Bruxelles

Seconda giornata del Consiglio Europeo, il confronto tra i leader sul prezzo del gas

La proposta sul tavolo è l'introduzione di un tetto al prezzo del gas. Ma la questione non soddisfa tutti i leader europei
Seconda giornata del Consiglio Europeo, il confronto tra i leader sul prezzo del gas
Ansa/Filippo Attili
Mario Draghi, nel secondo giorno del Vertice Ue a Bruxelles

La crisi energetica è al centro dei lavori del Consiglio europeo in corso a Bruxelles, ma sul tema le posizioni dei leader appaiono molto distanti. Ieri pomeriggio, nella prima giornata, il presidente del Consiglio Mario Draghi ha chiesto di organizzare un Summit straordinario a luglio, dedicato solo al tema dell'energia e del gas. Una proposta che ha trovato il sostegno di alcuni Paesi, tra cui la Francia, ma che lascia molto "freddi" gli Stati del nord, guidati dall'Olanda. E secondo fonti Ue "non ci sono piani per convocare un vertice straordinario europeo a luglio sul tema dell'energia". L'obiettivo di Roma è quello di arrivare a porre un tetto al prezzo del gas. Nel precedente Consiglio, Draghi aveva ottenuto che fosse inserito il tema nella conclusioni, con la possibilità di un approfondimento da parte della Commissione. Draghi però non intende mollare la presa, spalleggiato, tra gli altri, dal presidente francese Emmanuel Macron e dal primo ministro greco Kyriakos Mitsotakis.

16:20 24 Giu

Scholz:" tetto prezzi gas? Proposte Commissione in autunno "

"La Commissione farà delle proposte. Le è stato richiesto, lo abbiamo ribadito, vedremo queste proposte in autunno". Ha risposto così il cancellieretedesco Olaf Scholz a una domanda su cosa pensi dell'idea di un tetto ai prezzi del gas, o price cap.   

Rispetto invece al fatto che al G7 si discuta di price cap del petrolio "in Europa abbiamo deciso che usciremo dall'importazione del petrolio russo per fine anno - ha detto -Stiamo creando le precondizioni tecniche". "Naturalmente dovremo collaborare a livello internazionale, solo se lavoriamo insieme avremo successo"

16:18 24 Giu

Ursula von der Leyen: "Price cap e riforma nel vertice di ottobre"

"Abbiamo deciso che ne discuteremo alla prossima riunione ordinaria del Consiglio europeo che è prevista ad ottobre quindi, entro la fine dell'estate, dovremmo essere pronti a fare diverse proposte ai leader per discuterne". Lo ha dichiarato la presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen, nella conferenza stampa al termine del vertice Ue rispondendo a una domanda sul price cap al prezzo del gas e la riforma del mercato dell'elettricita'.

15:43 24 Giu

Gas, Draghi: abbiamo le misure per evitare l'emergenza in inverno

"Ci stiamo preparando proprio per questo inverno. Le misure che stiamo pensando assicurano che non vi sia emergenza durante l'inverno. Tutte le previsioni e gli studi che ho visto finora danno un quadro che grazie proprio alla ricerca di altri fornitori, dal punto di vista di volumi, noi siamo in una buona posizione". Lo ha dichiarato il presidente del Consiglio, Mario Draghi, nella conferenza stampa al termine del vertice Ue rispondendo a una domanda sulla possibile emergenza gas.

15:37 24 Giu

Macron: nelle prossime ore accordo formale sulla Macedonia del Nord

"Accolgo con favore il voto del Parlamento bulgaro che ritira il veto della Bulgaria sull'inizio dei negoziati di adesione con la Macedonia del Nord e dunque l'avanzamento anche del dossier albanese" di ingresso nell'Ue e "nelle prossime ore completeremo il lavoro tecnico necessario a formalizzare l'accordo nei prossimi giorni: direi che la macchina è pronta a mettere in opera quanto è stato deciso". Lo ha annunciato il presidente francese, Emmanuel Macron, al termine del vertice Ue.

15:36 24 Giu

Macron: accelerare le decisioni Ue sull'energia

"Il ritorno accelerato dell'inflazione, la normalizzazione della politica monetaria su entrambe le sponde dell'Atlantico e i primi segni di rallentamento economico creano una situazione che ci impone di prendere decisioni rapide" nel campo "dell'energia". Lo ha detto il presidente francese Emmanuel Macron al termine del vertice Ue.

15:31 24 Giu

Draghi: "Putin ha già tagliato le forniture di gas, Ue in difficoltà"

"C'è molta consapevolezza rispetto alla serietà della situazione" sull'energia. "Si è parlato molto di coordinamento e sulla solidarietà, che certo ci deve essere e ci deve essere anche una risposta a controllare il prezzo del gas. L'obiezione che si fa al price cap è la paura che in risposta la Russia tagli le forniture, ma ormai in Germania stiamo al 50% del flussi. Putin incassa le stesse cifre e l'Ue ha difficoltà immense" ha aggiunto Draghi in conferenza stampa.

15:28 24 Giu

Draghi: "La dipendenza dal gas russo si è ridotta dal 40 al 25%"

"Per quanto riguarda la nostra dipendenza dal gas russo l'anno scorso era 40% oggi 25%. Le misure messe in campo già all'inizio della guerra cominciano a dare risultato" ha sottolineato il presidente del Consiglio.

15:19 24 Giu

Draghi: sull'allargamento l'Ue avrà un volto meno arcigno

"Si è deciso che il processo di allargamento, così esigente e burocratico, resterà esigente ma sarà molto meno burocratico, l'Ue assumerà una dimensione meno arcigna" ha detto ancora il presidente del Consiglio Mario Draghi.

15:16 24 Giu

Draghi: "L'Ue cresce e diventa sempre più importante"

"L'Ue sta crescendo, sta diventando sempre più importante, sta diventando quell'istituzione a cui tutti i Paesi Ue guardano come una istituzione capace di dar loro stabilità e sicurezza". Lo ha detto il premier Mario Draghi in conferenza stampa a Bruxelles.

15:02 24 Giu

Ue, no a nuovo summit su prezzo gas ma ipotesi Consiglio energia

La richiesta del presidente del Consiglio Mario Draghi di convocare a breve (prima della pausa estiva) un vertice Ue straordinario per decidere di fissare un tetto al prezzo del gas russo potrebbe essere adattata a una soluzione più pragmatica, ma comunque efficace: quella di dedicare alla questione un Consiglio Ue straordinario dei ministri dell'Energia. E' una ipotesi che, a quanto si apprende, sta circolando a Bruxelles, durante la seconda giornata del Consiglio europeo, in corso, che è dedicata alle questioni economiche e monetarie, con una discussione a cui partecipano anche la presidente della Bce Christine Lagarde e il presidente  dell'Eurogruppo Paschal Donohoe. Non c'è "appetito" da parte dei leader e del presidente del Consiglio europeo, Charles Michel, per un nuovo summit straordinario in luglio, ma il processo decisionale Ue non ha bisogno che si pronuncino i leader per misure di questo tipo: basta la normale macchina decisionale comunitaria, con la presentazione della proposta da parte della Commissione, il negoziato fra i governi al Coreper (il comitato degli ambasciatori permanenti presso l'Unione) e poi le decisioni nelle diverse formazioni ministeriali dei Ventisette in Consiglio (più il negoziato con il Parlamento europeo nelle questioni di legislazione ordinaria). In questo caso, comunque, prima ancora di parlare della convocazione di un Consiglio energia straordinario, la prima mossa dovrebbe essere la presentazione di una proposta per la fissazione del tetto ai prezzi del gas russo da parte della Commissione europea. Comunque, la responsabilità dell'organizzazione dell'eventuale riunione strardinaria dei ministri dell'energia ricadrebbe sulla presidenza di turno semestrale del Consiglio Ue, che sta esercitando la Francia fino a fine giugno, e che tocca alla Repubblica ceca dal primo luglio.

14:57 24 Giu

Londra: aviazione russa in difficoltà. Scarseggiano i piloti, si usano quelli in pensione

L'aviazione russa ha difficoltà nel sostenere l'invasione dell'Ucraina con un adeguato livello di piloti: lo scrive l'intelligence britannica nel suo aggiornamento quotidiano sulla situazione nel Paese. Il rapporto, pubblicato dal ministero della Difesa su Twitter, cita in particolare l'uso di piloti in pensione - e attualmente alle dipendenze del gruppo mercenario russo Wagner - nelle missioni di supporto aereo.  L'intelligence sottolinea inoltre che il pilota aveva apparecchiature Gps commerciali piuttosto che gli equipaggiamenti in dotazione alle forze armate russe: questo indica probabilmente che gli aerei usati dal gruppo Wagner sono vecchi modelli dell'Su-25 e che l'aviazione russa non fornisce al gruppo apparecchiature avioniche moderne.

14:50 24 Giu

La Commissione Europea lancia l' alleanza per aviazione a emissioni zero

L' Alleanza per l'aviazione a emissioni zero - scrive la Commissione - mira a preparare l'ecosistema dell'aviazione all'entrata in servizio di aeromobili alimentati a idrogeno ed elettrici, per garantire che il trasporto aereo contribuisca all'obiettivo di neutralità climatica dell'Europa per il 2050. Raccoglierà rappresentanti di produttori di aeromobili, compagnie aeree, aeroporti, società energetiche e fornitori di carburante, agenzie di standardizzazione e certificazione, gruppi di interesse per i passeggeri e l'ambiente e autorità di regolamentazione. Nei prossimi due decenni si prevede che saranno immessi sul mercato più di 44.000 nuovi velivoli. Il potenziale volume di mercato degli aeromobili a emissioni zero è stato stimato in 26.000 entro il 2050, per un valore totale di 5 trilioni di euro.L'Alleanza alla fine manterrà l'impegno di allineare il settore alle ambizioni climatiche, agli obiettivi e alle altre politiche correlate dell'Ue.

14:22 24 Giu

Dmitry Medvedev, in risposta alla ministra degli Esteri tedesca: "fame come arma? Incredibile detto da Germania"

Il vice presidente del Consiglio di  sicurezza della Federazione russa, Dmitri Medvedev, ha usato toni  durissimi per replicare alla ministra degli Esteri tedesca, Annalena Baerbock, che ha accusato il governo russo di usare la fame come arma  di guerra. "E' sorprendente, ovviamente, sentire questo da funzionari  il cui Paese ha assediato Leningrado per 900 giorni, durante i quali  quasi 700mila persone sono morte di fame", ha detto Medvedev, citato  dall'agenzia di stampa Tass.

14:18 24 Giu

Il Ministro della Difesa turco: "consenso tra le parti per aprilre corridoi per il grano"

Il ministro della Difesa turco Hulusi Akar ha fatto sapere che è stato trovato un "consenso generale" tra le parti per sbloccare l'esportazione di grano daiporti dell'Ucraina. "È stato raggiunto un consenso generale sulla creazione di un centro a Istanbul per le operazioni e lagestione sicura e ininterrotta di questa attività da parte disoldati turchi, russi e ucraini insieme, oltre che con l'Onu", ha fatto sapere Akar, come riporta Hurriyet, aggiungendo che"nei prossimi giorni ci potrebbero essere sviluppi positivi e sipotranno adottare misure concrete".

13:47 24 Giu

Salvini: sarebbe oltraggioso se Ue non accettasse la proposta italiana su vertice

"Sarebbe incredibile e oltraggioso se Bruxelles non accettasse la proposta italiana di un vertice e un intervento urgenti per controllare prezzo e distribuzione del gas". Lo dice il leader della Lega Matteo Salvini commentando le notizie che arrivano da Bruxelles: secondo alcune fonti dell'Unione "allo stato non ci sono piani per un vertice straordinario dell'Ue a luglio" sull'energia.

13:46 24 Giu

Gentiloni, da Consiglio Ue decisioni storica su Ucraina e Moldavia

La concessione dello status di Paese candidato all'Ucraina e alla Moldavia è "una decisione storica presa ieri dal Consiglio europeo. Sappiamo che non sarà un percorso rapido, ma è il segno di continua capacità attrattiva dell'Unione europea". Lo ha detto Paolo Gentiloni, commissario europeo all'economia, in collegamento col convegno dei Giovani imprenditori di Confindustria in corso a Rapallo. "Sono assolutamente convinto che se non si materializzano alcuni scenari negativi, legati soprattutto alle forniture energetiche, ci sono le condizioni perché l'economia europea eviti di entrare in territorio negativo, eviti la recessione, mantenga dei livelli, sia pure molto più moderati di quanto era previsto, di crescita, per poi riprendere una crescita più consistente nel corso degli anni successivi", ha poi aggiunto Gentiloni. "C'è un'incognita però - ha sottolineato - legata in modo considerevole alle forniture di gas perché, secondo le nostre previsioni, se venisse a mancare la fornitura di gas russo, per le nostre economie il rischio di entrare in territorio negativo diventerebbe a quel punto molto più consistente".

12:59 24 Giu

Il Parlamento bulgaro revoca il veto contro la Macedonia del Nord

Dopo un acceso dibattito il parlamento bulgaro ha approvato la mozione avanzata dall'opposizione e sostenuta dal partito 'Continuiamo il cambiamento' del premier dimissionario Kiril Petkov volta ad appoggiare la proposta francese per risolvere la disputa fra Bulgaria e Macedonia del Nord riguardo all'avvio dei negoziati per l'ingresso di Skopje nell'Ue. Con ciò viene rimosso il veto di Sofia sull'avvio del negoziato della Macedonia del Nord con Bruxelles, che durava da un anno e mezzo. A favore della proposta francese hanno votato 170 deputati, 37 i contrari 21gli astenuti. Presenti 228 deputati dei 240 nel parlamento unicamerale.

12:21 24 Giu

L' Ue emetterà bond per 50 miliardi nella seconda metà dell'anno

La Commissione europea ha annunciato l'intenzione di emettere 50 miliardi di euro di Eu-Bond per finanziare il programma di ripresa Next Generation Eu tra luglio e dicembre 2022, da integrare con finanziamenti a breve termine (Eu-Bills). I fondi andranno a sostenere la ripresa economica degli Stati membri in seguito alla pandemia di coronavirus nell'ambito del Recovery fund.

12:14 24 Giu

Fonti Ue, non ci sono piani per un summit a luglio

"Non ci sono piani per un summit straordinario a luglio". E' quanto si apprende da fonti europee mentre è ancora in corso il vertice dei leader. Le stesse fonti confermano come "un leader" al tavolo dei 27 ieri abbia fatto richiesta della riunione

11:41 24 Giu

Lettonia, Summit straordinario ha senso solo se ci sono decisioni da prendere

Un Consiglio Europeo straordinario il mese prossimo dedicato all'energia, come richiesto dal presidente del  Consiglio Mario Draghi, potrebbe essere utile, ma solo se ci sono  "decisioni" da prendere. Lo dice il premier lettone Krisjanis Karins,  a margine dell'Eurosummit-Consiglio Europeo in corso a Bruxelles.  "Ci siamo incontrati molto di frequente - ricorda - se c'è bisogno,  naturalmente sarò lieto di ritornare presto. Ma la domanda è: ci sarà  un risultato? Se ci ritroviamo solo per parlare, non credo abbia molto senso. Ma se ci sono decisioni da prendere, allora sarebbe una buona  ragione" per riunirsi. "Vedremo oggi come va la discussione e quello  che la Commissione ha da dire, perché è la Commissione che prepara le  decisioni da prendere", conclude. 

11:22 24 Giu

Belgio, serve price cap Ue contro il caro energia

Il primo ministro belga Alexander De Croo ha fatto appello alla solidarietà europea contro il caro energia. "Se non ci prepariamo insieme per l'inverno quest'estate, allora c'è un grande rischio che avremo seri problemi", ha detto arrivando al vertice Ue. Il Belgio, ha evidenziato, sostiene le proposte su "acquisti comuni" e "un tetto dei prezzi", "ora la Commissione Ue deve prendere la guida" di queste iniziative, "dobbiamo coordinarci".

11:10 24 Giu

Lussemburgo, ieri decisione storica, ma non è un assegno in bianco

Ieri è stata una decisione storica. Voglio solo ricordarvi che qualche settimana fa, quando abbiamo parlato dello status di candidato per l'Ucraina, non eravamo sicuri che saremmo riusciti a trovare l'accordo. Sono felice che siamo stati in grado di mostrare finalmente all'Ucraina un sostegno morale molto forte, perché il candidato non significa adesione come membro ma mostra che è una strada e non un assegno in bianco". Lo ha detto il premier del Lussemburgo, Xavier Bettel, al suo arrivo alla seconda giornata del Consiglio europeo. "Ci sono anche compiti a casa da fare. E questo è anche il motivo per cui la discussione sulla Bosnia Erzegovina hanno impiegato così tanto tempo, perché hanno ancora molti compiti da fare", ha aggiunto.

11:02 24 Giu

Svezia, vertice su energia senza decisioni è una perdita di tempo

Sulla convocazione di un Consiglio europeo straordinario sull'Energia "spetta al presidente del Consiglio Charles Michel vedere cosa sia necessario, ma se avremo un incontro in più dovremo essere in grado di prendere un qualche tipo di decisione, altrimenti penso che forse non è il modo più produttivo di usare il nostro tempo". Così la premier svedese, Magdalena Andersson, al suo arrivo al vertice dei capi di Stato e di governo dell'Ue a Bruxelles.

10:59 24 Giu

Scholz: aumentare gli sforzi per ridurre dipendenza energetica da Russia

L'Europa deve intensificare gli sforzi per ridurre la sua dipendenza dalle importazioni russe di combustibili fossili. Lo ha sottolineato il cancelliere tedesco, Olaf Scholz. Secondo l'agenzia di stampa Reuters, Scholz ha detto ai giornalisti a Bruxelles che "tutti insieme, siamo molto, molto ben preparati per la difficile sfida legata alle importazioni russe di combustibili fossili. Questo è uno sforzo che dobbiamo accelerare ulteriormente ora, ovviamente questo è legato a grandi sfide, ma ci sosterremo a vicenda". Il cancelliere tedesco ha aggiunto che il blocco ha imposto sanzioni al carbone e al petrolio della Russia in una fase iniziale e ha anche lavorato per adeguare le proprie infrastrutture in modo che i Paesi europei possano importare gas anche da altri Paesi.