Guerra in Ucraina

Media ucraini: a Sebastopoli colpita nave russa. Zelensky: priorità alla produzione interna di armi

Kiev: i russi usano il fosforo ad Avdiivka. Putin in Kirghizistan, primo viaggio all'estero dopo il mandato di arresto della Corte penale internazionale. L'invasione russa, giorno 597
Media ucraini: a Sebastopoli colpita nave russa. Zelensky: priorità alla produzione interna di armi
AFP
Attacchi con droni in Crimea

Stoltenberg: "L'attacco di Hamas non farà arretrare il sostegno agli alleati"

"L'attacco di Hamas a Israele non minerà la determinazione degli alleati di continuare a sostenere l'Ucraina contro l'aggressione russa". Lo dichiara il segretario generale della Nato, Jens Stoltenberg, a Deutsche Welle, come riporta The Kyiv independent. "I Paesi della Nato hanno chiaramente affermato di essere preoccupati e sconvolti dalla brutalità dell'attacco terroristico contro Israele lo scorso fine settimana - dice Stoltenberg - ma questo non minerà la nostra capacità, la nostra preparazione o la nostra determinazione a continuare a sostenere l'Ucraina".

Operazione dei russi ad Avdiivka

La situazione è sempre più difficile per gli ucraini ad Avdiivka, nel settore orientale, stretta da una manovra aggirante dei russi. Si tratta di un’operazione complessa e non limitata, nonostante gli esperti avessero sostenuto che Mosca non era in grado di lanciare grandi offensive. La realtà sul terreno ha detto il contrario, forse perché Putin vuole ottenere un successo di peso prima dell’inverno. Secondo fonti ucraine, l’Armata avrebbe attaccato la cittadina con blindati, artiglieria e aviazione, sicura di avere abbastanza forze per contenere un’eventuale nuova spinta della resistenza.
 

Zelensky: "L'Ucraina è garante della sicurezza alimentare globale"

"L'obiettivo principale di oggi è la difesa di Odessa e dell'intero sud: dal Danubio ai porti. Le nostre esportazioni del Mar Nero devono essere protette. Il mondo riconosce il ruolo dell'Ucraina come garante della sicurezza alimentare globale. E il mondo sostiene gli sforzi dell'Ucraina per mantenere e rafforzare il suo ruolo vitale". Lo scrive il presidente ucraino Volodymyr Zelensky postando anche un video su X. 

"La stabilità sociale di molte nazioni dipende dalla forza dell'Ucraina. Tutti gli sforzi del nostro governo e dei nostri diplomatici sono concentrati nel superare l'inverno e nel rispondere con forza agli attacchi russi contro la regione di Odessa e l'Ucraina nel suo insieme", aggiunge Zelensky che poi rivolgendosi alla città di Odessa, annuncia che "verrà ripristinato tutto ciò che la Russia ha distrutto". 

Il leader ucraino infine annuncia che il suo Paese ha "siglato con la Moldavia un protocollo sul controllo congiunto delle frontiere al posto di controllo ferroviario Kuchurgan-Novosavytske. Si apre così una nuova via ferroviaria per il nostro export, un ulteriore corridoio di trasporto che rafforzerà sicuramente tutta la nostra regione. Grazie, Moldavia!"

Estonia e Lettonia si incontrano a Tallinn: sostegno a Kiev

Il ministro degli Esteri dell'Estonia, Margus Tsahkna, ha incontrato oggi a Tallinn il suo omologo lettone, Krisjanis Karins. Durante l'incontro, i due ministri hanno ribadito il sostegno dei rispettivi Paesi all'Ucraina, convenendo che la corretta attuazione delle sanzioni contro la Russia, la lotta alla loro elusione e l'istituzione di un tribunale internazionale per i crimini di aggressione rappresentano la priorità del momento.

Casa Bianca: "L'offensiva russa in Donbass non è una sorpresa"

La recente offensiva russa nel Donbass "non è una sorpresa". Lo ha detto il portavoce del Consiglio per la Sicurezza nazionale Usa, John Kirby, riferendo che Mosca sembra usare "ondate umane" di soldati "scarsamente addestrati" e che gli Usa hanno fiducia nelle capacità ucraine di respingere questi attacchi.

John Kirby, coordinatore del consiglio di sicurezza nazionale Getty
John Kirby, coordinatore del consiglio di sicurezza nazionale

Casa Bianca: Pyongyang ha fornito armi a Mosca

La Corea del Nord ha fornito armi alla Russia per la guerra in Ucraina. Lo ha riferito il portavoce del Consiglio per la Sicurezza nazionale Usa, John Kirby, in un briefing con un gruppo ristretto di giornalisti. Kirby ha citato "oltre mille container" contenenti equipaggiamento militare e munizioni giunti in Russia via nave. Pyongyang, ha aggiunto, sta cercando a sua volta assistenza militare dalla Russia e l'intelligence Usa ha rilevato navi russe che hanno scaricato container in Corea del Nord che "potrebbero" contenere materiale militare.

il leader nordcoreano Kim Jong durante una parata militare (ApPhoto/Korean Central News Agency/Korea News Service)
il leader nordcoreano Kim Jong durante una parata militare

Borrell: "La Cina intensifichi gli aiuti umanitari a Kiev"

"Non chiediamo alla Cina di adottare lo stesso punto di vista dell'Ue. Tuttavia, riteniamo essenziale che la Cina faccia uno sforzo maggiore per convincere il popolo ucraino che la Cina non è un alleato della Russia in questa guerra. Perché la Cina non intensifica la sua assistenza umanitaria all'Ucraina?". Lo ha detto l'Alto Rappresentante dell'Ue, Josep Borrell, parlando oggi all'Università di Pechino. "La Cina potrebbe, ad esempio - ha continuato - proporre un'iniziativa culturale di alto profilo al popolo ucraino, il cui patrimonio storico e culturale viene spietatamente distrutto dalla Russia. Ciò migliorerebbe l'immagine della Cina in Europa. Migliorerebbe notevolmente l'immagine della Cina in Ucraina. Inoltre, tali gesti metteranno la Cina in una buona posizione per contribuire alla ricostruzione dell'Ucraina. In Ucraina, gli interessi della Cina sono diversi da quelli della Russia", ha concluso.

Josep Borrell AFP
Josep Borrell

Telefonate Bliken-Kuleba: dagli Usa continuano gli aiuti a Kiev

Il segretario di Stato Antony Blinken ha parlato oggi telefonicamente con il ministro degli Esteri ucraino Dmytro Kuleba. Secondo quanto riferisce il portavoce del dipartimento di Stato, Matthew Miller, i due leader hanno discusso degli ultimi sviluppi sul campo di battaglia e degli sforzi per "creare sostegno a livello internazionale per una pace giusta e duratura". Blinken ha riaffermato l’impegno degli Stati Uniti nei confronti della sovranità e dell’integrità territoriale dell’Ucraina e nel "continuare a fornire all’Ucraina il sostegno di cui ha bisogno per difendere la sua indipendenza e proteggere il suo popolo".

Zelensky e Rutte a Odessa per la giornata dedicata alla sicurezza globale

Il primo ministro dei Paesi Bassi, "Mark Rutte e io stiamo vivendo una giornata intensa a Odessa, una giornata dedicata alle questioni di sicurezza globale". Lo ha scritto su Telegram il presidente ucraino, Volodymyr Zelensky. "È stata presa una nuova decisione olandese per rafforzare la difesa aerea dell'Ucraina", ha aggiunto, "Abbiamo discusso delle nostre ulteriori possibili iniziative riguardo alla coalizione di F-16, in cui i Paesi Bassi svolgono un ruolo di primo piano, e di altri aspetti della cooperazione in materia di difesa". "Abbiamo inoltre discusso del rafforzamento delle sanzioni contro la Russia", ha proseguito il presidente ucraino, "Riteniamo inoltre necessario adottare ulteriori misure molto più rapidamente per limitare la capacità della Russia di finanziare questa guerra".

Danneggiato un treno con armi russe a Melitopol

Le forze armate ucraine riferiscono di avere fatto saltare in aria un treno russo con armi e munizioni a Melitopol. “Grazie alle azioni di sabotaggio dei nostri soldati - scrivono gli ucraini - i binari ferroviari sono stati fatti saltare in aria alle 07,30 del mattino. A seguito dell'esplosione, i binari ferroviari e il treno che trasportava munizioni e carburante sono stati danneggiati”.

Per Kiev sarebbero due le navi russe colpite nel porto di Sebastopoli

Le forze navali ucraine hanno attaccato con i droni marini la portaerei da crociera russa Buyan e la nave Pavel Derzhavin nel porto di Sebastopoli, in Crimea. Lo scrive la Pravda ucraina. I russi smentiscono e affermano che le esplosioni sarebbero collegate ad esercitazioni militari russe. Il canale Crimean Wind Telegram ha pubblicato un video di una nave piena di fumo.

Putin: non c'è Mosca dietro ai danni al gasdotto in Finlandia

Il presidente russo Vladimir Putin ha definito "una fesseria" ipotizzare che possa esserci Mosca dietro i danni al gasdotto che collega Estonia e Finlandia denunciati nei giorni scorsi. "Queste dichiarazioni mirano solo a coprire l'attacco terroristico commesso dall'Occidente contro il Nord Stream", ha affermato ancora Putin accusando i Paesi occidentali per le misteriose esplosioni che nel settembre dell'anno scorso, nel pieno delle tensioni internazionali per l'invasione dell'Ucraina, hanno danneggiato i metanodotti che collegano la Russia alla Germania attraverso le acque del Baltico. Resta un mistero chi ci sia dietro il presunto sabotaggio del Nord Stream.

Yermak: i russi stanno usando il fosforo nella zona di Avdiivka

"Avdiivka. La nostra terra, una città ucraina. I russi si sono impegnati molto in questa zona. Stanno usando il fosforo". Lo ha scritto su Telegram Andry Yermak, capo dell'ufficio del presidente Volodymyr Zelensky. "Il nostro esercito sta tenendo duro in battaglie difficili. Dobbiamo tutti ricordare che la guerra è in corso. L'obiettivo del nemico rimane lo stesso: ucciderci tutti. I russi non valorizzano il loro popolo, si affidano ai numeri" ha concluso Yermak.

Blinken a Kuleba: continueremo ad aiutarvi

Il segretario di Stato americano Antony Blinken ha rassicurato il collega ucraino Dmytro Kuleba sull'intenzione di Washington di continuare a sostenere Kiev, mentre è iniziata una nuova crisi con la guerra a Gaza. "Durante la nostra telefonata, il segretario Blinken ha riconfermato: gli Stati Uniti rimangono concentrati sull'aiuto all'Ucraina nel contrastare l'aggressione russa. Il sostegno diplomatico, militare e finanziario continuerà. Entrambi abbiamo condannato l'attacco di Hamas a Israele, discusso le dinamiche del conflitto e le sue implicazioni per la sicurezza globale", ha scritto Kuleba sul social X.

Due feriti a Kherson per un bombardamento russo

Due persone sono rimaste ferite a Kherson come risultato del bombardamento delle periferie della città ucraina da parte delle forze russe. Lo ha riferito Roman Mrochko, il capo dell'amministrazione militare della città, citato da Ukrinform. "Due persone sono rimaste ferite in un recente bombardamento delle periferie della città di Kherson da parte delle forze di occupazione russe e sono state portate in ospedale" sostiene Mrochko. "Una donna di 42 anni e un uomo di 52 erano in casa durante gli attacchi. Secondo i medici le loro condizioni sono moderate".

Esplode treno a Melitopol

Le forze speciali ucraine hanno rivendicato di aver fatto esplodere un treno russo nella città occupata Melitopol, bloccando così la linea di rifornimento di munizioni e carburante per le forze di Mosca sul fronte di Zaporizhzhia. Lo scrive Ukrainska pravda. "Oggi un'unità del Movimento di resistenza delle forze per le operazioni speciali ha condotto con successo un'operazione nella città temporaneamente occupata di Melitopol. Grazie all'azione di sabotaggio dei nostri uomini, una linea ferroviaria è stata fatta saltare alle 7:30. L'esplosione ha danneggiato un binario e un treno che trasportava munizioni e carburante per l'esercito russo", hanno riferito le forze speciali. Il Centro nazionale di resistenza ucraino ha precisato che il treno fatto esplodere dai partigiani trasportava giornalmente munizioni e benzina dalla Crimea a Melitopol e Dniprorudne. Poi portava in senso inverso equipaggiamenti militari rovinati, minerali ferrosi e cereali rubati. L'esplosione, si legge, ha danneggiato 150 metri di linea ferroviaria.

G20, La Russa a Speaker Mosca: inaccettabile aggressione a Kiev

"L'intervento della Speaker russa mi impone, per la mia coscienza e per la posizione italiana, di sottolineare come sia inaccettabile fare finta che non sia avvenuta un'aggressione a danno dell'Ucraina che ha sconvolto l'indipendenza, la libertà, la vita di quel Paese. Io non accetto che si possa, in questa sede, parlare trascurando questo fatto". Lo ha detto il presidente del Senato, Ignazio La Russa, in apertura del suo intervento al G20 dei presidenti dei Parlamenti, che si sta svolgendo a Nuova Delhi. "Sarebbe stato più opportuno attenersi genericamente ai temi di questo convegno anche perché - ha aggiunto - sarebbe bastato richiamarsi unicamente alla condanna del terrorismo pronunciata questa mattina dal primo ministro Modi, che suona di preoccupante attualità anche per i drammatici avvenimenti di Israele".

Fonti Kiev: nave russa colpita con droni marini sperimentali

Il Servizio di sicurezza e le Forze navali ucraine hanno attaccato in operazioni congiunte una corvetta russa classe Buyan e la nave pattuglia Pavel Derzhavin con droni marini sperimentali: lo riferiscono fonti del Servizio di sicurezza, come riporta Ukrinform. "L'attacco di oggi alla nave portamissili Buyan e l'esplosione della nave (Pavel) Derzhavin l'altro ieri sono stati opera del Servizio di sicurezza dell'Ucraina in collaborazione con le Forze navali ucraine", ha detto la fonte. I dettagli delle due operazioni non sono stati resi noti ma, secondo la stessa fonte, entrambe le navi sono state colpite dai droni sperimentali ucraini Sea Baby.

Raid russo nel Donetsk: un morto e 13 feriti

Almeno un morto e 13 feriti dopo i bombardamenti russi in mattinata sulla città ucraina orientale di Pokrovsk, hanno dichiarato le autorità locali. L'amministrazione militare cittadina informa che l'esercito russo ha utilizzato due missili Iskander nell'attacco, danneggiando due edifici nel centro della città. I soccorritori hanno estratto almeno tre sopravvissuti da sotto le macerie, ha riferito la Protezione civile ucraina su Telegram. Pokrovsk si trova nella regione orientale di Donetsk, epicentro del conflitto, e a circa 50 chilometri a sud-est si trova la città di Avdiivka, a lungo linea del fronte tra le forze ucraine e russe. Negli ultimi mesi, la portata dei combattimenti su questa parte del fronte è aumentata in modo significativo. La Russia è in guerra con la vicina Ucraina da quasi 20 mesi, con attacchi che uccidono regolarmente i civili ucraini e danneggiano le infrastrutture critiche.

Avdeevka "come appare adesso": la desolazione nella città del Sud che sembra disabitata (Video)

Mattarella: l'aggressione della Russia ha inciso su commercio e costi energia

"L'agricoltura rappresenta una delle sfide che, a livello globale, la Terra sta affrontando, dal cambiamento climatico all'impatto derivante dall'aggressione da parte della Federazione Russa ai danni dell'Ucraina che, oltre che sulle persone e sull'ambiente, ha anche inciso sui flussi commerciali e sui costi dell'energia". Così il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, nel messaggio inviato al presidente della Confederazione Nazionale Coldiretti, Ettore Prandini, in occasione dell'iniziativa 'Villaggio Coldiretti'.

Media ucraini: esplosioni a Sebastopoli, colpita una nave russa

Una nave russa sarebbe esplosa nella rada di Sebastopoli, nella Crimea occupata, dopo che un rumore "assordante" è stato avvertito dai residenti della città. Lo riporta il canale Telegram Crimean Wind, ripreso da Rbc-Ucraina, che pubblica anche foto e video dell'imbarcazione dalla quale esce una grande nuvola di fumo. "A quanto pare, la Mrc del progetto 21631 Buyan-M, una nave che trasporta 'kalibr' (un tipo specifico di missili, ndr), è esplosa ed avvolta nel fumo", ha riportato il canale. 

Avdeevka "come appare adesso": la desolazione nella città del Sud che sembra disabitata (Video)

Putin in Kirghizistan, primo viaggio all'estero dopo il mandato di arresto della Corte penale internazionale

Il presidente russo Vladimir Putin è in Kirghizistan dove oggi è in programma, nella capitale Bishkek, un vertice della Comunità degli Stati indipendenti (Csi), che raggruppa nove delle quindici ex repubbliche sovietiche. La prossima settimana si recherà in Cina per un incontro con il presidente Xi Jinping. E' il suo primo viaggio all'estero. Entrambi i Paesi non aderiscono alla Corte penale internazionale che ha emesso un ordine di arresto nei confronti del presidente russo. Putin aveva incontrato il mese scorso in Russia il leader coreano Kim Jong-un, accogliendo un suo invito a visitare Pyongyang.

Zelensky: Priorità alla produzione interna di armi

Il Presidente Volodymyr Zelensky ha annunciato che l'Ucraina sta dando priorità alla produzione interna di armi. L'annuncio arriva in un momento di incertezza sul futuro sostegno degli Stati Uniti all'Ucraina. Washington ha fornito la maggior parte delle capacità di difesa, come piattaforme di difesa aerea e moderni sistemi di artiglieria. Sebbene l'amministrazione del Presidente Biden abbia manifestato pubblicamente un sostegno incondizionato, la retorica positiva sarà vincolata dalle realtà legislative, dato che il Congresso degli Stati Uniti è aspramente diviso.
 

Avdiivka, l'iniziativa è russa ma con grandi perdite

Continuano i pesanti combattimenti nella zona di Avdiivka. Le forze russe continuano a mantenere l'iniziativa e hanno un vantaggio in termini di equipaggiamento e uomini. Nonostante ciò, continuano a subire pesanti perdite. Secondo l'ultimo rapporto dell'Institute for the Study of War i filmati georeferenziati mostrano che le truppe russe hanno perso veicoli corazzati per un importo pari ad almeno un battaglione.

Tass: Kiev non sfonda a Krasnolimansky nel Donbass

Le Forze armate russe hanno respinto cinque attacchi di gruppi d'assalto ucraini in direzione Krasnolimansky, secondo quanto riferito all'agenzia di stampa russa Tass dal capo del centro stampa del gruppo di truppe del Centro, Alexander Savchuk.