L'invasione russa

Live guerra in Ucraina, la cronaca minuto per minuto: giorno 160

Il conflitto in tempo reale
Live guerra in Ucraina, la cronaca minuto per minuto: giorno 160
Wikipedia
Primo carico di grano partito da Odessa arriva al porto di Istanbul
22:44 02 Ago

Ucraina: Zelensky, inferno nel Donbass

“Non possiamo ancora colmare completamente il vantaggio dell'esercito russo nell'artiglieria e nella disponibilità di uomini, specialmente nel Donbass”, dove la situazione “è proprio l'inferno. Non si può nemmeno descrivere a parole”. Lo ha dichiarato il presidente ucraino, Volodymyr Zelensky, nel suo consueto video-messaggio serale su Telegram. “Ma ogni giorno i nostri diplomatici e tutti gli altri rappresentanti del nostro Stato fanno tutto il possibile e l'impossibile per ottenere le armi che alla fine aiuteranno l'Ucraina a fermare quest'orda”, ha concluso Zelensky.

21:00 02 Ago

Prima nave carica di grano arrivata a Istanbul

La nave partita da Odessa, in Ucraina, carica di cereali lunedì scorso è arrivata questa sera a Istanbul, in Turchia, per essere ispezionata mercoledì dai membri delle delegazioni di Russia, Ucraina, Turchia e Nazioni Unite.

19:54 02 Ago

L'Ucraina afferma di aver abbattuto 7 missili da crociera russi

L'aviazione ucraina ha reso noto che oggi pomeriggio i bombardieri russi hanno lanciato un attacco missilistico da crociera, precisando che i bombardieri Tu-95 sono stati usati per sparare otto missili sul territorio ucraino. L'aviazione di Kiev ha poi aggiunto che 7 degli 8 missili sono stati abbattuti, mentre uno ha colpito un sito antiaereo nella regione occidentale di Leopoli. Il danno è in fase di valutazione. Lo riporta la Cnn.

19:10 02 Ago

Gli Usa sanzionano Kabaeva, la 'fidanzata' di Putin

Gli Stati Uniti hanno annunciato sanzioni nei confronti di Alina Kabaeva, la donna che da anni è ritenuta la 'fidanzata' del presidente russo Vladimir Putin. Il dipartimento del Tesoro descrive Kabaeva - ex campionessa olimpica di ginnastica, diventata poi deputata - come "in stretta relazione con il presidente Vladimir Putin". L'iniziativa fa parte della risposta Usa all'invasione russa dell'Ucraina. Il Tesoro Usa ha ricordato, in una nota, che Kabaeva dirige il National Media Group, un gruppo pro-Cremlino di testate televisive, radiofoniche e di stampa.

18:57 02 Ago

Zelensky chiede altre armi a Nato per contrattacco

Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha chiesto oggi al segretario generale della Nato Jens Stoltenberg altri armamenti "il più presto possibile", per condurre una grande controffensiva contro le truppe russe che sono dispiegate sul territorio ucraino. Zelensky ha sottolineato l'importanza di "ottenere quanto prima armi pesanti per respingere con successo gli attacchi dell'esercito russo e mettere in movimento una controffensiva", come indica un comunicato della presidenza ucraina. Il presidente ha informato Stoltenberg della situazione sul terreno di battaglia e della necessità di essere pronti per altri attacchi russi, sottolineando nel contempo l'importanza di ricevere aiuti militari non letali da parte dell'Alleanza, nell'ambito del pacchetto di misure approvate dalla Nato nel vertice di Madrid, nello scorso giugno. Dal canto suo, il segretario generale ha espresso le sue condoglianze in relazione alla morte di prigionieri di guerra ucraini in mano ai russi, dopo il bombardamento contro il carcere di Elenovka a Donetsk, dove sono morte oltre 50 persone. In più, ha applaudito all'accordo raggiunto da Russia e Ucraina, con la mediazione della Turchia e dell'Onu, per riprendere le esportazioni di cereali dai porti ucraini sul Mar Nero, cosa che ha portato alla partenza della prima nave carica di granaglie dal porto di Odessa, questa settimana. Stoltenberg ha definito "positiva" la conversazione con Zelensky e ha confermato un messaggio diffuso attraverso il suo account Twitter, che "è molto importante per gli alleati della Nato offrire all'Ucraina più aiuti e più rapidamente. Abbiamo parlato della partenza della prima nave con cereali ucraini dal Paese dall'inizio dell'invasione russa e dell'importanza che il nostro accordo sia attuato completamente, con la partecipazione dell'Onu e della Turchia, che è un nostro alleato", ha concluso Stoltenberg. 

18:24 02 Ago

Il primo carico di grano da Odessa in Turchia, arriva alle 20 a Istanbul

La nave 'Razoni', partita dal porto ucraino di Odessa ieri con un carico di 26,5 mila tonnellate di grano è entrata in acque turche ed è attesa questa sera a Istanbul alle ore 21 locali (Roma +1), sarà ispezionata domani mattina dai membri delle delegazioni di Russia, Ucraina, Turchia e Nazioni Unite. Lo ha annunciato il ministero della Difesa di Ankara, che si è occupato della stesura dell'accordo che sbloccato il passaggio attraverso il mar Nero delle navi cariche di grano bloccate dalla guerra nei porti di Odessa, Yuzhny e Chernomorsk. L'accordo è stato siglato lo scorso 22 luglio, mentre il centro di coordinamento congiunto con i membri di Russia, Ucraina, Turchia e Onu che fornisce istruzioni e traccia il passaggio delle imbarcazioni è stato inaugurato lo scorso 27 luglio. La nave 'Razoni', battente bandiera della Sierra Leone, è partita ieri mattina dal porto di Odessa e in seguito all'ispezione prevista domattina continuerà il proprio viaggio verso il porto di Tripoli, in Libano.

18:22 02 Ago

Energia, la Moldavia vuole ridurre il consumo di gas del 15%

La Moldavia ridurrà la propria dipendenza dal gas russo, in previsione di tagli delle forniture da parte della compagnia energetica russa Gazprom, ha detto oggi il vice primo ministro Andrei Spinu, secondo media moldavi. L'impoverita ex Repubblica Sovietica al confine occidentale dell'Ucraina è pesantemente dipendente da Gazprom per le forniture di gas e da Mosca per i finanziamenti. "Dobbiamo imparare a risparmiare: crediamo che la Moldavia possa risparmiare il 15% dei suoi consumi di gas, come i Paesi dell'Ue", ha detto Spinu. Il vicepremier ha aggiunto che il governo a Chisinau si sta preparando per vari scenari, anche per una completa cessazione delle forniture di gas. La Moldavia si è dichiarata neutrale nel conflitto tra Russia e Ucraina e non ha imposto sanzioni alla Russia. Ma i leader politici stanno stringendo i rapporti con l'Ue, e il Paese ha ottenuto lo status di candidato all'adesione all'Ue insieme all'Ucraina. Il governo ha siglato un contratto quinquennale per la fornitura di gas con Gazprom il primo novembre scorso, con la condizione che la quantità annuale che deve essere fornita dovrebbe essere decisa due mesi prima della fine dell'anno contrattuale, in pratica entro la fine di agosto. La Moldavia non ha ancora ricevuto alcuna risposta da Gazprom. Spinu ha insistito che il Paese avrà gas quest'inverno: se non arriverà da Gazprom, arriverà da altri fornitori. 

 

17:48 02 Ago

Vertici Osce in visita a Kiev, ricevuti da Zelensky. Dopo evacuazione missione, 'pronti 25 nuovi progetti'

Durante una visita a sorpresa a Kiev il ministro degli Esteri polacco e Chairman in Office dell'Osce, Zbigniew Rau, ha incontrato il presidente ucraino Volodymyr Zelensky. Durante la visita, a cui ha partecipato anche la segretaria generale dell'Osce, Helga Schmid, Rau ha ricordato "l'impegno dell'Osce in Ucraina nel suo cammino verso la sicurezza e la stabilità". Nonostante l'evacuazione generale e il blocco del rinnovo della presenza Osce nel Paese a causa del veto russo in seno al Consiglio permanente, la segretaria generale ha informato la presidenza ucraina dell'intenzione di lanciare "25 progetti, basandoci su partnership di fiducia tra stati membri e utilizzando la preziosa esperienza che abbiamo acquisito negli ultimi tre decenni di presenza". 

 

17:15 02 Ago

Kiev: abbattuti due missili russi su Vinnytsia

Due missili russi sono stati abbattuti su Vinnytsia. Lo ha riferito Serhiy Borzov, capo dell'amministrazione militare della regione di Vinnytsia su Facebook, come riporta Ukrinform. "La difesa aerea sta operando sulla regione di Vinnytsia. 2 missili sono stati abbattuti", ha scritto Borzov.

 

14:42 02 Ago

Mosca avverte: rispettare anche seconda parte accordo grano

L'accordo sul grano va rispettato integralmente, anche "la seconda parte", quella riguardante le esportazioni russe. E' l'avvertimento rilanciato dalla portavoce del ministero degli Esteri di Mosca, Maria Zakharova. "Ci aspettiamo che Kiev adempia ai suoi obblighi di garantire la sicurezza delle navi nei porti del Mar Nero e nelle acque territoriali dell'Ucraina", ha esordito Zakharova, ricordando poi che per "risolvere completamente il problema alimentare" è essenziale che i Paesi occidentali forniscano le condizioni per l'accesso dei fertilizzanti e dei prodotti alimentari russi ai mercati mondiali. "Il punto in questione è la rimozione degli ostacoli finanziari e logistici in conformità con il memorandum d'intesa bilaterale tra la Russia e il segretariato delle Nazioni Unite sulla promozione degli alimenti e dei fertilizzanti russi sui mercati mondiali - ha sottolineato - Gli accordi raggiunti a Istanbul sono un pacchetto integrale. Mettiamo in guardia dai tentativi di nascondere sotto il tappeto o di non rispettare la seconda parte dell'accordo o di fare di tutto per impedirne l'attuazione. Altrimenti, a causa delle politiche irresponsabili dell'Occidente, il mondo potrebbe non essere rifornito di decine di milioni di tonnellate di grano russo".

 

13:36 02 Ago

Kiev: l'Occidente dovrebbe chiudere le relazioni diplomatiche con la Russia

"Quasi nessuno vuole relazioni diplomatiche con Al-Qaeda, Isis o Hezbollah. Allora perché l'Occidente ha relazioni diplomatiche con un paese la cui scala di crimini sanguinosi è centinaia di volte maggiore di tutti i criminali conosciuti? È ora di chiamare ufficialmente nero ciò che è nero. La Russia è uno stato terrorista".  Lo ha scritto su Twitter il consigliere del presidente ucraino Volodymyr Zelensky, Mykhailo Podolyak.

 

13:28 02 Ago

Mosca: battaglione Azov riconosciuto come organizzazione terroristica

La Corte suprema di Mosca ha riconosciuto il reggimento ucraino Azov come un'organizzazione terroristica e ne ha vietato le sue attività nella Federazione russa. Lo riferisce Tass. La Corte ha accolto così la richiesta arrivata dalla procura generale russa.

12:45 02 Ago

Cremlino: "Una provocazione" la possibile visita di Pelosi

La possibile visita a Taiwan della presidente della Camera dei rappresentanti Usa, Nancy Pelosi, "è una provocazione che alimenta tensioni". È quanto ha detto oggi alla stampa il portavoce del Cremlino, Dmitry Peskov.

11:22 02 Ago

Nave con cereali ucraini da Odessa arriverà nella notte a Istanbul

La prima nave con i cereali ucraini che ha lasciato ieri il porto di Odessa arriverà solo nella notte a Istanbul a causa delle cattive condizioni atmosferiche. Lo ha riferito il Joint Coordination Center (Jcc) di Istanbul, il centro creato in seguito agli accordi sul grano firmati da Ucraina e Russia con Onu e Turchia lo scorso 22 luglio, come riporta Cnn. Il Jcc ha reso noto che la nave MV Razoni si sta muovendo più lentamente del previsto e che dovrebbe raggiungere Istanbul nella tarda serata di oggi o nelle prime ore di mercoledì. Non sono ancora previste altre partenze di navi di grano dall'Ucraina, ha aggiunto il Jcc. La nave, diretta in Libano, si fermerà a Istanbul per essere sottoposta all'ispezione dei  delegati di Turchia, Ucraina, Russia e Nazioni Unite.

10:25 02 Ago

Kiev: nessuna concessione territori o sovranità

L'Ucraina non farà mai concessioni in termini di indipendenza e integrità territoriale: lo ha detto il capo dell'ufficio della presidenza di Kiev, Andriy Yermak, in un'intervista all'emittente pubblica giapponese Nhk. "In questa guerra non faremo mai concessioni in termini di indipendenza, integrità territoriale e sovranità", ha detto Yermak, secondo quanto riporta  Ukrinform. Yermak ha sottolineato che i prossimi mesi saranno cruciali per le truppe ucraine sul campo di battaglia, osservando che un conflitto prolungato potrebbe favorire le forze russe. Se i combattimenti si protrarranno fino all'inverno, ha spiegato, sarà più difficile per l'Ucraina riconquistare i propri territori. 

10:13 02 Ago

Gb: attacco a comando flotta russa è altra battuta d'arresto

L'attacco al quartier generale della flotta russa del Mar Nero a Sebastopoli, durante la Giornata della Marina (il 31 luglio), rappresenta l'ultima "battuta d'arresto" per il comando della flotta nella guerra contro l'Ucraina: lo scrive l'intelligence britannica nel suo aggiornamento quotidiano sulla situazione nel Paese. Il rapporto, pubblicato dal ministero della Difesa su Twitter, ricorda inoltre la perdita della nave ammiraglia della flotta, l'incrociatore Moskva, colpita dalle forze ucraine ad aprile.

09:03 02 Ago

Kiev indaga su 752 casi di tradimento e collaborazionismo

Le autorità ucraine stanno indagando su 752 casi di tradimento e collaborazionismo con le forze russe: lo hanno reso noto i servizi di sicurezza (Sbu) di Kiev. Il maggior numero di casi si registra nelle regioni di Lugansk, Donetsk, Zaporizhzhia e Kherson. Lo riporta il Kyiv Independent.

07:53 02 Ago

Colpita la regione di Dnipropetrovsk nella notte

Le forze russe hanno colpito la notte scorsa la regione ucraina di Dnipropetrovsk (est) con lanciarazzi multipli Mlrs e artiglieria: lo ha reso noto su Telegram il capo dell'amministrazione militare regionale, Valentyn Reznichenko, secondo quanto riporta Ukrinform.   "L'esercito russo ha preso di mira due distretti, Synelnykovee Kryvyi Rih. Il nemico ha colpito Synelnykove con gli Mlrs - ha scritto Reznichenko -. Nella comunità di Pokrovske sono state danneggiate alcune case e sono state colpite delle automobili. Secondo le prime informazioni, non ci sono feriti". 

06:19 02 Ago

Il minibus colpito

06:13 02 Ago

Bombe russe su minibus evacuati, tre morti

Tre persone sono morte nel bombardamento russo di un minibus che trasportava persone in fuga da un villaggio occupato. Lo riferisce il comando operativo ucraino 'Sud', precisando che l'attacco si è verificato vicino a Dovhove, nell'oblast di Kherson.   Secondo quanto riferito, il minibus trasportava sette persone in fuga dal villaggio temporaneamente occupato di Starosillia. I sopravvissuti sono stati ricoverati in ospedale a Kryvyi Rih.

06:12 02 Ago

Guterres: rischio nucleare non si vedeva da guerra fredda

Il capo delle Nazioni Unite ha avvertito che l'annientamento nucleare è solo  "un errore di calcolo". All'apertura di una conferenza chiave del Trattato di non proliferazione nucleare (TNP) a New York, António Guterres ha avvertito che il mondo deve affrontare "un pericolo nucleare che non si vedeva dal culmine della guerra fredda". "L'umanità è solo un malinteso, un errore di calcolo dall'annientamento nucleare", ha detto citando la guerra in Ucraina come un fattore significativo.

05:00 02 Ago

Filorussi: daremo all'Aiea le prove delle bombe ucraine sulla centrale nucleare

L'amministrazione filorussa dei territori occupati della regione di Zaporizhzhia è pronta a fornire all'Agenzia Internazionale per l'Energia Atomica (Aiea) le prove a sostegno della tesi che vi siano stati bombardamenti ucraini contro la locale centrale nucleare: Lo ha detto alla Tass Vladimir Rogov, un funzionario dell'amministrazione locale. "Siamo molto lieti che, nonostante le pressioni e l'isteria del regime di Zelensky, la Aiea abbia confermato la disponibilità a inviare una delegazione alla centrale nucleare di Zaporizhzhia". 

02:30 02 Ago

ONU: 5.327 civili uccisi, 7.257 feriti in Ucraina dall'inizio della guerra contro la Russia.

ONU: 5.327 civili uccisi, 7.257 feriti in Ucraina dall'inizio della guerra contro la Russia. L'agenzia delle Nazioni Unite per i diritti umani ha riferito che, tra il 1° e il 31 luglio, in Ucraina sono state registrate 1.455 vittime civili - 355 civili uccisi e 1.100 feriti. La maggior parte delle vittime è stata causata da "effetti di armi esplosive ad ampio raggio, tra cui bombardamenti di artiglieria pesante, sistemi missilistici a lancio multiplo, missili e attacchi aerei".

00:45 02 Ago

Dagli Stati Uniti un nuovo pacchetto di aiuti da 550 milioni di dollari.

Gli Stati Uniti forniranno all'Ucraina un ulteriore pacchetto di aiuti alla sicurezza da 550 milioni di dollari. Il nuovo aiuto militare comprenderà 75.000 munizioni di artiglieria da 155 mm e una quantità imprecisata di munizioni per i lanciarazzi HIMARS, per aiutare il Paese a soddisfare "esigenze critiche di sicurezza e difesa", secondo il Pentagono.

00:15 02 Ago

Una bomba cava ha ucciso i prigionieri di guerra ucraini nella prigione di Olenivka

Il procuratore generale dell'Ucraina Andriy Kostin ha dichiarato che le indagini preliminari condotte dall'Ucraina e da diversi esperti internazionali indicano che la bomba sarebbe esplosa all'interno del campo, dove erano detenuti i prigionieri di guerra ucraini.  "Non si tratta assolutamente di un attacco missilistico", ha dichiarato Kostin.