L'invasione russa

Live guerra in Ucraina, la cronaca minuto per minuto: giorno 37

Il conflitto in tempo reale
Live guerra in Ucraina, la cronaca minuto per minuto: giorno 37
AP Photo/Alexei Alexandrov
Ucraina, i danni della conflitto a Mariupol
23:52 01 Apr

La Casa Bianca: attacco a Belgorod? Putin unico aggressore

La Casa Bianca ha detto di non essere in grado di commentare le accuse del Cremlino contro Kiev per l'attacco contro un deposito di carburante a Belgorod e ha mantenuto la sua attenzione su Mosca, accusando Vladimir Putin per aver "iniziato questa guerra" ed elogiando la resistenza degli ucraini contro la "brutalità russa non provocata". "Qui c'è un solo aggressore e questo è il presidente Putin e l'esercito russo ai suoi ordini", ha detto la portavoce Jen Psaki, poco prima che Kiev negasse ogni responsabilità.
 

23:21 01 Apr

Il Cremlino: rafforziamo i confini occidentali per scoraggiare attacchi

Il presidente russo Vladimir Putin ha ordinato ai militari di rafforzare i confini occidentali del Paese in modo che nessuno possa mai pensare di lanciare un attacco. Lo ha dichiarato il portavoce del Cremlino, Dmitry Peskov, alla principale rete televisiva della Bielorussia. Peskov ha spiegato che il ministro della Difesa, Sergei Shoigu, sta lavorando a un piano di sicurezza. "Ovviamente questo sarà fatto in modo da renderci sicuri e assicurarci che non passi per la mente a nessuno di attaccarci", ha aggiunto.

22:55 01 Apr

Alcuni bus con a bordo abitanti di Mariupol arrivano a Zaporizhzhia

Una colonna di autobus con a bordo cittadini in fuga dalla città assediata di Mariupol è giunta a Zaporizhzhia. Lo ha constatato l'agenzia di stampa francese Afp sul posto. I funzionari stanno controllando le persone e i loro documenti prima di farli scendere dagli autobus. Quasi tutti, riporta la Cnn, dicono che la loro casa è stata distrutta a Mariupol. Le autorità hanno riscontrato diversi problemi nell'evacuare i civili dalla città nel sudest dell'Ucraina martoriata dall'attacco russo: la Croce Rossa ha dovuto rinviare le operazioni a domani. Gli autobus hanno trasportato i residenti di Mariupol che erano riusciti a raggiungere la città di Berdyansk, occupata dalle forze russe, dove erano stati prelevati dal convoglio che trasportava numerosi altri sfollati, secondo le testimonianze raccolte dall'Afp e i funzionari ufficiali.
 

22:20 01 Apr

Kiev: sono 31 i morti nell'attacco al palazzo del governo regionale a Nikolaev

Il bilancio delle vittime del bombardamento all'edificio dell'amministrazione regionale di Nikolaev si è aggravato: i morti sono 31. Lo rendono noto le autorità locali, secondo quanto riferisce Ukrinform. "I corpi di 30 persone sono stati estratti dalle macerie, un altro è morto in ospedale", si legge in un comunicato. 

21:44 01 Apr

Gli Usa: abbiamo fornito a Kiev materiale in caso di attacco chimico russo

Gli Usa stanno fornendo all'Ucraina materiale nel caso la Russia usi armi chimiche: lo ha detto la portavoce della Casa Bianca, Jen Psaki. "Gli Stati Uniti e i membri della comunità internazionale hanno ripetutamente messo in guardia sulla possibilità che la Russia utilizzi armi chimiche o biologiche in Ucraina e che Mosca sta forse pianificando un'operazione sotto falsa bandiera", ha detto Psaki in un briefing. "Nel tentativo di assistere i nostri partner ucraini, il governo degli Stati Uniti sta fornendo al governo dell'Ucraina attrezzature e forniture salvavita che possono essere messe in campo nel caso in cui la Russia utilizzi armi chimiche o biologiche contro l'Ucraina".

21:16 01 Apr

Fonti ucraine: "Missili russi sulla regione di Odessa, ci sono vittime"

La Russia ha colpito con tre missili balistici Iskander la regione di Odessa. Lo ha denunciato il capo dell'amministrazione statale regionale Maxim Marchenko, aggiungendo che "ci sono vittime". Lo riporta Ukrinform.
 

20:55 01 Apr

Metsola a Kiev: con il premier ucraino abbiamo parlato di sanzioni più estese

"L'Europa rimarrà unita e abbinerà la forza contro gli aggressori alla compassione per coloro che fuggono dall'Ucraina. Parlando con diversi leader politici a Kiev, ho ribadito che il Parlamento europeo rimarrà al loro fianco, portando avanti la democrazia parlamentare". Così in un tweet la presidente del Parlamento europeo, Roberta Metsola, oggi a Kiev. L'invasione dell'Ucraina - scrive Metsola in un altro tweet - è ingiustificata e inaccettabile. Con il primo ministro ucraino Denys Shmyhal  si è parlato della necessità di sanzioni sempre più estese. Dobbiamo andare ancora oltre. L'Europa arriverà a quel punto". 

20:26 01 Apr

Sindaco: 200 guardie nazionali fatte prigioniere a Chernobyl portate via dai russi in ritirata

Il sindaco di Slavutych, la città ucraina dove vive la maggior parte dei lavoratori della centrale di Chernobyl, ha dichiarato che circa 200 membri della guardia nazionale ucraina sono stati fatti prigionieri dalle truppe russe nella loro ritirata dal sito nucleare. Yuri Fomichev ha detto alla Bbc di considerarli "prigionieri di guerra" e di stare lavorando "a uno scambio di prigionieri". Fomichev ha aggiunto che non è ancora certo che le forze russe abbiano lasciato l'intera area di Chernobyl, una "zona molto grande" che "non possiamo monitorare interamente", "sappiamo soltanto quello che accade nelle immediate vicinanze della centrale dove si trovano i lavoratori".

19:32 01 Apr

Il premier ucraino Shmyhal: Mosca vuole una crisi alimentare globale

 "Le intenzioni della Russia sono ovvie: dopo la crisi energetica causata alla fine dello scorso anno e all'inizio di quest'anno in Europa e nel mondo ingenerale, il loro obiettivo ora è quello di provocare una crisi alimentare globale. Lo stanno già facendo. Ora stanno distruggendo parte dei granai in Ucraina e stanno impedendo le esportazioni di grano dai porti ucraini con il blocco navale". Lo ha detto il primo ministro ucraino Denys Shmyhal in un discorso alle TV del Paese, secondo quanto riferisce Ukrinform. Tuttavia, secondo il primo ministro, l'Ucraina insieme ai suoi partner "sta già agendo per garantire l'esportazione del grano e degli altri prodotti".

19:07 01 Apr

Kiev smentisce l'attacco al deposito di combustibile russo a Belgorod

Il Segretario del Consiglio di Sicurezza ucraino, Oleksiy Danilov, ha smentito che Kiev sia responsabile dell'attacco contro un deposito di combustibile nella località russa di Belgorod. "Per un qualche motivo dicono che lo abbiamo fatto noi, ma in base alle nostre informazioni ciò non corrisponde alla realtà", ha commentato parlando alla televisione di Stato ucraina

19:02 01 Apr

Bucha, la cittadina vicino a Kiev occupata dai russi il 27 febbraio, è stata liberata. Lo annuncia il sindaco

La cittadina di Bucha, nel nord ovest di Kiev, è stata liberata. Lo ha affermato il sindaco Anatolii Fedoruk in un video postato dal Kiev Independent. Il primo cittadino ha ringraziato le forze armate ucraine per aver liberato la città, occupata dall'esercito russo il 27 febbraio. "Il 31 marzo passerà alla storia della nostra città", ha detto. Nei giorni scorsi era stata liberata la vicina cittadina di Irpin.

18:45 01 Apr

La Croce Rossa: "Impossibile" procedere all'evacuazione di Mariupol

E' stato "impossibile" procedere all'evacuazione di Mariupol anche oggi, secondo il Comitato Internazionale della Croce Rossa. Domani si farà domani un nuovo tentativo

18:31 01 Apr

Spento l'incendio al deposito di petrolio a Belgorod

L'incendio al deposito petrolifero di Belgorod, in Russia, è stato domato. Lo ha reso noto il governatore della regione al confine con l'Ucraina, come riporta la Tass. L'area, ha denunciato Mosca, era stata colpita nella notte da un raid aereo degli ucraini.

17:39 01 Apr

Kiev: secondo scambio di prigionieri con la Russia

"Per ordine del presidente Zelensky, si è appena svolto il secondo scambio di prigionieri (con i russi). Abbiamo riportato a casa 86 dei nostri soldati! 15 di loro sono donne!". Lo ha annunciato su Facebook la vicepremier ucraina Iryna Vereshchuk. "A tutti colo che sono ancora prigionieri - ha aggiunto -: lotteremo per ognuno di voi. Vi riporteremo tutti a casa, tenete duro!".

17:15 01 Apr

Fonti Ue: governi uniti su no a rubli per il gas

I governi europei sono compatti nel rifiutare il ricatto di Vladimir Putin di pagare in rubli le forniture di gas e stanno valutando quali siano le vere intenzioni del Cremlino a riguardo. E' quanto si apprende a Bruxelles da fonti vicine al dossier, che mettono in luce un clima di incertezza e perplessità sul decreto russo. Questa mattina gli ambasciatori Ue si sono incontrati per discutere la questione e, da quanto riferito, dalla riunione è emersa una chiara indicazione da parti di tutti i 27 sul fatto che i contratti debbano essere osservati e rispettati nelle valute previste, vale a dire euro o dollari.

17:05 01 Apr

Kiev: università di Kharkiv distrutta dai raid russi

L'Università Nazionale di Karazin è stata "completamente distrutta" dagli attacchi aerei dell'esercito russo a Kharkiv. Lo ha riferito il viceministro dell'Istruzione ucraino Andriy Vitrenko, secondo quanto riporta la tv ucraina Priamyi. I corsi e le attività verranno spostati in un "luogo più sicuro", ha aggiunto. Kazanin è uno dei principali atenei dell'Ucraina, il secondo più antico dopo quello di Leopoli.

16:59 01 Apr

Erdogan a Putin: incontratevi con Zelensky in Turchia

Il presidente turco Recep Tayyp Erdogan, durante un colloquio telefonico con Vladimir Putin, ha ribadito l'offerta di ospitare un incontro tra il leader russo ed il presidente ucraino Volodymyr Zelensky. Lo riporta l'agenzia Anadolou su Twitter.

16:38 01 Apr

Xi a Ue, promuovere colloqui e una pace duratura

Insistere sulla promozione dei colloqui di pace, prevenire una crisi umanitaria più ampia, costruire una pace duratura in Europa ed Eurasia, e prevenire il diffondersi dei conflitti regionali: sono le quattro proposte del presidente cinese Xi Jinping per risolvere la guerra tra Ucraina e Russia presentate nel summit con l'Ue. Nel resoconto dei media ufficiali, Xi ha notato che "la crisi in Ucraina si è aggiunta alla lunga pandemia del Covid-19 e a un'incerta ripresa economica globale". Cina e Ue, quali "grandi forze, grandi mercati e grandi civiltà, devono aumentare la comunicazione sulle questioni su pace e sviluppo globali".

16:31 01 Apr

Macron riceve all'Eliseo il sindaco di Melitopol

l presidente francese, Emmanuel Macron, ha ricevuto oggi il sindaco della città ucraina di Melitopol, Ivan Fedorov, al quale ha promesso che continuerà a sostenere Kiev di fronte all'invasione russa.   L'incontro è avvenuto all'Eliseo dopo una nuova telefonata fra Macron e il presidente ucraino Volodymyr Zelensky. Fedorov, ricevuto insieme a 4 deputate ucraine, è stato detenuto dalle forze russe e poi liberato nell'ambito di uno scambio di prigionieri. "Siamo contenti di vederla qui, libero - gli ha detto Macron - e non oso immaginare quello che ha vissuto, siamo rimasti tutti sconvolti quando l'hanno portata via". Dopo il rapimento di Fedorov, l'11 marzo, Zelensky aveva telefonato a Macron e al cancelliere tedesco, Olaf Scholz, chiedendo aiuto per la sua liberazione. Fedorov è stato liberato qualche giorno dopo.

16:04 01 Apr

Gazprom notifica ai clienti europei lo switch ai rubli

Gazprom ha iniziato a notificare ai clienti il nuovo meccanismo per i pagamenti del gas dando indicazioni tecniche, dopo che il Cremlino ha ordinato un nuovo sistema che prevede obbligatoriamente la conversione dei pagamenti in rubli. Lo comunica il gruppo statale russo del gas nel suo canale Telegram,  spiegando che "come società russa Gazprom è incondizionatamente e pienamente assoggettata alla legge russa "ma che "è un partner responsabile e continuerà ad esportare gas ai clienti in maniera sicura".

16:02 01 Apr

La First Lady ucraina scrive al Papa: grazie le per cure ai bimbi

La First Lady ucraina, Olena Zelenska, ha scritto una lettera a Papa Francesco per ringraziarlo dell'accoglienza dei bambini feriti dalla guerra all'ospedale Bambino Gesù. Lo riferisce l'ambasciatore dell'Ucraina presso la Santa Sede Andrii Yurash. La moglie del premier Volodimir Zelensky ha inviato una lettera di ringraziamento anche alla presidente del Bambino Gesù Mariella Enoc.

15:55 01 Apr

Metsola: sono a Kiev per dare un messaggio di speranza

"Sono a Kiev per dare un messaggio di speranza". Lo scrive su twitter la presidente del Parlamento europeo Roberta Metsola. "La resistenza e il coraggio degli ucraini hanno ispirato il mondo. Siamo con voi. Grazie a Ruslan Stefanchuk per l'invito", conclude ringraziando il presidente della Verkhovna Rada, il parlamento ucraino.

15:52 01 Apr

Iniziato colloquio Erdogan-Putin

E' iniziato il colloquio telefonico tra il presidente russo Vladimir Putin e il presidente turco Recep Tayyip Erdogan. Lo riferiscono i media turchi. Parlando oggi dopo le preghiere del venerdì Erdogan, che ieri ha avuto un colloquio telefonico anche con il presidente ucraino Volodymyr Zelensky, ha affermato che un incontro tra i due leader potrebbe tenersi a Istanbul.

15:52 01 Apr

von der Leyen: sulla guerra in gioco la reputazione di Pechino

"E' in gioco la reputazione della Cina. Si tratta di fiducia, affidabilità e decisioni su investimenti a lungo termine. Ogni giorno gli scambi tra Ue e Cina ammontano a 2 miliardi di euro. Quelli tra Cina e Russia a 330 milioni. Nessuno ha interesse a prolungare la guerra e a sconvolgere ulteriormente l'economia mondiale". Lo ha dichiarato la presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen, al termine del vertice Ue-Cina.

15:16 01 Apr

Zelenski parla con Macron su garanzie di sicurezza

l presidente dell'Ucraina Volodymyr Zelensky ha avuto un colloquio con il presidente francese Emmanuel Macron. Lo annuncia Zelensky su twitter. I due hanno parlato "di contrastare l'aggressione russa", "del processo negoziale, del corso e delle prospettive, dell'importanza delle garanzie di sicurezza". "L'iniziativa francese sui corridoi umanitari da Mariupol deve essere attuata!", ha aggiunto il capo dello stato ucraino.

14:55 01 Apr

Il sindaco di Kiev: pesanti scontri vicino alla città

Il sindaco di Kiev, Vitaliy Klitschko, ha affermato che si stanno combattendo "enormi" battaglie a nord e ad est della capitale ucraina. Lo riferisce il Guardian. Klitschko ha lanciato un avvertimento ai residenti che sono fuggiti dalla città. Il governatore regionale di Kiev aveva affermato oggi che le forze russe si stavano ritirando in alcune aree intorno alla capitale ma rafforzando le loro posizioni in altre.

14:53 01 Apr

Kuleba: Chernobyl di nuovo a noi, ora controlli con Aiea

Il ministro degli Esteri dell'Ucraina, Dmytro Kuleba, ha annunciato che il governo di Kiev ha ora di nuovo il controllo della centrale nucleare di Chernobyl e che lavorerà con l'agenzia atomica dell'Onu (Aiea) per determinare cosa abbiano fatto i russi e arginare eventuali pericoli. I soldati russi hanno lasciato il sito nucleare oggi, dopo averne restituito il controllo agli ucraini. Kuleba, parlando in conferenza stampa a Varsavia, ha accusato i russi di essersi comportati in modo irresponsabile nell'impianto nelle oltre quattro settimane in cui ne hanno avuto il controllo, impedendo allo staff di adempiere ai propri obblighi e scavando fossati in zone contaminate. Ha inoltre accusato il governo russo di avere esposto i soldati a radiazioni, mettendo in pericolo la loro salute.

14:16 01 Apr

Il sindaco di Chernihiv: distrutto reparto oncologia ospedale

Il sindaco di Chernihiv, città dell'Ucraina settentrionale, ha affermato che i bombardamenti russi hanno distrutto il reparto di oncologia di un ospedale. "Alcuni proiettili hanno colpito direttamente l'ospedale regionale e uno degli edifici, l'unità oncologica, è stata completamente distrutta. Tre persone hanno riportato gravi ferite", ha detto il primo cittadino Vladyslav Atroshenko alla Cnn.

13:56 01 Apr

Onu: oltre 4,1 milioni di ucraini sono fuggiti dalla guerra

Il numero di rifugiati ucraini in fuga dalla guerra nel loro Paese ha superato i 4,1 milioni. Lo hanno annunciato oggi le Nazioni Unite, aggiungendo: "Questa tragedia deve finire".   Il flusso di persone in fuga attraverso i confini occidentali per sfuggire all'assalto russo si è attestato a circa 40.000 al giorno nell'ultima settimana. L'Unhcr, l'agenzia delle Nazioni Unite per i rifugiati, ha affermato che 4.102.876 ucraini sono fuggiti dal paese dall'invasione del 24 febbraio, una cifra in aumento di 43.771 unità rispetto ai numeri di ieri. Più di 3,4 milioni sono fuggiti a marzo. "Obbligati ad andare via per salvarsi la vita. Costretti a lasciare le loro case. Costretti a separarsi dalla famiglia. Questa tragedia deve finire", ha affermato l'agenzia Onu. Donne e bambini rappresentano il 90 per cento di coloro che sono fuggiti. La metà di questi sono bambini.   Quasi sei rifugiati ucraini su 10 (2.384.814 finora) sono entrati in Polonia. A seguire la Romania con un totale di623.627 ucraini, mentre in Ungheria sono entrati al momento374.535 ucraini. Un totale di 292.039 persone hanno attraversato il confine dell'Ucraina con la Slovacchia. 

13:45 01 Apr

Erdogan: già oggi possibile data per Putin-Zelensky

Il presidente turco Recep Tayyip Erdogan ha dichiarato oggi che per l'incontro tra i presidenti di Russia e Ucraina, Vladimir Putin e Volodimir Zelensky, c'è stato un 'positivo avvicinamento' che potrebbe portare alla definizione oggi stesso di una data per l'incontro. "Ho parlato con Zelensky ieri e oggi alle 16 parlerò con Putin. Con il risultato del negoziato che ha avuto luogo tra delegazioni è ora tempo che i due leader si parlino per compiere dei passi per risolvere l'impasse legata allo status di Donbass e Crimea. Con i colloqui di oggi si definirà una data per l'incontro. Su questo argomento ci siamo resi disponibili a ospitare l'incontro. Zelensky ha un approccio positivo, come anche Putin in passato. Oggi ci parlerà e definiremo la data". ha detto Erdogan

13:37 01 Apr

'Al via l'evacuazione di 2mila civili da Mariupol"

E' in corso l'evacuazione di circa 2mila civili dalla città assediata di Mariupol. Lo riferisce il Guardian citando il consiglio comunale cittadino. Molte auto private si sono unite ai 42 bus scortati dai veicoli della Croce rossa e del Servizio di emergenza ucraino dalla vicina Berdyanske diretti verso Zaporizhzhia, afferma il consiglio comunale di Mariupol su Telegram,.

13:30 01 Apr

Michel: la Cina usi la sua influenza per fermare la guerra

"La comunità internazionale, in particolare la Cina e l'Ue, hanno la responsabilità reciproca di utilizzare la loro influenza congiunta e diplomazia per porre fine alla guerra russa in Ukraine e alla connessa crisi umanitaria". Così il presidente del Consiglio Ue Charles Michel su Twitter dopo i colloqui in videocollegamento con il premier cinese Li Keqiang e in attesa di quelli con il presidente Xi Jinping.

13:35 01 Apr

Kuleba: no comment su attacco Belgorod

Il ministro degli Esteri ucraino, Dmytro Kuleba, non ha voluto confermare né smentire le accuse di Mosca secondo cui le forze di Kiev hanno lanciato un attacco contro la città russa di Belgorod, facendo esplodere un deposito di petrolio. "Non posso né confermare né respingere la dichiarazione secondo cui l'Ucraina è coinvolta in questo (attacco) perché non possiedo tutte le informazioni militari", ha affermato Kuleba, durante un punto stampa in Polonia. 

13:23 01 Apr

Premier Li a Ue: contrari a divisione in blocchi

Sulla questione dell'Ucraina, il premier cinese Li Keqiang "ha affermato che la Cina si oppone sia a una guerra calda sia a una guerra fredda; si oppone alla divisione in blocchi e alla presa di posizione". Lo scrive su Twitter il direttore generale per gli Affari europei del ministero degli Esteri di Pechino, Wang Lutong.

12:58 01 Apr

Mosca: posizione su Crimea e Donbass "invariata"

La posizione russa sulla Crimea e il Donbass "rimane invariata". Lo ha detto, confermando la ripresa dei colloqui in formato "online" fra delegazioni russa e ucraina il capo negoziatore di Mosca, e assistente del presidente Vladimir Putin, Vladimir Medinsky.

12:53 01 Apr

Iniziati i colloqui Russia-Ucraina in video collegamento

Sono iniziati i nuovi colloqui tra Russia e Ucraina, questa volta in videocollegamento. Lo riferisce un negoziatore russo.

12:20 01 Apr

Cremlino: oggi telefonata Putin-Erdogan

l presidente russo Vladimir Putin avrà oggi un colloquio telefonico con il presidente turco Recep Tayyip Erdogan. Lo rende noto il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov.

12:20 01 Apr

Cremlino: raid a Belgorod non favorisce i colloqui di pace

La Russia reagisce al sospetto attacco ucraino a un deposito petrolifero russo a Belgorod, appena a nord del confine ucraino: il Cremlino ha sostenuto che il raid al deposito di carburante non crea le condizioni favorevoli per portare avanti i colloqui di pace, ha riferito la Reuters. Il portavoce Dmitry Peskov ha indicato che il presidente russo Vladimir Putin è stato informato dell'incidente e ha aggiunto che si sta facendo tutto il possibile per riorganizzare la catena di approvvigionamento del carburante per evitare interruzioni nella città. 

12:15 01 Apr

Cremlino: gas in rubli ora opzione migliore ma revocabile

La decisione di fornire gas solo se pagato in rubli potrà essere annullata in futuro, ma ora è l'opzione più affidabile per la Russia. Lo ha sottolineato il Cremlino, secondo quanto riporta la Tass.

11:59 01 Apr

Media: "Putin malato, avrebbe un cancro alla tiroide". Il Cremlino smentisce

Il presidente russo Vladimir Putin avrebbe una tumore alla tiroide. Lo indica il media indipendente russo Proekt in una lunga inchiesta in cui riporta l'elenco dei medici personali che accompagnano il presidente russo nei suoi viaggi. "Dall'inizio del primo mandato di Putin, il Cremlino iniziò a nascondere informazioni sulla salute dell'allora giovane presidente, anche quando cadde da cavallo, ferendosi alla schiena", si legge nella lunga inchiesta. "L'anziano Putin è ora accompagnato da un vasto team di medici, tra cui un chirurgo specializzato in cancro alla tiroide", spiega Proekt. Il Cremlino smentisce le indiscrezioni sul fatto che il presidente russo Vladimir Putin avrebbe un cancro alla tiroide. Il portavoce del Cremlino Dmytry Peskov, secondo quanto riporta la Prdavda Russa, ha detto che ilf atto non è vero.

11:55 01 Apr

Mosca, attacco Belgorod peserà su colloqui

L'attacco ucraino a Belgorod, in Russia, peserà sui colloqui. Lo ha affermato il portavoce del Cremlino, Dmitry Peskov. Mosca ha accusato le forze di Kiev di aver compiuto un raid contro la città russa che si trova al di là del confine settentrionale ucraino: due elicotteri hanno lanciato missili, facendo scoppiare un deposito di petrolio. Si tratta del primo attacco ucraino sul suolo russo dall'avvio dell'invasione. Kiev tuttavia non ha confermato.

11:46 01 Apr

Lavrov: ucraini molto più comprensivi su Crimea e Donbass

I colloqui di pace devono continuare. L'Ucraina ha mostrato "molta più comprensione" sulla Crimea e il Donbass. Lo ha detto il ministro degli esteri russo Sergei Lavrov incontrando questa mattina il suo omologo indiano, stando al Guardian.

10:26 01 Apr

Governatore Chernihiv: i russi hanno cominciato ritiro

Le forze russe stanno lasciando la regione di Chernihiv, nel nord dell'Ucraina, ma il ritiro non è stato ancora ultimato. Lo ha riferito il governatore Viacheslav Chaus, precisando che "attacchi aerei e missilistici sono possibili nella regione, niente è da escludere".     I russi "sono ancora sul nostro territorio", ha aggiunto, esortando le forze ucraine a non abbassare la guardia mentre riprendono possesso di avamposti lasciati dai militari russi. 

10:03 01 Apr

Gazprom interrompe flusso in Germania con Yamal-Europe

Gazprom ha interrotto le spedizioni di gas russo in Germania attraverso il gasdotto Yamal-Europe. Lo riporta Bloomberg citando l'operatore di rete Gascade.   Stamane gli ordini di gas dalla Polonia alla Germania erano azero e in calo da circa 7 GWh/h durante la notte. Le consegne attraverso l'Ucraina sono previste a circa 107,6 milioni di metri cubi, leggermente inferiore a quelle di giovedì, ma ancora vicino al livello massimo.  I flussi attraverso Nord Stream, il collegamento diretto alla Germania, stamane erano a circa 73,3GWh/h, leggermente al di sotto del livello di ieri ma ancora vicino alla piena capacità del gasdotto. 

09:59 01 Apr

Il comune di Mariupol: molto pericolo lasciare la città con mezzi propri

 "E' molto pericoloso" per chiunque cercare di lasciare Mariupol. Lo ha detto un assistente del sindaco di Mariupol Petro Andryushchenko, citato dai media internazionali. "La città rimane chiusa all'ingresso ed è molto pericoloso uscire con i trasporti personali", ha detto Andryushchenko sull'app di messaggistica Telegram.  Andryushchenko ha detto che le forze russe hanno impedito da giovedì che anche la più piccola quantità di forniture umanitarie raggiungesse i residenti intrappolati, chiarendo che un "corridoio umanitario" pianificato non è stato aperto.

08:45 01 Apr

Kiev: quasi 400 bimbi vittime guerra, 153 uccisi

Sono complessivamente "quasi 400 bambini" tra feriti e uccisi in Ucraina dall'inizio dell'aggressione armata della Federazione Russa. Lo riferisce la Procura generale ucraina su Telegram. "Di questi, 153 sono stati uccisi e più di 245 feriti", precisa l'Ufficio del Procuratore.

08:32 01 Apr

Bbc: bloccato convoglio Croce Rossa diretto a Mariupol

Un convoglio della Croce Rossa che trasportava aiuti umanitari e medici a Mariupol è bloccato a Zaporizhzhia perché le garanzie di sicurezza richieste per la squadra non sono ancora state ricevute. Lo sostiene l'inviato della Bbc. Altri autobus, più di 40, hanno viaggiato giovedì ma, secondo fonti ucraine, sono stati fermati nella città di Berdyansk, in territorio controllato dai russi. Secondo i rapporti, sostiene ancora Bbc, alcuni degli autobus sono stati depredati dai soldati russi di parte degli aiuti che trasportavano. Un piccolo numero di autobus è stato in grado di tornare autonomamente a Zaporizhzhia con civili a bordo. 

07:38 01 Apr

Intellligence Gb: "Bombe su Kiev e Chernihiv nonostante annunci russi"

"Sia Chernihiv che Kiev sono state oggetto di continui attacchi aerei e missilistici nonostante le dichiarazioni russe di riduzione dell'attività in queste aree". Lo ha affermato l'intelligence britannica nell'aggiornamento quotidiano della situazione sul terreno in Ucraina.     "Le forze ucraine hanno riconquistato i villaggi di Sloboda e Lukashivka a sud di Chernihiv, che si trovano su una delle principali linee di rifornimento tra la città e Kiev", ha riferito Londra, precisando che le forze ucraine "continuano a condurre contrattacchi di successo ma limitati a est e nordest di Kiev". 

09:19 01 Apr
07:11 01 Apr

Mosca: attacco ucraino incendia deposito petrolio in Russia

 Un incendio si è sviluppato in un deposito di petrolio nella regione di Belgorod, in territorio russo non lontano dal confine ucraino, e Mosca ne attribuisce la responsabilità all'attacco di due elicotteri delle forze ucraine, entrate nello spazio aereo russo a bassa quota. Lo afferma il governatore dell'Oblast di Belgorod, che confina con la regione ucraina di Kharkiv, citato dalla Tass. Non ci sono vittime, ha detto il governatore Vyacheslav Gladkov. 

C'è il rischio che l'incendio al deposito di petrolio di Belgorod si diffonda a tutti i serbatoi. Lo scrive la Tass, citando una fonte. Al momento sono 8 i serbatoi in fiamme. Non ci sono invece feriti, come sembrato in un primo tempo. Il sindaco della città Anton Ivanov, secondo quanto riporta la Tass, spiega che "secondo un'informazione aggiornata, i due dipendenti che erano sul posto nel momento dell'esplosione non sono feriti", ha scritto. 

06:33 01 Apr

Il Giappone non pagherà il gas russo in rubli

Il Giappone non pagherà in rubli il gas acquistato dalla Russia. L'ha dichiarato oggi il primo ministro giapponese, Fumio Kishida, dopo l'ultimatum annunciato da Mosca che impone ai compratori 'ostili' di pagare in valuta russa, pena la sospensione dei contratti.    "Come concordato nella riunione straordinaria dei ministri dell'Energia del G7, abbiamo rifiutato", ha detto Kishida, in risposta a un'interrogazione parlamentare sulla richiesta di Mosca. Il premier, che non ha fornito informazioni sui contratti energetici con la Federazione russa, ha precisato che i negoziati restano aperti e che saranno adottate "misure adeguate". 

06:23 01 Apr

L'Aiea conferma: i russi si sono ritirati da Chernobyl

L'Agenzia internazionale per l'energia atomica ha annunciato che l'Ucraina le ha comunicato che le russe russe si sono ufficialmente ritirate da Chernobyl. Le forze russe hanno "trasferito per iscritto il controllo dell'impianto nucleare al personale ucraino" ha reso noto l'agenzia. La centrale dismessa ma ancora a rischio, teatro del più grave incidente nucleare della storia nel 1986, era stata occupata all'inizio dell'invasione russa dell'Ucraina.

06:22 01 Apr

Nato: la Russia sta radunando forze per attacco a est

Le forze russe in Ucraina si stanno radunando per lanciare un attacco sull'est del Paese, secondo il segretario della Nato Jens Stoltenberg. "La Russia sta cercando di radunarsi, rifornirsi e rinforzarsi" ha detto Stoltenberg. Il ministero della Difesa britannico ha aggiunto che Mosca sta portando dalla Georgia rinforzi tra 1.200 e 2.000 uomini. Secondo Londra "è molto improbabile che la Russia avesse pianificato l'arrivo di questi rinforzi e ciò indica le perdite inattese che ha sostenuto durante l'invasione".

05:05 01 Apr

Gli Usa non riconosceranno il risultato del referendum in Ossezia del Sud

Gli Stati Uniti non riconosceranno il risultato del referendum dell'Ossezia del Sud, territorio internazionalmente riconosciuto come parte della Georgia, per unirsi alla Federazione russa, in programma per i prossimi giorni. Lo afferma il Dipartimento di Stato. "Non riconosceremo il risultato degli sforzi della Russia o dei suoi mandatari per dividere il territorio sovrano della Georgia", afferma il portavoce del Dipartimento di Stato, Ned Price

05:00 01 Apr

Kiev, liberati 11 villaggi nella regione di Kherson

Nella regione di Kherson, le forze armate ucraine hanno liberato dalle forze russe 11 villaggi, secondo quanto rivendicano le forze armate ucraine citate da Ukrinform e dal Kyiv Independent. Secondo questi ultimi, la controffensiva è stata compiuta dalla 60/ma brigata di fanteria, dell'armata sud Ucraina. "La popolazione locale - scrivono i militari ucraini - può ora ricevere aiuti in cibo e medicinali".

04:26 01 Apr

Mosca avverte, le sanzioni dell'Ue non resteranno senza risposta

Le sanzioni dell'unione europea nei confronti della Russia "non resteranno senza risposta": lo ha dichiarato un alto dirigente del governo russo, citato dall'agenzia di stampa di Stato russa, Ria Novosti, e ripreso dalla Bbc. "Le sanzioni irresponsabili da parte di Bruxelles stanno già avendo effetti negativi sulla vita quotidiana degli europei ordinari" e non sono nell'interesse dell'Ue, ha dichiarato Nikolai Kobrinets, direttore del dipartimento per i rapporti con l'Europa del ministero degli Esteri di Mosca.

03:29 01 Apr

Erdogan insiste per un incontro Putin-Zelensky

Il presidente turco, Recep Tayyip Erdogan, insiste nella sua proposta di un incontro diretto fra Vladimir Putin e Volodymyr Zelensky: lo scrive l'Ufficio di presidenza turco, citato dall'agenzia russa Tass. Sempre secondo la presidenza turca, i negoziati fra le delegazioni russa e ucraina tenuti a Istanbul sotto la sua mediazione un paio di giorni fa, hanno impresso una "spinta significativa" al processo di pace per mettere fine alle ostilità in Ucraina. 

03:04 01 Apr

Sindaco di Mariupol: “Resisteremo fino all'ultimo”

"Oggi è molto difficile dire per quanto durerà la guerra. Oggi il nostro comandante della Guardia Nazionale ha detto con fermezza e con voce d'acciaio che noi non cederemo neanche un centimetro di terra del Paese chiamato Ucraina. Noi resisteremo fino all'ultimo. E il nostro Paese è con noi". Lo ha detto Vadym Boytchenko, sindaco di Mariupol, la città ucraina assediata dai russi, in un'intervista su Rete4.

02:59 01 Apr

Gran Bretagna: l'esercito di Mosca è esausto, reputazione distrutta

Vladimir Putin si è messo in gabbia da solo, stando al segretario della difesa britannico, Ben Wallace. In un'intervista a Sky News, Wallace ha detto che "il presidente Putin non è più quella forza che era. Ora è un uomo in gabbia, nella gabbia che si è costruito da solo". "Il suo esercito - ha detto Wallace - è allo stremo, ha avuto perdite significative. La reputazione di questo grande esercito russo è stata distrutta" e il leader del Cremlino "non solo ora dovrà vivere con le conseguenze di ciò che ha fatto in Ucraina, ma anche con le conseguenze di ciò che ha fatto al suo stesso esercito". In conclusione, la Russia è ora un "paese più piccolo".

02:14 01 Apr

Zelensky annuncia il licenziamento di due generali "traditori"

Il presidente ucraino, Volodymyr Zelensky, nell suo ultimo video trasmesso durante la notte ha dichiarato di aver licenziato due alti funzionari della sicurezza ucraina, che ha definito "traditori". "Oggi una nuova decisione è stata presa a proposito degli anti-eroi. Non ho tempo di occuparmi di tutti i traditori, ma un po' alla volta saranno tutti puniti", ha detto Zelensky, che ha fatto due nomi, aggiungendo che “coloro che infrangono il giuramento di fedeltà al popolo ucraino, verranno inevitabilmente privati dei loro gradi militari”. Si tratterebbe di due generali ucraini.

 

Leggi qui per approfondire

02:00 01 Apr

Unhcr, in Ucraina ci sono 6,5 milioni di sfollati interni

Dopo cinque settimane di guerra oltre 4 milioni di rifugiati sono fuggiti dall'Ucraina, ai quali bisogna aggiungere ben 6,5 milioni di civili ucraini che sono sfollati interni, il 90% dei quali sono donne e bambini. Lo ha denunciato l'Unhcr, che ricorda come quella in corso sia la peggior crisi umanitaria in Europa dalla Seconda guerra mondiale. "Siamo di fronte a una crisi umanitaria gigantesca, che cresce ogni secondo", scrive l'alto commissariato dell'Onu per i rifugiati.

01:27 01 Apr

Il Teatro d'Opera russo cancella il concerto della soprano Netrebko

L'Opera Novosibirsk, in Siberia, ha cancellato un concerto, previsto per il prossimo 2 giugno, della stella della lirica, Anna Netrebko, dopo i suoi commenti sull'intervento militare russo in Ucraina. La soprano, 50 anni, che vive a Vienna, aveva condannato l'invasione dopo le pressioni ricevute perché prendesse una posizione, come altri artisti russi in Europa e negli Stati Uniti. "Vivere in Europa e avere l'opportunità di esibirsi in teatri europei le sembra più importante del destino della sua patria", ha fatto sapere l'Opera russa in un comunicato. "Il nostro paese trabocca di talenti e gli idoli di ieri saranno rimpiazzati da altri con una posizione civica chiara". Negli anni Netrebko, che ha anche la nazionalità austriaca, si era espressa a favore del Cremlino e nel 2014 aveva posato con una bandiera dei separatisti filorussi del Donetsk. La posizione di condanna manifestata dalla soprano mercoledì scorso non è bastata per indurre il Metropolitan di New York a rivedere il veto imposto alle sue esibizioni.

01:13 01 Apr

Pentagono, si prospetta un conflitto più ampio e lungo

La riorganizzazione degli sforzi militari della Russia nel Donbas potrebbe prefigurare un conflitto "più ampio e prolungato", dato che le forze ucraine stanno opponendo una feroce resistenza in questa regione dell'Ucraina. Lo afferma un alto funzionario del Pentagono.

01:12 01 Apr

Kiev, i russi hanno confiscato 14 tonnellate di aiuti umanitari

Quattordici tonnellate di cibo e medicinali destinati ai civili di Melitopol, a metà fra Mariupol e la Crimea, sono stati confiscati dalle forze russe. Lo afferma la vice premier ucraina, Iryna Vereshchuk, citata dal Kyiv Independent su twitter e ripresa anche dalla Cnn. Gli aiuti, scrive Vereshchuck, erano stati trasportati da pullman, messi a disposizione per evacuare i civili verso Zaporizhzhia.

00:43 01 Apr

1458 civili evacuati dal sud dell'Ucraina, solo 631 da Mariupol

Sono stati 1458 i civili ucraini evacuati nella giornata di ieri, 31 marzo, dal sud dell'Ucraina. Lo ha reso noto la vicepremier Iryna Vereshchuk, citata da Kvyv Independent. Solo 631 persone sono state evacuate dall'assediata Mariupol a Zaporizhzhia. Le altre provenivano da Berdiansk, Enerhodar e altre città nell'oblast di Zaporizhzhia.

00:41 01 Apr

Intelligence britannica, la Russia dispiega le forze dalla Georgia

La Russia sta ridistribuendo parte delle sue forze dalla Georgia per rinforzare la sua invasione in Ucraina. È quanto si legge nell'ultimo aggiornamento sulla situazione in Ucraina dell'intelligence del ministero della Difesa britannico. Tra le 1.200 e le 2.000 unità di queste truppe russe saranno riorganizzate in tre battaglioni tattici. È ritenuto altamente improbabile che la Russia abbia pianificato di rinforzarsi in questo modo ed è indicativo delle perdite inattese che ha subito durante l'invasione.

00:39 01 Apr

Negoziatore di Kiev: “Ci vuole coraggio per incontrarsi ai colloqui”

I colloqui sono stati "molto tesi" all'inizio, "ci vuole coraggio per trovare soluzioni e incontrarsi". Lo dice alla Bbc il deputato ucraino Rustem Umerov, uno dei negoziatori di Kiev. "Abbiamo avuto diversi round di negoziazioni e stiamo arrivando a una sorta di articoli sul contratto di sicurezza collettiva che stiamo cercando di negoziare", ha spiegato. "Ci è stato affidato il compito di trovare una soluzione, quindi lo sto considerando come un lavoro e sto facendo del mio meglio per trovare una soluzione politica e diplomatica a questa brutale invasione", ha aggiunto. Umerov è uno dei negoziatori che ha sofferto sintomi di sospetto avvelenamento durante i colloqui di pace insieme al miliardario russo Roman Abramovich: "Ora mi sento meglio. I miei colleghi che sono più competenti in questo campo stanno analizzando di cosa si è trattato e spero che nel più breve tempo saranno in grado di finalizzare la loro analisi, così sarò in grado di commentare in modo più approfondito".

00:37 01 Apr

Kiev: Mosca impedisce l'evacuazione di Mariupol

La vicepremier ucraina, Iryna Vereschuk, ha respinto al mittente le accuse russe, rivolte a Kiev, di aver impedito l'evacuazione dei civili da Mariupol bombardando il percorso del convoglio umanitario. In una dichiarazione riportata dal Financial Times, Vereschuk ha affermato che Mosca non ha rispettato il cessate il fuoco e che la città sul Mare d'Azov è ancora sotto assedio. "Il nemico continua a distruggere con attacchi aerei i residui di infrastrutture rimasti a Mariupol", ha accusato la vicepremier ucraina.

00:36 01 Apr

Kiev, i russi hanno portato via soldati in ostaggio da Chernobyl

Le forze russe che si sono ritirate dalla centrale di Chernobyl hanno portato via degli ostaggi. Lo riferiscono le autorità ucraine. "Lasciando la centrale nucleare di Chernobyl, gli occupanti russi hanno preso con loro dei membri della guardia nazionale che tenevano in ostaggio dal 24 febbraio", ha dichiarato l'agenzia di stato ucraina Energoatom su Telegram, citando dei dipendenti della centrale. 

00:34 01 Apr

Ucraina, italiano ucciso, era nel Donbass dal 2015

Aveva 46 anni ed era di Portogruaro (Venezia) Edy Ongaro, nome di battaglia Bozambo, il miliziano italiano rimasto ucciso nel Donbass, forse nel tentativo di salvare i suoi compagni. A quanto fa sapere il Collettivo Stella Rossa - Nordest, Ongaro aveva "raggiunto il Donbass nel 2015 e non lo aveva più lasciato".

00:15 01 Apr

Bloccati in Francia i 2 elicotteri dell'oligarca russo Usmanov

Dopo lo yacht Dilbar sequestrato dalla Germania ad Amburgo, questa volta sarebbero stati bloccati all'oligarca russo Alisher Usmanov due elicotteri in Francia. Lo riferisce il quotidiano francese 'Nice-Matin'. Le autorità francesi avrebbero infatti bloccati i due elicotteri del miliardario russo che valgono diverse milioni di euro negli aerodromi del Castellet, il 22 marzo e del principato di Monaco, il 25 marzo.