L'aggressione russa

Live guerra in Ucraina, la cronaca minuto per minuto: giorno 131

Il conflitto in tempo reale
Live guerra in Ucraina, la cronaca minuto per minuto: giorno 131
Ucraina24
Snizhne
23:37 04 Lug

Scholz ricevuto da Macron all'Eliseo, coordinamento su Ucraina

Il presidente francese, Emmanuel Macron, ha ricevuto questa sera all'Eliseo il cancelliere tedesco, Olaf Scholz, per una cena di lavoro.  I due leader hanno discusso della guerra in Ucraina e, più in generale, "delle grandi sfide attuali internazionali, europee e bilaterali". "Questi incontri consentono di costruire un rapporto di fiducia e di approfondire questo rapporto", ha sottolineato il portavoce di Scholz, Steffen Hebetsreit. 

20:48 04 Lug

Fa appello il secondo britannico condannato a morte da russi

La difesa del cittadino britannico Aiden Aslin, condannato a giugno scorso alla pena di morte dai filorussi del Donetsk per avere combattuto nelle fila ucraine, ha presentato appello contro la sentenza. Lo riferisce il Tribunale supremo della repubblica separatista.    Un altro britannico condannato alla pena capitale, Shaun Pinner, ha gia' presentato appello contro la sentenza il 29 giugno scorso. Con loro è stato condannato alla pena capitale il marocchino Braguim Saadun, che pure ha presentato appello il primo luglio scorso. Secondo Mosca nei confronti dei tre non si può applicare la Convenzione di Ginevra sui prigionieri di guerra giacché si tratterebbe di soldati mercenari, anche se l'Ucraina ha affermato che essi appartengono all'esercito regolare del Paese: Saadun dal 2021 e i due britannici dal 2018. I tre prestavano servizio nella 36esima brigata di fanteria di Marina a Mariupol. 

18:26 04 Lug

A Donetsk in fiamme infrastrutture ferroviarie

Un incendio è scoppiato nelle infrastrutture ferroviarie di Donetsk. Lo riferisce l'agenzia di stampa ucraina Unian, mostrando -sui suoi canali Telegram- una serie di video che mostrano un enorme rogo da cui si sprigionano alte fiamme. Secondo quanto riporta W-N.com, sarebbero in fiamme anche alcuni tendoni del mercato vicino. 

18:12 04 Lug

Zelensky: "La nostra ricostruzione è missione del mondo democratico, Mosca vuole provare che l'Europa non difende i suoi valori"

"La guerra della Russia non è solo una mossa per prendere la nostra terra ma è una sfida al sistema europeo: vuole provare che l'Europa è debole e che non può difendere i propri valori". Lo ha detto il presidente Volodymyr Zelensky nel corso della conferenza sulla ricostruzione dell'Ucraina a Lugano. "La ricostruzione dell'Ucraina non è dunque solo un fatto locale ma la missione di tutto il mondo democratico". 

Qui il pezzo d'approfondimento 

 

16:30 04 Lug

Johnson: uniti con nostri alleati affinchè prevalga l'Ucraina

"La nostra priorità immediata è unirci ai nostri alleati per fare in modo che l'Ucraina prevalga nella sua coraggiosa lotta contro l'aggressione di Putin": lo ha detto il premier britannico, Boris Johnson, riferendo alla Camera dei Comuni sugli ultimi vertici internazionali.Il summit della Nato a Madrid, ha aggiunto Johnson, "è andato oltre tutte le aspettative per quanto riguarda l'unità dell'Alleanza nel sostenere l'Ucraina per tutto il tempo necessario". 

13:14 04 Lug

Putin: l'offensiva prosegua dopo la presa di Lugansk

Il presidente russo Vladimir Putin ha ordinato al ministro della Difesa, Sergei Shoigu, di proseguire l'offensiva in Ucraina anche dopo che le truppe russe abbiano assunto il controllo dell'intera regione di Lugansk. "Le unità militari, incluso il gruppo Est e il gruppo Ovest, devono portare a termine le loro missioni secondo i piani approvati in precedenza".

12:43 04 Lug

Gli astronauti russi a bordo della Iss festeggiano la conquista della regione di Lugansk

Gli astronauti russi a bordo della Stazione Spaziale Internazionale sono stati fotografati oggi mentre festeggiano la conquista da parte del Cremlino della regione ucraina orientale di Lugansk. Roscosmos, l'agenzia spaziale russa, ha condiviso le immagini dei cosmonauti Oleg Artemyev, Denis Matveev e Sergei Korsakov sorridenti mentre impugnavano le bandiere appartenenti all'autoproclamata Repubblica popolare di Lugansk e alla Repubblica popolare di Donetsk. L'agenzia ha inoltre descritto la conquista di Mosca come "un giorno di liberazione da festeggiare sia sulla Terra sia nello spazio". In una dichiarazione sull'app di messaggistica Telegram, l'agenzia ha scritto: "Questo è un giorno tanto atteso che i residenti delle aree occupate della regione di Lugansk stanno aspettando da otto anni. Siamo fiduciosi che il 3 luglio 2022 finirà per sempre nella storia della repubblica".

"Cittadini della Repubblica popolare alleata di Donetsk, aspettate!", ha aggiunto. La Russia ha annunciato ieri di aver acquisito il pieno controllo della regione di Lugansk dopo aver conquistato la sua ultima grande città, Lysychansk. Era stata l'ultimo bastione dell'Ucraina nella provincia orientale di Lugansk, teatro di aspri combattimenti negli ultimi giorni. Dopo la conquista della città, il presidente Volodymyr Zelensky ha promesso che le forze ucraine avrebbero ripreso la città chiave. "Se i comandanti del nostro esercito ritirano le persone da determinati punti al fronte, dove il nemico ha il maggiore vantaggio in termini di potenza di fuoco, e questo vale anche per Lysychansk, significa solo una cosa", ha detto Zelensky nel suo discorso video notturno, "Che torneremo grazie alle nostre tattiche, grazie all'aumento della fornitura di armi moderne".

12:10 04 Lug

Kiev: la Russia non si limiterà al Donbass, vuole la completa distruzione del Paese

"Il Cremlino non limiterà i suoi appetiti al Donbass e sta pianificando la completa distruzione dell'Ucraina". Lo ha detto Kyrylo Budanov, capo dell'intelligence ucraina, in  un'intervista a "RBK-Ucraina, sottolineando che "siamo stati i primi a dire cosa e come sarebbe successo. Pertanto, posso dirvi con piena responsabilità che i piani della Russia sono la completa distruzione dell'Ucraina, assolutamente completa". "Non risponderò - ha aggiunto - a qualsiasi domanda che riguardi  teorie secondo le quali, forse, il Donbass gli basterà".

12:01 04 Lug

Kiev: troupe francese presa di mira in bombardamento a Sloviansk, nessun ferito

 Una troupe del canale televisivo francese "France 24", che stava girando un reportage a Sloviansk, è stata presa di mira durante il bombardamento avvenuto nella città ieri. Lo riferisce il servizio statale di emergenza dell'Ucraina, come riportano i media ucraini. I giornalisti sono rimasti illesi. Secondo il servizio statale per le situazioni di emergenza, il lavoro dei giornalisti del canale televisivo francese France24, che stavano facendo un reportage sul lavoro dei soccorritori ucraini nella regione di Donetsk, è stato interrotto dai bombardamenti.

11:39 04 Lug

Il Papa: vorrei andare a Kiev, è possibile, e anche a Mosca

"Vorrei andare in Ucraina, e prima volevo andare a Mosca. Ci siamo scambiati messaggi su questo perché ho pensato che se il presidente russo mi avesse dato una piccola finestra per servire la causa della pace...". Lo ha detto il Papa a Reuters. "E ora è possibile, dopo essere tornato dal Canada, è possibile che riesca ad andare in Ucraina", ha detto. "La prima cosa è andare in Russia per cercare di aiutare in qualche modo, ma mi piacerebbe andare in entrambe le capitali".

11:33 04 Lug

Bombardamenti sul Donetsk, almeno 9 civili uccisi

Almeno nove civili sono morti e altri 25 sono rimasti feriti nei bombardamenti russi di questa mattina sulle aree dell'Oblast di Donetsk ancora controllate da Kiev. Lo riferisce su Telegram il governatore ucraino della regione, Pavlo Kyrylenko. "I russi hanno ucciso nove civili nella regione di Donetsk: sei a Slovyansk, uno ad Avdiivka, uno a Bakhmut e uno a Zaitseve. Tra le vittime c'erano due bambini: uno a Slovyansk e uno a Zaitseve. Altre 25 persone sono rimaste ferite", si legge nel messaggio.

Secondo Kyrylenko, "è attualmente impossibile determinare il numero esatto delle vittime a Mariupol e Volnovakha", città del Donetsk occupate da Mosca nelle fasi precedenti dell'offensiva, "i russi si assumeranno la responsabilità di ogni crimine sulla nostra terra".

Le truppe russe hanno lanciato ieri un massiccio attacco a Slovyansk, dove sono stati segnalati fino a 15 incendi in varie parti della città. Dopo aver conquistato l'intera regione di Lugansk, i russi stanno ora cercando di conquistare il Donetsk, dove gli ucraini controllano solo il 45% del territorio, per poter così mettere le mani sull'intero Donbass.

11:28 04 Lug

Kiev: "Il ritiro da Lysychansk? Decisione molto difficile, ma giusta"

"Molto difficile". Così è stata - nelle  parole del governatore ucraino di Luhansk, Serhiy Haidai - la  decisione degli ucraini sulla ritirata da Lysychansk, che fino a ieri  era l'ultima città della regione sotto controllo ucraino. Ma è stata  la "decisione giusta", ha precisato. "C'era la possibilità di tenere  Lysychansk più a lungo, ma a quale prezzo? Resistere lì per altre due  settimane? Poi le forze russe avrebbero sfondato dal lato di  Bilohorivka, Popasna e Komyshuvakha e avrebbero accerchiato le nostre  truppe a Lysychansk e avremmo perso tutto il gruppo", ha detto alla  Cnn continuando a chiedere sostegno all'Occidente e dicendosi  "assolutamente certo che riprenderemo l'oblast di Luhansk".

"E' chiaro che è molto doloroso, molto difficile - ha aggiunto - ma  ora i ragazzi sono vivi, l'equipaggiamento è intatto, tutti possono continuare a combattere l'esercito russo". Secondo Haidai, i russi  "hanno dispiegato una quantità incredibile di equipaggiamento militare per l'assalto", c'erano "bombardamenti quotidiani da mattina a notte". "I nostri difensori continueranno a combattere e aspetteremo fino a  quando non avremo un numero sufficiente di armi straniere per essere  in grado di fermare il nemico", ha proseguito Haidai, secondo il quale i russi "vogliono raggiungere i confini delle regioni di Donetsk e  Luhansk" e "per questo obiettivo stanno subendo perdite incredibili e  folli".

11:08 04 Lug

Filorussi, avanzata su Seversk nel Donetsk

Le forze russe avanzano sulla città di Seversk, nell'oblast di Donetsk, "da due direzioni". Lo ha annunciato il ministero dell'interno della autoproclamata Repubblica del Lugansk, secondo quanto riporta l'agenzia russa Tass. 

07:29 04 Lug

Difesa Gb: ora Russia punterà a conquistare il Donetsk

Dopo la conquista di Lysychansk "l'obiettivo della Russia ora si sposterà quasi sicuramente sulla cattura dell'Oblast di Donetsk, gran parte della quale è sotto il controllo delle forze ucraine. La lotta per il Donbass è stata dura e logorante ed è altamente improbabile che questo cambi nelle prossime settimane", si legge nell'aggiornamento quotidiano di intelligence della Difesa britannica.

04:37 04 Lug

Esplosione a Snizhne (Donetsk)

Grossa esplosione, questa notte, nella cittadina di Snizhne a 50 km sia da Donetsk che da Luhansk. La zona è interamente occupata dalle forze russe. Al momento non si hanno informazioni sui cosa sia esploso, ne' su danni ed eventuali vittime. Ci sono però foto e video

04:45 04 Lug

Video delle esplosioni a Snizhne

04:33 04 Lug

Al via a Lugano la Ukraine Recovery Conference

Oggi al via a Lugano, in Svizzera, la Ukraine Recovery Conference (URC2022) in sostituzione della quinta conferenza sulla riforma ucraina (URC2022), prevista prima dell’attacco russo. Obiettivo della due giorni (si conclude domani 5 luglio) la ricostruzione dell'Ucraina sotto il profilo economico e infrastrutturale, ma anche sociale e umanitario che si spera di ottenere “attraverso un processo politico e diplomatico di ampio respiro”. Per l'occasione, nella città del Canton Ticino, si riuniranno i rappresentanti di 41 Paesi e 19 organizzazioni internazionali, inclusi alcuni importanti esponenti della Banca mondiale e delle Nazioni Unite. Non sarà presente però nessun capo di Stato. La Presidente della Commissione europea Ursula Von der Leyen e alcuni capi di governo - tra cui quelli di Repubblica Ceca, Lituania e Polonia - dovrebbero però arrivare sulle rive del Ceresio. 

02:00 04 Lug

Distrutto ponte strategico per Melitopolol

In serata c'è stato un nuovo bombardamento vicino a Melitopol, nel villaggio di Myrne, dove le forze russe si sono impadroniti anche di una ex base militare. Il sindaco di Melitopol ha riferito che un ponte ferroviario al confine tra i distretti di Melitopol e Tokmak, vicino al villaggio di Lyubimovka, è stato fatto saltare in aria. Il ponte era utilizzato dalle truppe russe come importante linea di rifornimento.

02:00 04 Lug

Il ponte tra Melittopol e Tokmak ora distrutto

Il ponte tra Melittopol e Tokmak @nexta_tv/Twitter
Il ponte tra Melittopol e Tokmak
01:32 04 Lug

Siria accusa: Stati Uniti e Turchia usano combattenti Isis

L'ambasciatore siriano in Russia, Riad Haddad ha detto che gli Stati Uniti e la Turchia inviano in Ucraina combattenti dell'Isis e dli altri gruppi islamisti. “Non siamo sorpresi che mandino militanti delle organizzazioni terroristiche Isis e Jabhat Al-Nusra da Idlib in Ucraina, perché questi gruppi sono strumenti usati dall'Occidente contro i popoli pacifici”, ha affermato il diplomatico. 

01:03 04 Lug

Sindaco: Tecnico subacqueo della centrale di Zaporizhzhia torturato e ucciso dai russi

Le forze russe hanno torturato a morte il tecnico subacqueo della centrale nucleare ucraina di Zaporizhzhia, secondo il sindaco della città ucraina sudorientale. Enerhodar Dmytro Orlov afferma che Andrii Honcharuk è arrivato in coma in ospedale dopo essere stato brutalmente picchiato dai russi per essersi rifiutato di tuffarsi nella piscina dell'impianto ed è morto ieri.
 

00:10 04 Lug

Zelensky: 89 atleti e allenatori uccisi e 13 catturati

"Molti atleti ucraini sono entrati nelle file delle forze armate per difendere il Paese sul campo di battaglia. 89 atleti e allenatori sono stati uccisi nelle ostilità, 13 sono stati catturati e sono nelle mani dei russi". E' il bilancio fornito dal presidente ucraino Volodymyr Zelensky, dopo aver incontrato il presidente del Comitato olimpico internazionale, Thomas Bach. "Oltre 100 mila atleti ucraini non hanno l'opportunità di allenarsi oggi" a causa dell'invasione russa, ha aggiunto il leader di Kiev, sottolineando che "molte infrastrutture sono state distrutte".