L'invasione russa

Resta alto l'allarme intorno alla centrale nucleare di Zaporizhzhia

Arrivato nel Porto di Ravenna, un cargo con 15 mila tonnellate di semi di mais proveniente da Odessa
Resta alto l'allarme intorno alla centrale nucleare di Zaporizhzhia
Telegram/Ucraina 24
Le forze armate ucraine hanno fatto saltare in aria il deposito di munizioni degli occupanti a Nova Kakhovka
23:23 12 Ago

S&p riduce il rating ucraino a 'default selettivo'

Standard and Poor's ha di nuovo abbassato il rating del credito dell'Ucraina, affermando che l'accordo di ristrutturazione del debito del paese dilaniato dalla guerra "equivale al default". S&P ha tagliato il rating dell'ucraina da 'CC/C' a 'SD', default selettivo, osservando che la maggioranza dei detentori di eurobond ha accettato di differire i pagamenti del debito di 24 mesi. 

22:52 12 Ago

Kiev: accordo con russi solo dopo liberazione aree occupate

Un accordo di compromesso con i russi sarà possibile solo dopo che avremo liberato tutti i territori occupati, tornando alle frontiere del 1991. Lo ha detto il ministro ucraino della Difesa, Oleksii Reznikov, intervistato da Ukrinform. "Vinceremo questa guerra, libereremo i nostri territori, li libereremo tutti. Compromessi saranno possibili solo se avranno abbandonato la nostra terra, allora discuteremo il futuro dei rapporti di vicinato fra Ucraina e Russia", ha affermato.

20:50 12 Ago

Kiev: due civili morti in attacco forze russe a Kramatorsk

Le forze russe hanno attaccato la città di Kramatorsk, nella regione di Donetsk, colpendo un quartiere residenziale, con due vittime e 13 feriti. Lo fanno sapere Oleksandr Honcharenko, sindaco della città, e il capo dell'amministrazione militare della regione, Pavlo Kyrylenko.

20:14 12 Ago

Pil Russia a -4% annuo nel secondo trimestre

In Russia il prodotto interno lordo ha subito una contrazione del 4% nel secondo trimestre rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente. Lo rende noto l'agenzia di statistica russa. Nel periodo da aprile a giugno, il Pil "è stato pari al 96% del valore raggiunto nello stesso periodo del 2021, secondo le stime preliminari", ha fatto sapere Rosstat, pubblicando i primi dati trimestrali completi da quando Mosca ha lanciato la sua offensiva militare in Ucraina alla fine di febbraio

19:14 12 Ago

Borrell: smilitarizzare centrale nucleare Zaporizhzhia

"La struttura di Zaporizhzhia non deve essere utilizzata come parte di alcuna operazione militare. Sostengo la richiesta di smilitarizzazione dell'area a partire dal ritiro completo delle forze russe e sollecito l'Aiea a recarsi in visita. La Russia deve immediatamente restituire il pieno controllo al legittimo proprietario sovrano, l'Ucraina". Lo ha scritto su Twitter l'alto rappresentante per la politica estera Ue Josep Borrell. 

19:06 12 Ago

Farnesina: al momento non in discussione bando turismo russo

Dopo Germania e Stati Uniti anche l'Italia prende le distanze dalla proposta di sospendere il rilascio dei visti turistici confronti di cittadini russi, come ulteriore misura punitiva per la guerra all'Ucraina. Come si legge in una dichiarazione scritta rilasciata all'AGI, "la Farnesina rileva che detta misura non è attualmente in discussione da parte italiana. Il nostro Paese - sottolinea il ministero degli Esteri - sostiene convintamente e applica rigorosamente l'impianto sanzionatorio attivato a seguito dell'ingiustificata aggressione del governo russo nei confronti dell'Ucraina, confermando che esso, come concordato in ambito Ue, non mira a colpire la società civile russa". 

18:56 12 Ago

Ambasciatore in Vaticano: l'Ucraina sarà felice di accogliere il Papa

"Dall'inizio della guerra è stata la terza conversazione telefonica tra Papa Francesco e il presidente Zelensky. Ringraziando per la preghiera e il sostegno umanitario, l'Ucraina conferma ancora: lo stato e la società ucraini saranno felici di salutare il Santo Padre. Il tocco papale alla terra sofferente può aiutare a fermare la guerra e creare la pace". Lo afferma su Twitter l'ambasciatore ucraino presso la Santa Sede, Andrii Yurash.

18:34 12 Ago

Praga chiederà stop visti ai russi a livello Ue

La Repubblica Ceca, che detiene la presidenza di turno dell'Unione Europea, intende portare al consiglio informale degli Affari Esteri, previsto a Praga per il 30-31 agosto, la questione del "blocco dei visti per i comuni cittadini russi". Lo ha fatto sapere il ministero degli Esteri ceco. "Il blocco dei visti da parte di tutti gli Stati Ue potrebbe essere un'altra sanzione molto efficace contro la Russia", si legge nella nota.

18:11 12 Ago

Zelensky: ho sentito Papa Francesco, gli ho parlato dei crimini russi

"Ho parlato con il Papa. L'ho aggiornato sull'aggressione della Russia contro l'Ucraina, dei suoi crimini orribili. Sono grato al pontefice per le sue preghiere per l'Ucraina. Il nostro popolo ha bisogno del sostegno dei leader spirituali mondiali che dovrebbero trasmettere al mondo la verità sugli atti di orrore commessi dall'aggressore in Ucraina". Così su Twitter il presidente Volodymyr Zelensky.

18:01 12 Ago

Kiev: inglese sarà lingua di comunicazione internazionale

Il governo ucraino ha redatto un disegno di legge che prevede uno status speciale per l'inglese come lingua per la comunicazione internazionale. Lo ha annunciato, citato da Unian, il viceministro per la cultura e l'informazione, Rostyslav Karandeyev, spiegando come "l'ampliamento del campo di applicazione della lingua  inglese in Ucraina contribuirà all'attivazione dei processi di integrazione degli ucraini nella comunità europea", in previsione dell'adesione all'Ue. 

17:46 12 Ago

Tre stranieri a processo a Donetsk: rischiano pena di morte

Il caso di tre cittadini stranieri considerati dalle forze di Mosca e dai separatisti filorussi come mercenari arriverà in tribunale nell'autoproclamata Repubblica di Donetsk, il 15 agosto. Lo ha riferito una fonte del sistema giudiziario in Donbas. Lo svedese Matis Gustavsson, il croato Vekoslav Prebeg e il britannico John Harding sono accusati di aver combattuto da mercenari a fianco delle truppe di Kiev. I tre rischiano la pena di morte.
 

17:31 12 Ago

Esplosioni nella città sotto controllo russo di Nova Khakova

Ci sono state delle esplosioni a Nova Khakova, occupata dai russi nell'oblast di Kherson. A quanto scrive l'agenzia russa Ria Novosti, citata da Kyiv Independent, le esplosioni sono avvenute vicino alla centrale idroelettrica e sono dovute al lancio di missili Himars da parte ucraina.

17:20 12 Ago

Kiev prepara piano per evacuare residenti vicini a centrale Zaporizhzhia

Il ministro dell'Interno ucraino Denys Monastyrsky ha affermato che le autorità stanno elaborando piani di evacuazione dei residenti dalle città e dai villaggi vicini all'impianto nucleare di Zaporizhzhia. "C'è una minaccia di alto livello, quindi ci sono piani per ogni possibile sviluppo, compreso il rilascio di radiazioni" ha detto Monastyrsky "abbiamo visto tutti i bombardamenti russi sulla centrale. È orribile".

17:00 12 Ago

Kiev: una vittima e tre feriti in attacchi russi nella regione di Kharkiv

Nuovi bombardamenti russi sulla regione di Kharkiv hanno causato la morte di una donna e almeno tre feriti. Lo riporta l'agenzia Unian citando la procura generale. I militari russi - sottolinea la fonte - hanno lanciato bombe nelle prime ore della mattina nel villaggio di Baranivka, uccidendo una donna e ferendo un'altra persona mentre intorno a mezzogiorno tiri d'artiglieria hanno colpito il distretto di Bogodukhiv: un ragazzo di 13 anni e una donna di 83 anni sono rimasti feriti.

16:48 12 Ago

New York Times: 500 soldati russi morti o feriti al giorno

Le forze russe in Ucraina perdono ogni giorno 500 soldati fra morti e feriti. Lo scrive il New York Times, citando stime di fonti militari e d'intelligence americane.

16:40 12 Ago

Kiev: Zaporizhzhia opera a rischio di violare norme sicurezza

La centrale di Zaporizhzhia "sta funzionando con il rischio di violare gli standard delle radiazioni e le regole di sicurezza antincendio". Lo afferma l'agenzia atomica ucraina Energoatom, citata dalla Cnn. L'agenzia torna ad accusare le forze russe che controllano la centrale di bombardare l'impianto. Come conseguenza, aggiunge, "il sistema di sicurezza di una delle unità di produzione di elettricità è stato attivato e una delle tre unità di produzione funzionanti è ora disconnessa."

15:56 12 Ago

Ambasciatore ucraino: arrivo nave a Ravenna segnale importante

Oggi "è un grande giorno" in quanto "arriva la prima nave con prodotti alimentari dall'Ucraina" in Italia, si tratta di "un segnale molto importante non solo per il mercato alimentare locale ma anche di un importante segnale globale". Lo ha detto l'ambasciatore ucraino in Italia Yaroslav Melnyk in conferenza stampa a Ravenna, dove arriverà la nave cargo con 15 mila tonnellate di semi di mais dal porto ucraino di Chornomorsk, vicino a Odessa.

15:35 12 Ago

Oms: da inizio conflitto 445 attacchi alla sanità con 86 morti e 105 feriti

Sono saliti a 445 gli attacchi  all'assistenza sanitaria in Ucraina, eventi che si sono verificati dal 24 febbraio all'11 agosto, con un bilancio di 86 morti e 105 feriti.  Lo riferisce l'Organizzazione mondiale della sanità, nell'ultimo  report sull'emergenza nel Paese colpito dalla guerra. Si tratta di  "attacchi contro strutture sanitarie, trasporti, personale, pazienti,  forniture e magazzini", precisa l'Oms. Eventi che "privano le persone  delle cure di cui hanno bisogno urgente, mettono in pericolo gli  operatori sanitari e minacciano il sistema assistenziale".

15:14 12 Ago

Germania: limite riscaldamento a 19 gradi tra le nuove misure di risparmio energetico

Il ministro dell'Economia tedesco,  Robert Habeck, ha annunciato un nuovo regolamento destinato al  risparmio di energia, in cui, tra l'altro, verrà stabilito che il  riscaldamento degli edifici pubblici potrà raggiungere una temperatura massima di 19 gradi. Emetteremo le ordinanze attraverso il regolamento per la sicurezza energetica", ha dichiarato il ministro alla  'Sueddeutsche Zeitung'. Il provvedimento si somma alle altre misure  annunciate, quali la sospensione dell'illuminazione notturna dei  monumenti e delle installazioni pubblicitarie. A luglio Habeck aveva  presentato i punti chiave di un nuovo programma di misure di sicurezza energetica, sullo sfondo della forte riduzione delle forniture di gas  russe.

14:33 12 Ago

Dipendenti Zaporizhzhya: lavoriamo sotto minaccia dell’armata russa

Lo staff ucraino della centrale nucleare  di Zaporizhzhia occupata afferma di lavorare sotto la minaccia armata  dei militari russi che usano l'impianto come base militare. E' quanto  riporta la Bbc che ha raccolto le testimonianze di due dipendenti  della centrale elettrica che raccontano delle minacce quotidiane di  sequestri e delle paure di "una contaminazione radioattiva di una più  ampia regione" o addirittura di una catastrofe nucleare.

14:30 12 Ago

Berlino chiede la fine degli attacchi su Zaporizhzhya

Preoccupazione per i combattimenti e gli  scontri che interessano l'area della centrale nucleare ucraina di  Zaporizhzhya è stata espressa dal governo tedesco: "Naturalmente, il  governo tedesco è preoccupato per le informazioni che ci sono giunte  dall'Ucraina su questa questione, sul fatto che sono in corso  combattimenti intorno all'impianto nucleare", ha dichiarato oggi il  portavoce Steffen Hebestreit. "Abbiamo chiesto a tutte le parti di  fermare questi bombardamenti molto pericolosi", ha aggiunto. Kiev e  Mosca si scambiano accuse sulle responsabilità negli attacchi: "il  governo tedesco "non dispone di elementi propri" atti a convalidare le tesi delle parti in conflitto, ha precisato il portavoce.

14:18 12 Ago

Card. Koch: non so se il Papa vedrà Kirill in Kazakhstan

Non so se, nel suo prossimo viaggio in Kazakhstan, Papa Francesco si vedrà con il Patriarca di Mosca Kirill. Un incontro del genere, se dovesse svolgersi prima di un viaggio a Kiev del Pontefice, "sarebbe percepito come molto difficile in Ucraina". Lo afferma, in una intervista al sito svizzero cath.ch, il cardinale Kurt Koch, prefetto del Dicastero per la Promozione dell'Unità dei Cristiani.    Al prelato viene chiesto: "A settembre papa Francesco si recherà in Kazakhstan per un incontro interreligioso. Anche il patriarca Kirill ha confermato la sua partecipazione. Ci sarà un incontro tra i due uomini?". Questa la sua risposta: "Non so. Una grande sfida sarà - questa è l'altra cosa che va rispettata - il fatto che il Papa incontri il Patriarca ortodosso russo prima di visitare l'Ucraina. Il che sarebbe percepito come molto difficile in Ucraina".   Ugualmente, Koch aggiunge che il rapporto con il Patriarcato è "offuscato dalla posizione del patriarca Cirillo sulla guerra in Ucraina. Le posizioni sono molto diverse, perché per la Chiesa cattolica è abbastanza chiaro che una guerra non è mai una soluzione. La guerra crea solo problemi ancora maggiori, proprio con questo numero elevato di vittime, i tanti profughi, le conseguenze sul perdurare dell'inquinamento del creato e della fame nel mondo. La posizione della Santa Sede è quindi chiara: la guerra è una strada sbagliata".   Oltre a ciò Kirill "è convinto che questa strada debba essere intrapresa. Le differenze sono semplicemente molto grandi. Ma se vogliamo cercare modi per perseguire la comprensione, dobbiamo rimanere in dialogo".

14:14 12 Ago

Zelensky: la guerra ha portato via l'infanzia ai nostri figli

"La guerra ha portato via l'infanzia nei nostri figli". Lo ha detto il presidente ucraino, Volodymyr Zelensky, incontrando oggi alcuni bambini che sono stati premiati "per il loro grande coraggio" nel prodigarsi per aiutare le persone bisognose nello scenario del conflitto.

13:42 12 Ago

La casa bombardata ma Iryna vuole restare: "Dieci anni per costruirla" - Video

13:41 12 Ago

Medvedev: incidenti possibili anche in centrali nucleari Ue

"Non dimentichiamo che anche l'Unione europea ha centrali nucleari. E anche là sono possibili incidenti". Lo ha detto il vice capo del Consiglio di sicurezza della Federazione Russa, Dmitry Medvedev, citato dalla Ria Novosti. 

 

13:13 12 Ago

Nave con 15 mila tonnellate di mais in rada a Ravenna

La nave cargo con 15 mila tonnellate di semi di mais provenienti dall'Ucraina è in rada a Ravenna, a cinque miglia circa dall'imboccatura del porto. L'arrivo in banchina, dove potrà espletare le operazioni commerciali, è atteso in ritardo rispetto all'orario inizialmente previsto (le 16) a causa del maltempo. Al momento, si apprende, dovrebbe avvenire intorno alle 17.30-18.   In banchina in queste ore c'è un'altra nave che sta scaricando un carico di cereali ma a Ravenna piove e le operazioni sono state temporaneamente sospese. Non appena questa nave terminerà le sue operazioni potrà lasciare lo slot al cargo ucraino.   La nave, bandiera maltese, è partita il 5 agosto dal porto ucraino di Chornomorsk, vicino a Odessa. Ad attenderla in porto a Ravenna anche l'ambasciatore ucraino in Italia, Yaroslav Melnyk, che a breve incontrerà in Comune il sindaco di Ravenna, Michele De Pascale.

13:10 12 Ago

Kiev: i russi potrebbero decidere di far saltare la centrale di Zaporizhzhia

Oleksiy Danilov, segretario del Consiglio per la sicurezza e la difesa nazionale di Kiev, ha affermato che "esiste la possibilità che gli occupanti decidano di far saltare in aria la centrale nucleare di Zaporizhzhia". Lo riporta Unian.

12:55 12 Ago

La prima nave delle Nazioni Unite con grano lascia l'Ucraina. Parte da Odessa per l'Etiopia

La prima nave del programma alimentare delle Nazioni Unite parte oggi dalla città portuale ucraina di Odesa, secondo il presidente del Consiglio europeo Charles Michel. "Partirà da Odessa per l'Etiopia" scrive su Twitter.La nave Brave Commander è carica di 23.000 tonnellate di grano e andrà in Etiopia, anche secondo il ministro delle infrastrutture ucraino Oleksandr Kubrakov.Le esportazioni alimentari dall'Ucraina sono riprese poco dopo che Ucraina e Russia hanno firmato gli accordi a luglio. Gli accordi consentono alle navi mercantili di grano di avere libero passaggio attraverso un corridoio concordato nel Mar Nero.

12:51 12 Ago

L'Estonia annuncia che non invierà un nuovo ambasciatore in Bielorussia

L'Estonia non manderà un nuovo ambasciatore in Bielorussia in quanto ciò significherebbe" consegnare le credenziali direttamente nelle mani di Lukashenko, che la Repubblica d'Estonia non riconosce come legittimo presidente". Lo ha comunicato il ministro degli esteri estone Urmas Reinsalu.   La misura è in segno di protesta contro il governo di Minsk e per il non riconoscimento dei risultati delle elezioni presidenziali di due anni fa.   In relazione all'importanza della Bielorussia per la sicurezza regionale, hanno aggiunto fonti del ministero, la missione diplomatica estone a Minsk continuerà le sua attività limitandosi alla gestione degli affari consolari. Alla sua guida sarà inviato l'ex parlamentare europeo Indrek Tarand.

12:42 12 Ago

Medvedev: Kiev vuole una nuova Chernobyl a Zaporizhzhia

Il vicepresidente del Consiglio di sicurezza della Russia Dmitry Medvedev ha accusato le autorità ucraine e l'Occidente di cercare di "organizzare una nuova Chernobyl" nella centrale nucleare di Zaporizhzhia. Ne dà notizia la Tass. "I teppisti di Kiev e i loro protettori occidentali sembrano pronti a organizzare una nuova Chernobyl. Missili e proiettili si stanno avvicinando al reattore della centrale nucleare di Zaporizhzhia e agli impianti di stoccaggio di isotopi radioattivi", ha scritto Medvedev sul suo canale Telegram, definendo "sciocchezze al cento per cento" le accuse che la Russia sia dietro questi attacchi.

12:30 12 Ago

Direttore Aiea intende guidare ispezione alla centrale di Zaporizhzhia

Il direttore generale dell'Aiea, Rafael Grossi, ha detto giovedì alla riunione del Consiglio di Sicurezza Onu sull'Ucraina che intende guidare una missione per ispezionare la centrale per corroborare le informazioni che hanno ricevuto e fornire una valutazione indipendente del rischio. Inoltre, ha ribadito che "le azioni militari devono fermarsi" perché possono portare serie conseguenze. La riunione è stata chiesta dalla Russia che accusa le forze armate ucraine di recenti attacchi alla centrale di Zaporizhzhia"

12:08 12 Ago

Mosca all'Onu: no a smilitarizzazione zona di Zaporizhzhya

"La smilitarizzazione dell'impianto  potrebbe renderlo vulnerabile per quelli che intendono visitarlo".  Così l'ambasciatore russo presso le Nazioni Unite, Vasyl Nebenzia, ha  affermato che Mosca non sostiene la proposta di creare una zona  smilitarizzata intorno alla centrale nucleare di Zaporizhzhia.  "Nessuno sa quali possano essere i loro obiettivi - ha aggiunto - non  possiamo escludere nessuna provocazione, attacco terroristico contro  la centrale che dobbiamo proteggere".        A chiedere il ritiro di tutte le forze ed equipaggiamenti militari  dalla centrale nucleare era stato il segretario generale dell'Onu,  Antonio Guterres. "L'impianto non dovrebbe essere usato come parte di  nessuna azione militare, è invece necessario raggiungere urgentemente  un accordo a livello tecnico per stabilire un perimetro di sicurezza e di smilitarizzazione per garantire la sicurezza della regione", ha  detto.

12:06 12 Ago

Sindaco Kramatorsk: 11 razzi russi su città, case distrutte

Undici razzi hanno colpito nella notte la città di Kramatorsk nell'est dell'Ucraina. Lo ha scritto su facebook il sindaco Oleksandr Honcharenko. "Alcune abitazioni sono state distrutte, non ci sono informazioni relative ad eventuali vittime", ha spiegato parlando di "attacco terroristico".

11:24 12 Ago

Mosca: su Zaporizhzhia bombe fabbricate in Occidente

Le truppe ucraine stanno bombardando la centrale nucleare di Zaporizhzhia con missili guidati di fabbricazione occidentale, ha denunciato Volodymyr Rogov, portavoce della nuova amministrazione militare-civile della regione, installata dai russi.     "Si noti che il bombardamento della centrale nucleare viene effettuato con missili guidati prodotti dagli stessi anglosassoni", ha detto Rogov in onda sul canale Russia 24, definendo le armi usate per colpire l'impianto "pericolose".    A suo dire, uno dei colpi che ieri sono caduti sul territorio della centrale è finito "a dieci metri dal sito di stoccaggio del combustibile nucleare". Per i raid di ieri Mosca e Kiev continuano ad accusarsi a vicenda.

11:01 12 Ago

Medvedev: per Zelensky tribunale o ritorno a fare il comico

Per il presidente Zelensky vedo "un tribunale o un ritorno agli spettacoli comici in ruoli secondari". Lo ha detto il vicepresidente del Consiglio di sicurezza della Russia, Dmitri Medvedev. Lo riporta la Tass.

11:00 12 Ago

Kiev: arrivati lanciarazzi multipli aggiuntivi da Londra

I promessi lanciarazzi multipli aggiuntivi M270 Mlrs sono arrivati in Ucraina dal Regno Unito:lo ha reso noto sui Twitter il ministro della Difesa ucraino, Oleksii Reznikov.   "Il Regno Unito ha promesso, il Regno Unito ha consegnato! Altri M270 Mlrs sono arrivati in Ucraina. Grazie a Ben Wallace (il ministro della Difesa britannico, ndr) a tutti i britannici!Il vostro sostegno è incredibile e così importante per l'Ucraina. Il nostro esercito userà abilmente questo 'rifornimento' sul campo di battaglia", ha scritto Reznikov sottolineando che "altri 'regali' arriveranno presto".

10:48 12 Ago

Aiea: subito ispettori a Zaporizhzhya, si rischiano conseguenze catastrofiche

"Questo è un momento serio e grave e  l'Aiea deve essere autorizzata a condurre una missione a Zaporizhzhya  il più presto possibile". E' quanto ha detto il capo dell'agenzia  atomica internazionale, Rafael Grossi, nella riunione di emergenza del Consiglio di Sicurezza dell'Onu, avvisando che vi potrebbero essere  "conseguenze catastrofiche" se continuano i combattimenti intorno alla centrale nucleare più grande d'Europa.        Il nuovo appello di Grossi è arrivato poche ore dopo che la società  ucraina che gestisce l'impianto, Energoatom, ha denunciato che ieri  l'area è stata colpita cinque volte, anche nei pressi di un deposito  di materiale radioattivo.        "Il tempismo è cruciale" ha detto Grossi nel suo intervento affermando che l'Aiea è pronta a guidare una missione di esperti nell'impianto e  chiedendo a Russia ed Ucraina di collaborare per la sua realizzazione. Gli esperti potrebbero svolgere gli interventi urgenti di protezione  dell'area ed esercitare un'influenza stabilizzante per "impedire che  avvengano incidenti nucleari".

10:26 12 Ago

Mosca: la centrale di Zaporizhzhia non può essere restituita a Kiev

La centrale nucleare di Zaporizhzhia non può essere restituita all'Ucraina poiché Kiev non è in grado di garantirne la sicurezza: lo ha detto oggi all'agenzia Interfax il vicepresidente del Senato russo, Konstantin Kosachyov.   "L'unico modo per garantire la sicurezza della centrale nucleare è il controllo al 100% della sua attività. Data l'operazione militare speciale, le autorità ucraine non sono in grado di fornire questo tipo di controllo per definizione", ha dichiarato Kosachyov.   "Visti i continui attacchi altamente irresponsabili alla centrale nucleare di Zaporizhzhia da parte delle forze ucraine, non c'è dubbio che l'accesso da parte di  qualsiasi persona non autorizzata ai locali della centrale nucleare rischia ulteriori provocazioni", ha aggiunto. "Quindi no e ancora no", ha concluso Kosachyov in risposta alla domanda se la centrale nucleare di Zaporizhzhia potrebbe essere restituita all'Ucraina.

10:25 12 Ago

Usa, contrari a bando visti per cittadini russi

Gli Stati Uniti si sono uniti alla Germania nel dichiarare la contrarierà all'idea di bandire l'ingresso in Occidente ai turisti russi come ulteriore misura punitiva per la guerra sferrata dal Cremlino all'Ucraina.     "L'amministrazione Usa", ha detto nel briefing con la stampa il vice portavoce del dipartimento di Stato, Vedant Patel, "ha già adottato una serie di misure significative ed efficaci per rispondere alla guerra voluta da Putin: dai controlli sulle esportazioni, alle sanzioni e alle conseguenze economiche. Le nostre sanzioni senza precedenti stanno avendo un impatto drastico sulla Russia. Il mercato azionario russo ha perso un terzo del suo valore, l'inflazione è aumentata del 20%, le importazioni russe di beni da tutto il mondo potrebbero diminuire del 40%".     Per quanto riguarda quindi il divieto di emettere visti per i cittadini russi - proposto da Kiev e a cui si sono detti favorevoli Estonia, Lettonia e Finlandia - gli Usa "sono stati molto chiari", ha concluso Patel: "Non vogliamo che le nostre azioni danneggino o abbiano un impatto significativo sul popolo russo".

09:34 12 Ago

Medvedev in visita nell'autoproclamata repubblica di Luhansk

Il vicepresidente del Consiglio di sicurezza della Russia, Dmitri Medvedev, ha visitato l'autoproclamata repubblica di Luhansk. A renderlo noto lo stesso ex presidente russo su telegram. Medvedev ha incontrato i leader filorussi locali Leonid Pasechnik e Denis Pushilin. "A nome del presidente ho tenuto una riunione sulle misure prioritarie per garantire la sicurezza delle repubbliche del Donbass", ha scritto Medvedev.

09:33 12 Ago

Kiev agli Usa: sanzioni a tutte le banche private russe

L'Ucraina chiede all'amministrazione degli Stati Uniti di introdurre sanzioni "contro tutte le banche private russe" al fine di privare il presidente Putin dell'opportunità di fare la guerra. A dirlo l'ambasciatrice dell'Ucraina negli Usa, Oksana Markarova a Bloomberg. Lo riporta Ukrainska Pravda. La diplomatica ha aggiunto di aver inoltrato una al riguardo al dipartimento del Tesoro degli Stati Uniti. "Le sanzioni sono importanti quanto le armi", ha spiegato.

09:30 12 Ago

Mosca: in caso di catastrofe nucleare responsabili Biden e Zelensky

La responsabilità per le potenziali tragiche conseguenze degli attacchi alla centrale nucleare ucraina di Zaporizhzhia sarà del presidente degli Stati Uniti, Joe Biden, e del presidente ucraino Volodymyr Zelensky: lo afferma su Telegram lo speaker della Duma, Vyacheslav Volodin, secondo quanto riporta la Tass.   "Le azioni di Washington e del regime di Kiev rischiano una catastrofe nucleare", scrive lo speaker della camera bassa del Parlamento russo.

09:28 12 Ago

Mosca: pronti a contribuire a visita Aiea a Zaporizhzhia

La Russia è pronta a contribuire all'organizzazione di una visita degli esperti dell'Agenzia internazionale per l'energia atomica (Aiea) alla centrale nucleare di Zaporizhzhia: lo ha scritto ieri su Telegram il rappresentante permanente della Russia presso le organizzazioni internazionali a Vienna, Mikhail Ulyanov. Lo riporta Interfax.

09:27 12 Ago

Kiev: i russi hanno ucciso 7 civili nel Donetsk in 24 ore

L'esercito russo ha ucciso sette civili e ne ha feriti altri 14 nella regione di Donetsk nella giornata di ieri: lo ha scritto su Facebook il capo dell'Amministrazione militare regionale, Pavlo Kyrylenko, secondo quanto riporta Ukrinform.   "L'11 agosto i russi hanno ucciso sette civili nella regione di Donetsk: tre a Bakhmut, due a Kurakhove, uno a Marinka e un altro ad Avdiivka. Altre quattordici persone sono rimaste ferite", ha scritto Kyrylenko.   Dall'inizio dell'invasione i russi hanno ucciso 723 civili nella regione di Donetsk e ne hanno feriti altri 1.845.

07:31 12 Ago

In partenza altre due navi cariche di cereali

Due navi cargo cariche di cereali partiranno oggi dall'Ucraina dirette in Iran e in Turchia: lo ha reso noto il Centro congiunto di coordinamento delle esportazioni di cereali, secondo quanto riporta il Kyiv Independent.   La nave diretta in Iran è la Star Laura, con 60.150 tonnellate di mais, mentre quella diretta in Turchia - la Sormovskiy - trasporterà 3.050 tonnellate di grano.   Da parte sua, il ministro ucraino delle Infrastrutture, Oleksandr Kubrakov, ha reso noto che la nave Brave Commander -che arriverà in Ucraina oggi - consegnerà 23.000 tonnellate di grano all'Etiopia. 

03:00 12 Ago

Mosca: Kiev mai responsabile? Lampante doppio standard dell'Occidente'

Durante la crisi ucraina, l'Occidente sta mostrando di avere un "lampante doppio standard" per cui "non c'è mai alcuna responsabilità di Kiev in nulla". Lo ha dichiarato il rappresentante permanente della Russia all'Onu, Vasily Nebenzya, durante la riunione del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite dedicata alle attività belliche che stanno mettendo a rischio la centrale nucleare di Zaporizhzhia. "L'Ucraina sta bombardando in modo spericolato la centrale, noi non abbiamo creato alcun rischio per la centrale, è surreale", ha detto il diplomatico.

02:15 12 Ago

Cina: Rischio catastrofe a Zaporizhzhia più devastante di Fukushima 

Il rappresentante permanente della Cina presso le Nazioni Unite, Zhang Jun, ha espresso "profonda preoccupazione" per le attività belliche che hanno coinvolto la centrale nucleare ucraina di Zaporizhzhia, affermando che c'è il rischio di un incidente nucleare peggiore di quello che avvenne alla centrale di Fukushima e ha promesso che Pechino "giocherà sempre un ruolo costruttivo".

00:45 12 Ago

Zelensky: La Russia ha toccato il fondo a Zaporizhzhia

"La Russia ha ancora una volta superato il limite e toccato il fondo nella storia mondiale del terrorismo". Lo afferma il presidente ucraino, Volodymyr Zelensky, nel suo ultimo messaggio alla nazione. "Quello che sta accadendo intorno alla centrale nucleare di Zaporizhzhia e' uno dei più grandi crimini della Russia" ha aggiunto sottolineando come "nessuno aveva mai usato una centrale nucleare per minacciare, in modo cosi' sfacciato, il mondo intero e porre determinate condizioni".

00:26 12 Ago

AIE: A luglio la produzione petrolifera russa è scesa di meno del 3% rispetto ai livelli prebellici. 

L'Agenzia Internazionale dell'Energia ha rilevato nel suo rapporto di agosto che la produzione petrolifera russa è stata inferiore di 310.000 barili al giorno rispetto ai livelli prebellici, mentre le esportazioni totali di petrolio sono diminuite di 580.000 barili al giorno. L'agenzia cita l'invio del petrolio russo verso l'India, la Cina e la Turchia come modo per compensare le minori esportazioni verso Europa, Stati Uniti, Giappone e Corea. Inoltre, "l'aumento stagionale della domanda interna russa ha mitigato le perdite a monte", si legge nel rapporto.