L'invasione russa

Live guerra in Ucraina, la cronaca minuto per minuto: giorno 42

Il conflitto in tempo reale
Live guerra in Ucraina, la cronaca minuto per minuto: giorno 42
(AP Photo/Vadim Ghirda)
Un residente cerca effetti personali in un condominio distrutto a Borodyanka, Ucraina
23:57 06 Apr

Usa, Italia, Regno Unito, Francia e Germania, continuare a isolare Mosca

Il segretario di stato americano Antony Blinken ha avuto oggi un incontro con i ministri di Italia, Francia, Germania e Gran Bretagna a Bruxelles durante il quale hanno discusso "il modo migliore per continuare a isolare la Russia sulla scena internazionale dopo le flagranti violazione dei diritti e dei principi internazionali, per aumentare la pressione sul Cremlino e per mettere fine alla devastante guerra contro l'Ucraina". Lo riferisce il portavoce del dipartimento di Stato Ned Price. I ministri hanno anche discusso piani per fornire ulteriore assistenza umanitaria e militare a Kiev.
 

23:24 06 Apr

Di Maio: "A Bucha nessuna fake news o effetti speciali ma morti veri"

"Quelli che oggi dicono che l'Ucraina dovrebbe arrendersi sono gli stessi che pensano che i fatti e le immagini di Bucha sono false. Ma non sono fake news o effetti speciali, le persone sono morte davvero". Lo ha detto il ministro degli Esteri Luigi Di Maio a Porta a Porta su Rai 1. Poi: "L'Italia ha espulso per ragioni di sicurezza nazionale 30 funzionari russi con passaporto diplomatico o di servizio. Non c'è bisogno di dire altro per chiedere a tutte le forze politiche di non speculare. Abbiamo agito in coordinamento con i nostri partner. Ora ci aspettiamo una reazione, ma questo non vuol dire che chiudiamo i canali diplomatici con la Russia, perché l'obiettivo è arrivare alla pace". 
 

22:55 06 Apr

Usa: Putin ha tentato di nascondere i beni nei conti delle figlie

Gli Stati Uniti hanno sanzionato le due figlie del presidente russo Vladimir Putin, Maria Putina e Katerina Tikhonova, perché "abbiamo visto da parte del leader del Cremlino e di altri oligarchi tentativi e sforzi per nascondere beni nei conti dei loro familiari". Lo ha detto la portavoce della Casa Bianca, Jen Psaki, in un briefing con la stampa. 

22:32 06 Apr

Il Pentagono: Kiev può vincere la guerra contro la Russia

Kiev ha la possibilità di vincere la guerra scatenata dalla Russia,  secondo il Pentagono. "Certo che possono vincerla", ha risposto il portavoce del dipartimento della Difesa, John Kirby, nel briefing quotidiano. "La prova è negli esiti che state vedendo ogni giorno", ha aggiunto.

22:18 06 Apr

Gli Usa hanno inviato in Ucraina una fornitura di 100 droni-kamikaze

Gli Stati uniti hanno spedito verso l'Ucraina 100 droni-kamikaze Switchblade. L'ha affermato un ufficiale del Pentagono alla Cnn, precisando che "saranno presto in Ucraina, se non sono già lì". Gli Switchblade Drone sono droni trasportabili, di piccolo formato. Sono chiamati droni kamikaze perché montano delle testate esplosive, che detonano all'impatto. Il modello più piccolo è in grado di centrare un obiettivo a quasi 9 km di distanza. Il segretario alla Difesa Usa John Kirby ha anche riferito che un manipolo di militari ucraini, "che si trovavano già negli Stati uniti dall'autunno", sono stati addestrati all'utilizzo di queste armi, prima di tornare in Ucraina e addestrare altri piloti. "Un individuo - ha detto ancora Kirby - può essere addestrato all'uso dei droni switchblade in un paio di giorni".

21:46 06 Apr

Il sindaco di Mariupol: 5.000 morti per l'assedio russo, tra loro oltre 200 bambini

Il sindaco di Mariupol ha sostenuto che nell'assedio a cui la città portuale ucraina è sottoposta da parte delle truppe russe sono morte "5mila persone". Lo scrive l'agenzia di stampa ucraina Unian. "Solo secondo le stime preliminari, 5mila persone sono morte a Mariupol durante il mese d'assedio. Di questi circa 210 erano bambini", ha affermato Vadim Boychenko, che ha anche accusato le forze russe di aver bombardato un "ospedale pediatrico, distruggendo uno degli edifici del nosocomio cittadino n. 1". In questo bombardamento, ha detto ancora il sindaco, "quasi 50 persone sono bruciate vive". Boychenko ha affermato che il 90 per cento delle infrastrutture urbane di Mariupol è andato distrutto. 

21:02 06 Apr

Il ministro degli Esteri ucraino Kuleba al Tg1: l'Italia garante della nostra sicurezza

"Apprezzo l'iniziativa di avviare le consultazioni con l'Italia perché diventi garante della sicurezza ucraina. Questo è il risultato del dialogo tra il presidente Zelenski e il premier Draghi e anche del mio rapporto con il vostro ministro degli Esteri Luigi Di Maio, che oltre a essere un mio collega è anche un amico". Lo ha detto il capo della diplomazia ucraina Dmytro Kuleba in un'intervista al Tg1. "Con l'Italia abbiamo condiviso ciò che ci aspettiamo, e adesso aspettiamo la risposta italiana su come Roma vede una potenziale garanzia di sicurezza. Sono certo che raggiungeremo un accordo", ha aggiunto Kuleba. 

20:11 06 Apr

Draghi: "Il prezzo del gas può essere scambiato con la pace?"

"Noi andiamo con quello che decide l'Unione europea. Se ci propongono l'embargo sul gas e se l'Unione europea è uniforme su questo, noi saremo ben contenti di seguire, qualunque sia lo strumento che considereremo più importante ed efficace per permettere una pace. Questo è quello che vogliamo. Ci chiediamo se il prezzo del gas possa essere scambiato con la pace. Di fronte a queste due cose, cosa preferiamo: la pace oppure star tranquilli con l'aria condizionata accesa tutta l'estate? Io la metterei in questi termini". Così il presidente del Consiglio Mario Draghi, parlando in conferenza stampa.

19:34 06 Apr

Zelensky: presto un incontro con i paesi garanti

Il presidente ucraino Zelensky ha affermato che ci sarà sicuramente un incontro dei paesi garanti della sicurezza dell'Ucraina, diversi paesi lo hanno già confermato. "Questo incontro avrà sicuramente luogo, perché è stato confermato dai rappresentanti dei paesi. Questo vale per gli Stati Uniti, Gran Bretagna, Turchia, Polonia, Germania, Francia, Israele. In linea di principio, non sono tutti garanti", ha detto Zelensky in un'intervista al canale televisivo turco Habertürk. Zelensky ha osservato che l'incontro con questi paesi garanti è il primo passo: "Parleremo delle garanzie di sicurezza durante gli incontri. Le garanzie verranno chiarite. Seguiranno i colloqui con la Russia".

19:28 06 Apr

Pentagono, i russi si sono ritirati da Kiev e Chernihiv

Le truppe russe si sono "completamente ritirate" dalle zone di Kiev e Chernihiv. Lo riferiscono fonti del Pentagono secondo quanto riportato dalla Cnn. La Difesa americana ha ribadito che adesso il fronte più duro della battaglia si è spostato nell'est dell'Ucraina.

19:20 06 Apr

Biden: Kiev è ancora in piedi, Mosca ha fallito i suoi obiettivi

Kiev "è ancora in piedi, con un governo operativo" e la campagna militare russa "ha già fallito i suoi obiettivi iniziali". Lo ha dichiarato il presidente degli Stati Uniti, Joe Biden, rivolto alla Conferenza Nazionale dei sindacati dei costruttori a Washington, aggiungendo che la guerra “è tutt'altro che conclusa”. Biden ha poi detto che a Bucha "sono stati commessi gravissimi crimini di guerra", "persone sono state uccise a sangue freddo". Gli Stati Uniti, "in stretto coordinamento con gli alleati", sono determinati "ad aumentare i costi economici per Putin" per l'invasione dell'Ucraina e ad "accrescere l'isolamento economico della Russia".

18:56 06 Apr

Blinken, forniamo 10 anti-carro per ogni tank russo

"Per ogni carro armato russo in Ucraina, abbiamo fornito o forniremo presto 10 sistemi anticarro, 10 per ogni singolo carro armato russo". Così si è espresso il segretario di stato americano Anthony Blinken rispondendo alla Nbc a proposito dell'invio di nuovi missili Javelin.

18:54 06 Apr

Russia: il mondo non è solo Occidente, possiamo fornire gas ad altri

La Russia può fornire gas ad altri Paesi, perché il mondo è molto più ampio del solo Occidente. Lo ha dichiarato il portavoce del Cremlino, Dmitry Peskov, secondo l'agenzia Tass.

18:25 06 Apr

Nato: Stoltenberg con Blinken, la leadership Usa è indispensabile

"La leadership Usa è eccezionale e indispensabile e questo è molto importante quando affrontiamo situazioni molto pericolose come la guerra in Ucraina". Lo ha dichiarato il segretario generale della Nato, Jens Stoltenberg, in un punto stampa con il segretario di Stato americano, Antony Blinken, a margine della riunione ministeriale della Nato. "Grazie per il continuo e significativo supporto all'Ucraina. Per le sanzioni e l'alto costo imposto alla Russia e alla sua macchina di guerra e per il rafforzamento della difesa collettiva in Europa con maggiore presenza", ha detto Stoltenberg rivolgendosi al capo della diplomazia americana.

17:53 06 Apr

Yellen: gli Usa non parteciperanno a riunioni del G20 se ci sarà la Russia

Gli Stati Uniti non parteciperanno a  riunioni del G20 a cui sia presente la Russia e hanno informato di  questa loro posizione l'Indonesia, che è presidente di turno del  gruppo, presidente di turno del gruppo, ha reso noto la segretaria del Tesoro, Janet Yellen in una audizione di fronte alla Commissione  finanza della Camera dei rappresentanti.

17:52 06 Apr

Mosca: possibile rottura dei rapporti con l'occidente se continuano le espulsioni

Mosca "non esclude di rompere i rapporti  diplomatici con i Paesi occidentali se dovesse continuare l'espulsione dei diplomatici russi". Lo ha dichiarato il portavoce del Cremlino,  Dmitry Peskov, citato dall'agenzia Sputnik.

17:17 06 Apr

Orban: condanniamo l'aggressione all'Ucraina, Mosca sa che siamo avversari

"I russi sanno che noi facciamo parte della Nato e che siamo avversari. Noi condanniamo l'aggressione all'Ucraina". Lo ha detto il rieletto premier ungherese Viktor Orban, in conferenza stampa a Budapest, chiarendo la sua posizione sul conflitto. Vladimir Putin era stato fra i primi a congratularsi lunedì per la vittoria elettorale e gli aveva proposto una "partnership".

17:15 06 Apr

Gb: nuove sanzioni a Mosca, stop a petrolio e carbone

Nuovo pacchetto di sanzioni anche dal Regno Unito contro la Russia, in  contemporanea con Usa e Ue e in risposta ai crimini di guerra in Ucraina. Il governo di Boris Johnson ha annunciato oggi in particolare il congelamento sull'isola di ogni asset di Sberbank, la principale banca pubblica di Mosca, nonché l'impegno ad azzerare già entro quest'anno tutte le importazioni di petrolio o carbone russi.

16:56 06 Apr

Usa: le figlie di Putin saranno sanzionate

Le nuove sanzioni varate dagli Usa, in raccordo con G7 e Ue, contro la Russia colpiranno le figlie di Vladimir Putin, Maria e Iekaterina, e  la figlia del ministro degli Esteri russo Serghiei Lavrov. Lo ha confermato un alto funzionario dell'amministrazione Usa in un punto con la stampa. "Sappiamo - ha spiegato la fonte - che Putin e i suoi sodali usano le loro famiglie per nascondere i loro beni, perq uesto abbiamo deciso di congelare anche gli asset dei parenti". Saranno colpite dalla nuove misure anche la moglie di Lavrov, il premier Dmitry Medvedev e Mikhail Mishustin.   "Queste persone - ha spiegato la Casa Bianca in una nota - si sono arricchite a spese del popolo russo. Alcune di loro sono responsabili di aver supportato la guerra di Putin contro l'Ucraina. Per questo saranno tagliati fuori dal sistema finanziario americano e tutti i loro beni negli Stati Uniti saranno congelati".

16:51 06 Apr

Usa: divieto su nuovi investimenti in Russia

Il presidente americano Joe Biden firmerà un ordine esecutivo che vieta  nuovi investimenti in Russia. Lo riferisce la Casa Bianca. La misura, si basa sulla decisione presa da oltre 600 aziende multinazionali di lasciare la Russia. Tra le nuove misure annunciate anche sanzioni a cruciali imprese statali russe.

16:34 06 Apr

Gli Usa incriminano oligarca russo, ha violato sanzioni

Gli Usa hanno incriminato l'oligarca russo Konstantin Malofeyev per il suo tentativo di violare le sanzioni russe inflittegli per aver finanziato il separatismo in Crimea e aver sostenuto le due repubbliche secessioniste filorusse del Donbass usando complici allo scopo di acquisire e gestire surrettiziamente media in Europa. Lo rende noto il dipartimento di Giustizia.

16:30 06 Apr

Onu: 1.563 civili uccisi da inizio conflitto, 130 i bimbi

Sono almeno 1.563 le vittime civili dall'inizio dell'invasione russa dell'Ucraina, tra cui 130bambini. Lo rende noto l'ufficio dell'Alto commissario delle Nazioni Unite per i diritti umani (Onchr), aggiungendo che i feriti sono almeno 2.213, di cui 188 minori, e precisando che le cifre sono probabilmente sottostimate, viste le difficoltà negli accertamenti sul terreno.

16:18 06 Apr

Mosca: Kiev ha rifiutato uno scambio di prigionieri

L'Ucraina ha rifiutato uno scambio di prigionieri programmato per oggi con la Russia, respingendo" senza fornire motivazioni" la lista che era stata preparata. Lo afferma il ministero della Difesa di Mosca, citato dalla Tass, aggiungendo che questa decisione può far "immaginare che i soldati russi catturati non stiano bene".

16:10 06 Apr

Putin a Orban: a Bucha provocazioni rozze e ciniche

Nella conversazione con il premier ungherese Viktor Orban, il presidente russo Vladimir Putin ha respinto le accuse a Mosca sui crimini di guerra a a Bucha, parlando di "provocazioni rozze e ciniche" da parte dell'Ucraina. Lo riferisce il Cremlino, secondo cui i due leader hanno inoltre discusso delle relazioni bilaterali e dei colloqui con Kiev. Lo riferisce il Cremlino.

16:07 06 Apr

Di Maio: quinto pacchetto di sanzioni per indebolire Putin

"L'Italia sostiene pienamente il quinto pacchetto di sanzioni perché ora non si può far altro che indebolire l'economia russa in modo che Putin non continui a finanziare questa guerra". Lo ha detto il ministro degli Esteri Luigi di Maio a margine del consiglio atlantico della Nato

15:45 06 Apr

Mosca: a Bucha provocazione di Kiev, media occidentali complici

"Ci sono prove sufficienti che la Russia non sia colpevole di crimini a Bucha". Lo ha affermato la portavoce del ministero degli Esteri di Mosca, Maria Zakharova, citata dalla Tass, accusando l'Ucraina di aver attuato una "provocazione" e "i media occidentali" di esserne "complici", allo scopo di imporre un nuovo pacchetto di sanzioni e sabotare i negoziati con Kiev. "Nemmeno un civile è stato colpito durante la permanenza delle forze russe a Bucha", ha sostenuto Zakharova.

15:23 06 Apr

Kiev invita popolazione a evacuare tre regioni orientali

E' necessario essere pronti per unulteriore aggravamento della situazione": lo ha detto - come riferisce l'agenzia ucraina Unian - il ministro per la reintegrazione dei territori occupati dell'Ucraina, Iryna Vereschchuk, invitando i residenti di tre regioni orientali ad evacuare immediatamente. Le aree interessate sono quelle di Lugansk, Donetsk e parte della regione di Kharkiv. 

15:18 06 Apr

Stoltenberg: dobbiamo prepararci ad un lungo conflitto

“Dobbiamo essere realistici e renderci conto che questo puà durare a lungo, per molti mesi, anche anni. Ed è per questo che dobbiamo anche essere preparati per il lungo periodo, sia quando si tratta di sostenere l'Ucraina, sia di sostenere sanzioni e rafforzare le nostre difese”. Lo ha dichiarato il segretario generale della Nato, Jens Stoltenberg, al suo arrivo alla riunione dei ministri degli Esteri dell'Alleanza. Le atrocità di Bucha che abbiamo visto rivelano la vera natura della guerra di Putin. Ogni uccisione di civili è un crimine di Ucraina", ha detto ancora Stoltenberg.

15:15 06 Apr

Consenso Stati Ue su sanzioni ma ok slitta a domani

I Paesi Ue hanno espresso un consenso sul quinto pacchetto di sanzioni Ue contro la Russia, ma per dare il tempo di approfondire questioni tecniche la decisione formale è stata rinviata a domani. Lo si è appreso da fonti europee al termine della riunione del Comitato a cui partecipano gli ambasciatori dei 27 presso le istituzioni Ue, il Coreper. L'approfondimento delle questioni tecniche ci sarà nel pomeriggio e tra i nodi - si apprende ancora - c'è quello di come comportarsi in merito ai contratti in essere tra Paesi Ue e Russia per l'import di carbone, oggetto del quinto pacchetto di misure.

14:45 06 Apr

Orban a Putin: serve cessate il fuoco immediato

Il premier ungherese Viktor Orban, fresco di rielezione, ha sentito il presidente russo Vladimir Putin a cui ha chiesto un "cessate il fuoco immediato" in Ucraina. Orban ha anche proposto al presidente russo di organizzare i colloqui di pace in Ungheria alla presenza del presidente ucraino Volodymyr Zelensky, del capo di stato francese Emmanuel Macron e del cancelliere tedesco Olaf Scholz. Orban ha spiegato in conferenza stampa che la risposta di Putin è stata "positiva" ma ha aggiunto che ci saranno delle condizioni.

14:31 06 Apr

Il comune di Mariupol: i russi usano i forni crematori per nascondere le atrocità

I soldati russi stanno usando crematori mobili nella città di Mariupol per "distruggere qualsiasi prova dei loro crimini". Lo denuncia su telegram il consiglio comunale della città. "Assassini che coprono le loro tracce. Dopo l'ampia copertura internazionale del genocidio di Bucha, i vertici della Federazione Russa hanno ordinato di eliminare qualsiasi prova di crimini del suo esercito a Mariupol", si legge nel post

14:15 06 Apr

L'Onu vota domani sulla sospensione della Russia dal Consiglio dei diritti umani

L'assemblea generale dell'Onu voterà giovedì sulla proposta di sospendere la Russia dal consiglio dei diritti dell'uomo di Ginevra. Lo riferiscono da Palazzo di vetro.

14:06 06 Apr

Kiev: 10 edifici in fiamme nel Lugansk dopo bombe russe

Almeno 10 grattacieli sono in fiamme nella città ucraina di Sievierodonetsk, nel Lugansk, dopo essere stati bombardati dall'esercito russo. Lo riferisce il Guardian online che cita il governatore locale. Al momento non si hanno notizie di eventuali vittime. Proprio questa mattina, le autorità dell'Ucraina orientale hanno esortato i civili a evacuare, avvertendo che i bombardamenti russi potrebbero interrompere le vie di fuga mentre i militari aumentano gli attacchi nell'area del Donbass.

14:05 06 Apr

Scholz: daremo armi ma la Nato non entra nel conflitto

La Germania continuerà a fornire armi all'Ucraina, con l'obiettivo che "la Russia non vinca questa guerra". Lo ha detto Olaf Scholz al Bundestag. Si tratta di forniture che verranno effettuate "coordinandosi con i partner dell'Ue e della Nato".  Sempre rivolgendosi ai deputati, il cancelliere ha ribadito che la Nato "non sarà parte del conflitto".

14:03 06 Apr

Kiev: 25 donne denunciano stupri da parte di soldati russi a Bucha

Sono 25 le donne e le ragazze che hanno  denunciato di essere state violentate dai militari russi a Bucha. Lo  ha detto Lyudmyla Denisova, commissaria per i diritti umani del  parlamento ucraino, alla Bbc. Denisova ha spiegato che una linea  telefonica dedicata all'assistenza ha ricevuto almeno 25 denunce di  stupro di donne e ragazze di età compresa tra i 14 ei 24 anni da parte di soldati russi. ''Continueremo a documentare questi terribili  crimini, sfortunatamente, e ogni criminale sarà punito'', ha detto.

13:49 06 Apr

Yellen: dalle azioni della Russia enormi ripercussioni economiche

"Le azioni della Russia rappresentano un inaccettabile affronto all'ordine globale e avranno enormi ripercussioni economiche in Ucraina e nel mondo". Lo afferma il segretario al Tesoro americano, Janet Yellen, in base agli estratti del suo intervento davanti alla commissione servizi finanziari del Senato. "Il Tesoro è impegnato a far sì che la Russia sia ritenuta responsabile per le sue azioni in modo che non possa beneficiare del sistema finanziario internazionale", osserva Yellen.

13:41 06 Apr

Scholz: l'obiettivo è che la Russia perda la guerra

"Aumenteremo le pressioni sulla Russia, e il primo strumento in questo sono le sanzioni, che sono state preparate da molto da molto tempo, anche da prima del conflitto. E siamo sul punto di rafforzare quelle già esistente. Il quinto pacchetto di sanzioni è pronto". E' quanto ha detto Olaf Scholz prima di rispondere alle domande dei deputati per il question time al Bundestag. Non solo "è importante che la Russia ne senta l'effetto, ma soprattutto perché sia messa fine alla guerra", ha aggiunto il cancelliere. "Il nostro obiettivo deve rimanere che la Russia perda questa guerra", ha affermato ancora Scholz. 

13:39 06 Apr

Kiev: pesanti combattimenti in corso a Est

Funzionari ucraini riferiscono che sono in corso pesanti combattimenti nell'est dell'Ucraina. Il governatore militare della regione orientale di Lugansk ha esortato i civili ad evacuare da alcune città. "Le truppe russe muovono verso Sloviansk (nel Donetsk), Barvinkove (vicino a Kharkiv), Rubizhne (nella regione di Luhansk) e, naturalmente, Mariupol", ha detto Vadym Denysenko, consigliere del ministero dell'Interno ucraino.

13:39 06 Apr

Convoglio con 500 profughi da Mariupol a Zaporizhzhia

Un team del Comitato Internazionale della Croce Rossa ha scortato un convoglio di bus e auto private con a bordo più di 500 persone a Zaporizhzhia dopo che i civili sono fuggiti da soli dalla città assediata di Mariupol. Lo riferisce il Guardian online. "L'arrivo di questo convoglio a Zaporizhzhia è un enorme sollievo per centinaia di persone che hanno sofferto immensamente e ora si trovano in un luogo più sicuro. È chiaro, tuttavia, che altre migliaia di civili intrappolati all'interno di Mariupol hanno bisogno di un passaggio sicuro e di aiuti per uscire", ha affermato in una nota Pascal Hundt, capo delegazione del Comitato Internazionale della Croce Rossa in Ucraina

13:39 06 Apr

Johnson: a Bucha 'non molto lontani da genocidio'

Le azioni commesse dalle truppe russe nella città ucraina di Bucha "non sembrano molto lontane dal genocidio". Lo ha affermato il premier britannico Boris Johnson durante la visita a un ospedale inglese. E ha aggiunto: "Non ho dubbi sul fatto che la comunità internazionale, con la Gran Bretagna in prima fila, si muoverà di nuovo di pari passo per imporre sanzioni ancora più dure al regime di Vladimir Putin''.

13:35 06 Apr

Cremlino: i negoziati Russia-Ucraina continuano ma non sono facili

Il processo negoziale tra Mosca e Kiev sta continuando, ma sembra più difficile del previsto. Lo ha affermato ai media russi il portavoce del Cremlino, Dmitry Peskov.   Al momento, sono in corso gli sforzi per avviare un nuovo round di colloqui, "ma è molto più difficile di quanto auspicato. Ovviamente, vorremmo vedere maggiori progressi da parte ucraina", ha detto Peskov.

13:31 06 Apr

Oms: 93 attacchi alla sanità

Sono saliti a 93 gli attacchi  all'assistenza sanitaria in Ucraina, con 73 morti e 46 feriti, fra cui operatori sanitari. Questo il bilancio aggiornato dell'Organizzazione  mondiale della sanità, che ha verificato e confermato altri 6  attacchi. Altri episodi sono in valutazione.

12:34 06 Apr

L'Ue crea riserve per emergenze biologiche e nucleari

La Commissione Ue sta creando riserve strategiche attraverso il meccanismo di protezione civile per migliorare la preparazione e la risposta a rischi chimici, biologici, radiologici e nucleari. E' inclusa una riserva strategica da 540,5 milioni di euro, in collaborazione con l'agenzia Hera, in attrezzature, farmaci e altro per il trattamento dei pazienti esposti o riserve di decontaminazione. Ha già mobilitato la riserva medica Ue per procurarsi compresse di ioduro di potassio. Quasi 3 milioni di compresse di iodio sono state consegnate in Ucraina con il meccanismo di protezione civile dell'Ue, con l'aiuto di Francia e Spagna. 

12:12 06 Apr

Zelensky: Russia usa l'arma della fame

La Russia sta prendendo di mira porti marittimi e depositi di cibo per "usare la fame come arma" contro il popolo ucraino. Così il presidente ucraino Volodymyr Zelensky intervenendo in collegamento con il Parlamento irlandese, citato dai media nazionali. La Russia sta deliberatamente provocando una crisi alimentare, che causerà turbolenze politiche e un aumento dei rifugiati, ha affermato.

11:58 06 Apr

Kiev, bombardato centro distribuzione aiuti nel Donetsk

Almeno due persone sono morte in bombardamenti russi su un centro per la distribuzione di aiuti umanitari nella regione di Donetsk, nell'est dell'Ucraina. Lo riferisce il governatore locale, aggiungendo che almeno 5 persone sono rimaste ferite. 

11:24 06 Apr

Trovato morto Sasha, il bimbo Kiev che si era perso

E' stato ritrovato morto Sasha, il bimbo ucraino di 4 anni, che si era perso durante l'evacuazione dalla regione di Kiev, a metà marzo.    Il piccolo era nel distretto di Vyshhorod con sua nonna quando il 10 marzo i russi hanno circondato la zona. E mentre le truppe di Mosca bombardavano l'area, la gente del posto ha cercato di fuggire con le barche sul fiume Dnepr. Quella con Sasha si è capovolta: erano morti tutti quelli a bordo, nonna compresa, ma di Sasha si erano perse le tracce; e il fatto che fosse l'unico ad avere il giubbotto di salvataggio aveva alimentato le speranze. La notizia del suo decesso è stata data dalla mamma su Instagram e Faceboook.

 

11:23 06 Apr

Kiev, più di 400 persone scomparse da Hostomel

Più di 400 persone sono scomparse dalla città di Hostomel che, insieme a Bucha e Irpin, ha sopportato il peso dell'offensiva della Russia sulla capitale ucraina. Lo riferisce il capo dell'amministrazione militare locale  Taras Dumenko citato dalla Bbc.   Dumenko afferma che la maggior parte dei corpi dei residenti di Gostomel sono stati trovati nei villaggi vicini e nella città di Bucha. Sostiene inoltre che  i russi devono aver rapito le persone, molte delle quali per poi fucilarle,  riferisce l'agenzia di stampa Interfax Ukraine. 

11:16 06 Apr

Cremlino: ritiro da regione Kiev gesto di buona volontà

Il ritiro delle forze russe dalla regione di Kiev, in Ucraina, rappresenta un gesto di buona volontà per creare condizioni favorevoli ai negoziati di pace tra Mosca e Kiev: lo ha reso noto oggi il Cremlino, citato dalla Ria Novosti.

10:24 06 Apr

Olanda sequestra 14 yacht russi in suoi cantieri

Le autorità doganali olandesi hanno sequestrato 14 yacht russi nei cantieri navali, di cui 12 in costruzione e due in manutenzione, nell'ambito delle sanzioni occidentali imposte a Mosca per l'invasione dell'Ucraina. Lo ha reso noto il ministro degli Esteri. "Alla luce delle misure attuali, queste navi non possono essere consegnate, trasferite o esportate al momento", ha affermato Wopke Hoekstra in una lettera al Parlamento olandese.

09:47 06 Apr

Von Der Leyen a Cina: "Non si può essere neutrali, sia responsabile"

 "Nessuno può essere neutrale, la Cina ha una responsabilità e deve prendere assolutamente una posizione chiara". Lo ha affermato la presidente della Commissione Ue Ursula von der Leyen intervenendo alla plenaria del Parlamento europeo. 

Approfondisci qui la notizia

09:39 06 Apr

Possibile attacco hacker a sito web Gazprom Neft

Il sito web di Gazprom Neft, il braccio petrolifero del gigante russo del gas Gazprom potrebbe aver subito un attacco hacker. Lo riferisce Reuters, spiegando che in quella che sembrava una versione hackerata del sito è apparsa brevemente una dichiarazione dell'amministratore delegato di Gazprom, Alexei Miller, stretto alleato del presidente Vladimir Putin, che criticava la decisione della Russia di inviare decine di migliaia di soldati in Ucraina. Il sito web è stato poi irraggiungibile per alcuni minuti, mentre un portavoce di Gazprom ha si è affrettato a dire che la dichiarazione era un fake. Gazprom Neft ha rifiutato di commentare. 

11:13 06 Apr
Papa bandiera Ucraina ANSA/ETTORE FERRARI
Papa bandiera Ucraina
09:23 06 Apr

Il Papa: assistiamo a impotenza Onu

"Nell'attuale guerra in Ucraina, assistiamo all'impotenza delle Organizzazioni delle Nazioni Unite". Così Papa Francesco durante l'Udienza Generale incentrata sul viaggio apostolico a Malta.    "Oggi si parla spesso di 'geopolitica', ma purtroppo la logica dominante e' quella delle strategie degli Stati più potenti per affermare i propri interessi estendendo l'area di influenza economica, ideologica e militare", ha sottolineato il Pontefice che ha aggiunto: "Lo stiamo vedendo con la guerra". 

 

Approfondisci qui la notizia

09:09 06 Apr

Autorità locali: distrutto deposito petrolio Dnipro

Un deposito di petrolio nei pressi di Dnipro, città industriale da 1 milione di abitanti a nord di Zaporizhzhia nell'Est dell'Ucraina, è stato bombardato e distrutto la notte scorsa dalle forze armate russe. Lo ha annunciato il governatore della regione di Dnipropetrovsk, Valentin Reznitchenko, su Telegram. "Fortunatamente - ha aggiunto-  non ci sono feriti". Il deposito si trovava a circa 25 km dalla città e ci sono volute 8 ore di lavoro dei pompieri per spegnere  l'incendio provocato dalle bombe.

08:00 06 Apr
07:43 06 Apr

Auto contro cancello ambasciata russa a Bucarest, un morto

Un'auto si è schiantata contro il cancello dell'ambasciata russa a Bucarest, in Romania. Lo riferisce la polizia di Bucarest. Nello schianto, avvenuto poco dopo le 6 ora locale, l'auto ha preso fuoco e l'autista ha perso la vita. Al momento non si conoscono i motivi di quanto accaduto, ma le forze dell'ordine non escludono alcuna ipotesi.

 

Approfondisci qui la  notizia

07:42 06 Apr

Mosca: risponderemo a ogni atto ostile

Mosca "risponderà ad ogni atto ostile contro la Russia". Lo afferma, riferisce l'agenzia Tass, il portavoce del ministero degli Esteri del Cremlino in merito all'espulsione dei diplomatici russi da vari Paesi europei.

06:01 06 Apr

Il colosso dei chip Intel Corp ferma attività in Russia

 Il colosso americano di chip elettronici Intel Corp ha annunciato l'interruzione immediata di tutte le sue attività in Russia.   "Intel continua ad unirsi alla comunità globale nel condannare la guerra della Russia contro l'Ucraina e chiede di ritornare velocemente alla pace", scrive la compagnia, che ha anche aggiunto di aver preso provvedimenti per minimizzare i danni alla sua attività globale.

 

Approfondisci qui la  notizia

05:59 06 Apr

Il Guardian: trovata una nuova fossa comune a Bucha

Quella che sembra una nuova fossa comune sarebbe stata scoperta a Bucha, la città dove i russi hanno lasciato dietro di sé molti civili uccisi. Lo scrive il Guardian, che mostra una foto dall'alto della fossa con alcune persone intorno, nei pressi di una chiesa. 

05:43 06 Apr

Procuratrice Kiev, si indaga su 5.000 crimini di guerra

Almeno 5.000 crimini di guerra commessi da russi sono al momento oggetto d'indagine in Ucraina, ha annunciato la procuratrice generale Ucraina, Irina Venediktova, in un briefing a Bucha, ripreso da alcuni media, fra cui il Kyiv Independent. "Anche in questa situazione così crudele, i crimini di guerra sono i primi ad apparire nell'ordine, seguiti dai crimini contro l'umanità e dal genocidio", ha detto Venediktova. 

04:07 06 Apr

La Nuova Zelanda impone tariffa 35% su import da Mosca

La Nuova Zelanda introdurrà una tariffa del 35% su tutte le importazioni dalla Russia ed estenderà gli attuali divieti all'export ai prodotti industriali legati alle industrie russe strategiche: lo ha reso noto il governo di Wellington, secondo quanto riporta il Guardian. "Le immagini e le notizie che emergono sulle atrocità commesse contro i civili a Bucha e in altre regioni dell'Ucraina sono ripugnanti e riprovevoli e la Nuova Zelanda continua a rispondere agli atti di aggressione insensati di Putin", ha detto la ministra degli esteri, Nanaia Mahuta, sottolineando che il governo prenderà ulteriori misure ai sensi della legge sulle sanzioni russe per sostenere l'Ucraina. Le nuove tariffe e sanzioni entreranno in vigore il 25 aprile. 

03:38 06 Apr

Blinken annuncia altri 100 milioni di dollari in aiuti militari

Gli Stati Uniti annunciano 100 milioni di dollari in aiuti militari aggiuntivi all'Ucraina. Lo ha annunciato il segretario di Stato Usa, Antony Blinken. 

03:05 06 Apr

Zelensky: accordo su Donbass e Crimea impossibile nei negoziati

Risolvere tutti i problemi in un accordo e porre fine alla guerra con la Russia è "difficile e improbabile" e quindi la questione del Donbass e della Crimea non potrà essere risolta nel corso dei negoziati in corso, "soprattutto quando ci sono carri armati sul nostro territorio, i razzi colpiscono le nostre città, ci sono situazioni difficili in città assediate, come Mariupol", ha dichiarato in una nota diffusa dalla presidenza ucraina, Volodymyr Zelenskiy. 

"La Russia ha la sua visione del Donbas e l'Ucraina ha la sua. Quindi ho dato un semplice suggerimento. Credo che non saremo in grado di trovare un accordo su tutti i punti contemporaneamente. Questo è impossibile, anche se abbiamo dei negoziati", ha spiegato. Kiev è consapevole degli obiettivi russi e della concentrazione di truppe russe nel Donbas: "Il Donbas, il sud dell'Ucraina, il corridoio per la Crimea, la regione di Kherson e la regione di Zaporizhzhia. In pratica capiamo cosa stanno facendo. Per avere successo, combatteranno per il Donbas. E Mariupol è la vita per noi, una città, e per loro è una 'medaglia' che vogliono mettere al petto", ha detto.

02:41 06 Apr

Twitter non consiglierà più account governativi russi

Twitter ha annunciato nuove misure contro gli account del governo russo per ridurre la circolazione della propaganda ufficiale russa sul social network. Questi account ufficiali non saranno più "consigliati" agli utenti di Twitter in nessuna categoria del sito o dell'app, anche durante la ricerca, ha affermato la piattaforma. "Non faciliteremo la diffusione di messaggi dagli account governativi degli Stati che limitano il libero accesso alle informazioni e sono coinvolti in conflitti armati tra Stati, indipendentemente dal fatto che Twitter sia bloccato in questo Paese o meno", ha spiegato il gruppo. "Quando un governo blocca o limita l'accesso ai servizi digitali (...) ma continua a utilizzare questi servizi per la propria comunicazione, si crea un grave squilibrio", continua Twitter.

 

Approfondisci qui la notizia

01:46 06 Apr

Vertici Pentagono, aumenta il rischio di estensione del conflitto

"Ci troviamo a fronteggiare due potenze globali: la Cina e la Russia, ciascuna con significative capacità militari ed entrambe volte a cambiare fondamentalmente le regole basate sull'attuale ordine mondiale: stiamo entrando in un mondo che sta diventando più instabile e il potenziale per un significativo conflitto internazionale sta aumentando, non riducendosi". Lo ha detto il capo dello stato maggiore congiunto, Mark Milley, in una audizione parlamentare. L'invasione russa dell'Ucraina, ha aggiunto, è "la più grande minaccia alla pace e alla sicurezza dell'Europa e forse del mondo" nei suoi 42 anni di servizio nell'esercito Usa. Una posizione condivisa anche dal capo del Pentagono, Lloyd Austin, nella stessa audizione. 

01:09 06 Apr

Media russi: Cipro non invierà armi in Ucraina

Cipro non invierà armi in Ucraina su richiesta degli Stati Uniti, per non ridurre la sua capacità di difesa, ha affermato il capo del ministero della Difesa cipriota, Charalambos Petridis. Lo scrive Ria Novosti, citando fonti dei media. Parlando alla commissione parlamentare, Petridis ha specificato che non esiste tale possibilità, perché il Paese è sotto occupazione, ed ora il Ministero della Difesa sta risolvendo la questione della manutenzione dei sistemi d'arma di fabbricazione russa, scrive il quotidiano Fileleftheros. Tuttavia, Cipro è solidale con l'Ucraina e le fornisce assistenza umanitaria. In precedenza, il quotidiano Kathimerini ha scritto che gli Stati Uniti - ricorda l'agenzia - hanno chiesto a Nicosia di trasferire il sistema antiaereo BUK M1-2 e due tipi di sistemi antiaerei: TOR / M1 a Kiev. Inoltre, gli americani si sono interessati ai carri armati, ai veicoli corazzati, al Mi-35 russo e alle ultime armi russe. La proposta non riguardava le consegne dirette, ma il trasferimento di attrezzature negli Stati Uniti. Il ministero della Difesa ha chiarito che non avrebbe ridotto la capacità di difesa del paese occupato.

01:06 06 Apr

Difesa GB, i corpi dei civili almeno da 10 giorni nelle strade di Bucha

I corpi dei civili ucraini, uccisi a Bucha, sono rimasti per strada per almeno 10 giorni, secondo il ministero della Difesa del Regno unito che cita l'analisi delle immagini satellitari del 21 marzo, in cui sono stati identificati otto corpi nelle strade della città a 30 chilometri da Kiev.

00:42 06 Apr

Blinken è arrivato a Bruxelles

Il segretario di Stato statunitense, Antony Blinken, è arrivato a Bruxelles in vista dell'incontro dei ministri degli esteri della Nato. Parlando ai giornalisti in viaggio verso la capitale belga, ha affermato che è "un momento importante" per coordinarsi con alleati e partner "su numerosi fronti", ha riferito Cnn. Ha citato i movimenti delle forze russe in Ucraina, le "orribili atrocità che sono state rivelate a tutto il mondo a Bucha, aggiunge di "sospettare, ahimè, di vederne altre dove le forze russe si ritireranno".

00:40 06 Apr

Armi a Kiev dall'Estonia

L'Estonia invia armi all'Ucraina. Il Paese ha consegnato a Kiev missili anticarro e mine, armi automatiche, munizioni, granate e bombe a mano. Lo ha riferito Kyiv Indipendent.

00:39 06 Apr

Procura ucraina, da militari russi abusi su bimbi e anziani

Il procuratore generale ucraino, Irina Venediktova, afferma che l'esercito russo in Ucraina ha commesso violenze sessuali non solo contro donne e uomini, ma anche bambini e anziani. Lo riporta la Ukrainska Pravda. Le forze dell'ordine hanno ricevuto una serie di denunce, alcune delle quali diffuse anche sui social network. La procura - ha detto Venediktov a una riunione di coordinamento con forze dell'ordine e agenzie governative - ha convenuto sulla necessità di utilizzare i protocolli internazionali per indagare su questi crimini di guerra, chiedendo di accertare eventuali casi di abusi sessuali sulle vittime del conflitto. 

00:36 06 Apr

Riapre l'ambasciata di Turchia a Kiev

L'Ambasciata turca in Ucraina riprenderà da domani le sue attività a Kiev dopo l'evacuazione a Chernivtsi in seguito all'invasione russa a inizio marzo. Lo ha reso noto il ministero degli Esteri turco, riporta Haber Tv.

00:26 06 Apr

Forze russe hanno bloccato un convoglio di evacuazione da Mariupol

Le truppe russe hanno consentito a 1.496 civili di lasciare la città assediata di Mariupol, in Ucraina, a bordo di veicoli privati, ma hanno bloccato l'ingresso di un convoglio di autobus di evacuazione. Lo ha dichiarato la vice prima ministra, Iryna Vereshchuk, sottolineando che le forze russe hanno impedito agli autobus accompagnati dai lavoratori del Comitato internazionale della Croce Rossa di recarsi alla città portuale. I civili che sono riusciti a partire con i loro veicoli personali si sono recati a Zaporizhzhia.

00:23 06 Apr

Twitter blocca Mosca su Bucha, Lavrov protesta

l ministro degli Esteri russo Serghei Lavrov, ha chiesto di ripristinare "immediatamente" l'accesso a un post del ministero che era stato bloccato da Twitter. Si trattava di una dichiarazione del ministero della Difesa russo su quanto accaduto a Bucha, dove i russi sono accusati di avere fatto una strage di civili. "Chiediamo che il social network americano ripristini immediatamente l'accesso a tale pubblicazione. È necessario escludere un approccio di parte alla moderazione dei contenuti sulle sue risorse in futuro", ha dichiarato il ministero. Nel tweet bloccato c'era una sintesi degli argomenti di Mosca sulla "provocazione nella città ucraina di Bucha", e il link al testo completo del ministro della Difesa. Contrassegnato come "offensivo", la sua diffusione è stata ostacolata, ha spiegato il ministero guidato da Lavrov, definendo quanto accaduto come "un palese atto di censura, una chiara prova del fatto che Twitter è direttamente coinvolto, come lo sono altre società tecnologiche americane, nell'aggressione informativa senza precedenti lanciata da Washington e dai suoi satelliti al fine di presentare alla comunità internazionale un quadro completamente distorto degli eventi in Ucraina".

00:19 06 Apr

Proposta Ue per sanzionare le figlie di Putin

L'Unione europea ha proposto di sanzionare anche le due figlie di Vladimir Putin. Lo scrive il Wall Street Journal citando diplomatici a conoscenza del dossier. "Una mossa - si legge - che aggiungerebbe i familiari più stretti del leader russo a un elenco crescente di individui sanzionati in risposta all'invasione russa dell'Ucraina".

00:18 06 Apr

Allarme aereo a nord di Zaporizhzhia, esplosioni a Leopoli e Dnipropetrovsk

Testimoni oculari riferiscono di esplosioni nelle regioni di Leopoli e Dnipropetrovsk, nell'est, un centinaio di chilometri a nord di Zaporizhzhia, prima delle quali è stato lanciato un raid aereo. "Le forze di difesa aerea stanno lavorando, stanno proteggendo il nostro cielo. L'allarme aereo continua" - ha detto il capo dell'amministrazione militare regionale di Leopoli, Maksym Kozytskyi, invitando la popolazione a rimanere nei rifugi. Kozytsky ha successivamente confermato che l esplosioni erano avvenute nelle vicinanze di Radekhiv. Secondo l'amministrazione militare, nessuno è rimasto ferito nel bombardamento. Nella regione di Dnipropetrovsk, testimoni oculari hanno riferito di esplosioni a Novomoskovsk. 

00:00 06 Apr

Zelensky: ho parlato con l'amico Macron, la Russia affronti nuove dolorose sanzioni

"Le atrocità russe nella regione di Kiev devono essere indagate e la stessa Russia deve affrontare nuove dolorose sanzioni. Ne ho discusso con Emmanuel Macron. Si è parlato anche di negoziazioni e aiuti umanitari alle città ucraine assediate. Grazie, amico mio, per la tua posizione di principio". Così il presidente ucraino, Volodymyr Zelensky, su Twitter.