siriani tra volontari pro-Russia

Ci sono "cittadini dai Paesi del Medio  Oriente e siriani" tra i 16mila "volontari" che, secondo Mosca,  sarebbero disposti a combattere con le forze "sostenute" dai russi in  Ucraina. Lo ha dichiarato il portavoce del Cremlino, Dmitry Peskov,  dopo che il presidente Vladimir Putin - nel corso di una riunione del  Consiglio di sicurezza nazionale - si è detto favorevole all'utilizzo  di volontari nel conflitto. Secondo Peskov, il ministro della Difesa Shoigu ha dichiarato che "la maggior parte di coloro che vogliono e  che hanno chiesto (di combattere, ndr) sono cittadini del Medio  Oriente e siriani".

12:21 11 Mar

Sibilia: l’Italia ridurrà del 50% l’import di energia dalla Russia, investire subito su rinnovabili

"Coerentemente con le iniziative già intraprese nei confronti della Russia, l'Italia attuerà una strategia di riduzione del 50% delle importazioni energetiche dalla Russia nei prossimi due mesi. L'obbiettivo principale è tuttavia quello di puntare, sul lungo periodo, alle energie rinnovabili. Dovremo, tanto per cominciare, mettere in campo politiche attive che promuovano a breve termine la diffusione presso le abitazioni private, di impianti fotovoltaici''. E' quanto afferma il Sottosegretario all'Interno Carlo Sibilia.
 

12:08 11 Mar

Von der Leyen: per Kiev i primi 300 milioni, nel pacchetto da 1,2 miliardi

"La guerra di Putin esercita una brutale pressione militare ed economica sul coraggioso popolo ucraino. L'Europa è fermamente al fianco" di Kiev. "Oggi esborsiamo 300 milioni nell'emergenza per l'assistenza macro-finanziaria all'Ucraina. E' il primo pagamento previsto nel pacchetto da 1,2 miliardi. Quindi ancora più risorse sono in arrivo". Lo scrive la presidente della Commissione Ue Ursula von der Leyen in un tweet.

12:00 11 Mar

Stoltenberg: la Nato non vuole una guerra con la Russia. L'Alleanza vuole evitare un'estensione del conflitto

La Nato non vuole una guerra con la Russia né un'estensione del conflitto al di là dell'Ucraina. Lo ha detto il segretario generale della Nato Jens Stoltenberg in un'intervista all'agenzia Afp in occasione della sua partecipazione al Forum diplomatico di Antalya, in Turchia. Per Stoltenberg una no-fly zone sull'Ucraina porterebbe con molta probabilità a un conflitto diretto tra la Russia e la Nato.

11:56 11 Mar

Fico: contatti per intervento Zelensky in Parlamento

"Siamo in contatto con le autorita' ucraine. Sono in contatto e siamo in contatto con l'ambasciatore, quindi stiamo aspettando notizie". A dirlo e' il presidente della Camera, Roberto Fico, in merito a un possibile intervento nel Parlamento italiano in videoconferenza del presidente ucraino Zelensky. 

11:54 11 Mar

Cremlino: non esclusa la possibilità di un incontro Putin-Zelensky

"Nessuno esclude la possibilità di un incontro tra Putin e Zelensky. Sì, anzi, è concettualmente possibile". Lo ha detto il portavoce del Cremlino, Dmitry Peskov. Lo riporta la Tass. Allo stesso tempo Peskov ha avvertito che "in primo luogo, sia le delegazioni che i ministri devono fare la loro parte affinché i presidenti non si incontrino per il bene della conversazione, ma per il risultato". "Le posizioni della parte russa sono note, sono chiaramente formulate e portate all'attenzione dei negoziatori ucraini. Stiamo aspettando formulazioni reciproche", ha concluso Peskov.  "Nessuno esclude la possibilità di un incontro tra Putin e Zelensky. Sì, in effetti è concettualmente possibile. Ma prima sia le delegazioni che i ministri devono fare la loro parte affinché i presidenti non si incontrino per il processo e per fare conversazione, ma per dei risultati", ha detto Peskov, riprendendo il filo del discorso già iniziato dal ministro degli Esteri Sergey Lavrov ieri in Turchia. "Le posizioni della parte russa sono note", ha sottolineato Peskov.

 

11:41 11 Mar

Ucraina, Trump ci ripensa: invasione è crimine contro l'umanità

L'invasione russa dell'Ucraina "è veramente un crimine contro l'umanità" che "deve finire presto". A dirlo è Donald Trump, che in un'intervista rilasciata nella notte a Fox News sembra avere aggiustato il tiro dopo le sue prime dichiarazioni sulla guerra, nelle quali aveva definito Vladimir Putin "un genio". Per l'ex presidente "il problema di Putin è che ha un ego molto grande" e "se si ferma ora, sembrerà per lui una grossa sconfitta, anche se conquisterà un po' di territorio extra".  L'ex presidente è sembrato poi giustificarsi, affermando di "andare d'accordo con queste persone", ma che "questo non significa che siano brave persone". Trump ha quindi insistito sul fatto che con lui ancora alla Casa Bianca l'invasione russa non ci sarebbe stata. E tuttavia, pur rifiutandosi di definire Putin "malvagio", come gli chiedeva il conduttore Sean Hannity, Trump ha concesso che riguardo al presidente russo "molte cose sembrano cambiate" e che "questo non sembra lo stesso Putin col quale trattavo io".

11:26 11 Mar

Il patriarca Kirill: la Nato ha ignorato le preoccupazioni della Russia

"Le origini del conflitto risiedono nei rapporti tra Occidente e Russia. Negli anni '90 alla Russia era stato promesso che la sua sicurezza e dignità sarebbero state rispettate. Tuttavia, col passare del tempo, le forze che consideravano apertamente la Russia un loro nemico si sono avvicinate ai suoi confini. Anno dopo anno, mese dopo mese, gli Stati membri della Nato hanno rafforzato la loro presenza militare, ignorando le preoccupazioni della Russia secondo cui queste armi potrebbero un giorno essere usate contro di essa". Lo scrive il Patriarca di Mosca e di tutta la Russia Kirill in risposta a una lettera inviatagli dal dal segretario generale ad interim del Consiglio ecumenico delle Chiese (World Council of Churches, WCC), Ioan Sauca, nella quale veniva chiesto a Kirill di mediare in modo che la guerra in Ucraina potesse essere fermata. "Come sapete, questo conflitto non è iniziato oggi. Sono fermamente convinto che i suoi iniziatori non siano i popoli di Russia e Ucraina, che provenivano da un fonte battesimale di Kiev, sono uniti da fede comune, santi e preghiere comuni e condividono un destino storico comune", ha aggiunto Kirill.

11:05 11 Mar

Ue, Lituania: impossibile concedere ora status candidato a Ucraina. Torneremo in seguito su questo dossier

I leader dell'Unione Europea non hanno raggiunto un accordo sulla concessione dello status di candidato all'Ucraina durante il vertice in corso. Lo ha affermato il presidente lituano, Gitanas Nauseda."Mi auguravo che l'Ucraina ottenesse lo status di candidato ora, ma era un programma di massima. Non è stato possibile ottenerlo oggi, ma probabilmente torneremo su questo dossier in seguito", ha detto Nauseda. Il primo ministro sloveno Janez Jansa ha ammesso che ci sono differenze sulla questione tra gli Stati membri dell'Ue.

Con la dichiarazione dei 27 leader  dell'Ue di questa notte l'Ue ha inviato "un segnale molto chiaro  all'Ucraina, che la strada per loro è aperta per andare verso  l'Europa". Lo dice il premier lettone Krisjanis Karins, a margine del  Consiglio Europeo informale a Bruxelles. 

Per la sua omologa estone  Kaja Kallas, "possiamo essere felici del risultato" ottenuto stanotte, perché di fatto è un "semaforo verde" per Kiev. "C'è un percorso  chiaro: ci vuole tempo, ma tutte le parti coinvolte si impegnano a  fare tutti i passi necessari il più rapidamente possibile", conclude  Kallas.

11:01 11 Mar

Croce Rossa: stop violenze a operatori sanitari

La drammatica situazione in Ucraina e la difficolta' dell'accesso umanitario hanno reso di grande attualita' termini, da sempre ben noti alla Croce Rossa, come 'diritto internazionale umanitario', 'neutralita'', 'corridoi umanitari': oggi, in occasione della prima Giornata nazionale di educazione e prevenzione contro la violenza nei confronti degli operatori sanitari e socio-sanitari fortemente voluta dall'Associazione, la Croce Rossa Italiana rilancia la campagna "Non sono un bersaglio" attraverso la quale, sin dal 2018, si denunciano le violenze contro operatori e strutture sanitarie, sia nei teatri di guerra che, anche se sembra difficile da credere, nel nostro Paese. "Da sempre la Croce Rossa denuncia la violenza contro operatori sanitari, mezzi e strutture. In queste ore drammatiche - sottolinea Francesco Rocca, Presidente della Croce Rossa Italiana e della Federazione Internazionale delle Societa' di Croce Rossa e Mezzaluna Rossa (IFRC) - che ci lasciano con il fiato sospeso e nelle quali il Movimento Internazionale della Croce Rossa e Mezzaluna Rossa continua a ribadire con forza la necessita' di rispettare il Diritto Internazionale Umanitario tra le parti in conflitto, 'Non sono un bersaglio' risulta essere attuale piu' che mai. Dobbiamo proteggere sempre e in qualsiasi contesto il personale sanitario e gli ospedali che non possono MAI essere oggetto di attacco e ricordare, con forza, che sia in tempo di pace che in tempo di guerra, il personale sanitario e' neutrale e, come tale, va rispettato. Eppure, sembra aver fatto enormi passi indietro, perche' i conflitti contemporanei ricordano sempre piu' gli assedi medievali. Non dobbiamo permettere questo arretramento della Civilta'!". 

 

10:55 11 Mar

L'Accademia dei Lincei dedica il Premio Feltrinelli di 250mila euro all'assistenza degli ucraini

L'Accademia dei Lincei ha deliberato oggi, insieme alle borse di studio dedicate a studiosi ucraini, che, allo  stesso modo, il Premio straordinario 'Antonio Feltrinelli' per  un'impresa eccezionale di alto valore morale e umanitario, e del  valore di 250mila euro, verrà assegnato ad un'organizzazione di  assistenza al popolo ucraino.

10:48 11 Mar

Onu: 2,5 milioni di rifugiati, inclusi 116.000 cittadini di paesi terzi

Sono due milioni e mezzo le persone fuggite dall'Ucraina da quando la Russia ha invaso il paese il 24 febbraio scorso. Lo hanno annunciato le Nazioni Unite. "Due milioni e mezzo di persone sono fuggite dall'Ucraina, inclusi 116.000 cittadini di paesi terzi", lo ha scritto su Twitter Paul Dillon, portavoce dell'Organizzazione internazionale per le migrazioni delle Nazioni Unite.

Due milioni di persone sono sfollate all'interno dell'Ucraina

Oltre 2,5 milioni le persone fuggite dall'Ucraina dall'inizio dell'invasione russa. Le cifre sono dell'Alto commissario Onu per i rifugiati, Filippo Grandi. "Il numero di rifugiati provenienti dall'Ucraina ha tragicamente raggiunto i 2,5 milioni", ha scritto in un tweet. "Riteniamo inoltre che due milioni di persone sono sfollate all'interno dell'Ucraina".

10:41 11 Mar

Mosca: distribuire in Donbass missili sequestrati a ucraini

La Russia sta valutando di distribuire ai miliziani filorussi del Donbass le armi ucraine prede di guerra, in particolare i missili anticarro Javelin e quelli antiaerei Stinger, che secondo Kiev e i media occidentali stanno dando filo da torcere alle forze russe. Lo ha detto il ministro della difesa russo, Seghei Shoigu, alla riunione del Consiglio di sicurezza russo.  "Abbiamo ammassato enormi quantità di armi ucraine: tank, veicoli corazzati e ogni genere di armi leggere, in grande quantità. Ci sono anche molti sistemi Javelin e Stinger", ha detto Shoigu, citato dalle agenzie russe.

10:23 11 Mar

Borrell: raddoppiamo gli aiuti militari con 500 milioni in più

"Il Consiglio europeo dovrà concordare questa mattina sulla proposta di raddoppiare il nostro contributo di 500 milioni in supporto militare all'Ucraina per le forze ucraine". Così l'Alto rappresentante Ue per la politica estera, Josep Borrell, al suo arrivo alla seconda giornata del vertice Ue a Versailles. Borrell ha spiegato che "lo European Peace Facility raddoppierà il suo supporto di 500 milioni" e che non sarà difficile affatto trovare l'accordo tra gli Stati membri "perché siamo tutti consapevoli che dobbiamo aumentare il nostro supporto militare all'Ucraina, mettere più pressione alla Russia". "Sono sicuro che i leader lo approveranno, e questo sarà immediato. Ora procede velocemente", ha aggiunto.

10:19 11 Mar

Navalny: in piazza ogni domenica contro la guerra

Il leader dell'opposizione russa, Alexei Navalny, ha chiesto proteste di piazza nel fine settimana contro la guerra. "Il pazzo maniaco Putin sara' piu' rapidamente fermato dal popolo russo ora se si oppone alla guerra: dovete andare alle manifestazioni contro la guerra ogni fine settimana", ha scritto dal carcere, riferisce l'agenzia Reuters. 

09:53 11 Mar

Moody's taglia Bielorussia a Ca, probabile default

Moody's ha tagliato di quattro livelli il rating della Bielorussia, da Ba3 a Ca, ultimo gradino prima del default, con outlook negativo. Secondo Moody's "un default della Bielorussia è sempre più probabile per via dei timori sull'intenzione del governo di rimborsare i propri debiti e sulle attese che un eventuale supporto finanziario dellaRussia", storico puntello di Minsk, "non sarà probabilmente usato a questo scopo". Il downgrade, spiega Moody's, riflette l'indebolimento del profilo di credito di Minsk seguito all'invasione dell'Ucraina e alle sanzioni, che mettono a rischio la capacità della Bielorussia di servire il suo debito

08:32 11 Mar

Mosca: 'milizie filorusse Donbass catturano Volnovakha'

In Ucraina le milizie filorusse del Donbass rivendicano di avere conquistato  Volnovakha, cittadina strategica a nord della città assediata di Mariupol. Lo afferma il ministero della Difesa russo, citato dalla Bbc. 

07:57 11 Mar

Intelligence GB: "Probabile attacco a Kiev nei prossimi giorni"

Le truppe russe stanno iniziando a  riposizionarsi in vista di una nuova offensiva ed è "probabile" un attacco a Kiev nei prossimi giorni. Lo sostiene l'intelligence britannica, in un nuovo aggiornamento pubblicato dall'account Twitter del ministero della Difesa.

07:28 11 Mar

Dnipro sotto attacco missilistico, esplosioni anche a Lutsk

In Ucraina, Dnipro è sotto attacco missilistico. Lo riporta l'agenzia ucraina, Ukrinform, secondo la quale almeno tre attacchi aerei sono stati segnalati intorno alle 6:10 nel distretto Novokadatskyi di Dnipro. Colpiti un asilo nido, un condominio e una fabbrica di scarpe. Sul posto stanno lavorando i soccorritori per spegnere l'incendio, almeno una persona sarebbe morta. Esplosioni anche a Lutsk .

05:29 11 Mar

Si stringe la morsa su Kiev

Le forze russe starebbero completando l'accerchiamento di Kiev per sferrare l'attacco sulla capitale. La notizia è stata diffusa dalla Cnn. Già in precedenza era stato rivelato da foto satellitari che i mezzi militari russi, per giorni incolonnati, avevano preso posizione per un imminente attacco alla città. Sembra che ci siano stati già scontri con le difese ucraine della capitale.

04:40 11 Mar

Usa, via libera anche del Senato a 13,6 miliardi in aiuti per l'Ucraina

Il Senato americano, con 68 voti a favore e 31 contrari, ha dato il via libera al provvedimento di 1.500 miliardi di dollari che evita lo shutdown del governo e stanzia 13,6 miliardi di dollari per l'Ucraina. La misura approda ora sul tavolo del presidente Joe Biden per la firma. Il testo, che ha avuto un consenso bipartisan, era stato approvato dalla Camera il giorno prima.

 

04:21 11 Mar

Leader Ue, pronti a nuove sanzioni contro la Russia

"Siamo determinati ad aumentare ulteriormente la nostra pressione su Russia e Bielorussia. Abbiamo adottato sanzioni significative e restiamo pronti a procedere rapidamente con ulteriori sanzioni". Lo si legge nella dichiarazione dei leader Ue dopo il vertice di Versailles. "Lodiamo il popolo ucraino per il coraggio dimostrato nel difendere il proprio paese e i nostri valori condivisi di libertà e democrazia. Non li lasceremo soli. Continueremo a fornire sostegno politico, finanziario, materiale e umanitario coordinato". “Ci impegniamo a fornire sostegno per la ricostruzione di un'ucraina democratica una volta cessato l'assalto russo”. 

04:13 11 Mar

Biden vuole revocare i privilegi commerciali alla Russia

Joe Biden si appresta a chiedere la fine delle normali relazioni commerciali con la Russia, aprendo la strada a un aumento dei dazi sulle importazioni russe. Lo riporta l'agenzia Bloomberg citando alcune fonti, secondo le quali l'annuncio della revoca dei privilegi commerciali arriverà insieme al G7 e ai leader dell'Ue. La sospensione dei normali rapporti commerciali, conosciuta anche come la clausola della nazione più favorita, metterà la Russia alla pari di paesi come Cuba e Corea del Nord e consentirà agli Stati Uniti di imporre dazi significativamente più alti rispetto agli altri membri della Wto. 

04:05 11 Mar

Cina in campo


Il premier cinese, Li Keqiang, definisce "grave" la situazione dell'Ucraina e si offre di giocare un ruolo "positivo" per la pace, senza criticare la Russia. È necessario continuare a sostenere la Federazione Russa e l'Ucraina nei negoziati per un cessate il fuoco immediato. Lo ha affermato il premier cinese, Li Keqiang, in una dichiarazione ripresa dall'agenzia Tass. "La Cina esprime grande preoccupazione per il problema dell'Ucraina e si batte per la sua soluzione pacifica", ha aggiunto Li.
 

03:51 11 Mar

Biden, Usa stanno aumentando la produzione del petrolio

Gli Stati Uniti stanno aumentando la produzione di petrolio. Lo ha detto Joe Biden intervenendo a un incontro del Democratic National Committee, durante il quale ha inviato un messaggio ai big dell'energia. "In un periodo di guerra non è il momento dei profitti", ha messo in evidenza. Le parole di Biden arrivano mentre l'inflazione negli Stati Uniti è schizzata ai nuovi massimi da 40 anni salendo in febbraio del 7,9%. Un balzo legato a Vladimir Putin, ha spiegato Biden riferendosi alla volata dei prezzi del petrolio.

03:17 11 Mar

Usa, se la Russia sequestra gli asset delle aziende avrà solo più danni economici

Una "decisione fuorilegge" come quella di sequestrare gli asset delle aziende americane e internazionali che hanno deciso di sospendere o ritirarsi dal mercato si tradurrebbe "alla fine solo in ulteriori problemi economici per la Russia. Invierebbe il chiaro messaggio che la Russia non è un posto sicuro dove investire e fare affari". Lo afferma la portavoce della Casa Bianca, Jen Psaki, sottolineando che l'amministrazione è a fianco delle imprese che "stanno prendendo decisioni dure sul futuro delle loro operazioni in Russia". 

02:28 11 Mar

Kiev ad Aiea, perse le comunicazioni con Chernobyl

L'autorità ucraina per l'energia atomica ha riferito all'Agenzia Internazionale per l'Energia Atomica (Aiea) di aver perso ogni canale di comunicazione con la centrale dismessa di Chernobyl, caduta in mano ai russi. Lo riferisce l'Aiea. Il direttore generale dell'organizzazione, Rafael Mariano Grossi, ha affermato di essere a conoscenza di informazioni secondo le quali sarebbe stata ripristinata l'energia elettrica nel sito e di essere alla ricerca di conferme. 

01:59 11 Mar

Aiea, ci saranno ispezioni nelle centrali nucleari dell'Ucraina

Il direttore generale dell'Agenzia Internazionale per l'Energia Atomica, Rafael Grossi, ha annunciato di avere programmato "ispezioni fisiche" nei siti nucleari dell'Ucraina. Al momento non sono disponibili altri dettagli sulle modalità e le tempistiche. Grossi ha incontrato nelle scorse ore i ministri degli Esteri di Russia e Ucraina e ha sottolineato che entrambe le parti sono "disposte a lavorare" con l'Aiea per prevenire combattimenti nei pressi degli impianti nucleari.

01:50 11 Mar

Sparito il convoglio russo lungo 64 chilometri, si teme l'attacco a Kiev

Le immagini satellitari di Maxar Technologies mostrano che l'enorme convoglio russo di veicoli, carri armati e artiglieria lungo 40 miglia (64 chilometri) rimasto fuori dalla capitale ucraina dalla scorsa settimana è stato smantellato e ridistribuito. Unità corazzate sono state viste nelle città vicino all'aeroporto Antonov a nord di Kiev, alcuni veicoli si sono spostati nelle foreste, ha riferito Maxar. Il convoglio era arrivato fuori dalla capitale all'inizio della scorsa settimana, ma la sua avanzata sembrava essersi arrestata a causa delle segnalazioni di carenza di cibo e carburante. Funzionari statunitensi hanno anche affermato che le truppe ucraine hanno colpito parti del convoglio con missili anticarro.

Secondo le immagini satellitari riprese da molti media internazionali le forze di Mosca si sono posizionate intorno alla capitale Ucraina, in alcuni casi assumendo già posizioni di combattimento. Si teme che nelle prossime ore possa scattare un nuovo massiccio attacco a Kiev.

 

01:31 11 Mar

Usa, i russi si sono avvicinati a Kiev di 5 chilometri

Le forze russe si sono avvicinate di cinque chilometri a Kiev nelle ultime 24 ore. Lo afferma un funzionario del Pentagono, sottolineando che le forze russe continuano ad avanzare anche se gli ucraini si stanno battendo con forza. 

01:18 11 Mar

Usa, la Russia fa disinformazione sulle armi biologiche

La riunione d'urgenza dell'Onu chiesta da Mosca, viene riferito, si terrà oggi alle 16 italiane. Washington e Kiev hanno respinto le accuse. Mosca nel 2018 aveva affermato che gli Stati Uniti conducessero esperimenti biologici segreti in un laboratorio in Georgia, altra ex repubblica sovietica che, come l'Ucraina, punta ad entrare a far parte della Nato e dell'Unione Europea. Mercoledì scorso, durante la riunione mensile del Consiglio di Sicurezza sull'uso di armi chimiche in Siria, Stati Uniti e Regno Unito hanno sostenuto a loro volta che la Russia potrebbe usare questi strumenti in Ucraina.

"La Russia ha diffuso ripetutamente disinformazione sull'uso ripetuto di armi chimiche da parte della Siria", ha affermato il vice ambasciatore degli Stati Uniti all'Onu, Richard Mills, "la recente ondata di bugie della Russia nel tentativo di giustificare la guerra premeditata e ingiustificata contro l'Ucraina dovrebbe chiarire, una volta per tutte, che non ci si può fidare della Russia quando si parla dell'uso di armi chimiche in Siria". "La Russia ha continuato la sua guerra di aggressione contro l'Ucraina, assediando le città, uccidendo indiscriminatamente civili, costringendo milioni di persone a fuggire in cerca di sicurezza", ha affermato il vice ambasciatore britannico all'Onu, James Kariuki. "I parallelismi con l'azione russa in Siria sono evidenti" e "il confronto si estende anche alle armi chimiche, poiché vediamo lo spettro familiare della disinformazione russa incombere in Ucraina", ha aggiunto Kariuki. 

01:11 11 Mar

Allarme Onu: “la situazione umanitaria in Ucraina è allarmante”

Oltre 2,3 milioni di persone sono già fuggite fuori dai confini nazionali, lontano dalla guerra in Ucraina, secondo i funzionari delle Nazioni Unite, ma a loro devono essere aggiunte circa 1,9 milioni di persone che sono sfollati interni. Il portavoce delle Nazioni Unite, Stephane Dujarric, ha detto che la maggior parte degli sfollati interni si sta allontanando dalla prima linea e si sta dirigendo a ovest verso Leopoli. La situazione umanitaria "continua a deteriorarsi a un ritmo allarmante", ha affermato, "finora, noi - insieme ai nostri partner - abbiamo raggiunto più di 500.000 persone con una qualche forma di assistenza umanitaria in Ucraina, inclusi cibo salvavita, riparo, coperte e forniture mediche".

00:52 11 Mar

La Russia teme attività biologiche militari degli Usa in Ucraina

La Russia ha chiesto una riunione del Consiglio di sicurezza dell'Onu per discutere le "attività biologiche militari americane in Ucraina". Lo afferma Dmitry Polyanskiy, della missione permanente russa all'Onu.

Sulla questione interviene il presidente ucraino Volodymyr Zelensky in un videomessaggio: "Nella mia terra non sono state sviluppate armi chimiche o altre armi di distruzione di massa. Il mondo intero lo sa. Lo sapete. E se fate una cosa del genere contro di noi, riceverete le sanzioni più dure". "I propagandisti russi ci accusano che stiamo presumibilmente sviluppando armi biologiche. Presumibilmente preparando un attacco chimico - dice ancora Zelensky -. Questo mi preoccupa molto, perché ci siamo convinti una volta di più: se vuoi sapere i piani della Russia, guarda di cosa la Russia accusa gli altri. Quali sono queste accuse di preparare attacchi chimici? Hanno deciso di de-chimicizzare l'Ucraina? Ammoniaca? Fosforo? Cos'altro avete preparato per noi? Dove colpirete con un'arma chimica? Al reparto maternità di Mariupol? Alla chiesa di Kharkiv? All'ospedale pediatrico di Okhmatdet?".

00:01 11 Mar

Zelensky accusa Mosca: "Attaccato corridoio umanitario"

Il presidente ucraino, Volodymyr Zelensky, accusa Mosca di aver sferrato un attacco su un corridoio umanitario verso Mariupol. Zelensky in un video ha quindi accusato le forze russe di impedire l'evacuazione dei civili dalle città di Mariupol e Volnovakha e di violare il cessate il fuoco. Il leader ucraino ha anche aggiunto che in due giorni sono circa 100 mila le persone evacuate dai centri abitati nelle zone dei combattimenti.

Intanto, si stima che siano 1,9 milioni gli ucraini costretti a lasciare le proprie case di fronte all'avanzata russa, spostandosi dalle linee del fronte verso Ovest. Lo ha riferito il portavoce dell'Onu, Stephane Dujarric, fornendo i numeri della situazione umanitaria che "continua a deteriorarsi a un ritmo allarmante" dopo 15 giorni di guerra. Oltre a quasi 2 milioni di sfollati interni, più di 2,3 milioni sono fuggiti nei Paesi vicini.