Il conflitto

Live guerra in Ucraina, la cronaca minuto per minuto: giorno 179

Aggiornamenti in tempo reale
Live guerra in Ucraina, la cronaca minuto per minuto: giorno 179
mil.in.ua
Fumo dall'edificio del quartier generale della Flotta del Mar Nero della Federazione Russa a Sebastopoli, agosto 2022

Kiev: su adesione all'Ue vogliamo chiarezza politica entro fine anno

L'Ucraina vuole "chiarezza politica" da parte dei leader dell'Ue entro la fine di quest'anno sull'adesione all'Ue. Ad affermarlo, secondo quanto riferisce il Kyiv Independent', è la vicepremier ucraina con delega all'integrazione europea Olha Stefanishyna sottolineando che il Paese ha completato il 70% dei suoi obblighi in vista dell'adesione all'Ue.

Governatore: forze russe hanno colpito obiettivi in arrivo in Crimea

Le forze russe di difesa aerea hanno colpito obiettivi in avvicinamento all'aeroporto internazionale di Sebastopoli, in Crimea. Lo ha affermato il governatore russo di Sebastopoli, Mikhail Razvozhaev. Secondo quanto riportato dall'agenzia di stampa russa Ria Novosti, il funzionario ha anche chiesto di non girare o pubblicare video del funzionamento dei sistemi di difesa aerea.

Sindaco: ancora attacchi missilistici russi su Kharkiv

Le forze russe hanno sferrato nuovi attacchi missilistici contro Karkiv, nel nord-est dell'Ucraina. Lo ha reso noto il sindaco, Ihor Terekhov, citato dall'Ukrainska Pravda: "i primi rapporti indicano che sono scoppiati incendi in un edificio non residenziale e in una casa privata".

Kse: guerra ha causato danni diretti per 113 mld dollari

L'invasione russa dell'Ucraina, secondo la Kyiv School of Economics, ha causato danni diretti per un valore di 113 miliardi di dollari dal 24 febbraio. I dati aggiornati sono stati riferiti dal Kyiv Independent.

Esplosioni segnalate in due città della Crimea

Diverse esplosioni sono state segnalate nelle città di Yevpatoria e Saky in Crimea. La gente del posto li ha attribuiti alla difesa aerea russa. Lo riferisce il Kyiv Independent.

Media: individuati i nomi di 5701 militari russi morti da inizio guerra

I giornalisti del servizio russo della Bbc, di Mediazona e un gruppo di volontari sono riusciti a risalire ai dati relativi ai decessi dei militari russi in Ucraina. Al 19 agosto hanno confermato la morte di 5.701 persone. L'ultimo rapporto ufficiale fornito dal ministero della Difesa russo ‎‎riferisce della morte‎ di 1.351 soldati russi, anche se alla data del 25 marzo.

 

APPROFONDISCI QUI LA NOTIZIA

Kiev: Russia chiuderà parzialmente il cielo su 3 regioni vicine all'Ucraina

Secondo lo Stato Maggiore delle Forze Armate ucraine, il comando russo ha deciso di chiudere il cielo in alcune sezioni delle regioni di Lipetsk, Voronezh e Belgorod dal 22 al 25 agosto. Queste aree russe sono vicine alle regioni di Kharkiv e Luhansk.

Londra: videochiamata Johnson, Biden, Scholz e Macron su sicurezza nucleare

Il premier britannico Boris Johnson, i presidenti statunitense e francese Joe Biden e Emmanuel Macron e il cancelliere tedesco Olaf Scholz hanno avuto un colloquio in videoconferenza durante il quale hanno sottolineato l'importanza di assicurare la sicurezza degli impianti nucleari in Ucraina. Lo fa sapere l'ufficio di Johnson.
 

Kiev: Russia aumenta sue navi portamissili nel Mar Nero

La Russia aumenta il numero delle sue navi portamissili nel Mar Nero in vista del giorno dell'indipendenza dell'Ucraina. Lo ha detto Natalia Humeniuk, portavoce del comando operativo "sud" del paese, citata dal Kyiv Independent, precisando che la Russia ha cinque unità con missili da crociera nel Mar Nero, tra le quali un sottomarino.

A Kiev divieto di assembramenti pubblici per tre giorni

Le autorità di Kiev hanno deciso di vietare ogni assembramento pubblico per tre giorni, a partire da domani e fino al 25 agosto. L'allarme è alto per le celebrazioni della festa dell'indipendenza (24 agosto): il presidente Volodymyr Zelensky ha messo in guardia dal rischio che la Russia possa compiere azioni "terribili".

Procura minori Kiev: 373 bambini uccisi e 721 feriti

Almeno 373 bambini sono stati uccisi e 721 feriti dall'inizio dell'aggressione russa all'Ucraina. Lo dice la procura dei minori ucraina precisando che il numero maggiore di bambini uccisi e feriti si è registrato nella regione di Donetsk. Secondo un bilancio pubblicato da Ukrinfrom, i bombardamenti russi hanno colpito 2328 istituzioni educative, delle quale 289 sono risultate completamente distrutte.

Habeck: apertura nord stream 2 sarebbe cedere a Putin

L'apertura del gasdotto Nord Stream 2 significherebbe cedere a Vladimir Putin, dire indirettamente che ha ragione quando invece "non ha ragione". Lo ha detto il vice cancelliere tedesco, e ministro dell'Economia e della protezione climatica, Robert Habeck, rispondendo alle domande dei cittadini durante la giornata di porte aperte del governo di Berlino.

Olena Zelenska: creare martirologio con i civili uccisi

Un martirologio completo dei civili ucraini uccisi dalla Russia nel periodo 2014-2022, cioè dall'anno di occupazione della Crimea a quello dell'invasione iniziata lo scorso 24 febbraio: lo ha annunciato la first lady dell'Ucraina, Olena Zelenska, in occasione della giornata internazionale di commemorazione e omaggio alle vittime del terrorismo istituita dall'Onu. La first lady, citata dall'agenzia Ukrinform, ha specificato che questo progetto include oltre 2.000 nomi e che nel  martirologio si possono aggiungere informazioni sulla persona deceduta.
 

In rete le immagini di una giornata di guerra a Kherson e in Crimea

Intelligence Ucraina: la Russia non trova nuovi volontari

Secondo fonti di intelligence del ministero della Difesa dell'Ucraina, citate dal quotidiano online Kyiv Independent, alla Russia mancherebbero i volontari per creare nuove unità militari. In particolare si cita il caso di una regione russa nella quale la creazione di un battaglione per carri armati è stata sospesa dopo che si sono presentati solo 30 volontari iscritti a prestare servizio a fronte dei 180 necessari.

Metsola: non lasceremo che Kiev sia come Praga nel 1968

"Cinquantaquattro anni fa, truppe e carri armati sovietici arrivarono in Cecoslovacchia, schiacciando brutalmente il movimento democratico, respingendo le libertà personali" e dando inizio a "un'altra generazione perduta. La storia ce lo insegna. Non possiamo permettere che lo stesso accada al popolo ucraino. E non lo faremo". Lo scrive sui social la presidente del Parlamento europeo Roberta Metsola, ricordando l'invasione della Cecoslovacchia, nella notte tra il 20 e il 21 agosto 1968, da parte di cinque Paesi del Patto di Varsavia (l'Unione Sovietica, la Repubblica Democratica Tedesca, la Repubblica Popolare di Polonia, la Repubblica Popolare di Bulgaria e la Repubblica Popolare d'Ungheria).

Kiev ai dipendenti del governo, nei prossimi giorni lavorate da casa. Dopo allarme Zelensky su possibili attacchi a festa indipendenza

Secondo fonti interne il governo ucraino avrebbe raccomandato a tutti i suoi dipendenti che svolgono mansioni negli edifici del quartiere governativo di lavorare da casa per una settimana, almeno dal 22 al 26 agosto. Lo scrive la 'Pravda ucraina'.   E' già noto che l'apparato della Verkhovna Rada, il parlamento, lavorerà da remoto, ad eccezione dei colleghi che sono coinvolti nelle delegazioni internazionali e nei preparativi per il prossimo incontro.   Il presidente Volodymyr Zelensky ha dichiarato di ritenere che la prossima settimana la Russia potrebbe compiere azioni particolarmente brutali.

Scholz: la soluzione alla guerra non è la resa di Kiev

Il cancelliere tedesco Olaf Scholz ha ribadito che la soluzione alla guerra in Ucraina non la resa di Kiev e che i negoziati saranno possibili solo quando Mosca rinuncerà ai suoi piani di "conquista", cosa che non è ancora avvenuta. "Non accetteremo una pace imposta e che anche il governo, il parlamento e il popolo ucraino non possano accettare", ha dichiarato durante un incontro con i cittadini in occasione della giornata aperta della Cancelleria a Berlino. Il leader ha sottolineato che è  stato il presidente russo Vladimir Putin a dare il via al conflitto con la "chiara intenzione" di annettere in tutto o in parte il Paese confinante, violando un accordo pluridecennale in Europa. Il governo russo deve capire che le sanzioni non saranno revocate finché non sarà raggiunto un "accordo equo" con l'Ucraina, "ma non siamo ancora a quel punto", ha detto Scholz.    Tuttavia, ha detto che continuerà a parlare con Putin, anche se questi colloqui sono "complicati", anche se non si svolgono su "tavoli lunghi sette metri" ma al telefono. "Bisogna essere chiari e non farsi intimidire", ha detto.

Zelensky: nell'aria della Crimea si sente che l'occupazione è temporanea

"Quest'anno, nell'aria della Crimea si sente letteralmente che l'occupazione è temporanea e che l'Ucraina sta tornando". Così il presidente ucraino Volodymyr Zelensky, nel videomessaggio rivolto al popolo ucraino, come riporta Ukrainska Pravda, commentando l'importanza del Giorno dell'Indipendenza ucraino (24 agosto), soprattutto in Crimea. Zelensky ha ricordato il pericolo di possibili attacchi delle truppe russe proprio nel Giorno dell'Indipendenza. "Restiamo uniti, aiutiamoci a vicenda, restauriamo ciò che è stato distrutto, combattiamo per tutto il nostro popolo", ha detto il presidente ucraino. 

Procuratore: trovato morto capo intelligence della regione Kirovohrad

Il responsabile dei servizi di intelligence ucraini (Sbu) nella regione centrale di Kirovohrad, Oleksandr Nakonechny, è stato trovato morto nella sua abitazione a Kropyvnytsky. Lo ha reso noto l'ufficio del procuratore, precisando che il corpo dell'uomo è stato rinvenuto dalla moglie, dopo aver sentito il rumore di spari. Sono quindi state avviate indagini per stabilire le cause del decesso. Nakonechny era a capo del dipartimento Sbu nella regione di Kirovohrad dall'inizio del 2021.

Mosca: distrutto ad Odessa deposito di missili per Himars

Mosca ha dichiarato oggi di aver distrutto un deposito di missili per i sistemi Himars forniti dagli Stati Uniti all'Ucraina nella regione di Odessa. "I missili ad alta precisione a lungo raggio Kalibr dispiegati in mare hanno distrutto un deposito di munizioni con missili per i lanciarazzi multipli Himars statunitensi e sistemi antiaerei di fabbricazione occidentale nei pressi del villaggio di Maiorske, nella regione di Odessa", si legge in una nota diffusa dal ministero della Difesa.

Kiev: i russi trasferiscono sistemi difesa aerea in Bielorussia

La Russia sta trasferendo i propri sistemi di difesa aerea in Bielorussia. Lo riferisce lo stato maggiore delle forze armate ucraine in un post su Facebook, come riportano i media ucraini. Secondo lo stato maggiore ucraino esiste ancora una minaccia di attacchi aerei e missilistici dal territorio della Bielorussia.

Papa: vicino al popolo che vive immane crudeltà

"Perseveriamo nella vicinanza e nella preghiera per il caro popolo ucraino che sta vivendo una immane crudeltà". Lo ha detto il Papa all'Angelus.

Kiev: a Kharkiv coprifuoco 'totale' per il giorno dell'Indipendenza

Nella regione di Kharkiv, in vista del giorno dell'Indipendenza ucraino (24 agosto), il regime di coprifuoco sarà esteso in maniera 'totale' per due gorni, per il timore di possibili attacchi da parte delle truppe russe. Lo ha riferito il capo dell'amministrazione militare di Kharkiv, Oleg Sinegubov, su Telegram. Il coprifuoco esteso partirà dalle 19 del 23 agosto per concludersi alle 7 del mattino del 25 agosto. "D'ora in poi, dal 22 agosto 2022, il coprifuoco durerà dalle 19:00 alle 7:00 del giorno successivo. E durante il Giorno dell'Indipendenza, il coprifuoco durerà dalle 19:00 del 23 agosto alle 07:00 del 25 agosto. Vi chiediamo di comprendere tali misure e di prepararvi a rimanere a casa e nei rifugi: questa è la nostra sicurezza", ha scritto Sinegubov rivolgendosi ai cittadini della regione.

Kiev: noi nulla a che fare con la morte della figlia di Dugin

"L'Ucraina non ha nulla a che fare con l'omicidio della figlia di Dugin": questa la netta dichiarazione di Mykhailo Podolyak, principale consigliere del presidente ucraino, Volodymyr Zelensky, in riferimento all'attentato nel quale è rimasta uccisa Darya Dugina a Mosca. Lo riporta il Kiev Independent.   "Non siamo uno stato criminale, a differenza della Russia, e sicuramente non uno stato terrorista", ha detto Podolyak alla Tv nazionale.

Kiev: 5 missili Kalibr russi sulla regione di Odessa

La Russia ha attaccato la regione di Odessa con 5 missili Kalibr durante la notte. Secondo le autorità locali, due missili sono stati abbattuti, mentre gli altri tre hanno colpito un elevatore per cereali e un'altra struttura agricola della regione. Lo riporta Kiev Independent.

Mosca su Dugina, se mano ucraina accertata "terrorismo Stato"

"Se la pista ucraina" dietro l'omicidio della giornalista russa Daria Dugina "verra' confermata dagli inquirenti, allora si tratterà di terrorismo di Stato da parte di Kiev". Lo ha scritto sul suo canale Telegram la portavoce del ministero degli Esteri di Mosca, Maria Zakharova, invitando comunque ad "attendere i risultati delle indagini".

Trovato morto capo Servizio Sicurezza ucraino della regione di Kirovohrad

Oleksandr Nakonechny, capo delservizio di sicurezza dell'Ucraina (Sbu) nella regione diKirovohrad, è stato trovato morto a Kropyvnytskyi. Secondo quanto riporta la "Pravda ucraina" il corpo diNakonechny, ucciso con un colpo di arma da fuoco, è statoscoperto ieri sera. Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha nominatoNakonechny alla carica di capo dell'Sbu della regione di Kirovohrad il 16 gennaio 2021.

Dugin padre e figlia colpiti entrambi da sanzioni occidentali

Darya Dugina, morta nell'esplosione dell'auto che stava guidando la scorsa notte vicino a Mosca - scrive il Guardian, citando l'ufficio del governo britannico per l'implementazione delle sanzioni -, era bollata come "fautore di alto profilo e frequente di disinformazione sull'Ucraina e sull'invasione russa  su varie piattaforme online". Era anche oggetto di sanzioni da parte del Dipartimento del Tesoro Usa come direttrice del sito United World International (Uwi), accusato di disinformazione, di proprietà di Ievgeny Prigozhin, stretto alleato di Putin. Aleksandr Dugin, il padre, è ritenuto fomentatore dell'ideologia ultranazionalista "eurasiatica" - bollata come"fascismo russo" - che ispira la politica estera "imperialista"di Vladimir Putin e quindi anche l'invasione dell'Ucraina. E' sotto sanzioni internazionali dal 2015, come "ideologo"dell'annessione della Crimea alla Russia. 

Kiev, bombardata nella notte la regione di Dnipropetrovsk

In Ucraina le truppe russe hanno bombardato per tutta la notte con l'artiglieria i distretti di Nikopol e Kryvyi Rih della regione di Dnipropetrovsk, utilizzando razzi MLRS e cannoni. Valentyn Reznichenko, capo dell'amministrazione militare regionale di Dnipropetrovsk, lo ha dichiarato in un post su Telegram, citato da Ukrinform. 

Mosca, "Siamo potenza nucleare impossibile isolarci"

Il ministro della Difesa russo, Serghei Shoigu, ha ribadito che i tentativi di isolare la Russia sono falliti. "E' quasi impossibile ottenere l'isolamento del nostro Paese, perché siamo la più grande potenza nucleare, il più grande Paese in termini di estensione territoriale", ha dichiarato il ministro in un'intervista al canale televisivo Rossiya-24 di cui sono state diffuse alcune anticipazioni. "Un Paese con una scienza avanzata, con un'industria piuttosto militare-industriale piuttosto sviluppata", ha sottolineato Shoigu, "la storia stessa suggerisce che questo isolarci è abbastanza difficile". 

Morte figlia Dugin, capo filorusso Donetsk accusa Kiev

Diversi dirigenti russi filo-Cremlino stanno accusando Kiev di aver commissionato l'omicidio di Darya Dugina, figlia dell'ideologo di Putin, Aleksandr Dugin, saltata in aria sull'auto del padre la scorsa notte a Mosca. Lo scrive il Guardian. Il leader dell'autoproclamata filorussa Repubblica di Donetsk, nel Donbass, Denis Pushilin, sul suo account su Telegram, ha apertamente accusato l'Ucraina: "Vigliacchi infami! I terroristi del regime ucraino, nel tentativo di eliminare Aleksandr Dugin hanno fatto saltare in aria sua figlia. Era una vera ragazza russa!", ha scritto.

Ankara, 4 navi con prodotti agricoli lasciano porti Ucraina

Quattro navi cargo che trasportano in totale 33.300 tonnellate di prodotti agricoli hanno lasciato stamani i porti ucraini di Odessa, Chernomorsk e Yuzhny, fa sapere da Ankara il ministero della Difesa turco, citato dalla Tass.   

L'ucraino Usyk si conferma campione mondiale dei pesi massimi. Zelensky: i cosacchi non si arrendono

Oleksandr Usyk AP / Hassan Ammar
Oleksandr Usyk

Zelensky teme "atti crudeli" russi per il 24 agosto

Il presidente dell'Ucraina, Volodimir Zelensky, teme che mercoledì 24 agosto, quando ricorrerà la giornata dell'indipendenza del suo paese, la Russia possa intentare qualche iniziativa "particolarmente crudele". "La prossima settimana è molto importante per noi tutti, per il nostro paese. Il nostro Giorno della Bandiera, il nostro Giorno dell'Indipendenza", ha ricordato Zelensky in un messaggio divulgato dai media ucraini. "Dobbiamo essere consapevoli che in settimana la Russia potrà tentare di fare qualcosa di particolarmente brutto, qualcosa di particolarmente crudele" ha detto il leader di Kiev: "Una degli obiettivi chiave del nemico è umiliare noi ucraini, svalutare le nostre capacità, i nostri eroi, seminare la disperazione, la paura, i conflitti".

Albania, arrestati 2 russi e un ucraino per sospetto spionaggio

Due cittadini russi e un ucraino sono stati arrestati nel tentativo di introdursi con la forza in una fabbrica di armi in Albania, ferendo due sentinelle che cercavano di bloccarli. Lo ha riferito il ministero della Difesa albanese. Uno degli arrestati ha attaccato con uno spray paralizzante i soldati di guardia che lo avevano sorpreso mentre cercava di prendere fotografie della fabbrica, a Gramsh nel centro del Paese, in cui vengono smantellati armamenti non più utilizzati. Il primo ministro albanese Edi Rama ha dichiarato che i tre arrestati sono "sospettati di spionaggio". L'Albania è membro della Nato dal 2009. 

La figlia di Aleksandr Dugin morta in un attentato a Mosca

Un'auto guidata dalla figlia dell' "ideologo di Putin" Aleksandr Dugin, Darya, è esplosa nei pressi del villaggio di Velyki Vyazomi, alla periferia di Mosca. La donna sarebbe morta nell'attentato, l'ipotesi che prevale al momento è che il vero obiettivo dell'attentato sarebbe stato lo stesso Aleksandr Dugin, ma l'uomo all’ultimo momento non è salito sulla stessa auto della figlia, salvandosi. 
Ultranazionalista e conservatore, Aleksandr Dugin si è sempre detto nemico dei principi liberali, arrivando ad ipotizzare un mondo «eurasiatico» comprendente Europa e Russia in contrapposizione agli Stati Uniti e ai suoi valori liberali. L'Europa, secondo Dugin dovrebbe quindi essere allontanata dall' 'Atlantico' e riconvertita ai presunti valori 'russi' di fedeltà alle tradizioni e di identità comunitarie, il tutto in contrapposizione ai diritti individuali.

Figura controversa anche in Russia per le sue posizioni di estrema destra, nel 2014 - riporta Russia Today - venne licenziato dall'Università statale di Mosca dopo il suo appello a "uccidere, uccidere, uccidere" gli ucraini. Per queste sue posizioni è stato colpito dalla sanzioni americane già nel 2015. La figlia Darya, che recentemente era diventata un personaggio televisivo, era notoriamente sostenitrice delle teorie del padre.
 

Alexander Dugin davanti all'auto in cui è morta la figlia Unian
Alexander Dugin davanti all'auto in cui è morta la figlia

Le autorità russe sostengono di aver abbattuto droni ucraini sabato in Crimea

Le autorità russe della Crimea hanno dichiarato di avere abbattuto un drone sopra la sede della flotta russa del Mar Nero a Sebastopoli. Il governatore di Sebastopoli, Mikhail Razvozhaev, ha confermato che i sistemi di difesa aerea della città sono entrati nuovamente in azione nella tarda serata di sabato. Ieri mattina le forze ucraine avevano nuovamente colpito il quartier generale della marina russa. È stato il secondo attacco con un drone contro il quartier generale in tre settimane. Il 31 luglio, un attacco con un drone al quartier generale della Marina russa sul Mar Nero ha ferito cinque persone e ha costretto a cancellare le celebrazioni della Giornata della Marina russa. Questa settimana, un deposito di munizioni russo in Crimea è stato colpito da un'esplosione. La settimana scorsa, nove aerei da guerra russi sono stati distrutti in una base aerea in Crimea. Tutti attacchi che hanno sottolineato la vulnerabilità delle forze russe in Crimea.