L'invasione russa

Macron: le forze russe lascino Zaporizhzhia. Filorussi: Kiev bombarda i punti deboli della centrale

Putin: "Gli Stati Uniti vogliono prolungare il conflitto"
Macron: le forze russe lascino Zaporizhzhia. Filorussi: Kiev bombarda i punti deboli della centrale
Ansa/epa
La centrale di Zaporizhzhia
23:10 16 Ago

Giovane reporter russa muore nel Donbass: la sua auto è saltata su una mina

Una giovane reporter e volontaria umanitaria russa è morta oggi nel Donbass dopo che l'auto sulla quale si trovava è saltata su una mina di tipo PFM "Lepestok" in un distretto della città di Donetsk. Ne dà notizia la stampa russa, citando il sindaco della città, Alexei Kulemzin. Si tratta di Zemfira Suleimanova, 25 anni, una free lance di cui si è inizialmente detto che lavorava per il canale televisivo russo RT (Russia Today), che però ha smentito esprimendo comunque le sue condoglianze. Era impegnata in aiuti umanitari nel Donbass, in particolare nella consegna di pacchi alimentari e medicinali, ma allo stesso tempo filmava quanto vedeva per pubblicare il materiale giornalistico sui social network di un'organizzazione politica di cui faceva parte.

22:36 16 Ago

Zelensky: "Alla nostra gente in Crimea, in Donbass, a Kharkiv state lontani dalle strutture militari russe"

Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha avvertito gli ucraini che vivono nelle aree occupate di stare alla larga dalle strutture militari delle forze russe."Ogni giorno e ogni notte, vediamo nuove notizie di esplosioni nel territorio temporaneamente occupato dagli occupanti. Lo chiedo ora a tutta la nostra gente in Crimea, in altre aree, nel sud del Paese, nelle aree occupate del Donbass e nella regione di Kharkiv, state molto attenti. Per favore, non avvicinatevi alle strutture militari dell'esercito russo e a tutti quei luoghi dove immagazzinano munizioni e attrezzature, dove tengono il loro quartier generale", ha detto Zelensky nel suo videomessaggio quotidiano

21:00 16 Ago

Energatom, l'agenzia ucraina per l'energia atomica, denuncia un cyberattacco russo

L'agenzia pubblica ucraina per l'energia nucleare, Energoatom, ha denunciato un attacco informatico russo "senza precedenti" contro il suo sito ufficiale, specificando che il funzionamento del portale non era stato interrotto. "Il 16 agosto 2022, il più potente attacco informatico dall'inizio dell'invasione russa ha avuto luogo contro il sito web ufficiale di Energoatom", si legge in una nota su Telegram. Il sito "è stato attaccato dal territorio russo", si precisa nella nota.

20:42 16 Ago

Secondo i filorussi di Zaporizhzhia le truppe ucraine starebbero colpendo i "punti deboli" della centrale nucleare

Secondo i filorussi di Zaporizhzhia le truppe ucraine starebbero colpendo i "punti deboli" della centrale nucleare "compreso il sistema di raffreddamento. "Se danneggiato, il reattore potrebbe diventare incontrollabile, ha affermato Volodymyr Rogov, membro del consiglio principale dell'amministrazione. Lo riporta Ria Novosti. Se il sistema di raffreddamento si dovesse interrompere - ha spietato ancora Rogov - questo potrebbe portare "a una catastrofe più grande dell'incidente alla centrale nucleare di Chernobyl".

20:40 16 Ago

L'ufficio del procuratore di Kharkiv: la Russia bombarda con lanciarazzi Tornado

Secondo l'ufficio del procuratore regionale di Kharkiv, le forze russe hanno bombardato un'area residenziale di Kharkiv con un Tornado 9A52-4, il più moderno lanciarazzi multiplo del paese. Lo scrive il Kyiv Independent.

20:28 16 Ago

Podolyak, consigliere di Zelensky, al Guardian: "In Crimea potrebbero ripetersi altri attacchi in futuro"

In un'esclusiva con il Guardian, Mykhailo Podolyak, un consigliere chiave del presidente ucraino Volodymyr Zelensky, ha affermato che potrebbero esserci altri attacchi nei "prossimi due o tre mesi" simili ai misteriosi attacchi di oggi a un nodo ferroviario e una base aerea in Crimea. Sebbene l'Ucraina non abbia rivendicato la responsabilità degli attacchi - e la Russia abbi affermato che un incendio martedì ha provocato esplosioni nel deposito di munizioni nel distretto di Dzhankoi - Podolyak ha definito l'incidente di Dzhankoi un "promemoria".

19:55 16 Ago

Per le autorità russe il nuovo progetto editoriale di Novaya Gazeta "scredita" l'esercito

I redattori della rivista Novaya rasskazh-gazeta (progetto editoriale della più nota Novaya Gazeta) secondo Mosca "screditano" l'esercito. L' authority russa Roskomnadzor considera una violazione i materiali scritti da Alexander Minkin, Andrey Kolesnikov e Kirill Fokin, pubblicati nel primo numero cartaceo della rivista, nonché sul sito web del nuovo progetto Novaya Gazeta. Nessuno dei materiali tuttavia menziona la guerra con l'Ucraina, le forze armate, la Guardia nazionale e l'FSB, osserva la pubblicazione.Il 15 luglio i giornalisti della Novaya Gazeta, rimasti in Russia dopo la sospensione della pubblicazione, hanno lanciato la rivista Novaya Rasskaz-Gazeta; il 24 luglio il sito web del progetto è stato bloccato su richiesta della Procura generale, presumibilmente per "screditamento" dell'esercito.

19:55 16 Ago

La Finlandia ridurrà dal primo settembre i visti turistici per i russi

Il ministero degli Esteri della Finlandia, Pekka Haavisto, ha reso noto che a partire dal 1 settembre il numero dei visti turistici ai cittadini russi si ridurrà al 10% degli attuali. Lo riportano i media locali.

19:55 16 Ago

Nuove esplosioni hanno colpito la Crimea

Nuove esplosioni hanno colpito la Crimea, annessa alla Federazione russa nel 2014. L'Ucraina non ha rivendicato pubblicamente la responsabilità dell'attacco, il secondo avvenuto nella penisola in poco più di una settimana. Mentre Mosca ha parlato di un "atto di sabotaggio", senza specificare. I residenti della zona hanno affermato che un denso fumo nero si è alzato anche sopra la base aerea russa a Gvardeyskoye. Due persone sono rimaste ferite e più di 3.000 sono state evacuate da due centri.Se la responsabilità delle forze ucraine fosse confermata, ciò significherebbe una notevole escalation della guerra. Attacchi del genere testimonierebbero poi che le forze di Kiev sono in grado di penetrare in profondità nel territorio occupato dalla Russia, grazie alle armi più sofisticate inviategli dall'Occidente.

19:24 16 Ago

il portavoce del Consiglio russo Yevgeny Anoshin: "Alta probabilità che le armi dell'occidente finiscano in mano a criminali e terroristi"

Con il proseguire del sostegno occidentale all'Ucraina contro la Russia, cresce il rischio che le armi inviate dagli alleati di Kiev finiscano "in massa" a criminali e terroristi di tutto il mondo. L'allarme e' stato rilanciato oggi dai vertici dei consigli di Sicurezza di Russia e Bielorussia, Nikolai Patrushev e Alexander Volfovich, dopo un incontro a Mosca. "E' stata espressa preoccupazione sulla crescente probabilità che le armi che l'Occidente sta inviando a Kiev finiscano in massa a organizzazioni criminali, estremiste e terroriste che operano in diversi Paesi del mondo", ha detto il portavoce del Consiglio russo Yevgeny Anoshin. Quanto alla situazione alla centrale di Zaporizhzhia, ha proseguito il portavoce, "e' stato sottolineato che le provocazioni premeditate di Kiev, con l'assoluta connivenza dell'Occidente per quanto riguarda gli impianti nucleari, rappresentano una minaccia considerevole per la sicurezza nucleare e delle radiazioni in Europa e nel mondo".

19:08 16 Ago

Incontro giovedì a Leopoli incontro tra il segretario dell'Onu, Gutterres, il presidente Turco, Erdogan e il presidente Ucraino Zelensky

Giovedì a Leopoli ci sarà un incontro trilaterale tra il segretario generale dell'Onu Antonio Guterres, il presidente turco Recep Tayyip Erdogan e quello ucraino Volodymir Zelensky. Lo comunica il portavoce delle Nazioni Unite.

19:06 16 Ago

Le autorità della Lettonia concordi su limitare visti Schengen a russi

Le autorità lettoni "hanno concettualmente convenuto" di non rinnovare i permessi di soggiorno ai cittadini della Russia e di limitare il loro ingresso nel Paese con visti Schengen. Lo ha affermato il primo ministro Krisjanis Karins. Lo riporta Ria Novosti. "Concettualmente, abbiamo deciso di non estendere il permesso di soggiorno temporaneo per i cittadini della Federazione Russa e di limitare loro l'ingresso in Lettonia con visti Schengen. Siamo in attesa di un disegno di legge dal Ministero degli affari interni", ha scritto Karins su Twitter.

19:05 16 Ago

Il vice presidente di Kherson: "I russi hanno creato una camera delle torture"

L'esercito russo ha creato una camera  delle torture a Kherson, nell'Ucraina meridionale, in un centro  destinato all'accoglienza dei bambini. La denuncia arriva dal  vicepresidente del consiglio distrettuale di Kherson, Stanislav Troshin, secondo il quale circa 60-70 residenti della città di Kherson vivono lì in condizioni terribili. Tra le persone detenute c'è anche il sindaco di Kherson Ihor Kolykhaev.

18:37 16 Ago

Media russi annunciano che un numero record di auto lascia la Crimea verso la Russia

I media statali russi riferiscono che un numero record di auto ha attraversato il ponte della Crimea che collega la penisola occupata dalla Russia verso la Russia, il che suggerisce che un certo numero di russi che si sono stabiliti nella regione dopo l'annessione nel 2014 stanno ora fuggendo. Sono almeno 38 mila automobili secondo Tass

18:03 16 Ago

Mosca: La mission Aiea a Zaporizhzhia no via Kiev"

La Russia considera assolutamente da "irresponsabili" i tentativi di Kiev e di altri Paesi occidentali, di insistere sull'attuazione della missione dell'AIEA presso la centrale nucleare di Zaporizhzhia attraverso la linea di contatto, "contrariamente a considerazioni di sicurezza". Lo ha detto Mikhail Ulyanov, rappresentante permanente della Federazione Russa presso le organizzazioni internazionali a Vienna secondo Ria Novosti.Ulyanov ha ricordato che durante la riunione del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite la scorsa settimana, in connessione con la situazione presso la centrale nucleare di Zaporizhzhia, il rappresentante ucraino ha attivamente sostenuto che la missione procedesse verso la centrale attraverso il territorio controllato dall'Ucraina.

17:36 16 Ago

Altri 8 soldati russi sospettati crimini guerra a Bucha

Il servizio di sicurezza ucraino ha identificato altri otto soldati russi sospettati di crimini di guerra a Bucha. Questi otto militari, la maggior parte dell'unità 6720 del servizio federale della guardia nazionale della federazione russa sono accusati da Kiev di saccheggio di proprietà e di saccheggio di case abbandonate."Questi soldati russi hanno saccheggiato "trofei" per se stessi: computer ed elettrodomestici, gioielli, gadget, vestiti, cibo, ecc.", si legge nella dichiarazione su Telegram. "È documentato che in seguito gli autori hanno inviato la proprietà rubata ai loro parenti tramite spedizioni postali dalla città bielorussa di Mozyr". Ci sono stati vari resoconti verificati su Bucha di crimini di guerra e violazioni dei diritti umani, come soldati russi che torturano, giustiziano e aggrediscono sessualmente civili, si spiega da Kiev. Dopo che le forze russe hanno lasciato l'area, le forze armate ucraine hanno trovato fosse comuni di civili con le mani legate dietro la schiena, alcuni dei quali mostravano segni di violenze prima di essere uccisi. Il procuratore generale ucraino Iryna Venediktova ha identificato almeno 10 soldati coinvolti in violazioni dei diritti umani a Bucha.

17:34 16 Ago

Chiusura Agenzia ebraica in Russia: si cerca un accordo

Israele spera ancora di sventare la chiusura delle attività dell'Agenzia ebraica in Russia mediante un accordo con le autorità locali che sia raggiunto fuori delle aule di un tribunale. Lo afferma oggi il sito israeliano di informazione Walla che cita fonti bene informate. La prossima udienza sulla sorte della sezione russa dell'Agenzia ebraica resta comunque fissata in un tribunale di Mosca per il 19 agosto. Walla ha intanto appreso che la conversazione telefonica della settimana scorsa fra il Capo dello Stato israeliano Isaac Herzog e il presidente russo Vladimir Putin è stata "calorosa eprolungata". Putin avrebbe fra l'altro assicurato che non impedirà l'emigrazione in Israele di ebrei russi. In seguito a quella telefonata, aggiunge Walla, il consigliere israeliano per la sicurezza nazionale Eyal Hulata ha avuto una conversazionecon il suo omologo russo. Dal 24 febbraio - inizio della guerra in Ucraina - al 31 luglio sono immigrati in Israele quasi 19 mila ebrei russi, che per i preparativi logistici si sono avvalsi appunto dei servizi dell'Agenzia ebraica.

17:29 16 Ago

Macrono: "I russi si ritirino da Zaporizhzhia"

Il presidente francese Emmanuel Macron, durante il colloquio telefonico con l'omologo ucraino Volodymyr Zelensky, ha sottolineato la sua preoccupazione per la "minaccia rappresentata dalla presenza e dalle azioni delle forze armate russe" intorno alla centrale nucleare di Zaporizhzhia e ha chiesto il ritiro delle truppe. Ne dà notizia l'Eliseo in una nota. Macron ha poi espresso il suo sostegno alla proposta del Direttore generale dell'Agenzia internazionale per l'energia atomica di inviare al più presto una missione nel Paese. I due leader hanno quindi discusso le modalità di tale missione.

I due presidenti, riferisce l'Eliseo, hanno anche discusso dell'esportazione di grano ucraino, essenziale per la sicurezza alimentare globale. Hanno accolto con favore la prosecuzione dell'attuazione dell'accordo che consente le esportazioni via mare dal porto di Odessa e si sono rallegrati per la partenza, questa mattina, della prima nave umanitaria noleggiata dalle Nazioni Unite, che trasporterà grano nel continente africano, dove i bisogni sono particolarmente urgenti

17:20 16 Ago

Il servizio di sicurezza russo,FSB, denuncia il sabotaggio di una linea ferroviaria al confine con l'Ucraina

Nella regione russa di Kursk, che confina con il nord-est dell'Ucraina, ignoti hanno fatto saltare, in attentati compiuti in tempi diversi, almeno 6 tralicci che forniscono l'elettricità ai treni lungo una ferrovia adibita al trasporto merci, di fatto interrompendola. Lo scrivono diversi media ucraini e russi, citando i servizi disicurezza russi Fsb, che danno la colpa a "a sabotatori ucraini". Gli atti di sabotaggio, secondo l'Fsb, sono stati compiuti il 4, 9 e 12 di agosto.

17:16 16 Ago

Un funzionario ucraino al New York Times: "Forze speciali Kiev dietro esplosioni Crimea"

Le esplosioni che hanno danneggiato un deposito di munizioni di Dzhankoy in Crimea sono state causate da un attacco messo a segno da "un'unità d'elite" delle forze armate ucraine. Lo ha riferito un alto funzionario ucraino al New York Times. Il reparto speciale operava dietro le linee nemiche ha spiegato l'alto funzionario ucraino, senza rivelare altri dettagli sull'operazione.Il New York Times non ha potuto confermare l'indiscrezione con le autorità ucraine. Il quotidiano statunitense ha però fatto riferimento al post su Twitter di Mykhailo Podolyak, consigliere del presidente ucraino Volodymyr Zelensky, in cui le esplosioni in Crimea sono descritte come "l'inizio della demilitarizzazione".

17:05 16 Ago

La città di Nikopol, sulla sponda opposta alla centrale di Zaporizhzhia,di nuovo sotto il bombardamento dei missili russi

La città di Nikopol, che si trova dall'altra parte del fiume rispetto alla centrale nucleare di  Zaporizhzhia nel sud dell'Ucraina, è stata nuovamente colpita dai  missili russi. Lo denuncia Valentyn Reznichenko, capo dell'amministrazione militare regionale di Dnipropetrovsk, spiegando che quattro persone sono rimaste ferite dopo che le aree residenziali  sono state colpite. Nikopol è stato spesso preso di mira dalla base delle forze russe sulla sponda opposta del fiume Dnipro, dove si trova la centrale  nucleare più grande d'Europa.

17:00 16 Ago

Arrivato a Ravaenna il secondo cargo proveniente dall'Ucraina con 11mila tonnellate di semi di soia

E' entrato al porto di Ravenna il secondo cargo commerciale che raggiunge l'Italia dall'Ucraina, la nave Sacura con 11mila tonnellate di semi di soia. Ad attenderla in banchina “Cereali” i funzionari dell'Agenzia delle Accise, Dogane e Monopoli, del reparto antifrode e i chimici della Direzione per eseguire i controlli di protocollo sulcarico a bordo, anche con l'ausilio delle sofisticate apparecchiature collocate all'interno del laboratorio chimico mobile.

16:57 16 Ago

Esercitazione russa nel Mare Barents

"Questa non è una novità. In effetti, questi voli sono piuttosto di routine. Il Regno Unito raccoglie da tempo informazioni sulle forze russe da molto prima dell'invasione dell'Ucraina, e va notato che questi voli sono progettati per essere visibili in modo che il pubblico e la Russia sappiano che stanno accadendo" scrive oggi Uk Defence Journal. Il norvegese Barents Observer che cita lo svedese FlightRadar24 sostiene invece che un simile RC-135, della US Air Force, sarebbe in missione verso il Mare di Barents. Ma non ci sono conferme. Il servizio stampa del ministero della Difesa russo ha riferito in precedenza che le navi del gruppo artico congiunto della flotta del Nord russa sono entrate nel Mare di Barents il 10 agosto. Domenica un distaccamento di navi da guerra della Flotta del Nord è giunto all'isola di Alexandra Land nell'arcipelago di Franz Josef Land, dove condurrà un'esercitazione per organizzare la difesa della zona insulare nell'Artico.

16:35 16 Ago

E' arrivata a Monopoli, Bari, la prima nave, partita dall'Ucraina, carica di olio grezzo di semi di girasole

È arriva nel porto di Monopoli (Bari) la nave Mustafa Necati battente bandiera della Liberia che trasporta un carico di 2mila tonnellate di olio grezzo di semi di girasole destinato alla Ital Bioil gruppo Marseglia per farci biodiesel e 4mila tonnellate olio di semi di girasole (raffinato) destinato alla Casa Olearia Italiana (sempre gruppo Marseglia) destinato agli usi alimentari. La nave, con un equipaggio di 13 persone, è partita il 7 agosto dal porto ucraino di Chornomorsk e ha fatto tappa il 10 agosto a Istanbul per i controlli di sicurezza previsti. Dal porto turco è ripartita il 12 agosto alla volta dell'Italia. A coordinare le operazioni personale dell'agenzia delle dogane e dei monopoli e personale della guardia costiera.

15:58 16 Ago

Kiev: raid russi nel nord partiti dalla Bielorussia

La Russia ha lanciato un attacco missilistico al distretto di Zhytomyr, nel nord dell'Ucraina: lo afferma il governatore della regione Vitaliy Bunyechko su Telegram. "Attenzione. Sono state confermate due esplosioni nel territorio del distretto di Zhytomyr a seguito di un attacco missilistico del nemico", ha scritto Bunychenko, aggiungendo che"secondo le informazioni preliminari, i razzi che hanno colpito oggi il distretto di Zhytomyr sono stati lanciati dal territorio della Bielorussia". L'alto funzionario ha aggiunto che "non ci sono state vittime".

15:39 16 Ago

Podolyak: Putin e Shoigu hanno perso il contatto con la realtà

Le dichiarazioni di Putin e Shoigu  indicano che hanno perso contatto con la realtà. Sono diventati  vittime della loro stessa propaganda". Lo ha scritto su Twitter il  consigliere presidenziale ucraino Mikhailo Podolyak, sottolineando che "la Federazione russa distrugge il sistema di sicurezza mondiale e  commette genocidio. Dobbiamo fermarla".

15:04 16 Ago

Zelensky sente Macro: informato su terrorismo nucleare russo

Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha avuto un nuovo colloquio telefonico con l'omologo francese Emmanuel Macron. Ho informato Macron "sulla situazione al fronte, sul terrorismo nucleare russo alla centrale di Zaporizhzhia" e "l'ho ringraziato per il tangibile aiuto alla difesa della Francia", ha scritto Zelensky su Twitter. I due leader hanno poi discusso degli aiuti macrofinanziari all'Ucraina e delle sfide relative alla sicurezza alimentare. "Dobbiamo aumentare le sanzioni alla Russia", ha aggiunto Zelensky.

15:03 16 Ago

Leggenda del rock sovietico critica la guerra: multato da Mosca

Un tribunale russo ha condannato oggi la leggenda del rock sovietico e critico del Cremlino, Yuri Shevchuk, per aver "screditato" l'esercito russo dopo aver condannato l'intervento militare di Mosca in Ucraina.   Shevchuk è stato multato per il massimo previsto dalla legge, 50.000 rubli (circa 805 euro), ha reso noto su Telegram il servizio stampa di un tribunale della città di Ufa (centro).   Secondo il tribunale Shevchuk ha fatto un discorso durante un suo concerto che conteneva "appelli pubblici a prevenire l'uso delle forze armate russe". In una una dichiarazione scritta con il suo avvocato, Shevchuk - frontman del gruppo rock sovietico degli anni '80 DDT - ha affermato di essere "sempre stato contrario alla guerra, in qualsiasi Paese e in qualsiasi momento. Penso che tutti i problemi e le difficoltà di natura politica tra Paesi e persone debbano essere risolti attraverso la diplomazia". 

15:01 16 Ago

La Finlandia riduce il numero dei visti turistici ai russi

La Finlandia limiterà il numero di visti rilasciati ai turisti russi dal 1 settembre al 10% del volume attuale, sull'onda del crescente malcontento nel Paese per la guerra in Ucraina. Lo ha annunciato il governo finlandese.    "I visti turistici non si fermeranno completamente, ma il loro numero diminuirà in modo significativo", ha detto ai giornalisti il ministro degli Esteri, Pekka Haavisto. Secondo il ministro, saranno ridotti gli orari di apertura delle domande di visto turistico, il che consentirà un calo del numero delle domande, poiché non è possibile un divieto assoluto dei visti in base alla nazionalità . Haavisto ha quindi spiegato che ora la priorità sarà data "ad altre tipologie di visto: visite ai parenti, contatti familiari, lavoro e studio". 

14:59 16 Ago

Anddersson: la Svezia rispetterà i termini del memorandum con la Turchia su adesione alla Nato

La Svezia rispetterà i termini del memorandum sull'adesione alla Nato firmato con Turchia e Finlandia. Lo ha affermato il primo ministro svedese Magdalena Andersson.Finlandia e Svezia hanno consegnato a metà maggio le domande di adesione all'alleanza al segretario generale della Nato Jens Stoltenberg. alla luce dell'operazione militare russa in Ucraina. Le loro richieste di adesione sono state bloccate dalla Turchia, ma alla fine di giugno ha firmato un memorandum con Svezia e Finlandia nel campo della sicurezza, che affronta tutte le preoccupazioni di Ankara.La Turchia, a sua volta, ha ritirato le sue obiezioni all'adesione dei due Paesi europei alla Nato. "La Svezia rispetterà i termini del memorandum d'intesa concordato con Ankara per superare le obiezioni della Turchia all'adesione della Svezia alla Nato", ha affermato Andersson al quotidiano turco Hurriyet. 

14:20 16 Ago

Ambasciatore di Kiev in Vaticano: il Papa venga a Bucha

Il programma di una visita di Papa Francesco in Ucraina, è ancora "oggetto di negoziato" ma  "di sicuro, da parte ucraina sarà proposto e ci aspettiamo che il Pontefice venga a Kiev" e che da lì poi, "si sposti dove giacciono i corpi delle vittime innocenti massacrate dall'esercito russo nel marzo scorso per sostarvi in preghiera come avvenuto a Bucha, ad appena 15 km da Kiev dove sono state rinvenute circa 1400 vittime". A dirlo, in una intervista all'ANSA è l'ambasciatore di Kiev presso la Santa Sede, Andrii Yurash.

13:27 16 Ago

Media: nuove esplosioni in Crimea vicino Sinferopoli

Nuove esplosioni in Crimea: l'episodio e' avvenuto in una base militare russa vicino Sinferopoli, a un centinaio di chilometri dal villaggio di Mayskoye dove stamane e' esploso un deposito di munizioni, denunciato come un atto di sabotaggio dalle autorita' russe. Lo riferisce Kyiv Independent.

13:27 16 Ago

Kiev: pronti per attacco russo nel giorno dell'Indipendenza

Le forze armate ucraine si stanno preparando per uno o più attacchi da parte della Russa per il 24 agosto, giorno dell'Indipendeza in Ucraina, riporta Ukrainska Pravda. Secondo Yuriy Ihnat, portavoce dell'aviazione ucraina, i dati dell'intelligence mostrano che la Russia sta intensificando le proprie operazioni militari in Bielorussia. Ihnat ha anche affermato che la Russia ha utilizzato il territorio della Bielorussia per lanciare missili contro l'Ucraina dall'inizio dell'invasione e che l'Ucraina si deve preparare per possibili attacchi il 24 agosto. "Il giorno dell'indipendenza, la grande festa nazionale dell'Ucraina, arriverà presto. Il nemico usa sempre queste date per fare le 'congratulazioni'. Dobbiamo farci trovare pronti", ha detto Ihnat.

12:40 16 Ago

Nei primi 7 mesi e mezzo del 2022 Gazprom ha ridotto export verso l’Europa del 36,2%

Nei primi sette mesi e mezzo del 2022 il  colosso russo Gazprom ha ridotto le esportazioni di gas verso l'Europa del 36,2% a 78,5 miliardi di metri cubi. Ad affermarlo è Gazprom  secondo quanto riferito dall'agenzia di stampa russa 'Tass'. Dal 27 luglio, il gasdotto Nord Stream, rileva il gruppo energetico  russo, è stato utilizzato al 20% della sua capacità massima a causa  dello stop a diverse turbine a gas. Una di queste turbine, prodotta in Canada da Siemens Energy, è stato inviata a Montreal per le  riparazioni. A causa delle sanzioni di Ottawa contro Mosca, il gruppo  inizialmente rifiutò di restituire l'attrezzatura riparata alla  Germania, ma dopo numerose richieste, la Germania decise comunque di  restituirla. Il 25 luglio, Gazprom ha annunciato lo spegnimento  forzato di un altro motore a turbina a gas presso la stazione di  compressione di Portovaya. Pertanto, attualmente, solo una turbina  rimane in condizioni di lavorare.        Gazprom, attualmente, fornisce gas all'Europa in transito solo  attraverso la stazione di misurazione del gas Sudzha e le domande di  pompaggio attraverso Sokhranovka sono respinte dalla parte ucraina.

12:38 16 Ago

Germania e Svezia: armi all'Ucraina per proteggere la sua sovranità

L'Ucraina ha il diritto di usare le armi che riceve dai partner occidentali, in particolare dalla Germania e dalla Svezia, per proteggere la sua integrità territoriale: lo hanno detto i capi di governo della Germania, Olaf Scholz, e della Svezia, Magdalena Andersson, nel corso di una conferenza stampa congiunta tenuta oggi a Stoccolma. Lo riporta Ukrinform.   "Noi sosteniamo l'Ucraina con le armi che forniamo. Queste armi servono all'Ucraina per difendere la sua integrità territoriale e la sovranità del suo territorio", ha detto Sholtz. Gli ha fatto eco Andersson, affermando che "si tratta dimettere l'Ucraina in grado di proteggere la sua integrità territoriale e di usare queste armi in questo senso".

12:11 16 Ago

Mosca: esplosioni in Crimea azione di sabotaggio

Un magazzino militare nel distretto di Dzhankoi, in Crimea, è stato danneggiato oggi da "un'azione di sabotaggio": lo ha dichiarato il martedì il ministero della Difesa russo."La mattina del 16 agosto, a seguito di un sabotaggio, un magazzino militare vicino al villaggio di Dzhankoi è stato danneggiato", si legge in un comunicato del ministero secondo cui nessuno ha riportato ferite gravi. Fonti civili hanno riferito di due feriti non gravi."Una serie di strutture civili, tra cui linee elettriche, una centrale elettrica, un binario ferroviario, nonché alcuni edifici residenziali sono stati danneggiati", specifica il ministero.

12:10 16 Ago

Gas, Gazprom: in Europa in invernoi prezzi potrebbero salire sopra 4 mila dollari per 1.000 metri cubi

Gazprom non esclude che i prezzi del gas  in Europa in inverno possano salire al di sopra di 4.000 dollari per  1.000 metri cubi. Ad affermarlo in una nota citata dall'agenzia di  stampa russa 'Tass' è Gazprom. "Negli scambi spot d'Europa, i prezzi  del gas hanno sfondato il segno di 2,5 mila dollari. Secondo stime  prudenti, se la tendenza continua, in inverno i prezzi supereranno il  livello di 4 mila dollari per 1 mila metri cubi", osserva Gazprom.

11:35 16 Ago

Minsk: impediremo all'occidente di portare la guerra da noi

La Bielorussia non permetterà ai paesi occidentali di scatenare un confitto sul proprio territorio utilizzando formazioni armate illegali create in Ucraina. Lo ha affermato il ministro della Difesa bielorusso Viktor Khrenin, secondo quanto riporta Tass. "Siamo allarmati dalle azioni dei paesi occidentali nella creazione e nell'addestramento di formazioni militari nazionaliste come il 'Reggimento Kalinovsky' e simili. Per noi, il loro scopo è abbastanza ovvio: questo è lo spiegamento di una guerra civile già sul territorio del nostro stato. La Repubblica di Bielorussia non consentirà ai paesi occidentali con l'aiuto di tali formazioni armate illegali di scatenare un conflitto armato interno sul nostro territorio", ha affermato Khrenin.

11:34 16 Ago

Kiev: in caso di emergenza alla centrale di Zaporizhzhia 400mila evacuati

In caso di un'emergenza alla centrale nucleare ucraina di Zaporizhzhia occupata dalle forze russe dovrebbero essere evacuate almeno 400.000 persone: lo ha detto all'emittente Apostrophe TV il capo dell'Amministrazione militare dell'omonima regione, Oleksandr Starukh, secondo quanto riporta Ukrinform.   Starukh ha spiegato che la situazione a Enerhodar, la città che ospita la centrale, è considerata "pericolosa" e che il piano di evacuazione della città e della zona a rischio di contaminazione da radiazioni è attualmente in fase di adeguamento, tenendo conto dei recenti sviluppi militari.

11:33 16 Ago

Parigi: oggi telefonata Macron-Zelensky su centrale Zaporizhzhia

Il presidente francese Emmanuel Macron avrà un colloquio telefonico nella tarda mattinata di oggi con il suo omologo ucraino Volodymyr Zelensky sulla situazione della centrale nucleare di Zaporizhzhia controllata dai russi, nel sud dell'Ucraina: lo ha annunciato la presidenza francese. I due leader si sentiranno "in particolare per discutere della situazione intorno all'impianto di Zaporizhzhia", ha indicato la presidenza.

11:01 16 Ago

Kiev: con esplosioni Crimea partita demilitarizzazione

"La mattinata vicino a Dzhankoi è iniziata con delle esplosioni. Un promemoria: normalmente la Crimea riguarda il Mar Nero, le montagne, le attività ricreative e il turismo. Ma la Crimea occupata dai russi riguarda le esplosioni di magazzini e l'alto rischio di morte per gli invasori e i ladri. La demilitarizzazione è in atto". Così su Twitter Mykhailo Podolyak, consigliere del presidente ucraino Volodymyr Zelenski.

11:00 16 Ago

Kiev: 43.900 soldati russi uccisi dall'inizio della guerra

Circa 43.900 soldati russi sono stati uccisi in Ucraina dall'inizio dell'invasione, secondo l'esercito di Kiev. Nel suo aggiornamento sulle perdite subite finora da Mosca, l'esercito ucraino indica che si registrano anche 233 caccia, 196 elicotteri e 790 droni abbattuti. Lo riporta Ukrinform.   Inoltre le forze di Kiev affermano di aver distrutto 1.880 carri armati russi, 989 sistemi di artiglieria, 4.152 veicoli blindati per il trasporto delle truppe e 15 navi e 190 missili da crociera.

10:44 16 Ago

Intelligence Gb: flotta russa in difficoltà nel Mar Nero

La flotta russa presente nel Mar Nero è "in difficoltà" e non riesce "ad esercitare un controllo efficace". Lo riferisce l'intelligence del ministero della Difesa del Regno Unito nel suo report sulla guerra in Ucraina. La flotta russa, spiegano gli 007 britannici, mantiene un "atteggiamento estremamente difensivo" e si limita ad operazioni di pattugliamento. L'efficacia limitata della flotta russa mina la strategia di invasione da parte di Mosca "anche perché la minaccia nelle acque di Odessa è stata largamente neutralizzata", dalle forze ucraine, spiega ancora il report. "Questo significa che l'Ucraina può dirottare le proprie risorse per contrastare gli attacchi di terra da parte dei russi", aggiunge il ministero della Difesa britannico.

10:16 16 Ago

Shoigu: operazioni Kiev pianificate negli Usa e in GB

Le operazioni condotte dalle Forze armate ucraine sono pianificate negli Stati Uniti e in Gran Bretagna. E'  l'accusa ribadita dal ministro della Difesa russo, Sergei Shoigu,  intervenuto alla X Conferenza di Mosca sulla sicurezza internazionale. "Le operazioni delle forze armate ucraine sono pianificate a  Washington e Londra. Non solo le coordinate degli obiettivi per gli  attacchi sono fornite dall'intelligence occidentale, ma anche  l'inserimento di questi dati nei sistemi d'arma viene effettuato sotto il pieno controllo di specialisti occidentali ", ha sostenuto Shoigu.        Secondo il ministro, i paesi occidentali sono i responsabili della  morte di civili nel Donbass, poiché forniscono armi della Nato a Kiev. "Il ruolo di Kiev nell'approccio occidentale alla guerra è ridotto  alla fornitura di manodopera, che è considerata un materiale  sacrificabile. Questo spiega le enormi perdite di personale delle  Forze armate e delle formazioni della difesa territoriale  dell'Ucraina", ha aggiunto, sottolineando che le cifre reali dei  militari morti e delle forze di difesa territoriale mobilitate sono  nascoste dalla leadership di Kiev.

10:11 16 Ago

Seconda nave in Italia, cargo con soia a Ravenna

È a Ravenna, in attesa di entrarein porto, la seconda nave cargo che dall'Ucraina raggiungel'Italia dopo lo sblocco diplomatico dell'intesa di Istanbul, a fine luglio, per il trasporto sicuro di grano e cibo dai porti ucraini. Si tratta della Sacura, battente bandiera liberiana,che trasporta 11mila tonnellate di semi di soia destinati all'alimentazione animale. Dopo mesi di blocco, è partita dal porto ucraino di Yuzhnyy l'8 agosto e ha fatto tappa il 10 e 11 agosto a Istanbul per i controlli di sicurezza previsti.   Ormeggiata in banchina al porto di Ravenna c'è ancora la Rojen, che dovrebbe terminare le operazioni commerciali oggi dopo essere arrivata il 12 agosto col suo prezioso carico di oltre 14mila tonnellate di semi di mais, sempre destinati a mangimi per allevamenti animali.   È in navigazione, ed è attesa per la tarda mattinata di oggi al porto pugliese di Monopoli, la terza nave dall'Ucraina che raggiunge l'Italia. Si tratta della Mustafa Necati, partita dal porto di Chornomorsk, che trasporta 6mila tonnellate di olio di semi di girasole per il gruppo Marseglia, che ha sede nel Barese.

09:42 16 Ago

Mosca: non servono armi nucleari per raggiungere obiettivi

La Russia non ha bisogno di usare le armi nucleari per raggiungere i suoi obiettivi in Ucraina: lo affermano i vertici dell'esercito russo, secondo quanto riportala Tass.

09:37 16 Ago

Putin: gli Usa vogliono 'prolungare' il conflitto in Ucraina

Il presidente russo Vladimir Putin ha accusato oggi gli Stati Uniti di voler "prolungare" il conflitto in Ucraina.

09:36 16 Ago

Partito il primo carico di grano per l'Africa

La nave Brave Commander è partita dal porto ucraino di Pivdennyi con il primo carico di grano destinato a un Paese africano dopo lo sblocco delle esportazioni dal Paese in guerra. Il ministero ucraino delle Infrastrutture, citato dalle agenzie internazionali, specifica che a bordo ci sono 23.000 tonnellate di grano, la destinazione è il porto  di Gibuti e le forniture sono destinate all'Etiopia."Il ministero e le Nazioni Unite stanno lavorando su modi per aumentare le scorte di cibo per le fasce socialmente vulnerabili della popolazione africana", si legge in una nota del ministero.

09:35 16 Ago

Zaporizhia, Russia: la delegazione Aiea non può passare per Kiev

Qualunque missione dell'agenzia nucleare delle Nazioni Unite per ispezionare la centrale nucleare di Zaporizhia in Ucraina non può passare per la capitale Kiev, perché sarebbe troppo pericoloso. Lo ha affermato un diplomatico russo citato dalle agenzie di stampa di Mosca, come riporta la Reuters. "Immaginate che cosa significa attraversare Kiev, significa raggiungere la centrale nucleare attraverso la prima linea", ha sottolineato ai giornalisti Igor Visnevetsky, vice direttore del Dipartimento per la proliferazione nucleare e il controllo degli armamenti del ministero degli Esteri russo, secondo Ria Novosti.

09:33 16 Ago

Putin: l'Occidente usa Ucraina come carne da cannone

L'Occidente usa l'Ucraina come'carne da cannone': lo ha detto il presidente russo Vladimir Putin, secondo quanto riporta la Tass.

08:48 16 Ago

Ucraina: Crimea, incendio base russa, esplodono munizioni

Un incendio che ha causato l'esplosione di munizioni è scoppiato questa mattina in una base militare nella Crimea annessa alla Russia: lo ha reso noto il ministero della Difesa russo senza specificare la causa dell'incendio.   L'incendio è scoppiato in un deposito temporaneo di munizioni di una base russa nel distretto settentrionale di Dzhankoy, haprecisato il ministero in un comunicato, citato dalle agenzie di stampa russe. Secondo il governatore della Crimea, Sergei Aksionov, due civili sono rimasti feriti.

08:09 16 Ago

Esplode una mina sulla spiaggia, 4 bagnanti morti a Odessa

08:09 16 Ago

Le immagini della base dei mercenari Wagner distrutta nel Donbass

07:05 16 Ago

Autorizzata partenza prima nave cereali per Africa Nell'ambito del programma dell'Onu contro la siccità

La partenza della prima nave con cereali diretta dall'Ucraina all'Africa è stata autorizzata ed è in programma per oggi. Lo fa sapere la delegazione delle NazioniUnite presso il centro di Istanbul che coordina le esportazionidove si trovano rappresentanti di Ankara, Kiev, Mosca e Onu. L'imbarcazione 'MV Brave Commander' partirà oggi dal porto di Yuzhny, è diretta in Gibuti e trasporta oltre 23mila tonnellate di grano destinato all'Etiopia nell'ambito dell'iniziativa del World Food Programme per rispondere ai problemi causati dallasiccità. Oltre alla 'MV Brave Commander', il centro di coordinamento di Istanbul ha autorizzato per oggi la partenza di altre 4 navi dai porti ucraini di Yuzhny e Chornomorsk: la 'MVPropus', con 9,111 tonnellate di grano diretta a Costanza in Romania, la 'MV Osprey', con 11,500 tonnellate di grano diretta a Mersin o Iskenderun in Turchia, la 'MV Ramus', diretta a Karasu sempre in Turchia con 6,161 tonnellate di grano, e la 'MV Bonita' che trasporta 60mila tonnellate di grano ed è diretta aIncheon in Corea.

06:57 16 Ago

Zelenskiy chiede un intervento in centrale Zaporizhzhia

Il presidente dell'Ucraina, Volodymyr Zelenskiy , ha chiesto un intervento nello stabilimento russo di Zaporizhzhia, esortando il mondo a non "cedere al ricatto nucleare". Nel suo discorso serale ha detto che "tutte le truppe russe devono essere immediatamente ritirate dallo stabilimento e dalle aree limitrofe senza alcuna condizione. Se ora al mondo manca la forza e la determinazione per proteggere una centrale nucleare, significa che il mondo perde. Perde contro i terroristi. Cede al ricatto nucleare. Se ora il mondo non mostra forza e risolutezza per difendere una centrale nucleare, significherà che il mondo ha perso". E poi ha aggiunto che "qualsiasi incidente radioattivo nella centrale nucleare di Zaporizhzhia può colpire i paesi dell'Unione Europea, la Turchia, la Georgia e i paesi delle regioni più lontane. Tutto dipende esclusivamente dalla direzione e dalla velocità del vento. Se le azioni della Russia provocano una catastrofe, le conseguenze potrebbero colpire anche coloro che finora sono rimasti in silenzio".

03:46 16 Ago

Francia si offre di sminare oblast di Chernihiv

La Francia si offre di contribuire a sminare l'Oblast di Chernihiv, in Ucraina. Ne dà notizia il Kyev Independent, secondo cui in un incontro con Kyrylo Tymoshenko, vice capo dell'ufficio presidenziale ucraino, l'ambasciata ha discusso della fornitura di attrezzature e specialisti, nonché della formazione del personale ucraino, per sminare l'Oblast di Chernihiv.
 

01:27 16 Ago

Mosca: troppo pericoloso per Aiea passare per Kiev

Qualsiasi missione intrapresa dall'agenzia nucleare delle Nazioni Unite per ispezionare la centrale ucraina di Zaporizhzhia non può passare attraverso la capitale Kiev perché è troppo pericolosa, ha affermato un alto diplomatico di Mosca citato dalle agenzie di stampa russe. "Immaginate
cosa significa passare attraverso Kiev, significa che arrivano alla centrale nucleare attraverso la prima linea", ha detto ai giornalisti Igor Vishnevetsky, vice capo del dipartimento per la proliferazione nucleare e il controllo degli armamenti del ministero degli Esteri russo. Il diplomatico ha anche affermato che la missione Aiea in ogni caso non ha mandato per affrontare la "smilitarizzazione" dell'impianto come richiesto da Kiev.

01:04 16 Ago

Sindaco Kharkiv: città sotto attacco artiglieria russa

Le forze russe hanno iniziato un bombardamento sulla citta' di Kharkiv all'alba di oggi. Lo riferisce su Telegram il sindaco della citta' Ihor Terekhov, senza aggiungere dettagli su eventuali vittime. 

23:58 15 Ago

Mosca, in corso dialogo su visita Aiea a Zaporizhzhia

L'Agenzia Internazionale per l'Energia Atomica (Aiea) sta discutendo con Russia e Ucraina i "dettagli tecnici" di un'ispezione della centrale nucleare di Zaporizhzhia, rimasta coinvolta nelle ostilità tra i due Paesi. Lo ha dichiarato, riporta l'agenzia Tass, il rappresentante permanente della Russia alle Nazioni Unite, Dmitry Polyanski. "A quanto risulta dalle informazioni in mio possesso, stanno venendo discussi i dettagli tecnici sia con il lato russo che con quello ucraino", ha detto il diplomatico. Poche ore prima da Mosca era giunta la notizia di una telefonata tra il ministro della Difesa russo, Serghei Shoigu, e il segretario generale dell'Onu, Antonio Guterres, in merito al "funzionamento sicuro della centrale nucleare di Zaporozhye". "Non c'è alcuna difficoltà di alcun tipo da parte nostra", ha dichiarato Polyansky, "siamo stati, sin dall'inizio, molto favorevoli a una simile visita". "So che da parte ucraina sono stati creati determinati problemi per questa visita, come fu nella prima occasione", ha aggiunto il diplomatico.