L'invasione russa

Guerra in Ucraina, Usa chiede a Kiev di aspettare prima di lanciare l'offensiva finale

Secondo la Reuters gli Stati Uniti hanno chiesto di aspettare a lanciare l'offensiva finale contro la Russia fino a quando non sarà disponibile l'ultimo pacchetto di armi Usa e il prossimo pacchetto di aiuti. La cronaca minuto per minuto, giorno 332
Guerra in Ucraina, Usa chiede a Kiev di aspettare prima di lanciare l'offensiva finale
getty
Carro Armato Leopard 2A

La Lettonia addestrerà duemila soldati ucraini

Nel corso del 2023, la Lettonia prevede di addestrare 2.000 soldati delle forze armate ucraine, il doppio delle truppe addestrate l'anno scorso. Lo dice il ministero della difesa di Riga aggiungenfo che nel prossimo futuro, oltre all'addestramento delle truppe, la Lettonia fornirà all'Ucraina diversi tipi di armamenti.

Kiev: arrivato elicottero britannico Sea King

Il ministro ucraino della Difesa ha annunciato l'arrivo di un elicottero britannico Sea King ("re del mare"), un velivolo disegnato per la guerra anti sottomarini. "Il Sea King dal Regno Unito è arrivato nel suo nuovo regno nel mar Nero! È un forte rinforzo per la marina ucraina", ha twittato Oleksii Reznikov. Secondo quanto ricorda Ukrinform, lo scorso novembre il segretario britannico alla Difesa Ben Wallace aveva promesso tre di questi elicotteri. Dieci equipaggi ucraini sono già stati addestrati in Gran Bretagna.

Chiude RT France, branca francese della rete russa

Chiude Rt France, branca francese dell'emittente satellitare russa RT finanziata dal Cremlino. Lo ha annunciato su Twitter Xenia Fedorova, presidente e direttrice della
rete, dopo che il ministero francese del Tesoro ha congelato i conti di Rt France nell'ambito delle nuove sanzioni europee contro la Russia per l'aggressione dell'Ucraina.

Kiev: situazione a confine bielorusso tesa ma sotto controllo

La situazione al confine tra Ucraina e Bielorussia è "completamente sotto controllo", anche se resta tesa e Kiev "si prepara a eventuali sviluppi". Lo ha dichiarato il portavoce della guardia di frontiera statale ucraina, Andriy Demchenko, citato da Ukrinform. Il portavoce ha detto che l'Ucraina non registra alcun movimento di equipaggiamento militare direttamente vicino al confine e nessun aereo da guerra nemico vola nell'area.

Reuters: Washington chiede a Kiev di aspettare a lanciare l'offensiva finale

Gli Stati uniti starebbero consigliando all'Ucraina di aspettare a lanciare l'offensiva finale contro la Russia fino a quando non sarà disponibile l'ultimo pacchetto di armi Usa e non sarà completato l'addestramento dei soldati ucraini. Lo ha riferito un alto funzionario dell'amministrazione Biden a un gruppo ristretto di giornalisti, secondo quanto riportato dall'agenzia Reuters.

Kiev: presto i risultati dell'indagine sulla tragedia dell'elicottero

I primi risultati dell'indagine in corso sulle cause della tragedia dell'elicottero caduto a Brovary, in Ucraina, potrebbero essere divulgati in "un prossimo futuro". Lo ha detto Fedir Venislavsky, rappresentante in parlamento del presidente ucraino Volodymyr Zelensky, citato dal Kyiv Independent. Il servizio di sicurezza ucraino, Sbu, ha aperto un'indagine sulle cause dell'incidente nel quale sono morte 14 persone, tra cui il ministro dell'interno. Tra le possibili cause ci sono una violazione delle regole di sicurezza del volo, il malfunzionamento tecnico del mezzo e azioni intenzionali.
 

Zelensky: l'Ucraina perde ogni giorno i suoi figli migliori

"Il dolore riempie il cuore. L'indescrivibile tristezza sta coprendo l'anima. L'Ucraina perde ogni giorno i suoi figli e le sue figlie migliori. Grazie per il vostro lavoro importante e dignitoso a beneficio dell'Ucraina. Siete per sempre nei nostri cuori". Lo scrive su Telegram il presidente ucraino Volodymyr Zelensky, condividendo un video sulla sua partecipazione alla cerimonia funebre per il ministro dell'interno Denys Monastyrsky, il suo vice e i funzionari morti nell'incidente in elicottero vicino a Kiev mercoledì.
 

Kiev: attacco russo sulla regione di Sumy

Le forze russe hanno attaccato con colpi di mortaio il villaggio di Studenok, nell'Oblast di Sumy, e un diciassettenne è rimasto ferito. Lo ha riferito su Telegram il governatore della regione, Dmytro Zhyvytsky. "Dieci proiettili sono esplosi per le strade del villaggio, vicino alle abitazioni dei residenti locali", ha detto il governatore. "Una delle case è stata completamente distrutta. Al momento dell'attacco c'era un ragazzo di 17 anni: miracolosamente è sopravvissuto: è stato salvato dai medici dell'ospedale con numerose ferite da schegge. Al momento non è in pericolo di vita", ha aggiunto.

Kiev: "Ci addestreremo all'uso dei Leopard in Polonia, poi speriamo nell'ok della Germania"

Il ministro della difesa ucraino Oleksii Reznikov ha riferito che le forze ucraine si addestreranno per utilizzare i carri armati Leopard 2 in Polonia, nonostante la mancata decisione dei partner occidentali sulla fornitura a Kiev dei tank di fabbricazione tedesca. Parlando al servizio ucraino di Voice of America, Reznikov ha descritto l'addestramento delle truppe ucraine in Polonia come una svolta, augurandosi presto un via libera alla consegna dalla Germania. “I paesi che hanno già carri armati Leopard possono iniziare le missioni di addestramento per i nostri equipaggi. Inizieremo con quello e partiremo da lì. Spero che la Germania segua il processo, conduca le consultazioni interne e arrivi alla decisione di trasferire carri armati. Sono ottimista riguardo a questo perché il primo passo è stato fatto”.

Praga: Nessuna richiesta di fornitura di carri armati Leopard 2 a Kiev

Il ministero della Difesa della Repubblica Ceca ha smentito le notizie secondo cui Praga, assieme alla Slovacchia, sarebbero pronti a fornire carri armati Leopard 2 all'Ucraina. "Nessuno ha chiesto o invitato la Repubblica Ceca a fornire questi carri armati Leopard 2 all'Ucraina", si legge in una nota, come riporta il Kyiv Indipendent, aggiungendo che "niente del genere" è stato discusso durante l'incontro di ieri a Ramstein. "La speculazione secondo cui la Repubblica Ceca avrebbe ricevuto carri armati Abrams fabbricati negli Stati Uniti in cambio di carri armati Leopard è altrettanto falsa", ha precisato sempre il ministero ceco nella nota.

Appello dei ministri degli Esteri di Lettonia, Estonia e Lituania: date i tank Leopard a Kiev

In un tweet il ministro degli Esteri della Lettonia Edgars Rinkēvičs lancia un appello a Berlino di fornire subito all'Ucraina i carri armati Leopard: "Noi, ministri degli Esteri di Lettonia, Estonia e Lituania, chiediamo alla Germania di fornire ora carri armati Leopard all'Ucraina. Ciò è necessario per fermare l'aggressione russa, aiutare l'Ucraina e ripristinare rapidamente la pace in Europa. La Germania, in quanto prima potenza europea, ha una responsabilità speciale in questo senso". L'appello di Rinkēvičs arriva il giorno dopo il vertice militare presso la base aerea di Ramstein in Germania non è riuscito a ottenere dal governo tedesco l'impegno ad inviare carri armati.

Stime Usa: dall'inizio dell'invasione dell'Ucraina 188 mila soldati russi morti

Secondo le stime degli Usa, il numero delle vittime russe potrebbe aver raggiunto quota 188.000 dall'inizio dell'invasione dell'Ucraina: il dato è stato rivelato al quotidiano Sun in occasione del vertice di Ramstein in Germania. Il quotidiano ha attribuito le cifre a "fonti della Difesa", dopo che il generale statunitense Mark Milley ha affermato che la Russia ha subito "un'enorme quantità di vittime, ben oltre 100.000". Si ritiene che il numero di vittime includa sia le forze russe che il gruppo di mercenari Wagner. Oggi l'esercito di Kiev ha reso noto che i soldati russi morti sono 120.160, di cui 860 rimasti uccisi ieri.

Medvedev, per la Russia è la nuova guerra patriottica

"Borrell ha ricordato che il nostro Paese ha sconfitto Napoleone e Hitler. significa che gli ucronazisti e l'Europa occidentale sono gli eredi diretti di coloro che hanno combattuto contro la Russia. E la guerra contro di loro è la nuova guerra patriottica. La vittoria sarà nostra, come nel 1812 e nel 1945". Lo scrive il vice presidente del consiglio di sicurezza russo Dmitri Medvedev su Twitter.

Ministero della Difesa russo annuncia offensiva nella regione di Zaporizhzhia

L'esercito russo ha dichiarato di aver effettuato in questo sabato "operazioni offensive" nella regione di Zaporizhzhia, nel sud dell'Ucraina, che gli ha portato a conquistare "posizioni vantaggiose". "In direzione di Zaporizhzhia, a seguito di operazioni offensive, il le unità del distretto militare orientale hanno preso più linee e posizioni vantaggioso", ha indicato il Ministero della Difesa russo in un comunicato, senza fornire ulteriori dettagli, riferisce Afp.

L'ambasciatore italiano a Kiev, ai funerali ricorda diplomatico "innamorato dell'Italia"

L'Ambasciatore Pier Francesco Zazo ha preso parte ai funerali del Ministro Monastyrsky, del Vice Ministro Yenin e del Sottosegretario Lubkovych, rappresentando la vicinanza del Governo e del popolo italiano ai familiari delle vittime di Brovary". Lo scrive su Twitter l'Ambasciata italiana a Kiev, ricordando "con un affetto particolare il Primo Vice Ministro Yevgenii Yenin, innamorato dell'Italia, dove per anni aveva prestato servizio presso l'Ambasciata ucraina, imparando alla perfezione la nostra lingua".

Elicottero precipitato a Kiev: da Zelensky l'ultimo saluto al ministro degli Interni

A Kiev, il presidente ucraino Volodymyr Zelensky, la moglie Olena Zelenska e altre autorità ucraine hanno reso questa mattina un ultimo omaggio al ministro dell'Interno Denys Monastyrsky, rimasto ucciso mercoledì in un incidente in elicottero con altre tredici persone. Le cause dell'incidente non sono state ancora chiarite e le autorità ucraine hanno aperto un'inchiesta. Il presidente ucraino e la moglie erano vestiti di nero e hanno portato dei fiori. All'interno dell'edificio in cui si è svolta la cerimonia, situato molto vicino a Piazza Maidan, sono state portate sette bare, da uomini in uniforme militare. Su ogni bara è stata posta la bandiera ucraina e accanto i ritratti in bianco e nero delle vittime. Il funerale di Monastyrsky, che aveva 42 anni, si terrà domani prossimo in uno storico cimitero nel centro della capitale ucraina.

Podolyak, consigliere di Zelensky: "Indecisione su tank Leopard 2 costa vite umane"

"L'indecisione" degli alleati a inviare carri armati Leopard 2 all'Ucraina costa vite umane. E' l'accusa lanciata dal consigliere presidenziale ucraino Mykhailo Podolyak che su Twitter ha rinnovato l'appello a fornire "le armi necessarie". "Capirete che non ci sono altre opzioni per mettere fine alla guerra oltre alla sconfitta della Russia", ha affermato, sottolineando che "ogni giorno di ritardo significa la morte degli ucraini. Pensate più velocemente".

Enorme incendio in deposito di carburante in Siberia, media ucraini: era destinato ai militari russi

E' scoppiato un enorme incendio in un deposito di carburante nella regione russa di Angarsk, in Siberia: hanno preso fuoco i vagoni ferroviari colmi di carburante. La notizia è stata data anche dal ministero della Difesa russo e, secondo i media ucraini, è probabile che la benzina fosse destinata a scopi militari. Si tratta dell'ennesimo incendio che interessa strutture russe strategiche per la guerra in Ucraina. Secondo i vigili del fuoco, l'incendio ha coperto un'area di 400 metri quadrati (il fumo delle fiamme era visibile a decine di chilometri di distanza) e hanno impiegato almeno un'ora a spegnere le fiamme.

Ucraina: a fuoco camion di carburante e serbatoi ferroviari ad Angarsk ansa/telegram
Ucraina: a fuoco camion di carburante e serbatoi ferroviari ad Angarsk

Soldati ucraini perdono la mano: arto sostituito con protesi robotica

Russi colpiscono condominio a Bakhmut, 3 civili uccisi

A Bakhmut, nell'Ucraina orientale, l'esercito russo ha colpito un edificio residenziale: due civili sono stati uccisi e tre feriti, riportano i media ucraini citando il capo militare regionale di Donetsk Pavlo Kyrilenko.

 

Media, per Usa militari russi e Wagner morti sono 188 mila

Secondo le stime degli Usa, il numero delle vittime russe potrebbe aver raggiunto quota 188.000 dall'inizio dell'invasione dell'Ucraina: il dato è stato rivelato al quotidiano Sun in occasione del vertice di Ramstein in Germania.
Il quotidiano ha attribuito le cifre a "fonti della Difesa", dopo che il generale statunitense Mark Milley ha affermato che la Russia ha subito "un'enorme quantità di vittime, ben oltre 100.000". Si ritiene che il numero di vittime includa sia le forze russe che il gruppo di mercenari Wagner. Oggi l'esercito di Kiev ha reso noto che i soldati russi morti sono 120.160, di cui 860 rimasti uccisi ieri. 

 

Intelligence Gb: guerra è in uno stato di stallo

Nel suo aggiornamento quotidiano sulla situazione sul campo nella guerra in Ucraina, il ministero della Difesa britannica afferma che, sulla base dell'intelligence, esiste la possibilità di un'avanzata russa intorno alla città fortemente contesa di Bakhmut nella regione del Donbass, ma che per il resto c'è poco movimento.
Le forze russe e del gruppo Wagner si sono consolidate nella città di Soledar dopo averla catturata all'inizio della settimana.
Nel frattempo, più a Sud, a Zaporizhzhia, entrambe le parti hanno ammassato "forze significative" con scambi di artiglieria e schermaglie in corso, ma hanno evitato qualsiasi sforzo offensivo su larga scala.
Vicino a Kremina, nel Nordest dell'Ucraina, le forze di Volodymyr Zelenskiy hanno ottenuto alcuni guadagni su piccola scala e si sono difese dai contrattacchi russi.

 

Carro Abrams sbanda sul ghiaccio, il video propagandistico russo

Non adatto “per la guerra sulla neve”, il filmato diffuso pochi giorni fa dai social russi sembra voler dimostrare che il carro armato statunitense M1 Abrams non avrà un influsso sugli esiti del conflitto

Kiev, granata russa su una casa a Kharkiv, morta una donna

Nella città di Vovchansk, nella regione orientale di Kharkiv, una donna è morta a causa di una granata lanciata dalle truppe russe che ha colpito la sua abitazione. Lo ha reso noto il capo dell'amministrazione militare regionale Oleg Synegubov. "Il nemico continua a terrorizzare la popolazione civile della regione di Kharkiv negli insediamentidi confine dei distretti di Kupyan, Chuguyiv e Kharkiv. Durante la giornata di ieri, gli occupanti hanno bombardato Vovchansk, Kupyansk, Strilecha, Vilcha, Ogirtseve e altri insediamenti con artiglieria, carri armati e mortai.

Il drone che investiga sui crimini di guerra

120mila soldati russi sono rimasti uccisi in Ucraina

"Le perdite della Russia in Ucraina hanno superato la soglia psicologica di 120.000 militari": lo afferma lo Stato Maggiore delle Forze Armate ucraine sulla sua pagina Facebook. "Nel corso dell'ultima giornata, 860 nemici sono stati eliminati, ora le perdite totali della Federazione Russa dal 24 febbraio a oggi ammontano a 120.160 soldati russi" ,si legge nella dichiarazione dello Stato maggiore. 

Granata esplode dentro la trincea: soldati ucraini salvi per miracolo

Media: da Paesi Bassi lanciamissili Patriot a Kiev

I Paesi Bassi forniranno all'Ucraina due lanciamissili patriot e un numero non specificato di missili, oltre a contribuire all'addestramento dei soldati ucraini per far funzionare correttamente le attrezzature di difesa aerea. Lo hanno affermato - riportano i media locali - i ministri nederlandesi di difesa ed esteri, Kajsa Ollongren e Wopke Hoekstra.

Gli Stati Uniti ritengono che l'Ucraina debba concentrarsi su un'offensiva nel sud non su Bakhmut

L'Ucraina non dovrebbe concentrarsi sulla difesa della città di Bakhmut a tutti i costi e utilizzare invece una finestra di opportunità per preparare una grande controffensiva contro le forze russe. E' quanto sostenuto da un alto funzionario statunitense, secondo cui il tempo favorisce la Russia a Bakhmut, date le sue maggiori risorse in fatto di artiglieria e l'enorme numero di truppe. Tuttavia, ha aggiunto, una vittoria russa nella città nel Donetsk non comporterebbe alcun cambiamento significativo nella guerra, perché le forze ucraine si ritirerebbero in posizioni ben difese. Da qui, la convinzione di Washington che Kiev debba rivedere le priorità: invece di spendere così tanti soldati e munizioni su un obiettivo strategicamente poco importante, dovrebbe ritirare le forze per impegnarsi, con l'aiuto degli Usa, a mettere insieme una forza più sofisticata e pesantemente armata in grado di lanciare un offensiva nel sud.

Reznikov: raggiunto un accordo per addestrare equipaggi ucraini sui carri armati tedeschi Leopard 2

L'Ucraina ha raggiunto un accordo per l'addestramento degli equipaggi dei carri armati tedeschi Leopard 2, anche se Berlino non ha (ancora) deciso di fornirea Kiev questi carri armati. Lo ha detto il ministro della Difesa ucraino Oleksii Reznikov in un'intervista a Voice of America: "C'è stata una svolta: la possibilità per i Paesi che hanno in dotazione i carri armati Leopard di avviare missioni di addestramento e corsi per i nostri equipaggi. Inizieremo da questo e poi andremo oltre. Spero che la Germania, dopo aver condotto le proprie consultazioni interne segrete, prenda una decisione sulla possibile fornitura dei carri armati. Sono ottimista al riguardo. Il primo passo è stato fatto: inizieremo i programmi di formazione per gli equipaggi [ucraini] sui Leopard 2". Prima dell'incontro dei ministri della Difesa alla base aerea di Ramstein in Germania, l'Ucraina si è rivolta ai suoi alleati chiedendo moderni carri armati occidentali, ma non ci sono stati annunci di tale fornitura. Reznikov ha detto che gli accordi sull'addestramento sono stati presi grazie alle decisioni della Polonia sui Leopard e della Gran Bretagna sui Challenger.

Tass: Riparati i danni gravi alla centrale nucleare di Zaporizhzhya

Quasi tutti i danni gravi alla centrale nucleare di Zaporizhzhya sono stati riparati. Lo ha detto Renat Karchaa, consigliere del direttore generale di Rosenergoatom, all'agenzia di stampa russa Tass. Karchaa ha sottolineato che in un primo momento è stato impossibile effettuare un lavoro completo di riparazione e ripristino a causa dei bombardamenti intensivi sull'impianto. "Se la situazione è calma e se lavoriamo a stretto contatto, in due o tre mesi, al massimo mezzo anno, l'impianto può essere rimesso in piena efficienza", ha detto. Fonti ucraine la raccontano in modo diverso: "A causa della riluttanza di alcuni membri del personale ucraino della centrale nucleare di Zaporizhzhya a collaborare con gli occupanti, nonché a causa delle carenze del loro personale, i russi non possono né avviare né far funzionare le unità di potenza della centrale" scrive il sito Ukrinform.