L'invasione russa

Live guerra in Ucraina, la cronaca minuto per minuto: giorno 257

Il sindaco della capitale invita i residenti a fare scorte di cibo o trasferirsi temporaneamente fuori città. Filorussi: conclusa evacuazione organizzata da Kherson
Live guerra in Ucraina, la cronaca minuto per minuto: giorno 257
associated press
conflitto russia-ucraina

Corea nord: infondate accuse usa su nostre armi a Russia

La Corea del Nord bolla come "senza fondamento" le accuse avanzate dagli Usa nei suoi confronti su forniture di armi alla Russia. Lo riferiscono i media di stato nordcoreani. "Ancora una volta sottolineamo che non abbiamo mai avuto 'accordi sulle armi' con la Russia e non abbiamo in programma di averne in futuro", recita un comunicato del vicedirettore per gli affari militari esteri presso il ministero nordcoreano di difesa nazionale, citato dall'agenzia nordcoreana Kcna.

Meduza: in Russia scende il numero dei sostenitori della guerra

In Russia il numero di sostenitori della continuazione delle operazioni militari in Ucraina è diminuito dal 25% al ​​16%. Lo rivela Meduza, giornale online in lingua russa con sede in Lettonia, citando sondaggi indipendenti russi. Secondo il sito indipendente, il picco del sostegno all'azione militare si è avuto tra marzo e aprile 2022 e ha iniziato a diminuire gradualmente in l'autunno.

Zelensky: centinaia di soldati russi uccisi ogni giorno nel Donetsk

"La regione di Donetsk è l'epicentro dei combattimenti e ogni giorno gli occupanti vengono uccisi a centinaia". Così il presidente ucraino Volodymyr Zelensky nel consueto messaggio video alla nazione. Nell'area delle città di Bakhmut e Avdiivka si concentrano i più feroci combattimenti del Donetsk.

Netanyahu a Zelensky: valuterò seriamente questione ucraina

Il leader del Likud e vincitore delle elezioni israeliane, Benjamin Netanyahu, ha promesso al presidente ucraino, Volodymyr Zelensky, che "prenderà seriamente in considerazione la questione ucraina una volta entrato in carica". Lo riportano i media israeliani dopo un colloquio telefonico tra i due. Kiev chiede forniture di armi, che Israele finora ha rifiutato di inviare.

Kiev: attacco russo nell'est, non si segnalano feriti

L'esercito russo ha colpito la comunità di Marhanets nella regione di Dnipropetrovsk, secondo quanto riporta Ukrinform che cita Mykola Lukashuk, capo del consiglio regionale di Dnipropetrovsk. Secondo Lukashuk non ci sono persone ferite mentre sono state danneggiate due case e due edifici agricoli. 

Washington: non sorpresi da commenti dirigenti russi su ingerenze

“I commenti di dirigenti russi sulle interferenze nelle elezioni negli Stati Uniti non sorprendono”. Lo ha detto la portavoce della Casa Bianca Karine Jean-Pierre che ha poi ribadito che gli Usa continueranno a sostenere l'Ucraina, dalla sicurezza all'assistenza umanitaria, e l'amministrazione lavorerà per garantire che ci sia uno sforzo bipartisan per Kiev dopo le elezioni di midterm.

Dipartimento di stato conferma morte cittadino statunitense

Un cittadino statunitense è morto di recente in Ucraina. Lo ha confermato un portavoce del Dipartimento di Stato americano, aggiungendo che l'amministrazione è "in contatto con la famiglia e fornisce tutta l'assistenza consolare possibile. Per rispetto della privacy della famiglia in questo momento difficile, non abbiamo altro da aggiungere". Si tratta del sesto americano morto in Ucraina dall'inizio dell'aggressione russa.

Bombardamento russo distrugge 8 piani di un palazzo a Lyman

Un bombardamento russo ha quasi completamente distrutto un edificio residenziale di nove piani a Lyman. Lo rendono noto, citati da Ukrainska Pravda, i servizi di emergenza dell'Oblast di Donetsk, spiegando che sono stati distrutti otto piani su una delle fiancate del palazzo: una donna è stata tratta in salvo al pianterreno. Occupata in precedenza dai russi, Lyman è stata liberata dagli ucraini a inizio ottobre.

Wall Street Journal: colloqui Sullivan-Mosca su rischi nucleari

Il consigliere americano per la sicurezza nazionale, Jake Sullivan, avrebbe avuto colloqui con due collaboratori del presidente russo Vladimir Putin, per ridurre il rischio di una possibile escalation nucleare del conflitto in Ucraina. Lo scrive il Wall Street Journal, citando incontri con l'assistente di Putin Yuri Ushakov e il segretario del Consiglio di sicurezza russo, Nikolai Patrushev. Al momento non vi sono state conferme da parte di Mosca o Washington, né il giornale ha riferito quando sono avvenute le telefonate.

Governatore: residenti di insediamenti di confine a Chernihiv invitati a lasciare l'area

Il governatore della regione di Chernihiv, Vyacheslav Chaus, oggi ha dichiarato che le forze russe hanno attaccato la regione 234 volte nell'ultima settimana e 87 volte la settimana prima. Chaus, citato dal Kyiv Independent, ha spiegato che le autorità locali hanno già aiutato alcuni residenti di Novhorod-Siverskyi a evacuare le loro case e hanno incoraggiato coloro che vivono in aree potenzialmente vulnerabili a fare lo stesso.
 

Zelensky ha incontrato il filantropo statunitense Howard Buffett

Volodymyr Zelensky ha incontrato a Kiev l'uomo d'affari e filantropo americano Howard Buffet, figlio del miliardario Warren. "L'ho ringraziato per il sostegno al progetto per la creazione di una fabbrica di cucine, avviato dalla first lady Olena Zelenska. Questo progetto è di grande importanza", ha scritto il presidente ucraino su Telegram, aggiungendo che "è stata presa in considerazione anche la possibilità della partecipazione di Buffett al Fondo per la ricostruzione dell'Ucraina".

Kiev: mai rifiutato negoziati ma con prossimo leader russo

Il consigliere del presidente ucraino Mykhailo Podolyak ha dichiarato che Kiev non ha mai rifiutato a certe condizioni di negoziare con Mosca, condizioni che il presidente russo mai accetterà e quindi Kiev è pronta a colloqui "con il futuro leader russo" ma non con Vladimir Putin.   "Importante: l'Ucraina - ha scritto Podolyak su twitter - non ha mai rifiutato di negoziare. La nostra posizione negoziale è nota e aperta. 1. Per prima cosa, la Russia ritira le truppe dall'Ucraina. 2. Dopo tutto il resto. Putin è pronto? Ovviamente no. Pertanto, siamo costruttivi nella nostra valutazione: parleremo con il prossimo leader della Russia".   Podolyak replica su twitter dopo un articolo del Washington Post di sabato, secondo cui l'amministrazione Biden avrebbe incoraggiato privatamente il leader ucraino a segnalare un'apertura a negoziare con Mosca.

I vescovi europei alla Russia: sospendere subito ostilità

I vescovi europei esprimono "profonda tristezza per le orribili sofferenze umane inflitte ai nostri fratelli e sorelle in Ucraina dalla brutale aggressione militare voluta dalle autorità russe". Nell'assemblea plenaria, la Commissione delle Conferenze Episcopali dell'Unione Europea ribadisce l'appello "agli aggressori, affinché sospendano immediatamente le ostilità, e a tutte le parti affinché si aprano al negoziato su 'proposte serie' per una pace giusta, adoperandosi a favore di una soluzione del conflitto che rispetti il diritto internazionale e l'integrità territoriale dell'Ucraina".

Ue: al lavoro per ok a 3 miliardi ulteriori aiuti per Kiev

"Abbiamo già erogato, sui 9 miliardi del pacchetto eccezionale di assistenza macro-finanziaria all'Ucraina, un miliardo ad agosto e altri 2miliardi ad ottobre. Ed entro la fine dell'anno verranno pagati altri 3 miliardi". Lo ha spiegato la portavoce della Commissione Ue, Veerle Nuyts rispondendo ad una domanda sul pacchetto di aiuti europei all'Ucraina, che finora ha visto, da parte degli Stati membri, l'approvazione di 6 dei nove miliardi previsti. "Il lavoro sui 3 miliardi rimanenti dell'intero pacchetto eccezionale di 9 miliardi è in corso", ha aggiunto Nuyts ribadendo come, parallelamente, come annunciato dalla presidente della Commissione Ue Ursula von der Leyen al presidente ucraino Volodymyr Zelensky, "questa settimana la Commissione presenterà un pacchetto di sostegno all'Ucraina fino 1,5 miliardi al mese "per il 2023.

Putin: ottantamila riservisti già in Ucraina

La mobilitazione dei riservisti russi: il presidente Putin ha detto che circa 80 mila dei 320 mila mobilitati si trovano nella zona dell'operazione speciale in Ucraina. Di questi, circa 50 mila stanno prendendo parte alle ostilità. Gli altri sarebbero ancora nei campi di addestramento. 

Kiev nazionalizza aziende strategiche "per sforzo bellico"

L'Ucraina ha nazionalizzato alcune società "d'importanza strategica" per far fronte al suo sforzo bellico. Lo ha annunciato Oleksiy Danilov, segretario del Consiglio nazionale per la sicurezza e la difesa dell'Ucraina, come riportano i media locali, specificando che il controllo delle società - classificate ora come 'proprietà militare' - passa al ministero della Difesa di Kiev.     Dopo la fine della legge marziale, ha spiegato Danilov, le aziende possono o essere restituite o i loro proprietari essere rimborsati. Le società in questione sono 'Motor Sich', 'Ukrnafta' e altre tre imprese. 

In Ucraina blackout d'emergenza per altre due settimane

I blackout di emergenza in Ucraina continueranno per altre due settimane. Lo riferisce il direttore esecutivo della società Dtek, Dmytro Sakharuk, citato da Unian, secondo cui c'è una grande carenza di elettricità nelle regioni centrali e settentrionali del Paese.   Sakharuk ha spiegato che i tecnici saranno in grado di riparare il sistema elettrico nel prossimo futuro, se non ci saranno altri bombardamenti.   I russi hanno iniziato a bombardare le infrastrutture energetiche dell'Ucraina il 10 ottobre e il governo ucraino ha esortato la popolazione a consumare l'elettricità con parsimonia, oltre ad attuare interruzioni programmate di corrente elettrica. Secondo le stime, citate dai media ucraini, il 40% delle infrastrutture energetiche è distrutto o danneggiato.

Shevchuk dona al Papa un frammento di mina russa

L'arcivescovo Sviatoslav Shevchuk, Capo e Padre della Chiesa greco-cattolica ucraina, che oggi è stato ricevuto in udienza da Papa Francesco nella Biblioteca privata del palazzo apostolico, gli ha fatto 'dono' del frammento di una mina russa che lo scorso marzo ha distrutto la facciata dell’edificio della chiesa greco-cattolica ucraina nella città di Irpin. Lo riportano i media vaticani.

Kiev: i russi saccheggiano Kherson, portano via anche le finestre

Secondo l'intelligence del Ministero della Difesa ucraino (Gur), per tre giorni convogli russi misti di equipaggiamento militare e camion civili sono passati dalla riva destra del fiume Dnipro a quella sinistra nella regione di Kherson  trasportando elettrodomestici saccheggiati in casa dei residenti evacuati e perfino le intelaiature delle finestre coni vetri sottratti alle abitazioni. Lo riporta Unian.   Il Gur sottolinea che negli insediamenti ucraini della riva destra sono in corso saccheggi di massa, in particolare nel distretto di Beryslav gli occupanti stanno metodicamente derubando case private, negozi e magazzini. La proprietà della centrale della rete elettrica distrettuale di Beryslav è stata completamente ripulita di macchinari, attrezzature, dispositivi, materiali di riparazione.

Prigozhin: abbiamo interferito in voto Usa e continueremo

L'uomo d'affari russo vicino al Cremlino, Yevgeny Prigozhin, detto 'il cuoco di Putin', ha ammesso lunedì di essersi "intromesso" nelle elezioni americane , alla vigilia di un importante voto di metà mandato negli Stati Uniti, dove Mosca è da anni accusata di interferenze. "Abbiamo interferito, stiamo interferendo e continueremo a farlo. In modo accurato, preciso, chirurgico, in un modo che è unico per noi", ha dichiarato Prigozhin in un post sui social media della sua azienda Concord. Prigozhin è sottoposto a sanzioni statunitensi per il suo presunto ruolo nell'ingerenza nelle elezioni presidenziali del 2016.

Ambasciatore in Gb: presto Sunak in visita a Kiev

Il premier britannico Rishi Sunak si recherà "molto presto" a Kiev. Lo ha affermato l'ambasciatore ucraino nel Regno Unito, Vadym Prystaiko. Il nuovo capo di Downing Street aveva promesso che il suo primo viaggio all'estero sarebbe stato in Ucraina, per ribadire il sostegno di Londra contro l'invasione russa, ma alla fine ha scelto l'Egitto dove in questi giorni si tiene la conferenza internazionale Onu sul clima Cop27.

Kiev: missili russi distruggono un asilo a Kherson

L'esercito russo ha distrutto un asilo nella regione di Kherson colpendolo con missili Grad: lo ha reso noto la Procura regionale su Facebook, come riporta Ukrinform. Prima dell'invasione russa, 60 bambini frequentavano l'asilo.

Sunak e Meloni: proseguire forte azione sostegno

"I leader hanno deciso di continuare a intraprendere un'azione forte per sostenere l'Ucraina e chiedere conto alla Russia delle sue azioni". Lo riferisce in una nota Downing Street, dopo l'incontro tra il premier britannico, Rishi Sunak e il presidente del Consiglio, Giorgia Meloni.

Filorussi: completata l'evacuazione di Kherson

L'ultima nave ha lasciato la città di Kherson come parte delle operazioni di evacuazione organizzata dei civili. Lo ha annunciato sul suo canale Telegram il vice governatore della regione ucraina, Kirill Stremousov. "Il 7 novembre, l'ultima nave adibita alle evacuazioni sulla riva sinistra ha lasciato la città di Kherson dalla parte della riva destra della regione", ha detto Stremousov, aggiungendo che i residenti che desiderano partire in seguito potranno farlo con mezzi propri. 

Ue, 'al lavoro per ok a 3 miliardi ulteriori aiuti per Kiev'

"Abbiamo già erogato, sui 9 miliardi del pacchetto eccezionale di assistenza macro-finanziaria all'Ucraina, un miliardo ad agosto e altri 2 miliardi ad ottobre. Ed entro la fine dell'anno verranno pagati altri 3 miliardi". Lo ha spiegato la portavoce della Commissione Ue, Veerle Nuyts rispondendo ad una domanda sul pacchetto di aiuti europei all'Ucraina, che finora ha visto, da parte degli Stati membri, l'approvazione di 6 dei nove miliardi previsti."Il lavoro sui 3 miliardi rimanenti dell'intero pacchetto eccezionale di 9 miliardi è in corso", ha aggiunto Nuyts ribadendo come, parallelamente, come annunciato dalla presidente della Commissione Ue Ursula von der Leyen al presidente ucraino Volodymyr Zelensky,   "questa settimana la Commissione presenterà un pacchetto di sostegno all'Ucraina fino 1,5 miliardi al mese" per il 2023. 

Le ferrovie ucraine stanno rimettendo in funzione le locomotive a vapore

Ungheria: "Contrari a nuovi crediti Ue per aiutare Kiev"

"L'Ungheria è pronta a continuare a sostenere finanziariamente l'Ucraina su base bilaterale, ma non accetteremo in nessun caso che l'Ue prenda dei crediti per pagare questo scopo". E' quanto ha affermato il ministro dell'Ungheria Peter Szijjarto secondo quanto reso noto in un tweet dal portavoce del governo di Budapest, Zoltan Kovacs. L'opposizione ungherese potrebbe bloccare l'approvazione del nuovo pacchetto di sostegno finanziario per il 2023 che la Commissione, come annunciato da Ursula von der Leyen al presidente Volodymyr Zelensky, è chiamata a discutere questa settimana. 

UE pronti per nuove sanzioni ad Iran

L'Unione europea pronta a nuove sanzioni contro l'Iran considerando inaccettabile dal punto di vista del diritto internazionale qualunque fornitura di armi alla Russia, dunque non solo droni, ma anche missili balistici. “Se vi saranno le prove, l'Ue è pronta”, ha detto un portavoce della commissione.  

Kiev, ricevuti nuovi sistemi di difesa aerea occidentali

L'ucraina ha ricevuto nuovi sistemi di difesa aerea occidentali. Lo ha annunciato il governo, citato da Unian. "Queste armi rafforzeranno in modo significativo l'esercito ucraino e renderanno i nostri cieli piu' sicuri. Continueremo ad abbattere i bersagli nemici che ci attaccano. Ringraziamo i nostri partner: Norvegia, Spagna e Stati Uniti", ha scritto su Twitter il ministro della Difesa, Oleksiy Reznikov. 

 

 

Kiev, a Mosca rimasti 120 missili, chiuso accordo con Iran

Per attaccare le infrastrutture civili dell'Ucraina, la Russia ha utilizzato circa l'80 percento dei suoi missili. Lo afferma il rappresentante della direzione principale dell'intelligence del ministero della Difesa ucraino Vadim Skibitsky, citato da Ukrainska Pravda, aggiungendo che alla Russia "sono rimasti 120 Iskander".   Secondo Skibitsky, l'intelligence militare ucraina è venuta a conoscenza dei piani del Cremlino per acquisire missili balistici Fateh-110 e Zolfaghar dall'Iran e inviarli per via aerea in Crimea e via mare nei  porti russi sul Mar Caspio. "Sappiamo che gli accordi sono già stati raggiunti", ha spiegato. 

Bbc: scavate oltre 1.500 nuove tombe vicino a Mariupol

Più di 1.500 nuove tombe sono statescavate dal giugno scorso in un sito di sepoltura di massavicino alla città meridionale ucraina di Mariupol, nella regione di Donetsk annessa alla Russia: è quanto emerge da un un'analisi di nuove immagini satellitari effettuata per la Bbc.   Il sito, situato a nord-ovest della città, consiste in un grande campo di tombe che - secondo funzionari e testimoni ucraini - contiene migliaia di corpi. Mariupol, città portuale vicina al confine con la Russia, era un importante obiettivo strategico per i russi ed è stata bombardata senza sosta fin dall'inizio dell'invasione.

Cremlino, aperti a trattative ma Kiev le vieta per legge

La Russia "resta aperta" a negoziati con l'Ucraina ma "al momento non vede tale possibilità" perché Kiev ha sancito per legge il divieto di qualsiasi trattativa con Mosca. Lo ha detto oggi il portavoce del Cremlino Dmitry Peskovcitato dalla Tass. 

Attacchi russi danneggiano infrastrutture a Zaporizhzhia

"Magazzini di contadini, un sito culturale e abitazioni private" sono stati danneggiati nella regione di Zaporizhzhia dagli attacchi delle forze russe. Lo riporta il Kiev Independent, che cita il governatore locale Pavlo Kyrylenko.Secondo il quotidiano, le forze di Mosca hanno ucciso un civile a Bakhmut e ferito cinque civili in altre zone nella regione di Donetsk.

Kiev, abbattuto questa mattina caccia russo Su-25 su Kherson

L'esercito ucraino ha abbattuto questa mattina un caccia russo Su-25 nella regione di Kherson: lo riferisce il Comando delle Forze armate di Kiev. L'aereo è stato colpito dall'unità missilistica antiaerea Kherson del comando "Sud", come riporta Unian.  Il Su-25 "Hrach" è un aereo subsonico corazzato d'attacco sovietico, progettato per il supporto diretto delle truppe di terra sul campo di battaglia, usato per la distruzione di oggetti con coordinate fornite 24 ore su 24 in qualsiasi condizione atmosferica. Il Su-25 decollò per la prima volta il 22 febbraio 1975. Velivoli di questo tipo sono operativi dal 1981 e hanno partecipato a numerosi conflitti militari. 

Capo chiesa ucraina Shevchuk in Vaticano, incontra il Papa

Il capo della Chiesagreco-cattolica ucraina, Sviatoslav Shevchuk, incontrerà questa mattina papa Francesco in Vaticano. Lo si apprende da una nota della stessa Chiesa. E' la prima volta che Shevchuk lascia il Paese dall'inizio della guerra, il 24 febbraio scorso, se si esclude un breve incontro in Polonia per il sinodo. L'arcivescovo maggiore della Chiesa greco-cattolica ucraina, arrivato ieri a Roma, resterà nella Capitale per una settimana per - si legge nella nota - "portare il grido del popolo ucraino al cuore della cristianità, con la speranza di una pace giusta che renda giustizia al popolo ucraino aggredito". 

Incendio in un edificio dell'amministrazione ferroviaria nel distretto di Voroshylivskyi

Kherson al buio e senz'acqua. Filorussi accusano Kiev

Kherson, la più grande città ucraina  occupata dai russi, è senza elettricità e senz'acqua. Lo hanno  riferito le autorità filo russe che controllano la città. In  particolare su Telegram Yuriy Sobolevskyi, vice capo del consiglio  regionale di Kherson, ha affermato che le forniture di elettricità e  acqua sono state interrotte a causa di un "attacco terroristico" che  ha danneggiato tre linee elettriche sull'autostrada Berislav-Kakhovka  in una parte occupata della regione. Sobolevskyi ha spiegato che circa 10 insediamenti nella regione sono stati colpiti, oltre alla città  principale.

Zelensky: stato terrorista vuole colpire energia, risponderemo

''Lo stato terrorista sta concentrando  forze e mezzi per tornare a colpire con attacchi di massa le nostre  infrastrutture'' e ''soprattutto quelle energetiche''. Lo ha detto il  presidente ucraino Volodymyr Zelensky sottolineando che, ''proprio per questo, la Russia ha bisogno di missili iraniani''. L'Ucraina, ha  annunciato Zelensky, ''si sta preparando a rispondere''.       

Esplosioni nel Donetsk occupato Media, colpito il distretto di Voroshylivskyi

Numerose esplosioni sono state segnalate durante la notte nella parte del Donetsk occupata dai russi: lo riporta il Kyiv Independent, che cita i media statali russi.   Secondo le prime informazioni, un grande incendio è scoppiatoin un edificio dell'amministrazione ferroviaria nel distretto di Voroshylivskyi. Per il momento non ci sono notizie di feriti o vittime. 

Zelensky alla popolazione: Inverno difficile, dobbiamo essere forti

Il sindaco di Kiev Vitali Klitschko avverte i residenti che devono prepararsi al peggio quest'inverno se la Russia continuerà a colpire le infrastrutture energetiche del paese, e questo significa che non si può escludere che non ci saranno elettricità, acqua e riscaldamento per proteggersi dal freddo gelido. "Stiamo facendo di tutto per evitarlo. Ma siamo sinceri, i nostri nemici stanno facendo di tutto perché la città sia senza riscaldamento, senza elettricità, senza approvvigionamento idrico, in generale, così moriremo tutti. E il futuro del Paese e il il futuro di ciascuno di noi dipende da quanto siamo preparati per le diverse situazioni", ha detto Klitschko ai media statali. Intanto il presidente Volodymyr Zelenskyy ha dichiarato domenica nel suo discorso video notturno alla nazione che circa 4,5 milioni di persone sono senza elettricità. Ha invitato gli ucraini a sopportare le difficoltà e che "dobbiamo superare questo inverno ed essere ancora più forti in primavera di adesso".

Allarme aereo in cinque regioni

Dichiarato l'allarme aereo in cinque regioni ucraine: Kharkiv, Dnipropetrovsk, Poltava, Kirovohrad e Cherkassy, secondo i dati della mappa online degli allarmi aerei del governo di Kiev.Secondo il servizio, l'allarme suona nelle 5 regioni indicate nonché nella parte della regione di Zaporozhye controllata dall'Ucraina.

Zelensky: dobbiamo sopravvivere questo inverno

"Qualunque cosa vogliano i terroristi, dobbiamo sopravvivere questo inverno e diventare ancora più forti in primavera". Lo ha detto il presidente ucraino Volodymyr Zelensky in un discorso video.

Zelensky: più di 4,5 milioni di persone senza elettricità

In Ucraina oltre 4,5 milioni di persone non hanno accesso all'elettricità a causa degli attacchi russi. Lo ha riferito il presidente ucraino Volodymyr Zelensky in un discorso video, spiegando che la situazione più difficile è attualmente a Kiev e nell'Oblast della capitale.