La nuova guerra, giorno 22

Scontri a Nord di Gaza tra militari israeliani e miliziani di Hamas. Assalto ai depositi di scorte

Onu: a Gaza "situazione disperata". E l'Oms denuncia mancanza di acqua e rifugi, "ospedali al collasso". Appello di Macron e Sunak: "Fate arrivare acqua, cibo e medicine". Più di 8.000 morti a Gaza

Diretta streaming: le immagini dalla Striscia di Gaza in tempo reale (video)

Il leader di Hezbollah, Nasrallah, terrà un discorso il prossimo venerdì

Hassan Nasrallah, leader di Hezbollah, pronuncerà un discorso venerdì prossimo. Lo ha annunciato lo stesso movimento sciita libanese. E' quanto si legge sulla testata libanese L'Orient-le Jour. Si tratta della prima volta che Nasrallah parlerà da quando gli alleati palestinesi di Hamas hanno sferrato l'attacco contro Israele, lo scorso 7 ottobre, provocando la dura reazione contro Gaza. Fin dall'inizio del conflitto, si sono verificati scontri anche al confine di Israele con il Libano, fra l'esercito israeliano e le milizie dI Hezbollah.

Angelina Jolie,inviata speciale dell'Onu: "Cessate il fuoco, le vite valgono tutte uguali"

"Quanto accaduto in Israele è un atto di terrore. Ma non può giustificare le vite di innocenti perse nei bombardamenti sulla popolazione civile di Gaza che non ha un posto dove andare, non ha accesso al cibo e all'acqua,nessuna possibilità di evacuare  e non ha neanche il diritto di base di attraversare il confine e cercare rifugio". Lo afferma Angelina Jolie nelle sue vesti di inviata speciale dell'Onu.    

"Negare gli aiuti, il carburante e l'acqua è punire collettivamente" la popolazione: "l'umanità chiede l'immediato cessate il fuoco. Le vite palestinesi e quelle israeliane - e le vite di tutti - valgono allo stesso modo", aggiunge Jolie precisando di aver scelto come associazione da appoggiare e sostenere Medici Senza Frontiere.

Razzi siriani dal Golan e Israele risponde

L'esercito israeliano ha attaccato oggi obiettivi in Siria in risposta a lanci di missili siriani verso le alture del Golan.     

"Recentemente sono stati identificati diversi lanci dalla Siria verso il territorio israeliano", caduti senza provocare danni in campi aperti, ha detto un portavoce militare israeliano. "I soldati dell'esercito hanno risposto sparando verso la zona da cui provenivano i lanci", ha aggiunto.    

L'Osservatorio siriano per i diritti umani, una ONG con sede nel Regno Unito e una vasta rete di collaboratori sul terreno, ha fatto sapere che Israele ha sparato in punti nella provincia meridionale di Deraa, da dove provenivano i missili  lanciati verso le alture di Golan, territorio siriano sotto occupazione israeliana dal 1967

Israele colpisce obiettivi di Hezbollah in Libano

L'esercito di Israele ha colpito obiettivi di Hezbollah in Libano dopo che da quella zona sono stati lanciati razzi verso il nord di Israele. Lo ha fatto sapere il portavoce delle Israel Defence Forces, precisando che fra gli obiettivi attaccati c'erano infrastrutture terroristiche e militari.

L' Ambasciatore di Israele in Italia: " Fiducia nelle autorità per la sicurezza degli ebrei italiani"

"Dopo la mia intervista di stasera su Tg1, vorrei chiarire che anche se sentiamo non poche preoccupazioni riguardo alla sicurezza degli ebrei e degli israeliani in Italia, siamo in contatto diretto con le autorità competenti e confidiamo che faranno ciò che è necessario per garantire la sicurezza degli ebrei e gli israeliani in tutto il paese". Lo scrive su X l'ambasciatore israeliano a Roma Alon Bar.

Il premier olandese Rutte sente il collega inglese Sunak che concorda che servono subito aiuti umanitaria a Gaza

Il premier olandese Mark Rutte ha annunciato su X di avere "parlato al telefono con il collega britannico Rishi Sunak della preoccupante situazione in Medio Oriente. Servono immediatamente aiuti umanitari per gli innocenti residenti di Gaza. Allo stesso tempo, sosteniamoIsraele nel ripristinare la deterrenza contro i gruppiterroristici".   Rutte ha poi precisato che "come aveva discusso con il presidente francese Emmanuel Macron all'inizio di questa settimana, il primo ministro Sunak e io concordiamo sull'importanza di iniziare a pensare ora al processo politico del dopoguerra, volto a una pace duratura con un Israele sicuro accanto a uno Stato palestinese indipendente".

L'agenzia di aviazione russa rende noto che è stato sgombrato all'aeroporto di Makhachkala nel Daghestan

L'agenzia di aviazione russa rende noto che è stato sgombrato all'aeroporto di Makhachkala, capitale della  repubblica russa del Daghestan, dove diverse centinaia di persone  avevano fatto irruzione per protestare contro l'arrivo di un aereo da  Israele. L'agenzia Tass riferisce la nota dell'agenzia federale russa, secondo la quale alle 22.20 ora locale "grazia al lavoro delle forze  dell'ordine l'aeroporto è stato sgombrato dalle persone non  autorizzate che erano entrate", senza fare riferimento alla  motivazione anti-israeliana della protesta.

'L' ambasciatore israeliano in Italia al TG1: "Gli ebrei italiani vedono crescere l'ostilità"

"Ultimamente alcune persone delle comunità ebraiche italiane dicono di sentirsi più insicure,vedono crescere una certa ostilità, in certi casi esitano amandare i figli a scuola. Questo dovrebbe essere inaccettabile,non solo per noi, ma anche per il governo italiano". Lo ha detto l'ambasciatore israeliano a Roma Alon Bar al Tg1, rispondendo ad una domanda su un aumento o meno degli allarmi sicurezza in Italia.

Razzi dalla Siria verso il nord di Israele

L'esercito di Israele (Idf) riferisce che diversi razzi sono stati lanciati dalla Siria verso il nord di Israele e sono caduti tutti in zone aperte, senza provocare feriti né danni. Lo riportano i media israeliani, aggiungendo che l'Idf aggiunge che sta rispondendo al fuoco con colpi d'artiglieria contro l'origine dei lanci.

Biden a Netanyahu: "Israele aumenti flusso di aiuti a Gaza"

Il presidente americano Joe Biden ha detto al primo ministro Benjamin Netanyahu durante la telefonata di oggi che il flusso di aiuti umanitari a Gaza deve "aumentare immediatamente e in modo significativo per soddisfare le esigenze dei civili a Gaza". Lo rende noto la Casa Bianca informando che il presidente ha fatto altrettanto in una telefonata all'omologo egiziano Abdel Fattah al Sisi.Biden "ha ribadito che Israele ha ogni diritto e responsabilità di difendere i suoi cittadini dal terrorismo ma ha sottolineato la necessità di farlo in modo coerente con il diritto internazionale umanitario che dà priorità alla protezione dei civili", afferma ancora il comunicato di Washington

Israele chiede alla Russia di intervenire contro manifestanti Daghestan

"Israele si aspetta che le autorità di polizia russa proteggano la sicurezza di tutti i cittadini israeliani ed ebrei ovunque essi si trovino e agiscano in maniera risoluta contro i manifestanti e contro la selvaggia istigazione diretta contro gli ebrei e gli israeliani". Lo ha detto il ministero degli Esteri israeliano riferendosi ai fatti accaduti in Daghestan. "L'Ambasciatore israeliano in Russia Alex Ben Zvi - ha aggiunto il ministero-sta lavorando con le autorità in Russia per assicurare la sicurezza degli israeliani e degli ebrei in quel posto".

Un volo da Israele alla Repubblica russa del Daghestan stamattina è stato costretto a deviare dalla sua destinazione prevista nella capitale Makhachkala dopo che i manifestanti filo-palestinesi hanno preso d'assalto l'aeroporto, cercando di attaccare gli arrivi israeliani.L'aereo è atterrato in un aeroporto alternativo, ma ha dovuto affrontare disordini anche lì, secondo il canale israeliano Channel 12. Ai passeggeri è stato detto di rimanere all'interno dell'aereo e la polizia antisommossa è stata chiamata sul posto per proteggerli.In un filmato si vede una folla inferocita in un terminal dell'aeroporto dopo aver appreso del volo in arrivo.

Il ministero degli Esteri francese: "Inaccettabile la violenza dei coloni in Cisgiordania"

Il ministero degli Esteri francese ha definito "inaccettabile" la violenza perpetrata dai coloni israeliani contro la popolazione palestinese in Cisgiordania. "Devono fermarsi", ha affermato il Quai d'Orsay in un comunicato.Parigi "chiede alle autorità israeliane di adottare misure immediate per proteggere la popolazione palestinese, in particolare la comunità di Susiya che ha ricevuto minacce imminenti".La tensione è altissima in Cisgiordania. Secondo il ministero della Sanità dell'Autorità nazionale palestinese (Anp), oggi cinque palestinesi sono stati uccisi dal fuoco dell'esercito israeliano in Cisgiordania.

Il numero aggiornato degli ostaggi in mano ad Hams è di 239

L'esercito di Israele aggiorna il numero degli ostaggi: sono 239 

Biden a Netanyahu: "Rispettare le leggi a tutela dei civili"

Joe Biden ha ribadito a Benjamin Netanyahu che "Israele ha ogni diritto e responsabilità di difendere i suoi cittadini dal terrorismo" e ha messo in evidenza che "è necessario che lo faccia in linea con le leggi umanitarie internazionali che danno la priorità alla tutela dei civili". Lo afferma la Casa Bianca riferendo della conversazionetelefonica, la prima da quando Israele è entrato a Gaza, fra il presidente Joe Biden e il premier Benjamin Netanyahu.

David Satterfield, l'inviato speciale di Joe Biden: "Per i palestinesi di Gaza il loro futuro deve essere a Gaza e da nessuna altra parte"

Per i palestinesi di Gaza "il loro futuro deve essere a Gaza e da nessuna altra parte". Lo ha detto David Satterfield, l'inviato speciale di Joe Biden per i temi umanitari in Medio Oriente, secondo quanto riporta il Washington Post. Satterfield ha cercato così di dissipare l'idea che gli Stati Uniti sosterrebbero lo spostamento dei palestinesi di Gaza nel Sinai o altrove nella regione.

Colloquio telefonico tra il presidente americano Joe Biden e il premier israeliano Benjamin Netanyahu

Il presidente Joe Biden e il premier Benyamin Netanyahu si sono parlati oggi al telefono. E' il primo scambio tra i due dal blitz dell'esercito israeliano nella Striscia.

L'Idf (Israelian Defence Force) attacca in Libano in risposta a 10 razzi lanciati su Israele

L'Idf ha affermato che sta conducendo attacchi in Libano in risposta ai razzi lanciati in precedenza contro Israele. L'esercito ha precisato che 10 razzi sono volati nel territorio israeliano. Uno ha colpito un edificio a Kiryat Shmona, senza provocare vittime.

Israele convoca L'ambasciatore russo dopo la visita di Hamas a Mosca

Il ministero degli esteri a Gerusalemme ha convocato l'ambasciatore russo in Israele Anatoly Viktorov per protestare contro "la visita di una delegazione di Hamas a Mosca". Il ministero ha chiarito a Viktorov che Israele "considera grave la mancanza di una condanna chiara di Mosca dell'organizzazione terroristica Hamas e il comportamento della Russia negli organismi internazionali". 

"Ospitare leader diHamas, direttamente responsabili dell'attacco terroristico omicida del 7, del rapimento di ostaggi e dello spargimento di sangue di oltre 1400 israeliani, trasmette un messaggio di legittimità del terrorismo contro gli israeliani".

Il presidente francese Macron:"Ribadisco il mio appello ad una tregua umanitaria"

"Ribadisco il mio appello per una tregua umanitaria per proteggere la popolazione di Gaza. 17 tonnellate di merci umanitarie sono arrivate in Egitto dalla Francia. Stiamo proseguendo i nostri sforzi per via aerea e marittima. Insieme, in solidarietà, a fianco dell'Egitto e della Mezzaluna rossa". Lo scrive su X il presidente francese, Emmanuel Macron

La Mezzaluna rossa: " L'ospedale di Al-Quds di Gaza danneggiato da raid israelianp"

Parti dell'ospedale Al-Quds di Gaza City, pieno di gente, sono state danneggiate da attacchi israeliani, che sono giunti dopo due telefonate da parte dell'esercito israeliano in cui si chiedeva di evacuare la struttura. Un video che la Mezzaluna Rossa ha postato su X,  mostra l'ospedale dopo gli attacchi: si vedono stanze coperte di detriti e polvere e le finestre saltate. Le persone si coprivano il naso e la bocca, in preda al panico, mentre cercavano di lasciare l'ospedale con i bambini. "Le forze di occupazione israeliane continuano deliberatamente a lanciare razzi direttamente vicino all'ospedale Al-Quds di Gaza per costringere il personale medico, gli sfollati e i pazienti a evacuare l'ospedale. Questo ha causato danni significativi ai reparti dell'ospedale e ha esposto residenti e pazienti al rischio di soffocamento", ha scritto su X la Mezzaluna rossa palestinese.

L'attacco istraeliano e l'ospedale di Al-Quds

Il procuratore capo della Corte penale internazionale, Karim Ahmad Khan, auspica di "poter entrare a Gaza" e recarsi in Israele

Il procuratore capo della Corte penale internazionale (CPI), Karim Ahmad Khan, auspica di "poter entrare a Gaza" e recarsi in Israele per svolgere le indagini sul brutale attacco del gruppo islamista Hamas del 7 ottobre e sulla successiva massiccia risposta militare israeliana contro la Striscia di Gaza. "Sono molto fiducioso di poter entrare a Gaza e andare in Israele per questa particolare missione", ha detto Khan in un video postato su X dal valico di Rafah, che collega l'enclave palestinese con il Sinai egiziano ed e' l'unico valico di frontiera attraverso il quale sono entrati finora gli aiuti umanitari.

Il Wall Street Journal: "Gli Usa hanno imposto il ripristino delle comunicazioni a Gaza"

Gli Stati Uniti hanno convintoIsraele a ripristinare le comunicazioni a Gaza. Lo riporta il Wall Street Journal citando alcune fonti, secondo le quali gli americani hanno detto chiaramente a Israele che le comunicazioni internet e telefoniche andavano ripristinate.

La Casa Bianca, secondo fonti israeliane e statunitensi, si prepara per eventuale estensione della guerra

L'amministrazione Biden si sta preparando alla possibilità che la guerra fra Israele e Hamas si espanda in Medioriente, concentrandosi in particolare sull'assicurarsi che le forze Usa nella regione abbiano una protezione adeguata. È quanto riporta la testata Axios, citando fonti statunitensi e israeliane. "L'allarmante prospettiva di un'escalation regionale, alimentata da una serie di scaramucce oltre ai combattimenti a Gaza, aleggia in molte conversazioni interne ed esterne tra gli alti funzionari della Casa Bianca", scrive Axios. Secondo un alto funzionario israeliano citato dalla testata, ne hanno discusso il segretario alla Difesa Lloyd Austin e il ministro della Difesa israeliano Yoav Gallant in una telefonata avuta venerdì, alcune ore dopo che l'esercito israeliano aveva ampliato le operazioni a Gaza. Sempre secondo Axios, il ministro della Difesa saudita Khalid bin Salman dovrebbe recarsi in visita a Washington lunedì per colloqui con alti funzionari dell'amministrazione Biden, una visita che era in programma già prima dell'attacco di Hamas del 7 ottobre nel sud di Israele.

Tv di Hezbollah: razzi anche su Nahariya

Gli Hezbollah libanesi hanno fatto sapere di aver lanciato razzi su Nahariya, città israeliana sulla costa circa 10 km in linea d'aria dalla linea di demarcazione con il Libano. Lo riferisce la tv al Manar del Partito di Dio.

Hezbollah conferma il lancio di razzi su Kiryat Shmona

Gli Hezbollah libanesi filo-iraniani confermano di aver sparato razzi sulla città israeliana di Kiryat Shmona, a nord di Israele. La tv al-Manar del Partito di Dio mostra immagini di una casa in fiamme a Kiryat Shmona, pochi chilometri distante in linea d'aria dalla linea di demarcazione col Libano.

In poco più di un'ora, nove razzi lanciati dal Libano sul nord d'Israele

In poco più di un'ora sono stati 9 i razzi lanciati dal Libano verso il nord di Israele. Lo ha fatto sapere l'esercito israeliano secondo cui i primi 6 hanno fatto scattare le sirene di allarme nella città di Kiryat Shmona. Prima ne erano stati lanciati altri 3, due intercettati e uno caduto in un'area aperta. L'esercito sta ora colpendo il Libano con fuoco d'artiglieria.

Hamas: pesanti combattimenti con l'esercito israeliano

Hamas ha riferito di “pesanti combattimenti” con le truppe israeliane che da venerdì stanno effettuando incursioni di terra nel nord della Striscia di Gaza. “I nostri combattenti stanno attualmente combattendo pesanti battaglie con mitragliatrici e armi anticarro contro le forze di occupazione nemiche nel nord-ovest di Gaza” hanno dichiarato le Brigate Ezzedin al-Qassam, l'ala armata del movimento islamista al potere nel territorio palestinese, in un comunicato.

Esercito di Israele: "Colpiti terroristi dopo un tentato lancio di missile dal Libano"

“Poco fa, una cellula terroristica ha tentato di lanciare un missile anticarro dal Libano verso il territorio israeliano nella zona di Avivim. I soldati dell'esercito hanno colpito i terroristi”. Lo riferisce il portavoce militare di Israele.

Arresti a Gaza dopo i saccheggi nei magazzini dell'Onu

Dopo l'irruzione di una folla di palestinesi nei magazzini dell'Unrwa a Deir el-Balah (a sud di Gaza City), la polizia di Hamas è intervenuta e ha effettuato numerosi arresti. Fonti locali hanno riferito che la polizia è riuscita a recuperare buona parte delle quantità saccheggiate. Con questa mossa i fornai - che avevano minacciato di chiudere i loro esercizi dopo essere stati vittime di episodi di violenza - hanno assicurato che domani produrranno pane per la popolazione a condizione che la polizia garantisca loro protezione.

Scontri in Cisgiordania, uccisi cinque palestinesi

In una giornata di scontri estesi fra l'esercito e la popolazione locale in Cisgiordania sono rimasti uccisi oggi complessivamente cinque palestinesi. Lo riferisce la agenzia di stampa palestinese Wafa. Gli incidenti più gravi sono avvenuti nel campo profughi di Askar (Nablus) e a Tubas. Nel campo profughi di Deheishe (Betlemme) un giovane è stato colpito da un proiettile sparato dall'esercito mentre si trovava sul tetto della propria abitazione. Il suo corpo è stato scoperto solo in un secondo tempo. In Cisgiordania si avverte una rinnovata tensione a causa della guerra in corso a Gaza.

Alto funzionario del governo Usa: "Ok da Israele a 100 camion di aiuti al giorno da Rafah"

Israele si è impegnato a far entrare a Gaza 100 camion di aiuti al giorno attraverso il valico di frontiera con l'Egitto, lo ha dichiarato al New York Times un alto funzionario del governo Usa. Gli aiuti includeranno una quantità limitata di carburante che le Nazioni Unite distribuiranno alle infrastrutture umanitarie chiave di Gaza, come gli ospedali, ha dichiarato il funzionario, aggiungendo che l'obiettivo è quello di impedire ad Hamas di accedere al carburante.

Sullivan: "Inaccettabile la violenza dei coloni israeliani"

"Totalmente inaccettabile" l'aumento della violenza fra i coloni israeliani da quando è scoppiata la guerra a Gaza. Lo ha detto il consigliere alla Sicurezza nazionale Jake Sullivan sottolineando che il premier israeliano Benyamin Netanyahu “ha la responsabilità di tenere a freno i coloni. Questa è una sfida, ci aspettiamo che il governo israeliano faccia passi in avanti. Ci aspettiamo che i coloni estremisti impegnati in questo tipo di violenza rispondano delle loro responsabilità”.

"Avete un'ultima possibilità di fuggire in Giordania in modo ordinato, dopo di che uccideremo ogni nemico e vi espelleremo"

Volantino dell'esercito israeliano lanciato a Gaza, rivolto ai miliziani di Hamas: "Arrendetevi"

L'esercito israeliano ha esortato i miliziani di Hamas nella Striscia di Gaza ad arrendersi prima che le sue truppe entrino nell'enclave, ha dichiarato oggi un portavoce militare. “I leader di Hamas vi stanno sfruttando. Loro e le loro famiglie sono in luoghi sicuri mentre voi morirete invano” si legge in un volantino lanciato dall'esercito israeliano a Gaza.

Save the Children: "3.257 bambini uccisi a Gaza, più di quelli che ogni anno - dal 2019 - hanno perso la vita nelle zone di conflitto del mondo"

Il numero di bambini uccisi a Gaza, in sole tre settimane, ha superato il numero di quelli che ogni anno hanno perso la vita nelle zone di conflitto del mondo dopo il 2019”: questo l'allarme lanciato da Save the Children, l'Organizzazione internazionale che da oltre 100 anni lotta per salvare i bambini e le bambine a rischio e garantire loro un futuro.

“Secondo i dati diffusi rispettivamente dai ministeri della Sanità di Gaza e Israele, dal 7 ottobre, sono stati segnalati più di 3.257 bambini uccisi, di cui almeno 3.195 a Gaza, 33 in Cisgiordania e 29 in Israele. Il numero di bambini uccisi in sole tre settimane a Gaza - sottolinea Save the Children in una nota - è superiore al numero di bambini uccisi in conflitti armati a livello globale in più di 20 Paesi nel corso di un intero anno, negli ultimi tre anni”.

La situazione dei bambini a Gaza

Sullivan alla Cnn: "Israele deve distinguere tra i terroristi di Hamas e la popolazione civile"

Gli Stati Uniti hanno affermato che Israele deve fare differenza nelle sue operazioni militari tra Hamas e civili palestinesi. “Quello che crediamo è che ogni ora, ogni giorno di questa operazione militare, il governo israeliano dovrebbe adottare tutte le misure possibili a sua disposizione per distinguere tra Hamas - i terroristi che sono obiettivi militari legittimi - e i civili che non lo sono” ha affermato il consigliere per la Sicurezza nazionale, Jake Sullivan, alla Cnn.

Radio dell'esercito israeliano: scontri armati tra miliziani palestinesi e soldati di Tel Aviv

La radio dell'esercito israeliano ha riferito che un certo numero di uomini armati palestinesi sono usciti da un tunnel nella Striscia di Gaza, a diverse centinaia di metri dal confine israeliano, e hanno iniziato a scontrarsi con le truppe israeliane. Secondo l'emittente, le forze dell'Idf hanno ucciso un certo numero di uomini armati.

Intensificato l'intervento israeliano nel Nord della Striscia

Macron e Sunak uniti nel chiedere che a Gaza arrivino presto aiuti umanitari urgenti

Il primo ministro britannico Rishi Sunak e il presidente francese Emmanuel Macron hanno “sottolineato l'importanza di far arrivare a Gaza aiuti umanitari urgenti” durante una conversazione. Lo ha riferito il governo britannico. “I due hanno concordato di lavorare insieme per far arrivare cibo, carburante, acqua e medicine a chi ne ha bisogno e per far uscire i cittadini stranieri” ha dichiarato un portavoce di Downing Street.

Sullivan: "Le trattative per il rilascio degli ostaggi continuano"

Nell'intervista a Cbs citata prima, il consigliere per la Sicurezza nazionale della Casa Bianca, Jack Sullivan, afferma che Hamas sta bloccando l'uscita di civili da Gaza. “Siamo in trattative sugli ostaggi. E stiamo affrontando una situazione simile con i cittadini americani e di altre nazionalità intrappolati a Gaza”, spiega Sullivan, precisando che “è vero che l'Egitto è pronto a consentire ai cittadini americani e stranieri di attraversare il valico di Rafah ed entrare in Egitto. Gli israeliani non hanno problemi con questo. Hamas sta però prevenendo la loro uscita e presentando una serie di richieste. Non posso parlare in pubblico delle richieste ma sono oggetto delle trattativa in corso”.

Gli abitanti di Gaza cercano i sopravvissuti dopo l'attacco aereo israeliano

Anestesista di Medici senza frontiere a Gaza: "All'ospedale al-Shifa molti pazienti morti, medici esausti"

“Durante il mio ultimo turno all'ospedale di Shifa, la maggior parte dei pazienti che hanno raggiunto l'ospedale sono morti, alcuni con ustioni, altri con traumi”: lo racconta Ahmad Abu Yassin, un anestesista che lavora all'ospedale Al-Shifa per Msf (Medici senza frontiere) e il ministero della Salute a Gaza City. L'assistenza postoperatoria in ospedale “è molto limitata poiché lavoriamo oltre le nostre capacità - dice ancora il medico -. Non abbiamo la possibilità di isolare i pazienti con ferite infette. Sono preoccupato per il rischio di resistenza batterica e infezioni. Per l'équipe di anestesia le cose sono ancora molto difficili a causa della lunga durata degli interventi e della mancanza di attrezzature. Le équipe mediche sono esauste mentalmente e fisicamente, ma dobbiamo essere forti per concentrarci e continuare a salvare vite umane”.

La Jihad islamica annuncia l'uccisione di un suo dirigente a Rafah

La Jihad islamica ha annunciato che un alto funzionario politico dell'organizzazione, il dottor Taysir Alghouti, è stato ucciso in un attacco nella sua casa a Rafah, nel sud della Striscia di Gaza. Secondo l'annuncio, anche diversi membri della sua famiglia sono stati uccisi nell'attacco.

Il consigliere per la sicurezza nazionale Usa, Sullivan: "Hamas usa i civili come scudi umani"

“Hamas usa i civili come scudi umani a Gaza”. Lo afferma il consigliere alla Sicurezza Nazionale Jake Sullivan in un'intervista a Cbs.

Palestinesi sfollati dormono in tende a Khan Younis

Il direttore generale dell'Oms: "Mancano acqua e rifugi, ospedali sopraffatti dai pazienti"

“Questa mattina siamo riusciti a ricevere risposta da tutti i nostri colleghi di Gaza. Come tutti a Gaza, loro e le loro famiglie non sono al sicuro. Hanno detto che le ultime due notti sono state estremamente tese con molti attacchi aerei, senza carburante, acqua, elettricità, connettività e un rifugio sicuro dove evacuare. Gli ospedali sono sopraffatti dai pazienti. Sono necessarie più forniture sanitarie”. Lo afferma, in un post su X, il direttore generale dell'Organizzazione mondiale della Sanità  (Oms) Tedros Adhanon Ghebreyesus.

Dal valico di Rafah entrano 10 camion di aiuti umanitari

Un convoglio di dieci camion di aiuti umanitari carichi di cibo, acqua e forniture mediche è entrato oggi al valico egiziano di Rafah diretto verso la Striscia. I dieci camion erano tra i 40 che facevano parte di due convogli di aiuti di emergenza che questa mattina sono stati ispezionati dalle autorità israeliane prima di entrare nell'enclave palestinese.

La moschea colpita da un attacco aereo a Deir al-Balah

Usa, la Casa Bianca si prepara a un allargamento del conflitto in Medio Oriente

L'amministrazione Biden si sta preparando alla possibilità di un allargamento della guerra fra Israele e Hamas nel Medio Oriente ed è concentrata a far sì che le forze americane nell'area abbiano adeguate tutele. Lo riporta Axios citando alcune fonti, secondo le quali il possibile allargamento del conflitto è stato discusso in una conversazione fra il capo del Pentagono, Lloyd Austin, e il ministro della Difesa di Israele, Yoav Gallant, in una telefonata venerdì, alcune ore prima dell'azione rafforzata delle forze israeliane a Gaza. A preoccupare sono anche le informazioni dell'intelligence di Israele, convinta che Hezbollah intensificherà gli attacchi mentre è in corso l'offensiva a Gaza.

Gaza nord, soldati israeliani innalzano la bandiera su una casa: è la prima volta dal 2005

I soldati dell'esercito israeliano, entrati nella Striscia, hanno innalzato la bandiera nazionale su una casa del nord di Gaza. Lo mostrano le immagini di un video diffuso in rete in cui si sente dire “dopo 3 settimane dal crimine orribile, soldati del 52/o battaglione della 401/a Brigata hanno innalzato la bandiera di Israele nel cuore di Gaza lungo la spiaggia. Non dimenticheremo, non ci fermeremo fino alla vittoria”. A quanto risulta - ha sottolineato il Jerusalem Post - è la prima volta che la bandiera sventola sul posto da quando nel 2005 Israele ha lasciato la Striscia.

Ministero della Salute di Gaza: "Dal 7 ottobre più di 8.000 morti, 3.342 bambini"

Sono più di 8.000 i morti nella  Striscia di Gaza dal 7 ottobre. Secondo il Ministero della Salute di Gaza, riporta la tv satellitare Al-Jazeera, in tre settimane sono rimaste uccise almeno 8.005 persone, compresi 3.342  minori.

Mezzaluna Rossa: "Israele chiede di evacuare immediatamente l'ospedale al-Quds"

La Mezzaluna Rossa palestinese (Prcs) ha riferito che Israele ha chiesto di evacuare immediatamente l'ospedale di al-Quds nella Striscia di Gaza, poiché “sta per essere bombardato”: lo riferisce su X la stessa Mezzaluna Rossa, come riporta in apertura il Guardian. “La Prcs ha appena ricevuto gravi minacce dalle autorità di occupazione di evacuare immediatamente l'ospedale Al-Quds nella Striscia di Gaza, poiché sarà bombardato. Da questa mattina ci sono stati raid a 50 metri dall'ospedale”, si legge nel messaggio.

Papa Francesco all'Angelus: "Cessate il fuoco immediato, la guerra è sempre una sconfitta, si lasci spazio agli aiuti"

Papa Francesco, durante l'Angelus di mezzogiorno in piazza San Pietro, ha chiesto ancora di pregare perchè la guerra in Medio Oriente finisca e affinché si lascino spazi per far arrivare gli aiuti umanitari. Il Pontefice si è anche appellato per un cessate il fuoco immediato, ribadendo che “la guerra è sempre una sconfitta”.

Israele riapre la seconda conduttura d'acqua verso Gaza

Israele ha riaperto la seconda delle tre condutture idriche che forniscono l'acqua alla Striscia di Gaza, garantendo un totale di 28,5 milioni di litri al giorno, circa la metà delle forniture precedenti alla guerra. Lo annuncia l'ente del governo israeliano per i territori palestinesi (Cogat), citato dai media. Il Cogat ha affermato che ora ci sono acqua e cibo sufficienti per soddisfare le esigenze umanitarie di Gaza, e che Hamas sta distribuendo carburante agli ospedali della Striscia per mantenerli operativi con generatori diesel, in parte anche per i suoi centri di comando costruiti sotto quelle strutture sanitarie.

Programma alimentare mondiale Onu: altri 40 camion di aiuti dovrebbero entrare a Gaza

Altri 40 camion di aiuti umanitari potrebbero entrare a Gaza entro la giornata di oggi. Lo ha reso noto alla Cnn Samer Abdeljaber, rappresentante del Programma alimentare mondiale delle Nazioni Unite e direttore nazionale per la Palestina, aggiungendo anche che “ne servono di più”. “Speriamo che oggi saremo in grado di consentire a più camion di entrare a Gaza: si prevede che ne passeranno 40. Tuttavia, dobbiamo anche notare che questo non è sufficiente rispetto ai crescenti bisogni, in questo momento a Gaza abbiamo bisogno di più di questo” ha specificato Abdeljaber.

Sirene di allarme per razzi nel centro di Israele e area di Tel Aviv

Le sirene di allarme per i razzi da Gaza stanno risuonando nel centro di Israele e nell'area grande di Tel Aviv. Lo ha fatto sapere l'esercito. Si sono poi udite forti esplosioni.

Mezzaluna Rossa Palestinese: Israele ha chiesto di evacuare l'ospedale Al-Quds

La Mezzaluna Rossa palestinese afferma di aver ricevuto dalle autorità israeliane la richiesta di sgomberare immediatamente l'ospedale Al-Quds. "La Mezzaluna rossa palestinese ha appena ricevuto moniti seri" dalle autorità israeliane di "evacuare immediatamente l'ospedale Al-Quds nella Striscia di Gaza, poiché verrà bombardato - si legge in un post sul social X - Da questa mattina ci sono stati raid a 50 metri dall'ospedale". L'ospedale si trova nella zona di Tel al-Hawa a Gaza City.

Netanyahu: "Ho sbagliato, mi scuso per le critiche all'esercito"

"Mi sono sbagliato. Le cose che ho detto dopo la conferenza stampa non dovevano essere dette e mi scuso per questo". Lo scrive il premier israeliano Benyamin Netanyahu su X dopo aver cancellato il suo post iniziale sui social in cui accusava i vertici dell'intelligence e dell'esercito di non averlo avvertito dei piani di Hamas. "Sostengo pienamente tutti i capi dei servizi di sicurezza", così come "il capo di stato maggiore, i comandanti e i soldati dell'esercito che sono al fronte e combattono per il nostro Paese".

Presidente dell'Iran: Israele ha oltrepassato la "linea rossa"

Il presidente iraniano Ebrahim Raisi ha affermato che Israele, con le sue azioni militari nella Striscia di Gaza, ha "oltrepassato la linea rossa", il che potrebbe costringere altri a intervenire. "I crimini del regime sionista hanno superato la linea rossa, il che potrebbe costringere tutti ad agire", ha scritto Raisi su X. "Washington ci chiede di non fare nulla, ma continua a dare ampio sostegno a Israele", ha proseguito Raisi, sottolineando che "gli Stati Uniti hanno inviato messaggi all'Asse della Resistenza (di cui fanno parte i gruppi di Hezbollah, Jihad islamica palestinese e Hamas sostenuti da Teheran), ma hanno ricevuto una risposta chiara sul campo di battaglia".

Guterres (Onu): "Situazione sempre più disperata di ora in ora"

"La situazione a Gaza sta diventando sempre più disperata di ora in ora": lo ha detto il segretario generale dell'Onu, Antonio Guterres, durante una visita a Kathmandu, capitale del Nepal. Guterres ha ripetuto gli appelli disperati per un cessate il fuoco per porre fine all'"incubo" dello spargimento di sangue. "Mi rammarico che invece di una pausa umanitaria estremamente necessaria, sostenuta dalla comunità internazionale, Israele abbia intensificato le sue operazioni militari", ha aggiunto.

Onu: magazzini per il cibo assaltati da migliaia di persone

Migliaia di persone hanno fatto irruzione in diversi magazzini e centri di distribuzione dell'Agenzia delle Nazioni Unite per i rifugiati palestinesi (Unrwa) nelle aree centrali e meridionali della Striscia di Gaza, portando via farina di grano e altri "generi di sopravvivenza di base": lo ha reso noto l'organizzazione, come riporta il Guardian. Uno dei depositi presi d'assalto si trova a Deir al-Balah, dove l'Unrwa immagazzina le forniture dei convogli umanitari provenienti dall'Egitto.

Il direttore degli affari dell'Unrwa nella Striscia di Gaza, Thomas White, ha definito l'episodio "un segnale preoccupante" che dimostra come "l'ordine pubblico stia iniziando a crollare dopo tre settimane di guerra e un rigido assedio a Gaza.

Onu: "Finora poco più di 80 camion di aiuti entrati a Gaza"

"Ad oggi, poco più di 80 camion di aiuti sono entrati a Gaza in una settimana. Sabato 28 ottobre non vi è stato alcun convoglio a causa dell'interruzione delle comunicazioni": lo scrive oggi l'agenzia delle Nazioni Unite per i rifugiati palestinesi (Unrwa) in un comunicato pubblicato sul suo sito. "L'Unrwa, il principale attore per la ricezione e lo stoccaggio degli aiuti nella Striscia di Gaza, non è stata in grado di comunicare con le diverse parti per coordinare il passaggio del convoglio", sottolinea la nota.

Israele diffonde nomi e volti dei membri di spicco di Hamas uccisi

L'esercito israeliano ha diffuso un'infografica con i volti e i nomi di una cinquantina di esponenti di spicco di Hamas uccisi dall'inizio della guerra. In evidenza, ci sono Shadi Barud, vicecapo dell'intelligence militare dell'organizzazione terroristica, Jawad Abu Shammala, ministro dell'Economia di Hamas, Jamila al Shanti, l'unica donna dell'ufficio politica dell'organizzazione, Ezzam Abu Raffa, responsabile del sistema dei missili anti tank, dei droni, della sorveglianza aerea, dei parapendii e dell'intera difesa aerea di Hamas.

Hezbollah: attaccata base di Israele in Alta Galilea

Gli Hezbollah libanesi filo-iraniani hanno annunciato poco fa di aver preso di mira una base militare israeliana in Alta Galilea. Secondo la tv al Manar del Partito di Dio, la base militare nei pressi dell'insediamento di Misgav Am, è stata presa di mira da non meglio precisati armamenti.

Sirene di allarme nelle comunità di Israele attorno a Gaza

Sirene di allarme per i razzi da Gaza stanno risuonando nelle comunità israeliane attorno alla Striscia. Lo ha fatto sapere il portavoce militare.

Tensioni Netanyahu-esercito sull'attacco a sorpresa di Hamas

Dissensi ai vertici di Israele sulle responsabilità per l'attacco a sorpresa di Hamas del 7 ottobre. Sui social Netanyahu aveva scritto di non essere stato avvertito dall'intelligence militare né dallo Shin Bet (sicurezza interna) sulla possibilità di una guerra da parte di Hamas. 

Sulla scia di quel post, ora cancellato secondo quanto riporta Haaretz, il ministro della Sicurezza nazionale e leader di estrema destra Itamar Ben Gvir si è unito alle critiche rivolte al premier: "Il problema non sono gli avvertimenti specifici, ma piuttosto l'intero concetto sbagliato. La politica di contenimento, la deterrenza immaginaria e l'acquisto di tranquillità temporanea a un prezzo esorbitante" sono la radice di tutto il problema, dice Ben Gvir su X. 

In precedenza anche la radio militare aveva replicato a Netanyahu dicendo che ricevette invece avvertimenti sull'eventualità di attacchi dell'asse Iran-Hezbollah-Hamas, divenuti "più aggressivi" per via delle lacerazioni in Israele. Il leader centrista Benny Gantz (che fa parte del governo di "emergenza nazionale") ha difeso i vertici militari e ha chiesto al premier di ritirare le sue dichiarazioni.

Media: scontri in Cisgiordania, 3 palestinesi uccisi

Tre palestinesi sono rimasti uccisi in scontri con le forze israeliane registrati nelle ultime ore in Cisgiordania. La tv satellitare al-Jazeera, che rilancia notizie dell'agenzia palestinese Wafa, riferisce di un giovane che sarebbe stato ucciso dal fuoco delle forze israeliane durante un blitz nel campo profughi di Askar, vicino Nablus. Un altro palestinese sarebbe rimasto ucciso a Beit Rima, a nord di Ramallah, e il terzo a Tammoun, nella zona di Tubas.

Israele: "Attaccati 450 obiettivi di Hamas a Gaza"

Sono circa 450 gli obiettivi di Hamas colpiti nelle ultime 24 ore nelle operazioni di caccia israeliani nella Striscia di Gaza. È quanto fanno sapere le forze israeliane (Idf) sul social X. Nel mirino, centri di comando di Hamas, postazioni di osservazione e per il lancio di missili anticarro. Estese, confermano, le attività delle forze di terra nella Striscia, controllata da Hamas, con le truppe di terra che hanno colpito "cellule di terroristi" che si apprestavano a sferrare attacchi, anche con missili anticarro.

Israele aumenta il numero delle truppe di terra

Le forze di difesa israeliane (Idf) hanno aumentato il numero delle truppe sul terreno come parte della loro operazione ampliata nella Striscia di Gaza. Lo riporta il Times of Israel citando l'Idf e spiegando che le unità stanno operando anche più in profondità nell'enclave rispetto all'inizio della guerra.

Tank israeliani nella Striscia di Gaza colpiscono obiettivi di Hamas (Video)

Scontri in Cisgiordania, un palestinese ucciso a Nablus

Un palestinese è stato ucciso in scontri con l'esercito israeliano nel campo profughi di Askar vicino Nablus in Cisgiordania. Lo hanno riferito, citate dall'agenzia Wafa, fonti mediche palestinesi spiegando che il palestinese (25 anni) "è morto per una ferita grave al torace" e che ci sono anche altri 10 feriti. Incidenti e scontri sono stati poi segnalati a Tammun vicino Nablus e a Jenin nel nord della Cisgiordania.

Guterres (Onu): sorpreso dalla "escalation senza precedenti" a Gaza

Il segretario generale delle Nazioni Unite, Antonio Guterres, ha detto che l'escalation dell'assalto militare israeliano a Gaza lo ha sorpreso anche perché sembrava che, nelle ore immediatamente precedenti, si fosse raccolto un crescente consenso internazionale sulla necessità di una pausa umanitaria. 

"Purtroppo, invece della pausa, sono stato sorpreso da un'escalation senza precedenti dei bombardamenti e il loro impatto devastante, che compromettono gli obiettivi umanitari", ha detto Guterres. "Ribadisco il mio appello per un immediato cessate il fuoco umanitario", "insieme al rilascio incondizionato degli ostaggi e alla consegna di aiuti di livello corrispondente ai drammatici bisogni della popolazione di Gaza, dove una catastrofe umanitaria si sta svolgendo davanti ai nostri occhi".

Israele: aumenteranno gli aiuti per Gaza, gli abitanti si spostino a sud

L'esercito israeliano ha nuovamente esortato i civili nella Striscia di Gaza a spostarsi nel Sud del territorio, dove gli sforzi umanitari di Egitto e Stati Uniti quest'oggi "aumenteranno". "I civili nel Nord di Gaza e a Gaza City dovrebbero trasferirsi temporaneamente a Sud di Wadi Gaza", il corso d'acqua che taglia in due la Striscia, "in un'area più sicura dove potranno ricevere acqua, cibo e medicine. Oggi gli sforzi umanitari da parte di Egitto e Stati Uniti aumenteranno" ha assicurato l'esercito.

Raid israeliano al confine con il Libano, in risposta al lancio di un missile terra-aria (Video)

Reuters: Comunicazioni e internet parzialmente ripristinati a Gaza

Le comunicazioni telefoniche e via Internet nella Striscia di Gaza sono stati parzialmente ripristinati in alcune aree, lo riferiscono i media palestinesi, rilanciati dalla Reuters. La conferma viene anche da NetBlocks, la società che monitora la sicurezza informatica e la governance di Internet.

Il Qatar non chiude ufficio di Hamas a Doha: "è un canale di dialogo"

Il Qatar non chiuderà l'ufficio di Hamas a Doha perché ritiene che mantenere aperta una linea di comunicazione con i dirigenti del movimento islamista serve in questo momento nella trattativa per gli ostaggi e più in generale a "creare la pace".  Lo ha detto il portavoce del ministero degli Esteri del Qatar, Majed al-Ansari, alla Cnn. "Questo canale è stato molto utile nel contrastare l'escalation che ha avuto luogo. Pertanto, finché questo canale è utile per creare la pace, dobbiamo averlo. Non possiamo permetterci di perderlo", ha detto al-Ansari.

SCHEDA - Quali sono le forze di Israele (Video)

Al Arabiya: Nove morti dopo un bombardamento nel centro di Gaza

Nove persone sono morte a seguito di un bombardamento notturno dell'esercito israeliano nella parte centrale della Striscia di Gaza. Lo ha riferito il canale televisivo al Arabiya. Nella zona orientale della città di Khan Yunis, nel sud della Striscia, si sono verificati violenti scontri tra l'esercito israeliano e combattenti palestinesi.
 

Domenico Quirico: " L'operazione di terra è già in corso" (Video)

Il ministro della difesa di Riad domani sarà alla Casa Bianca

Il ministro della Difesa saudita Khalid bin Salman è atteso alla Casa Bianca lunedì per colloqui con funzionari dell'amministrazione Biden. Lo riporta il portale statunitense Axios. I sauditi ieri sabato hanno avvertito che "qualsiasi operazione di terra da parte di Israele minaccerà la vita dei civili palestinesi e comporterà pericoli disumani". A Washington il ministro saudita dovrebbe incontrare il consigliere per la sicurezza nazionale, Jake Sullivan, il segretario alla Difesa, Lloyd Austin, il capo della diplomazia Antony Blinken e anche diversi senatori.
 

Abu Mazen chiede un vertice arabo di emergenza, "Stop a Israele"

Il presidente palestinese Abu Mazen ha invitato i leader arabi a tenere un vertice di emergenza per fermare l'aggressione israeliana alla Striscia di Gaza. Lo riferisce al-Jazira. La richiesta è arrivata durante la riunione del Comitato esecutivo dell'Olp. "Chiedo ai fratelli, ai leader dei paesi arabi, di convocare un vertice arabo di emergenza per fermare questa brutale aggressione contro il nostro popolo palestinese e la nostra causa, affrontare le sfide regionali e internazionali e fare tutto ciò che consentirà al nostro popolo di rimanere nella sua terra e porre fine all'occupazione della terra del nostro Stato con Gerusalemme come Capitale", ha detto il presidente dell'Autorità nazionale palestinese.

A Gaza migliaia di feriti non possono essere curati (Video)

Esplosioni a Gaza. Media palestinesi: "ci sono scontri"

Si registrano nuove esplosioni nella Striscia di Gaza, una serie di deflagrazioni ha illuminato lo skyline nel Sud dell'enclave. Anche fonti vicine ad Hamas confermano che sono in corso violenti bombardamenti sulla Striscia. Secondo i media palestinesi sono in corso scontri tra miliziani e forze israeliane che hanno tentato tra l'altro di penetrare nel campo profughi di Jabalia, a nord-est di Gaza, e in quello di Askar, a Est della città di Nablus, in Cisgiordania; un assalto quest'ultimo effettuato con "un gran numero di bulldozer".
 

Hamas: "Oltre 8mila morti, metà dei quali bambini"

Il ministero della Sanità a Gaza, di Hamas, ha aggiornato il bilancio dei morti sotto i bombardamenti israeliani: sono "oltre 8mila, metà dei quali sono bambini". L'ultimo bilancio, diffuso sabato mattina, parlava di 7.703 morti.

 

Manifestanti filo-palestinesi a New York

Manifestazione Pro-Palestina a Brooklyn, New York John Lamparski/Getty Images
Manifestazione Pro-Palestina a Brooklyn, New York

A New York manifestanti filo-palestinesi bloccano il ponte di Brooklyn

Oltre un migliaio di manifestanti filo-palestinesi hanno marciato per le strade di Brooklyn, a New York, bloccando il traffico sul ponte omonimo. La manifestazione si e' estesa per molti isolati lungo Flatbush Avenue, la strada principale del quartiere. Centinaia di manifestanti hanno marciato lungo il ponte e alcuni si sono arrampicati su una struttura metallica di sostegno per apporre una bandiera palestinese e un cartello con la scritta "Palestina libera".

 

Qatar: Blitz di terra di Israele "pericoloso per la stabilità dell'area"

Il ministero degli Esteri del Qatar è profondamente "preoccupato" per l'incursione di terra di Israele a Gaza e lo considera uno "sviluppo pericoloso che avrà conseguenze devastanti per la sicurezza e l'impegno umanitario per la sicurezza e la stabilità della regione". Doha avverte che "la devastante invasione israeliana di Gaza fa parte della politica di punizione collettiva e dei tentativi di sfollamento forzato del popolo palestinese da Gaza. Il Qatar continua gli sforzi diplomatici per trovare una soluzione politica stabile".