La guerra in Ucraina minuto per minuto, giorno 459

Kiev: "Presto l'offensiva". Missili russi sulla capitale, artiglieria ucraina su Belgorod

Lavrov prevede la fine dell'accordo sul grano. Pechino smentisce il Wall Street Journal: "Nessun piano di pace". Il capo ufficio presidenziale di Zelensky: "La nostra miglior garanzia, entrare nella Nato"
Kiev: "Presto l'offensiva". Missili russi sulla capitale, artiglieria ucraina su Belgorod
ansa
Kiev, resti di un razzo caduti su una strada della capitale nell'attacco aereo di stamattina

Nuovi raid russi nella notte, contraerea in azione a Kiev

I sistemi di difesa aerea sono nuovamente entrati in azione a Kiev nella notte, fa sapere l'amministrazione militare della città dopo la segnalazione di diverse esplosioni nella capitale ucraina. L'allerta per nuovi raid russi riguarda diverse località nell'Ucraina centrale e settentrionale

La prima ministra lituana Simonyte: "La Russia usa la disinformazione contro la democrazia"

"La Russia sta usando la disinformazione come arma per indebolire le società democratiche. Tuttavia, la libertà di parola non deve essere confusa con la libertà di mentire". Lo ha affermato il primo ministro lituano, Ingrida Simonyte, intervenendo al forum Globsec di Bratislava in compagnia del presidente del Parlamento europeo, Roberta Metsola, e dell'ex premier slovacco, EduardHeger.   

"A volte confondiamo la libertà di parola con la libertà di mentire", ha ribadido Simonyte. "Questo è particolarmente problematico nell'era dei social network in cui si creano situazioni che possono limitare il sostegno all'Ucraina,lasciando via libera alla propaganda russa che sostiene l'invasione".

JoeBiden: "L' attacco russo a Kiev non era inaspettato"

Gli Stati Uniti si aspettavano il nuovo duro attacco russo alla capitale ucraina Kiev. "Non e' inaspettato", ha commentato il presidente Joe Biden, rispondendo alle domande dei giornalisti. "Ecco perche' - ha aggiunto - continueremo a dare all'Ucraina tutto cio' di cui ha bisogno"

Rutte a Zelensky: "Continueremo a sostenere l'Ucraina per tutto il tempo necessario"

Il primo ministro olandese, Mark Rutte, ha annunciato su Twitter di avere parlato con il presidente ucraino Volodymyr Zelensky e di avergli ribadito che "i Paesi Bassi sono impegnati a sostenere l'Ucraina in ogni modo possibile; dal rafforzamento dei sistemi di difesa aerea all'inizio, all'addestramento dei piloti per gli F-16 il prima possibile".   Rutte ha ricordato che oggi "Kiev è stata nuovamente bersaglio di barbari attacchi aerei, fortunatamente con effetti limitati grazie ai sistemi di difesa aerea Patriot. Aiutare l'Ucraina a difendersi non è una scelta, va fatto. I Paesi Bassi continueranno a sostenere l'Ucraina per tutto il tempo necessario. Gli aiuti saranno anche un punto importante all'ordine del giorno del vertice della Comunità politica europea a Chisinau giovedì prossimo".

I volontari russi rivendicano un altro sconfinamento dall'Ucraina in territorio russo

Il Corpo dei volontari russi (Rvc)  rivendica un'altra incursione in Russia dall'Ucraina. "Ieri le guardie russe di confine celebravano la loro festa. I combattenti dell'Rvc si  sono congratulati con loro con un altro attraversamento di successo  del poroso confine di stato", si legge in un messaggio Telegram del  gruppo, rilanciato dai media ucraini. In allegato vi sono due foto di  uomini armati in tuta mimetica ed elmetto visti da dietro in una zona  di alberi ed erba alta. Non vengono forniti dettagli sul luogo dello sconfinamento. Il messaggio afferma che gli scopi di quest'ultima  operazione verranno resi noti nel prossimo futuro.

Josef Borrell: "La Russia negozierà solo dopo aver cercato vittoria"

Per quest'estate "non sono ottimista su ciò che succederà in Ucraina. Vedo una concentrazione di truppe e di forze militari da entrambe le parti, e la volontà chiara della Russia di cercare di vincere la guerra". Lo ha detto l'Alto Rappresentante per la Politica estera e di sicurezza dell'Ue, Josep Borrell, in un intervento a un evento oggi a Barcellona su "Le sfide della geopolitica per l'Europa", organizzato dal "Circolo dell'Economia".

"La Russia non andrà a nessun negoziato se non avrà prima cercato di vincere la guerra", ha affermato ancora Borrell, che ha parlato in catalano."La Russia - ha aggiunto - dispone di 1.750 carri armati, come si vede dalle foto satellitari, più di quelli che hanno tutti gli eserciti dell'Europa occidentale", una forza "da non sottostimare".In precedenza Borrell aveva sottolineato che "se smettessimo di aiutare l'Ucraina la guerra finirebbe immediatamente" ma finirebbe con la sconfitta dell'Ucraina, e non porterebbe a un negoziato con la Russia; e ha concluso con una domanda retorica: "Pensate che smettere di aiutare l'Ucraina sarebbe un incentivo per Putin a negoziare o ad attaccare?"

Dopo la sospensione del New Start, viene ora meno anche l'intesa sulle Forze convenzionali in Europa (Cfe) del 1990

Il presidente russo Vladimir Putin ha sancito la fine di un altro trattato di sicurezza ormai da tempo in stato di morte cerebrale. Viene infatti meno l'accordo sulle Forze convenzionali in Europa (Cfe), risalente al lontano 1990, il cui adeguamento del 1999 resosi necessario con il crollo dell'Unione Sovietica non era mai stato sancito dai paesi occidentali.Se si considera la sospensione nei mesi scorsi da parte di Mosca del New Start con gli Usa sulla limitazione delle testate atomiche, si capisce come lo scontro in atto sull'Ucraina stia mettendo fine a tutte le regole scritte che dettavano gli equilibri strategici fin dai tempi della Guerra Fredda.Non ci saranno conseguenze immediate per la fine del Cfe, ha affermato comunque il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov. Semplicemente, ha aggiunto, era diventato «uno strumento inservibile». E ora «un grande vuoto sta emergendo nel campo del controllo delle armi e della stabilità strategica» e tale vuoto «deve essere riempito urgentemente» con nuovi trattati.

Olena Zelenska posta su Twitter le immagini dei bambini in fuga a Kiev durante il bombardamento

Una forte esplosione accompagnata dalle urla dei bambini terrorizzati dalle bombe. “Kiev. La mattina dopo una notte insonne sotto il fuoco. Di nuovo l’ansia”, ha scritto su Twitter la first lady ucraina Olena Zelensky, allegando un video girato questa mattina in cui si vedono tanti bambini che fuggono dalle scuole e corrono verso i rifugi antiaerei mentre suona l'allarme nella capitale ucraina.  

Il governatore della regione russa di Belgorod accusa le forze ucraine per la morte di un civile a causa di attacchi nell'area

Il governatore della regione russa di Belgorod, Vyacheslav Gladkov, accusa le forze ucraine per la  morte di un civile a causa di attacchi nell'area. "Le località della  regione di Shebekinsky sono state bombardate per più di un'ora dalle  Forze armate ucraine - ha scritto su Telegram il governatore -  Purtroppo a Grafovka è morto un civile, un uomo che era impegnato nei  lavori domestici quando una granata ha colpito il cortile. E' morto  sul posto per le ferite riportate". Il governatore ha denunciato danni in dieci edifici residenziali di Grafovka, dove - ha denunciato - è  stata colpita anche la rete elettrica. Gladkov ha inoltre accusato le  forze di Kiev per attacchi contro Shebekino, Murom e Novaya  Tavolzhanka.

L'intelligence avverte: "Non mancherà risposta ad attacchi di oggi"

"Tutti coloro che nella Federazione Russa credevano ancora, credono o forse sognano di poter intimidire l'Ucraina, voglio turbarvi, non è così: tutti sono ancora al loro posto di lavoro". Lo ha detto il capo della direzione principale dell'intelligence del ministero della Difesa ucraino, il maggiore generale Kyrylo Budanov, commentando l'attacco russo di oggi. "Tutti quelli che hanno cercato di intimidirci - ha aggiunto - ve ne pentirete molto presto. La nostra risposta non tarderà e la potranno vedere tutti".

La Finlandia ospita, per la prima volta, un' esercitazione aerea della Nato

La Finlandia, nuovo membro della Nato, oggi ha dato il via alle esercitazioni aeree militari che coinvolgono oltre una dozzina di Paesi e un totale di 150 velivoli, settimane dopo l'ingresso del Paese nell'alleanza sulla scia dell'invasione dell'Ucraina da parte della Russia. "L'esercitazione è iniziata oggi. Attualmente è in corso la prima grande rotazione", ha detto il colonnello Henrik Elo dell'aeronautica finlandese, che ospita l'esercitazione. Per quasi due settimane, soldati e jet da combattimento provenienti da 14 nazioni, 12 delle quali sono membri della Nato, prenderanno parte alle esercitazioni, principalmente sopra le regioni settentrionali della Svezia. "Man mano che l'esercitazione procede, gli scenari diventano sempre più difficili", ha detto Elo

Kiev: un morto per i bombardamenti sulla regione di Kherson

Un uomo di 61 anni è stato ucciso a causa dei bombardamenti russi sulla regione ucraina di Kherson. Lo riferisce l'amministrazione militare regionale dell'oblast, secondo quanto riportato da Ukrinform. "A causa del bombardamento del villaggio di Kozatske della comunità di Nova Kakhovka, un uomo di 61 anni è stato ucciso nella sua stessa casa", riferiscono le autorità. Sempre nel Kherson, nel villaggio di Zolota Balka si sono verificate circa una dozzina di esplosioni, con danni a una casa.

Bombardamento a Kozatske Amministrazione regionale di Kherson / Telegram
Bombardamento a Kozatske

Il consigliere del sindaco di Mariupol: "Cento invasori uccisi" negli attacchi ucraini

A seguito delle esplosioni nel villaggio di Yuryivka vicino a Mariupol, cento soldati russi sarebbero stati uccisi e più di 400 feriti, secondo quanto scrive su Telegram l'ex consigliere del sindaco in esilio, Petro Andriushchenko. Tra gli obiettivi colpiti, ci sarebbe stato un ex centro sanitario a Yalta adebito a caserme, dove poche ore prima dell'attacco sarebbero stati portati “quattro autobus”, aggiunge, citando come fonte “la Resistenza di Mariupol”.

Cessato il terzo allarme a Kiev, senza conseguenze

Dopo poco meno di un'ora, è cessato il terzo allarme aereo proclamato oggi a Kiev, senza conseguenze sulla città. Rientrati gli allarmi anche nell'omonima regione e in quella di Chernihiv.

Il Parlamento ucraino dà via libera al 9 maggio Festa dell'Europa

 Il Parlamento ucraino ha votato ufficialmente per istituire l'8 maggio come Giornata della memoria e della vittoria nella Seconda guerra mondiale, in linea con i Paesi occidentali europei, e il 9 maggio la Giornata dell'Europa, abbandonando così il precedente calendario che legava l'Ucraina al mondo russo, dove il 9 maggio si celebra la Giornata della vittoria sul nazismo. Lo riporta Rbc Ucraina. Secondo quanto riferito dal deputato Oleksiy Honcharenko, 317 parlamentari hanno votato a favore del disegno di legge, presentato dal presidente ucraino Zelensky lo scorso 8 maggio.

Ok del Parlamento ucraino a sanzioni per 50 anni all'Iran

 La Verkhovna Rada (Parlamento) dell'Ucraina ha approvato l'introduzione di un nuovo pacchetto di sanzioni della durata di 50 anni contro l'Iran, accusato di fornire alla Russia droni e armi per bombardare le città ucraine. Lo riporta Rbc-Ucraina. Secondo quanto riferito dal deputato Oleksiy Honcharenko su Telegram, 328 parlamentari hanno sostenuto la risoluzione presentata dal presidente ucraino Zelensky sulla base di un decisione del Consiglio di sicurezza nazionale. La norma contempla un divieto totale di commercio con l'Iran, di investimenti e trasferimento di tecnologie, oltre a impedire il ritiro di capitali iraniani dal Paese. 

Il funzionario del ministero della Difesa ucraino: "Solo in 2-3 sanno la data in cui partirà la controffensiva"

Kostiantin Vashchenko, segretario di stato del ministero della Difesa ucraino, parlando al forum Globsec a Bratislava, ha detto che "solo due o tre" persone conoscono la data in cui comincerà l'attesa controffensiva dell'Ucraina e ha suggerito che il motivo per cui è stata trascinata così a lungo è anche per influenzare psicologicamente la Russia. Lo riporta il Guardian. "La controffensiva - ha spiegato - non è solo militare, è anche diplomatica e informativa. Vediamo che i nostri nemici sono molto nervosi, perché aspettare la morte è anche peggio della morte... Nessuno sa il giorno in cui inizierà l'offensiva. Un paio, forse tre persone lo sanno. Non conosco la data reale ma penso che sarà nel prossimo futuro"

Mykhailo Podolyak: qualsiasi accordo includa un'area smilitarizzata in Russia

Il consigliere del presidente ucraino, Mykhailo Podolyak, ha affermato su twitter che qualsiasi accordo di pace accettabile per l'Ucraina deve includere non solo un ripristino dei confini sovrani dell'Ucraina ma una zona smilitarizzata che si estenda per 100-120 km in Russia dai confini dell'Ucraina. "L'argomento chiave dell'accordo postbellico dovrebbe essere l'istituzione di salvaguardie per prevenire il ripetersi di aggressioni in futuro. Per garantire una reale sicurezza ai residenti delle regioni di Kharkiv, Chernihiv, Sumy, Zaporizhzhia, Luhansk e Donetsk e proteggerli dai bombardamenti, sarà necessario introdurre una zona di smilitarizzazione di 100-120 km sul territorio di Belgorod, Bryansk, Kursk, e le repubbliche di Rostov. Probabilmente con un contingente di controllo internazionale obbligatorio nella prima fase".

Nuovo allarme aereo a Kiev, il terzo della giornata

Nuovo allarme aereo a Kiev, il terzo della giornata. Le sirene sono scattate sul territorio della capitale ucraina, l'omonima regione e quella di Chernihiv, a nord.

Pechino smentisce il Wall Street Journal: "Nessun piano di pace"

La Cina ha smentito il Wall Street Journal, che ha scritto nei giorni scorsi che l'inviato di Pechino per le questioni euroasiatiche incaricato di sondare le parti in conflitto in Ucraina in uno sforzo di de-escalation: Li Hui non avrebbe presentato alcun piano per un cessate-il-fuoco che preveda il mantenimento da parte di Mosca di alcuni territori occupati in Ucraina. "La Cina ha diffuso tempestivamente le informazioni sulla visita del Rappresentante speciale Li Hui: vi prego di fare riferimento a queste per avere informazioni autentiche", ha detto la portavoce del ministero degli Esteri cinese Mao Ning nella quotidiana conferenza stampa a Pechino. "Segnalo - ha continuato - che il Ministro degli Esteri ucraino ha dichiarato pubblicamente di aver contattato altre parti e nessun Paese ha detto che il Rappresentante speciale Li Hui ha fatto le osservazioni riportate dal Wall Street Journal".

Josep Borrell: ora conta la quantità delle armi, non solo la qualità

"Ciò che abbiamo imparato dalla guerra in corso e' anche che le operazioni prolungate su larga scala e ad alta intensità comportano un tasso estremamente elevato di perdita di attrezzature e devono quindi essere supportate da grandi scorte. Nel recente passato, in Europa ci siamo spesso concentrati su un numero limitato di attrezzature con la massima qualità possibile, lasciando da parte le considerazioni sulle quantità. Mentre dobbiamo ovviamente mantenere il nostro vantaggio tecnologico, dovremmo considerare attentamente come bilanciare quantità e qualità in alcune aree. Come si suol dire, in guerra la quantità ha una sua qualità". Lo scrive l'Alto rappresentante dell'Ue per la Politica estera, Josep Borrell, in un intervento sul suo blog. "L'Ucraina ha anche utilizzato con successo capacità limitate e armi più vecchie adattandole con precisione alle minacce che devono affrontare, utilizzando tecnologie e risorse commerciali. Possiamo imparare anche da questo", aggiunge. "Infine, la guerra ha dimostrato ancora una volta l'importanza di una logistica sostenibile, flessibile ed efficiente, dal rifornimento di truppe in prima linea o dal supporto medico alla rapida riparazione o modifica di sistemi e attrezzature. La mobilità militare rimane fondamentale per reagire a qualsiasi minaccia e raggiungere la superiorità operativa. Come ha notoriamente osservato il generale Bradley: "I dilettanti parlano di strategia. I professionisti parlano di logistica". E questo diventerà ancora più evidente nei prossimi mesi", evidenzia il capo della diplomazia Ue. 

Il tribunale di Kiev proroga i domiciliari per il metropolita della chiesa di Mosca

Il tribunale distrettuale di Solomyansk a Kiev ha prorogato gli arresti domiciliari di Pavlo, metropolita della Chiesa ortodossa ucraina del Patriarcato di Mosca. Lo riporta Suspilne. Come noto, il tribunale ha accolto la richiesta della Procura di prorogare fino al primo luglio gli arresti domiciliari con obbligo di indossare il braccialetto.
La seduta del tribunale è stata interrotta da un raid aereo: dopo l'interruzione il tribunale ha ripreso i lavori.

Il Parlamento ha approvato: in Ucraina la vittoria sui nazisti si festeggerà l'8 maggio (e non il 9 come in Russia)

I deputati della Verkhovna Rada hanno approvato la legge che istituisce la Giornata del ricordo e della vittoria sul nazismo nella seconda guerra mondiale in Ucraina, che non più il 9 come in Russia ma l'8 maggio. Questo giorno sarà un giorno festivo. I deputati ucraini Oleksiy Goncharenko e Yaroslav Zheleznyak ne hanno dato notizia sui social. Il relativo disegno di legge 9278, era stato avviato dal presidente Volodymyr Zelensky che ha anche introdotto la celebrazione della Festa dell'Europa il 9 maggio in Ucraina.

Yevgeny Prigozhin propone 30 km di zona cuscinetto al confine russo-ucraino

Il fondatore del gruppo russo di mercenari Wagner, Yevgeny Prigozhin, ha proposto di creare una zona cuscinetto larga 30 chilometri sul confine tra Russia e Ucraina nell'ambito di un piano in venti punti per proteggere le regioni di confine russe dagli attacchi nemici. In questa zona, "i volontari delle milizie popolari avranno il diritto di muoversi e usare le loro armi durante lo svolgimento delle loro missioni", ha spiegato Prigozhin in una lettera indirizzata al ministero della Difesa russa e pubblicata direttamente su Twitter dopo che Mosca si è rifiutata di riceverla. La proposta è nata alla luce di una serie di incontri tra Wagner e esponenti della difesa locale nelle regioni di confine con l'Ucraina e si basa sulla considerazione che le autorità russe non hanno forze sufficienti per proteggere il lungo confine con l'Ucraina, come per esempio a Belgorod. Tuttavia, ci sono uomini sufficienti a creare unità di difesa territoriale locali, addestrati dai mercenari ma inquadrati tra le riserve della Difesa e con gli stessi diritti dei militari che combattono in Ucraina. Per Prigozhin, simili unità sarebbero necessarie non solo a Belgorod ma anche nelle regioni di Kursk, Briansk, Voronezh e Rostov, tutte confinanti con l'Ucraina, dove sono aumentate incursioni e attività di sabotaggio.

Kirill Budanov: i russi si pentiranno presto di intimidirci

Kirill Budanov, capo della direzione principale dell'intelligence del ministero della Difesa ucraino, ha affermato che un altro tentativo della Russia di intimidire gli ucraini è fallito "oggi ancora una volta" e ha avvertito: "Tutti quelli che hanno cercato di intimidirci, sognando che avrebbe avuto qualche effetto, se ne pentiranno molto presto. La nostra risposta non si farà aspettare".

Lavrov a sorpresa in Kenya, dona fertilizzanti e prevede la fine dell'accordo sul grano ucraino

Il ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov è a Nairobi per una visita a sorpresa in cui ha annunciato una fornitura di fertilizzanti per il Paese africano: "Nel giro di pochi giorni - ha detto  un carico di 30.000 tonnellate di fertilizzanti arriverà al porto di Mombasa". Il presidente russo Vladimir Putin aveva promesso grano e fertilizzanti gratuiti ai Paesi africani se l'accordo sponsorizzato dalla Turchia e dalle Nazioni Unite non fosse stato prorogato: lo stesso Lavrov ha osservato oggi che "per quanto riguarda il futuro dell'iniziativa del Mar Nero… Se tutto rimane così com'è, e sembra che questo sia ciò che accadrà, si dovrebbe presumere che non funzionerà più". Secondo il capo della diplomazia russa, "il memorandum Russia-ONU non viene rispettato. Il processo si sta muovendo molto lentamente. Non possiamo non vedere le azioni dell'Unione Europea e dei suoi membri come un aperto sabotaggio degli obiettivi fissati nel campo della sicurezza alimentare". Mosca, ha aggiunto, ha la possibilità di fornire la sua produzione al di fuori del memorandum, ma se le Nazioni Unite fossero in grado di rispettare l'accordo "il suo impatto sul mercato alimentare e dei fertilizzanti sarebbe molto più positivo". Il viaggio di Lavrov in Kenya fa seguito al tour  in Africa compiuto la scorsa settimana dal suo omologo ucraino Dmytro Kuleba.

Sergei Lavrov incontra l'omologo kenyota Abshir Omar Jama Russian MFA / Telegram
Sergei Lavrov incontra l'omologo kenyota Abshir Omar Jama

La presidente moldava presenta una legge contro la propaganda russa

La presidente della Moldavia, Maia Sandu, ha detto che presenterà al Parlamento una proposta di legge per creare un centro nazionale per l'informazione e la difesa dalla propaganda chiamato 'Patriot', volto soprattutto a contrastare la propaganda russa che a suo dire è "una minaccia diretta alla sicurezza del paese". Il progetto di legge sarà pubblicato domani per consentire una consultazione pubblica e sarà inviato al Parlamento verso la fine di giugno, ha fatto sapere Sandu, citata dall'agenzia Moldpres. Il centro 'Patriot', ha sottolineato la presidente, dovrà "difendere i cittadini dalla manipolazione e i costanti attacchi propagandistici identificando, prevenendo e combattendo la disinformazione a livello nazionale". La presidente ha sottolineato che l'iniziativa si è resa necessaria perché da quando è cominciato il conflitto in Ucraina la Russia "attacca costantemente la Moldavia per via informativa, con l'uso di menzogne, propaganda e disinformazione". "Sfortunatamente - ha insistito Sandu - abbiamo individui ben posizionati e reti, pagati con denaro sporco, che servono gli interessi stranieri e hanno un solo ruolo, quello di creare false notizie, propagare le menzogne del Cremlino e bloccare il cammino della Moldavia verso l'Unione europea".

Mosca afferma di avere "spazzato via aeroporti militari" nell'ultimo attacco missilistico all'Ucraina

 Il ministero della Difesa russo ha affermato che negli attacchi missilistici compiuti sull'Ucraina le forze di Mosca hanno "spazzato via aeroporti militari", oltre ad aver colpito posti di comando e depositi di armi e munizioni. Lo riferisce l'agenzia statale russa Tass. Stamattina Kiev denunciava che l'esercito russo aveva colpito una struttura militare nella regione di Khmelnitsky, nell'ovest dell'Ucraina, distruggendo 5 aerei. 

Kiev: un morto e nove feriti nel bombardamento di Toretsk, regione di Donetsk

A Toretsk, nella regione di Donetsk, è stata colpita in un bombardamento un'area di servizio stradale, uccidendo una persona e ferendone altre nove, secondo quanto riferisce l'Ufficio del procuratore della regione di Donetsk, citato dall'agenzia Ukrinform: "Il 29 maggio 2023, intorno alle 11:30, le truppe russe hanno nuovamente bombardato la città di Toretsk, probabilmente usando FAB-250. Una delle bombe aeree ha colpito una stazione di servizio locale, uccidendo un lavoratore di 28 anni. Inoltre, secondo i dati preliminari, 8 civili sono stati feriti di varia gravità: 6 donne e 2 uomini", afferma il rapporto.

Stazione di servizio colpita a Tortesk, nella regione di Donetsk Ufficio del procuratore regionale di Donetsk / Facebook
Stazione di servizio colpita a Tortesk, nella regione di Donetsk

Kiev: Abbattuti tutti 11 gli missili Iskander lanciati dai russi

 L'Ucraina ha annunciato di aver abbattuto tutti i missili russi lanciati sul Paese stamane in una seconda ondata di attacchi. "Un totale di 11 missili sono stati lanciati: 'Iskander-M' e 'Iskander-K' provenienti da nord", ha riferito il capo delle forze armate ucraine Valery Zaluzhny, aggiungendo che "tutti gli obiettivi sono stati distrutti dalle difese aeree".

Il video russo del lancio di missili Iskander verso obiettivi ucraini (Video)

Missile Iskander sulla regione di Kharkiv, 7 feriti

I russi hanno lanciato un missile Iskander contro l'insediamento di Kovsharovka, nella regione di Kharkiv: tre donne anziane, una donna incinta e due bambini sono rimasti feriti. Lo riferisce il governatore di Kharkiveg Sinegubov sui social.

Bombardamento russo a Kovsharovka, regione di Kharkiv Oleg Sinegubov / Telegram
Bombardamento russo a Kovsharovka, regione di Kharkiv

Ukrenergo: nessun nuovo danno alle infrastrutture energetiche

A seguito degli attacchi missilistici russi nella notte del 28 maggio, le infrastrutture energetiche non hanno riportato a nuovi danni. Lo riferisce l'operatore pubblico NPC Ukrenergo su Telegram, citato dall'agenzia Ukrinform.

Kiev: "L'esercito regolare sta sostituendo la Wagner a Bakhmut, ma "li stiamo ostacolando"

La viceministra ucraina della Difesa Hanna Maliar, citata dall'agenzia Ukrinform, ha scritto che "l'intensità dell'offensiva nemica è diminuita in modo significativo, poiché sta sostituendo le truppe da wagneriti a unità regolari e cercando di stabilizzare la difesa in quest'area. Le nostre truppe stanno rendendo questo processo molto più difficile per il nemico. Allo stesso tempo, l'intensità dei bombardamenti dell'artiglieria nemica non è diminuita", riferisce Maliar. Ha aggiunto che le forze ucraine controllano la periferia di Bakhmut nella parte sud-occidentale della città, nella zona di "Litak".

Il comandante delle forze di terra ucraine: presto passeremo ad azioni offensive

Il comandante delle forze di terra delle forze armate dell'Ucraina, il colonnello generale Oleksandr Syrskyi, ha incontrato gli ufficiali impegnati nelle operazioni a est della città di Lyman, al confine tra le regioni di Donetsk e Luhansk. "Le nostre unità e suddivisioni continuano a tenere saldamente le frontiere e le posizioni, respingendo tutti i tentativi nemici di avanzare vicino a Bilohorivka, Spirne, Novoselivske, Torske e infliggendo perdite significative in termini di personale e attrezzature", ha osservato Syrskyi. Sono stati discussi i possibili scenari per lo sviluppo degli eventi in questo settore e la situazione attuale sul campo di battaglia: "Il comandante delle forze di terra delle forze armate dell'Ucraina ha sottolineato che "verrà presto il momento, quando passeremo ad azioni offensive attive" e ha determinato compiti specifici come parte dei preparativi per tali azioni"

Il comandante Oleksandr Syrskyi incontra gli ufficiali a Lyman Oleksandr Syrskyi / Telegram
Il comandante Oleksandr Syrskyi incontra gli ufficiali a Lyman

Il governatore della regione russa di Belgorod: annettere la regione di Kharkiv per fermare gli attacchi

Il governatore della regione russa di Belgorod, Vyacheslav Gladkov, ha proposto di annettere la confinante regione ucraina di Kharkiv per porre fine agli attacchi ucraini che sono cresciuti di intensità negli ultimi giorni. "Kharkiv dovrebbe essere inclusa nella regione di Belgorod", ha dichiarato in un'intervista pubblicata dalla televisione russa. "Questo sarebbe il modo migliore per risolvere il problema degli attacchi alle regioni di Belgorod e Kharkiv", ha aggiunto. Gladkov ha detto che Belgorod non è solo soggetta a regolari attacchi dell'artiglieria ucraina, ma anche a incursioni di gruppi di sabotatori. "In pratica, viviamo in condizioni di guerra. Nel distretto di Graivoron, dove una settimana fa è avvenuto l'assalto paramilitare russo, sono entrati finora cinque gruppi di sabotatori", ha dichiarato. Inoltre, oggi stesso diverse località "sono sotto attacco da parte delle forze armate ucraine: a Shabekino sono state attaccate due imprese industriali", e 4 persone sono state ferite. Inoltre, "sono state colpite Novaya Talvozhanka, Shamino, Arkhangelskoe e Kozinka".

Bombardamento a Pokrovsk United24media / Telegram
Bombardamento a Pokrovsk

Kiev: 1 morto e 9 feriti in un attacco russo nella regione di Dnipro

A seguito di un attacco russo sulla regione di Dnipro, sulla cittadina di Pokrovsk del distretto di Synelnyk, una persona è morta e 9 persone sono rimaste ferite. Lo afferma Serhiy Lysak, governatore dell'amministrazine regionale di Dnipropetrovsk, in un messaggio via Telegram. Tra i feriti c'è anche un bambino di 11 anni, fa sapere Lysak, come riporta Ukrinform. Un incendio è scoppiato in una casa che è andata distrutta.

Minsk: Alexander Lukashenko ha ricevuto la governatrice russa Nabiullina

Il presidente bielorusso Alexander Lukashenko avrebbe ricevuto oggi a Minsk la governatrice della Banca centrale russa, Elvira Nabiullina, due giorni dopo che un oppositore bielorusso, Valery Tsepkalo, aveva detto  su Twitter che era ricoverato in condizioni "critiche" in un ospedale di Mosca in seguito a un avvelenamento. Questa foto, pubblicata dall'agenzia bielorussa Belta, smentirebbe tali affermazioni

Minsk, Lukashenko incontra la governatrice della Banca centrale russa Elvira Nabiullina belta.by
Minsk, Lukashenko incontra la governatrice della Banca centrale russa Elvira Nabiullina

Antonio Tajani: "La pace entro fine anno non è da escludere"

La pace in Ucraina entro fine anno? "Non è da escludere" secondo il ministro degli Esteri Antonio Tajani, convinto che il presidente Volodymyr Zelensky punti a "un recupero di territori" con una controffensiva per poi sedersi al tavolo delle trattative. L'occasione delle dichiarazioni è stato un incontro ospitato dall'università Luiss. "Lo stesso Zelensky dice 'vediamoci a luglio'" ha sottolineato Tajani. "Il presidente ucraino punta a un recupero di territori con la controffensiva e poi penso si siederà al tavolo".

Cessato l'allarme aereo a Kiev

È cessato l'allarme aereo a Kiev dove stamattina sono risuonate forti esplosioni dovute all'attivazione del sistema di difesa aereo.

Putin esce dal Trattato sulle forze convenzionali in Europa

Il presidente russo Vladimir Putin ha firmato e promulgato la legge per l'uscita di Mosca dal Trattato sulle forze convenzionali in Europa (Cfe), dal quale Mosca aveva già sospeso la sua partecipazione fin dal 2015. Lo riferisce la Tass.  

Quattro operai feriti nell'attacco ucraino alla regione di Belgorod

Quattro dipendenti di una fabbrica di vernici nella provincia russa di Belgorod sono rimasti feriti quando l'impianto industriale è stato colpito stamane da un bombardamento ucraino. Lo riferisce il governatore, Vyacheslav Gladkov sul suo canale Telegram. Gli operai hanno riportato ustioni alle vie respiratorie e avvelenamento da monossido di carbonio. Uno di loro è in terapia intensiva

Maggio 2023: il lancio del drone kamikaze russo Orlan-10 nel video del ministero della Difesa russo

Il Sindaco di Kiev: un ferito per l'attacco aereo in città

"I medici hanno ricoverato un ferito nel distretto di Podil della capitale". Lo riferisce il sindaco di Kiev Vitaly Klitschko in un aggiornamento sull'attacco di questa mattina alla città, aggiungendo che nello stesso distretto, che ospita il quartiere storico, "frammenti di razzi sono caduti sulla strada".  

Colpito sito militare nell'Ovest, "distrutti 5 aerei"

Nella notte del 29 maggio, l'esercito russo ha colpito una struttura militare nella regione di Khmelnytskyi, distruggendo 5 aerei. Lo ha riferito su Telegram l'amministrazione militare della regione, precisando che si stanno valutando i danni. "Al momento, continuano i lavori sulla localizzazione degli incendi nei magazzini di combustibili e lubrificanti e sullo stoccaggio di materiale militare". 

Cannoni "portatili", la tattica russa dei sistemi missilistici anticarro: montati a tempo record (Video)

Kiev: frammenti di razzi sulla carreggiata nella capitale

"Nel distretto di Obolonsky, sono caduti frammenti di razzi sulla carreggiata. Tutti i servizi vengono inviati sul posto". Ne dà notizia il sindaco di Kiev Vitali Klitschko su telegram.  

Media russi, testimoni: forte attacco di artiglieria su regione Belgorod

Massicci bombardamenti ucraini sono in corso da stamane su Shebekino e alcuni villaggi vicini nella provincia russa di Belgorod. Lo riferiscono diversi testimoni a canali Telegram russi, secondo i quali si tratta di attacchi senza precedenti. Il noto blogger ucraino dissidente Anatoly Shari parla di attacchi "distruttivi" per le infrastrutture locali.  

Maggio 2023: i rottami del primo missile ipersonico russo abbattuto con il sistema Patriot (Video)

Il Sindaco di Kiev: "Esplosioni nelle zone del centro, rimanete nei rifugi"

Il sindaco di Kiev Vitali Klitschko ha segnalato esplosioni nella capitale chiedendo ai cittadini di recarsi  nei rifugi. ''Esplosioni in città! Nelle zone centrali. Rimanete nei  rifugi!'', ha scritto su Telegram Klitschko.

Il video del missile russo intercettato dalla contraerea ucraina nei cieli di Dnipro (Video)

+++Allarme aereo a Kiev, udite forti esplosioni

Nuovo allarme aereo a Kiev, udite forti esplosioni: dopo l'intenso attacco di questa notte, scattata la nuova allerta, autorità locali: "difesa aerea in azione"

Il colpo dell'Iskander: soldati lanciano il potente missile balistico ipersonico russo

Giappone annuncia nuove sanzioni contro la Russia

Il governo giapponese ha annunciato un nuovo pacchetto di sanzioni contro la Russia in risposta alla sua invasione dell'Ucraina, estendendo anche alla fornitura di servizi, materiali e tecnologia nelle costruzioni e nelle opere ingegneristiche il divieto di collaborazione tra i due paesi.  Al contempo, il governo del primo ministro Fumio Kishida ha deciso di congelare i beni di ulteriori 17 militari ai vertici delle forze armate e 78 organizzazioni russe, e di ampliare l'elenco delle aziende e dei beni sottoposti a embargo.  Da parte del ministero degli Esteri russo è arrivata in giornata, in una nota indirizzata al governo, la protesta formale, in cui si afferma come Mosca ritenga "ingiuste e immotivate" le nuove sanzioni. "La Russia non mancherà di reagire contro queste nuove sanzioni adottate dal governo giapponese" si legge nel testo.   

Maggio 2023: l'impressionante onda dell'esplosione del missile ipersonico russo Kinzhal

La Repubblicana Centrafricana vuole una base militare di Mosca nel paese

Le autorità della Repubblica Centrafricana sono interessate a collocare una base militare russa sul loro territorio. Lo ha detto l'ambasciatore in Russia, Leon Dodonu-Punagaza, in un'intervista al quotidiano Izvestia. "Il nostro Paese è stato il primo in Africa a resistere ai francesi e alla loro presenza militare nel Paese. Ma ora abbiamo bisogno di una base militare russa dove si possano trovare da cinque a diecimila soldati", ha detto.

Lo sparo del missile Stinger, video della soggettiva del soldato ucraino: la gioia del commilitone (Video)

Ucraina: "Russi castigati a Liman, presto controffensiva"

Il comandante delle forze di terra ucraine, Oleksandr Syrskyi, ha visitato le truppe al fronte nella citta' di Liman, nell'Ucraina orientale, e ha annunciato di aver inflitto "perdite significative" ai russi e che le truppe si preparano a lanciare "azioni offensive" piu' intense.   "Le nostre unita' continuano a mantenere la linea e le posizioni: hanno respinto tutti i tentativi del nemico di avanzare nelle aree di Bilogorivka, Spirne, Novoselivske, Torske, e inflitto ai russi perdite significative di personale e attrezzature", ha detto sul suo account Telegram.   Il comandante ucraino ha riferito di aver incontrato i militari al fronte, con i quali ha discusso della situazione attuale nel teatro delle operazioni e della sua possibile evoluzione. Syrskyi ha osservato che "verra' presto il momento in cui passeremo ad azioni offensive attive".

Marzo 2023: la Russia costruisce trincee in Crimea

L'intelligence del Regno Unito: cortine fumogene russe finora inefficaci

I miliari russi pongono una forte enfasi nell'utilizzo di cortine fumogene come parte della della loro tattica  di 'camuffamento e inganno'. Lo scrive su Twitter l'intelligence  britannica, secondo cui, tuttavia, "nella pratica, la 'maskirovka'  russa è stata generalmente inefficace in Ucraina, probabilmente a  causa della mancanza di una forte funzione di pianificazione centrale  e della scarsa disciplina nelle battaglie".   Nel suo aggiornamento quotidiano sulla guerra, il ministero della  Difesa di Londra fa riferimento allo scorso 24 maggio, quando "la  Russia ha condotto un'esercitazione di sicurezza attorno al ponte di  Crimea, che collega la città russa di Kerch alla penisola occupata e  che includeva la creazione di una cortina fumogena, che ha  parzialmente nascosto il ponte".       

I marines ucraini sventolano la bandiera sulla spiaggia: l'impressionante video per il reclutamento (Video)

Kiev, servono almeno 3 squadroni di F16 con 12-16 caccia

Per avere la superiorità aerea sul nemico russo, l'Ucraina ha bisogno di almeno 3-4 squadroni aerei dotati fra i 12 e i 16 caccia Usa F-16 ciascuno: la stima è stata formulata dal comandante dell'aeronautica di Kiev, gen. Serghey Golubtsov, in un'intervista a Radio Liberty citata dall'Ukrainska Pravda.   "Se capiamo che contro di noi il nemico usa 50 squadroni aerei operando da 39 aereoporti, ovviamente, dovremo esigere di più. Ma con almeno 3 o 4 squadroni, penso che in determinati quadranti potremo ottenere una supremazia aerea, costringendo il nemico ad abbandonare del tutto i raid che ora sta conducendo in quel quadrante", ha detto Golubtsov. "Allo stesso tempo, per pianificare un'operazione per colpire e distruggere (...) vale la pena parlare di almeno 12-16 aerei (F-16) per ogni squadrone".   Il comandante della forza aerea ucraina ha aggiunto che "il nemico nei cieli non ha più alcuna superiorità tattica od operativa, perché l'Ucraina ha ricevuto un'assistenza piuttosto potente dai Paesi partner: stazioni radar per il rilevamento e l'osservazione e sistemi missilistici antiaerei, ed è sotto gli occhi di tutti il funzionamenti di questi sistemi e la percentuale degli obiettivi (missili e droni russi) colpiti", ha concluso Golubtsov.  

Il video in soggettiva di un cecchino ucraino all'opera in una casa di Bakhmut

Questo video è stato girato da una camera indossata da un cecchino delle forze armate dell'Ucraina all'opera all'interno di un appartamento, molto malridotto, nella città di Bakhmut, nella regione di Donetsk. Dopo aver localizzato e riferito via radio la postazione da cui i russi stanno facendo fuoco con un cannone, cerca e riesce a individuare un cecchino russo e gli spara, ma, dice, non è certo di averlo colpito.

Ucraina: colpito dai russi anche un sito militare nell'Ovest

Nella notte del 29 maggio, l'esercito russo ha colpito una struttura militare nella regione di Khmelnytskyi, distruggendo 5 droni. Lo ha riferito su Telegram l'amministrazione militare della regione, precisando che si stanno valutando i danni ai magazzini di combustibili, lubrificanti e stoccaggio di materiale militare.  

Missile da crociera russo P-270 Moskit lanciato da un incrociatore distrugge bersaglio nel Pacifico (Video)

Kiev, abbattuti di notte 37 missili cruise e 29 droni russi

Le forze armate ucraine hanno intercettato 37 missili da crociera e 29 droni da combattimento russi lanciati sul suo territorio in una nuova ondata di attacchi aerei durante la scorsa notte. Lo ha dichiarato il capo di stato maggiore ucraino, Valery Zuluzhny, sul suo account Telegram. "Questa notte gli occupanti hanno attaccato dei siti militari e alcuna infrastrutture essenziali dell'Ucraina", lanciando "40 missili cruise" da aerei dal Mar Caspio, e "circa 35 droni", ha scritto

Il momento dell'impatto di un drone suicida a Krasnodar, in Russia - Video

 Un attacco con due droni armati ha colpito nella mattina di venerdì 26 maggio la città russa di Krasnodar, a est della Crimea e non lontana dalle frontiere con l'Ucraina e la Georgia, rispettivamente a nord e a sud. In video, pubblicato sul popolare canale Telegram russo “Shot”, si vede distintamente uno dei due veivoli automatici entrare nell'inquadratura in alto a sinistra, pochi istanti prima dell'esplosione. L'attacco ha causato danni a edifici residenzali e altre infrastrutture ma  non ci sarebbero vittime,  ha riferito sul proprio canale Telegram il governatore Veniamin Kondratyev. Negli ultimi mesi la regione di Krasnodar, sul Mar Nero, vicina al confine con l'Ucraina, è stata più volte colpita da droni lanciati dalle forze ucraine, in particoalre sui serbatoi di carburante delle locali raffinerie. 

Militari Kiev, nella notte abbattuti 37 missili e 29 droni

L'aeronautica delle forze armate ucraine ha distrutto nella notte 37 missili da crociera e 29 droni kamikaze di tipo Shahed. Lo ha reso noto il servizio stampa militare di Kiev su Telegram. Su Kiev, le forze di difesa hanno distrutto più di 40 bersagli aerei, non ci sono stati danni critici, morti o feriti. Oltre alla capitale sono state prese di mira le regioni di Odessa, Khmelnytsky, Leopoli e Vinnytsia .

L'incredibile video di un mese fa, quando i Patriot difesero con successo la capitale, Kiev per la prima volta: le urla di gioia, i balli in piazza: i festeggiamenti dopo l'attacco massiccio di droni

Kiev, 16.226 i bimbi deportati in Russia, solo 300 tornati

Secondo il governo ucraino, dall'inizio dell'invasione russa sono in totale 16.226 i bambini ucraini che sono stati deportati in Russia, dei quali solo 300 sono stati riportati alle loro famiglie o comunque in patria, mentre in totale quelli che sono stati localizzati sono 10.513.Lo scrive il Guardian, che oggi dedica a questa vicenda un reportage, che descrive la paura rivelata da alcune piccole vittime di queste deportazioni riportate in Ucraina. L'articolo parla anche di famiglie russe che hanno cercato di nascondere la presenza di un bimbo ucraino per non farselo portare via, rischiando di perdere i sussidi governativi.  

Lotta per estrarre mezzi militari dal fango sotto il fuoco nemico: video, soldati ucraini a Bakhmut (Video)

Ministero dell'Interno russo inserisce senatore Usa Graham, nella "lista dei ricercati"

In precedenza, il senatore Graham ha affermato che la morte dei russi durante il conflitto in Ucraina "è stato il miglior denaro mai speso dagli Stati Uniti". Ora il ministero dell'Interno russo, ha aggiunto il senatore statunitense Lindsey Graham nella lista dei ricercati, dopo che il capo del comitato investigativo Alexander Bastrykin aveva ordinato un procedimento penale contro il politico per le sue osservazioni russofobe.

L'esplosione di una granata mentre passa un mezzo militare a Bakhmut: pioggia di schegge (Video)

Media ucraini, attacco contro posizioni russe a Berdiansk (Zaporizhzhia): "esplosioni"

L'Ucraina ha lanciato un attacco contro le posizioni russe a Berdiansk - occupata dai russi - nel sud-est della regione di Zaporizhzhia. Così secondo quanto riferito dalle autorità locali in esilio: "Almeno cinque bombardamenti sarebbero stati condotti la sera del 28 maggio", cos' le autorità, mentre i canali Telegram locali hanno riferito di esplosioni vicino all'aeroporto. Un filmato dei residenti locali condiviso sul canale "Berdiansk Today", avrebbe mostrato colonne di fumo in aumento vicino a Berdiansk. 
 

Il terrore e il disagio: i visi dei soldati-ragazzi ucraini in trincea nell'impressionante video (Video)

Russia, Lavrov in visita in Kenya

Il ministro degli Esteri russo, Sergey Lavrov, è giunto oggi a Nairobi, in Kenya. Lo ha riferito il ministero degli Esteri russo. Su Telegram la portavoce del ministero, Maria Zakharova, ha sottolineato che il "nuovo tour di Lavrov nel continente africano" avviene in vista del summit Russia-Africa in programma a luglio a San Pietroburgo.

L'impressionante bomba caricata sul caccia Su-34 russo: video dalla "zona dell'operazione speciale" (Video)

Prigozhin : “Putin non ha carattere”, nuove bordate contro il presidente russo

Il leader della brigata Wagner Evgeny Prigozhin "sembra aver nuovamente minato, anche se indirettamente, l'autorità e il regime del presidente russo Vladimir Putin". È quanto sostiene nella sua ultima analisi l'autorevole Istituto per lo studio della guerra (Isw). Il think tank di Washington basa la sua affermazione sulla risposta data da Prigozhin a un giornalista che gli chiedeva un commento relativo alla censura che di fatto sembra essere calata sui media statali russi relativamente al gruppo di mercenari da lui guidato. Prigozhin ha affermato che i burocrati di Mosca avrebbero potuto "beneficiare della loro storica capacità di censurare le informazioni se la Russia non avesse dichiarato guerra all'Ucraina. Se stai iniziando una guerra - ha aggiunto - per favore abbi carattere, volontà e palle d'acciaio - e solo allora sarai in grado di ottenere qualcosa". Una bordata che, stando all'Isw, sarebbe stata diretta proprio al leader del Cremlino, con il quale Prigozhin avrebbe ormai il dente avvelenato per la mancanza di un'adeguata ricompensa per la sanguinosa conquista di Bakhmut ottenuta con enormi sacrifici proprio dai suoi uomini.   

Caccia russi Su-25 lanciano missili contro le postazioni militari ucraine (Video)

Kiev, ieri aviazione ha attaccato 15 obiettivi russi in Ucraina

Nella giornata di domenica l'aviazione ucraina ha compiuto 15 attacchi contro postazioni, "concentrazioni di personale militare", batterie di missili antiaerei, unità di artiglieria e depositi di munizioni russi in territorio ucraino: è quanto afferma lo stato maggiore ucraino nel suo briefing mattutino, citato dai media ucraini, fra cui Ukrinform. In particolare, secondo i militari di Kiev, sono stati colpiti un complesso missilistico antiaereo di S-300 e uno di Tor, 6 punti di controllo,  una "stazione per la guerra elettronica", un'unità di artiglieria in posizione di tiro e un deposito di munizioni dei russi. 

Ancora Bakhmut: terra e alberi prendono il posto del cemento sulle strade distrutte dalle bombe (Video)

Stato maggiore Kiev, nemico ha ridotto numero di attacchi sul campo e cambiato direzione

"Il nemico non rinuncia alla sua intenzione di occupare completamente le regioni di Luhansk e Donetsk. Allo stesso tempo, il numero di attacchi nel Donbass sta diventando sempre meno inteso", così lo stato maggiore ucraino nel suo bollettino mattutino: "La scorsa giornata il nemico ha attaccato 19 volte le postazioni dei soldati ucraini, il maggior numero su Maryinka: qui ne sono stati respinti 12. I russi hanno smesso di avanzare in direzione Avdiyiv e hanno invece iniziato a premere in direzione Shakhtarsky. Qui il nemico stava conducendo operazioni offensive nell'area di Velika Novosilka, al momento senza successo".

 

Sempre più una "guerra di droni". Video d'archivio: Il volo è implacabile, colpita con precisione la roccaforte ucraina: la soggettiva dell'Uav russo

Stato maggiore Kiev, uccisi 207mila soldati russi, 430 nelle ultime 24ore

"Dal 24 febbraio 2022 al 29 maggio 2023, le forze di difesa dell'Ucraina hanno eliminato circa 207mila invasori russi, mentre altre 430 soldati sono stati uccisi nell'ultimo giorno", così lo Stato Maggiore delle Forze Armate dell'Ucraina su Facebook: "Distrutti anche 3801 carri armati, 7467 veicoli corazzati da combattimento e 3435 sistemi di artiglieria".

Attacco notturno su Kiev: "abbattuti più di 40 bersagli aerei"

"L'attacco a Kiev è stato combinato e da diverse direzioni". Raid notturno sulla capitale, con droni Shahed e missili da crociera, "probabilmente X-101/555". "Gli occupanti hanno diretto droni kamikaze del tipo Shahed-131/136 anche sul Sud dell'Ucraina. Distrutti dalla contraerea 3 ordigni diretti su Mykolaiv un altro su Odessa". "Esplosioni anche nelle regioni di Khmelnytskyi e Lviv", così le autorità regionali su Telegram.

Granata esplode dentro la trincea: soldati ucraini salvi per miracolo

Kiev, attacco missilistico intenso su regione Leopoli "hub delle armi dall'occidente"

"Questa notte, le armi russe hanno raggiunto anche le regioni occidentali dell'Ucraina. Nella regione di Leopoli l'attacco missilistico più intenso da diversi mesi". Secondo le agenzie di stampa ucraine, segnalate esplosioni "in una serie di strutture sia direttamente a Leopoli che nella regione attraverso la quale passa il flusso principale di armi occidentali fornite all'Ucraina". Colpiti armamenti nell'hub di trasporto e logistica dell'Ucraina occidentale. 

L'impressionante bocca di fuoco dei cannoni dell'elicottero russo che spara missili (Video)

Metsola: 16mila bambini deportati in Russia

"La Russia tutti i giorni mette delle bombe, sta attaccando con massicci bombardamenti, questa è l'escalation, non l'aiuto che noi diamo agli ucraini che stanno lottando per le loro vite, affinché i bambini possano andare a scuola - Così la presidente del Parlamento Europeo Roberta Metsola a Che tempo che fa, su Rai3 - più di 16.000 bambini sono stati rapiti e portati in Russia, questo è un crimine e un reato di guerra che è disumano e dobbiamo lottare per la pace con giustizia e avverrà soltanto quando la Russia lascerà i territori ucraini". .

"Finché la Russia non lascerà il territorio ucraino non possiamo immaginare delle relazioni. Questa per la mia generazione è la prima guerra in Europa che seguiamo. Come posso direi ai miei figli che noi non lottiamo per la pace, la libertà, l'uguaglianza, l'integrità del territorio? Se c'è un Paese che è sotto attacco deve essere aiutato. Questo è il motivo per cui sono andata in Moldavia una settimana fa, domenica scorsa, c'erano 80.000 manifestanti che hanno dato un messaggio, 'La Moldavia non è sola' e vogliono entrare in Europa. Questa è una cosa a cui tengo molto, perché ricordo la trasformazione del mio Paese, da candidato a membro dell'Unione Europea".

Mosca, due missili Storm Shadow lanciati dalle truppe ucraine contro Yuryevka, nella DPR

"Le truppe ucraine hanno lanciato due missili Storm Shadow contro l'insediamento di Yuryevka nella Repubblica popolare di Donetsk (DPR) domenica sera", così il Centro congiunto di controllo e coordinamento (JCCC) filorusso. "Alle 19.10 è stato segnalato un bombardamento da parte delle truppe ucraine", così sul canale Telegram della repubblica autoproclamata. 

Isw, Prigozhin: possibile ritardo nell'operazione a Bakhmut

Il fondatore del gruppo Wagner, Yevgeny Prigozhin, ha annunciato che l'operazione a Bakhmut potrebbe "non essere completata entro la scadenza iniziale del 1 giugno e durare fino al 5 giugno". Le forze dei militari Wagner richiedono "alcuni giorni aggiuntivi per trasferire tutte le attrezzature in buone condizioni, rendendo così necessario un ritardo nel loro ritiro dalla città". Prigozhin ha chiarito che l'intenzione delle forze di Wagner è quella di completare un completo ritiro da Bakhmut entro il 5 giugno. Il Washington Post ha riferito che ieri il personale ucraino nell'area di Bakhmut ha assistito alla partenza delle forze di Wagner dalla stessa città, sostituito dalle forze russe che prendono le stesse posizioni sul campo.

Nel frattempo, fonti russe hanno condiviso filmati del 27 e 28 maggio, che presumibilmente mostrano elementi del battaglione di volontari "Nevsky" e della 1a brigata di sabotaggio e ricognizione "Wolves" irregolare che operano sui fianchi nell'area di Bakhmut. La brigata "Lupi" era stata precedentemente valutata come attiva nell'area di Avdiivka, suggerendo un potenziale trasferimento di forze ed elementi irregolari associati ai delegati della Russia nelle parti occupate dell'oblast di Donetsk da Avdiivka all'area di Bakhmut.

"Questo sviluppo potrebbe comportare una diminuzione del ritmo delle operazioni offensive russe lungo il fronte della città di Avdiivka-Donetsk", come precedentemente valutato dall'Istituto per lo studio della guerra. 
 

Odessa, resti di un drone sono caduti su infrastrutture del Porto

"A Odessa, durante un attacco nemico notturno, frammenti di un drone abbattuto sono caduti sull'infrastruttura portuale", così il capo del Consiglio pubblico di Odessa OVA Serhii Bratchuk su Telegram: "Dopo quasi quattro ore di allerta aerea, la difesa ha respinto un attacco di Uav nemici: i detriti sono caduti sul territorio dell'infrastruttura portuale, a seguito dei quali è scoppiato un incendio"

Forze armate ucraine. Il comandante delle Forze armate ucraine Valeriy Zaluzhny ha pubblicato un video su Telegram che lascia intendere l'inizio della controffensiva 28/05/23 Ansa
Forze armate ucraine. Il comandante delle Forze armate ucraine Valeriy Zaluzhny ha pubblicato un video su Telegram che lascia intendere l'inizio della controffensiva 28/05/23

Podolyak, Mosca seppellisce trattato non proliferazione

"Le dichiarazioni "nucleari" di Lukashenko (il sovrano nominale della Bielorussia e un propagandista VIP della guerra) indicano direttamente che la Federazione Russa sta deliberatamente "uccidendo" il concetto di deterrenza nucleare globale e "seppellendo" il Trattato globale chiave sulla non proliferazione delle armi nucleari", lo scrive su Twitter Mykhailo Podolyak, il principale consigliere del presidente ucraino Volodymyr Zelensky.    "Questo mina fondamentalmente i principi della sicurezza globale... Ci puo' essere solo una soluzione: una posizione dura nei confronti degli Stati nucleari; le pertinenti risoluzioni ONU/AIEA; ampie sanzioni contro Rosatom; sanzioni finanziarie sistemiche contro la Bielorussia e, in ultima analisi, contro la Russia..."  

Russi sparano con mortai, cannoni semoventi e artiglieria contro 9 villaggi di Sumy

L'amministrazione militare regionale di Sumy ha riferito che durante la giornata del 28 maggio l'esercito russo ha bombardato 14 volte le aree di confine della regione, nove comunità erano sotto tiro. Lo afferma in un post su Facebook: "Durante il giorno, i russi hanno effettuato 14 bombardamenti al confine. Sono state registrate 49 esplosioni. Le comunità di Novoslobidsk, Velikopysarivsk, Esmansk, Znob-Novgorodsk, Shalyginsk, Yunakivsk, Myropilsk, Khotinsky e Bilopolsk sono state prese di mira".

La devastazione della guerra nella regione del Donetsk 26/05/23 LaPresse
La devastazione della guerra nella regione del Donetsk 26/05/23

Kiev, nuova ondata di attacchi aerei, Sindaco: abbattuti 40 obiettivi

La Russia ha lanciato una nuova ondata di attacchi aerei contro l'Ucraina nelle prime ore del 29 maggio utilizzando droni e missili da crociera, con l'amministrazione militare della città di Kiev che ha affermato che le forze di difesa hanno abbattuto oltre 40 obiettivi. Secondo i funzionari - come riporta il Kyyiv Indipendent - la capitale ha subito il 15° attacco aereo russo contro la città a maggio, segnando il secondo attacco notturno consecutivo di simile intensità. Fortunatamente a Kiev non sono stati segnalati danni significativi o vittime.  "Un'altra notte impegnativa per la capitale", ha scritto il sindaco di Kiev Vitalii Klitschko sul suo Telegram ufficiale. "Tuttavia, grazie alla professionalità dei nostri difensori, non ci sono stati danni o distruzioni di infrastrutture e altre strutture, compresi gli edifici residenziali, a seguito del barbaro attacco contro Kiev". Non ci sono stati feriti o vittime, secondo il sindaco. Nel suo attacco di lunedì la Russia ha usato una combinazione di droni Shahed-136 di fabbricazione iraniana e missili da crociera, ha detto l'amministrazione militare della città.

Podolyak: "Siamo alla preparazione della controffensiva, guerra può finire con sconfitta russa"

Intervista a Rainews24

Zelensky: Sanzioni all'Iran per 50 anni

Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha presentato una proposta di legge che prevede l'imposizione di sanzioni per 50 anni all'Iran alleato ddella Russia, ha dichiarato il capo di gabinetto di Zelensky, Andriy Yermak, in risposta a quelle che secondo Kiev sono le forniture di armi di Teheran a Mosca. Kiev e i suoi alleati affermano che l'Iran ha fornito armi alla Russia, tra cui centinaia di droni, da quando Mosca ha invaso l'Ucraina lo scorso anno. Teheran respinge le accuse.Se approvato dal Parlamento ucraino, il disegno di legge bloccherebbe il transito di merci iraniane in Ucraina e l'uso del suo spazio aereo, oltre a imporre sanzioni commerciali, finanziarie e tecnologiche contro l'Iran e i suoi cittadini.
 

Kiev, appello all'Australia per avere veicoli corazzati

Il Ministero della Difesa dell'Ucraina ha fatto appello all'Australia per fornire al nostro paese veicoli corazzati Hawkie e ha invitato Sydney a unirsi alla "coalizione di carri armati" internazionale. Così su Twitter il capo del ministero della Difesa dell'Ucraina, Oleksiy Reznikov.
Il ministro ha ricordato che l'Australia aveva già fornito un sostegno significativo al nostro Paese durante l'invasione su vasta scala della Federazione Russa e aveva dato "il più grande contributo all'Ucraina al di fuori della NATO".

Mosca: intercettati missili ucraini. Kiev continua ad attaccare le forze russe al fronte - video

Ucraina: allarme nella notte, a Kiev ed in altre regioni

Una serie di esplosioni sono state segnalate a Kiev subito dopo le 3 del mattino ora locale. Lo riporta Kyiv Independent. Il sindaco della città Vitalii Klitschko ha dichiarato su Telegram che i primi soccorritori erano in viaggio verso il distretto di Holosiivskyi, situato nella parte sud-occidentale di Kiev. Il sindaco ha aggiunto che un missile è stato abbattuto vicino a Kiev e la difesa aerea rimane attiva. Successivamente Klitshcko ha riferito che i detriti di una serie di oggetti aerei russi sparati sopra la capitale nelle prime ore di oggi, 29 maggio, sono caduti sul tetto di una residenza privata nel distretto di Podilskyi a Kiev, così come nei distretti di Sviatoshyn e Holosiivskyi.

Kiev: ieri distrutti più di 40 droni e missili lanciati dalla Russia

Le forze di difesa aerea ucraine hanno abbattuto più di 40 obiettivi aerei russi che si muovevano verso Kiev nelle prime ore di lunedì, tra cui droni e missili, ha dichiarato l'amministrazione militare della città di Kiev su Telegram. 
 

Attacco con decine di droni su Kiev, le immagini dei danni agli edifici

Putin si congratula: Erdogan ha sostegno del popolo

Il presidente russo Vladimir Putin si è congratulato con il leader turco Recep Tayyip Erdogan, che ha collaborato strettamente con la Russia su questioni internazionali chiave nonostante alcuni disaccordi, per la sua rielezione. "La sua vittoria in queste elezioni è il logico risultato del suo lavoro dedicato come capo della Repubblica turca, una chiara prova del sostegno del popolo turco ai suoi sforzi per rafforzare la sovranità dello Stato e perseguire una politica estera indipendente", ha dichiarato Putin.

Nave da guerra russa respinge l'attacco dei droni ucraini mentre fa la guardia ai gasdotti del Mar Nero - Ministero della Difesa (Reuters)
Nave da guerra russa respinge l'attacco dei droni ucraini mentre fa la guardia ai gasdotti del Mar Nero - Ministero della Difesa

Ucraina: Kiev attaccata con droni e missili, no vittime

Kiev e' stata nuovamente colpita da droni e missili esplosivi, meno di 24 ore dopo aver subito il piu' grande attacco di droni dall'inizio della guerra. "Piu' di 40 obiettivi aerei sono stati individuati e distrutti dalla nostra difesa aerea. Gli attacchi a Kiev sono stati respinti", ha dichiarato l'amministrazione civile e militare di Kiev sul suo canale Telegram. Questo attacco, il quindicesimo che ha preso di mira la capitale ucraina dall'inizio di maggio, e' stato condotto utilizzando missili da crociera lanciati da bombardieri strategici TU-95MS e droni esplosivi, ha aggiunto. Ha affermato che "con questi continui attacchi, il nemico sta cercando di mantenere la popolazione civile in uno stato di profonda tensione psicologica"

Bombardamenti ucraini nella regione di Belgorod, in Russia, a 12 km dal confine ucraino - video

Podolyak: Mosca seppellisce trattato non proliferazione

"Le dichiarazioni "nucleari" di Lukashenko (il sovrano nominale della Bielorussia e un propagandista VIP della guerra) indicano direttamente che la Federazione Russa sta deliberatamente "uccidendo" il concetto di deterrenza nucleare globale e "seppellendo" il Trattato globale chiave sulla non proliferazione delle armi nucleari", lo scrive su Twitter Mykhailo Podolyak, il principale consigliere del presidente ucraino Volodymyr Zelensky.    

"Questo mina fondamentalmente i principi della sicurezza globale... Ci puo' essere solo una soluzione: una posizione dura nei confronti degli Stati nucleari; le pertinenti risoluzioni ONU/AIEA; ampie sanzioni contro Rosatom; sanzioni finanziarie sistemiche contro la Bielorussia e, in ultima analisi, contro la Russia...".

L'aviazione russa bombarda un deposito di armi ucraino a Orechov - video

Kiev: "drone kamikaze russo su Marhanets, nel Dnipropetrovsk"

Le forze russe, questa notte, hanno attaccato la regione di Dnipropetrovsk, utilizzando un drone kamikaze su Marhanets. Lo scrive su Telegram Mykola Lukashuk, capo del consiglio regionale di Dnipropetrovsk. "Gli occupanti hanno sparato da cannoni d'artiglieria sul territorio della comunità di Myrovska" e "hanno attaccato la comunità di Marhanets con un drone kamikaze", mentre "le altre comunità sono rimaste tranquille per tutto il giorno" chiarisce il capo del consiglio regionale di Dnipropetrovsk.
 

Kiev: Distrutti più di 40 droni e missili lanciati dalla Russia

Le forze di difesa aerea ucraine hanno abbattuto più di 40 obiettivi aerei russi che si muovevano verso Kiev nelle prime ore di lunedì, tra cui droni e missili, ha dichiarato l'amministrazione militare della città di Kiev su Telegram. 
 

La Russia lancia il 15° attacco aereo su Kiev nel mese di maggio

Diverse esplosioni hanno scosso la capitale ucraina questa notte nel 15° attacco aereo russo sulla città nel mese di maggio e il secondo attacco notturno di fila. "Un missile è stato abbattuto vicino a Kiev", ha scritto il sindaco di Kiev Vitali Klitschko su Telegram. Ha aggiunto che sono state udite esplosioni in diversi quartieri della città, tra cui il quartiere storico di Podil, dove la caduta di detriti ha danneggiato il tetto di una casa. Secondo le informazioni preliminari di Klitschko e dell'amministrazione militare della città, non ci sono state vittime. Con l'incombere della controffensiva ucraina, Mosca ha intensificato gli attacchi, prendendo di mira infrastrutture e magazzini militari.

Zelensky: Sanzioni all'Iran per 50 anni

Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha presentato una proposta di legge che prevede l'imposizione di sanzioni per 50 anni all'Iran alleato ddella Russia, ha dichiarato il capo di gabinetto di Zelensky, Andriy Yermak, in risposta a quelle che secondo Kiev sono le forniture di armi di Teheran a Mosca. Kiev e i suoi alleati affermano che l'Iran ha fornito armi alla Russia, tra cui centinaia di droni, da quando Mosca ha invaso l'Ucraina lo scorso anno. Teheran respinge le accuse.Se approvato dal Parlamento ucraino, il disegno di legge bloccherebbe il transito di merci iraniane in Ucraina e l'uso del suo spazio aereo, oltre a imporre sanzioni commerciali, finanziarie e tecnologiche contro l'Iran e i suoi cittadini.