La guerra in Ucraina minuto per minuto, giorno 336

La Russia attacca ancora le infrastrutture energetiche, 11 morti. Berlino e Londra: tank entro marzo

Kiev: "Usati missili ipersonici". Le difese aeree ucraine intercettano 24 droni nella notte e 47 missili su 55 in mattinata. Volodymyr Zelensky: "Non mi interessa incontrare Putin". La replica del Cremlino: "Non è un interlocutore"
La Russia attacca ancora le infrastrutture energetiche, 11 morti. Berlino e Londra: tank entro marzo
Ufficio del procuratore regionale di Zaporizhzhia
Attacco alle infrastrutture energetiche nel distretto di Zaporizhzhia

Zelensky: solo le armi possono fermare l'aggressione russa

"L'aggressione russa può e deve essere fermata solo con armi adeguate". Lo ha detto il presidente ucraino Volodymyr Zelensky nel consueto messaggio serale aggiungendo che bisogna "anche lavorare ancora più attivamente per creare un tribunale sul crimine di aggressione russa contro l'Ucraina". Zelensky ha poi ringraziato "tutti coloro che nel mondo stanno davvero combattendo contro il terrorismo insieme a noi, che stanno accelerando la fornitura delle attrezzature di difesa necessarie all'Ucraina e che sono pronti ad aumentare la pressione delle sanzioni".

Polonia pronta a sostenere eventuale iniziativa Nato per inviare caccia a Kiev

Se la Nato deciderà di inviare all'Ucraina caccia, la Polonia è pronta a questa iniziativa. Lo ha detto il primo ministro polacco Mateusz Morawiecki, intervistato dell'emittente francese LCI, sottolineando che l'Alleanza deve essere "più audace". Il premier polacco ha poi aggiunto che Varsavia non presenterà la proposta di inviare i caccia a Kiev, perché questa deve essere una decisione Nato, ma è pronta a sostenere un'iniziativa in questo senso.

New York Times: Casa Bianca rassicura senatori Usa su operato Kiev

La Casa Bianca avrebbe rassicurato i senatori americani sull'impegno di Kiev contro la corruzione. Secondo quanto riportato dal New York Times, le recenti destituzioni di ministri e funzionari decise da Zelensky hanno sollevato dubbi e preoccupazioni fra i senatori su come gli aiuti americani a Kiev vengono usati ma alcuni funzionari della Casa Bianca hanno rassicurato: i licenziamenti decisi da Zelensky sono un segnale contro la corruzione e non ci sono prove che gli aiuti americani siano stati rubati.

Joe Biden valuta la possibilità di un viaggio in Europa per l'anniversario della guerra

Joe Biden valuta la possibilità di un viaggio in Europa, forse in Polonia, in coincidenza con il primo anniversario della guerra in Ucraina, il 24 febbraio prossimo. Una trasferta che potrebbe essere accompagnata dall'annuncio di ulteriori nuovi aiuti a Kiev nella sua battaglia contro la Russia. Al momento non c'è ancora nulla di definito, ma dietro le quinte si lavora ai dettagli del possibile viaggio che,comunque, non includerebbe una tappa in Ucraina per motivi di sicurezza. La trasferta - è l'idea della Casa Bianca - sarebbe un messaggio chiaro per Vladimir Putin, in quanto metterebbe in evidenza l'unità degli Stati Uniti con l'Europa e la Nato.

Il Fondo monetario internazionale valuta un pacchetto di aiuti fino a 16 miliardi per l'Ucraina

Il Fmi sta valutando un pacchetto di aiuti all'Ucraina fino a 16 miliardi di dollari. Lo riporta l'agenzia Bloomberg citando alcune fonti, secondo le quali i fondi servirebbero per far fronte alle esigenze del Paese ma anche come catalizzatori per ulteriori aiuti internazionali. Il programma di aiuti è legato a varie condizioni, incluso il sostegno del G7 e dei paesi finanziatori e creditori di Kiev.

Zelensky: "La Russia prova ancora a intimidirci ma ha fallito"

"L'ennesimo tentativo di un paese terrorista di intimidirci con un massiccio attacco missilistico è ancora una volta fallito, come presto accadrà per l'intera Russia". Così il presidente ucraino Volodymyr Zelensky commenta su Telegram  gli attacchi russi di oggi in Ucraina.   Zelensky spiega che nella riunione di oggi dello Stato maggiore "abbiamo discusso con i partecipanti della questione della ricezione di armi ed equipaggiamenti e la loro distribuzione operativa tra i gruppi di truppe e una particolare attenzione è stata rivolta all'addestramento dei soldati ucraini all'estero".

Samp- T: il ministro Crosetto incontra domani l'omologo francese

Domani mattina il ministro della Difesa Guido Crosetto incontrerà l'omologo francese, Sebastien Lecornu. Lo si apprende da fonti diplomatiche. Al centro dell'incontro il tema della fornitura all'Ucraina del  sistema di difesa aerea Samp-T. Secondo quanto si e' appreso l'incontro si svolgerà Roma alle 12.

Zelensky riunisce stato maggiore, focus anche sulla consegna delle armi

Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha riunito questo pomeriggio lo stato maggiore ucraino: al centro della riunione le conseguenze del massiccio attacco di oggi e le relazioni dei comandanti al fronte in particolare in direzione di Bakhmut. Lo riferisce Ukrinform. Dopo la decisione degli Usa di inviare i tank Abrams e della Germania di inviare i Leopard e di consentire l'esportazione ad altri paesi, i partecipanti all'incontro hanno discusso le questioni relative alla ricezione di armi e di attrezzature. L'addestramento dei difensori ucraini all'estero è stato discusso separatamente.  All'incontro hanno partecipato il capo dell'ufficio del presidente dell'Ucraina Andriy Yermak, il segretario del Consiglio di sicurezza e difesa nazionale Oleksiy Danilov, il ministro della difesa Oleksiy Reznikov, il comandante in capo delle forze armate dell'Ucraina Valery Zaluzhny, il capo della direzione principale dell'intelligence Kyrylo Budanov, capo del servizio di intelligence estero dell'Ucraina Oleksandr Lytvynenko, comandante delle forze di terra Oleksandr Syrskyi delle forze armate ucraine e comandanti delle truppe delle direzioni operative. All'incontro hanno partecipato anche il Ministro degli Affari Esteri Dmytro Kuleba, il vice Primo Ministro per la Ricostruzione dell'Ucraina - Ministro dello Sviluppo Comunitario, Territori e Infrastrutture Oleksandr Kubrakov, il Ministro delle Finanze dell'Ucraina Serhiy Marchenko.

Per la Reuters Francia e Italia sono vicine all'accordo sul sistema di difesa aerea Samp-T a Kiev

Francia e Italia sono vicine alla definizione dei dettagli tecnici per la fornitura del sistema di difesa aerea Samp-T all'Ucraina. Lo hanno riferito due fonti diplomatiche alla Reuters, anche se non è chiaro - scrive l'agenzia di stampa sul suo sito web - quanto velocemente arriverà una decisione definitiva. Il ministro della Difesa francese Sebastien Lecornu si recherà in Italia domani per incontrare l'omologo Guido Crosetto, aggiunge Reuters. "Stiamo finalizzando" l'intesa "con gli italiani, non è molto lontana", ha detto una fonte diplomatica francese.

Francia: "Non siamo in guerra contro la Russia"

"Non siamo in guerra contro la Russia e nessun nostro partner lo è. La consegna di equipaggiamento militare nel quadro dell'esercizio della legittima difesa dell'Ucraina non costituisce una co-belligeranza". Lo ha sottolineato una portavoce del ministero degli Esteri francese, citata da Le Monde, dopo che il  Cremlino ha accusato l'occidente di intervenire nella guerra.

20 paesi a Praga per la costituzione di un Tribunale sui crimini di guerra

I rappresentanti di 20 paesi si sono riuniti a Praga per discutere della creazione di un Tribunale Speciale per i crimini dell'aggressione all'Ucraina. Lo annuncia su Twitter il  ministro degli Esteri ucraino Dmytro Kuleba. "Ci concentriamo sui modi per fare giustizia", ha scritto, ringraziando l'omologo ceco Jan  Lipavsky per aver ospitato l'evento.

Il Canada fornirà 4 carri armati Leopard 2 già nelle prossime settimane

Il Canada fornirà nelle prossime settimane quattro carri armati Leopard 2 all'Ucraina: lo ha annunciato il ministro della Difesa canadese, Anita Anand. Anand ha precisato che i mezzi sono in condizioni di perfetta operatività e le forze armate canadesi provvederanno anche al necessario addestramento degli operatori ucraini.

I caccia a Kiev sono la nuova linea rossa, ma Lockheed sta già aumentando la produzione degli F-16

Il ministro degli Esteri dei Paesi Bassi: "Non ci sono tabù". Scholz frena: "Nessun aereo". La Slovacchia vuole cedere i suoi MiG-29, la Polonia lo avrebbe già fatto con un trucco
 

APPROFONDISCI LA NOTIZIA QUI

Arrestato un agente segreto ucraino, accusato di spionaggio per la Russia

Il servizio di sicurezza ucraino (SBU) ha riferito di aver arrestato un tenente colonnello del suo stesso organico con l'accusa di "alto tradimento". L'agente è accusato di spionaggio per conto della Russia e nella sua casa sono state trovate grandi quantità di denaro in contante. L'arresto dello 007 di alto profilo ha evidenziato l'urgente necessità di fare pulizia nell'intelligence ucraina, secondo un ex numero due dell'agenzia, scrive il Guardian. Secondo quanto riportato, l'agente, di cui non è stato fornito il nome, ha usato il suo telefono cellulare per fotografare documenti che descrivono in dettaglio l'ubicazione dei posti di blocco militari a Zaporizhzhia e per inviare le informazioni tramite un account di posta elettronica registrato su un dominio russo. Una foto pubblicata insieme alla dichiarazione ufficiale mostra le schede SIM emesse da gestori di telefonia mobile russi, mazzette in valuta estera, un tirapugni, due coltelli e una guida in lingua russa per imparare l'inglese. "Sono state inoltre stabilite prove di collegamenti permanenti con rappresentanti delle forze dell'ordine e organi statali della Federazione Russa", afferma la dichiarazione del Sbu. "In particolare, tra loro ci sono parenti stretti del traditore".

Il Reggimento Azov è diventato una brigata d'assalto

Il reggimento Azov è diventato ufficialmente la terza brigata d'assalto separata, come parte delle forze di terra delle forze armate dell'Ucraina. Ad annunciarlo è Andriy Biletskyi , fondatore e primo comandante dell'unità, secondo quanto riportato da Ukrinform. "Il reggimento Azov Specops è ora la terza brigata d'assalto separata come parte delle forze di terra delle forze armate dell'Ucraina. Il nostro percorso di combattimento inizia dall'area più difficile, Bakhmut", ha riferito Biletskyi, sottolineando che "la battaglia decisiva in questa guerra deve ancora venire" e "pertanto, il comando militare ci attribuisce una nuova responsabilità". Il Battaglione Azov è stato creato nel 2014 come formazione di volontari, per poi essere riconvertito in un reggimento e inserito nella Guardia Nazionale ucraina, ricorda Ukrinform. I suoi combattenti hanno preso parte alla difesa di Mariupol nella primavera del 2022, che è durata più di 80 giorni. 

I carri armati statunitensi Abrams non arriveranno in tempo per l'offensiva di primavera

I carri armati statunitensi Abrams M1 non arriveranno in tempo per un'eventuale offensiva di primavera delle forze armate ucraine: lo ha dichiarato il sottosegretario di Stato americano, Victoria Nuland. "Gli Abrams come sapete sono carri armati sofisticati e richiedono un lungo periodo di addestramento, e quindi ci vorrà del tempo prima di poterli schierare in combattimento", ha concluso. 

La ministra degli Esteri francese ha incontrato l'omologo ucraino in un rifugio antiaereo

"Grazie ad un missile russo, ho sperimentato la mia prima riunione bilaterale in un rifugio antiaereo. Il caffè era caldo, grazie!": lo scrive in un tweet la ministra degli Esteri francese, Catherine Colonna, allegando una foto del suo odierno incontro a Odessa con l'omologo ucraino, Dmytro Kuleba. 

Il blogger ucraino: "A Bakhmut colpito un ospedale pediatrico"

“I russi hanno distrutto un ospedale pediatrico a Bakhmut con un attacco missilistico”. Lo scrive su Telegram, allegando diverse foto, Anatoly Shtefan "Stirlitz", ufficiale dell'esercito ucraino e noto blogger. La geolocalizzazione delle fotografie è stata confermata da analisti di open source intelligence (Osint)

Ospedale pediatrico bombardato a Bakhmut Anatoly Shtefan "Stirlitz"/Telegram
Ospedale pediatrico bombardato a Bakhmut

Gli Stati Uniti hanno deciso di imporre sanzioni al gruppo Wagner

Il Tesoro americano ha annunciato che imporrà sanzioni al gruppo Wagner identificandolo come "una significativa organizzazione criminale transnazionale". Lo ha detto il segretario Janet Yellen.

Varsavia: Consegneremo i Leopard a Kiev entro poche settimane

"Sono convinto che la Polonia consegnerà i carri armati Leopard all'Ucraina entro poche settimane". Lo ha dichiarato il viceministro della Difesa nazionale Wojciech Skurkiewicz parlando all'emittente polacca Radio Plus, rilanciata dai media ucraini. "Non appena (gli ucraini) saranno addestrati, saremo pronti a consegnare questa attrezzatura alla parte ucraina", ha aggiunto il viceministro, ricordando che Varsavia è pronta a inviare a Kiev una compagnia (14 mezzi) dei tank di fabbricazione tedesca.

Il drone dell'esercito ucraino in volo sulla martoriata Bakhmut

Nbc: Biden valuta un viaggio in Europa per il 24 febbraio

Joe Biden sta valutando l'ipotesi di un viaggio in Europa il prossimo mese in coincidenza del primo anniversario dell'invasione dell'Ucraina. Lo riporta Nbc citando alcune fonti. 

Caccia Mig-29 sarebbero stati consegnati dalla Polonia a Kiev nella primavera 2022, con un trucco

Secondo il quotidiano polacco Dziennik Gazeta Prawna, che cita fonti governative, Varsavia avrebbe consegnato diversi aerei MiG-29 all'Ucraina nella primavera dello scorso anno, facendo risultare ufficialmente che si sarebbe risultato di  pezzi di ricambio. “Anche la fusoliera o le ali sono un pezzo di ricambio”, avrebbe detto una delle fonti di Dziennik 

Tajani: l'Italia vuole partecipare alla ricostruzione dell'Ucraina

"Speriamo che la guerra finisca il prima possibile" e dopo "ci sarà un problema di ricostruzione. L'Ucraina sarà parte integrante del mercato interno e non potremo non essere presenti dopo tutti gli impegni militari e logistici che ci siamo presi. Se quel Paese deve essere ricostruito è giusto che l'Italia ne sia parte, perché significa cominciare ad essere presenti nell'area e farsi conoscere in quel Paese". Lo ha dichiarato il ministro degli Esteri Antonio Tajani in audizione alle commissioni riunite Affari esteri Camera e Affari esteri e difesa Senato sulla situazione nei Balcani occidentali.

Kiev: almeno 11 morti nei raid di oggi

Sono almeno undici i morti negli attacchi missilistici russi lanciati oggi sull'Ucraina, secondo quanto riferisce la Protezione civile ucraina

Madrid: "I Leopard per Kiev vanno messi a posto"

La Spagna intende inviare all'Ucraina carri Leopard 2A4 e sta lavorando per valutare quali di quelli si trovano attualmente immagazzinati e "in disuso da molto tempo" a Saragozza "possono essere messi nell'adeguato stato di funzionamento": lo ha spiegato a cronisti la ministra della Difesa, Margarita Robles. "Abbiamo già riscontrato la piena collaborazione dell'industria per vedere quali sono in condizione di essere messi a posto", ha aggiunto. Madrid non ha ancora specificato quante unità di Leopard potrà inviare a Kiev. "La spedizione dev'essere accompagnata da personale che conosca la manutenzione necessaria e come vanno condotti", ha ricordato inoltre Robles. 

Al via i lavori della piattaforma dei donatori per la ricostruzione

La piattaforma multi-agenzia di coordinamento dei donatori per sostenere il processo di riparazione, ripresa e ricostruzione dell'Ucraina è stata lanciata oggi. Consentirà uno stretto coordinamento tra i donatori internazionali e le organizzazioni finanziarie internazionali e garantirà che il sostegno sia fornito in modo coerente, trasparente e responsabile. Lo comunica la Commissione europea in una nota. La prima riunione della piattaforma di coordinamento dei donatori, tenutasi in videoconferenza, ha riunito funzionari di alto livello dell'Ucraina, dell'Ue, dei paesi del G7, nonché istituzioni finanziarie come la Banca europea per gli investimenti, la Banca europea per la ricostruzione e lo sviluppo, il Fondo Monetario Internazionale e Banca Mondiale.

La Russia dichiara fuorilegge il giornale indipendente Meduza

Giovedì le autorità russe hanno designato Meduza, giornale online indipendente in lingua russa ma con base in Lettonia, come "organizzazione indesiderabile", vietando di fatto al sito di operare in Russia e vietando a qualsiasi russo di collaborare con Meduza o con i suoi giornalisti.

La distruzione causata da un missile russo a Hlevakha, nella regione di Kiev

Una donna sul ciglio di un cratere accanto a una casa distrutta dopo un attacco missilistico russo a Hlevakha, nella regione di Kiev AP Photo/Roman Hrytsyna
Una donna sul ciglio di un cratere accanto a una casa distrutta dopo un attacco missilistico russo a Hlevakha, nella regione di Kiev

Londra fornirà i Challenger 2 alla fine di marzo

 I carri armati Challenger 2 forniti dalla Gran Bretagna dovrebbero arrivare in Ucraina nel giro di due mesi: lo ha reso noto il sottosegretario alla Difesa britannico, Alex Chalk. "L'intenzione è di far sì che la data sia la fine di marzo", ha spiegato Chalk intervenendo alla Camera dei Comuni.

La Russia oggi ha usato missili ipersonici "Kinzhal", dice il capo delle forze armate ucraine

 La Russia ha usato i missili ipersonici "Kinzhal" nei raid odierni sull'Ucraina. Lo ha dichiarato il comandante in capo delle forze armate ucraine, Valery Zaluzhnyi, precisando che l'esercito ha distrutto 47 missili lanciati dalla Russia, 20 dei quali nell'area della capitale Kiev. In una nota Zaluzhnyi ha aggiunto che tre dei quattro missili aerei guidati (X-59) lanciati dai russi "non sono riusciti a raggiungere i loro obiettivi".

Ukrinform: tre morti nel raid sulla regione di Zaporizhzhia

Il raid missilistico odierno della Russia sull'Ucraina ha causato tre morti e sette feriti nella regione di Zaporizhzhia dove è stata colpita un'infrastruttura critica. Lo riporta Ukrinform. "Dopo l'esplosione, è scoppiato un incendio nel territorio dell'impresa. È già stato spento”, viene spiegato.

Parigi: "Non siamo in guerrra con la Russia, nessuno dei nostri alleati lo è"

 Né la Francia né alcuno dei suoi partner sono in guerra con la Russia: lo sottolinea il ministero degli Esteri francese, respingendo le dichiarazioni fatte da Mosca dopo la decisione di alcuni Paesi occidentali di inviare carri armati pesanti a Kiev. "Non siamo in guerra con la Russia e nessuno dei nostri partner lo e'", ha detto la portavoce di Quai d'Orsay Anne-Claire Legendre durante una conferenza stampa. "La consegna di materiale militare nell'esercizio dell'autodifesa non costituisce cobelligeranza", ha aggiunto. 

Il capo della chiesa greco-cattolica in Ucraina è favorevole all'invio di armi

Le Chiese ucraine sono favorevoli all'invio di armi da parte dell'Occidente. "Se voi sapete come fermare i carri russi senza le armi vi saremmo grati", ha detto in una conferenza stampa il Capo della Chiesa greco-cattolica, Sviatoslav Shevchuk, in una conferenza stampa in Vaticano con il Consiglio panucraino delle Chiese, che raccoglie cristiani, ebrei e musulmani. “Noi siamo costretti all'autodifesa”, ha aggiunto

Kiev: due morti nell'attacco russo a un villaggio nel Donetsk

"Due persone sono state uccise e almeno una ferita a causa dei bombardamenti dei criminali di guerra russi nel villaggio di Ocheretyne", nella regione del Donetsk. Lo riferisce su Telegram Pavlo Kyrylenko, dell'amministrazione regionale. "I russi hanno colpito il villaggio con l'artiglieria e hanno distrutto almeno tre case private", si legge nel messaggio. Due degli abitanti in quelle case sono morti a causa delle ferite riportate, mentre una terza persona è stata trasportata nell'ospedale più vicino.

Kiev: l'ultimo raid russo ha provocato un "deficit significativo" nel sistema energetico

 L'ultimo raid russo ha provocato un "deficit significativo" nel sistema energetico ucraino. Lo riporta Ukrenergo, la società nazionale dell'energia ucraina. Lo si legge su Unian. "Le infrastrutture energetiche sono state danneggiate in diverse regioni e le principali apparecchiature ad alta tensione sono state distrutte nella regione di Dnipro", viene spiegato. Problemi di elettricità si segnalano anche a Odessa. "Durante l'attacco sono stati introdotti arresti di emergenza in tutta l'Ucraina. Le restrizioni pianificate stanno ora gradualmente tornando e sono stati fissati limiti di consumo in tutte le regioni", conclude Ukrenergo.

Financial Times: Lockheed pronta ad aumentare la produzione di caccia F-16

 Lockheed Martin è pronta ad aumentare la produzione degli F-16 nell'ambito delle discussioni preliminari fra alcuni alleati dell'Ucraina sulla possibilità di fornire jet a Kiev. Lo riporta il Financial Times citando il chief operating officer di Lockheed Martin, Frank St. John. La decisione di inviare tank all'Ucraina ha infatti riaperto le discussioni su un possibile invio di jet, anche se le trattative sono nelle fasi iniziali.

Un hub energetico dell'Unione europea inaugurato in Polonia: fornirà assistenza all'Ucraina

Viene inaugurato oggi il nuovo hub energetico dell'Ue in Polonia che farà da centro logistico per la fornitura di assistenza energetica di emergenza all'Ucraina. L'Ue ha assegnato alla Polonia 114 milioni di euro per l'acquisto di generatori che faranno parte di questa riserva energetica 'rescEu'. Come primo passo, saranno consegnati all'Ucraina 1.000 nuovi generatori provenienti dalla riserva rescEu in Polonia, che si aggiungono ai 1.400 generatori e ai milioni di articoli energetici già offerti tramite il Meccanismo di protezione civile dell'Ue. Presenti all'inaugurazione il commissario Ue per la gestione delle crisi, Janez Lenarčič, e il primo ministro polacco, Mateusz Morawiecki. L'hub Ue consentirà ai partner internazionali e al settore privato di contribuire a convogliare le loro donazioni. L'Ue finanzierà inoltre interamente il trasporto delle forniture dall'hub all'Ucraina

Guido Crosetto: "Dall'Italia solo armi difensive"

"L'Italia, come cerco di dire da mesi, invierà le armi per difendersi". La Russia "sta cercando di piegare psicologicamente l'Ucraina attaccando obiettivi civili. Noi non diamo armi che attaccano i russi ma che difendono gli ucraini abbattendo i missili prima che tocchino il suolo. A differenza degli altri cinque, questo è l'unico decreto che ha solo armi difensive". Lo ha detto il ministro per la Difesa Guido Crosetto su La7. "Gli aiuti che arrivano non sono solo per salvare l'Ucraina - ha aggiunto - sono un freno all'escalation che la guerra potrebbe avere espandendosi, così invece resta tra due nazioni. Bisogna avere il coraggio di fare scelte difficili per evitare scenari peggiori. I primi a voler evitare l'escalation sono i paesi europei. Tutti auspichiamo la possibilità del tavolo della pace".

Mosca: "Prese posizioni più vantaggiose" nella regione di Donetsk

Il ministero della Difesa della Federazione Russa ha scritto su Telegram che nella regione di Donetsk le forze russe “hanno preso linee e posizioni più vantaggiose”. Mosca rivendica inoltre di aver ucciso 40 soldati, distrutto un magazzino di munizioni a Kostiantynivka, nel distretto di Kramatorsk, e colpito diversi sistemi d'arma ucraini.

Kiev: oggi il tredicesimo attacco al sistema energetico

 L'offensiva russa odierna contro l'Ucraina segna il ;;13mo attacco missilistico e il 15mo attacco di droni al sistema energetico del Paese: lo fa notare il fornitore di energia statale ucraino Ukrenergo, come riportano i media nazionali. L'operatore indica inoltre che in seguito agli attacchi russi della notte scorsa e di questa mattina sono stati introdotti black out di emergenza in tutte le regioni del paese. Attualmente, conclude, stanno gradualmente tornando gli orari programmati delle restrizioni all'erogazione di energia elettrica

I blackout a Odessa potrebbero durare giorni

I blackout di emergenza nella regione di Odessa potrebbero durare diversi giorni: lo ha reso ha noto il principale fornitore privato di energia in Ucraina, Dtek. Lo scrive su Telegram il consigliere del ministero degli Interni ucraino, Anton Gerashchenko. La Dtek ha spiegato che a causa dei danni provocati alle infrastrutture energetiche della regione dagli attacchi russi di oggi, i lavori di riparazione potrebbero durare a lungo. 

Kiev: "Abbattuti 47 missili su 55 lanciati dai russi"

L'Ucraina ha intercettato e abbattuto 47 missili dei 55 che sono stati lanciati dai russi questa mattina. Lo rendono noto fonti dell'esercito di Kiev.

Anche a Zaporizhzhia colpita l'infrastruttura energetica

Un sito di infrastrutture energetiche nella regione di Zaporizhzhia è stato colpito da missili russi la notte scorsa: lo ha reso noto l'amministrazione statale regionale, come riporta il Kyiv Independent. Le forze russe hanno lanciato due attacchi missilistici sulla comunità di Pavliv, situata nella parte nord-orientale della regione. Secondo notizie preliminari, sono stati usati missili S-300. Come riportato in precedenza, due infrastrutture energetiche vicino a Odessa e una nella regione di Kiev sono state colpite negli attacchi russi di questa mattina.

Bombe russe nella regione di Kiev, colpita infrastruttura energetica

I bombardamenti russi di questa mattina sulla regione di Kiev hanno colpito anche una infrastruttura energetica: lo ha reso noto su Telegram l'Amministrazione militare regionale, come riportano i media ucraini. Inoltre, sono state dannegiate alcune case e auto dei residenti.

Un morto a Kherson nell'attacco missilistico di questa mattina

Una persona è morta e altre tre sono rimaste ferite nella regione di Kherson durante l'attacco missilistico russo di questa mattina: lo ha reso noto l'Amministrazione militare regionale, come riportano i media ucraini. Nall'attacco è stato colpito un edificio amministrativo nel villaggio di Kochubeivka, nel distretto di Beryslav. "I russi hanno attaccato l'edificio amministrativo con fuoco mirato", si legge nel messaggio. Uno dei feriti "è in gravi condizioni, i medici stanno lottando per la sua vita. I servizi di soccorso si trovano sul posto", ha aggiunto l'Amministrazione.

La ministra degli Esteri francese è a Odessa

La ministra degli Esteri francese, Catherine Colonna, si e' recata a Odessa "per sottolineare - ha spiegato lei stessa su Twitter - il sostegno della Francia alla sovranita' dell'Ucraina, oggi come ieri". Ieri il centro storico della citta' e' stato inserito nella lista del patrimonio dell'umanita' dell'Unesco. 

L'ambasciatrice russa a Kiev: i missili russi sono "un fallimento strategico"

 L'ambasciatrice americana in Ucraina Bridget Brink ha condannato l'ondata di raid missilistici russi che si sono abbattuti questa mattina sull'Ucraina descrivendola come "crudele" a definendola un "fallimento strategico". Lo riporta Sky News

L'allarme antiaereo sta gradualmente cessando in tutte le regioni

 L'allarme antiaereo sta gradualmente cessando in tutte le regioni dell'Ucraina: Odesa, Sumy e Chernihiv sono tra le regioni che hanno dato il via libera. Lo riporta il Guardian. 

I cittadini di Kiev sulla banchina della metropolitana per ripararsi dal bombardamento russo

Le sirene suonano da oltre quattro ore

Cittadini sulla banchina della metropolitana di Kiev per ripararsi dal bombardamento russo AP Photo/Efrem Lukatsky
Cittadini sulla banchina della metropolitana di Kiev per ripararsi dal bombardamento russo

I ministri della Difesa della Nato si incontreranno a Bruxelles il 14-15 febbriao

Il Consiglio Atlantico è stato convocato a Bruxelles per il 14 e 15 febbraio prossimi per discutere della situazione in Ucraina. Lo ha reso noto la stessa Nato precisando che la convocazione del Consiglio riguarda i ministri della Difesa. La riunione sarà presieduta dal segretario generale dell'Alleanza Jan Stoltenbergs. 

 

Guido Crosetto: in questo decreto "solo armi difensive e aiuti civil"

"Questo sarà il primo decreto a contenere solo armi difensive e aiuti civili. Il Ministro lavora per la pace". Lo scrive su Twitter il ministro della Difesa Guido Crosetto.

I "difetti" dei tank Leopard ed Abrams: video della TV russa che ironizza sui carri armati per Kiev (Video)

Leopardi sdentati" e "Abrams malconci": la TV russa prende in giro i carri armati di Nato e Usa promessi all'Ucraina in una trasmissione televisiva. Schemi colorati con in rosso i "difetti" dei tank per Kiev, a supporto del talk in onda sul canale della televisione di stato "Rossiya 24", il video mostra le scritte "Gatti senza denti" (in sovrimpressione con le immagini dei carri Leopard, in arrivo dalla Nato). "Metà del plotone dei tank, sarà colpito dagli T-90 prima che arrivino sul campo di battaglia". Il presentatore tv confronta i carri tedeschi con quelli russi, i primi "Hanno un raggio di tiro più corto", e poi indica "I punti deboli di Abrams".

Berlino: entro fine mese parte l'addestramento dei soldati ucraini sui Leopard 2, consegna entro fine marzo

Il ministro della Difesa tedesco, Boris Pistorius, ha annunciato che i soldati ucraini inizieranno il loro addestramento sui carri armati Leopard 2 di fabbricazione tedesca in un sito di addestramento in Germania entro la fine di gennaio. Pistorius ha detto che prevede che i carri armati arriveranno in Ucraina entro la fine di marzo. "Il mio compito principale ora è avviare trattative con l'industria della difesa con l'obiettivo di abbreviare notevolmente i tempi di approvvigionamento", ha inoltre affermato.

Peskov: occidente direttamente coinvolto nel conflitto

La fornitura di carri armati a Kiev è la prova del coinvolgimento diretto dell'Occidente nel conflitto in Ucraina, ma lo status dell'operazione militare russa non cambierà. Lo ha detto il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov. Ha anche affermato che il presidente dell'Ucraina Volodymyr Zelensky non è un possibile interlocutore del presidente della Federazione Russa Vladimir Putin:  "Sappiamo con quali promesse il signor Zelensky è stato eletto presidente. Non è assolutamente difficile per noi ricordarle e ricordarle a quegli elettori che hanno votato per lui in Ucraina. Non ha risolto il problema del Donbass, non ha rispettato gli accordi di Minsk, inoltre, come si è scoperto, non intendeva rispettarli perché si stava preparando per la guerra. Pertanto, diciamo, lui stesso ha cessato da tempo di essere un possibile oppositore del presidente Putin", ha affermato Peskov

Kiev: fornitura di energia elettrica interrotta nella capitale e in tre regioni

La fornitura di energia elettrica a Kiev e in tre regioni dell'Ucraina è stata interrotta a seguito degli attacchi russi di questa mattina. Lo afferma un operatore energetico ucraino. 

Missili su Kiev, il sindaco: un morto e due feriti

Una persona è morta e altre due sono rimaste ferite nell'attacco missilistico russo di questa mattina su Kiev: lo ha reso noto il sindaco della capitale, Vitali Klitschko. 

Kiev, 2 infrastrutture energetiche colpite vicino a Odessa

Due infrastrutture energetiche, non meglio identificate sono stati colpite dagli attacchi russi nei pressi di Odessa. Lo rendono noto autorità locali.

Zelensky: Putin non è nessuno, non mi interessa incontrarlo

Vladimir Putin "non è nessuno" e Volodymyr Zelensky "non è interessato" a incontrarlo per intavolare negozati di pace. Lo ha dichiarato lo stesso presidente ucraino in un'intervista esclusiva rilasciata a Sky News.Parlando con la tv satellitare britannica, Zelensky ha detto di "non capire che prenda le decisioni in Russia" e che Mosca mente, perché mentre invoca la pace lancia al contempo missili sull'Ucraina. Il presidente ucraino ha parlato anche delle voci su un'offensiva russa, le prossime settimane, contro il suo Paese e ha ricordato come si sentì quando l'anno scorso si rese conto che l'invasione stava iniziando. Alla domanda se un incontro con Putin aiuterebbe a risolvere il conflitto, Zelensky ha risposto: "Questo non è interessante per me. Non è interessante incontrarsi, non è interessante parlare...Davvero non capisco chi prenda le decisioni in Russia". 

Il sindaco di Kiev: esplosioni nella capitale. "Rimanete nei rifugi"

Il sindaco di Kiev, Vitali Klitschko, ha dichiarato su Telegram che ci sono state esplosioni nella città.Da stamattina è in corso un attacco russo sul Paese, secondo l'Aeronautica ucraina sono attesi oltre 30 missili. Il sindaco ha invitato la popolazione a rimanere nei rifugi.

Kiev: abbattuti 24 droni iraniani lanciati dai russi

 Le forze armate ucraine hanno annunciato di aver abbattuto 24 droni di fabbricazione iraniana lanciati dalle forze russe dal Mar d'Azov, nel sud del Paese. "Gli Uav d'attacco sono stati lanciati dalla costa orientale del Mar d'Azov. Secondo informazioni preliminari, il nemico ha utilizzato 24 Shahed. Tutti e 24 sono stati distrutti", ha riferito l'aeronautica ucraina. 

Kiev: abbattuti i primi missili russi

Andriy Yermak, capo dell'ufficio di presidenza ucraino, ha riferito che ci sono già stati "i primi abbattimenti di missili russi". Lo riporta Ukrainska Pravda. Sul Paese è in corso un pesante bombardamento da parte dell'esercito russo.

I bombardamenti in corso in Ucraina

Attacco missilistico russo in corso

Le forze russe hanno iniziato un nuovo attacco missilistico contro l'Ucraina e l'esercito di Kiev ha già abbattuto i primi missili: lo ha reso noto su Telegram il capo dell'ufficio del presidente, Andriy Yermak, come riportano i media ucraini. 

 

Esercito Ucraina: razzi verso Vinnytsia e Kiev

Razzi in direzione di Vinnytsia e della regione di Kiev. Possono cambiare traiettoria. Restare nei rifugi. Confidiamo nella difesa aerea". Così con un breve messaggio su Telegram l'esercito ucraino ha dato conto della possibile direzione di un attacco russo imminente.

 

Black out programmati per timore attacchi russi

 A Kiev, come pure nelle regioni di Kiev, Odessa e Dnipropetrovsk, sono scattati black out programmati a causa della minaccia di un attacco missilistico russo. Lo riferisce la società energetica ucraina Dtek.

 

Allarme antiaereo anche a Kiev: abbattuti 15 droni

Anche a Kiev risuonano le sirene di allarme antiaereo e ai residenti è stato chiesto di trovare riparo nei rifugi, ha reso noto il consigliere presidenziale Anton Gerashchenko.
L'amministrazione militare della città di Kiev ha affermato  che "circa 15 droni nemici sono stati abbattuti nello spazio aereo" sopra Kiev durante la notte. L'esercito ucraino ha spiegato che le forze russe hanno lanciato un attacco notturno con droni contro l'Ucraina senza successo nelle primissime ore di giovedì mattina, colpendo principalmente le regioni centrali e la capitale.

 

Il missile anticarro Sturm, video del combattimento dell'artiglieria russa

Ucraina: filorussi, 8 missili di Kiev sul Lugansk

Otto missili supportati dai lanciarazzi Himars sono stati lanciati dalle truppe ucraine contro le città di Kreminna e Rubizne, nel Lugansk, secondo quanto  riferito dalla missione della LPR presso il Centro congiunto di controllo e coordinamento (JCCC) sul suo canale Telegram.
Secondo la missione, a Rubizne sarebbe stato distrutto un albergo, a Kreminna colpite tre scuole, un edificio amministrativo e un caffè. Lo riferisce la Tass. 

 

"116 carri armati Leopard verso l'Ucraina", un video circola sui social ucraini

Kiev: L'occidente ci darà anche missili a lunga gittata

Il governo ucraino chiede missili a lunga gittata e Mikhailo Podolyak, stretto consigliere del presidente Volodymyr Zelensky, si dice certo che l'Occidente troverà "un accordo" anche sulla consegna di questi missili, in grado di colpire per centinaia di chilometri le retrovie russe. Lo ha detto al quotidiano britannico The Telegrah, sostenendo che in Occidente c'è già "un'intesa" sul fatto che il timore che i missili porteranno a un'escalation sia mal riposti. "In questo momento stiamo assistendo a un netto mutamento nelle posizioni delle elite politiche dei Paesi europei, che capiscono che devono trasferirci tutte le attrezzature, compresi i carri armati da combattimento. E raggiungeremo, ne sono certo, senza dubbio, un accordo sui missili a lunga gittata".

L'esperto militare sui Leopard: "Fondamentale grande disponibilità pezzi di ricambio"

È arrivata a Mosca la nuova ambasciatrice americana

È arrivata a Mosca la nuova ambasciatrice statunitense, Lynn Tracy.  Il Senato degli Stati Uniti aveva approvato la nomina di Lynn Tracy ad ambasciatrice in Russia a fine dicembre. Tracy , che parla il russo e ha già lavorato a Mosca, tra il 2014 e il 2017, è la prima donna nella storia a ricoprire questa posizione. L'ambasciata Usa nella Federazione Russa ha postato su Twitter una foto della diplomatica in uno degli aeroporti della capitale. "Bentornata in Russia, ambasciatrice Tracy!", si legge nel messaggio scritto in russo.
 

Allerta aerea in diverse regioni, compresa Kiev

È scattata l'allerta aerea in dieci  regioni dell'Ucraina, compresa quella di Kiev. Lo riportano i media ucraini, tra cui Ukrinform, parlando di un "attacco russo  con droni e missili". Il capo dell'Ufficio della presidenza ucraina, Andriy Yermak, ha assicurato che la difesa aerae uraina sta lavorando "attivamente" in tutto il Paese. Secondo il Kyiv Independent, si sono registrate esplosioni a Kherson, Dnipro e Zaporizhzhia.

L'esercito ucraino cerca di attraversare il Dnieper a Novaya Kakhovka

Le forze armate ucraine stanno tentando di attraversa il fiume Dnieper nei pressi di Novaya Kakhovka. Le forze russe hanno aperto il fuoco, ha dichiarato Vladimir Rogov, membro dell'amministrazione di Zaporizhzhia.lo scrive l'agenzia di stampa russa Tass.