L'invasione russa

Live guerra in Ucraina, la cronaca minuto per minuto: giorno 24

Il conflitto in tempo reale
Live guerra in Ucraina, la cronaca minuto per minuto: giorno 24
SERGEY BOBOK/AFP via Getty Images
Ucraina, l'istituto pubblico regionale a Kharkiv colpito dalle bombe
23:12 19 Mar

Video mostrano scaffali vuoti a Mosca e zuffe per lo zucchero

Continua l'impennata della domanda di zucchero nelle città russe e spuntano sui social alcuni filmati che mostrano file nei supermercati e vere e proprie zuffe per accaparrarsi le confezioni. Le immagini rimbalzano anche su alcuni media internazionali mentre l'agenzia Ria Novosti scrive su twitter che "le merci vengono spazzate via prima ancora di raggiungere gli scaffali", allegando un video in cui si vedono gli addetti di un supermercato distribuire gli alimenti e svuotare le scorte. Alcune persone sono state riprese mentre litigavano per lo zucchero quando una nuova consegna veniva trasportata in un negozio nel nord della capitale, riportano alcuni tabloid britannici postando un video ripreso da una residente che ha descritto anche scene di tensione: "C'erano scaffali vuoti, niente sale, niente zucchero, niente pasta, niente grano saraceno e solo riso costoso", ha raccontato la donna secondo quanto riportano il Mirror e il Daily Mail. 

22:50 19 Mar

Kiev: evacuate oggi 6.600 persone attraverso corridoi umanitari

Oltre 6.600 persone sono state evacuate dalle zone più a rischio dell'Ucraina nella giornata di oggi. Lo riporta sul proprio sito il 'Kyiv Independent'. Circa 4.130 persone, tra cui più di 1.100 bambini, sono state evacuate da Mariupol a Zaporizhzhia. Quasi 1.820 sono state evacuate dall'Oblast di Kiev. In totale, otto dei 10 corridoi umanitari previsti hanno funzionato.

22:17 19 Mar

Kiev: bloccati i collegamenti ferroviari con la Bielorussia

Non ci sono più collegamenti ferroviari tra l'Ucraina e la Bielorussia, secondo Oleksandr Kamyshin, direttore della rete ferroviaria ucraina. Kamyshin aveva fatto appello ai lavoratori delle ferrovie bielorusse a non trasportare sui treni militari russi verso l'Ucraina.

21:40 19 Mar

Lukashenko: "Putin malato? E' più in forma che mai"

Vladimir Putin sta bene fisicamente, anzi "in forma più che mai", a sentire il suo più stretto alleato europeo, il presidente bielorusso, Alexander Lukashenko. Lukashenko ne ha parlato in un'intervista a un'emittente giapponese, il giorno dopo quello in cui Putin è apparso allo stadio di Mosca: il capo del Cremlino tornava in pubblico per la prima volta dopo molto tempo ed è sembrato zoppicare leggermente mentre si allontanava lentamente dal palco alla fine del suo discorso.
 

20:59 19 Mar

Media ucraini: nuovi bombardamenti su Kharkiv, morti e feriti

I media ucraini riferiscono di bombardamenti su Kharkiv, con morti e feriti. Secondo l'Ukrainska Prava, che cita testimoni oculari, l'attacco avrebbe colpito alcuni edifici residenziali causando anche degli incendi. Secondo le informazioni del Centro medico di emergenza ci sarebbe anche un bambino tra le vittime. 

20:30 19 Mar

Le autorità di Mariupol: civili trasferiti forzatamente in Russia

Secondo il Consiglio comunale di Mariupol le forze russe hanno costretto migliaia di civili a essere trasferiti in Russia. Secondo quanto scrive il Kyiv Independent i civili sono stati spostati in alcuni campi dove i russi hanno verificato documenti e telefoni e poi li hanno trasferiti forzatamente verso delle lontane città in Russia.

20:18 19 Mar

La Cina contro le sanzioni a Mosca: "Sempre più scandalose"

La Cina si scaglia contro le sanzioni "sempre più scandalose" imposte dalle nazioni occidentali alla Russia per l'invasione dell'Ucraina. Lo ha fatto per bocca del viceministro degli Esteri, Le Yucheng, che si è anche schierato con Mosca sulla Nato, affermando che l'alleanza non dovrebbe espandersi ulteriormente verso Est, costringendo una potenza nucleare come la Russia "in un angolo".

19:35 19 Mar

Von der Leyen: con le sanzioni economia russa devastata

Dopo 3 settimane di guerra in Ucraina "la situazione è drammatica" ma "il costo è molto alto anche per Putin": oltre alle perdite di soldati, il presidente russo deve fare i conti con le sanzioni occidentali che hanno "devastato" l'economia russa. Lo ha detto in un'intervista televisiva al canale francese France 24 la presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen.  “Il nostro pacchetto di sanzioni - ha detto - ha devastato l'economia russa. L'inflazione sale vertiginosamente, il rublo è in caduta libera, le banche russe sono escluse dai mercati finanziari internazionali. Certo - ha ammesso - queste sanzioni hanno un costo anche per la nostra economia ma sono certa che i cittadini europei capiscono perfettamente che dobbiamo opporci in ogni modo a questa guerra che mette in pericolo i nostri valori e le nostre stesse libertà”.

19:24 19 Mar

Il ministero della Difesa russo: il battaglione ucraino Azov colpirà diplomatici occidentali a Leopoli

Militanti ucraini del Battaglione Azov stanno pianificando un attacco terroristico a Leopoli contro diplomatici occidentali, di Stati uniti e altri Paesi alleati, come provocazione contro le forze armate russe per aumentare la pressione sulla Nato per la creazione di una no-fly zone sull'Ucraina e la fornitura di armi. Lo ha affermato il portavoce del ministero della Difesa russo Igor Konashenkov. Le informazioni sono state fornite da un ufficiale del dipartimento dei servizi di sicurezza ucraini (Sbu) nelle regioni di Donetsk e Luhansk che ha deciso di arrendersi sabato e ha riferito "dei piani terroristici" dei nazionalisti del battaglione, ha detto il portavoce, spiegando che l'attacco sarebbe destinato a colpire "dipendenti e strutture delle missioni diplomatiche di Stati uniti e Paesi occidentali". Kiev è a conoscenza del piano ma non intende fermarlo per farlo apparire un attacco delle forze armate russe e creare una "provocazione" per aumentare la pressione sulla Nato.

19:07 19 Mar

Unhcr: nell'est 200mila senz'acqua e 100mila senza elettricità

"I bisogni umanitari nell'Ucraina orientale stanno diventando ancora più urgenti: più di 200mila persone sono senza accesso all'acqua in diverse località dell'oblast di Donetsk, mentre i continui bombardamenti nella regione di Luhansk hanno distrutto l'80% di alcune località, lasciando quasi 100mila famiglie senza elettricità". È quanto afferma l'Agenzia delle Nazioni unite per i rifugiati (Unhcr), in un rapporto, secondo cui "gli attacchi mirati ai civili e alle infrastrutture civili e la mancanza di un passaggio sicuro aumentano i rischi per la protezione e rappresentano una seria minaccia per la vita di migliaia di civili. Gruppi di popolazione vulnerabili come donne e bambini, persone con disabilità o gravi condizioni mediche, così come gli anziani e le minoranze, stanno affrontando sempre più ostacoli nell'accesso a servizi critici come trasporti, cibo, medicinali e assistenza sanitaria di emergenza".

18:30 19 Mar

Draghi: solidarietà a Guerini vittima degli attacchi del governo russo

"Esprimo piena solidarietà al Ministro della Difesa, Lorenzo Guerini, vittima di attacchi da parte del Governo russo". Lo afferma il presidente del Consiglio Mario Draghi. "Il paragone tra l’invasione dell’Ucraina e la crisi pandemica in Italia è particolarmente odioso e inaccettabile".

18:04 19 Mar

Zelensky: il governo svizzero congeli i conti correnti bancari degli oligarchi

Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha chiesto al governo svizzero di congelare i conti bancari di tutti gli oligarchi russi. L'emittente pubblica svizzera SRF ha riferito che Zelensky, che ha parlato in live streaming a migliaia di manifestanti riuniti a Berna, ha detto: "Nelle vostre banche ci sono i fondi delle persone che hanno scatenato questa guerra. Aiutaci a combattere questa situazione. In modo che i loro fondi siano congelati. Sarebbe bene togliere loro quei privilegi".

17:28 19 Mar

Kiev: eliminato il maggiore russo responsabile dei raid aerei

Maxim Bondarenko, presidente della regione ucraina di Primorsko-Akhtarsk, ha annunciato sul suo canale Telegram l'uccisione del maggiore Sergei Volynets, il comandante dell'unità dell'aviazione russa responsabile dei bombardamenti aerei sull'Ucraina. Secondo Bondarenko, Volynets, che aveva già combattuto in Georgia e in Siria, è stato eliminato lo scorso 17 marzo. Non ci sono conferme indipendenti dell'informazione.

16:46 19 Mar

Guerini: "Non diamo peso alla propaganda, l'Italia è con l'Ucraina"

"Non diamo peso alla propaganda. Incoraggiamo invece ogni passo politico e diplomatico che metta fine alle sofferenze del popolo ucraino. L'Italia è a fianco dell'Ucraina e continuerà ad esserlo". Lo dichiara il ministro della Difesa, Lorenzo Guerini.

16:39 19 Mar

Unicef: più di 1,5 milioni di bambini hanno lasciato il paese dall'inizio della guerra

Più di 1,5 milioni di bambini hanno  lasciato l'Ucraina come rifugiati dal 24 febbraio. Lo afferma  l'agenzia di notizie Unian, riportando le parole del direttore  esecutivo dell'Unicef Catherine Russell. Moltissimi altri, sottolinea  la Russell, "sono stati evacuati dall'inizio dell'invasione russa nel  Paese".

16:37 19 Mar

Gas, la Bulgaria verso la chiusura del contratto con Gazprom entro la fine dell'anno

La Bulgaria intende rescindere il contratto con Gazprom entro la fine del 2022 a causa della guerra in Ucraina. Lo riporta l'agenzia di notizie Unian. Secondo il vice primo ministro bulgaro Asen Vassilev, la Bulgaria sarebbe già alla ricerca di altri fornitori di gas e ha intrattenuto colloqui con Grecia e Turchia, oltre a voler aumentare gli acquisti in Azerbaijan.

16:30 19 Mar

La Svizzera si allinea alle sanzioni Ue a Mosca

La guerra della Russia in Ucraina è guidata da una "follia devastante" e la Svizzera è pronta a pagare il prezzo per la difesa della libertà e della democrazia, ha affermato sabato il presidente svizzero Ignazio Cassis. La Svizzera ha deciso di imporre alla Russia le stesse sanzioni dell'Unione Europea, ma Cassis ha precisato che la neutralità del suo Paese non  è in discussione. Ma - ha detto, secondo quanto riportano i media internazionali - il Paese non poteva semplicemente restare a guardare un "confronto tra democrazia e barbarie" ed era pronta a subire un duro colpo economico.   "Il 24 febbraio il volto del mondo è cambiato, e non in senso positivo. Dobbiamo difendere valorosamente e instancabilmente la libertà e la democrazia. Questo ha un prezzo. Un prezzo che la Svizzera è pronta ad assumersi", ha aggiunto secondo quanto riporta il quotidiano Le Temps: "Questa guerra è guidata da una follia devastante che frantuma tutti i principi e i valori della nostra civiltà".

16:13 19 Mar

Zelensky: fermare la Russia ora o saranno iniziate altre guerre

"Se non si ferma la Russia ora, se non la si punisce ora, gli altri aggressori nel mondo inizieranno altre guerre. In diverse parti del mondo. In diversi continenti. In qualsiasi luogo uno Stato sogni di conquistare i propri vicini". Lo ha scritto su Facebook il presidente ucraino, Volodymyr Zelensky

16:09 19 Mar

Kiev: avanzata russa ferma in tutto il Paese

"Durante la giornata non ci sono stati cambiamenti significativi nella situazione operativa, il nemico è stato fermato in quasi tutte le direzioni in cui stava avanzando". Lo riporta l'agenzia Unian citando un un briefing del portavoce del ministero della Difesa dell'Ucraina Oleksandr Motuzyanyk.   "Non ci sono stati cambiamenti significativi nella situazione operativa durante il giorno. Il nemico è stato fermato in quasi tutte le direzioni in cui stava avanzando", ha ribadito.

15:52 19 Mar

Turchia: da Putin quattro condizioni per il cessate il fuoco

Il presidente russo Vladimir Putin ha elencato alcune delle condizioni necessarie per un cessate il fuoco in Ucraina e per un incontro al vertice con Volodymyr Zelensky, nel corso di un colloquio telefonico con l'omologo turco Recep Tayyip Erdogan: lo hanno reso noto fonti della presidenza di Ankara. "La prima condizione è la neutralità dell'Ucraina, ovvero la rinuncia all'ingresso nella Nato; la seconda, il disarmo e delle reciproche garanzie di sicurezza seguendo il modello austriaco; terzo, proseguire il processo che la parte russa definisce di 'denazificazione'; quarto, la rimozione degli ostacoli all'uso della lingua russa in Ucraina" ha spiegato il portavoce di Erdogan, Ibrahim Kailin, intervistato dal quotidiano turco Hurriyet. "A quanto sembra sono stati fatti progressi su tutte le questioni, ma è troppo presto per dire che esiste un pieno accordo o che un'intesa possa essere firmata a breve", ha spiegato Kalin. Tuttavia, il Cremlino ha anche aggiunto due ulteriori questioni "che non sono accettabili per l'Ucraina e la comunità internazionale", una delle quali è il riconoscimento dell'annessione della Crimea e il riconoscimento delle autoproclamate repubbliche di Donetsk e Luhansk; solo dopo un accordo sulle prime quattro clausole Putin accetterebbe di incontrare Zelensky per discutere le ultime due, ha concluso Kalin.

15:37 19 Mar

Due bimbi e una donna uccisi nel Lugansk

Due bambini e una donna sono stati ritrovati morti sotto le macerie a seguito dei bombardamenti nella città di Rubizhne nella regione di Lugansk. Lo riferisce l'esercito ucraino su Telegram, come riporta l'agenzia di stampa ucraina Ukrinform. "Due bambini senza segni di vita sono stati portati fuori dalle macerie. Le cure mediche hanno dichiarato la morte di bambini. I soccorritori hanno continuato a smantellare i detriti e hanno trovato un'altra donna e un bambino. Attualmente, gli operatori sanitari hanno dichiarato la morte della donna. La bambina è stata salvata, le sue condizioni sono stabili e soddisfacenti".

15:35 19 Mar

Di Maio: gravi conseguenze su costi dell'energia, l'Ue intervenga

"La guerra di Putin" in Ucraina, "oltre a generare morte e una grande crisi umanitaria, sta provocando anche la crisi del gas e gravi conseguenze sui costi dell'energia. Come Italia stiamo chiedendo all'Ue di intervenire per fissare il tetto massimo ai prezzi del gas, mitigare i costi dell'energia e creare un fondo compensativo per gli Stati membri". Lo ha scritto su Facebook il ministro degli Esteri Luigi Di Maio che si è recato oggi in Mozambico insieme all'amministratore delegato di Eni, Claudio Descalzi per rafforzare la partnership energetica. "Come governo ieri in Cdm abbiamo adottato le prime misure concrete per abbassare i costi della benzina. Intanto stiamo portando avanti il nostro Piano per diversificare le fonti di approvvigionamento e salvaguardare la nostra sicurezza energetica. Avanti uniti, al fianco di cittadini e imprese italiane", ha aggiunto Di Maio.

15:34 19 Mar

L'esercito di Kiev: Putin trasferisce truppe in Bielorussia

Il presidente russo Vladimir Putin sta trasferendo in Bielorussia contingenti militari provenienti da varie zone della Russia, a causa dell'alto numero di perdite nella guerra in Ucraina. Lo hanno riferito le forze armate ucraine, con una dichiarazione online, affermando che Mosca abbia trasferito militari dalle regioni di Vladivostok e Petropavlovsk-Kamchatsky.

14:49 19 Mar

La Farnesina respinge le minacce di Mosca: l'Italia continuerà a esercitare ogni pressione

"Il ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale respinge con fermezza le dichiarazioni minacciose del Direttore del Dipartimento europeo del ministero degli Esteri russo Alexei Paramonov, secondo cui eventuali nuove sanzioni nei confronti della Federazione Russa comporterebbero conseguenze irreversibili per l'Italia, e invita il ministero degli Esteri della Federazione Russa ad agire per la cessazione immediata dell'illegale e brutale aggressione russa nei confronti dell'Ucraina, che la Farnesina condanna fortemente". Come fa sapere la Farnesina, "l'Italia insieme ai partner europei ed internazionali continuerà a esercitare ogni pressione affinché la Russia torni nel quadro della legalità internazionale".

14:16 19 Mar

Funzionari Usa: Mosca ha un arsenale di armi chimiche

La Russia possiede da anni un arsenale di armi chimiche che continua a produrre e conservare a dispetto dei trattati internazionali e nonostante anni di promesse e dichiarazioni che lo avrebbe smantellato. Lo rivelano alti funzionari Usa e della Nato al Washington Post. In particolare le fonti parlano di laboratori militari che hanno continuato a funzionare e a produrre agenti nervini come il Novichok o il Sarin, nonostante l'adesione della Russia alla Convenzione sulle armi chimiche del 1993

14:08 19 Mar

Lavrov: l'interazione Russia-Cina ne uscirà rafforzata

La Russia e la Cina rafforzeranno la loro cooperazione sotto le attuali circostanze, ne è convinto il ministro russo degli Esteri Serghei Lavrov. "Certo, credo che l'interazione si rafforzerà, considerato che l'Occidente sta calpestando ogni pilastro del sistemo internazionale e noi, le due grandi potenze, dobbiamo ovviamente pensare a come proseguire", ha spiegato Lavrov citato da Interfax.

14:06 19 Mar

Lavrov: la richiesta di peacekeeper Nato è demagogica

"La richiesta di inviare peacekeeper della Nato in Ucraina è demagogica", ha messo in guardia il ministro degli Esteri russo Serghei Lavrov citato da Interfax. "E' possibile - ha sostenuto Lavrov - che tale richiesta implichi il controllo polacco sulla parte occidentale dell'Ucraina".

14:04 19 Mar

7 uccisi e 5 feriti da mortaio nella regione di Kiev

Nella regione di Kiev, un colpo di mortaio contro il villaggio di Makariv ha ucciso sette persone e ferito altre cinque. Lo ha riferito  il servizio stampa della polizia della regione di Kiev citato da Unian.   "Gli occupanti hanno sparato con artiglieria pesante contro insediamenti nella regione di Bucha. A seguito dei bombardamenti nemici di Makariv, sette civili sono stati uccisi. Cinque persone sono rimaste ferite e sono in ospedale", si legge nella nota della polizia.

13:56 19 Mar

Boris Johnson: normalizzare le relazioni con Mosca sarebbe un errore colossale

"Cercare di rinormalizzare le relazioni con Putin dopo" la guerra in Ucraina, "come fatto nel 2014, sarebbe commettere un colossale errore". Lo ha detto il premier britannico Boris Johnson parlando alla conferenza di primavera del Partito conservatore a Blackpool.

13:55 19 Mar

Media di Kiev: "L'acciaieria di Mariupol distrutta dopo la battaglia". L'impianto Azov Steel era il più grande d'Europa

Secondo Kiev, la battaglia per il controllo dell'enorme impianto siderurgico di Mariupol, vicino al Mare d'Azov, ha portato alla totale distruzione della fabbrica. La notizia è stata ripresa da alcuni media, fra cui il Kyiv Post, che spiega che le Forze armate ucraine non sono state in grado di intervenire per proteggere la città portuale e la sua grande fabbrica. L'impianto, la Azov Steel, era il più grande d'Europa.

13:53 19 Mar

L'attacco di Mosca al ministro Guerini: chiese aiuto per il Covid e ora è tra i 'falchi'

Alexei Paramonov, direttore del dipartimento europeo del ministero degli Esteri russo, criticando la linea dell'Italia nella guerra in Ucraina in un'intervista all'agenzia Ria Novosti, definisce il ministro della Difesa Lorenzo Guerini "Uno dei principali 'falchi' e ispiratori della campagna antirussa nel governo italiano". Paramonov parla del sostegno della Russia all'Italia all'inizio della pandemia Covid: "In accordo con l'intesa raggiunta a livello di Presidente della Russia e Presidente del Consiglio dei Ministri d'Italia nel marzo-aprile 2020,all'Italia è stata fornita un'assistenza significativa attraverso il Ministero della Difesa, il Ministero dell'Industria e Commercio e Ministero della Salute della Russia. A proposito, una richiesta di assistenza alla parte russa fu inviata allora anche dal ministro della Difesa italiano Lorenzo Guerini, che oggi è uno dei principali 'falchi' e ispiratori della campagna antirussa nel governo italiano".

13:51 19 Mar

Pam: impossibile portare aiuti a Mariupol, Sumy, Kharkiv

Le agenzie di aiuti sono impossibilitate a raggiungere le persone intrappolate nelle città ucraine circondate dalle forze russe. Lo ha detto il coordinatore delle emergenze del programma alimentare mondiale(Pam), Jakob Kern, citato dal Guardian per il quale è quasi impossibile consegnare forniture di emergenza alla città portuale assediata di Mariupol o alle città nord-orientali di Kharkiv e Sumy. Il Pam mira a raggiungere 3,1 milioni di persone in Ucraina, ma gli sforzi sono stati ostacolati dalla difficoltà di trovare camionisti disponibili. Centinaia di migliaia di donne e bambini sono tra quelli intrappolati.

13:37 19 Mar

Polonia: superati i 2 milioni di profughi ucraini

Il numero di profughi che hanno lasciato l'Ucraina e hanno oltrepassato il confine con la Polonia ha superato i due milioni. Lo rivela l'ambasciata italiana a Varsavia specificando che a ieri il numero esatto di persone entrate nel Paese è 2.041. 391. Dall'inizio della guerra sono giunti in Polonia cittadini di oltre 180 Paesi, tra cui molti extraeuropei come Uzbekistan (7.066 persone), India (5.959), Vietnam (2.909), Usa (2.856) , Nigeria (2.690), Afghanistan (1.840) e Siria (1.341). Attualmente in Polonia ci sono 38 punti di accoglienza in cui i rifugiati possono ricevere informazioni, pasti caldi, assistenza medica e alloggio.

13:32 19 Mar

Putin: le attività militari biologiche Usa in Ucraina sono inaccettabili, "minaccia per Russia ed Europa"

Le attività militari biologiche degli Stati Uniti in Ucraina sono "inaccettabili" e "rappresentano una minaccia per la Russia e per l'Europa": lo ha affermato il presidente russo Vladimir Putin, nel corso di un colloquio con il premier lussemburghese Xavier Bettel. Secondo quanto riferisce l'agenzia di stampa russa Ria Novosti, Putin ha inoltre menzionato gli attacchi missilistici delle forze armate ucraine contro l'autoproclamata repubblica del Donetsk.

12:48 19 Mar

Onu: 816 ucraini uccisi e 1.333 feriti da inizio guerra

Un totale di 816 civili ucraini sono stati uccisi e 1.333 feriti dall'inizio dell'invasione russa il 24 febbraio, secondo l'ufficio dei diritti umani delle Nazioni Unite, riportato dal Guardian. Tuttavia, poiché l'Onu riporta solo i conteggi che può verificare, ammette che le cifre sottostimino notevolmente il bilancio reale. 

12:22 19 Mar

Kiev, negoziati potrebbero durare settimane ma Mosca meno rigida

I colloqui con Mosca potrebbero durare "diverse settimane", anche se ci sono segnali che la posizione di Mosca sia diventata "più adeguata". Lo ha detto il capo negoziatore ucraino Mykhailo Podoliak, secondo quanto riporta l'Ukrainska Pravda. Sul tavolo ci sono le garanzie di sicurezza, un cessate il fuoco, il ritiro delle truppe russe e una "soluzione politica dei territori contesi", ha aggiunto ribadendo che "ci sono alcune concessioni che sicuramente non faremo. Non possiamo rinunciare a nessun territorio".  "Ciò che potrebbe accadere in pochi giorni è un cessate il fuoco" ha concluso. 

11:12 19 Mar

Mosca minaccia l'Italia: con altre sanzioni conseguenze irreversibili

Mosca mette in guardia l'Italia  dall'assumere un atteggiamento ancora più duro sul piano delle  sanzioni e minaccia "conseguenze irreversibili". E' quanto affermato  all'agenzia Ria Novosti Alexei Paramonov, direttore del dipartimento  europeo del ministero degli Esteri russo. Mosca, ha detto Paramonov  senza però fornire dettagli, sta lavorando a una risposta alle sanzioni "illegittime" degli Stati Uniti e dell'Unione europea.  

10:36 19 Mar

Lukashenko: "Occidente ha spinto Kiev alla guerra"

Il leader della Bielorussia Alexander Lukashenko, ha accusato l'Occidente di aver spinto l'Ucraina alla guerra. "Alla vigilia del conflitto tra Ucraina e Russia, ho fatto di tutto per assicurarmi che non ci fosse la guerra. Ero persino pronto a chiudere il confine tra Donbass e Russia con le mie guardie di frontiera e fornire altra assistenza a Kiev. E la Russia era d'accordo. Ma l'Ucraina ha rifiutato. Perché? Perché l'Occidente li ha spinti a questa guerra", ha detto Lukashenko in un'intervista all'emittente TBS, riportata dalla Tass.

10:30 19 Mar

Mattarella: a rischio la sicurezza globale, si apra il dialogo

"Nell'attuale situazione le Sue accorate invocazioni contro la guerra assumono la veste di un appello - rivolto soprattutto a coloro che hanno in mano i destini di così tante vite umane - affinché si ritrovino le ragioni del dialogo e si ponga fine a una situazione gravissima e inaccettabile che mette a repentaglio la sicurezza e la stabilità globali". Così Sergio Mattarella in un messaggio a Papa Francesco in occasione de "IX anniversario della solenne inaugurazione del Pontificato", sottolineando come la "sollecitudine" del Pontefice sia "un punto di riferimento per far prevalere le ragioni della pace". 

08:42 19 Mar

Ucraina: Mosca afferma di aver usato missili ipersonici

La Russia afferma di aver utilizzato missili ipersonici in Ucraina. A riferirlo è il ministero russo della Difesa citato dalla Tass

08:26 19 Mar

Kiev: distrutta acciaieria a Mariupol, uno degli impianti più grandi in Europa

"La situazione a Mariupol è catastrofica.  Ci sono combattimenti in corso per Azovstal. Sulla base dei dati  disponibili, possiamo dire che abbiamo perso questo colosso  economico, uno dei più grandi impianti in Europa è andato distrutto".  A riferirlo è il consigliere del ministro degli Affari interni Vadym  Denisenko, parlando a Rada Tv.

07:52 19 Mar

Ucraina: imminente corridoio umanitario a Lugansk

Il governatore della regione ucraina di Lugansk ha annunciato che oggi alle ore 09.00 locali (le 08.00 in Italia) sarà aperto un corridoio umanitario per evacuare i civili. Lo scrive la Cnn.   In un post su Telegram, il governatore Serhiy Gaiday ha scritto che le forze russe si sono dette d'accordo, anche se non ha precisato né la durata della tregua né dove il corridoio sarà diretto. "Aspettiamo le 9 perché tacciano le armi e si cominci l'evacuazione dei residenti della regione e per portare acqua,cibo e medicinali e coloro che restano", ha detto. 

07:24 19 Mar

Kiev: ucciso il quinto generale russo

Un quinto generale russo, comandante dell'Ottava armata russa, è stato ucciso: è la rivendicazione del ministero della Difesa dell'Ucraina.Si tratta, secondo quanto riferito, del tenente generale Andrei Mordichev, il quinto dall'inizio della guerra della Russia contro l'Ucraina.

06:25 19 Mar

Zelensky accusa, Mosca impedisce aiuti in aree assediate

La Russia continua a bloccare la fornitura di aiuti umanitari alle città assediate "nella maggior parte delle aree". E' la denuncia del presidente ucraino,Volodymyr Zelensky, il quale ha spiegato che ieri sono proseguiti sette corridoi umanitari: sei nella regione di Sumy, uno nella regione di Donetsk.

05:26 19 Mar

La guerra spingerà 40 milioni di persone verso povertà estrema

Il Center for Global Development, un think tank statunitense, avverte che l'entità dei picchi nei prezzi globali di cibo ed energia potrebbe spingere più di 40 milioni di persone in tutto il mondo in una "povertà estrema". L'organizzazione, scrive la Bbc online, sottolinea in particolare l'importanza dell'ex regione sovietica per il commercio agricolo: la Russia e l'Ucraina rappresentano il 29% del grano mondiale mentre Mosca e la Bielorussia rappresentano un sesto dei fertilizzanti mondiali. L'impatto dei picchi nei prezzi si farà sentire ampiamente, afferma il think tank, ma colpirà in modo sproporzionato i paesi più poveri. Gli esperti quindi raccomandano che i produttori di grano - anche nel G20 - mantengano i loro mercati aperti e privi di sanzioni, mentre i governi e le agenzie internazionali devono "agire rapidamente e generosamente" per sostenere i bisogni umanitari.

03:34 19 Mar

Dopo le accuse di Kiev, Bosch interrompe la produzione in Russia

Bosch, il principale produttore europeo di componenti per auto, interrompe la produzione negli stabilimenti russi. La multinazionale tedesca ritiene che a causa di problemi della catena di approvvigionamento e per le consegne interrotte potrebbe dover fermare definitivamente le sue operazioni nel Paese. La notizia, riferisce la Bbc, giunge dopo le affermazioni di parte ucraina sull'individuazione della fornitura da parte di Bosch di componenti fondamentali per i veicoli della fanteria russa. In Germania si sarebbe aperta un'indagine per verificare possibili violazioni delle sanzioni imposte a Mosca dall'Unione Europea.

02:50 19 Mar

Capo staff di Zelensky: “Da Putin solo ultimatum”

"Abbiamo bisogno che i nostri partner ci mandino aiuti, noi continuiamo a combattere. Non so che cosa voglia Vladimir Putin. Usa il linguaggio dell'ultimatum. I russi stanno bombardando i civili e le persone in fuga. Ci sono foto e video drammatici che documentano tutto. Ci sono città bellissime che sono state distrutte". Lo ha detto Andriy Yermak, capo dello staff del presidente ucraino Volodymyr Zelensky, in un'intervista alla rete americana Msbnc.

02:01 19 Mar

Mosca, niente incontro Putin-Zelensky senza prima il testo di un trattato

Il testo di un possibile trattato tra Russia e Ucraina deve essere approvato prima ancora di menzionare la possibilità di un incontro tra i presidenti di Russia e Ucraina. Lo ha affermato il capo negoziatore russo, Vladimir Medinsky, citato dalla Tass. "Non sono assolutamente pronto a commentare in merito. Posso solo dire che prima ancora di menzionare una riunione dei due leader, le delegazioni di negoziatori devono preparare e concordare il testo di un trattato. Successivamente, il testo dovrebbe essere siglato dai ministri degli esteri e approvato dai governi".

"Soltanto dopo - conclude Medinsky - si potrà discutere la possibilità di un vertice". in precedenza, Mykhailo Podolyak, consigliere del presidente ucraino, aveva affermato che un incontro tra Putin e Zelensky potrebbe essere organizzato dopo il completamento dei lavori sul documento di transazione. Secondo lui, tale incontro sarebbe possibile nelle prossime due settimane. 

01:49 19 Mar

Clinton e Bush depositano fiori per l'Ucraina in una chiesa di Chicago

Due ex presidenti americani, il democratico Bill Clinton e il repubblicano George W. Bush, hanno manifestato il loro sostegno all'Ucraina visitando una chiesa ucraina a Chicago. Con indosso nastri blu e gialli, colori della bandiera Ucraina, i due ex presidente hanno deposto mazzi di girasoli, fiori simbolo del paese, davanti alla chiesa cattolica dei santi Volodymyr e Olhae, poi si sono raccolti in preghiera. L'iniziativa aveva lo scopo di manifestare la "solidarietà verso il popolo ucraino", spiega un video della visita pubblicato sull'account twitter di Bill Clinton e su quello instagram di George W. Bush. "L'America è con il popolo ucraino nella sua lotta per la libertà e contro l'oppressione", si legge nel messaggio che accompagnava il video. 

01:29 19 Mar

Lavrov elogia Fox News

Il ministro degli Esteri russo, Sergei Lavrov, ha elogiato l'emittente televisiva Fox News per la sua copertura della guerra in Ucraina. Durante un'intervista in studio con la rete RT controllata dallo stato russo, Lavrov ha detto: "Conosciamo i modi e i trucchi che vengono utilizzati dai paesi occidentali per manipolare i media. Se prendi gli Stati Uniti, solo Fox News sta cercando di presentare un punto di vista alternativo", ha detto Lavrov.

01:27 19 Mar

Ripristinata la linea elettrica della centrale di Zaporizhzhia

Una delle 3 linee elettriche della centrale nucleare di Zaporizhzhia, la più grande d'Europa, situata nei pressi della città ucraina di Enerhodar, rimasta danneggiata dopo l'attacco delle forze russe, è tornata operativa. Secondo quanto scrive la Bbc online, che cita l'Interfax, i tecnici ucraini sono riusciti a riparare una delle linee elettriche che si era bloccata durante il pesante bombardamento delle forze russe. La centrale nucleare è sotto il pieno controllo delle forze militari di Mosca. 

01:19 19 Mar

Nella liste nera degli Usa anche gli aerei dell'Aeroflot e il jet di Abramovich

Il governo degli Stati Uniti ha stilato una lista di quasi un centinaio di aerei collegabili con proprietà russa. Fornire qualsiasi forma di servizio a questi aeromobili in qualsiasi parte del mondo, in assenza di autorizzazione può comportare pesanti multe e potenziali pene detentive. Il divieto vale anche in territorio russo. La lista pubblicata dal Dipartimento del Commercio identifica gli aerei commerciali e privati che violano le sanzioni statunitensi alla Russia. L'elenco include aeromobili operati da compagnie aeree russe, inclusa Aeroflot. Si tratta per la maggior parte di aerei Boeing. Nella lista è incluso anche il jet privato Gulfstream di proprietà dell'oligarca Roman Abramovich. 

01:17 19 Mar

Il primo convoglio aiuti umanitari Onu arriva a Sumy nel nordest del paese

Le Nazioni unite hanno consegnato il primo carico di aiuti umanitari nella città ucraina di Sumy. Lo riferisce la Bbc online. Migliaia di civili sono fuggiti negli ultimi giorni dalla città assediata del nord-est, ma molti altri sono rimasti. "Siamo qui per aiutare i civili più vulnerabili coinvolti nei combattimenti, ovunque si trovino in Ucraina", ha affermato il coordinatore Onu dell'unità di crisi per l'Ucraina, Amin Awad. Il convoglio a Sumy contiene 130 tonnellate di aiuti essenziali, tra cui bottiglie d'acqua, cibo in scatola e forniture mediche. Le Nazioni unite affermano che sarà la prima di molte spedizioni nel paese dilaniato dalla guerra, invitando "tutte le parti" a consentire "l'accesso umanitario senza ostacoli e sostenuto" ai suoi volontari e partner. 

01:02 19 Mar

Aereo marine cade in Norvegia durante le manovre Nato, 4 militari a a bordo

I marines Usa hanno confermato che un aereo con quattro militari a bordo è precipitato nel nord della Norvegia mentre prendeva parte alle manovre Nato chiamate Cold Response. Un'indagine è stata aperta, riportano i media americani sottolineando che non è stata resa nota la sorte dei quattro a bordo. La notizia è stata data dal centro per il coordinamento dei soccorsi norvegese (Jrcc). Il V-22 Osprey del corpo dei marines doveva atterrare attorno alle 19 ora italiana, ma se ne sono perse le tracce poco prima delle 18.30. Un portavoce del Jrcc ha affermato che il velivolo "ha colpito il suolo" mentre c'era cattivo tempo nella zona. 

00:51 19 Mar

Zelensky: "14mila morti russi, bisogna finire subito questa guerra"

"Oggi a mosca c'è stato l'anniversario dell'annessione della Crimea" strappata all'Ucraina nel 2014. "E so che lì hanno portato circa 200 mila persone come il numero di soldati dell'esercito russo che ha attaccato l'Ucraina. Immaginatevi che in quello stadio ci sono 14 mila cadaveri e decine di migliaia di feriti. Questo è il numero delle perdite russe a causa dell'invasione. Questo è il prezzo per la guerra in poco più di tre settimane. Bisogna finire questo. Le proposte dell'Ucraina stanno sul tavolo". Ad affermarlo in un video pubblicato su Telegram è il presidente ucraino, Volodymyr Zelensky ricordando che "in questi 23 giorni noi abbiamo sempre proposto il dialogo. E vorrei che a Mosca mi sentissero: è arrivato il momento di incontrarsi, di parlare, di ripristinare l'integrità territoriale e la giustizia per l'Ucraina".

00:37 19 Mar

La Russia ha privato Kiev dall'accesso al Mar d'Azov

Le forze russe sono riuscite, nell'area operativa di Donetsk, di privare "temporaneamente" l'Ucraina dell'accesso al Mar d'Azov. Lo riferisce lo Stato maggiore delle forze armate dell'Ucraina secondo quanto riporta “Ukrainska Pravda”.

00:27 19 Mar

Rilasciato il sindaco della comunità Velykoburlutska catturato dai russi

Viktor Tereshchenko, sindaco della comunità di Velykoburlutska, nella regione nord-orientale di Kharkiv, in Ucraina, è stato rilasciato. Lo ha riferito il capo dell'amministrazione statale regionale di Kharkiv, Oleh Syniehubov. Ieri Syniehubov aveva detto che Tereshchenko era stato "catturato" dalle forze russe. "Il nemico ha rilasciato Viktor Tereshchenko. Gli ho appena parlato. È in ospedale per ricevere cure", ha spiegato. "È un brav'uomo che è fermo e difende la sua comunità, i suoi residenti, il suo elettorato. Ancora una volta solo questo dimostra che il nemico non prevarrà e nessuno cederà un centimetro della nostra terra al nemico", ha detto Syniehubov.

00:02 19 Mar

Zelensky: è venuto il tempo di parlare con Mosca

In un intervento notturno, il presidente ucraino Zelensky ha affermato che i colloqui con Mosca sono l'unico modo che ha la Russia per limitare i danni dopo gli errori che ha commesso. “E' arrivato il tempo per un incontro, è tempo di parlare”.