Guerra in Ucraina

Filorussi ammettono: truppe di Kiev ad Est del Dnipro

Meloni sente Zelensky: sostegno a tutto campo per una pace giusta. L'invasione russa, giorno 630
Filorussi ammettono: truppe di Kiev ad Est del Dnipro
Ap
Un contadino guarda le rovine della sua fattoria dopo un recente attacco missilistico russo nel villaggio di Kiseliovka vicino a Kherson, Ucraina, venerdì 10 novembre 2023

Se il Congresso non approverà i fondi aggiuntivi chiesti dalla Casa Bianca, l'Ucraina sarà "in pericolo". Lo ha detto il portavoce del Consiglio per la Sicurezza nazionale, John Kirby, parlando del braccio di ferro alla Camera tra Repubblicani e Amministrazione per ottenere fondi addizionali per gli aiuti militari a Kiev.

Mosca: l'Ucraina nella Nato è inaccettabile in qualsiasi forma

"L'adesione dell'Ucraina alla Nato, in qualsiasi forma, è inaccettabile per la Russia". Lo ha dichiarato la portavoce del ministero degli esteri russo Maria Zakharova, citata da Ria Novosti. Zakharova risponde indirettamente all'ex segretario generale Nato, Anders Fogh Rasmussen, che ha chiesto di far entrare l'Ucraina nell'Alleanza Atlantica, ma senza i territori occupati dalla Russia. 

Ue propone il dodicesimo pacchetto di sanzioni a Russia

L'Alto Rappresentante per la politica estera dell'Ue e la Commissione hanno presentato al Consiglio una proposta per il dodicesimo pacchetto di sanzioni contro la Russia. Si prevedono sanzioni per altre 120 persone ed entità, nuovi divieti di importazione ed esportazione, azioni per inasprire il tetto del prezzo del petrolio e contrastare l'elusione delle sanzioni Ue. Nell'elenco vengono inseriti attori del settore militare, della difesa e dell'IT russo, nonché altri importanti operatori economici. 

 

Filorussi: un civile ucciso e 3 feriti da bombe ucraine nell'est

Un civile è rimasto ucciso e altri due feriti in un bombardamento delle forze ucraine oggi sulla città di Gorlovka, nell'est del Paese. Lo ha reso noto il sindaco, Iavn Prikhodko, citato dall'agenzia Ria Novosti. Gorlovka, controllata dai russi, è situata una cinquantina di chilometri a nord di Donetsk, capoluogo dell'omonima regione. Prikhodko ha aggiunto che una scuola è stata colpita e danneggiata in un altro attacco ucraino nel villaggio di Komarova, vicino alla città. Un altro civile è stato ferito in un bombardamento delle forze di Kiev sul capoluogo Donetsk, nel distretto  Petrovsky, secondo quanto reso noto dal sindaco, Alexei Kulemzin.

 

A Kiev smantellato monumento a poeta russo Pushkin

 A Kiev è stato smantellato il monumento al poeta russo Aleksander Pushkin, situato nel parco intitolato ora allo scrittore ucraino Ivan Bahrianyi. Lo ha riferito Dmytro Bilotserkovets, consigliere del sindaco della capitale, come riporta l'agenzia Unian.In un video si vede la scultura accuratamente rimossa dal piedistallo con l'ausilio di una gru. Successivamente il monumento è stato caricato su un camion e portato in un luogo attualmente sconosciuto.Dopo l'invasione su vasta scala dei russi, il monumento a Pushkin e' stato ripetutamente ricoperto di vernice e sul suo piedistallo erano chiaramente visibili scritti che ne chiedevano la demolizione.

 

Filorussi ammettono: truppe Kiev a Est del Dnipro

La Russia ha ammesso per la prima volta che "piccoli gruppi" di truppe ucraine hanno conquoistato posizioni sul lato controllato dai russi del fiume Dnipro. Alcuni soldati ucraini sono stati "bloccati" a Krynky, un piccolo villaggio sulla sponda orientale del fiume Dnipro, e si sono trovati ad affrontare un "inferno di fuoco" a causa dell'artiglieria, dei razzi e dei droni russi, ha affermato il capo della regione ucraina di Kherson insediato da Mosca, Vladimir Saldo, in un post su Telegram. Nell'ultimo anno, il vasto fiume Dnipro ha diviso la linea del fronte nell'Ucraina meridionale tra la parte occidentale controllata dagli ucraini e le forze russe sul lato opposto. Le truppe ucraine hanno tentato più volte di attraversare e stabilire un punto d'appoggio sulla sponda controllata dalla Russia da poter utilizzare per spingere ulteriormente le truppe russe fuori dal loro territorio. Saldo ha detto che "ci sono circa una compagnia e mezza di nemici, per lo più in piccoli gruppi", sparsi lungo la sponda orientale. Secondo l'agenzia di stampa russa Tass, una compagnia del sistema militare russo è composta da 45-360 soldati. "Le nostre forze aggiuntive sono ora state schierate. Il nemico e' bloccato a Krynky. Per loro è stato organizzato un inferno di fuoco: bombe, razzi, sistemi pesanti di lanciafiamme, proiettili di artiglieria, droni", ha detto Saldo.I suoi commenti rappresentano la prima ammissione da parte di un alto funzionario dei filorussi che l'Ucraina è riuscita a assicurarsi alcune posizioni sulla sponda del fiume controllata dalle truppe di Mosca.Il Cremlino all'inizio di questa settimana si e' rifiutato di commentare le notizie sull'attraversamento del fiume da parte di alcune truppe ucraine, rimandando al ministero della Difesa che a sua volta non ha commentato pubblicamente. 

 

Onu: in Ucraina cresciute 10 volte le vittime di mine antiuomo

Nel contesto del conflitto in Ucraina, il numero di vittime civili causate da mine terrestri e residuati bellici esplosivi nel 2022(608) è decuplicato rispetto al 2021 (58). Lo denuncia il rapporto 2023 dell'Osservatorio Onu sulle mine che rileva come  "la Russia ha fatto ampio uso di mine antiuomo in Ucraina dalla sua invasione del Paese nel febbraio 2022". "L'obiettivo della Convenzione per la messa al bando delle mine antiuomo, è quello di combattere queste armi perché non fanno distinzione tra civili e militari. E la Russia non vuole fare questa distinzione. Quindi è un'arma ideale per lei", ha detto Tamar Gabelnick, direttrice della campagna contro le mine antiuomo In totale nel mondo lo scorso anno sono state 4.710 i civili uccisi o feriti  dalle mine terrestri in 49 Paesi. L'aumento delle vittime, sottolinea il rapporto,  è un duro promemoria della necessità di rispettare la Convenzione per la messa al bando delle mine antiuomo. I dati forniti dal rapporto indicano che i civili rappresentano l'85% delle vittime delle mine e la metà ( 1171)sono bambini. Il maggior numero di vittime è stato registrato in Siria(834) seguita dall'Ucraina(608). Yemen e Myanmar hanno entrambi registrato più di 500 vittime nel 2022.
Durante il periodo di riferimento, gruppi armati non statali hanno inoltre utilizzato mine antiuomo in almeno cinque Stati (Colombia, India, Myanmar, Thailandia e Tunisia), nonché altri gruppi armati non statali in paesi della regione africana del Sahel. 

 

Kiev: la Russia vuole avanzare nell'area di Donetsk

Nell’Ucraina orientale infuriano pesanti combattimenti e le truppe russe premono sui difensori. Ma su un altro settore poco notato del fronte gli ucraini sono all’offensiva. Secondo la valutazione di Kiev, la Russia sta cercando di forzare il successo militare con un aumento degli attacchi vicino alla città di Donetsk. Martedì sera lo stato maggiore ucraino ha riferito di numerosi attacchi russi nei pressi di Avdiivka e Mariinka. 

Attacco russo nel Donetsk, 1 morto e 2 feriti

Le forze russe hanno lanciato un attacco missilistico nella notte contro la città di Selydove, nella parte occidentale dell'oblast di Donetsk. I primi soccorritori hanno salvato cinque persone da un edificio a più piani danneggiato dall'attacco, compreso un bambino. Due persone sono rimaste ferite e sono state trasferite all'ospedale locale. Sotto le macerie è stato ritrovato il corpo di una donna. I ll ministero dell'Interno ha riferito che almeno un'altra persona potrebbe essere ancora intrappolata sotto le macerie. L'operazione di salvataggio è ancora in corso. Selydove, città con 21.000 abitanti, si trova a circa 20 chilometri a sud di Pokrovsk.

Kiev: respinti tentativi di circondare Avdiivka

Assalti dei soldati russi in Ucraina in direzione Kupyansk (Kharkiv) e tentativi di circondare Avdiivka, nella regione di Donetsk. Solo ieri le forze di Mosca hanno lanciato 8 attacchi missilistici e 59 attacchi aerei, hanno lanciato 49 razzi contro le posizioni delle truppe ucraine e le aree popolate. Lo ha annunciato lo stato maggiore delle forze armate ucraine.

Sempre secondo lo stato maggiore di Kiev, la Russia non smette di cercare di circondare Avdiivka, ma le forze armate ucraine ne mantengono saldamente la difesa e infliggono perdite significative al nemico. Le azioni offensive nelle aree di Novokalynovoy, Avdiyivka, Severnoy, Tonenkoy, Vodyanoy e ad est di Pervomaiskyi nella regione di Donetsk sono state vanificate: lì le forze di difesa hanno respinto 17 attacchi.Verso Kupiansk, i russi hanno preso d'assalto i distretti di Sinkivka e Petropavlivka nella regione di Kharkiv dove le forze armate hanno respinto 8 attacchi.

Kiev: un morto e due feriti dopo attacco russo a Selidovo

Le forze russe in Ucraina hanno colpito con un razzo una casa a Selidovo, nella regione di Donetsk: ci sono un morto e due feriti. Lo ha annunciato il ministro degli Interni ucraino Ihor Klymenko. A seguito dell'attacco missilistico è stato distrutto l'ingresso di un edificio residenziale di quattro piani. Sul luogo del bombardamento, i soccorritori insieme agli agenti di polizia hanno salvato un uomo e una donna feriti, che sono stati portati in una struttura medica.

Ungheria: sull'adesione dell'Ucraina alla Ue e i fondi a Kiev serve una riflessione

"Sull'Ucraina abbiamo bisogno di una riflessione che includa anche la discussione sul futuro dell'Ue" in corso in questi giorni. "Abbiamo bisogno di un periodo di riflessione e di una discussione strategica della strategia europea nei confronti dell'Ucraina. Prima che si concluda questa discussione strategica non saremo in grado di prendere alcuna decisione sull'Ucraina né riguardo all'allargamento dell'Ue né riguardo alla revisione del quadro finanziario pluriennale" che prevede 50 miliardi di aiuti per Kiev. E' quanto ha sottolineato il ministro ungherese per gli Affari Ue, János Boka, prima del Consiglio Affari Generali di Bruxelles.
 

Il Papa: ci sono tante guerre, vogliamo la pace. Prega per l'Ucraina, Israele, Palestina e Sudan

"Preghiamo, fratelli e sorelle, per la pace. In modo speciale per la martoriata Ucraina, soffre tanto. E poi in Terra Santa, Palestina e Israele. E non dimentichiamo il Sudan che soffre tanto. E pensiamo a dovunque c'è guerra, ci sono tante guerre. Ogni giorno qualcuno si prenda qualche tempo per pregare per la pace. Vogliamo la pace". Lo ha detto Papa Francesco al termine dell'udienza generale. 

Governatore: attacco Russia su Zaporizhzhia, 1 morto e 7 feriti

Oggi la Russia ha lanciato tre missili contro la regione meridionale ucraina di Zaporizhzhia uccidendo una persona e ferendone almeno altre sette, ha riferito il governatore Yuriy Malashko secondo Reuters. Case e automobili vicino ai luoghi dell'impatto sono state danneggiate da un'onda d'urto e da detriti in un attacco che è durato circa mezz'ora e ha colpito una struttura civile, ha aggiunto.

 

Gentiloni: Pil ucraina dopo crollo del 29% sale al 4,8% grazie ad aiuti

"In Ucraina, dopo essere crollata del 29% nel 2022 a seguito dell’invasione su vasta scala da parte della Russia, l’economia ha mostrato una notevole resilienza nel 2023, con una crescita prevista che raggiungerà il 4,8%. Ciò può essere attribuito ai raccolti eccezionali e agli stimoli governativi sostenuti dal sostegno incrollabile dei partner internazionali, nonché all’impegno delle autorità nel garantire la stabilità macrofinanziaria". Lo ha detto il commissario Ue all'Economia, Paolo Gentiloni, presentando le previsioni economiche autunnali della Commissione europea. Per la prima volta la Commissione europea ha pubblicato le previsioni economiche anche per i paesi candidati Ucraina, Moldova e Bosnia-Erzegovina.

 

Meloni sente Zelensky: sostegno a tutto campo per pace giusta. Zelensky: grazie per supporto Italia

"Il Presidente del Consiglio, Giorgia Meloni, ha avuto oggi una nuova conversazione telefonica con il Presidente dell'Ucraina, Volodymyr Zelensky, quale seguito dell'incontro di un mese fa a Granada a margine del Vertice della Comunità Politica Europea". Lo riferisce, in una nota, Palazzo Chigi. "Il Presidente Meloni ha confermato il continuo sostegno a tutto campo del Governo italiano alle Autorità ucraine con l'obiettivo di raggiungere una pace giusta, duratura e complessiva. Il Presidente Zelensky ha ringraziato il Presidente del Consiglio e il Governo italiano per l'efficace supporto alle Istituzioni e alla popolazione ucraine".

 "Ho parlato con Giorgia Meloni per esprimere gratitudine per il forte sostegno suo e dell'Italia all'Ucraina. L'Italia sta dimostrando una forte leadership e prevedo che la sua presidenza del G7 nel 2024 produrrà risultati ancora più importanti". Lo ha scritto su X il presidente ucraino Volodymyr Zelensky. "Abbiamo coordinato i nostri sforzi congiunti e di iniziare a lavorare sulle garanzie di sicurezza bilaterali a seguito della dichiarazione del G7 di Vilnius", ha riferito il leader di Kiev aggiungendo di aver discusso anche di "cooperazione in materia di difesa e della necessita' di accelerare l'adozione del 12esimo pacchetto di sanzioni dell'Ue contro la Russia". 

 

 

Tajani: fine della guerra non è ancora vicina

In Ucraina "credo che la fine della guerra non sia ancora vicina. Ci saranno ancora effetti negativi".  Lo ha detto il ministro degli Esteri, Antonio Tajani, intervenendo all'assemblea Alis. Tajani, allo stesso tempo, ha sottolineato come le imprese italiane saranno "sempre più presenti" nella ricostruzione del Paese. "C'è tanta azione italiana", ha concluso.

 

Giappone: la Russia si ritira dal patto di denuclearizzazione

Secondo quanto confermato in una nota dal ministero degli Esteri giapponese, il governo russo ha deciso di rescindere "l'accordo di cooperazione per la denuclearizzazione" siglato con il Giappone nel 1993 per lo smantellamento dei sottomarini nucleari dismessi, come apparente ritorsione contro le sanzioni adottate contro la Russia in seguito alla sua invasione dell'Ucraina. In attuazione dell'accordo, nel 2001 il governo giapponese aveva fornito alla Russia l'impianto di trattamento dei rifiuti liquidi radioattivi di Suzuran, con lo scopo di impedire ai sottomarini nucleari abbandonati di contaminare il Mar del Giappone. "E` deplorevole che un simile annuncio unilaterale sia stato deciso da Mosca senza alcun preavviso", ha dichiarato in proposito in conferenza stampa il capo segretario di gabinetto e portavoce del governo giapponese Hirokazu Matsuno.