Verso le elezioni

Calenda verso il Terzo polo, a rischio l'alleanza con il Pd

Per il leader di Azione non è possibile correre con esponenti di forze politiche che hanno detto no a Draghi. Renzi: "Pronti a correre soli". Letta: "Un terzo polo aiuta le destre". Di Maio oggi presenta "Impegno civico" con Tabacci
Calenda verso il Terzo polo, a rischio l'alleanza con il Pd
ANSA
Carlo Calenda ed Enrico Letta
22:47 01 Ago

Conte: "L'agenda Draghi non ci interessa, lavoriamo per l'agenda dei cittadini"

"Non ci interessa l'agenda Draghi, non sappiamo cosa sia. Lavoriamo per l'agenda dei cittadini, continuando ad essere la vera forza riformatrice del Paese. Noi siamo gli unici a rispettare gli impegni presi con gli elettori. Noi gli unici a testa alta davanti ai cittadini". Lo ha detto il leader del M5S, Giuseppe Conte, parlando in collegamento con gli attivisti dell'Umbria.

"Condanniamo l'aggressione di Putin. Ma non sarà continuando a inviare armi a oltranza che avremo pace e sicurezza. L'Italia sia in prima fila per negoziati".

"Spettacolo triste vedere chi era accanto a noi abiurare valori e formare partitini last minute. Voi attivisti invece siete sempre qui a lottare per gli stessi valori, per cambiare le cose". 

"Non consegniamo ai nostri figli inquinamento e inceneritori. Dal Pd brusco ritorno al passato. Ai cittadini bisogna spiegare che la casa brucia, questione ecologica è
prioritaria. Guardate cosa succede con la siccità". 

"Lavorare per rafforzare Sanità pubblica, basta favorire la sanità privata. Rimediamo agli errori fatti da altri in passato", ha aggiunto Conte, rivendicando quanto fatto da presidente del Consiglio: "solo una forza come il M5S adotta al Governo misure come il blocco dei licenziamenti in pandemia. Abbiamo salvato oltre 300mila posti di
lavoro. Siamo stati gli unici in Occidente insieme alla Spagna".

 

21:46 01 Ago

Di Maio: “Ecco a che servono i 200mila euro di Grillo dal M5s”

"Finalmente abbiamo capito a cosa servivano i 200mila euro che Grillo prende dal Movimento". Lo ha detto il ministro degli Esteri e leader di Impegno civico, Luigi Di Maio, a Zona Bianca su Rete 4, commentando un post di Beppe Grillo con l'album degli "zombie", riferendosi ai parlamentari che hanno lasciato M5s.

"Il tema delle alleanze è importante, perché rispetto a delle priorità, come azzerare l'Iva su pasta e pane, bisognerebbe reagire con l'unità e non con divisioni e polemiche. Chi ha buttato giù il governo Draghi io li definisco estremisti, coloro che pensano che l'Italia si debba isolare rispetto a una serie di contesti internazionali. Per combattere quegli estremismi bisogna essere uniti, quindi alle priorità si reagisce con l'unità. Vale per ogni famiglia, vale anche per la politica". Lo ha detto il ministro degli Esteri, Luigi di Maio, leader di Insieme per il futuro, in diretta a Rete 4.

"Non accuso nessuno, ma chiedo solo che a inizio della prossima legislatura si crei una commissione parlamentare d'inchiesta per verificare se dei partiti abbiano preso soldi o abbiano legami non trasparenti con i mondi legati a Putin".

"Ho aperto la campagna elettorale facendo un appello a tutti i partiti sul tetto massimo al prezzo del gas. Nelle prossime ore partirà una mia lettera a tutti i leader dei partiti politici italiani, per sostenere tutti insieme il Governo Draghi ai tavoli internazionali" su questo tema. "Essendoci un governo che non è pienamente in carica, ha bisogno del sostegno di tutti. Per questo mi appello a tutti i partiti: sottoscriviamo tutti insieme una lettera e dimostriamo all'Europa che siamo uniti almeno su questo", ha spiegato.

21:44 01 Ago

Renzi: "Se domani c'è l'accordo Letta-Calenda, FI e Lega brindano

"Se domani Letta e Calenda fanno l'accordo, Forza Italia e Lega brindano". Lo ha detto il leader di Italia Viva, Matteo Renzi, intervistato su La7. - "Un'area di centro, un Terzo Polo forte, sarebbe decisivo per attutire l'impatto del governo di destra". 
 

21:43 01 Ago

Le proposte dei sindaci del Pd

"Il Partito Democratico è già in campo con tutti i suoi sindaci a lavorare strada per strada per gli italiani. I sindaci sono il valore aggiunto perché' vivono ogni giorno le difficoltà e le necessità delle comunità. Le loro priorità sono le priorità del Partito democratico, a partire dal Tpl gratuito per anziani e giovani o dai progetti del Pnrr avviati ma che vanno adesso realizzati. Proposte concrete che impattano sulla vita reale, dai trasporti, alla scuola, dalla sanità all'ambiente. Per il PD non c'è un minuto da perdere perché in gioco c'è l'Italia che non può essere consegnata alla destra anti europea e sovranista. Mi auguro che ci sia la massima unità tra le forze politiche alternative alle destre e che tutti inizino a lavorare con il Pd. Chi non sostiene i progressisti aiuta la destra guidata dalla Meloni". Così Francesco Boccia, deputato Pd e responsabile Regioni e Enti locali della Segreteria nazionale, al termine dell'incontro dei sindaci del PD con il segretario nazionale, Enrico Letta.

21:20 01 Ago

Boschi: "Noi in campo per battere le destre sovraniste"

"Italia Viva è in campo per battere la destra sovranista di Meloni e Salvini. Non abbiamo mai chiuso le porte ad un accordo ampio, ma siamo pronti a portare avanti le nostre idee anche se vuol dire correre da soli, grazie alla nostra rete territoriale, agli amministratori locali, agli oltre 5000 volontari. Noi non inseguiamo nessuno, non ci spaventa la sfida". Così Maria Elena Boschi (Iv) intervistata da Giancarlo Loquenzi durante la trasmissione Zapping di Rai Radio1. 

"Se ci sono le condizioni per creare un terzo polo Italia Viva c'è, basta tenere a mente che gli accordi si devono basare sulle idee e sui contenuti". "Il polo di centro, alternativo alla destra sovranista e al rassemblement a sinistra, troverebbe uno spazio. Sono tanti i cittadini che potrebbero riconoscersi, ora che non si sentono rappresentati dalla destra, che ha contribuito a far cadere il governo Draghi, e dal centro sinistra, che sta mettendo tutti insieme solo con l'idea di essere "contro", scegliendo di garantire posti e poltrone senza programmi o idee di come governare". 

"Per costruire una casa comune, che potrà avere un consenso ampio, dobbiamo partire dalle idee, a cominciare dalle tasse che si devono abbassare e non aumentare, dallo sviluppo sostenibile e la ricerca energetica, dall'agenda sociale. Noi - conclude Boschi - vogliamo proseguire su un percorso iniziato con Draghi e non sprecare l'occasione dei miliardi del Pnrr, che devono essere spesi bene".

20:20 01 Ago

Il tavolo permanente del centrodestra sul programma

"Soddisfazione per il clima unitario riscontrato nella prima riunione del centrodestra sul programma di governo. La coalizione che condivide valori, idee e battaglie identitarie ha posto al centro della sua agenda politica le emergenze che affliggono l'economia italiana, come l'inflazione, la crisi internazionale alle porte dell'Italia, la crisi energetica, il rincaro dei costi delle materie prime, e le misure da attuare nell'immediato. Totale condivisione nel ribadire il pieno rispetto degli impegni internazionali dell'Italia anche relativamente alla guerra in Ucraina, riforma presidenziale, autonomia. Non solo, il centrodestra si è dato un metodo ben preciso: quello di aprire un tavolo permanente sul programma elettorale che condurrà agli interventi e alle riforme più giuste, articolate e complesse necessarie per rilanciare il Paese. Il dato di fatto è che mentre il centrodestra è al lavoro per dare ai cittadini un'idea chiara su come intenda governare per i prossimi cinque anni, nel centrosinistra sono ancora impegnati a definire il perimetro di alleanze". Si legge in una nota diffusa da tutti i componenti del "tavolo programma cdx".

20:05 01 Ago

Verso incontro Letta-Calenda

Si terrà domani in mattinata l'incontro tra Pd e Azione. L'appuntamento tra Enrico Letta, Carlo Calenda e Benedetto Della Vedova si terrà domattina alle 11, alla Camera.


 

19:49 01 Ago

Conte: “Il Pd vuole farci fuori come Lega e FI”

Alleanze sottobanco col Pd? "Non è nel mio costume fare giochini. Il Pd ha assunto una linea molto chiara, si è accodato a FI e alla Lega. Loro ci volevano fuori, si è confermato che anche il Pd ci vuole fuori. Benissimo, chiederemo agli elettori di darci ancora più forza". Lo ha detto il presidente del M5s, Giuseppe Conte su Radio 24.

Il dialogo a distanza tra "Calenda e Letta non mi appassiona, sono giorni che si parla di campo ampio, campo largo che poi si ristringe. Noi in questo siamo chiari e sereni, ci
presentiamo chiedendo agli elettori un mandato chiaro, come la forza che ha più mantenuto gli impegni presi, le riforme sono lì e parlano per noi". 

"Ci batteremo per realizzare gli impegni presi coi cittadini, costi quel che costi. Il campo largo? "Il M5S non è qui a fare giochini".
 

19:29 01 Ago

Morris Consulting: Pd al 25,3%, FdI al 23,9%

Partito Democratico al primo posto con il 25,3%, FdI al secondo con il 23,9%. Azione (Calenda) che si attesta al 9,8%, mentre il M5s è dato al 6,3%. Sono i dati sulle intenzioni di voto in vista delle elezioni di settembre elaborati da Morris Consulting attraverso i social. L'agenzia di comunicazione e campagne politiche 4.0, li ha estrapolati "da un sistema di intelligenza artificiale all'avanguardia in grado di rilevare dati e percentuali direttamente dai social. Tali proiezioni - ha spiegato la società nel comunicato - fino a cinque anni fa sarebbero state impossibili con una tale precisione".

19:27 01 Ago

Sinistra Italiana: "3 italiani ricchi valgono come 6 milioni di cittadini, serve la patrimoniale"

"Se i colossi dell'energia fanno 40 miliardi di euro di extraprofitti, vanno tassati al 100% per abbassare le bollette. Se il 5% della popolazione italiana riceve il 50% delle eredità, quel 5% deve pagare un'imposta di successione, per sostenere il welfare". Lo afferma Sinistra Italiana con il responsabile nazionale economia Giovanni Paglia. "E se i 3 italiani più ricchi valgono come i 6 milioni più poveri, serve una patrimoniale, per abbassare le tasse a chi lavora. Per noi - conclude Paglia - al centro della campagna elettorale c'è una parola magica: redistribuzione."

18:56 01 Ago

Al via il tavolo del centrodestra sul programma

"C'è un clima positivo, troveremo l'accordo sui temi", ha detto Raffaele Fitto, europarlamentare di FdI, arrivando al vertice sul programma del centrodestra al via negli uffici della Lega al Senato. Prima di lui sono entrati per la Lega, Massimiliano Romeo e Armando Siri, Antonio Saccone per l'Udc, Andrea Mandelli e Alessandro Cattaneo per Fi.

18:47 01 Ago

Emma Bonino: “Inaccettabile avvantaggiare la destra”

"Il solo sospetto che, volenti o nolenti, in base alla legge elettorale diamo un voto di più ala destra putiniana è una cosa che non voglio portarmi dietro come eredità politica. Non è accettabile perché è evidente, basta fare l'analisi dei collegi, che così sarebbe. Vediamo tutti di far una doccia, raffreddare il cervello che è andato in ebollizione. Il problema è il dopo 25 settembre". Lo ha detto la senatrice di +Europa, Emma Bonino, intervistata a Metropolis, rispondendo alla domanda se sia più propensa di Carlo Calenda ad un accordo col Pd.

17:58 01 Ago

M5s: nuovo round sulle regole di ingaggio per deputati e senatori

Dovrebbero arrivare tra oggi o domani le regole di ingaggio per aspiranti deputati e senatori M5S. Dopo la linea dura sul tetto dei due mandati sembrano ora aprirsi spiragli nella trattativa tra Beppe Grillo, Giuseppe Conte e il comitato di garanzia sulle regole per le candidature. Si va verso un allargamento delle maglie.  Il vincolo di residenza dovrebbe essere superato. Le parlamentarie, ovvero la selezione dei candidati dal basso con un voto online, si faranno - i tempi sono strettissimi ma è lo stesso Statuto del M5S a prevederle - ma si sta virando verso il sistema misto chiesto a gran voce dall'ex premier. 

Dopo l'altolà del garante alla regola dei due mandati, Grillo sembra dunque al momento più morbido sulle altre richieste, complice la necessità di salvaguardare i pochi big rimasti in corsa e che rischierebbero di saltare a causa del principio di territorialità: Chiara Appendino e Stefano Patuanelli, due nomi su tutti. 

17:50 01 Ago

Fratoianni: “All'Italia serve l'agenda Greta”

"Ci sono milioni di lavoratori poveri ed emissioni in atmosfera fuori controllo che accelerano il riscaldamento globale e i cambiamenti climatici. L'unica agenda che ha un senso e che ci salva è ''l'Agenda Greta''. Abbassare drasticamente le emissioni, alzare radicalmente gli stipendi". Lo scrive su Facebook il segretario di Sinistra Italiana, Nicola Fratoianni.

17:47 01 Ago

Sondaggio Quorum/You trend: FdI sale al 24,2%, il Pd al 23,4%

Confermato il "trend di crescita, rispetto alla scorsa rilevazione" di FdI, che si attesta al 24,2%,(era al 23,8%), e del Pd che sale al 23,4% (era al 22,5%). La Lega registra un 13,5% (+0,1%) mentre il M5S ottiene il 9,9% (+0,1%). FI raggiunge l'8% (-0,3%), Azione + Europa il 5,2%, (+0,3%) Sinistra italiana/Europa Verde si attesta il 4,0% (-0,2%), Italia Viva al 2,6% (+0,8%) come ItalExit (+0,6%). Insieme per il futuro di Di Maio è all' 1,8% (-0,8%)".

17:27 01 Ago

Calenda a Letta: “L'appello non basta, vediamoci”

"Enrico Letta sei troppo intelligente per considerare questo appello una risposta. Vediamoci oggi con Più Europa e chiudiamo in un senso o nell'altro. Così ci facciamo male tutti. A dopo". Così Carlo Calenda risponde via twitter all'appello del Pd. 

"L'appello della segreteria del PD non rappresenta una risposta ai temi politici che abbiamo posto ieri al segretario Letta. Risulta poco credibile, peraltro, il riferimento a una alleanza nel solco di Draghi mentre si mantiene come prioritario l'accordo con forze che sono state sempre all'opposizione del governo Draghi. Vedremo se una risposta ci sarà e quale sarà. Restiamo in attesa". Lo affermano i segretari di Azione e +Europa, Carlo Calenda e Benedetto Della Vedova.

17:15 01 Ago

Terminato il vertice del Pd: appello all'unità del centrosinistra

La posta in palio "è altissima", per l'Italia e per l'Europa. Per questo il Pd rivolge un appello "a tutte le forze politiche con cui, dopo la caduta del governo Draghi, si è lavorato per fare nascere un campo di forze democratiche e civiche": si proceda, "senza veti reciproci", a costruire "un'alleanza che prosegua nel forte impegno europeista che l'esecutivo guidato da Draghi ha saputo interpretare e che sia in grado di dare all'Italia un governo capace di consolidare la crescita, combattere le diseguaglianze e affrontare con credibilità l'emergenza economica, sociale e ambientale e la difficile situazione internazionale".

Nell'appello approvato al termine della segreteria nazionale del Pd allargata ai vertici istituzionali e del partito, si sottolinea che "in queste ore si stanno determinando decisioni fondamentali per la definizione dell'alleanza che sfiderà la destra sovranista alle prossime elezioni politiche. A nessuno sfugge che la posta in palio è altissima, per i destini del nostro Paese e dell'Europa". Per questo, si legge, "il Partito Democratico fa appello a tutte le forze politiche con cui, dopo le dimissioni del governo Draghi, si è lavorato per fare nascere un campo di forze democratiche e civiche: si proceda, senza veti reciproci, a costruire un'alleanza che prosegua nel forte impegno europeista che l'esecutivo guidato da Draghi ha saputo interpretare e che sia in grado di dare all'Italia un governo capace di consolidare la crescita, combattere le diseguaglianze e affrontare con credibilità l'emergenza economica, sociale e ambientale e la difficile situazione internazionale". 

Il Pd rivendica: "Noi siamo impegnati a far prevalere lo spirito unitario perché crediamo che, per essere vincenti in questa situazione, sia assolutamente necessario valorizzare quel che unisce e non quel che divide. Ogni divisione oggi - è il monito - rappresenterebbe un regalo alla destra che l'Italia non può permettersi".

16:36 01 Ago

Accordo “Italexit” e “Alternativa”, uniti con un unico simbolo

"È con estrema soddisfazione che ItalExit per l'Italia con il suo leader, Gianluigi Paragone, e Alternativa con il presidente Pino Cabras, dopo un confronto sui temi e una valida collaborazione cresciuta mese dopo mese in Parlamento, annunciano di aver trovato l'accordo per presentarsi insieme alle elezioni politiche che si terranno il 25 di settembre. La presentazione ufficiale avverrà mercoledì 3 agosto alle 10 con una conferenza stampa presso la Sala Stampa della Camera". Lo annuncia una nota congiunta dei due movimenti.

 

16:33 01 Ago

Vertice Pd, sul tavolo il nodo Calenda

È in corso la riunione della segreteria Pd convocata da Enrico Letta e allargata ai vertici istituzionali dem. Sul tavolo c'è il punto sulla coalizione e i "continui rilanci" di Carlo Calenda con un confronto tra i vertici Pd su quale debba essere la risposta dopo le richieste avanzate dal leader di Azione su candidature e programma. A seguire è previsto anche l'incontro tra Letta e i sindaci dem per la presentazione delle loro proposte per il programma elettorale.

16:15 01 Ago

Salvini chiede ai militanti di candidarsi online

Lega al lavoro sulle liste, da nord a sud. La ricerca del candidato giusto vede il partito di Matteo Salvini impegnato anche con la novità di una mail, inviata nelle scorse ore ai militanti, ai dirigenti locali e agli attivisti nel territorio con l'invito a spedire il curriculum, in vista di una possibile candidatura per le elezioni politiche del 25 settembre. "Caro militante - si legge in una lettera con il volto di Salvini in testa - nonostante i tempi ristrettissimi, è la volontà del segretario federale mettere tutti i nostri militanti in condizione di manifestare la propria disponibilità a a candidarsi". "Ciò deve avvenire per motivi organizzativi entro e non oltre le ore 23.59 del primo agosto". "L'elenco dei nomi pervenuti - si fa sapere - sarà valutato dal livello regionale, insieme al livello provinciale, per selezionare un ristretto numero di profili". Viene inoltre reso noto che "ogni militante ha un grande valore ma purtroppo dobbiamo selezionare un numero ristretto di profili. Per questo l'invio della tua disponibilità non può essere vincolante". Per chi sarà invece selezionato si dovrà "impegnare a dar corso a tutti gli adempimenti burocratici previsti".

13:54 01 Ago

Letta convoca alle 14.30 la segreteria del Pd allargata a vertici

Il segretario Pd, pochi minuti fa, secondo quanto si apprende da fonti del Nazareno, ha convocato la segreteria nazionale dem alle 14.30. La riunione sarà allargata ai vertici istituzionali e del partito.

13:15 01 Ago

Di Maio, fronte riformista sia unito contro destre

"Il fronte riformista deve essere unito". Lo dice Luigi Di Maio presentando “Impegno civico”. "Il governo Draghi e' stato fatto cadere da degli estremisti, da persone che hanno messo al centro Putin. Contro di loro serve unità. Lasciamo agli estremisti i litigi, le ironie, i veti. Quando ci sono delle priorità, si risponde con l'unita' non con la divisione. Questo - spiega - è l'unico modo per superare questa fase storica. La vittoria degli estremisti significa isolarci dall'Europa"

13:05 01 Ago

Calenda, se Letta risponde no è responsabile della rottura

"Se la risposta sarà 'No' - intanto arrivi una risposta, che l'aspettiamo da tanto tempo - allora, caro Enrico Letta, la responsabilità della rottura sarà interamente tua e noi andremo a combattere a viso aperto con una proposta di governo credibile, nel proporzionale, per bloccare l'avanzata della Meloni". Lo dice il leader di Azione, Carlo Calenda, in un video su Twitter. "Io voglio sapere - spiega Calenda - se" le condizioni di Azione e Più Europa "gli sembrano assurde o no. A me sembrano il minimo sindacale per non mettere insieme una accozzaglia piena di idee diverse, totalmente incoerente e di scarsa qualità".

12:58 01 Ago

Tabacci, se vince destra Italia fuori da prospettiva europea

Un risultato a favore della destra il prossimo 25 settembre, checché ne dica Meloni collocherebbe l’Italia fuori dalla prospettiva europea”. Così Bruno Tabacci, presidente del Centro democratico, nel corso della presentazione della nuova formazione politica Impegno civico messa in campo in vista delle elezioni assieme al ministro degli Esteri e leader di Insieme per il futuro, Luigi Di Maio. “Io confido che questa operazione politica possa avere un risultato molto importante, non per noi personalmente”, conclude.

12:47 01 Ago

Salvini, sento una buona aria. Tasse e patrimoniali le lasciamo a Letta

"Sento una buona aria". Cosi' il segretario leghista Matteo Salvini, parlando con i cronisti a Porto Tolle, (Rovigo). "Lasciamo che votino gli italiani. Poi, se gli italiani scelgono il centrodestra e, nel centrodestra, danno un voto in più alla Lega  - cosa di cui sono convinto - ognuno si prenderà le sue responsabilità. Io non mi sono mai tirato indietro", ha aggiunto, con riferimento al tema premiership.

"Chi sceglie la Lega, fa una scelta precisa,  niente nuove tasse. Le tasse e le patrimoniali le lasciamo a Letta e alla sinistra. Non è il momento di tassare risparmi, case, conti correnti", ha detto poi a Chioggia il leader della Lega. 

12:40 01 Ago

Tabacci a Calenda: non raccogli firme anche grazie a me

Calenda non deve raccogliere le firme perché ha il simbolo di Più Europa, ma cinque anni fa quel simbolo non esisteva, esiste grazie a me e a Centro democratico. Quindi se oggi Calenda può presentarsi alle elezioni è anche merito mio". Lo ha detto Bruno Tabacci alla presentazione di Impegno civico. ''Questa e' un'operazione non casuale.  Luigi è più giovane dei mie figli, c'è un passaggio generazionale, un investimento nel futuro'' ha sottolineato Tabacci a proposito della nuova forza politica capitanata da Luigi Di Maio.   ''Non c'è nulla di più distante da me dal M5s. -dice ancora Tabacci -  Quando nacque il M5S con il vaffa day di Bologna il mio blog era il  secondo in Italia dietro quello di Beppe Grillo. Io chiusi tutto  perché quel che chiedeva la rete per me era inammissibile. Io dico le cose anche in maniera tagliente, ma sempre con rispetto''.

11:55 01 Ago

Carelli, Impegno civico punta a giocare un ruolo da protagonista

"Con Impegno civico intendiamo giocare un ruolo da protagonista nelle elezioni ma anche nella vota politica del paese nei prossimi anni. Abbiamo previsto un programma per gli italiani e per rilancio del paese". Così il deputato Emilio Carelli aprendo l'evento alle Officine Farneto organizzato per presentare la nuova formazione politica Impegno civico del ministro degli Esteri, Luigi Di Maio. "Impegno civico vuole essere una grande forza riformista con grande attenzione ad ambiente e transizione digitale", aggiunge.

11:27 01 Ago

Fratoianni: mi batto contro le destre, basta veti

"Intendo battermi contro le destre di questo Paese, perché considero la destra italiana una destra estrema e pericolosa,  per le idee che ha e soprattutto per le ricette che propone.Considero che di fronte a un Paese ammalato di disuguaglianze pensare di fare la flat tax significa allargare le diseguaglianze e dare un colpo terribile a chi è già in difficoltà. Penso che chi vuole cambiare la Costituzione a colpi di maggioranza e magari nel segno del presidenzialismo mette a rischio un assetto assetto democratico costituzionale che io invece credo che vada difeso, preservato anzi migliorato e curato e soprattutto attuato."  Lo afferma il segretario nazionale di Sinistra Italiana Nicola Fratoianni dai microfoni di Skytg24 nel corso di Start.

11:12 01 Ago

Meloni, cavallo di battaglia a sinistra sono le tasse

“La sinistra torna alla carica con il suo cavallo di battaglia: le tasse. A ognuno le sue priorità”. Così Giorgia Meloni sul suo profilo twitter, in un post in cui pubblica una card che vede il volto di Enrico Letta associato alla scritta 'patrimoniale' e il volto della leader FdI associato alla scritta 'aiuti alle imprese per assumere'.

10:58 01 Ago

Renzi: noi puntiamo al 5%, costruiamo il terzo polo

"Ho fatto di tutto perché il Pd smettesse di essere il partito delle tasse. Lo scontro tra noi e il Pd oggi sta nelle idee, non sui seggi. Per questo noi lavoriamo a un terzo polo, diverso dalla destra sovranista e dalla sinistra delle tasse. Che parli di lavoro e non di assistenzialismo. Di giustizia e non di giustizialismo. Di ambiente e non di ideologia. Di infrastrutture e non di veti. Di diritti e non di slogan". Lo scrive Matteo Renzi nella sua e-news.    "Andare da soli contro tutti è difficile. Noi puntiamo a prendere il 5%: il vero voto utile è mandare gente competente in Parlamento. E se insieme a noi ci saranno altre forze pronte a costruire davvero un terzo polo attrattivo e coinvolgente,saremo felici di lavorare insieme", conclude.

10:14 01 Ago

Zingaretti, c'è impossibilità ad andare con M5s

"Io penso che l'impossibilità in questo contesto di andare con il Movimento 5 stelle,  per un elemento di credibilità, c'è. Ma allo stesso modo dobbiamo criticare chi in questi anni ha usato solo i picconi contro un'alleanza mentre stava al governo. Quindi paghiamo un errore ma anche questo atteggiamento molto sbagliato". Lo ha detto Nicola Zingaretti, presidente della Regione Lazio ed esponente del Pd, su Radio 24.

09:33 01 Ago

Iv, Rosato: no con Pd se sta con Di Maio e Fratoianni

"Con il Pd che sta con di Di Maio, Fratoianni o Bonelli non possiamo essere alleati. Sarebbe un inganno agli elettori". Cosi' il Presidente di Italia Viva Ettore Rosato a Il Messaggero. "Non possiamo scrivere un programma con chi ha idee inconciliabili con le nostre sul futuro dell'Italia: penso alle tasse, ma anche all'approvvigionamento energetico, ai termovalorizzatori, ai rigassificatori, alle grandi opere come la tav. Raccogliere voti al centro - prosegue Rosato - per poi portarli in una coalizione di sinistra sarebbe ingannare gli elettori. Letta scegliendo di allearsi con Di Maio, Fratoianni e Bonelli ha dimostrato quale sia l'orientamento che intende dare alla coalizione".

09:33 01 Ago

Amendola: con Calenda cercheremo convergenze

"Questa settimana è importante, si  definiranno le squadre. La legge elettorale ci impone delle  riflessioni. Noi come Pd abbiamo già aperto la nostra lista dei  democratici e progressisti ad altre forze. La lettera che Calenda ha  inviato è un tema sul quale Letta, come sempre, in modo sempre  responsabile, cercherà di costruire le convergenze. Mi auguro che si  realizzino per non fare un piacere a questa destra guidata da Meloni". Lo ha detto Enzo Amendola a Tg1 mattina.        "Questa settimana il centrodestra dovrà riconoscere la leadership  della Meloni mentre nel campo progressista la discussione avverrà sui  temi concreti e anche su come fare non un fronte contro ma una  proposta coerente con il lavoro fatto con il governo Draghi e le  scelte concrete", ha aggiunto il sottosegretario all'Ue.

09:08 01 Ago

Salvini: priorità lavoro, tasse,sicurezza

Lavoro, tasse, sicurezza. Sono questi i temi che Matteo Salvini mette in cima al programma del centrodestra. Il Leader della Lega, parlando a Radio Anch'io, parla di flat tax al 15%, del taglio dell'Iva sui beni di prima necessità e rilancia sulle autonomie. Quindi precisa: nessuno scambio con Giorgia Meloni su Autonomie-riforma presidenziale.Un tema, quest'ultimo su cui Salvini dice di essere anche d'accordo.   Un altro tasto su cui la Lega batte è quello dell'azzeramento della legge Fornero con l'avvicinamento a quota 41 per le pensioni.  Alla domanda se si veda ancora al Viminale qualora il centrodestra dovesse vincere le elezioni, Salvini risponde: io mi vedo dove mi vedono gli italiani.  Al di là del programma per l'ex ministro dell'interno cominciare a definire la possibile squadra di governo da mettere in campo in caso di vittoria elettorale sarebbe un altro elemento di chiarezza da parte della coalizione.  Il leader della Lega ribadisce quindi la posizione filo atlantica del suo partito ( "noi siamo per la libertà, la democrazia e la pace", dice).

07:47 01 Ago

Letta: il terzo polo aiuta le destre

"Mi sento di fare un appello a tutti coloro che in queste ore hanno dubbi sul fatto di creare una larga, importante e convinta alleanza che sia in grado di battere le destre, coloro che in questo momento pensano che fare un terzo polo che si mette in mezzo sia più conveniente e possa essere più utile. Ecco, io penso che un terzo polo in questo momento è il modo migliore per aiutare le destre, credo che le destre non abbiano bisogno di ulteriori aiuti". Lo ha detto il segretario del Pd, Enrico Letta, a margine della Festa dell'Unità a Casalgrande (Reggio Emilia).    "Mi sento di fare un appello veramente accorato: in questo momento stiamo mettendo tutto il nostro impegno per convincere tutti quelli che vogliono e possono far parte della nostra alleanza di esserci, non mettiamo veti, abbiamo un atteggiamento costruttivo. Costruire un terzo polo oggi vuol dire semplicemente aiutare le destre e io vorrei che si evitasse", ha aggiunto Letta.

07:41 01 Ago

Bonetti: andiamo al centro e puntiamo a superare il 10%

"Dobbiamo creare un polo centrale, capace di essere baricentro nella nuova legislatura, per continuare l'esperienza Draghi". Così la ministra per la Famiglia ed esponente di Iv Elena Bonetti in una intervista a Repubblica. "C'è un polo di centro con Italia Viva di Matteo Renzi, che al di sopra delle critiche o sondaggi, dimostra di saper fare sintesi di esperienze importanti, dal riformismo lberale al cattolicesimo democratico. E poi Azione insieme a +Europa, con Carlo Calenda, e le colleghe Mara Carfagna e Mariastella Gelmini. Ma penso anche a forze della società civile". L'obiettivo non è sbarrare la strada alle destre unendosi come chiede Letta ma "dare risposte a elettori di centrodestra che oggi non hanno più casa. Da lì si partirebbe per un governo in grado di continuare l'esperienza Draghi". Ma il premier non sembra intenzionato a proseguire la sua esperienza politica, mentre Calenda si candida a fare il premier. "Se Calenda sceglierà di esserci sarà sicuramente una figura da leader. Ma in questo spazio ci saranno anche tante leadership al femminile". Per Bonetti un polo di centro sul piano elettorale "può valere sicuramente più del 10 per cento".

07:41 01 Ago

Calenda: deluso dal Pd ma attendo risposte precise

"Siamo molto delusi dalla discussione con il Pd. Abbiamo iniziato un percorso con Enrico Letta che parlava di agenda Draghi. Oggi quell'agenda è totalmente sparita. Abbiamo presentato un documento preciso su come intendiamo governare il Paese. Non abbiamo avuto alcuna risposta". Carlo Calenda, leader di Azione, intervistato dal Corriere della sera, rilancia la palla sulle alleanze al Pd e lamenta il fatto che entrino "nella coalizione persone che rappresentano il contrario di quello che dovremmo fare". Un esempio? "Letta invece di far entrare Marco Bentivogli fa entrare Federico D'Inca' che non ha votato la fiducia. Come si fa? Questa coalizione sta diventando una roba improponibile: ci facciamo ridere dietro. Non vinceremo mai cosi'. Con +Europa abbiamo scritto una lettera che stiamo per inviargli dopo avergli detto 70 volte a voce quali erano le nostre condizioni. Ma Letta sparisce. Ci sta portando avanti da una settimana".  

Ora dunque per Calenda "la palla è nel campo del Pd e così la responsabilità di ciò che deciderà di fare. Il segretario dem deve darci una risposta presto". Concludendo il leader di Azione afferma: "non crediamo e non abbiamo mai creduto alla forza delle coalizioni contro", "appelli generici al voto utile non funzioneranno perché i cittadini non ne possono più del trasformismo e della retorica. In questa legislatura tutti si sono alleati con tutti. E noi non vogliamo avere nulla a che fare con chi ha fatto cadere l'italiano piu' illustre nel mondo".