Verso le elezioni

Si chiude la campagna elettorale. Domani il silenzio prima del voto

I leader chiudono la corsa per le politiche del 25 settembre. Comizi, interviste e bagni di folla
Si chiude la campagna elettorale. Domani il silenzio prima del voto
Getty
Elezioni politiche in Italia
21:27 23 Set

Meloni: in questa legislatura alcune nostre libertà sono state stropicciate

''Alcune regole fondamentali della nostra libertà in questa legislatura sono state stropicciate... Bisogna rimettere le cose a posto." Lo ha detto Giorgia Meloni a Tg2 post riferendosi in particolare alle misure anti Covid varate dal governo Conte bis con vari Dpcm.

21:17 23 Set

Conte: siamo stati vera forza riformatrice paese

"Sono stati cinque anni faticosi. Portare avanti il nostro progetto e realizzare l'80% del programma del 2018 ma è stato qualcosa di rivoluzionario, mai successo. Siamo stati la vera forza riformatrice di questo Paese". Così il leader del M5S, Giuseppe Conte, chiudendo la campagna elettorale del Movimento a Roma.

20:51 23 Set

Di Maio: serve ambizione di governare per cambiare il Paese

"L'opposizione non può essere l'obiettivo politico. L'ambizione dev'essere andare al Governo, fare le riforme e provare a cambiare il Paese". Lo ha detto Luigi Di Maio, leader di Impegno civico, durante la manifestazione di chiusura della campagna  elettorale. "Per questo - ha aggiunto - abbiamo provato in questi anni a costruire Governi per approvare leggi o per difendere le leggi che avevamo approvato dall'abolizione."

19:23 23 Set

Mara Carfagna: "Meloni premier? Sfonda il tetto di cristallo ma il rischio è che i cocci ricadano sulla testa delle donne italiane"

"Mi dicevano 'dai Mara, una donna  premier vuole dire sfondare un tetto di cristallo' ma ero e sono consapevole che il rischio è che i cocci ricadano sulla testa delle  donne italiane". Mara Carfagna evoca le motivazioni del no a Giorgia  Meloni spiegando alla piazza di Azione che "la leader del centro  destra ha votato in Europa contro la convenzione di Istanbul e auspica in Spagna la vittoria del partito Vox che è il più contro la parità di genere che c'è, che vuole abolire le quote rosa, legge che è riuscita a far emergere il talento di tante donne italiane".        

Mara Carfagna fa capire che le è stato proposto un ruolo importante in un futuro possibile governo del centro destra ma che non ha avuto dubbi "tra chi sceglie Draghi e chi Salvini" dicendosi fiduciosa che con Azione "costruiremo la grande casa dei moderati ".

18:54 23 Set

Matteo Renzi: "Il Terzo polo ha il vento in poppa"

"Abbiamo il vento in poppa, avremo ungrande risultato, ma non posso parlare dei sondaggi. Ci sono ancora tanti indecisi". Lo ha detto il leader di Italia viva,Matteo Renzi, sul palco dell'evento di chiusura della campagnaelettorale del Terzo polo, alla Terrazza del Gianicolo, a Roma.

18:51 23 Set

Giuseppe Conte vola sui social, decollano anche Giorgia Meloni e Carlo Calenda

Giuseppe Conte vola sui social, decollano anche Giorgia Meloni e Carlo Calenda. Sensemakers ha analizzato l'andamento sulle piattaforme social delle interazioni generate dai principali politici italiani, eseguendo il confronto tra i due mesi della campagna elettorale e i due mesi precedenti. Nel periodo di campagna elettorale le interazioni complessive generate dai politici crescono del 87% rispetto ai due mesi precedenti;I leader dei principali partiti polarizzano l’attenzione; le interazioni ai loro post costituiscono infatti il 71% del totale rispetto al 59% dei due mesi precedenti. Dato non scontato perché sulle piattaforme social possono emergere anche figure meno note.Analizzando il peso (in percentuale) delle interazioni generate dai leader dei principali partiti rispetto al totale delle interazioni generate da tutti i politici, si nota che la crescita più significativa è stata registrata da Giuseppe Conte che passa dal 6,3% al 15,7%.Aumentano anche Giorgia Meloni dal 15% al 16,8%, Carlo Calenda dal 2,5% al 5% e Silvio Berlusconi dal 2,5% al 5,3% (con un picco dopo il suo sbarco su TIK TOK). Calano invece Matteo Salvini dal 17,8% al 16,8% e Gianluigi Paragone dal 12,2% al 7,3%

18:44 23 Set

Enrico Letta: "Dialogo con Conte-Calenda?Ora voto, poi vedremo"

"Vedremo dopo le elezioni, non è che si torna a parlare con M5s, ma certo è più facile per noi parlare con Conte e con Calenda che con il centrodestra. Ma la caduta del governo Draghi è stato un trauma che ha voluto Conte e mentre noi eravamo disposti a stare attorno a un tavolo e non ho mai chiesto di stare a capotavolo, altri volevano starci". Lo ha detto il segrertariod el Pd Ernico Letta a Metropolis. Letta ha poi rivendicato "l'unità interna del Pd a differenza delle divisioni negli altri partiti".

18:37 23 Set

Al via il comizio di chiusura della campagna per il M5S a Roma a Piazza Santi Apostoli

Una improvvisa corsa di militanti muniti di bandiere per accaparrarsi i posti sotto al palco ha caratterizzato l'apertura di piazza Santi Apostoli a Roma, per il comizio di chiusura di Giuseppe Conte della campagna elettorale di M5s. I militanti, molti dei quali sventolano bandiere di M5s e del Partito Gay (alleato con il Movimento),riempiono per oltre la metà la piazza. Ad allietare l'attesa canzoni di Amy Weinhouse e musica pop main stream.

17:56 23 Set

Silvio Berlusconi:" Il centro destra è unito da 28 anni, il centro sinistra non lo è neanche in 28 giorni"

C'è chi sostiene che il centro-destra non  resterà unito e si sfalderà una volta a arrivato al governo, che ne  pensa? "Se i nostri avversari si fanno di queste illusioni, sbagliano  di grosso", taglia corto Silvio Berlusconi ospite di 'Pomeriggio 5',  su Canale 5, che assicura: ''Il centro-destra è unito da 28 anni, è la sinistra che non riesce a rimanere unita neanche per 28 giorni, come  si è visto da poco...".   "In un mese -ha avvertito il Cav- sono passati dal campo largo con i 5 Stelle, all'alleanza con Calenda che poi sono finite male, malissimo,  entrambe. E al Pd non è rimasto che allearsi con Fratoianni, quello  che non vuole la Nato, e con Bonelli, quello dell'ambientalismo del no che ci ha ridotto in queste condizioni con il caro-bollette".

17:40 23 Set

Il Viminale pubblica il dossier elezioni: il comune con meno votanti e i dati sulle scorse elezioni

Il comune di Rocca de' Giorgi, in provincia di Pavia, con soli 25 elettori (13 uomini e 12 donne) è l'ente con il minor corpo elettorale, Roma con 2.055.382 (di cui 1.096.575 donne e 958.807 uomini) e' la citta' con quello maggiore. Sono solo alcuni dei numeri e delle curiosita' contenute nel Dossier sulle elezioni politiche del 25 settembre consultabile sul sito del ministero dell'Interno. Realizzato dalla direzione centrale per i Servizi Elettorali del dipartimento per gli Affari Interni e Territoriali, la pubblicazione contiene tutte le informazioni e i dati relativi alla prossima tornata elettorale per l'elezione dei componenti della Camera e del Senato. I candidati alla Camera sono 1.310 nei collegi uninominali, 2.788 nei collegi plurinominali e 95 nella circoscrizione Estero. Per il Senato le candidature sono 693 per i collegi uninominali, 1.418 per i collegi plurinominali e 41 per la circoscrizione Estero.Gli elettori chiamati al voto sono 50.869.304, di cui 4.741.790 all'estero. Dei 46.127.514 elettori in Italia il 51,74% sono donne e il restante 48.26% uomini. Del corpo elettorale fanno parte 2.682.094 maggiorenni che per la prima volta, dopo la recente modifica dell'articolo 58 della Costituzione, potranno votare non solo per la Camera, ma anche per eleggere il Senato. Dei giovani elettori le donne sono 1.302.170 e gli uomini 1.379.924.La Lombardia con 7.505.133 elettori e' la regione con il maggior numero di aventi diritto al voto, la Valle d'Aosta con un totale di 98.187 quella con il minor numero di votanti.Sul territorio nazionale sono 61.566 le sezioni elettorali che resteranno aperte dalle 7 alle 23 di domenica 25. Il documento contiene anche notizie sulle precedenti elezioni, riferimenti storici sull'evoluzione del sistema elettorale, sulle diverse fasi procedurali, nonche' sulle operazioni di voto e di scrutinio

17:38 23 Set

Seriiy Nykyforov, portavoce di Zelensky:" Berlusconi si fida di Putin?E' essenziale che i cittadini scelgano candidati che abbiano e seguano i giusti principi morali"

"Putin e' al potere da piu' di 20 anni. Ha ucciso o imprigionato gli avversari politici. Ha mandato unesercito di assassini stupratori nel territorio di uno Stato sovrano. Ha organizzato un massacro in Siria, è responsabiledell'abbattimento di un aereo passeggeri con 300 persone nel 2014. E ora minaccia le armi nucleari. Quindi, se capiamo bene, Berlusconi si fida di lui e usa il suo esempio per definire chi è persona rispettabile e chi no?". Lo ha detto a Repubblica Seriiy Nykyforov, portavoce di Zelensky, commentando le parole di Silvio Berlusconi su Putin che sarebbe stato "spinto" nella guerra in Ucraina. Alla vigilia delle elezioni del 25 settembre, il portavoce di Zelensky poi aggiunge: "E' essenziale che i cittadini scelgano candidati che abbiano e seguano i giusti principi morali".

17:25 23 Set

Alle 18,30, a Roma, sit-in della Lega contro Ursula von der Leyen

"Alle 18,30 di oggi, venerdì 23 settembre, sit-in della Lega con Matteo Salvini sotto la sede della Commissione  europea a Roma in via 4 Novembre 149". Lo fa sapere la Lega.

17:00 23 Set

Giorgia Meloni: "La sinistra è andata all'estero a sputare sulla sua nazione"

"La sinistra italiana è andata in giro per tutto il mondo a sputare sulla sua nazione per tentare di vincere, questa è una cosa inaccettabile. Non ho bisogno di parlare male dell'Italia come fa la campagna elettorale Enrico Letta. Da due anni sono presidente dei conservatori europei, ma non ho mai fatto un'intervista a un giornale straniero, perché ero opposizione del governo e avrei dovuto parlare male dell'Italia". Lo ha detto Giorgia Meloni, leader di Fratelli d'Italia, a Napoli durante il comizio di chiusura di campagna elettorale a Bagnoli.

16:40 23 Set

Matteo Renzi: "Su unioni civili non si torna indietro, amore sempre ammesso"

"Il partito della Meloni dice che le coppie omosessuali in Italia non sono legali, non sono ammesse. L’amore è ammesso sempre e per sempre. Il riconoscimento legale alle coppie dello stesso sesso è arrivato l’11 maggio 2016 grazie a un governo coraggioso che ha fatto le riforme, non i convegni. Abbiamo fatto una legge, noi, mettendoci la fiducia. Non torneremo indietro #TerzoPolo". Lo scrive su Instagram il leader di Iv Matteo Renzi.

16:38 23 Set

Giuseppe Conte: "No ad un governo di unità nazionale"

Giuseppe Conte ribadisce il suo no aun eventuale governo di unità nazionale. "No. Un governo dilarghe intese lo abbiamo già sperimentato come quello dei'migliori', e non abbiamo avuto nessun risultato", ha detto aRestart. "Mi auguro che l'Italia abbia un governo con un progettopolitico serio, che si torni alla politica per offrire unindirizzo di politica sociale forte, coraggioso e preciso. Noiabbiamo le carte in regola per rispondere alle esigenze delPaese. E io ho già dimostrato a Palazzo Chigi di non perderelucidità nella gravissima crisi del Covid e di difendere gliinteressi dei cittadini", conclude.

16:15 23 Set

Tajani: "Da von der Leyen frase improvvida ma ha rettificato"

"La Commissione europea ha il compito di vigilare sull'applicazione dei trattati, non sulle elezioni dei paesi democratici dell'Unione europea. Quindi ogni tentativo di interferire nella campagna elettorale va respinto al mittente. Alla fine Ursula von der Leyen si è resa conto che la frase era stata un po' improvvida e ha fatto rettificare". Lo ha detto il coordinatore nazionale di Forza Italia Antonio Tajani a "Oggi è un altro giorno" su Raiuno.

16:08 23 Set

Crosetto: "Chi demonizza Meloni danneggia l'Italia"

"In questa campagna elettorale non si è parlato di contenuti, ma si è cercato di delegittimare Giorgia Meloni, anche fuori dai confini nazionali". Lo ha detto il cofondatore di Fratelli d'Italia, Guido Crosetto, oggi a Palermo.

16:07 23 Set

Serracchiani: "Col Pd scelta di campo per favorire la transizione ecologica"

"I ragazzi di Fridays for Future che oggi hanno riempito le piazze italiane hanno costretto la politica a dare attenzione alle loro sollecitazioni sul tema dell'ambiente. Siccità, roghi, alluvioni, obbligano tutti i partiti a compiere delle scelte. Il Partito democratico questa scelta l'ha fatta. La conferma giunge dai nostri voti nel Parlamento europeo, dove abbiamo sempre votato a favore del taglio dei gas serra e del passaggio dalle auto con motore a scoppio a quelle elettriche. E' evidente invece che per la destra non è così. Loro non hanno compiuto la scelta di campo in favore della transizione ecologica, unico modo serio per affrontare i cambiamenti climatici. Ma questa scelta va fatta adesso".   Così la capogruppo del Pd alla Camera, Debora Serracchiani

15:55 23 Set

Costa: "Voler togliere il reddito di cittadinanza è schizofrenia politica"

Il reddito di cittadinanza? "Se qualcuno  lo vuole togliere vuol dire che non capisce cosa sia la povertà,  volerlo togliere è una schizofrenia politica, non va assolutamente  tolto e ci mancherebbe altro". Lo dice a Rai Radio1, ospite di Un Giorno da Pecora, Sergio Costa, ex Ministro dell'Ambiente candidato  alle prossime elezioni con il M5S

13:31 23 Set

Bonelli: "Noi garantiamo una politica che ascolta i giovani"

Il co-portavoce nazionale di Europa Verde, Angelo Bonelli, esponente dell'Alleanza Verdi e Sinistra: “Nei giorni scorsi abbiamo incontrato Fridays for Future e Ultima Generazione, ascoltando le loro richieste e garantendo loro di portarle all'interno del Parlamento e di rimanere in dialogo costante con loro. La manifestazione di oggi, solo qui a Roma ci sono 50 mila persone, è un esempio importante di quanto questi giovani possano fare per il futuro del Paese e quanto la politica debba fare per loro”.

13:21 23 Set

Carfagna: "Propongo di destinare il 40% delle risorse del Pnnr al Sud"

Una proposta per impegnare il prossimo governo "qualunque esso sia" a difendere, "blindare" la clausola del Pnrr che impone di destinare il 40% delle risorse al Sud. La presenterà, nella nuova legislatura, Mara Carfagna, candidata di Azione nel collegio Campania 01 uninominale e attuale ministro per il Sud. "Vedremo chi ha coraggio - dice - lo chiedo a Salvini, Meloni, Conte e Forza Italia: volete impegnarvi, metterci la faccia con i cittadini del Mezzogiorno?", domanda. E ai leader dei partiti che suggeriscono di rivedere, rimodulare il piano nazionale di ripresa e resilienza lancia "una sfida sui fatti". "E' comodo tenere il Sud in ostaggio - conclude Carfagna - noi vogliamo un Sud forte, libero, emancipato, capace di rialzarsi".

12:57 23 Set
The Economist - Giorgia Meloni The Economist
The Economist - Giorgia Meloni
12:48 23 Set

Precisazione del portavoce della Commissione Ue sulle parole della Von der Leyen: "Lavoreremo con tutti"

Nella sua risposta la presidente Ursula von der Leyen "ha esplicitamente detto che la Commissione lavorerà con tutti i governi che usciranno dalle elezioni e che vogliono lavorare con la Commissione europea". Lo ha detto il portavoce della Commissione Ue, Eric Mamer, rispondendo ad una domanda sulle parole di ieri di Ursula von der Leyen in vista del voto in Italia. La presidente "ha cercato di spiegare il ruolo di guardiana dei Trattati della Commissione e in particolare nel campo dello stato di diritto", ha aggiunto Mamer.

12:27 23 Set

Letta: "Von der Leyen chiarirà la sua frase, ma non è un pericolosa comunista"

"Sono sicuro che Von der Leyen chiarirà perché la sua frase si presta ad ambiguità, ma vorrei ricordare che lei è espressione del partito europeo di Berlusconi e Tajani, non è una pericolosa comunista". Lo dice Enrico Letta a La7 a all'Aria che tira, riferendosi alla frase della presidente della Commissione Ue che ha detto "se l'Italia come l'Ungheria abbiamo gli strumenti per intervenire".

12:18 23 Set

Salvini: “Von der Leyen chieda scusa o si dimetta”

Salvini: “Von der Leyen chieda scusa o si dimetta”.

"Le parole della presidente von der Leyen sono di una gravità inaudita, comporterebbero dimissioni o scuse immediate. Con che faccia si permette di dire che 'La situazione sarà difficile, abbiamo gli strumenti per intervenire'? Che cos'è? Un ricatto, una minaccia, bullismo istituzionale? O chiede scusa o si dimetta. In un'Unione europea di cui l'Italia è contribuente netta, a tre giorni dal voto, è veramente indegno, imbarazzante e istituzionalmente scorretto minacciare gli italiani e dire: 'Se non voti come penso io, poi ti tiriamo le orecchie'. Le minacce da bulletto di periferia non servono a niente e a nessuno". Così il leader della Lega, Matteo Salvini, durante un'intervista su Corriere Tv.

12:11 23 Set

Letta: "Il Covid ha dimostrato che bisogna investire sulla Sanità"

"Il Covid ha dimostrato che c'è bisogno di un investimento nuovo sulla sanità pubblica nel nostro Paese. Abbiamo deciso di mettere nel nostro programma il rilancio della funzione del medico di famiglia e l'eliminazione del tetto alle spese per il personale sanitario che fu messo nel 2004 dal ministro Tremonti". Lo ha detto il segretario del Partito Democratico, Enrico Letta, a "Radio Anch'io" su Radio1. "Il Covid è stato una sciagura che ci ha insegnato che non si può ricascare dentro i tagli, bisogna investire nella sanità pubblica del futuro", anche rifiutando "le logiche dei no-vax, che oggi piacciono molto alla Destra e anche a Conte". Su questo tema, Letta chiede "a tutti i leader politici di dare istituzionalmente - in qualunque funzione siano, di governo o di opposizione - il proprio contributo perché la campagna di vaccinazione continui nel prossimo inverno. È importante che non ci siano ambiguità"

12:09 23 Set

Renzi: "Rdc è un sistema truffaldino per garantire il consenso"

Conte dice che è una misura per i poveri: ai poveri serve assicurare il lavoro, la sanità, l'istruzione. Non organizzare un sistema, spesso truffaldino, per garantire il consenso di alcune parti del Paese. Almeno Achille Lauro lo faceva coi suoi soldi, non coi soldi del contribuente". Lo scrive Matteo Renzi nella e-news

10:54 23 Set

Silvio Berlusconi a Porta a Porta

10:36 23 Set

Lupi: "Non staccare gas a chi è in difficoltà"

"Il centrodestra si appresta a governare fino a 2027. Portiamo competenza, serietà, affidabilità, concretezza. La nostra storia dice questo, con i nostri 3 grandi pilastri: scuola, famiglia e impresa. La prima cosa da fare è dare tranquillità sociale alle famiglie: per sei mesi non si potrà tagliare luce o gas a chi ha sempre pagato, è la morosità incolpevole. E avere un figlio non può essere una tassa occulta: tutte le spese per i libri e la scuola devono poter essere detratte e il congedo di maternità deve essere portato dal 30 al 67%. Poi bisogna puntare sull'impresa intervenendo su costo del lavoro e cuneo fiscale, vogliamo creare lavoro e dare dignità alle persone: nessun costo per le imprese e le attività che assumono e nessuna tassa sugli aumenti di stipendio". Lo afferma il capo politico di Noi Moderati Maurizio Lupi.

10:04 23 Set

Salvini replica a Von der Leyen: "Domenica non votano i banchieri e i burocrati di Bruxelles"

La Ue vuole tagliare i fondi del Pnrr all'Italia? "I soldi dell'Europa sono soldi degli italiani. Negli anni abbiamo dato 100 miliardi di euro alle casse di Bruxelles. Domenica non votano i banchieri e i burocrati di Bruxelles. Votano i precari, i disabili, gli operai e i pensionati italiani. Se a Bruxelles qualcuno pensasse di tagliare i fondi che spettano all'Italia, perché la Lega vince le elezioni, allora c'è da ripensare a questa Europa, a cui chiedo protezione, non minacce vergognose. Questo è bullismo istituzionale". Lo afferma a 'Mattino cinque' il leader della Lega, Matteo Salvini, replicando alle parole di ieri di Ursula Von der Leyen all'Universita' di Princeton.

09:42 23 Set

Calenda: "Renzi mi fa fuori? Solo idiozie"

Renzi dopo il voto la fa fuori? "Sono tutte idiozie che non stanno né in cielo né in terra. Renzi ha fatto un passo indietro, non è un mio amico ma condividiamo le ricette. Questo è quello che conta in politica, non ci sono amici". Così Carlo Calenda, leader del terzo Polo, a Radio24.

09:36 23 Set

Salvini: "Fi e Fdi concorderanno con noi sull'intervento per le bollette"

"I giornali, che sono quasi tutti a sinistra e la stessa Rai, a cui vogliamo abolire il canone parlano di divisioni nel centrodestra, ma abbiamo un programma comune su tutto". Lo ha detto Matteo Salvini a Rtl 102,5.   

"Certo - aggiunge - oggi per me l'emergenza è il caro bollette, gli amici Giorgia e Silvio dicono che per me si può aspettare, io evidenzio una differenza. Ma sono convinto che Giorgia e Silvio prenderanno atto" che si deve intervenire subito. "Se non facciamo debito adesso ne facciamo il triplo a gennaio", conclude Salvini.

09:36 23 Set

Conte: "Non siamo partito assistenzialista del Sud"

Il dibattito sul Reddito di cittadinanza "è il sintomo del teatrino della malapolitica. Non ho mai pensato di impostare la mia campagna elettorale sul Reddito", ma "tutti si sono accaniti contro il Reddito e hanno cercato di schiacciare il Movimento 5 Stelle su una posizione assistenzialista, sull'immagine di partito del sud, ma io mi sono candidato al nord e ho girato tutto il nord, e da premier ho portato risorse al nord". Così il leader del M5S, Giuseppe Conte, a 'Mattino Cinque' su Canale 5. "Tutti hanno aggredito e denigrato il Reddito di cittadinanza, poi hanno visto crescere i nostri consensi al sud, si sono spaventati e hanno ricalibrato tentando di valorizzarlo. È un teatrino", ribadisce Conte.

09:36 23 Set

Di Maio: "Con il 35% indecisi si può ribaltare il risultato"

"Io lavoro per una sconfitta del centrodestra e queste sono le ore in cui, con il 35% di indecisi, possiamo ancora fare la differenza e ribaltare il risultato. Basta crederci. Bisogna sostenere Impegno civico e la coalizione progressista per riuscire a battere l'altra coalizione che ha tre ambizioni: Berlusconi vuole fare il presidente del Senato, Salvini il ministro dell'Interno e Meloni la presidente del Consiglio. Chi vuole questa Italia può votare loro, chi non la vuole voti per noi e proviamo a batterli". Lo ha detto il ministro degli Esteri e leader di Impegno civico, Luigi Di Maio, al 'Tg1 Mattina'.