L'invasione russa

Live guerra in Ucraina: la cronaca minuto per minuto: giorno 36

Il conflitto in tempo reale
Live guerra in Ucraina: la cronaca minuto per minuto: giorno 36
Ansa
Ucraina, edifici danneggiati dai bombardamenti a Trostianets
23:13 31 Mar

Ucciso un miliziano italiano, combatteva per le forze separatiste del Donbass

Un miliziano italiano di 46 anni, Edy Ongaro, combattente con le forze separatiste del Donbass, è rimasto ucciso ieri in battaglia, nel villaggio di Adveedka, a nord di Donetsk, colpito da una bomba a mano. La notizia, diffusa stasera con un post dal Collettivo Stella Rossa Nordest, è stata confermata all'ANSA da Massimo Pin, amico di Ongaro, in contatto con esponenti della 'carovana antifascista' che si trova nell'Oblast. "Purtroppo è vero - dice Pin - I compagni in Donbass sono stati informati della morte di Edy da ufficiali della milizia popolare di cui faceva parte. Prima di comunicarlo abbiano informato il padre e il fratello". 

22:29 31 Mar

Kiev: i russi hanno lasciato la centrale di Chernobyl

Le forze russe hanno lasciato la centrale di Chernobyl che avevano occupato dal 24 febbraio, primo giorno dell'invasione dell'Ucraina. Lo rende noto l'agenzia ufficiale ucraina per la gestione della zona della centrale su Facebook. "Non ci sono più stranieri all'interno della centrale nucleare di Chernobyl", ha riferito l'agenzia. 

VAI ALLO SPECIALE DI RAINEWS “UN MESE DI GUERRA IN UCRAINA”

21:55 31 Mar

Draghi sente Scholz: avanti uniti su gas e sanzioni

Telefonata tra il premier Mario Draghi e il cancelliere tedesco Olaf Scholz: i due leader, spiega Palazzo Chigi, si sono confrontati sul tema delle sanzioni alla Federazione Russa e sui recenti sviluppi in merito alle importazioni di gas dalla Russia. Draghi e Scholz hanno concordato circa l'importanza di mantenere in vigore l'impianto sanzionatorio verso la Russia, che si sta dimostrando molto efficace. Draghi e Scholz si sono detti d'accordo sull'importanza di mantenere un approccio unitario a livello europeo. 

VAI ALLO SPECIALE DI RAINEWS “UN MESE DI GUERRA IN UCRAINA”

21:14 31 Mar

Mosca: nuovi corridoi umanitari a Mariupol dopo l'appello di Macron e Scholz a Putin

Il ministero della Difesa russo ha annunciato per domani mattina nuovi corridoi umanitari per le evacuazioni da Mariupol, spiegando che sono stati decisi dopo un "appello personale" a Putin dei leader di Francia e Germania, Macron e Scholz. Le evacuazioni, si aggiunge, devono coinvolgere l'Alto commissariato dell'Onu per i rifugiati (Unhcr) e la Croce Rossa internazionale. Lo riporta Interfax. 

VAI ALLO SPECIALE DI RAINEWS “UN MESE DI GUERRA IN UCRAINA”

20:57 31 Mar

Cingolani: anche se la Russia chiudesse i rubinetti del gas le attività in Italia andrebbero avanti

 "Al momento le riserve italiane di gas consentono comunque di mandare avanti le attività del paese anche in caso di brusche  ed improbabili interruzioni delle forniture russe". Lo afferma il ministro della Transizione ecologica, Roberto Cingolani, dopo il decreto di Vladimir Putin che stabilisce che gli importatori di gas europei debbano pagare le forniture in rubli anziché in euro. “Il Governo italiano è in contatto costante con i partner europei al fine di dare una risposta univoca e ferma alla Russia da parte di  tutti gli stati membri”, aggiunge.

VAI ALLO SPECIALE DI RAINEWS “UN MESE DI GUERRA IN UCRAINA”

20:17 31 Mar

Biden: non permetteremo a Putin di usare l'energia come arma

"Non permetteremo a Putin di usare le risorse energetiche della Russia come un'arma". Lo ha ribadito il presidente americano, Joe Biden, alla Casa Bianca, annunciando un nuovo piano per l'energia. Il presidente Usa si è poi detto "scettico" sugli annunci di ritiro delle truppe russe: "Non abbiamo prove". 

VAI ALLO SPECIALE DI RAINEWS “UN MESE DI GUERRA IN UCRAINA”

19:56 31 Mar

Scoperta bot farm russa a Kharkiv, inviava sms con fake ai soldati ucraini

Scoperta a Kharkiv un bot farm russa che  diffondevano via sms fake news ai soldati ucraini e alle forze dell'ordine affinché si arrendessero. Lo rileva il Servizio di  sicurezza dell'Ucraina (Sbu) secondo quanto riferisce 'Ukrainska  Pravda'. Secondo l'Sbu sarebbero stati mandati circa 5.000 Sms. La bot farm, comunque, sarebbe stata rapidamente scoperta e neutralizzati  dagli informatici del Servizio di sicurezza ucraino. La fattoria era  controllata a distanza dalla Federazione russa. Le attrezzature sono  state sequestrate dal Sbu.

VAI ALLO SPECIALE DI RAINEWS “UN MESE DI GUERRA IN UCRAINA”

19:43 31 Mar

Onu: almeno 1.232 i civili uccisi, 112 sono bambini

Sono almeno 1.232 i civili uccisi dall'inizio della guerra in Ucraina, tra cui 112 bambini. Lo riferisce nel suo ultimo bilancio l'Alto commissariato dell'Onu per i diritti umani (Ohchr), secondo cui i feriti accertati sono1.935, di cui 149 minori. L'agenzia delle Nazioni Unite sottolinea che "le cifre reali potrebbero essere significativamente più alte", viste le difficoltà a reperire informazioni verificate, specie da alcune aree del Paese.

VAI ALLO SPECIALE DI RAINEWS “UN MESE DI GUERRA IN UCRAINA”

19:37 31 Mar

Palazzo Chigi: l'Ue lavora all'interpretazione del decreto di Putin sul gas

L'Italia sui pagamenti del gas russo applicherà le linee concordate a livello europeo, ma al momento non c'è ancora un'interpretazione finale del provvedimento annunciato da Putin. E' quanto si apprende da fonti di Palazzo Chigi che spiegano che la Commissione europea sta studiando in queste ore i vari aspetti interpretativi delle misure del Cremlino e che al momento i pagamenti si possono continuare a effettuare in euro e in rubli.

VAI ALLO SPECIALE DI RAINEWS “UN MESE DI GUERRA IN UCRAINA”

19:18 31 Mar

La Russia riacquista bond per 1,45 miliardi di dollari

La Russia ha riacquistato bond per1,45 miliardi di dollari con scadenza 4 aprile 2022, che corrisponde al 72,4% del volume. Lo riporta Bloomberg citando una dichiarazione del ministero delle Finanze russo.  La Russia, inoltre,  pagherà obbligazioni per 2 miliardi in dollari agli investitori stranieri.

VAI ALLO SPECIALE DI RAINEWS “UN MESE DI GUERRA IN UCRAINA”

19:12 31 Mar

Alle 21 colloquio telefonico tra Draghi e Scholz

Il presidente del Consiglio, Mario Draghi, avra' oggi alle 21 una telefonata con il Cancelliere tedesco Olaf Scholz. Lo rende noto Palazzo Chigi.

VAI ALLO SPECIALE DI RAINEWS “UN MESE DI GUERRA IN UCRAINA”

18:44 31 Mar

Gran Bretagna: da 35 Paesi alleati più mezzi e munizioni

Più di 35 Paesi alleati si sono impegnati a inviare veicoli corazzati e munizioni di artiglieria all'Ucraina per respingere le truppe russe. Lo ha detto il ministro della Difesa britannico, Ben Wallace, al termine di un vertice virtuale di ministri convocato da Londra.

VAI ALLO SPECIALE DI RAINEWS “UN MESE DI GUERRA IN UCRAINA”

18:38 31 Mar

Media: "Abramovich curato segretamente in Turchia"

Il miliardario russo Roman Abramovich sarebbe stato curato segretamente in un ospedale di Ankara dopo il sospetto avvelenamento durante la sua partecipazione ai colloqui tra Russia e Ucraina a inizio marzo a Kiev. Lo sostiene la giornalista turca Kubra Par che cita come fonti funzionari del governo turco in un articolo pubblicato da HaberTurk. Secondo Par, Abramovich e il deputato ucraino Rustem Umerov "sono stati avvelenati a causa di un bomba a gas esplosa davanti alla casa dove stavano" mentre si trovavano in Ucraina per i colloqui. La giornalista sostiene che il miliardario russo avrebbe sofferto problemi alla vista e i due, subito dopo essere volati in Turchia, "sono stati curati in piena notte all'ospedale cittadino di Ankara". Abramovich è stato fotografato a Istanbul martedì durante il discorso del presidente turco Recep Tayyip Erdogan prima dei colloqui tra le delegazioni russa e ucraina al palazzo Dolmabahce.

VAI ALLO SPECIALE DI RAINEWS “UN MESE DI GUERRA IN UCRAINA”

18:07 31 Mar

Gazprombank aprirà conti speciali per pagare il gas in rubli

Gazprombank è la banca autorizzata ad aprire conti speciali in rubli per gli acquirenti di gas provenienti da "paesi ostili". E' quanto prevede il decreto firmato oggi dal presidente russo Vladimir Putin e riportato dall'agenzia di stampa russa Tass. "Gazprombank, essendo la banca autorizzata ai fini di questo ordine, aprirà conti speciali in rubli di tipo K e conti in valuta speciale di tipo K sulla base delle richieste degli acquirenti stranieri per i pagamenti per il gas naturale - recita il documento - la banca autorizzata, sulla base di un ordine di un acquirente estero ricevuto secondo le modalità stabilite dalle regole della banca autorizzata, venderà valuta estera ricevuta dall'acquirente estero su tale conto". La Banca di Russia dovrebbe definire entro dieci giorni la procedura per l'apertura di conti in valuta speciale per gli acquirenti stranieri di gas, secondo il documento.

VAI ALLO SPECIALE DI RAINEWS “UN MESE DI GUERRA IN UCRAINA”

17:57 31 Mar

Kiev: russi via da Chernobyl, esposti a radiazioni dopo avere scavato fossati

L'agenzia nucleare ucraina Energoatom riferisce che ci sono notizie confermate secondo cui i soldati russi avrebbero scavato dei fossati nella Foresta rossa, zona di 10 chilometri quadrati che circonda la centrale nucleare di Chernobyl nella cosiddetta 'zona di alienazione', e hanno ricevuto "significative dosi di radiazioni". Sempre secondo Energoatom, le truppe russe sarebbero "andate nel panico ai primi segni di malessere", che "sono comparsi molto rapidamente" e hanno iniziato a prepararsi a lasciare la centrale. Non è stato possibile ottenere una verifica indipendente di quanto riferito da Energoatom.

VAI ALLO SPECIALE DI RAINEWS “UN MESE DI GUERRA IN UCRAINA”

17:54 31 Mar

Il Cremlino annuncia il divieto di ingresso per leader e parlamentari UE

La Russia ha annunciato il divieto di ingresso nel suo territorio ai leader europei e alla maggior parte degli eurodeputati come risposta alle sanzioni adottate nei suoi confronti della comunità internazionale per la sua invasione dell'Ucraina." Le restrizioni si applicano ai massimi dirigenti dell'Unione europea, inclusi alcuni commissari europei e capi di organismi militari europei, nonché la stragrande maggioranza dei membri del Parlamento europeo, che promuovono politiche anti-russe", ha reso noto il ministero russo degli Esteri in una nota.

VAI ALLO SPECIALE DI RAINEWS “UN MESE DI GUERRA IN UCRAINA”

17:11 31 Mar

Kiev: bombardato convoglio bus a Chernihiv

Le truppe russe hanno abbattuto un convoglio di autobus con volontari vicino a Chernihiv, nel nord di Kiev. Lo ha annunciato la commissaria per i diritti umani di Verkhovna Rada Lyudmila Denisova su Facebook, come riporta Unian. "Cinque autobus sono finiti sotto il fuoco nemico quando hanno cercato di entrare nella città assediata per evacuare le persone. Sull'autobus c'erano solo volontari civili", ha scritto Denisova. A seguito del bombardamento, una persona è rimasta uccisa e quattro sono rimaste gravemente ferite. Uno dei veicoli è riuscito a fuggire nonostante i pneumatici forati. 

VAI ALLO SPECIALE DI RAINEWS “UN MESE DI GUERRA IN UCRAINA”

16:30 31 Mar

Kiev: i russi cominciano a ritirarsi da Chernobyl

I russi hanno cominciato a ritirarsi dal sito di Chernobyl. Lo rende noto l'agenzia nucleare ucraina. Le forze russe avevano preso il controllo del sito il primo giorno dell'invasione dell'Ucraina, il 24 febbraio. Le truppe hanno lasciato "in due colonne verso il confine" tra Ucraina e Bielorussia, ha detto Energoatom su Telegram, aggiungendo che solo un "piccolo numero" di soldati russi rimane sul posto.

VAI ALLO SPECIALE DI RAINEWS “UN MESE DI GUERRA IN UCRAINA”

16:13 31 Mar

Berlino: ci sarà un nuovo pacchetto di sanzioni

Il vicecancelliere tedesco Robert Habeck ha annunciato che ci saranno nuove sanzioni alla Russia. "Le sanzioni dell'ultimo pacchetto non saranno le ultime", ha detto a margine del colloquio col collega Francese Bruno La Maire. Habeck ha spiegato che i due ministri hanno individuato i punti che dovrebbero essere contenuti in un prossimo pacchetto di misure.

VAI ALLO SPECIALE DI RAINEWS “UN MESE DI GUERRA IN UCRAINA”

16:05 31 Mar

Francia e Germania si preparano al taglio del gas russo

Francia e Germania "si preparano" nel caso in cui la Russia bloccasse le forniture di gas: lo afferma il ministro dell'Economia francese Bruno Le Maire. "Potrebbe esserci una situazione in cui domani, in circostanze particolari, non ci sarà più il gas russo. Sta a noi preparare questi scenari e ci stiamo preparando", ha precisato Le Maire durante la stampa conferenza con il ministro dell'Economia tedesco, Robert Habeck.

VAI ALLO SPECIALE DI RAINEWS “UN MESE DI GUERRA IN UCRAINA”

15:42 31 Mar

Scholz: le sanzioni mostrano di avere effetto

"Le sanzioni alla Russia mostrano di avere effetto". Lo ha detto il cancelliere tedesco Olaf Scholz a Berlino in conferenza stampa in cancelleria, con il collega austriaco Karl Nehammer.

VAI ALLO SPECIALE DI RAINEWS “UN MESE DI GUERRA IN UCRAINA”

15:25 31 Mar

Putin: le sanzioni contro Mosca sono "contro il nostro diritto alla libertà"

Le sanzioni contro Mosca sono "contro il nostro diritto alla libertà e all'indipendenza, contro il diritto a essere Russia". Lo ha affermato il presidente russo Vladimir Putin in un discorso trasmesso in tv. "Non vogliamo sacrificare i nostri valori", ha aggiunto.

VAI ALLO SPECIALE DI RAINEWS “UN MESE DI GUERRA IN UCRAINA”

15:25 31 Mar

Putin: gli Usa vogliono far pagare più caro il gas all'Europa

"Gli Usa cercano di risolvere i propri problemi a scapito altrui. I loro errori in campo economico cercano di scaricarli su di noi. Cercano di spingere l'Europa ad acquistare il gas americano, che è più caro", rispetto a quello russo. Lo ha detto Vladimir Putin.

VAI ALLO SPECIALE DI RAINEWS “UN MESE DI GUERRA IN UCRAINA”

 

15:22 31 Mar

Putin: se il gas non sarà pagato in rubli, contratti interrotti. Gli occidentali aprano un conto in rubli in Russia

"Nessuno ci vende niente gratis, e noi nemmeno faremo opere di carità. Ciò significa che i contratti esistenti, in caso di mancato pagamento del gas in rubli, saranno interrotti". Così il presidente russo Vladimir Putin secondo quanto riporta la Tass. I Paesi occidentali dovranno aprire un conto in rubli presso le banche russe per pagare il gas in rubli. Putin ha sottolineato che il pagamento del gas in rubli è un passo verso la sovranità finanziaria della Russia.

VAI ALLO SPECIALE DI RAINEWS “UN MESE DI GUERRA IN UCRAINA”

15:21 31 Mar

Il premier norvegese parla con Putin, 'fermare la guerra'

Il primo ministro norvegese, Jonas Gahr Stoere, ha avuto una conversazione lunga circa un'ora con il presidente russo Vladimir Putin in cui lo ha esortato a ritirare con urgenza le truppe russe dall'Ucraina e a consentire l'accesso umanitario. Lo riferisce la Bbc. Dopo la conversazione con Putin, Stoere ha detto di avere "aspettative molto limitate" ma ha aggiunto che "nella situazione in cui siamo non bisogna lasciare nulla di intentato". 

VAI ALLO SPECIALE DI RAINEWS “UN MESE DI GUERRA IN UCRAINA”

 

15:18 31 Mar

45 bus verso Mariupol, domani l'evacuzione

Un nuovo convoglio di 17 pullman è partito per Berdyansk ed è diretto verso Mariupol scortato dalla polizia. La  colonna si è unita a quella che ieri era a Vasylivka con 28 bus, per  un totale di 45 mezzi. L'arrivo a Berdyansk è previsto in giornata. I  cittadini di Mariupol saliranno a bordo dei bus a partire da domani.  In totale a Zaporizhia sono stati evacuati 80442 residenti di  Mariupol. Lo riferisce il Consiglio comunale di Mariupol.

VAI ALLO SPECIALE DI RAINEWS “UN MESE DI GUERRA IN UCRAINA”

15:18 31 Mar

Erdogan: lavoro a incontro Putin-Zelensky prima possibile

"Ho intenzione di tenere nuovi colloqui con i presidenti Vladimir Putin e Vladimir Zelensky. Il nostro obiettivo è organizzare un incontro dei leader di Russia e Ucraina il prima possibile. Lo dirò chiaramente a entrambi". Lo ha affermato il presidente turco Recep Tayyp Erdogan.  "Siamo pronti a fornire la piattaforma necessaria. Sulla base della fiducia che Putin e Zelensky hanno nella Turchia, spero che saremo in grado di concordare una data dell'incontro", ha affermato, come riportano le agenzie russe e ucraine Tass e Unian.

VAI ALLO SPECIALE DI RAINEWS “UN MESE DI GUERRA IN UCRAINA”

15:12 31 Mar

Incontro a Varsavia tra Duda e Kuleba

"Nello sviluppo del loro dialogo attivo con il presidente Zelenski, il presidente polacco Andrzej Duda mi ha ricevuto oggi a Varsavia. Apprezziamo molto il forte sostegno della Polonia all'Ucraina e l'ospitalità verso gli ucraini. Un'Ucraina libera e forte significa una Polonia e un'Europa libere e forti". Così il ministro degli esteri ucraino Dmytro Kuleba su twitter.

VAI ALLO SPECIALE DI RAINEWS “UN MESE DI GUERRA IN UCRAINA”

15:03 31 Mar

Zelensky accolto dalla Camera belga con l'inno dell'Ucraina

Dopo un'introduzione del presidente della Camera belga Eliane Tillieux, l'inno nazionale ucraino è stato suonato dal vivo da un violoncellista e un violinista per accogliere l'intervento del presidente ucraino Volodymyr Zelensky. Il presidente si è alzato in piedi nel suo ufficio con la mano sul cuore.

VAI ALLO SPECIALE DI RAINEWS “UN MESE DI GUERRA IN UCRAINA”

 

14:43 31 Mar

Stoltenberg: la Russia cessi il blocco dei porti

"I porti dell'Ucraina sono  fondamentali per l'esportazione di cereali e grano nel resto del  mondo. Il blocco dei porti ucraini non è un grande problema solo per  l'Ucraina, ma per molti popoli nel mondo e sta provocando una fiammata dei prezzi degli alimenti in tutto il mondo. E' estremamente  importante che questo blocco cessi". Lo sottolinea il segretario  generale della Nato Jens Stoltenberg, in conferenza stampa a  Bruxelles.

VAI ALLO SPECIALE DI RAINEWS “UN MESE DI GUERRA IN UCRAINA”

14:41 31 Mar

Blogger filorusso arrestato a Leopoli

Un blogger filorusso è stato arrestato a Leopoli per sospetto alto tradimento. Lo riferisceil Kyiv Independent.  A finire in prigione su richiesta del tribunale ucraino Glib Lyashenko, 33 anni. Gli inquirenti ritengono che sia stato utilizzato dai media di propaganda russi come "esperto politico" a scapito degli interessi nazionali dell'Ucraina. I giudici hanno deciso per una cauzione di 136.000 dollari.

VAI ALLO SPECIALE DI RAINEWS “UN MESE DI GUERRA IN UCRAINA”

14:25 31 Mar

Kiev: il cessate il fuoco riguarda i corridoi, non Mariupol

"Non c'è un cessate il fuoco a Mariupol, la città è ancora sotto attacco. Il cessate il fuoco riguarda i corridoi umanitari, il segmento che va da Berdyansk a Zaporizhzhia". Lo ha detto la vicepremier ucraina con delega alla Reintegrazione dei Territori Occupati, Iryna Vereshchuk, incontrando in videocollegamento i media internazionali a Leopoli. Inoltre, ha spiegato, "non abbiamo un mediatore, non ci sono organi terzi che possono verificare l'eventuale violazione del cessate il fuoco".

VAI ALLO SPECIALE DI RAINEWS “UN MESE DI GUERRA IN UCRAINA”

14:00 31 Mar

Il sindaco di Mariupol annuncia la sua liberazione dopo uno scambio di prigionieri. Ha espresso gratitudine al presidente Zelensky

Su Bfm Tv, Ivan Fedorov, sindaco di Mariupol, rapito dai soldati russi a inizio conflitto, ha affermato di essere stato liberato in seguito a uno scambio "con nove prigionieri militari russi": "Sapete, in tempo di guerra ci sono scambi regolari tra prigionieri. Questo non è il primo", ha spiegato. Ha espresso la sua gratitudine al presidente Volodymyr Zelensky: "Sono il sindaco di una piccola città ucraina, questa stima e questo gesto di attenzione da parte del presidente, per di più in tempo di guerra dove ogni minuto conta, è stato molto importante per me".

VAI ALLO SPECIALE DI RAINEWS “UN MESE DI GUERRA IN UCRAINA”

13:45 31 Mar

Putin firma un decreto per coscrivere 134.500 persone, Lo riporta Ria Novosti, dal 1 aprile al 15 luglio

Il presidente russo Vladimir Putin ha firmato un decreto sulla coscrizione primaverile per "effettuare dal 1 aprile al 15 luglio 2022, la coscrizione di cittadini russi di età compresa tra 18 e 27 anni che non sono nella riserva (...), per un totale di 134.500 persone", si legge nel testo del documento pubblicato sul portale Internet ufficiale di informazioni legali, come riporta l'agenzia russa Ria Novosti. 

VAI ALLO SPECIALE DI RAINEWS “UN MESE DI GUERRA IN UCRAINA”

13:34 31 Mar

Draghi: Italia richiesta come garante da Kiev e Mosca

"L'aspetto positivo è che l'Italia è richiesta come garante sia dall'Ucraina sia dalla Russia". Così il presidente del Consiglio, Mario Draghi, nel corso di una conferenza nella sede della stampa estera. "Il contenuto esatto di queste garanzie è ancora presto per definirlo perché dipenderà evidentemente dal risultato dei negoziati tra Russia e Ucraina. Essenzialmente credo saranno garanzie" che prevedono "che le clausole negoziate siano attuate. Quindi la pace, il tipo di neutralità che l'Ucraina avrà, lo status delle regioni e via dicendo. Dipenderà dal contenuto dei negoziati".

 

VAI ALLO SPECIALE DI RAINEWS “UN MESE DI GUERRA IN UCRAINA”

13:32 31 Mar

Angelina Jolie ha visitato i bimbi ucraini al Bambino Gesù

Angelina Jolie in visita all'Ospedale Bambino Gesù di Roma per incontrare i bambini ucraini arrivati in Italia a causa del conflitto, i medici e gli infermieri che si prendono cura di loro. La visita è avvenuta ieri. Lo rende noto l'ospedale.  "Sto pregando per la fine della guerra. Questo- ha detto - è l'unico modo per fermare la sofferenza e la fuga dalle zone del conflitto. È orribile vedere bimbi che ne pagano il prezzo, in vite perse, salute danneggiata e traumi". La sua visita è avvenuta proprio nel giorno in cui l'Agenzia Onu per i rifugiati ha confermato che in un mese sono stati 4 milioni gli ucraini fuggiti dal loro Paese.

VAI ALLO SPECIALE DI RAINEWS “UN MESE DI GUERRA IN UCRAINA”

13:30 31 Mar

Nato: su ritiro Russia mente continuamente

"Vediamo dichiarazioni di ritiro delle forze russe da Kiev ma la Russia ha continuamente mentito sul ritiro. Possiamo giudicare dalle azioni e non dalle parole". Lo ha dichiarato il segretario generale della Nato, Jens Stoltenberg, presentando il suo rapporto annuale per il 2021.

Accolgo con favore gli impegni molto forti di diversi alleati" della Nato "come Polonia, Romania, Germania e molti altri" a investire di più nella difesa perché "insieme questo fa un'enorme differenza", "so che è dura investire nella sicurezza perché questo significa avere meno risorse per salute, istruzione" e altro, "ma se vediamo l'azione aggressiva della Russia contro l'Ucraina ci rendiamo conto che senza la pace non avremo successo in nessun altro settore della nostra società, la pace è la base e abbiamo bisogno di investire di più nella sicurezza". Così il segretario generale della Nato, Jens Stoltenberg.

VAI ALLO SPECIALE DI RAINEWS “UN MESE DI GUERRA IN UCRAINA”

13:12 31 Mar

Draghi: Germania e Italia con import stanno finanziando guerra, serve tetto al prezzo del gas

"Germania e Italia, insieme ad altri Paesi che sono importatori di gas, di petrolio, di carbone, di grano, di mais, di granoturco e altro, stanno finanziando la guerra, non c'e' alcun dubbio, ma e' anche per questo che l'Italia nell'ultimo Consiglio europeo ha spinto cosi' tanto, insieme ad altri Paesi, insieme alla Spagna, insieme alla Grecia, insieme al Belgio e ad altri, verso l'attuazione di un price cap, un tetto al prezzo del gas. Perche' non c'e' nessun motivo sostanziale che il prezzo del gas sia cosi' alto per gli europei". Lo ha affermato il presidente del Consiglio, Mario Draghi, nel corso di un incontro con la stampa estera. 

VAI ALLO SPECIALE DI RAINEWS “UN MESE DI GUERRA IN UCRAINA”

13:05 31 Mar

Peskov: gli Usa non capiscono Putin e il nostro processo decisionale'

"Sembra che né il dipartimento di Stato né il Pentagono sappiano quello che veramente sta succedendo al Cremlino. Semplicemente non capiscono quello che succede, non capiscono il presidente Putin, non capiscono il processo decisionale, non capiscono il modo in cui lavoriamo". Così il portavoce del Cremlino, Dmitry Peskov, replica agli Stati Uniti che hanno detto che i consiglieri di Putin danno al presidente informazioni erronee perché hanno paura di dirgli la verità sulla portata degli errori commessi con l'invasione dell'Ucraina. "Non ci rammarichiamo per questo, ma questo è fonte di preoccupazione - ha aggiunto Peskov, secondo quanto riporta Interfax - perché una tale mancanza di comprensione è la ragione per cui decisioni sbagliate, affrettate vengono prese con conseguenze molto negative".

VAI ALLO SPECIALE DI RAINEWS “UN MESE DI GUERRA IN UCRAINA”

12:58 31 Mar

Draghi: aiutare l'Ucraina è difesa dell'ordine multilaterale. Sono regole che hanno assicurato la pace: difendiamo questi valori

"Aiutare l'Ucraina e mostrarci così uniti e compatti nella guerra è anche difendere l'ordine multilaterale, le regole che ci hanno accompagnato dalla fine della seconda Guerra e hanno dato democrazia, pace e benessere. Il multilateralismo si deve adattare come la globalizzazione ma non si interrompe: difendiamo questi valori con convinzione". Così il premier, Mario Draghi, incontrando la stampa estera. "Multilateralismo è difendere la pace, la Nato è multilaterale".

VAI ALLO SPECIALE DI RAINEWS “UN MESE DI GUERRA IN UCRAINA”

12:32 31 Mar

Draghi: la Cina potrebbe diventare protagonista del processo di pace

"Io ho aspettative positive" sul "ruolo della Cina" che "potrebbe diventare un protagonista di prima grandezza nel processo di pace. Bisogna vedere se le aspettative sono confermate" dal comportamento della Cina. Lo ha detto il premier Mario Draghi alla conferenza stampa alla Stampa Estera rispondendo ad una domanda sul vertice Ue-Cina.

 

VAI ALLO SPECIALE DI RAINEWS “UN MESE DI GUERRA IN UCRAINA”

11:46 31 Mar

Croce Rossa: pronti a guida evacuazione Mariupol da domani

 Il Comitato internazionale della Croce Rossa (Cicr) è pronto "a guidare" le operazioni di evacuazione dei civili dalla città ucraina di Mariupol a partire da domani a condizione di avere le garanzie necessarie. Lo afferma l'organizzazione in un comunicato. "E' disperatamente importante che questa operazione avvenga. Vi dipendono le vite di decine di migliaia di persone di Mariupol", afferma il Cicr.

 

VAI ALLO SPECIALE DI RAINEWS “UN MESE DI GUERRA IN UCRAINA”

11:29 31 Mar

Google: hacker russi hanno cercato di attaccare reti Nato

Secondo un rapporto del Threat Analysis Group di Google, hacker russi hanno cercato di penetrare nelle reti della Nato e delle forze armate di alcuni paesi dell'Europa orientale. Google ha affermato che gli attacchi informatici sono stati lanciati da un gruppo con sede in Russia chiamato Coldriver o Callisto. Il rapporto non specifica quali forze armate siano state prese di mira.

 

VAI ALLO SPECIALE DI RAINEWS “UN MESE DI GUERRA IN UCRAINA”

11:21 31 Mar

Media ucraini: "Soldati russi a Chernobyl senza protezioni"

I militari russi che hanno preso il controllo dell'ex centrale nucleare di Chernobyl all'inizio dell'invasione dell'Ucraina non indossavano tute anti radiazione quando sono arrivati, in particolare quando hanno attraversato una foresta altamente contaminata. Lo riportano diversi media internazionali citando due tecnici ucraini dell'impianto che erano presenti il giorno dell'arrivo delle truppe russe. Questi soldati sarebbero ora in Bielorussia, ricoverati in un centro medico specializzato. 

 

VAI ALLO SPECIALE DI RAINEWS “UN MESE DI GUERRA IN UCRAINA”

10:23 31 Mar

Kiev, proiettili russi al fosforo su Donetsk, bimbi feriti

L'esercito russo ha sparato nella notte proiettili al fosforo nella parte centrale della regione di Donetsk. Lo riporta la Pravda Ucraina citando il capo dell'amministrazione militare regionale di Donetsk Pavlo Kyrylenko. "I russi hanno sparato contro Maryinka, Krasnohorivkae Novomykhailivtsi nella regione di Donetsk con proiettili al fosforo", ha affermato Kyrylenko su Telegram, aggiungendo che "undici feriti sono stati portati in ospedale, 4 di loro erano bambini". 

 

VAI ALLO SPECIALE DI RAINEWS “UN MESE DI GUERRA IN UCRAINA”

09:13 31 Mar

Distrutto municipio di Derhachi, almeno un morto

Almeno una persona è morta e tre sono rimaste ferite in bombardamenti russi sulla città di Derhachi, nella regione di Kharkiv, che hanno distrutto uno degli edifici amministrativi del municipio. Lo riporta il Consiglio comunale, secondo Pravda ucraina. "Nelle ultime 24 ore, gli occupanti hanno bombardato le città e i civili della nostra comunità in modo intenso e cinico. Prudyanka, Slatine, Bezruky e soprattutto Derhachi sono state colpite. Uno degli edifici amministrativi del consiglio comunale è stato completamente distrutto, molte case private in vari distretti hanno subito gravi danni, diverse strade sono senza elettricità". 

 

VAI ALLO SPECIALE DI RAINEWS “UN MESE DI GUERRA IN UCRAINA”

09:04 31 Mar

Quotidiano russo Kommersant: "Gazprom sta valutando blocco forniture di gas verso paesi ostili"

 Gazprom sta valutando la possibilità di un blocco totale delle forniture di gas ai "paesi ostili" e le conseguenze di tale passo. Lo rivelano fonti al quotidiano russo Kommersant. Il pagamento per le consegne in base ai contratti a lungo termine di Gazprom a marzo deve essere effettuato il 1 aprile. Nessuna presa di posizione ufficiale da parte della società. Sempre secondo quanto rivelato da Kommerzant, il rappresentante del presidente della Federazione Russa Dmitry Peskov non ha commentato tali indiscrezioni limitandosi a ribadire che il processo di pagamento del gas russo in rubli non può comunque essere avviato direttamente il 31 marzo: "Il pagamento e le consegne sono un processo che richiede tempo". 

 

VAI ALLO SPECIALE DI RAINEWS “UN MESE DI GUERRA IN UCRAINA”

09:00 31 Mar

Zelensky, Mosca ha parlato apertamente di possibile uso armi nucleari

L'Ucraina e l'Australia sono distanti migliaia di km ma "Il male può attraversare qualsiasi distanza, qualsiasi barriera, e distruggere vite, pensiamo alla minaccia nucleare. La Russia ha parlato apertamente di possibile utilizzo delle armi nucleari contro chi non vuole essere soggiogato". Lo ha detto il presidente ucraino Volodymyr Zelensky rivolgendosi al parlamento australiano. "La Russia è la minaccia del XXI secolo, se non la fermiamo ora altri Paesi potrebbero decidere di attaccare i propri vicini", ha aggiunto il capo di Stato sottolineando che "la sicurezza mondiale si sta decidendo ora". "Nessun paese del mondo potrà sentirsi al sicuro se ci sarà una guerra nucleare", ha aggiunto Zelensky.

 

VAI ALLO SPECIALE DI RAINEWS “UN MESE DI GUERRA IN UCRAINA”

08:43 31 Mar

Corridoio umanitario a Mariupol: pronti 45 bus

"Questa sera abbiamo ricevuto un messaggio dal Comitato Internazionale della Croce Rossa sulla conferma da parte della Russia di essere pronta ad aprire un corridoio umanitario da Mariupol con transito per Berdyansk". Lo rende noto la vice prima ministra Iryna Vereshcuk su Telegram, annunciando l'invio da parte di Kiev di 45 autobus verso Mariupol. "Per oggi sono stati inoltre concordati i seguenti corridoi: ️per la consegna degli aiuti umanitari e l'evacuazione delle persone dalla città di Melitopol; ️per un convoglio di persone con mezzi propri dalla città di Energodar a Zaporizhia".

 

VAI ALLO SPECIALE DI RAINEWS “UN MESE DI GUERRA IN UCRAINA”

06:46 31 Mar
06:40 31 Mar

Le forze di Kiev guadagnano terreno a Chernihiv

Le truppe ucraine avrebbero guadagnato terreno sulle unità russe vicino alla città settentrionale di Chernihiv. E' quanto emerge da un video pubblicato sui social media. Nel video si vedono un certo numero di forze ucraine nel villaggio di Sloboda, a circa 19 chilometri da Chernihiv, e un carro armato russo bombardato e in fiamme. Il villaggio è vitale per gli sforzi ucraini per rompere l'accerchiamento russo della città. 

 

VAI ALLO SPECIALE DI RAINEWS “UN MESE DI GUERRA IN UCRAINA”

06:05 31 Mar

Russia annuncia un cessate il fuoco per evacuare Mariupol

Il ministero della Difesa russo ha annunciato questa mattina un cessate il fuoco locale per consentire l'evacuazione dei civili dalla città portuale assediata di Mariupol, in Ucraina, secondo l'Afp. Un corridoio umanitario da Mariupol a Zaporizhzhia, attraverso il porto di Berdiansk controllato dalla Russia, sarà aperto alle 9, ora italiana.

 

VAI ALLO SPECIALE DI RAINEWS “UN MESE DI GUERRA IN UCRAINA”

05:41 31 Mar

A Chernihiv le forze di Kiev riguadagnano terreno sulle forze russe

Un video pubblicato sui social media  mostra le truppe ucraine guadagnare terreno rispetto alle forze russe vicino alla città settentrionale di Chernihiv. Nel video girato nel villaggio di Sloboda, a circa 19 chilometri da Chernihiv si vedono un certo numero di forze ucraine, un carro armato russo bombardato e in fiamme e per le strade un denso fumo bianco. Il villaggio è vitale per gli sforzi ucraini per rompere l'accerchiamento russo di Chernihiv. Il video è stato geolocalizzato e la sua autenticità è stata verificata dalla Cnn. 

VAI ALLO SPECIALE DI RAINEWS “UN MESE DI GUERRA IN UCRAINA”

05:46 31 Mar
04:30 31 Mar

Difesa Usa: alcune forze russe si sono ritirate da Chernobyl

Alcune forze russe si sono ritirate dal sito nucleare di Chernobyl: lo afferma un alto funzionario della difesa statunitense, come riporta la Cnn. Chernobyl è caduta in mani russe nei primi giorni dell'invasione alla fine di febbraio, innescando i timori che gli standard di sicurezza all'interno della zona possano essere compromessi. Il ritiro arriva mentre una parte delle truppe russe vicino alla capitale ucraina si è riposizionata.

VAI ALLO SPECIALE DI RAINEWS “UN MESE DI GUERRA IN UCRAINA”

04:28 31 Mar

L'Ucraina tratta con la Polonia per chiudere il confine con Minsk

L'Ucraina sarebbe in trattative con la Polonia sulla chiusura completa del confine con la Bielorussia. Lo scrive l'agenzia di stampa Ukrinform, precisando che l'ambasciatore dell'ucraina in Polonia, Andriy Deshchytsia, ha affermato che si sta discutendo della possibilità di chiudere completamente il confine polacco con la Bielorussia, indipendentemente dalla decisione dell'Ue. Deshchytsia ha affermato anche che i diplomatici ucraini stanno tenendo colloqui con Lituania, Lettonia ed Estonia sulla chiusura dei loro confini. 

VAI ALLO SPECIALE DI RAINEWS “UN MESE DI GUERRA IN UCRAINA”

04:09 31 Mar

La guerra entra nella fase cruciale per le forze ucraine

La guerra in Ucraina sta entrando in un "periodo cruciale" poiché le truppe russe riorientano i loro sforzi e il presidente russo, Vladimir Putin, diventa sempre più disperato: lo ha detto alla Cnn il senatore degli Stati Uniti, Angus King. "Le prossime due settimane saranno davvero cruciali per vedere se le forze ucraine possono mantenere lo straordinario livello di combattimento che hanno avuto nelle ultime settimane", ha detto King, un indipendente del Maine. King ha parlato con la Cnn dopo aver ricevuto un briefing riservato dai funzionari dell'amministrazione statunitense.

VAI ALLO SPECIALE DI RAINEWS “UN MESE DI GUERRA IN UCRAINA”

04:05 31 Mar

Kiev, almeno un anno per un referendum sulla neutralità

Potrebbe volerci almeno un anno prima che l'Ucraina tenga un referendum sulla sua neutralità. Lo ha affermato il capo della delegazione Ucraina ai colloqui di pace con la Russia, stando a quanto scrive la Bbc. La neutralità ucraina è una richiesta fondamentale della Russia per porre fine alla guerra. A inizio settimana il presidente ucraino, Volodymyr Zelensky, aveva dichiarato di essere aperto a tale idea, a condizione che l'Ucraina riceva garanzie di sicurezza. In un'intervista televisiva, il negoziatore ucraino, David Arakhamia, ha affermato che tale decisione dovrebbe essere presa in definitiva dal popolo ucraino, piuttosto che dai politici, in un referendum nazionale. "Dichiarare la neutralità - ha detto - richiederebbe la registrazione di tre milioni di firme. Questa è una grande procedura che non può aver luogo al di fuori del territorio pacifico", ha concluso. 

VAI ALLO SPECIALE DI RAINEWS “UN MESE DI GUERRA IN UCRAINA”

03:31 31 Mar

Ucraina e costi energia, il presidente Biden parlerà oggi delle nuove misure

L'amministrazione Biden starebbe valutando la possibilità di sbloccare circa un milione di barili di petrolio al giorno dalle riserve strategiche Usa. Lo riferisce Bloomberg citando fonti informate. Il petrolio sarebbe sbloccato nel corso di diversi mesi nel tentativo di abbassare i prezzi della benzina, aumentati dopo l'invasione dell'Ucraina da parte della Russia. Secondo le fonti, la quantità totale liberata dalle riserve strategiche potrebbe ammontare a 180 milioni di barili. Alle 19.30 italiane, le 13.30 locali, Biden parlerà dalla Casa Bianca sulle misure per ridurre l'impatto della guerra di Putin sui prezzi dell'energia. 

VAI ALLO SPECIALE DI RAINEWS “UN MESE DI GUERRA IN UCRAINA”

03:05 31 Mar

Usa, Blinken: Putin male informato sui progressi in Ucraina

Rispondendo ad una domanda sulle notizie secondo cui il presidente russo, Vladimir Putin, è stato male informato dai suoi stessi generali sui progressi in Ucraina, il segretario di stato americano, Anthony Blinken, ha affermato che "l'incapacità di dire la verità a chi sta al potere" è un "tallone d'Achille" dei governi autoritari. Lo riportano i giornalisti al seguito del segretario in missione in Algeria. La Casa Bianca, nel briefing quotidiano ha confermato che il leader del Cremlino sia male informato dai suoi sull'andamento della guerra, mentre il portavoce del Pentagono, John Kirby, ha affermato che i funzionari della difesa degli Stati Uniti trovano la valutazione "sconcertante". 

VAI ALLO SPECIALE DI RAINEWS “UN MESE DI GUERRA IN UCRAINA”

02:41 31 Mar

Usa, isolare la Russia sulla scena internazionale, ha violato i principi

La vicesegretaria di stato degli Usa, Wendy Sherman, ha parlato oggi con i suoi omologhi di Francia, Germania, Gran Bretagna e Italia per mettere a punto ulteriori piani per assistere l'Ucraina. Lo riferisce il dipartimento di stato americano in una nota. Per l'Italia c'era il segretario generale della Farnesina, Ettore Sequi. "Continueremo a lavorare insieme per mettere il Cremlino di fronte alle responsabilità della sua guerra brutale", ha detto Sherman ribadendo il sostegno degli Stati Uniti agli sforzi diplomatici dell'Ucraina per raggiungere un cessate il fuoco. È stata anche discussa "la necessità che tutti i paesi, inclusa la Cina si astengano dal fornire supporto materiale alla Russia", il deterioramento della situazione umanitaria in Ucraina e l'impatto della guerra di Putin sulla sicurezza alimentare globale. I rappresentanti di Usa, Francia, Germania, Gran Bretagna e Italia hanno infine concordato sull'importanza di continuare "negli sforzi coordinati per isolare la Russia sulla scena internazionale, dopo la sua flagrante violazione del diritto e dei principi internazionali". 

VAI ALLO SPECIALE DI RAINEWS “UN MESE DI GUERRA IN UCRAINA”

02:34 31 Mar

Sindaco di Irpin: “Mezza città è distrutta”

Il sindaco della città ucraina di Irpin, nell'oblast di Kiev, Oleksandr Markushin, ha detto che metà della città è stata distrutta. Lo riporta la Cnn. "Il 50% della città e le infrastrutture critiche sono state distrutte e le macerie non sono state rimosse", ha detto il primo cittadino nel corso di una conferenza stampa. Le forze russe hanno attaccato Irpin negli ultimi giorni, ma la città è ora sotto il pieno controllo ucraino. Il sindaco ha affermato che, nonostante i combattimenti, molte persone rimangono ancora in città. 

VAI ALLO SPECIALE DI RAINEWS “UN MESE DI GUERRA IN UCRAINA”

01:54 31 Mar

La Slovacchia espellerà 35 diplomatici russi

La Slovacchia ha riferito che espellerà 35 diplomatici russi sulla base di informazioni fornite dai servizi segreti. La mossa arriva un giorno dopo che i paesi dell'Ue Belgio, Paesi Bassi, Irlanda e Repubblica Ceca hanno tutti annunciato l'espulsione di decine di diplomatici russi sospettati di spionaggio. C'erano state in precedenza altre espulsioni da parte degli Stati Uniti e della Polonia. La Slovacchia "ridurrà il personale dell'ambasciata russa a Bratislava di 35 unità", ha detto all'Afp il portavoce del ministero degli esteri, Juraj Tomaga. "Ci dispiace che dopo le precedenti espulsioni di diplomatici russi negli ultimi due anni, la missione diplomatica non abbia mostrato alcun interesse a operare correttamente in Slovacchia", ha aggiunto. 

VAI ALLO SPECIALE DI RAINEWS “UN MESE DI GUERRA IN UCRAINA”

01:19 31 Mar

Zelensky: “Il sostegno degli Usa è vitale per noi”

"Ho ringraziato gli Stati Uniti per il nuovo pacchetto di aiuti umanitari da 1 miliardo di dollari e ulteriori 500 milioni di dollari a sostegno del bilancio diretto. E ho sottolineato che in questo momento è un punto di svolta". Lo ha detto il presidente ucraino Volodymyr Zelensky, riferendosi alla telefonata avuta con il presidente degli Stati Uniti, Joe Biden. La conversazione è stata "molto dettagliata" ed "è durata un'ora", ha spiegato. 

"Ho detto al presidente Biden di cosa ha bisogno l'Ucraina. Sono stato il più sincero possibile con lui. Il sostegno degli Stati Uniti è vitale per noi. E ora è particolarmente importante dare una mano all'Ucraina, per mostrare tutto il potere del mondo democratico", ha aggiunto Zelensky.

VAI ALLO SPECIALE DI RAINEWS “UN MESE DI GUERRA IN UCRAINA”

01:12 31 Mar

Kiev, campagna di semina durante la guerra

Nonostante la guerra in Ucraina, la campagna di semina è iniziata. Undici regioni hanno iniziato a seminare colture primaverili. Secondo le informazioni dell'Ukranian Business Club, la superficie seminata prevista per il raccolto 2022 nel territorio controllato dall'Ucraina è di 14,9 milioni di ettari, ovvero il 72% delle aree tradizionali. L'Ucraina ha circa 28,4 milioni di ettari di aree seminate sotto vari tipi di colture. Di questi, 7,6 milioni di ettari sono già utilizzati per colture invernali, il resto è destinato a colture primaverili: grano, mais, girasole, orzo, grano saraceno, soia, patate, ortaggi vari e altro ancora.

VAI ALLO SPECIALE DI RAINEWS “UN MESE DI GUERRA IN UCRAINA”

00:53 31 Mar

Alto funzionario di Kiev, nuovi colloqui online il primo aprile

Russia e Ucraina riprenderanno i loro colloqui di pace online il 1 aprile: lo riferisce un alto funzionario ucraino dopo che l'ultimo round di negoziati si è concluso in Turchia. Il negoziatore ucraino, David Arakhamia, afferma in un post online che l'Ucraina aveva proposto che i due leader dei paesi si incontrassero, ma la Russia ha risposto che occorre lavorare ancora su una bozza di accordo. 

VAI ALLO SPECIALE DI RAINEWS “UN MESE DI GUERRA IN UCRAINA”

00:51 31 Mar

Intelligence UK: alcuni soldati russi rifiutano gli ordini

Il capo del quartier generale delle comunicazioni del governo (GCHQ), Jeremy Fleming, ha affermato che ci sono nuove informazioni che mostrano che alcuni soldati russi in Ucraina hanno sabotato la propria attrezzatura e abbattuto accidentalmente uno dei propri aerei. Lo riferisce Reuters secondo quanto riportato dal Guardian. "Abbiamo visto soldati russi, a corto di armi e morale, rifiutarsi di eseguire gli ordini, sabotare il proprio equipaggiamento e persino abbattere accidentalmente il proprio aereo", ha detto Fleming in un discorso a Canberra presso l'Australian National University.

VAI ALLO SPECIALE DI RAINEWS “UN MESE DI GUERRA IN UCRAINA”

00:21 31 Mar

Unhcr, non riusciamo a comunicare con i nostri dipendenti a Mariupol

L'Agenzia delle Nazioni Unite per i Rifugiati (Unhcr) non è in grado di comunicare con alcuni dei suoi dipendenti nella città portuale ucraina di Mariupol. Ad affermarlo alla Cnn è l'Alto Commissario, Filippo Grandi. "Alcuni sono riusciti ad andare via. Altri sono ancora dentro e non possiamo comunicare con loro a questo punto", spiega Grandi che poi ha chiesto "impegni fermi" affinché non ci siano combattimenti per gestire i corridoi di evacuazione. "Abbiamo bisogno di quelle rassicurazioni, altrimenti non possiamo farlo", ha aggiunto.

VAI ALLO SPECIALE DI RAINEWS “UN MESE DI GUERRA IN UCRAINA”

23:58 30 Mar

Zelensky: "Non crediamo a nessuno sulla de-escalation russa"

Non crediamo a nessuno": lo ha affermato il presidente ucraino Volodymyr Zelensky in merito agli annunci russi in merito ad una de-escalation del conflitto in alcune regioni del Paese. "Non crediamo a nessuno, a nemmeno una di queste belle frasi", ha affermato Zelensky in un messaggio video alla nazione, aggiungendo che le truppe russe si stanno riorganizzando solo per attaccare nella regione orientale del Donbass. "Non concederemo niente - ha aggiunto -combatteremo per ogni metro del nostro territorio".

VAI ALLO SPECIALE DI RAINEWS “UN MESE DI GUERRA IN UCRAINA”