Verso le elezioni

Letta: Lega disdica accordo con partito Putin. Salvini: votano gli italiani non i russi

Scontro sulle parole di Medvedev che chiede agli elettori europei di punire alle urne i governi che hanno isolato Mosca
Letta: Lega disdica accordo con partito Putin. Salvini: votano gli italiani non i russi
ansa
Enrico Letta

Berlusconi: Draghi continui a svolgere ruolo dopo 25/9

"Già da molti anni sono stato io volere Mario Draghi alla guida di Bankitalia e poi della Bce, superando la resistenza della signora Merkel. Sono stato ancora io il primo a indicarlo alla guida del governo di unità nazionale. Ovviamente non posso che essere favorevole al fatto che continui a svolgere un ruolo importante, per l'Italia, anche dopo le elezioni. E in generale ho detto più volte che non disperderemo quanto di buono ha fatto il governo Draghi, anche nella scelta delle persone, naturalmente". Lo afferma Silvio Berlusconi in un'intervista che sarà pubblicata oggi su 'Il Foglio'.

Calenda: non mi pento di aver rotto con il Pd

Carlo Calenda ha affermato che non si è pentito di aver rotto col Pd. "Al di là di quello che dicono i sondaggisti, perché i sondaggi veri, come dice Berlusconi, ci saranno dopo il 10 settembre, quando non si potranno pubblicare." Così il leader di Azione ospite a La7. Calenda ha aggiunto che però in futuro non può escludere di lavorare ancora con i dem, in una eventuale nuova "maggioranza Ursula" (l'insieme dei partiti che elessero Von der Leyen alla presidenza dell'Unione Europea, ndr).

Conte: intromissione Medvedev inopportuna e pericolosa

"L'intromissione di Dmitri Medvedev sulle prossime tornate elettorali europee è inopportuna e pericolosa: gli italiani non devono prendere lezioni e consigli da nessuno, tanto meno da chi si è reso protagonista di guerra e condotte che violano i più elementari diritti umani". Così in un tweet il presidente M5S Giuseppe Conte.

Berlusconi: aiuteremo alleati se vorranno entrare in Ppe

"L'ingresso nel Ppe significa l'adesione a una precisa visione dell'Europa e del ruolo dell'Italia in Europa. Un'Europa basata sui valori giudaico-cristiani, sul modello liberale, sulla sussidiarietà. Se i nostri alleati vorranno intraprendere un percorso di questo tipo, noi naturalmente li aiuteremo". È quanto si legge in un'intervista al presidente di Forza Italia, Silvio Berlusconi, in edicola domani sul Foglio.

Letta: Lega disdica accordo con partito Putin

Noi chiediamo che tutti i partiti dicano no a queste ingerenze. In particolare la Lega ha un accordo firmato nel 2017 con Russia Unita, il partito di Putin. Questo accordo deve essere disdettato, se non lo fanno è gravissimo per la sovranità del nostro paese". Lo dice il segretario del Pd Enrico Letta al Tg1.

Salvini: non contano tweet russi, voteranno gli italiani

"Non mi interessano gli insulti del Pd. Voteranno gli italiani e non russi, cinesi ed eschimesi. All'estero possono dire quello che vogliono ma  non mi interessa fare polemica col resto del mondo". Così il leader della Lega, Matteo Salvini sulle polemiche per le dichiarazioni del vicepresidente del Consiglio di sicurezza nazionale russo Medvedev, intervistato dal Tg4.  E ha aggiunto: "Il problema degli italiani non sono tweet, insulti o polemiche di Letta o un televirologo che dice che Salvini è un assassino, ma la bolletta della luce, il gas, la benzina, il mutuo e il carrello della spesa". 

Ammessi dal Viminale 75 simboli, 5 in più rispetto a primo esame

Sono 75 (sui 101 consegnati) i contrassegni elettorali ammessi dal Viminale alla prossima tornata elettorale del 25 settembre. Lo si evince dalle bacheche esposte nella sede del ministero degli Interni. Ai 70 simboli approvati nella prima valutazione se ne aggiungono altri cinque: Palamara oltre il sistema, Peretti-Liberazione democrazia cattolica liberale, Partito federalista italiano, Popolo partite Iva, Italia s'è desta. 

Amendola accetta candidatura dopo appello Letta

Il sottosegretario Vincenzo Amendola, ha accettato la candidatura dopo l'appello del segretario dem che gli ha chiesto di non ritirarsi dalla campagna elettorale nonostante il collocamento in un collegio "difficile". "La mia è una candidatura di servizio, per rispetto degli elettori e militanti del Pd che hanno sostenuto il lavoro svolto in Europa in questi anni" scrive Amendola su Twitter.

A Bologna festa dell'Unità senza simboli di partito

La Festa dell'Unità di Bologna, che comincia il 25 agosto, sarà senza bandiere del Pd e senza simboli di partito, ma solo con il logo tradizionale della festa. All'inaugurazione ci sarà il segretario Enrico Letta. "Sarà una festa con qualche doverosa modifica dettata dalla normativa - ha detto il responsabile dell'evento Lele Roveri - ma con l'anima e l'atmosfera che sempre hanno caratterizzato ogni Festa dell'Unità. Il tutto verrà organizzato nel rispetto delle regole, come sempre è stato. Regole che tutti i partiti politici devono rispettare". 

Giorgetti: per liste centrodestra ancora 24 ore

"Dovete avere ancora pazienza 24 ore". È quanto ha detto il ministro leghista dello Sviluppo economico, Giancarlo Giorgetti, a chi gli chiedeva del lavoro sulle liste elettorali. Giorgetti era appena uscito dalla riunione del centrodestra, in corso a Roma nella sede di Fratelli d'Italia.

Letta: situazioni spiacevoli da liste, spero Amendola accetti

"La compilazione delle liste è sempre complicata ma con l'attuale legge elettorale, la riduzione di un terzo dei parlamentari e con i tempi strettissimi di questa crisi, le difficoltà sono aumentate esponenzialmente." Lo dichiara il segretario Pd Enrico Letta che parla di  "situazioni non volute" come quella che assegna una candidatura difficile a Enzo Amendola, "una delle personalità più rilevanti della nostra politica europea." Letta fa appello ad Amendola ad accettare la sfida.

Toti a margine vertice centrodestra: si lavora ancora su caselle non nomi

''Stiamo ancora lavorando sulle caselle, non sui nomi… oggi è stata una riunione tecnica''. Lo ha detto Giovanni Toti (Noi moderati) lasciando il vertice di centrodestra sui collegi elettorali. 

Urso (Copasir): grottesca dichiarazione Medvedev è punta dell'iceberg

"La dichiarazione grottesca di Medvdev (che chiede a europei di punire col voto i governi che hanno isolato la Russia ndr) è solo la punta dell'iceberg: dobbiamo aumentare consapevolezza e resilienza anche perché l'Italia è tassello fondamentale della difesa occidentale e atlantica e quindi paese target". Così il presidente del Comitato parlamentare per la sicurezza della Repubblica e senatore di Fratelli d'Italia Adolfo Urso. "Il Copasir - ricorda Urso - ha da tempo denunciato il rischio di ingerenze straniere nelle democrazie occidentali, specie durante i processi elettorali, sollecitando le istituzioni a predisporre adeguate misure."

Fassino sulle parole di Medvedev: russi determinati a interferire, che dicono gli amici di Putin?

"Per chi avesse ancora dubbi sulla determinazione russa ad interferire nella nostra vita democratica non serve leggere i retroscena, basta aprire i social e leggere le dichiarazioni di Medvedev, n.2 di Mosca. I tanti amici di Putin candidati in Parlamento cosa hanno da dire?". Lo scrive su Twitter il presidente della commissione Esteri della Camera, Piero Fassino, del Partito democratico, in merito alle parole del vice presidente del Consiglio di Sicurezza della Federazione Russa, che ha invitato gli elettori italiani a punire i governi che si sono schierati a sostegno dell'Ucraina contro Mosca.
 

Fratoianni sul M5s: dopo il voto discutere sulle convergenze

Dopo il voto è possibile un'alleanza con il M5s? "Penso che dopo il voto ci si possa alleare sui temi con chiunque costruisce sui temi una convergenza. Su molti temi esiste una convergenza e quindi penso che con chi condivide alcune questioni dovremo tornare tutti a discutere". Lo ha detto il segretario di Sinistra italiana, Nicola Fratoianni, a Rai Parlamento.
 

Elezioni: il M5s convoca candidati per firmare la candidatura

ll M5S, a quanto si apprende, avrebbe convocato per oggi pomeriggio i candidati alle elezioni politiche, effettivi e supplenti di Camera e  Senato per firmare la candidatura. La convocazione è confermata per i candidati in Calabria e Campania che sono stati invitati a presentarsi per firmare la documentazione necessaria ancora prima di conoscere i risultati delle Parlamentarie e quindi la  postazione in lista che andranno a ricoprire.

De Magistris, Unione Popolare: Gli acquisti di aerei F35 sono soldi sottratti alla sanità pubblica

"Mentre i partiti tutti del sistema fanno vedere che litigano in campagna elettorale continuano imperterriti ad andare a braccetto nel governo dimissionario Draghi, che, in sfregio alla Costituzione, non si limita a gestire l'ordinaria amministrazione, ma con dentro dai 5S a Berlusconi, da Salvini a Renzi, ha acquistato, dagli americani in particolare, 18 aerei F35 da combattimento per 524 milioni di dollari. Soldi ancora una volta sottratti alla sanità pubblica e ai bisogni della gente." Lo afferma in una dichiarazione Luigid e Magistris, portavoce di Unione Popolare. 

Calenda: chiederemo a Draghi di restare premier. Il leader di Azione conferma poi la candidatura su Roma

“Andare avanti con l'agenda e il metodo Draghi, di buon senso e di buon governo. Per questo se avremo un largo mandato dagli italiani chiederemo a Draghi di restare come presidente del Consiglio. Noi vogliamo attuare le riforme del Pnrr chi lo vuole cambiare lo vuole far saltare”. Così il leader di Azione, Carlo Calenda, durante la presentazione del programma elettorale del Terzo polo che intanto conferma la candidatura nel collegio di Roma mentre "le liste entro domani saranno note".

Fratoianni: la flat tax è un abominio

"La flat tax è un abominio. Aiuta solo i più ricchi a danno di chi ha di meno. Ma in fondo questo lo sappiamo, è quanto propone la destra ad ogni elezione". Lo afferma il segretario nazionale di Sinistra Italiana Nicola Fratoianni. "Con la flat tax Berlusconi pagherà - prosegue l'esponente dell'Alleanza Verdi Sinistra - la stessa percentuale di un cameriere, di un impiegato, di un operaio. Con la nostra proposta pagherà oltre quattro volte tanto. Perché chi ha di più è giusto che dia di più. Si chiama giustizia e buonsenso."

Gelmini, Azione: sì alla elezione diretta del premier

"Noi non pensiamo che il presidenzialismo sia un rischio di deriva autoritaria. Ma oggi dopo la caduta di Draghi c'è una persona in cui gli italiani hanno riposto la propria fiducia ed è il presidente Mattarella. La problematica è la governabilità, la durata scarsa dei governi. Se dal '48 ad oggi abbiamo avuto dei governi che durano un anno e un anno e mezzo è un problema anche per la stabilità in campo internazionale. Quali sono le amministrazioni che danno stabilità? I comuni, i sindaci che vengono eletti tramite l'elezione diretta e quindi noi siamo per l'elezione diretta del presidente del Consiglio". Così la ministra per gli Affari regionali Mariastella Gelmini, alla presentazione del programma elettorale di Azione-Italia viva.

Calenda: modificare il Reddito di cittadinanza. I bonus coprono ciò che non va in Italia

"Dobbiamo modificare il Reddito di cittadinanza in modo che venga sostenuto chi non può lavorare e chi può lavorare venga sostenuto con la formazione e l'orientamento al lavoro. E chi rifiuta una sola offerta di lavoro perde il diritto al sussidio". Così il leader di Azione, Carlo Calenda, durante la presentazione del programma elettorale del Terzo polo. "I bonus coprono quello che non va in Italia", aggiunge Calenda, sottolineando che "il Superbonus 110 è costato 45 miliardi di euro".

Video. Calenda presenta il programma di Azione

Carlo Calenda in Senato per la presentazione del programma elettorale di Azione per il voto del 25 settembre

Calenda: le tasse vanno tagliate, no alle patrimoniali. La sicurezza non è un argomento di destra

"Le tasse vanno tagliate. Punto. Solo una persona che non capisce quanto il Paese sia provato può proporre patrimoniale e tasse di successione". Lo ha detto il leader di Azione, Carlo Calenda, nel corso della conferenza stampa in Senato per la presentazione del programma elettorale per il voto del 25 settembre. "Dobbiamo ridurre le tasse soprattutto ai più giovani, che vanno messi in condizione di poter lavorare, a cui non vanno dati 10mila euro in mano a 18 anni... ma che proposta è?", chiede, riferendosi alla proposta del PD. E ha poi aggiunto: "La sicurezza non è un argomento di  destra. Decoro urbano e sicurezza proteggono le persone fragili non le persone che vivono in quartieri di lusso". 

 

Calenda: “Non esiste il voto utile. Nel nostro programma attuare le riforme del Pnnr”

"Quello che è accaduto ha costituito un danno reputazionale pazzesco per l'Italia, che avrà delle conseguenze: Draghi stava portando avanti una trattativa sul tetto al prezzo del gas". Lo ha detto il leader di Azione, Carlo Calenda, nel corso della conferenza stampa in Senato per la presentazione del programma elettorale per il voto del 25 settembre. "In autunno il problema del gas sarà disastroso" e "gli italiani devono sapere che la responsabilità sarà di Salvini, Berlusconi e Conte".

Durante la conferenza ha anche confermato la volontà di portare avanti le riforme del Pnnr. E ha aggiunto: "Voglio dire agli elettori del PD che 5 minuti dopo le elezioni si alleeranno con i 5 stelle". "Non esiste il voto utile perché ci sono in campo 4 coalizioni, non due. E anche perché il PD ha combinato un disastro: non capirò mai perché Letta ha deciso di caricarsi Bonelli e Fratoianni e non i 5Stelle. La partita è sul proporzionale al Senato e possiamo vincerla rivolgendoci a tutti gli italiani: Italia Viva e Azione sono gli unici partiti ad avere la stessa collocazione in Parlamento".

Carroccio: confermata l'intera squadra che ha rappresentato il partito al governo uscente

La Lega conferma l'intera squadra che ha rappresentato il partito al governo uscente: saranno ricandidati ministri, viceministro, sottosegretari. Via libera anche a vicesegretari della Lega e capigruppo. Candidato anche l'editore Antonio Angelucci.

Letta: mi candido a Vicenza, sfido la Lega dove è più difficile

"Mi candido a Vicenza, sfido la Lega nel cuore del Veneto dove la  partita è più difficile, dove i risultati del Pd sono oggettivamente più bassi che  altrove, come spiego in un'intervista a Il Giornale di Vicenza". Lo scrive su  Facebook il segretario del Pd Enrico Letta.  "I veneti - aggiunge - si ricorderanno  di chi ha tradito Draghi. A maggior ragione ora che l'alternativa al governo Draghi  è manifesta e si chiama Giorgia Meloni. Con la Lega che si è arresa alla leadership  di Fratelli d'Italia. Voglio vedere quale imprenditore veneto, quale commerciante  veneto, quale insegnante veneto, facendo un paragone tra quello che avevamo, Mario  Draghi premier, e quello che potremmo avere, Giorgia Meloni premier, sceglierebbe la  seconda opzione".

Berlusconi: puntare su energie rinnovabili e riprendere in mano la ricerca sul nucleare

"In tutto il mondo, ma soprattutto in Italia, l'energia è un grande  problema", così su Facebook il leader di Forza Italia Silvio Berlusconi: "Il nostro compito è quello di tutelare l'ambiente, la qualità dell'aria che  respiriamo, il mondo intorno a noi. Per questo, quando saremo al governo accelereremo al massimo la realizzazione di impianti per le energie rinnovabili, per sfruttare il calore del sole, l'energia del vento e dell'acqua, il moto delle maree. Nello stesso tempo, riprenderemo in mano la ricerca sul nucleare di quarta  generazione, come tutta l'Europa ha deciso di fare: la ricerca che ci potrà dare in  futuro energia pulita e sicura in grande quantità". 

Meloni: fideiussione per stranieri extra Ue che vogliono aprire un'impresa in Italia

"Deve finire l'odioso fenomeno dell'abusivismo e della concorrenza sleale nel commercio, nel turismo, nei servizi, nella manifattura, ecc. Non permetteremo più il gioco  dell'apri e chiudi fatto da soprattutto dagli extracomunitari, quello  di aziende che non pagano un euro di tasse, agiscono nell'illegalità e poi chiudono i battenti prima che lo Stato si accorga di loro, per  riaprire magari con altro nome". Lo afferma la leader di Fratelli  d'Italia Giorgia Meloni in un video pubblicato su Facebook. "Chi vuole lavorare da noi è il benvenuto, ma chi arriva da fuori dell'Unione Europea, prima di aprire la serranda, dovrà presentare una fidejussione a garanzia del pagamento delle tasse. Così che tutti possano competere ad armi pari. Restituiremo dignità e libertà alle persone oneste che creano lavoro e ricchezza in Italia", ha concluso la leader di Fratelli d'Italia.

Renzi: il reddito di cittadinanza non ha funzionato, Calenda è d'accordo

"Io e Calenda partiamo da posizioni leggermente diverse sul Reddito di Cittadinanza, io sono più tranchant di lui, ma il nostro programma sarà più vicino alla sua posizione". Lo ha detto il leader di Italia viva, Matteo Renzi, a Radio 24. "Il dato comune da cui partiamo, che è un dato di fatto, è che si tratta di una misura che, inutile girarci attorno, non ha funzionato....". Poi: "Io penso che gli italiani meriterebbero una legge elettorale e una riforma costituzionale" sul modello del sindaco d'Italia. "Io non mi strappo le vesti e nemmeno i capelli quando sento parlare di presidenzialismo. Chi dice che è una minaccia per la democrazia afferma che gli Usa o la Francia non sono Paesi democratici, il che è una follia. Però preferisco un sistema diverso basato sul sindaco d'Italia". 
 

Meloni: il salario minimo è uno specchietto per le allodole. Il reddito di cittadinanza è una misura sbagliata

"No al salario minimo, quello è uno specchietto per le allodole: serve tagliare le tasse sul lavoro". Così Giorgia Meloni a Radio 24 risponde a una domanda sui salari. Sul reddito di cittadinanza: "FdI è l'unico partito che non ha mai votato il Rdc. È una misura culturalmente sbagliata. Noi abbiamo messo tutti sullo stesso piano, abbiamo creato un sistema che ha favorito il lavoro nero e penalizzato i più deboli. Il sostegno al reddito sul piano dell'assistenza credo vada dato a famiglie prive di reddito con a carico anziani, disabili e minori. Se i miliardi e i miliardi di euro" spesi per il Reddito di cittadinanza "li avessimo dati alle imprese, forse oggi ci troveremmo meno disoccupati".