Il maltempo sferza l'Italia

Toscana: 6 morti e due dispersi. In Veneto si cerca un vigile del fuoco. Il cordoglio di Meloni

Centinaia di edifici danneggiati dalle inondazioni a Prato e a Montemurlo, abitazioni e tantissime aziende. La tempesta Ciaran provoca molte vittime in diversi Paesi del nord Europa

Campi Bisenzio ancora sott'acqua e senza luce

A ventiquattrore dall'alluvione che ha colpito la Toscana, sono tante le persone che a Campi Bisenzio, nel Fiorentino, sono ancora senza acqua e luce. Per paura si scappa dai piani bassi e ci si rifugia dai vicini. Numerose le abitazioni e le cantine allagate ancora da liberare dal fango. Molte segnalazioni riguardano l'assenza di elettricità (alle ore 17 circa 20mila utenti disabilitati), Enel sta intervenendo ma varie cabine sono danneggiate e inondate dal fango. Una ulteriore criticità è quella che riguarda i rifiuti, perché è previsto un significativo ed imprevisto incremento della quantità di rifiuti indifferenziati da gestire e smaltire. Segnalati diversi cittadini sfollati in vari Comuni, oltre 100 nella sola Campi Bisenzio.

Novarese, cede l'argine di un canale, timori per strada e ferrovia

L'argine della roggia Mora - un importante canale irriguo che collega il Sesia alla Lomellina, tagliando trasversalmente la provincia di Novara - ha ceduto, probabilmente a causa dell'innalzamento del livello delle acque dovute alle abbondanti piogge che nelle scorse ore hanno colpito l'alto e il medio Novarese. Il cedimento dell'argine, nel territorio del comune di San Pietro Mosezzo, nell'area della frazione di Cesto, sta creando preoccupazioni per la tenuta della spalla di un ponte stradale, unico collegamento della frazione con la strada statale e minaccia anche il binario della linea ferroviaria Novara-Varallo. Anche una cascina della zona risulta isolata. Il tratto è di competenza regionale: sono infatti intervenuti i tecnici del genio. Al momento è stato istituito un senso unico alternato, in attesa delle verifiche tecniche.

Campi Bisenzio, abitanti fatti evacuare dalle case con mezzi anfibi. Portato in salvo anche un cane

Toscana, 1500 interventi dei Vigili del fuoco

“Nelle ultime dodici ore 617 vigili del fuoco, al lavoro con 143 automezzi, hanno svolto 1.500 interventi per il maltempo e la conseguente alluvione che ha colpito alcune province della Toscana, in particolar modo quelle di Firenze, Pisa e successivamente anche quelle di Prato, Pistoia e Livorno”. Lo rende noto un comunicato. “Il Centro operativo nazionale di Roma, regia di ogni emergenza, ha potenziato il dispositivo di soccorso locale mobilitando risorse anche da fuori regione con moduli di contrasto al rischio acquatico, sommozzatori e quattro mezzi anfibi provenienti dal Lazio, Piemonte, Umbria, Calabria, Campania, Marche, Basilicata, Lombardia e Puglia”. “Attualmente 213 vigili del fuoco sono al lavoro nella provincia di Firenze, 158 in quella di Pisa, 104 a Pistoia e 142 nella provincia di Prato. Dei 1.500 interventi svolti, più di 140 le operazioni di soccorso a persone in difficoltà”.

Curcio: "Da domani nuovo peggioramento"

“La situazione in queste ore è leggermente migliorata nelle zone del nord, quelle più colpite, ma da domani pomeriggio purtroppo assisteremo a un nuovo peggioramento”. Lo ha detto il capo del Dipartimento della Protezione civile, Fabrizio Curcio.

Il giorno dopo il disastro si fa la conta dei danni: sotto osservazione gli ospedali

Il sindacato dei Vigili del fuoco: "Siamo vicini al collega Locatello"

“Siamo vicini al collega vigile del fuoco Walter Locatello, da ieri disperso a Puos d'Alpago mentre interveniva per il maltempo. Tutti i Vigili del fuoco seguono con estrema attenzione le operazioni di ricerca. Siamo tutti in stato di apprensione ma con sentimenti di speranza tenuta viva dal massimo sforzo che i Vigili del fuoco impiegati nelle ricerche stanno mettendo”. Lo dichiara Marco Piergallini, segretario generale del sindacato dei Vigili del fuoco Conapo.

Toscana, quasi 16mila chiamate al 112 in meno di 24 ore

Durante l'emergenza causata dal maltempo che sta flagellando la Toscana da ieri sera, la centrale operativa del numero unico di emergenza 112 ha gestito 15.971 chiamate in meno di 24 ore, ovvero dalle 16 di ieri fino alle 13 di oggi. Nel 75% dei casi si è trattato di richiesta di intervento dei Vigili del fuoco, il 15% per emergenze sanitarie e il resto chiamate alle forze dell'ordine. È quanto fa sapere la Regione Toscana in una nota,   “D'accordo con i comandi dei Vigili del fuoco - spiega la Regione - è stata la centrale a filtrare le chiamate prioritarie, pari a 1230 segnalazioni, in modo da meglio gestire gli interventi nelle zone maggiormente colpite dal maltempo”.

Il sindaco di Quarrata (Pt): "Danni grandissimi"

“Abbiamo la rottura di un argine importantissimo come lo Stella nella frazione di Catena che ha addirittura perforato un'abitazione. L'acqua ha spaccato il muro di dietro e il muro davanti, attraverso l'abitazione ora c'è il getto d'acqua nella strada. Tutta la frazione di Catena è in grossa difficoltà. Abbiamo evacuato e messo al sicuro le persone, chi è potuto tornare a casa ci è tornato. Stiamo portando ballini di sabbia per non fare entrare l'acqua ai piani di sopra, purtroppo ci sono abitazioni con l'acqua al secondo piano. Stiamo cercando di portare anche i viveri a queste persone”. Così Gabriele Romiti, sindaco del comune toscano di Quarrata, intervenuto ai microfoni di Rai Radio2 nel corso del programma ‘Caterpillar’.

Umbria, oltre duecento interventi dei Vigili del Fuoco nel Perugino

Sono oltre duecento gli interventi dei Vigili del fuoco nella provincia di Perugia a causa del maltempo. Le tipologie di intervento, riferisce il Comando provinciale dei Vigili del fuoco, riguardano in particolare alberi caduti, danni dovuti alla consistenti precipitazioni, insegne e coperture di edifici pericolanti. Nella zona di Assisi è stato necessario rimuovere un albero caduto che ostruiva l'intero alveo del fiume Tescio. Attualmente non risultano persone coinvolte o in pericolo.

Strade allagate nel Pistoiese, traffico a rilento e vari disagi alla viabilità

A Prato la Protezione civile distribuisce sacchi di sabbia alle case

A Prato la protezione civile comunale, su richiesta dei singoli cittadini, ha distribuito sacchi di sabbia per la difesa delle case, in particolare nelle zone di Casale, Iolo e Figline, a causa degli argini rotti di torrenti e dell'acqua che in particolare nella zona sud non accenna a defluire. La protezione civile ha ricevuto dalla sera del 2 novembre telefonate per circa 500 richieste, a vario titolo, di intervento (377 oggi), da parte di cittadini e famiglie.

Prima neve sul Terminillo

Prima neve sul monte Terminillo. Nel pomeriggio di oggi sono caduti i primi fiocchi in quota, complice il brusco calo delle temperature e la perturbazione che si è abbattuta sull'Italia centrale. Un sottile strato di neve è comparso nella zona del Rifugio Sebastiani e ai Cinque Confini. Nei giorni scorsi la stazione meteo del Cai installata al Rifugio Rinaldi, a quota 2.108 metri, aveva più volte evidenziato, durante il giorno, l'abbassamento delle temperature, anche al di sotto dei 4 gradi. Alle di 18.45 di oggi ha rilevato -0.2 gradi.

Domani "allerta rossa" sul Veneto orientale

Domani, sabato 4 novembre, “allerta rossa” sul Veneto orientale, “allerta arancione” su parte di Liguria, Emilia-Romagna, Lombardia e Veneto, “allerta gialla” in quattordici regioni. Lo prevede il bollettino di criticità emesso dal dipartimento della Protezione civile.

Camogli, la mareggiata devasta il ristorante. Venti forti e mare grosso sferzano la costa ligure

Giani: "Confermato un ulteriore decesso, sei le vittime"

“Confermato purtroppo un ulteriore decesso a Montemurlo. Le vittime di questa tragica giornata salgono a 6 e la Toscana si stringe nell'abbraccio alle famiglie”. Lo ha affermato Eugenio Giani, presidente della Regione Toscana, che oggi ha fatto il punto con l'unità di crisi “sulle centinaia di interventi in corso di tutto il sistema regionale sempre attivo”.

Friuli-Venezia Giulia: diramata per domani allerta gialla

La Protezione civile del Friuli-Venezia Giulia ha diramato, per la giornata di domani, un'allerta meteo gialla “visto il permanere di livelli sostenuti dei corsi d'acqua regionali e il transito delle piene dei principali fiumi verso le foci”. Non sono, invece, previsti nuovi fenomeni atmosferici. Oggi è in vigore un'allerta rossa a Pordenone, Udine e Gorizia, arancione a Trieste. Il fronte principale è ormai passato, informa la Protezione civile, anche se sulla costa continua a soffiare libeccio sostenuto, con raffiche attorno ai 70 km orari. Mareggiate sono ancora in corso sulla costa, specie a est.

Alluvione a Campi Bisenzio: le auto sommerse dall'acqua galleggiano e si accavallano l'una sull'altra

Toscana, ancora fermi i treni fra Prato e Pistoia

Ancora sospesa la circolazione ferroviaria tra Prato e Pistoia e tra Prato e Vernio. Lo rende noto Fs, spiegando che tra Prato e Pistoia “le forti piogge hanno allagato la sede ferroviaria in vari punti, oltre a portare detriti sui binari. Al momento la riattivazione della linea è prevista per le 12 di domani. Tra Prato e Vernio il maltempo, oltre ad allagare alcuni punti della linea ferroviaria, ha provocato movimenti franosi e smottamenti. Su questa linea, la circolazione sarà sospesa fino alla giornata di domenica 5 novembre, quando sarà fatto di nuovo il punto per la riattivazione”.

Maltempo in Toscana: trovata senza vita la donna dispersa

Trovata morta anche la donna di 65 anni dispersa tra  Lamporecchio, nel Pistoiese, e Vinci, nel Fiorentino. Col marito era stata travolta dall'acqua mentre attraversava in auto un piccolo ponte a Lamporecchio. Lo si apprende dai carabinieri. 

Sono ancora due, invece, le persone che risultano scomparse secondo quanto si apprende dalle forze dell'ordine in seguito agli allagamenti in Toscana. A Campi Bisenzio (Firenze) non si ha più notizie da ieri sera di un uomo di 69 anni, per il quale la Prefettura di Firenze ha attivato le ricerche affidate al coordinamento dei carabinieri.

A Prato non si trova invece un anziano di 84 anni: l'uomo si era recato nel pomeriggio di ieri in auto in uno studio medico ma non ha fatto rientro a casa. I carabinieri oggi hanno ritrovato l'auto vuota del pensionato vicino al greto di un torrente a Galceti, nel comune di Prato.

Maltempo, Prato: ritrovata l'automobile dell'84enne disperso

E' stata trovata l'auto, ma non lui.Così nell'emergenza maltempo a Prato risulta disperso un uomo di 84 anni di cui la famiglia aveva denunciato già ieri sera lascomparsa. La vettura che guidava, tornando a casa, è stata trovata 'accartocciata' oggi pomeriggio dai carabinieri in un terreno alluvionato vicino a Galceti, una località sopra Prato. Le ricerche dell'uomo proseguono. 

Verona: attenzionata la piena del fiume Adige

Ha raggiunto un'altezza massima di circa 1 metro e 50 centimetri la piena del fiume Adige prevista intorno alle 14.00 di oggi a Verona; nella notte fra il 31 ottobre e il primo novembre era stata toccata l'altezza di 1.90. Per questo motivo non si sono verificate le condizioni per l'apertura della galleria Adige-Garda. La situazione è complessivamente sotto controllo e costantemente monitorata dalla squadra messa in campo e coordinata dall'amministrazione comunale e attiva da giorni su tutto il territorio cittadino, con una particolare attenzione ai punti critici di esondazione, che si trovano in prevalenza in pieno centro.

Ponte Nuovo è sotto controllo e resta costantemente monitorato. Secondo gli ultimi accertamenti il livello del fiume è inferiore alle previsioni e la piena è transitata senza particolari problemi. Sul ponte sono presenti due escavatori per garantire interventi rapidi in caso di tronchi che dovessero nuovamente arrivare da Nord.

Maltempo: allagato l'ospedale di Pontedera. Servizi garantiti

"La tempesta Ciarian ha colpito con forza tutto il territorio della Valdera e a farne le spoese è stato anche l'ospedale di Pontedera, che nel tardo pomeriggio di ieri, 2 novembre, ha subito l'allagamento del corridoio principale del piano terra". 

A parlare è Luca Nardi, direttore del nosocomio pontederese, che il giorno dopo le piogge straordinariamente intese che hanno flagellato tutta la Toscana settentrionale, fa il punto sulla situazione al "Lotti" di Pontedera, in provincia di Pisa "C'è stato l'allagamento del corridoio centrale del piano terra - spiega Nardi - che ha causato danni e disagi comunque limitati, poiché tutti i servizi più importanti si trovano ai piani superiori. Rianimazione, pronto soccorso e blocco operatorio, infatti, sono tutti al primo piano. Si sono allagati gli spogliatoi, la mensa, il bar. 

Gli unici due servizi ai pazienti che sono stati invasi dall'acqua sono stati un reparto di dialisi e un reparto di radiologia, quello destinato agli esterni. Anche in questo caso, comunque, possiamo tranquillamente sopperire a tutte le richieste perché l'ospedale ha due reparti di dialisi e due reparti di radiologia, anche se occorrerà riorganizzare un po' i servizi. Oggi la radiologia per gli esterni sarà chiusa e lunedì riaprirà regolarmente. Per il settore della dialisi allagato occorre valutare se le pompe devono essere sostituite oppure no.

Maltempo: Cdm ok allo stato d'emergenza di 1 anno per Toscana. Stanziati 5 mln di euro

"Il Consiglio dei ministri, su proposta del Ministro per la protezione civile e le politiche del mare Nello Musumeci, ha deliberato la dichiarazione di stato d'emergenza, per dodici mesi, nel territorio delle province di Firenze, Livorno, Pisa, Pistoia e Prato, in conseguenza degli eventi meteorologici di eccezionale intensità verificatesi a partire dal 2 novembre 2023 che hanno determinato una grave situazione di pericolo per l'incolumità delle persone, causando alcune vittime, l'allagamento e l'isolamento di diverse località, nonché l'evacuazione di numerose famiglie dalle loro abitazioni. 

Considerata la necessità di dare immediata risposta alla popolazione colpita, è stato disposto un primo stanziamento di 5.000.000 di euro per garantire le misure e gli interventi più urgenti volti al soccorso e all'assistenza alla popolazione e al ripristino della funzionalità dei servizi pubblici e delle infrastrutture di reti strategiche, alle attività di gestione rifiuti e delle macerie". Lo riporta il comunicato di Palazzo Chigi dopo il Consiglio dei ministri di oggi.

Portofino: il mare invade la piazzetta

La mareggiata colpisce Portofino, le onde invadono la piazzetta ansa
La mareggiata colpisce Portofino, le onde invadono la piazzetta

Maltempo in Liguria: una mareggiata colpisce Portofino, il mare invade la piazzetta

Le onde spinte dalla forte mareggiata che ha colpito oggi la Liguria hanno invaso anche il borgo di Portofino andando in alcuni casi a rompersi contro i ristoranti della celebre piazzetta dei vip.

Le immagini mostrano che l'acqua ha invaso tutta la piazzetta, ha spazzato via tavolini e sedie, allagato ristoranti, bar, negozi. Il mare è finito sotto i portici anche nella zona più riparata dal mare mentre sul lato del porto più esposto, i frangenti hanno superato la banchina di attracco dei traghetti e sono andati a colpire le vetrate dei ristoranti. In piazzetta ci sono anche gozzi che galleggiano tra i dehors mentre alcune piccole imbarcazioni sono affondate nell'area degli ormeggi. Il picco della forte mareggiata da Sud è arrivato alla fine della mattinata portando onde fino a sei metri di altezza che hanno provocato danni anche nelle località vicine a Portofino.

Maltempo, Legambiente: "In Italia la crisi climatica accelera il passo"

La tempesta Ciaran che ha investito l'Italia con violente piogge e raffiche di vento dimostra ancora una volta come la crisi climatica stia accelerando il passo con eventi meteorologici estremi sempre piu' intensi. Da inizio anno a fine ottobre in Lombardia si sono verificati ben 61 eventi meteorologici estremi (+65% rispetto ai primi 10 mesi del 2022), 28 in Toscana (+27% rispetto ai primi ai primi 10 mesi del 2022) e 24 in Veneto (+41% rispetto ai primi ai primi 10 mesi del 2022) per un totale complessivo di 113 eventi meteo estremi. Parliamo tra l'altro delle tre regioni al momento tra le piu' colpite in queste ore anche dalla tempesta Ciaran. E' quanto denuncia Legambiente con i dati aggiornati dell'Osservatorio Città Clima. 

 

Toscana, Seano: l'estesa alluvione nelle riprese effettuate dal drone

L'alluvione a Campi Bisenzio, esplode la rabbia dei residenti: "E' tutto distrutto" (Video)

Puos d'Alpago. Proseguono le ricerche del vigile del fuoco caduto nel canale nel bellunese

Maltempo: 554 i vigili del fuoco impegnati in Toscana

In Toscana sono 554 i vigili del fuoco (423 dai Comandi regionali e 131 giunti in rinforzo da altri Comandi) attualmente impegnati nelle operazioni di soccorso per far fronte ai danni causati dall'ondata di maltempo dovuta alla tempesta Ciaran: 203 sono al lavoro nella provincia di Firenze, 126 in quella di Pisa, 105 a Pistoia e 120 nella provincia di Prato. Nei luoghi colpiti dal maltempo operano 4 elicotteri della flotta aerea nazionale dei vigili del fuoco provenienti dai reparti volo di Arezzo, Cecina, Genova e Roma.
 

 

Roma: le indicazioni della Protezione Civile con il maltempo

Niente sport all'aperto, prudenza nelle aree verdi e dove ci sono gli alberi, cautela nelle zone costiere. Sono alcune delle raccomandazioni che la Protezione Civile di Roma Capitale consiglia di adottare come comportamenti di auto protezione per prevenire i rischi associati al forte vento previsto in queste ore.Questi i suggerimenti: evitare la pratica di attivita' sportive, l'attraversamento e la sosta nelle aree verdi e nei parchi per il possibile verificarsi di rotture di rami, anche di grandi dimensioni, o cadute di alberi.
Si invita alla massima cautela nell'avvicinarsi alle zone costiere e ai litorali, evitando di sostare su pontili e moli. 

In generale evitare, se possibile, di rimanere all'aperto, prosegue la Protezione civile, specie nelle zone maggiormente esposte al vento e scegliere una posizione riparata vista la possibile caduta di oggetti. Fare attenzione anche alle strutture mobili, come tendoni, gazebo, impalcature, strutture espositive o commerciali temporanee, che potrebbero non tenere in caso di forti raffiche.Inoltre, è necessario guidare con cautela le automobili e i motoveicoli, per evitare possibili sbandamenti, e all'occorrenza fermarsi.
 

Cnr, in Toscana mai piogge così forti da 50 anni

Erano almeno 50 anni che non pioveva con questa intensità in Toscana, dove il maltempo provocato dal passaggio della tempesta Ciaran conta almeno 5 vittime e sono caduti 190 mm di pioggia in tre ore. E le avverse condizioni meteo proseguiranno nel weekend colpendo ancora il Nord della regione, con possibili temporali. La nuova perturbazione del fine settimana interesserà comunque tutto il Centronord, mentre il meridione ne sarà meno coinvolto. Queste le previsioni di Valerio Capecchi, meteorologo del Consorzio Lamma-Cnr di Regione Toscana e Consiglio Nazionale delle Ricerche."Anche oggi - spiega - avremo un'instabilità pomeridiana".

 

Maltempo: Giani annuncia ok del Cdm allo stato d'emergenza nazionale per la Toscana

Toscana: I tifosi della Fiorentina aiutano le zone alluvionate

Il tifo organizzato della Fiorentina si mobilità per portare aiuti nelle zone della Toscana colpite dal maltempo.

"Nella giornata di oggi, dalle 16,30 alle 19, nella sede dell'Associazione Tifosi della Fiorentina (via San Gervasio 5, Firenze), al bar 'La Lanterna' (via Filippo Turati 4, Lastra a
Signa) tutto il giorno; e al 'Nuovauto' (via Poggilupi, 758, Terranuova Bracciolini Arezzo), dalle ore 10 alle ore 13 e dalle 15,30 alle 19,30, la Curva Fiesole - spiega una nota - organizza una raccolta di materiale di prima necessità per tutte le zone alluvionate. 

Raccogliamo in particolare: guanti, sacchi neri, pale, tira acqua, stivali, secchi e tutto il materiale che può essere utile per aiutare la nostra gente. Nei prossimi giorni, appena ci sarà permesso, organizzeremo squadre per intervenire concretamente nelle zone alluvionate. Non lasceremo nessuno indietro, è una promessa. Forza Firenze, rialziamoci ancora una volta".

Maltempo: cresce ancora il livello del lago di Como. Frane e smottamenti in provincia

E' salito ancora il livello del lago di Como che questa mattina, con 164 centimetri sopra lo zero idrometrico, è vicino al record assoluto di altezza in questo periodo dell'anno. Il lungolago rimane chiuso perché allagato dopo l'esondazione, e la polizia locale ha allestito un percorso alternativo nelle vie del centro solitamente pedonali, straordinariamente riaperte al traffico anche se limitato ai mezzi leggeri. Inoltre sono state aperte alla circolazione alcune corsie preferenziali dei bus per favorire il passaggio delle auto e a breve dovrebbe essere chiusa anche l'area attornoallo stadio.

A mezzogiorno entravano nel lago 952 metri cubi d'acqua al secondo e ne uscivano 671: è evidente che il livello è destinato a salire ulteriormente, secondo le previsioni almeno fino a 180 centimetri, 60 oltre la soglia di esondazione. I disagi in città, quindi, sono destinati a proseguire: la raccomandazione della polizia locale è di evitare, nei limiti del possibile, di transitare dal centro.
Intanto le precipitazioni hanno provocato frane e smottamenti in provincia: sempre a Como è interrotta la strada della Valfresca per un albero caduto e a Faggeto Lario una frana ha interrotto la strada provinciale che conduce alle frazioni di Molina, Lemna e Palanzo. 

Maltempo, Prato: colpito il distretto tessile, aziende ko. Centinaia di edifici danneggiati

Centinaia sono gli edifici danneggiati a Prato e a Montemurlo dalle inondazioni, sia abitazioni, sia tantissime aziende. Il maltempo ha colpito il distretto tessile, il più importante in Europa, che è organizzato in filiera e che per questo può bloccarsi. Al Comune di Prato, che evidenzia questa problematica, si stanno prevedendo le possibili contromisure, come una Cig straordinaria per i lavoratori che dovessero appartenere a imprese costrette a interrompere la produzione. 

I problemi non sono solo per leaziende direttamente allagate, come nelle aree industriali di Oste di Montemurlo, di Carmignanello, nei quartieri sud sul versante di Campi Bisenzio (Firenze), ma anche per queller imaste all'asciutto ma che non ricevono dalle altre le lavorazioni per mandare avanti la propria  produzione. Inoltre,sono migliaia le piccole imprese nelle aree urbane anche residenziali come Santa Lucia uno dei quartieri più colpiti dall'esondazione del bacino del Bisenzio. 

Toscana, Giani: il post con il video delle forti mareggiate a Marina di Pisa

Maltempo: cade traliccio sulla linea ferroviaria Lucca-Viareggio

"É caduto un traliccio sulla linea  ferroviaria Lucca-Viareggio". Lo comunica sui social il presidente  della Toscana, Eugenio Giani. "Ancora importanti allagamenti a Campi Bisenzio e Cerreto Guidi, piana Firenze-Prato-Pistoia e provincia di Pisa - prosegue Giani - Nella  provincia di Pistoia le strade Sp16 e Sp9 chiuse per frane ma  accessibili per i mezzi di soccorso, alcune abitazioni nel comune di  Quarrata sono state interessate da frane ma le persone sono in  sicurezza. Sul posto idrovore, mezzi anfibi, gruppi elettrogeni e  centinaia di operatori".      

Chiusa per frana statale Abetone-Brennero in Toscana

La strada statale 12 "dell'Abetone e del Brennero" e' chiusa a Borgo a Mozzano (km 44,200), in provincia di Lucca, a causa di una frana. Il traffico e' deviato sulla viabilita' secondaria con indicazioni sul posto. I tecnici e le squadre Anas sono intervenuti per la gestione della viabilita', per valutare gli interventi necessari a ripristinare la sicurezza e quindi riaprire al traffico l'arteria nel piu' breve tempo possibile. Le operazioni saranno avviate con procedura di somma urgenza, compatibilmente con l'evolversi delle condizioni meteo. Prosegue anche l'attivita' di monitoraggio attivata da Anas su tutta la rete stradale di competenza per fronteggiare l'emergenza maltempo, intervenire rapidamente laddove necessario e garantire la sicurezza della circolazione. La strada statale 62 "della Cisa" e' chiusa nel comune di Pontremoli (MS) in prossimita' del valico (km 52), a causa di un movimento franoso che ha coinvolto e danneggiato strutturalmente il corpo stradale. Sul posto non e' presente una viabilita' alternativa. I tecnici Anas hanno attivato la procedura di somma urgenza e i rilievi per la progettazione dell'intervento di ripristino. L'avvio dei lavori e' condizionato all'evoluzione delle condizioni meteo. Sulla strada statale 1 "Aurelia" e' temporaneamente chiuso un tratto della carreggiata sud a Viareggio, a causa della caduta di alberi. Il traffico e' deviato con uscita obbligatoria a Bicchio e rientro a Marina di Torre del Lago. Sul posto sono in corso gli interventi di rimozione e pulizia del piano viabile. Sulla strada statale 67 "Tosco Romagnola" e' chiuso un tratto a Empoli (km 46,500) a causa dell'allagamento di un sottopasso. Il traffico e' deviato sulla viabilita' comunale con indicazioni sul posto. In corso gli interventi di ripristino. 

Spagna, dopo Ciaran arriva tempesta Domingos

La Spagna resta in allerta per la tempesta Ciaran che ieri ha provocato la morte di una giovane a Madrid. Le aree costiere della Cantabria e della Galizia sono in allerta rossa per rischio estremo. Il Paese iberico si prepara intanto all'arrivo domani di una nuova tempesta, Domingos, che colpirà anche la Francia e si prevedono raffiche di vento di oltre 100 chilometri orari. Ieri una giovane di 23 anni è morta a Madrid in seguito alla caduta di un albero di 20 metri mentre attraversava sulle strisce pedonali. A Barcellona nove persone, di cui sette minori, sono rimaste ferite per la caduta di un albero in un cortile di una scuola e altri feriti sono stati registrati ad Almeria.

 

Maltempo: 124 interventi nella notte in provincia di Roma

La scorsa notte sono stati 124 gli interventi effettuati dalle squadre dei Vigili del Fuoco del Comando di Roma, quasi tutti causati dal maltempo che si è abbattuto sull'intera provincia romana. La zona maggiormente coinvolta è quella del quadrante Est. Forti raffiche di vento hanno creato numerosi disagi. La natura degli interventi è per lo più legata ad alberi abbattuti dal vento, rami, cartelloni pubblicitari  e pali pericolanti. 
I comuni più colpiti sono quelli di Montelibretti, Tivoli,Palestrina, Subiaco, Frascati. 

Friuli, sede Protezione Civile monitoraggio maltempo Localteam
Friuli, sede Protezione Civile monitoraggio maltempo

Maltempo: uomini e mezzi inviati dalla Calabria in Toscana

Un Modulo di Contrasto Rischio Acquatico Medium (MO.CRAM) della colonna mobile dei Vigili del Fuoco della Calabria e' stato inviato in Toscana, per l'emergenza alluvione, questa notte, su disposizione del Centro Operativo Nazionale dei Vigili del Fuoco. Il modulo, che andra' ad operare nella provincia di Prato, e' composto - secondo quanto reso noto - da personale operativo dei 5 comandi provinciali e prevede 18 unita' di cui 12 tra specialisti Soccorritori Fluviali Alluvionali e Soccorritori Acquatici nonche' mezzi ed attrezzature predisposti per emergenze alluvionali (motopompe per aspirazione, gommoni fluviali ed altro). 

 

Ciaran satellite CSU/CIRA & EUMETSA
Ciaran satellite

Sindaco: "A Prato evento che non accadeva da due secoli"

"Sono caduti 155 millimetri di pioggia in poche ore, un evento che da quel che sappiamo non accadeva da almeno due secoli". Lo ha detto il sindaco di Prato Matteo Biffoni facendo il punto sugli allagamenti e i danni che hanno colpito la città con inondazioni il 2 novembre. 

Il punto: una “ondata senza precedenti

Campi Bisenzio, strade allagate molte auto danneggiate rainews
Campi Bisenzio, strade allagate molte auto danneggiate

Mattarella telefona a Giani, "Piena solidarietà"

"Il Presidente della Repubblica mi ha appena chiamato per esprimere la sua piena solidarieta' e gli auguri di buon lavoro. Gli ho manifestato la mia forte preoccupazione per una situazione davvero tragica. Grazie Presidente Mattarella per la sua vicinanza che mai e' mancata!" lo scrive Eugenio Giani sul suo profilo Facebook. 

Maltempo in Toscana, riaperti tratti A11 tra Pistoia e Prato

"Con il progressismo miglioramento delle condizioni meteo in corrispondenza del nodo Fiorentino e grazie al lavoro della task force messa in campo da Aspi, che dalla serata di ieri è impegnata per far fronte ai disagi determinati dal maltempo, a partire dalle ore 9:30 lungo la A11 Firenze - Pisa nord sono stati riaperti i seguenti tratti bivio A1 - Prato est e Prato ovest - Pistoia in entrambe le direzioni". Lo spiega in una nota Autostrade per l'Italia precisando che "la chiusura ella A11 rimane circoscritta al solo tratto Prato ovest - Prato est sia in direzione Pisa che in direzione Firenze. Sul posto proseguono le attività di oltre 50 uomini, che con l'ausilio di mezzi escavatori, continuano ad operare per garantire nel minor tempo possibile il pieno ripristino della viabilità sul tratto colpito dal maltempo".
 

 

Maltempo Verona, sale livello dell'Adige Rainews24
Maltempo Verona, sale livello dell'Adige

Trenitalia, sospesi alcuni tratti linee nel Lazio

Importanti modifiche alla circolazione con treni regionali che potranno subire cancellazioni, ritardi o interruzioni di percorso prolungate, e in alcuni casi essere sostituiti con bus. E' la situazione nel Lazio delineata da Trenitalia a causa dell'ondata di maltempo. Allo stato, la circolazione e' sospesa sulla linea Roma - Cassino tra Frosinone e Cassino per la caduta di un albero che fra Ceccano e Ceprano ha tranciato i cavi della linea elettrica e sulla linea Sulmona - Aquila - Terni per una frana in prossimita' di Antrodoco Borgo Velino

Maltempo Toscana, a Campi Bisenzio 800 ettari allagati Ansa
Maltempo Toscana, a Campi Bisenzio 800 ettari allagati

In Abruzzo raffiche oltre 100 km/h, disagi e danni

Danni e disagi in tutto l'Abruzzo a causa del vento che da ieri sera sta interessando l'intero territorio. Violentissime le raffiche che in montagna e anche in alcune aree urbane hanno raggiunto i 130 km/h. Dalla provincia di Pescara a quella dell'Aquila, dal Chietino al Teramano, si registrano criticità: alberi caduti sulle strade, sulle auto e sulle case, linee elettriche tranciate, coperture e tetti divelti. In diversi casi, come a Vasto (Chieti) o a Penne (Pescara), i Comuni hanno attivato il Centro operativo comunale (Coc) per far fronte all'emergenza. Problemi sull'autostrada A14: tra Val di Sangro e Vasto Sud, verso Bari, è stata disposta nella notte, a causa della caduta di alberi in carreggiata, la chiusura del tratto, poi riaperto attorno alle 9.30; al momento si registrano tre chilometri di coda in direzione Sud. Disagi anche sulle linee ferroviarie. Trenitalia, infatti, informa che la circolazione potrebbe subire variazioni e i treni regionali potranno subire cancellazioni, ritardi o interruzioni di percorso prolungate.

 

Gdf Prato, impegnati in soccorsi a popolazione

Il comando provinciale della guardia di finanza di Prato sta partecipando attivamente con i suoi uomini ed i suoi mezzi alle operazioni di soccorso ed assistenza alla popolazione pratese colpita dagli eventi alluvionali.
"L'attenuarsi delle precipitazioni ed il parziale ritiro delle acque sta rivelando di ora in ora l'entità dei danni, così come alcuni smottamenti del terreno nelle zone collinari dell'entroterra hanno causato interruzioni della rete viaria stradale della città, in alcuni punti danneggiata al punto tale da aver praticamente isolato comunità che risiedono in piccole frazioni - spiega la Gdf in una nota -. In considerazione del complesso quadro emergenziale, la guardia di Finanza si è da subito attivata già dalle prime ore notturne per impiegare nel teatro delle operazioni i propri tecnici del Nucleo sommozzatori del Roan di Livorno, appositamente addestrati ad operare per il recupero di persone ferite, o comunque in pericolo, in zone di difficile accessibilità. Sono altresì pienamente operative le unità specialistiche aeree e navali di stanza a Pisa e Livorno, in stretta sinergia con le unità di protezione civile e dei vigili del fuoco". 

L'acqua diventa un torrente ed esce dalla casa a Prato: VIDEO

Soccorse 3 persone bloccate per innalzamento Tagliamento

Stanotte a Pinzano sul Tagliamento, in provincia di Pordenone, i soccorritori acquatici del Corpo nazionale hanno salvato due turisti belgi che erano rimasti bloccati nel loro camper per l'innalzamento del livello del fiume Tagliamento.
All'alba di oggi altro salvataggio per i soccorritori fluviali dei vigili del fuoco sempre sul fiume Tagliamento: a Valvasone Arzene recuperati con l'elicottero del servizio sanitario due turisti tedeschi che erano rimasti bloccati sul greto del fiume per l'innalzamento del livello dell'acqua.

 

In Emilia Romagna atteso il passaggio delle piene dei fiumi

Dopo la tempesta che ha colpito la Toscana e che ha superato l'Appennino con forti piogge anche in Emilia e in Romagna, si attende il passaggio delle piene dei fiumi nei tratti a valle. Le piene di Taro, Parma, Secchia, Panaro e Reno si stanno propagando con livelli generalmente prossimi alle soglie 2, superiori alla soglia 3 sull'Enza a Sorbolo, nel Parmense. Le intense precipitazioni delle ultime ore sul crinale di Santerno, Senio e Lamone (soglia 3) hanno generato picchi di piena nei relativi tratti montani, che si stanno propagando a valle con la progressiva laminazione dei colmi. In mattinata la piena del Senio è passata dal punto più critico, a Castel Bolognese, dove erano stati rinforzati gli argini. Nelle prossime ore si prevede una graduale attenuazione delle precipitazioni su tutta la regione, con ulteriori impulsi di pioggia ancora possibili sul crinale appenninico modenese e bolognese. 

"Raffiche a 140 km orari": in Molise crolla il tetto di una palestra della scuola, immagini
 

Toscana, ritrovato vivo uno dei dispersi

E' stato ritrovato vivo uno dei dispersi per il maltempo in Toscana. Lo rendono noto i Carabinieri spiegando che si tratta di un 72enne per il quale le ricerche erano scattate a Campi Bisenzio.  Sempre a Campi risulta dispersa un'altra persona mentre i due dispersi per i quali sono scattate le ricerche a Lamporecchio (Pistoia) e la cui auto è stata poi ritrovata rovesciata in un torrente a Vinci sono una coppia di coniugi. 

 

Protezione civile Fvg, 2.164 chiamate per emergenze

Sono state 2.164 le chiamate giunte da ieri e nella notte al numero unico di emergenza 112 in Friuli Venezia Giulia, durante l'allerta meteo rossa diramata dalla Protezione civile. Nella notte, dalla mezzanotte alle 6.30, sono arrivate altre 294 telefonate per segnalare problemi legati al maltempo. Il picco - precisa la nota - si e' registrato tra le 23 e la mezzanotte con 216 chiamate ricevute. Fra le maggiori criticita' segnalate, lo straripamento del Rio Canale ad Avasinis e del torrente Palar ad Alesso, sempre nel comune di Trasaghis, con decine di case allagate. Case allagate anche a Ragogna e a Gemona. Una persona e' rimasta bloccata nell'autovettura a Sompcornino, comune di Forgaria nel Friuli, a seguito di un guasto dovuto all'allagamento del vano motore. Segnalate, inoltre, due frane sulla pontebbana Ss13 nel comune di Tarvisio e sulla Sp22, Val Cosa, a Clauzetto. Problemi anche per alcuni turisti francesi e tedeschi in villeggiatura nei pressi del fiume Tagliamento. Infine, i vigili del fuoco di Gorizia a ridosso dell'argine del fiume Isonzo hanno recuperato, in condizioni proibitive, un cinquantenne in ipotermia, che era stato dato per disperso. Oggi giornata di sopralluoghi per valutare situazioni e danni provocati dal maltempo.  

 

Maltempo, stop collegamenti tra Sardegna e Corsica

Dopo la tempesta di vento di ieri notte e con il mare ancora in burrasca sulle Bocche di Bonifacio, per tutta la giornata di oggi saltano i collegamenti tra Bonifacio e Santa Teresa Gallura, operati da Moby. La stessa compagnia di navigazione ha anticipato, ieri sera, la partenza delle navi sulla Livorno-Olbia, mentre il traghetto partito da Genova per Porto Torres è stato dirottato a Olbia. A seconda delle condizioni meteo-marine anche stasera potrebbe esserci questo spostamento di rotta, previa disponibilità di banchine in porto. 

 

Tempesta Ciaran - mappa fiumi a rischio esondazione rainews
Tempesta Ciaran - mappa fiumi a rischio esondazione

Passata la piena dell'Arno a Firenze senza criticità

"Già passata la piena dell'Arno a Firenze senza criticità". E' quanto reso noto sui social dal presidente della Regione Toscana Eugenio Giani. "Prevista nelle prossime ore a Pisa all'interno delle soglie di riferimento", ha concluso il governatore. 

Anas, diverse strade statali chiuse nel Centro-Nord

Diverse le strade chiuse a seguito dell'emergenza meteo nelle regioni del Centro-Nord. Lo comunica Anas nell'ultimo aggiornamento sugli interventi di sicurezza e viabilità in corso. In Friuli Venezia Giulia è stata riaperta a senso unico alternato la statale 54 “del Friuli”, che era stata chiusa nella notte a causa di una frana. Nella regione, inoltre, è in corso da ieri la sorveglianza e il monitoraggio da parte dei tecnici di Anas su alcune arterie: le statali 54 “del Friuli”, 55 “dell’Isonzo”, “52 bis Carnica”, i raccordi di Trieste, la statale 202 “Triestina”, la statale 14 della Venezia Giulia. In Veneto permane la chiusura della strada statale 51 “Alemagna” a Fadalto, in provincia di Treviso, e della statale 52 “Carnica” tra Cimagogna e Auronzo di Cadore, in provincia di Belluno,  per frana e caduta massi. Lungo la strada statale 16 “Adriatica” è sempre attivo il monitoraggio del fiume Adige a seguito della piena dei giorni scorsi. Anas aveva avviato le attività di messa in sicurezza del cantiere in corrispondenza del ponte tra Boara Pisani in provincia di Padova e Rovigo, provvedendo al sollevamento dei ponteggi e delle reti.

 

I soccorritori utilizzano gommoni per recuperare persone dopo l'esondazione a Campi Bisenzio, vicino Firenze, 3 novembre 2023 Ansa
I soccorritori utilizzano gommoni per recuperare persone dopo l'esondazione a Campi Bisenzio, vicino Firenze, 3 novembre 2023

Burrasca di vento sulla Sardegna, incendi e alberi crollati

Il vento di burrasca che per tutta la notte ha sferzato l'intera Sardegna ha alimentato incendi che hanno mandato in fumo ettari di vegetazione ma anche aziende, come a Capoterra nel sud Sardegna, dove è morto un uomo, e Tortolì, in Ogliastra, dove è andata a fuoco un'intera segheria. Le fiamme hanno divorato la vegetazione in prossimità del centro abitato coinvolgendo una segheria e riducendo in cenere numerose cataste di legname da opera. Numerose le squadre dei vigili del fuoco giunte anche da Nuoro per evitare che il fuoco raggiungesse le abitazioni. Complessivamente sono stati 52 gli interventi dei Vigili del Fuoco del Comando provinciale di Nuoro nella nottata appena trascorsa. A seguito delle forti raffiche di vento, sono state infatti decine le chiamate alla sala operativa per incendi di sterpaglie, alberi pericolanti, pali e lampioni rovesciati.

 

Evacuate abitazioni lungo il Piave nel Trevigiano

In Veneto viene tenuto sotto vigilanza il corso del fiume Piave, ingrossato dalle forti piogge delle ultime ore. A Ponte di Piave (Treviso), sono state evacuate a titolo precauzionale alcune abitazioni situate nella zona golenale del fiume.  

La diretta dal Friuli, minuto per minuto

 

Maltempo, in Trentino caduti mediamente 50-100 mm di pioggia

Negli ultimi due giorni in Trentino 50-100 mm di pioggia, con il massimo di133 a Tremalzo. Dopo una breve pausa giovedì sera, nella notte le precipitazioni sono riprese seppur - sottolinea la Provincia autonoma di Trento in una nota - in modo discontinuo ma localmente anche a carattere di rovescio o isolato temporale. La quota neve si è gradualmente abbassata fino a circa 1500 - 1700metri o a quote inferiori, specie sui settori a nord e nelle vallate a ovest. 

Maltempo: il fiume Lambro esonda nel parco di Monza

Il fiume Lambro è in piena a Monza, ed è già esondato all'interno del Parco in vari punti, tra cui il 'Ponte delle catene' e la 'Valle dei sospiri'. Il picco di piena è previsto intorno alle 12. Il sindaco Paolo Pilotto con un'ordinanza urgente ha disposto la chiusura del Parco di Monza. La Protezione Civile è in costante contatto con le altre autorità per monitorare il livello del fiume.

 

Anas, ancora strade statali chiuse al Centro Nord

Ancora strade statali chiuse a seguito dell'emergenza meteo sulle regioni del Centro Nord per il ciclone Ciaran. E' quanto emerge dall'ultimo aggiornamento dell'Anas, nel quale si segnalano anche alcune riaperture. In Friuli Venezia Giulia, infatti, e' stata riaperta a senso unico alternato la statale 54 "del Friuli", che era stata chiusa nella notte a causa di una frana. Nella regione, inoltre, e' in corso da ieri la sorveglianza e il monitoraggio da parte dei tecnici di Anas su alcune arterie: le statali 54 "del Friuli", 55 "dell'Isonzo", "52 bis Carnica", i raccordi di Trieste, la statale 202 "Triestina", la statale 14 della Venezia Giulia.   In Veneto, invece, permane la chiusura della strada statale 51 "Alemagna" a Fadalto, in provincia di Treviso, e della statale 52 "Carnica" tra Cimagogna e Auronzo di Cadore, in provincia di Belluno, per frana e caduta massi. Lungo la strada statale 16 "Adriatica", inoltre, e' sempre attivo il monitoraggio del fiume Adige a seguito della piena dei giorni scorsi. Anas aveva avviato le attivita' di messa in sicurezza del cantiere in corrispondenza del ponte tra Boara Pisani in provincia di Padova e Rovigo, provvedendo al sollevamento dei ponteggi e delle reti. 

Friuli, campeggiano vicino al Tagliamento, turisti salvati dalla piena

Ignorano l'allerta rossa e campeggiano sul greto del Tagliamento, quando è arrivata la piena hanno rischiato di essere trascinati via. Sono stati salvati in extremis dai vigili del fuoco. E' accaduto a due diverse comitive la scorsa notte in provincia di Pordenone.
Nel primo caso, poco prima delle 2, a Pinzano, sono stati soccorsi due turisti di nazionalità belga, provenienti dall'Austria che, a loro dire, ignoravano l'allerta meteo in atto. Fermato il camper vicino al Tagliamento, quando si sono accorti dell'acqua era troppo tardi perché erano già rimasti bloccati. Sono stati tratti a riva, con una complessa e articolata operazione di salvataggio, mentre il loro mezzo era già parzialmente sommerso dall'acqua, grazie a un gommone e all'elisoccorso sanitario.
Verso le 6, i pompieri sono intervenuti nuovamente per una situazione analoga: soccorrere una coppia di turisti, di nazionalità tedesca, rimasti bloccati con il loro fuoristrada a causa dell'innalzamento delle acque, nel comune di Valvasone-Arzene.
Vista la zona impervia, sono stati tratti in salvo con l'elicottero, che li ha 'verricellati' e sbarcati in un'area sicura. Per un principio di ipotermia, sono stati precauzionalmente accompagnati al Pronto soccorso.
 

 

Ad Arezzo 100 interventi dei vigili del fuoco

Sono circa 100 gli interventi per maltempo nella provincia di Arezzo effettuati la notte appena trascorsa dai vigili del fuoco di Arezzo. La maggior parte degli interventi è dovuto al vento forte ed ha interessato soprattutto alberi divelti e coperture di tetti.
Le zone più colpite sono ad Arezzo e in Valdichiana, non risultano persone coinvolte Il comando di Arezzo ha potenziato le squadre nel territorio ed attualmente sono in servizio circa 50 unità, inoltre una squadra di cinque unità con attrezzature fluviali è stata inviata ieri sera nella zona di Prato  Al momento ci sono circa 30 gli interventi in attesa 

La lunga notte dell’Unità di crisi della Regione Veneto

Scirocco sulle coste e pioggia forte soprattutto in montagna. La vera paura, come spiegano dal quartier generale della Protezione Civile di Marghera, è la quantità di precipitazioni che andranno a sommarsi a quelle già cadute nei giorni scorsi con il rischio di frane, smottamenti ed esondazioni.

Nel servizio di Ivana Godnik, montato da Andrea Giorgio, l'intervista aGian Paolo Bottacin, responsabile Protezione Civile Veneto

Maltempo: allerta rossa per il Tagliamento, Livenza stabile, i fiumi restano sorvegliati speciali

Scatta l'allerta rossa per il fiume Tagliamento nella zona idrografica Vene-G, che comprende il Livenza, il Lemene e  il Tagliamento nelle province di Venezia e Treviso. Il livello del fiume, infatti, si è alzato nel corso delle notte e questa mattina la Protezione Civile ha ritenuto necessario innalzare il livello di allerta per il fiume. Resta alto anche quello del Livenza a Torre di Mosto (Venezia), nonostante non ci sia il rischio di esondazioni, infatti anche l'allerta rimane arancione, al pari quindi di ieri sera. Cresce, invece, il livello del Piave nel Sandonatese, dove l'emergenza dovrebbe concludersi nel primo pomeriggio, con il passaggio del nuovo colmo di piena. Persiste la sospensione dei collegamenti ferroviari tra Veneto Orientale e Friuli; nel Sandonatese la mobilità è garantita dai treni regionali Portogruaro-Venezia. 

 

Meloni, cordoglio per le vittime in Toscana

"Il Presidente del Consiglio Giorgia Meloni segue con apprensione l'evoluzione degli eventi calamitosi che hanno colpito in particolare la Toscana ed esprime il profondo cordoglio per le vittime, suo personale e del Governo tutto. Il Presidente Meloni si mantiene in costante contatto con il ministro Nello Musumeci, con il capo della Protezione Civile Fabrizio Curcio, con il presidente della Regione Eugenio Giani e con le autorità competenti". E' quanto si legge in una nota di palazzo Chigi.

Mit: Salvini segue ricadute su strade e rete ferroviaria

Il Vicepremier e Ministro Matteo Salvini sta seguendo con attenzione le ricadute del maltempo su infrastrutture e trasporti in tutta Italia. Da un primo bilancio di Anas e Rfi, emerge che in Friuli Venezia Giulia la situazione dei treni potrebbe tornare alla normalità nelle prossime ore, mentre c'è grande preoccupazione in Toscana e in particolare a Prato. Così una nota del Mit.
Anas sta monitorando con particolare attenzione alcuni fiumi che potrebbero creare problemi, per esempio sulla statale Adriatica rispetto all'Adige.

 

Musumeci: “Verso stato emergenza già oggi in Cdm, e nomina commissario”

Si va verso la deliberazione dello stato di emergenza, per il maltempo che ha colpito la Toscana, già stamattina  in Cdm: "Il Dipartimento sta definendo gli ultimi atti con  l'amministrazione regionale, ma crediamo di poterlo deliberare  stamattina", ha detto il ministro della Protezione civile Nello  Musumeci a 'SkyTg24'.  "Si nomina un commissario delegato per 12 mesi - ha proseguito - e il Fondo nazionale di Protezione civile appronta una prima somma necessaria per i primi interventi da parte della Regione".

 

La mappa del maltempo in Toscana, “ondata senza precedenti”, il punto

Maltempo: esondazione Seveso, Milano si prepara

"Mi trovo alla vasca di laminazione del Comune di Milano, al Parco Nord. La vasca è pronta ad accogliere le acque del Seveso e a fronteggiare e contenere un'eventuale esondazione del fiume in città. Noi siamo pronti". Lo scrive su Facebook Marco Granelli, assessore alla Protezione civile del Comune di Milano, in merito al maltempo che si è abbattuto nella notte e nelle prime ore dell'alba sul capoluogo meneghino.Sotto stretto controllo il livello del Seveso, dopo l'esondazione dello scorso martedì.

Mareggiate a Marina di Pisa, allagamenti e frane in Valdera

Una mareggiata fortissima sta provocando allagamenti e disagi a Marina di Pisa dove un tratto del viale a mare è stato nuovamente chiuso al transito pedonale e veicolare perché invaso da acqua e detriti con i sassi spinti da onde alte diversi metri che arrivano sulla strada. Secondo molti residenti della frazione balneare pisana raffiche di vento così forti e onde così alte non si erano mai viste prime negli ultimi decenni. Situazione molto critica anche a Pontedera e in tutta la Valdera dove alle 7.30 è giunta la colonna mobile della protezione civile regionale mentre dalle 4.30 operano anche i militari dell'esercito per liberare scantinati e piano basso invasi dall'acqua. Sta progressivamente tornando alla sua funzionalità anche il piano terreno dell'ospedale Lotti di Pontedera allagato da ieri sera e dove si trovano le sale operatorie e il reparto di dialisi che per oggi hanno sospeso tutte le attività programmate, compreso quelle chirurgiche (saranno solo eseguite quelle di urgenza).


In nottata si sono verificati anche eventi franosi di modesta entità nelle aree di campagna del comune di Pontedera nelle località Treggiaia, La Rotta e Montecastello. Scuole chiuse in tutti i comuni della Valdera. Allagamenti, scuole chiuse e situazione critica anche a San Miniato e negli altri comuni del Cuoio che per tutta la notte hanno fatto i conti con fossi gonfi incapaci di smaltire la pioggia e strade allagate. 

 

Dopo le forti piogge e gli allagamenti a Firenze 3/11/23 Getty
Dopo le forti piogge e gli allagamenti a Firenze 3/11/23

Zaia, in Veneto ora si teme l'ondata di piena

"La situazione in Veneto è complicata. È un Veneto martoriato da queste precipitazioni che sono state importanti e hanno raggiunto i 160 millimetri d'acqua nelle 24 ore, e abbiamo delle località che hanno gli esiti di queste precipitazioni". Lo riferisce stamani il presidente del Veneto, Luca Zaia, facendo il punto delle conseguenza dell'ondata di maltempo di ieri.
"Sono tutta la Pedemontana - aggiunge - con frane e smottamenti su alcune strade, dall'altro c'è la preoccupazione per i grandi fiumi, a iniziare dall'Adige a Verona, che è stato messo in sicurezza con l'apertura del collettore che sostanzialmente lo sgrava delle sue acque e le fa defluire nel lago di Garda. Anche fiumi come il Bacchiglione, il Brenta, il Tagliamento, il Meduna e il Livenza son tutti attenzionati.
Nonostante le previsioni siano di schiarite e cessazioni delle precipitazioni nella giornata, abbiamo la grande preoccupazione dei punti di massima piena del transito, della mole importante su questi fiumi, quindi stiamo monitorando".
Zaia ribadisce l'invito ai cittadini "di non avvicinarsi ai fiumi e di non camminare sugli argini per guardare la mole d'acqua che transita, perché il vero pericolo sono gli sfondamenti arginali, evitare scantinati, evitare di trovarsi in zone troppo vicino ai corsi d'acqua".

Infine, il presidente regionale sottolinea "le raffiche di vento a oltre 130 chilometri orari che ovviamente hanno creato non pochi problemi ad alcune abitazioni, alberi abbattuti e grande erosione della costa veneta. Resta purtroppo il grande pensiero per un vigile del fuoco non in servizio - conclude - che si prestava a fare volontario che al momento è ancora disperso". 
 

Assessore Toscana: “Livelli di pioggia superiori al 1966”

"La luce del giorno ci offre un quadro impietoso. Ne avevamo la percezione, stanotte, ma stamani, l'immagine è di devastazione. Il fronte temporalesco è stato molto esteso, da Livorno, a Pontedera, profondamente colpita, poi ha attraversato il Mugello, l'empolese, la Piana fiorentina ed è stato fermo, inchiodato per molte ore nella zona tra Prato e Pistoia, scaricando una quantità di pioggia che in Toscana non si era mai vista. Le precipitazioni hanno superato il livello del 1966. E poi c'è chi dice che non esistono i cambiamenti climatici". Lo ha detto l'assessore regionale all'Ambiente e alla Protezione Civile, Monia Monni, in collegamento con Rtv38.

 

Alluvione Local Team
Alluvione

Maltempo, Giani: ripristinata autostrada A11 da Firenze a Prato

"Per gli spostamenti è stata ripristinata l'autostrada A11 da Firenze a Prato e Pistoia". Lo ha detto il presidente della Regione Toscana, Eugenio Giani, a Rtl 102,5, aggiungendo che permangono "forti disagi sulla linea ferroviaria".

 

A Campi Bisenzio in 100 trovato rifugio centro commerciale, dopo cedimento argini Bisenzio e esondazioni

Ieri sera a causa del cedimento degli argini del Bisenzio e delle esondazioni a Campi Bisenzio, un centinaio di persone, tra dipendenti e clienti, è stato accolto nel centro commerciale I Gigli. Lo rende noto la stessa struttura che oggi resterà chiusa in base all'ordinanza del sindaco di Campi Bisenzio che dopo il maltempo di ieri pomeriggio, 2 novembre, abbattutosi sulla Piana e dopo le esondazioni del fiume Bisenzio e del torrente Marina ha disposto "la chiusura di tutte le attività commerciali, produttive, industriali, di somministrazione di spettacolo sul territorio comunale di Campi Bisenzio". 

 

Musumeci, su maltempo pronti a stato emergenza nazionale

"Ancora una notte di paura e di dolore nel Centro-nord, soprattutto in Toscana, dove si piangono le vittime e si prega per i dispersi. Sono in costante contatto con il nostro capo dipartimento della Protezione civile Fabrizio Curcio ed ho assicurato al presidente della Regione Eugenio Giani che il governo è pronto a dichiarare lo stato di emergenza nazionale. Si resta in allerta: il fiume Arno rimane sorvegliato speciale e permane il rischio diffuso di frane". Così il ministro per la Protezione civile Nello Musumeci.

A Montemurlo (Prato): “Ondata senza precedenti”

Toscana, 403 i vigili del fuoco al lavoro

Sono 403 i vigili del fuoco al lavoro tra le province di Firenze, Pistoia, Pisa, Livorno e Prato colpite dal maltempo. In azione, si spiega, tre elicotteri, sommozzatori, squadre in assetto acquatico e fluviale, e giunti rinforzi da Lazio, Campania, Umbria,Piemonte, Puglia, Calabria e Lombardia con 4 mezzi anfibi. Centinaia gli interventi fatti, con numerose operazioni di soccorso a persone bloccate in auto nei sottopassi, allagamenti di strade e scantinati di edifici, alberi caduti.   La situazione più critica, si ribadisce, a Campi Bisenzio, nel Fiorentino, per l'esondazione del Bisenzio.  

Maltempo Toscana, Campi Bisenzio allagata Local Team
Maltempo Toscana, Campi Bisenzio allagata

Trenitalia, possibili interruzioni treni regionali

Trenitalia informa che, a causa dell'ondata di maltempo che sta interessando il territorio, la circolazione potrebbe subire variazioni e i treni regionali potranno subire cancellazioni, ritardi o interruzioni di percorso prolungate. Si consiglia, pertanto, di evitare o limitare gli spostamenti in treno a quelli strettamente necessari. Tutti gli aggiornamenti sono disponibili nelle stazioni e nella sezione Infomobilità di Trenitalia.  

La diretta da Campi Bisenzio, Toscana: il fango ed i soccorsi

Possibile cancellazione o variazioni sui treni nelle Marche

Trenitalia informa che a causa dell'ondata di maltempo che sta interessando il territorio, nelle Marche la circolazione potrebbe subire variazioni e i treni regionali potranno subire cancellazioni, ritardi o interruzioni di percorso prolungate. Si consiglia pertanto di evitare o limitare gli spostamenti in treno a quelli strettamente necessari. Tutti gli aggiornamenti sono disponibili nelle stazioni e nella sezione Infomobilità di Trenitalia.

“Ondata di maltempo senza precedenti”

 

Maltempo in Toscana, salgono a sei i dispersi

Salgono a sei i dispersi per il maltempo in Toscana. Ai tre nel Fiorentino di cui ha dato notizia la Protezione civile della Metrocittà si aggiunge una quarta persona a Campi Bisenzio di cui danno notizia i Carabinieri mentre i vigili del fuoco informano che sono in atto ricerche di due persone disperse nel Pistoiese, a Lamporecchio. 

La furia dell'acqua sulla Toscana, a Montemurlo "Ondata maltempo senza precedenti: 200 mm pioggia"
 

Crolla palestra scuola in provincia di Campobasso, raffiche a 140 Km/h

A Casacalenda, provincia di Campobasso, il vento ha devastato la palestra della scuola elementare. Una parete è crollata sotto la forza delle raffiche che hanno superato i 140 km orari."Danni ingenti su tutto il territorio"  dichiara la sindaca Sabrina Lallitto chiedendo ai cittadini di fare massima attenzione. Ci sono tegole in bilico e cornicioni pericolanti oltre a diversi alberi sradicati che invadono le carreggiate. Le scuole oggi sono chiuse. "La palestra - aggiunge la sindaca - è completamente devastata e stiamo valutando già la possibilità di dichiarare lo stato di emergenza".
 

Maltempo: nella notte oltre 60 interventi vigili fuoco Campobasso

A partire dalla notte sono stati oltre 50 gli interventi dei Vigili del Fuoco del comando di Campobasso, soprattutto in basso Molise e nell'area del Fortore, dove il vento ha creato numerosi disagi. Le raffiche che hanno soffiato superando i 140 km/h, come rilevato dalle stazioni meteo, hanno sradicato alberi, trascinato via insegne pubblicitarie, cassonetti, tegole. Situazione problematica nei comuni di Montenero di Bisaccia e Castelmauro dove sono stati scoperchiati i tetti di due abitazioni. Sono in coda ancora altri 30 interventi da eseguire per richieste dei cittadini.

 

Maltempo - Protezione civile: Campi Bisenzio tra situazioni più critiche 3/11/23 Ansa
Maltempo - Protezione civile: Campi Bisenzio tra situazioni più critiche 3/11/23

Allagamenti, modifiche a linee tram e bus a Milano

Tra allagamenti e traffico aumentato, il maltempo sta avendo conseguenze sul servizio delle linee di trasporto pubblico in diverse zone di Milano. Atm ha modificato il servizio di alcune linee. Sulla linea del tram 5 si stanno rimuovendo rami di alberi dalla rete aerea; il tram quindi non fa servizio tra viale Lunigiana e il capolinea di Niguarda. Bus sostitutivi viaggeranno tra piazza Duca d'Aosta e viale Fulvio Testi/S. Monica. Via Vigevano e' allagata, quindi il tram 9 viene sostituito con bus tra Porta Lodovica e Porta Genova. (via Vigevano allagata). Il tram 10, per la stessa ragione, e' sostituito con bus tra piazza 24 Maggio e Porta Genova. Il bus 77, con via San Dionigi allagata, in direzione San Donato devia da via San Dionigi 99 a piazzale Martini. Sulle linee dei tram 4, 7, 9 e 21 la circolazione e' rallentata per via del traffico legato al maltempo.  

La mappa del maltempo: allerta rossa in Veneto e Friuli

Maltempo nel Fiorentino, tre persone risultano disperse: due a Vinci, una a Campi Bisenzio

Tre persone risultano disperse in provincia di Firenze a seguito dell'ondata di maltempo. Lo rende noto la Protezione civile della Città metropolitana. Due persone, si spiega, risultano disperse a Vinci, una a Campi Bisenzio. 

 

Maltempo, danni a Montemuro Rainews24
Maltempo, danni a Montemuro

Maltempo: nevica al Brennero, in Alto Adige e' allerta massima

Nevica ai 1.370 metri del passo del Brennero, dove le corsie dell'autostrada sono parzialmente innevate. In alta montagna, 3.000 metri, si registrano forti nevicate (in Val Senales e' caduto circa un metro di neve). La pioggia cade incessantemente da ieri. Frane e smottamenti stanno causando le prime interruzioni delle arterie stradali, e sono ormai decine gli interventi dei vigili del fuoco per scantinati allagati, caduta massi e alberi schiantati a terra, soccorso ad automobilisti. In Alto Adige resta la massima allerta con la situazione del maltempo costantemente monitorata.     Sulle montagne, gia' a 1.200 metri, e' tutto imbiancato.    Questa mattina e' stata chiusa la strada statale 508 della Val Sarentino in localita' Ponticino per caduta sassi. Si lavora per riaprire la strada che porta all'abitato di Vila di Sopra in Val Pusteria, chiusa dopo una frana. Interrotte altre strade, la provinciale che collega Ponte Gardena con Castelrotto, la Burgusio-Slingia in Val Venosta, e la provinciale 115 di Pianlargo. Chiusura invernale per il passo Stelvio, Rombo, Manghen in Trentino e della Val di Vizze dopo il paese di Sasso. 

“Ondata di pioggia senza precedenti”

Maltempo, fermi i traghetti per l'isola d'Elba

Traffico portuale bloccato anche a Piombino (Livorno) a causa del forte vento di ponente che sta soffiando sul canale. Fermi da ieri sera  i traghetti da e per l'isola d'Elba, come confermano dalla capitaneria di Piombino e bloccato al momento anche il resto del traffico commerciale. 

Il sindaco: "Ondata senza precedenti", a Montemurlo morti due anziani, travolto dall'acqua, l'altra per un malore

Maltempo in Toscana, mille interventi e 40.000 senza luce

Sono stati finora oltre mille gli interventi a causa del maltempo a Campi Bisenzio, Cerreto Guidi, Carmignano, Prato, Montemurlo, Quarrata, province di Pisa e Livorno. Lo rende noto il governatore toscano Eugenio Giani. Enel, spiega inoltre, "sta intervenendo sulle circa 40.000 utenze ancora senza corrente anche con gruppi elettrogeni". Riguardo agli ospedali allagati "risolti i problemi di accesso all'ospedale di Pontedera, in via di risoluzione all'ospedale di Borgo San Lorenzo e al Pronto Soccorso di Prato".  

Il sindaco di Montemurlo: "Ondata senza precedenti", morti due anziani, travolto dall'acqua, l'altra per un malore

Maltempo: detriti sui binari, stop a treni tra Prato e Pistoia

E' sospesa stamani la circolazione dei treni fra Prato e Pistoia, sulla linea Firenze Firenze-Prato-Pistoia, per la presenza di detriti sulla sede ferroviaria, dopo l'allagamento dei binari. Lo rende noto Fs. A causa del maltempo interrotta anche la linea ferroviaria Lucca-Aulla tra Lucca e S. Pietro a Vico, alle porte della città capoluogo di provincia. 
 

La mappa dei disagi comune per comune in Toscana: la furia del maltempo e i danni 

Sindaco Prato, sopralluogo in città è stato uno shock

"Il sopralluogo in città è stato uno shock. Una botta nello stomaco, un dolore che ti fa venire da piangere.Ma dopo una serata e una notte di devastazione ci tireremo su le maniche per pulire, sistemare e riportare alla normalità la nostra città". Lo scrive il sindaco di Prato, Matteo Biffoni, su Facebook, postando le foto dei danni dell'ondata di maltempo che ha colpito la città e la Toscana nelle ultime ore. "Insieme, ripartiamo, perché noi siamo una comunità forte, orgogliosa e testarda", conclude.

La mappa dei disagi comune per comune in Toscana: la furia del maltempo e i danni 

Toscana, in Mugello esonda la Sieve a Dicomano

Nella notte la piena della Sieve è arrivata a Dicomano (Firenze) dove il fiume è esondato tra il capoluogo e la frazione di Contea. Sott'acqua campi e pista ciclabile. Nessuna criticità per le abitazioni. Lo rende noto l'Unione dei Comuni del Mugello.

 

Maltempo: Metrocittà Firenze, attività soccorso nella notte

Operative nella notte le attività di soccorso alla popolazione nel territorio della Città metropolitana di Firenze dove le precipitazioni hanno causate numerose e diffuse criticità. Le problematiche principali si registrano nei Comuni di Barberino di Mugello, Borgo San Lorenzo, Campi Bisenzio, Calenzano, Cerreto Guidi, Empoli, Fucecchio, Palazzuolo sul Senio e Vinci. Dalla sala della Protezione civile della Città metropolitana l'invito ai cittadini ad adottare comportamenti responsabili limitando gli spostamenti e di chiamare il numero di emergenza (112) solo in caso di effettiva necessità. 

 

Sindaco Montemurlo, ondata senza precedenti, evitare spostamenti

"Montemurlo è stata colpita da un'ondata di maltempo senza precedenti. Alle 3 di questa notte erano caduti 180 mm di pioggia rilevati dal pluviometro di Javello". Così via social il Comune di Montemurlo, in un aggiornamento sull'alluvione che ha colpito il territori nelle ultime ore. "In questi tragici momenti il primo pensiero va alle vittime di questa tragedia", dice il sindaco Simone  Calamai: si tratta di un uomo di 85 anni con problemi di deambulazione e di una donna di 84 anni colpita da un malore.
Il primo cittadino ha emanato un'ordinanza per la chiusura di tutte le scuole di ogni ordine e grado, di parchi e giardini, di tutti gli impianti sportivi e dei mercati rionali. Ricorda anche che "è necessario ridurre gli spostamenti non strettamente necessari e prestare la massima attenzione per la possibile presenza sul manto stradale di avvallamenti, allagamenti e altre criticità".

 

Maltempo: a Milano significativo aumento livello Seveso e Lambro

Le forti e persistenti piogge di adesso e stanotte (non previste da Centro funzionale di Regione Lombardia) e fuori da allerta, stanno provocando un aumento significativo dei livelli di Lambro e Seveso a Milano. Lo comunica l’assessore alla Protezione Civile, Marco Granelli. “Meno male che stanotte abbiamo deciso di tenere ancora fuori le comunità del Parco Lambro e che la vasca di Milano del Seveso è pronta ad accogliere acqua se i livelli continuano a salire. Massima attenzione”, afferma Granelli.

 

Maltempo: sindaco Prato, sopralluogo in città, è uno shock

"Il sopralluogo in città è stato uno shock. Una botta nello stomaco, un dolore che ti fa venire da piangere. Ma dopo una serata e una notte di devastazione ci tireremo su le maniche per pulire, sistemare e riportare alla normalità la nostra città". Così il sindaco di Prato Matteo Biffoni sui social. 

 

Maltempo, Giani: calano livelli Obmbrone e Bisenzio ma critici

"Livelli in calo su Ombrone Pistoiese e Bisenzio ma la situazione è ancora molta critica. Situazione Arno: La piena è attesa a Firenze dopo le ore 12 con un colmo di piena a cavallo del primo livello di guardia". Lo scrive su X il presidente della Regione Toscana, Eurgenio Giani.

Il punto: maltempo, 3 morti in Toscana, a Prato esonda il fiume: "Alle 12 piena sull'Arno a Firenze"
 

Maltempo, Protezione civile: mezzi anfibi tra Prato e Pistoia

Frame di un video virale su internet in cui si vede un'auto bianca trascinata via dall'acqua dopo l'esondazione del Bisenzio, 2 novembre 2023 Ansa
Frame di un video virale su internet in cui si vede un'auto bianca trascinata via dall'acqua dopo l'esondazione del Bisenzio, 2 novembre 2023

Maltempo, Protezione civile mobilita servizio nazionale in Toscana

Il Servizio nazionale della protezione civile è impegnato a fronteggiare le criticità causate dall'eccezionale maltempo che ha colpito la regione Toscana.
Squadre delle organizzazioni nazionali di volontariato sono state mobilitate dai primi minuti successivi all'evento e stanno operando con mezzi anfibi e gommoni. Quattro squadre, nella notte di ieri, sono state subito messe a disposizione da Croce Rossa provenienti da Lombardia, Abruzzo e Lazio. 4 anche le squadre del CNSAS - Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico da Emilia-Romagna, Marche e Umbria. Impegnate anche squadre del Soccorso Alluvionale SWRTT e delle Misericordie. È  stata attivata la colonna mobile della regione Lombardia, che è operativa con 12 volontari, 5 mezzi e 3 idrovore. 


Il Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco ha messo a disposizione a supporto delle squadre locali ulteriori squadre anfibie da Lombardia, Piemonte, Marche, Lazio, Basilicata e Campania. Un elicottero è stato messo a disposizione da Guardia Costiera per il trasporto urgente di un paziente da Campi Bisenzio all'ospedale di Careggi, operato dalla CROSS di Pistoia tramite il COAU - Centro Operativo Aereo Unificato del Dipartimento.

Tutta la mappa dei disagi e dei comuni colpiti in Toscana: il punto delle 6.30
 

 

Maltempo: il Bisenzio esonda anche a Prato 2/11/23 Ansa
Maltempo: il Bisenzio esonda anche a Prato 2/11/23

Maltempo: Giani, numerosi fronti, migliaia attivi nei soccorsi

"Tutte le strutture del sistema regionale sono attive. In questo momento migliaia di persone tra operatori, volontari, tecnici, personale dei Comuni, forze dell'ordine e Vigili del Fuoco stanno intervenendo sui numerosi fronti in Toscana". Lo scrive sui social il presidente della Toscana Eugenio Giani. 

Giani: “Alle 12 la piena dell'Arno passa per Firenze”, è massima allerta: la mappa dei disagi in Toscana

 

Maltempo: Giani, livelli in calo su Ombrone, piena Arno attesa dopo le 12

"Livelli in calo su Ombrone Pistoiese e Bisenzio ma la situazione è ancora molta critica. Situazione Arno: la piena è attesa a Firenze dopo le ore 12 con un colmo di piena a cavallo del primo livello di guardia". Lo scrive su X il governatore della Regione Toscana Eugenio Giani, in un aggiornamento sulla situazione maltempo.

Giani: "Mai così tanta pioggia in pochi minuti"

"Non avevamo mai registrato così tanta pioggia in così pochi minuti. Quello che è avvenuto stanotte in Toscana ha un nome chiaro: cambiamento climatico. Dobbiamo impegnarci tutti per contrastarlo, senza rinunciare davanti al dinsiteresse altrui". Lo scrive il governatore toscano Eugenio Giani sui social.   "È una lunga e complessa notte per tutto il nostro sistema regionale - scrive ancora Giani -. Ogni energia, ogni risorsa è impegnata senza sosta sempre. Forza Toscana". 

La furia dell'acqua: a Prato un torrente d'acqua che straborda fuori da una casa: VIDEO

Il Presidente della Regione Toscana Giani: "State a casa"

Allagamenti nel pisano, allerta mareggiate

Piogge abbondanti e forti raffiche di vento hanno creato situazioni di disagio nel Pisano. A Chianni i vigili del  fuoco sono intervenuti per rimuovere un albero caduto sulla sede stradale, mentre a Palaia è stato necessario metterne in sicurezza un altro reso pericolante dalle raffiche. A Volterra, nella frazione di Roncolla, invece il  forte vento ha scoperchiato un tetto, infine i pompieri sono intervenuti per risolvere alcuni allagamenti a Pisa e   a San Miniato. La pioggia continua a cadere abbondante soprattutto nelle zone più interne della provincia   pisana, mentre è stata diramata l'allerta arancione per vento forte e mareggiate nel Comune di Pisa fino alla mezzanotte di oggi e per pioggia fino alle 8.

Terza vittima una donna di 84 anni colta da malore mentre liberava la sua casa dall'acqua

Secondo quanto si apprende è una donna di 84 anni, morta a seguito di un malore, la terza vittima del maltempo che ha colpito la Toscana ieri sera. L'anziana si sarebbe sentita male mentre stava spalando acqua dalla sua abitazione a Montemurlo, tra i comuni del Pratese più colpiti. 

Giani, ospedali parzialmente allagati, strade chiuse, in migliaia senza luce

E' un lungo elenco di fiumi esondati, cittadini evacuati, ospedali parzialmente allagati e strade interrotte quello postato  dal governatore della Toscana Eugenio Giani, che sta partecipando all'unità di crisi della Protezione Civile con Prefetti,  Vigili del Fuoco e operatori del soccorso. Tre al momento le vittime accertate dell'ondata di maltempo: due a  Montemurlo e una a Rosignano. A Carmignano l'esondazione del torrente Furba ha comportato a Seano un importante  allagamento. Ad ora, spiega Giani, "la situazione è leggermente migliorata". A Montemurlo esondato torrente Bagnolo,  numerosi allagamenti anche nella zona sud di Montemurlo. Frane importanti tra San Quirico, Sassetta e sul Montalbano. A Prato sono chiusi tutti i ponti a causa esondazione Bisenzio in zona Santa Lucia. Aperta cassa d'espansione  dell'Ombrone e frane varie. Allagamento in vari reparti dell'Ospedale Santo Stefano di Prato, che però vengono definiti, "in via di risoluzione". Chiusa ancora l'Autostrada tra e Prato ovest e Pistoia per allagamento della carreggiata. Tra Vernio e Vaiano un convoglio ferroviario si è bloccato con 150 passeggeri a bordo, "sono stati evacuati e hanno trovato  supporto presso il palazzo comunale di Vaiano". A Campi Bisenzio c'è stata una rottura arginale della marina in zona  villa Montalvo con tracimazione del Bisenzio al ponte della Rocca da entrambi i lati. In questo momento, annota Giani, "il  livello del Bisenzio sta calando". A Stabbia (Cerreto Guidi) e Campi Bisenzio ci sono zone "difficilmente raggiungibili con  parti ancora senza elettricità e connessione e ci sono squadre sul posto che stanno intervenendo". A Pistoia invece  Giani riferisce di "vari allagamenti nei comuni della provincia a causa di esondazioni di torrenti". Pistoia, Agliana,  Quarrata e Serravalle Pistoiese sono state colpite da allagamenti a causa degli affluenti dell'Ombrone. A Lamporecchio, Larciano e Monsummano Terme situazione di vari allagamenti. Frane sul San Baronto. A Quarrata la situazione,  aggiunge il governatore, è "particolarmente più complessa dove parte del centro abitato è allagato, c'è una squadra che  sta intervenendo". A Calcinaia 30 famiglie evacuate, 6 famiglie a San Miniato. A Pontedera l'allagamento più importante  che ha colpito anche l'accesso dell'ospedale di Pontedera. La situazione è in via di risoluzione. Smottamenti diffusi in  tutta la provincia di Pisa con chiusura di strade provinciali e comunali. Aperto l'ingresso allo svincolo tra Pontedera e  Ponsacco. Allagamenti diffusi e frane vengono segnalati anche nelle altre province, "migliaia ancora le utenze senza  corrente elettrica".Giani conclude: "Tantissime squadre sul posto di operatori che stanno cercando di seguire ogni  criticità con la massima attenzione. Forza Toscana".

Forte maltempo in Toscana ANSA
Forte maltempo in Toscana

In Mugello la Sieve causa allagamenti

In Mugello, in località Sagginale, nel Comune di Borgo San Lorenzo (Firenze), la Sieve, che defluisce a sfioro dell'argine, non  riesce più a ricevere le acque provenienti dalle fognature, il fiume sta uscendo dai tombini invadendo una piazzetta vicino  all'argine e il livello sta salendo avvicinandosi alla strada provinciale. A Barberino di Mugello criticità diffuse sul reticolo idrogeologico secondario. Problemi con la situazione del torrente Stura, ed è in corso un'evacuazione preventiva nelle aree centrali del paese limitrofe al corso d'acqua. "Tutto il sistema regionale sta dando il massimo in queste ore difficili - sottolinea il presidente della Regione Toscana Eugenio Giani sui social -. In corso centinaia di interventi di soccorso con squadre da tutta la Toscana". 

Giani, sale a tre il numero delle vittime

Sale a tre il numero delle vittime accertate a causa del maltempo che sta colpendo la Toscana, con l'esondazione di fiumi e torrenti, soprattutto nella zona di Prato. Lo rende noto il governatore Eugenio Giani sui social. "Purtroppo e' stata trovata morta un'altra persona a Montemurlo. Le vittime salgono a 3".

Sindaco di Campi Bisenzio dichiara stato di emergenza

Il sindaco del Comune di Campi Bisenzio dichiara lo stato di emergenza. "Si esortano i cittadini - si legge in una nota - a non uscire dalle proprie abitazioni per evitare situazioni di pericolo e intralciare i soccorsi".

 

Salvini, seguiamo situazione

"Stiamo seguendo i problemi causati dal maltempo in diverse zone d'Italia, con attenzione alle segnalazioni sulle situazioni più pericolose per i cittadini ed ai rischi su strade, ferrovie e infrastrutture. La situazione è in aggiornamento. Siamo al fianco di tutti i cittadini, mandando un pensiero particolare anche ai Vigili del Fuoco ed ai soccorritori in azione in condizioni molto difficili". Lo scrive sui social il vicepremier e ministro delle infrastrutture Matteo Salvini. 

Allagate alcune parti dell'ospedale di Prato

Il maltempo sta mettendo a dura prova anche l'ospedale Santo Stefano di Prato, con l'acqua ha invaso parte della struttura a causa dell'esondazione del fiume Bisenzio nel quartiere di Santa Lucia. La situazione più critica sarebbe stata registrata nei sotterranei e al piano terra.
 

Nardella, al momento no chiusura scuole a Firenze

"Al momento non ci sono indicazioni da parte del consorzio Lamma e della Protezione Civile tali da comportare la chiusura delle scuole nel comune di Firenze". Lo scrive su X il sindaco di Firenze, Dario Nardella.

 

Palazzuolo sul Senio, scoppiata la centrale del gas ed è crollato un ponte

In queste ore tutta la macchina organizzativa delle protezioni civili comunali, della Città metropolitana e tutto il sistema della emergenze è stato messo a dura prova. Le situazioni più critiche del nostro territorio si sono avute a Palazzuolo sul Senio dove è scoppiata la centrale del gas ed è crollato un ponte e il territorio della piana in particolare di campi Bisenzio dove si sono avuti forti allagamenti". Lo dichiara Massimo ratini, consigliere della Città Metropolitana di Firenze delegato alla Protezione civile.

"Ancora una volta si è dimostrato estremamente utile il coordinamento delle attività effettuato dalla nostra centrale operativa che ha consentito di intervenire in tempo reale sulle criticità più importanti in collaborazione con forze dell'ordine, vigili del fuoco, centrale operativa del 112, Ferrovie, volontariato e tutti gli altri attori presenti sul territorio. Abbiamo avuto modo di riscontrare il grande lavoro fatto negli ultimi mesi dal consorzio di Bonifica che ha consentito di tenere puliti e scorrevoli gli alvei dei fiumi. Senza questo grande lavoro sicuramente si sarebbero avuti danni ben maggiori", conclude.

 

Allagati locali ospedale di Pontedera, sindaco 'situazione critica'

Il forte maltempo che sta colpendo la Toscana ha investito anche il Pisano. A Pontedera, a seguito dell'allagamento di alcuni locali dell'ospedale, sono stati sospesi gli interventi chirurgici, il servizio dialisi e le attività programmate. La situazione ''è molto critica'', ha detto il sindaco Matteo Franconi, che ha invitato la popolazione a non spostarsi di casa.

 

Giani, inviati gommoni a salvare le persone

"Abbiamo appena mandato dei gommoni a Seano, Quarrata e Campi Bisenzio, zone in questo momento difficilmente raggiungibili in altro modo per provvedere al sopralluogo di prima urgenza, inoltre abbiamo chiesto alla Protezione Civile Nazionale elicotteri per il trasporto urgente di persone in codice rosso". Lo rende noto il presidente della Toscana Eugenio Giani. 

Giani, due morti a Montemurlo e Rosignano

"Abbiamo appena mandato dei gommoni a Seano, Quarrata e Campi Bisenzio, zone in questo momento difficilmente raggiungibili in altro modo per provvedere al sopralluogo di prima urgenza, inoltre abbiamo chiesto alla Protezione Civile  Nazionale elicotteri per il trasporto urgente di persone in codice rosso. Purtroppo ci sono due morti, uno nel comune di  Montemurlo e uno nel comune di Rosignano". Lo scrive sui social il governatore della Toscana Eugenio Giani.

 

Un uomo è stato trovato morto in casa nel pratese

Un uomo è stato trovato morto nella sua abitazione a Montemurlo, nella frazione di Bagnolo. La notizia è stata confermata a Rainews24 dal sindaco Simone Calmai. La casa è stata invasa dall'acqua esondata dal torrente Bagnolo. Sembra che l'uomo, che aveva difficoltà di movimento, non sia riuscito a raggiungere il piano superiore mentre l'acqua invadeva la casa.

Toscana allagata, le immagini delle esondazioni

Sindaco di Pontedera: situazione molto critica

"Invito tutti coloro che non hanno necessità urgente e indifferibile di spostarsi in città se non per ragioni di servizio o di salute di non uscire di casa. La situazione è molto critica e le strade non sono percorribili". Matteo Franconi, il sindaco di Pontedera si affida ai social per lanciare il suo appello alla cittadinanza. "In ragione degli sviluppi del fronte temporalesco in atto e delle previsioni per la notte - aggiunge in un post su Facebook - informo che per ragioni di prudenza e a fini precauzionali sto predisponendo la sospensione dell'attività didattica di tutte le scuole di Pontedera per il giorno venerdì 3 novembre".
 

Un disperso per il maltempo in Veneto

C'è un disperso in Veneto a causa dell'ondata di maltempo che si sta abbattendo nella regione. Lo fanno sapere fonti della Regione. Si tratta di un vigile del fuoco che, fuori servizio, stava aiutando il padre a sistemare dei sacchi di sabbia lunga la sponda di un torrente, nel Bellunese. L'uomo sarebbe scivolato, finendo nel corso d'acqua ingrossato dalle piogge, nella zona tra Puos d'Alpago e Bastia. Sono in corso le sue ricerche da parte dei vigili del fuoco.
 

Esonda torrente nel Pratese, evacuate alcune famiglie

Paura e tensione tra gli abitanti del paese di Seano, vicino a Prato, per i danni causati dall'esondazione del torrente Furba. Il carico di acqua si è unito a quella che non defluiva dalle fognature e ci sono stati allagamenti nelle strade. Allagamenti anche a Prato mentre nel comune di Carmignano quattro famiglie sono state costrette ad abbandonare le abitazioni, al confine con Quarrata. 

Lago di Como, il livello continua a salire: superati gli argini in una zona della città

A Prato chiusi sottopassi e le ciclabili lungo fiumi

In seguito ai forti temporali sono stati chiusi a Prato i sottopassi stradali in città e le piste ciclabili che corrono lungo il fiume Bisenzio e i torrenti. Molte strade hanno tratti allagati. Il Comune raccomanda la massima attenzione alla guida e di usare l'auto solo gli per spostamenti necessari. Aperto il Centro operativo di controllo della Protezione civile.
 

Chiusa per massi in carreggiata la Statale 45 in provincia di Piacenza

A causa delle piogge che hanno causato il distacco di materiale dal versante si è reso necessario chiudere al traffico la strada statale 45 di Val Trebbia nei pressi del km 88,700 tra Corte Brugnatella e Bobbio, in provincia di Piacenza. Sul posto sono presenti le squadre Anas per le operazioni di rimozione dei detriti e per la gestione della viabilità. Lungo il tratto il transito rimane sempre consentito ai mezzi di emergenza e soccorso. Il traffico viene deviato sulla viabilità secondaria, come da indicazioni sul posto.

Principio di incendio in cabina energia, blackout vicino a Firenze

L'ondata di maltempo di questo pomeriggio ha causato un principio di incendio in una cabina dell'energia a Vinci (Firenze), lasciando alcune frazioni senza corrente elettrica. Il blackout, avvenuto intorno alle ore 16, ha riguardato le frazioni di Salvino, Santa Lucia, Faltognano e Anchiano ed erano un centinaio le utenze rimaste senza energia. Al momento il numero è sceso a poche unità. La forte perturbazione ha causato un danneggiamento al quadro di bassa tensione di una cabina secondaria di trasformazione tra le località Santa Lucia e Anchiano, con relativo surriscaldamento e fumo.

Allerta vento nelle Marche, interventi per rami e alberi caduti

A causa del forte vento, nel tardo pomeriggio, ci sono state decine di interventi dei vigili del fuoco nelle Marche per rami e alberi pericolanti o caduti in strada, ma anche pali divelti dalle forti raffiche. Finora non si registrano particolari danni o criticità ma l'allerta per forte vento da Sud-Ovest è arancione anche per domani così come proseguirà l'allerta gialla per temporali.
 

Liguria, aumenta in serata il moto ondoso nel Golfo del Tigullio

A Modena disagi nell'alto Appennino

Nel Modenese disagi causati dall'ondata di maltempo sull'alto Appennino, come fa sapere la Provincia. A Frassinoro a causa del vento sono caduti rami sulle strade e la pioggia ha provocato la tracimazione di alcuni torrenti sulla strada provinciale 486 all'altezza della diramazione per il Passo delle Radici, che porta in Toscana. Qualche smottamento sulla provinciale 324 tra Pievepelago e Sant'Anna Pelago.

Tempesta Ciaran: finora sette vittime in Europa, decine i feriti

Sale il bilancio delle vittime di Ciaran: almeno sette persone sono state uccise e decine sono rimaste ferite a causa degli effetti della tempesta che ha colpito l'Europa nordoccidentale con piogge torrenziali e venti fino a 200 km orari. In Francia un camionista è stato ucciso dalla caduta di un albero nel dipartimento dell'Aisne e un uomo di 70 anni è morto a Le Havre dopo essere caduto dal balcone per il forte vento. In Spagna una donna è rimasta uccisa a causa della caduta di un albero nel centro di Madrid, tre persone sono rimaste ferite. In Belgio morti un bambino di cinque anni colpito dalla caduta di un ramo e una donna tedesca di 64 anni. Nei Paesi Bassi una persona è rimasta schiacciata da un albero a Venray, nella provincia meridionale del Limburgo e almeno 10 persone sono rimaste ferite in tutto il paese. In Germania una donna di 46 anni è stata uccisa dalla caduta di un albero durante un'escursione nelle montagne dell'Harz. 
 

Forti piogge nella zona di Aulla, sale il livello del Magra

Scuole chiuse anche a Benevento e Salerno

Oltre che a Napoli e Caserta, scuole e parchi rimarranno chiusi domani in molti Comuni della Campania a causa dell'allerta meteo arancione. A Benevento, il sindaco Clemente Mastella ha firmato un'ordinanza che prevede la chiusura di scuole, parchi e giardini pubblici. Istituti scolastici chiusi anche a Salerno su decisione del sindaco Vincenzo Napoli. Ordinanze dello stesso tenore sono state firmate da molti sindaci della regione.

Allerta arancione, domani scuole chiuse anche a Napoli

Scuole chiuse domani a Napoli. Lo dispone un'ordinanza firmata dal sindaco Gaetano Manfredi in ragione dell'allerta meteo di livello arancione diramata dalla Protezione civile della Regione Campania e in vigore dalle ore 21 di stasera. L'ordinanza firmata dal sindaco Manfredi dispone per la giornata di venerdì 3 novembre, su tutto il territorio cittadino, la chiusura dei cimiteri, anche privati e delle scuole pubbliche di ogni ordine e grado e private. Domani su gran parte della Campania sono previsti temporali, vento forte e mare molto agitato con mareggiate lungo le coste esposte.

Maltempo in Veneto, il presidente Zaia attiva l'unità di crisi in via precauzionale

"Ho attivato l'unità di crisi, ci saranno forti piogge e raffiche di vento. Secondo le previsioni il maltempo si attenuerà nella giornata di domani. Potremmo valutare anche la chiusura delle scuole", le parole del presidente del Zaia sul maltempo.

MALTEMPO IN VENETO: AGGIORNAMENTI IN TEMPO REALE 

Zaia: "Stop a treni e bus tra Veneto e Friuli"

Per decisione di Trenitalia, è sospesa la circolazione dei treni regionali e a lunga percorrenza sulle tratte Portogruaro-Casarsa e Portogruaro-Trieste. Lo rende noto il presidente del Veneto Luca Zaia. "I collegamenti ferroviari nel Veneto orientale - dice Zaia - sono assicurati tramite i regionali Portogruaro-Venezia. Risultano già cancellati tutti i regionali veloci Venezia-Trieste e viceversa".   "Anche l'Azienda di Trasporto del Veneto Orientale Atvo ha sospeso, per oggi e per tutto domani, tutti i collegamenti bus verso il Friuli. Operano invece regolarmente i servizi nel territorio veneto" conclude il presidente.

Video - La tempesta Ciaran colpisce il nord e l'ovest della Francia

Domani scuole chiuse nei comuni trevigiani e provincia di Belluno

Il perfetto di Treviso ha disposto la chiusura, per domani venerdì 3 novembre, delle scuole di ogni ordine e grado, comprese le scuole paritarie e asili nido, di alcuni comuni della Marca in seguito all'avviso di criticità idrogeologica ed idraulica emanato dal Centro Funzionale Decentrato della Regione Veneto.

Stessa comunicazione riguarda le scuole della provincia di Belluno. Il presidente della Provincia di Belluno, Roberto Padrin in un post sui social in conseguenza dell'ondata di maltempo in Veneto. "Vi comunico che a seguito del vertice dell'Unita' di Crisi regionale la Prefettura ha disposto per domani la chiusura di tutte le scuole di ogni ordine a grado nella nostra Provincia di Belluno". 

In Alto Adige confermata la massima allerta

La conferenza di valutazione riunita presso la sede dell'Agenzia per la protezione civile, a Bolzano, ha confermato il livello di attenzione Alfa. La seconda depressione in atto questa settimana ha raggiunto anche l'Alto Adige. "Il bollettino di allerta mostra una colorazione corrispondente riguardo a frane e colate detritiche", riassume il direttore dell'Agenzia, Klaus Unterweger. Lo stato di massima allerta viene mantenuto in vista delle prossime precipitazioni, a causa dei terreni già saturi di acqua. La popolazione, riferisce una nota, "è invitata a valutare le diverse situazioni e a comportarsi di conseguenza, rimanendo lontana dalle acque correnti ed, eventualmente, dai sottopassaggi. A causa dell'abbassamento dell'altitudine delle precipitazioni nevose, le persone in viaggio sulle strade della provincia devono premunirsi dell'attrezzatura invernale". Domani a mezzogiorno la situazione sarà nuovamente analizzata e valutata.   

Scuole chiuse domani a Caserta

Il Sindaco di Caserta, Carlo Marino, ha emesso un'ordinanza di chiusura, per la giornata di domani delle scuole cittadine pubbliche di ogni ordine e grado compresi gli asili nido comunali, delle scuole non statali, delle scuole e degli istituti privati, eccetto le università. L'ordinanza si è resa necessaria, si legge in una nota, a seguito dell'allerta meteo diramata dalla Sala Operativa Regionale Unificata (S.O.R.U.) di Protezione Civile della Regione Campania "per previste condizioni meteorologiche avverse ai fini di protezione civile per il rischio meteo, idrogeologico e idraulico".

Dalle ore 21 di oggi  e fino alle 21 di domani è previsto un livello di allerta (livello di criticità) arancione.

Tempesta Ciaran, un morto e due feriti in Belgio

Un morto e un ferito grave in Belgio per la tempesta Ciaran. A Gand un albero è caduto su due passanti in un parco nel centro della città e uno dei due è deceduto, mentre l'altro ha riportato la frattura di una gamba. A Deurne (Anversa) un uomo è rimasto invece gravemente ferito nel crollo del muro di contenimento di un hangar. Altri danni sono stati segnalati altrove ad Anversa, mentre sono già decine le chiamate ai vigili del fuoco a Bruxelles.   Fino alle 23 di questa notte l'istituto meteorologico nazionale ha emesso allerta arancione per il vento sulla costa e le Fiandre occidentali, e gialla per il resto delle province del Paese a causa del passaggio della tempesta.

In Veneto allerta rossa per criticità idrogeologica

Il Meteo regionale segnala tra oggi, giovedì 2 novembre e la prima parte di domani venerdì 3, tempo in prevalenza perturbato con precipitazioni diffuse e abbondanti sulle zone centro-settentrionali, localmente anche molto abbondanti su Prealpi e Dolomiti meridionali. Sono previsti probabili rovesci anche forti e locali temporali, specie su pianura e costa. La fase più intensa è prevista nel pomeriggio e nella serata di oggi, con venti forti meridionali sulla costa e pianura limitrofa e sulle zone montane, specie sulle dorsali prealpine e in quota, dove a tratti potranno risultare anche molto forti. Considerati i fenomeni meteorologici previsti sul Veneto, il Centro Funzionale Decentrato della Protezione Civile regionale comunica che, per criticità idrogeologica, è stata dichiarata la fase operativa di “Allarme” (Rossa) dalle 14 di oggi fino alle 00 del 4 novembre nei bacini idrografici Vene-A Alto Piave (Bl), Vene H Piave Pedemontano , Vene B Alto Brenta-Bacchiglione-Alpone, VENE-C Adige-Garda e Monti Lessini (Vr). Per la stessa criticità e negli stessi orari e stata dichiarata la fase operativa di “Preallarme” (Arancione) nei restanti bacini.

Confcommercio, a Milano danni per oltre 11 milioni

Oltre 11 milioni di euro di danni causati dal maltempo alle imprese commerciali di Milano che è stata colpita da un nubifragio martedì scorso. È una prima stima comunicata dalla Confcommercio di Milano.  "A livello economico la media dei danni è di 8.000 euro con punte di oltre i 15.000 euro - ha spiegato sulle sue pagine social il segretario generale della Confcommercio di Milano, Lodi, Monza e Brianza, Marco Barbieri -. Una prima stima complessiva potrebbe superare gli 11 milioni di euro".   Con la pioggia che continua a cadere e le previsioni meteo che non danno segni di miglioramento "è ancora presto per quantificare i danni totali dovuti al maltempo di questi giorni e all'esondazione del fiume Seveso. Dai primi riscontri dalle  zone più interessate - ha proseguito - su circa 2.000 attività commerciali nei quartieri di Isola e Fulvio Testi il 70% ha subito danni ad arredi, dehor, cantine, magazzini e merci. Confcommercio Milano è a disposizione delle imprese che hanno subito danni per offrire assistenza e supporto".

Udine chiude parchi e musei, sospesi eventi e servizi

La chiusura da oggi alle 12 fino alla mezzanotte di domani di parchi e giardini pubblici, impianti sportivi, musei, biblioteche, cimiteri, centri di aggregazione giovanile, ma anche la sospensione di luna park, mercati cittadini, manifestazioni autorizzate ed eventi organizzati dal Comune. È quanto prevede l'ordinanza emanata oggi dal sindaco di Udine, Alberto Felice De Toni, che contiene i provvedimenti adottati dall'amministrazione comunale a fronte dell'eccezionale ondata di maltempo, classificata ieri come allerta rossa dalla Protezione civile.   

Le misure sono state decise in seguito a una riunione di questa mattina del centro operativo comunale, al quale hanno preso parte, tra gli altri, oltre al primo cittadino, i vertici dirigenziali del Comune, il comandante della polizia locale,  Eros Del Longo, e i responsabili della Protezione civile. La prima indicazione contenuta nell'ordinanza è di limitare gli spostamenti da casa solo allo stretto necessario. È prevista anche la sospensione dei servizi comunali dedicati al pubblico ad esclusione dei servizi strettamente necessari come gli uffici dedicati a nascite, morti, servizi cimiteriali, onoranze funebri, denunce. Il Comune di Udine ha riferito che le squadre della polizia locale sono tutte operative con una cinquantina di agenti impegnati nelle attività, con un raddoppio del turno di reperibilità notturno, e che gli operai comunali impegnati nella viabilità e nel verde pubblico, insieme a quelli di Cafc e Net sono operativi già da questa mattina per spazzare le strade e ripulire manualmente le caditoie al fine di prevenire eventuali allagamenti.

Spagna, tempesta Ciaràn: a Madrid muore una donna travolta da un albero

Una donna è morta nel centro di Madrid dopo esser stata travolta da un albero, probabilmente abbattuto da forti raffiche di vento: lo hanno riferito i servizi d'emergenza locali. Secondo alcuni media, la vittima è una giovane di poco più di 20 anni. La tragedia è avvenuta all'altezza di Via Almagro 2, nel quartiere di Chamberí. Altre tre persone sono risultate lievemente ferite. Buona parte della Spagna, compresa la capitale, è alle prese in queste ore con gli effetti della tempesta Ciaràn. A causa di tale ondata di maltempo, almeno 18 voli sono stati cancellati, secondo l'agenzia di stampa Efe: il problema ha riguardato principalmente l'aeroporto di Bilbao. Difficoltà di circolazione hanno riguardato poi anche alcune linee ferroviarie locali in regioni del nord, come in Galizia e in Cantabria, e a Madrid. Nelle ultime ore, i servizi d'emergenza di varie regioni hanno ricevuto centinaia di richieste d'intervento, principalmente per cadute di alberi dovute a forti raffiche divento o altri danni materiali. Le allerte per venti od onde violente hanno portato diverse città ad adottare precauzioni: a Madrid, ad esempio, il comune ha chiuso per buona parte della giornata di oggi i principali parchi urbani, mentre a La Coruña è stata predisposta una barriera di sabbia sul lungomare per evitare problemi legati all'alta marea.

Slovenia: allerta rossa per maltempo nel nord-ovest. Cadranno dai 120 ai 240 litri di pioggia per metro quadro

Anche in Slovenia sono previste per questo pomeriggio e giovedì notte piogge intense e venti forti. Lo ha reso noto l'Agenzia slovena per l'ambiente (Arso). L'Arso ha quindi diramato una allerta rossa per il nord-ovest del Paese. Nel resto della Slovenia è invece in vigore l'allerta arancione, ha riferito l'agenzia di stampa slovena Sta.  "Nella zona più ampia delle Alpi Giulie e delle Prealpi cadranno dai 120 ai 240 litri di pioggia per metro quadro", ha spiegato Arso, mentre altrove in Slovenia cadranno dai 60 ai 120 litri per metro quadro. Nel corso della giornata si intensificheranno venti da sud a sud-ovest. Sulla costa soffierà scirocco che di notte raggiungerà velocità di 70-100 km orari.

Firenze, codice giallo per vento e temporali

Confermato il codice giallo a Firenze per vento, temporali forti, pioggia e conseguente rischio idrogeologico e idraulico nel reticolo minore (che comprende i corsi d'acqua secondari come Ema, Mugnone e Terzolle). È quanto prevede il Centro funzionale regionale (Cfr) nel nuovo bollettino di valutazione delle criticità per la zona che riguarda sia il Comune di Firenze che quelli di Bagno a Ripoli, Fiesole, Greve in Chianti, Impruneta, Lastra a Signa, Pontassieve, San Casciano in Val di Pesa, Scandicci e Tavarnelle Val di Pesa. Le allerte si concluderanno domani, venerdì 3 novembre: alle 6 quella per i temporali, alle 8 quella per il rischio idrogeologico e idraulico nel reticolo minore e alle 18 quella per il vento. Visto il quadro molto incerto, la sala operativa della protezione civile del Comune di Firenze rimarrà aperta ininterrottamente con squadre volontariato in disponibilità per monitorare l'evoluzione.

Le onde si infrangono a Dover Kent, mentre la tempesta Ciaran porta forti venti e forti piogge lungo la costa meridionale dell'Inghilterra. 2 novembre 2023 Getty Images
Le onde si infrangono a Dover Kent, mentre la tempesta Ciaran porta forti venti e forti piogge lungo la costa meridionale dell'Inghilterra. 2 novembre 2023

Francia, un morto per la tempesta Ciaràn

Numeri da record per il passaggio stanotte della tempesta Ciaràn sul nord-ovest della Francia, dove le raffiche di vento hanno superato i 200 km orari. Una persona è morta per la caduta di un albero su un camion, due persone sono state ferite in modo non grave.   

Restano in allerta questa mattina, ma non più al livello massimo come ieri sera, tutti i dipartimenti del litorale atlantico della Francia, e della Manica. In Bretagna sono interrotte diverse strade per la caduta di alberi. La circolazione dei treni è stata interrotta in via precauzionale per tutta la giornata di oggi nelle zone colpite, disagi e ritardi si fanno sentire fino all'Ile-de-France, la regione di Parigi.

Video - Un surfista solitario sfida le onde della tempesta Ciaran in Cornovaglia

Spagna: venti oltre i 100 km/h per la tempesta Ciaran

Il passaggio della tempesta Ciaran ha messo in allerta buona parte della Spagna, con forti piogge eventi già fattisi sentire in particolare in regioni del nord del Paese. In diversi punti delle aree centro-settentrionali, segnala l'Agenzia statale di meteorologia (Aemet), sono state rilevate raffiche di velocità superiore ai 120 km/h, specialmente in zone di montagna.   In regioni come la Galizia, le Asturie, la Cantabria e i Paesi Baschi sono state già decine le chiamate ai servizi d'emergenza per disagi come cadute di alberi, allagamenti o problemi di circolazione stradale, riporta l'agenzia di stampaEfe. Secondo la Protezione civile, allerte per pericoli legati a mare agitato, vento o piogge sono attive in quasi tutto il Paese, con l'eccezione delle isole Canarie.

Milano, Sala: "Non c'è ancora stima dei danni, ora gestiamo"

A Milano ci sono ancora forti piogge per tutta la giornata e c'è preoccupazione per una possibile nuova esondazione del Seveso. "Aspettiamo l'aggiornamento dei bollettini - ha commentato il sindaco Giuseppe Sala -.  Il rammarico è che con tutte le lentezze di cui non è il caso di attribuire le colpe all'uno o all'altro. Siamo arrivati con la vasca di Bresso, che deve contendere le piene, per cui da settimane si era programmato il test per il 3 novembre. Quindi adesso speriamo di resistere".   "La vasca di Bresso avrebbe tolto probabilmente il 50% del problema, poi bisogna pensare anche ad altre vasche a monte", ha concluso Sala che ha chiarito come "una stima dei danni" dello scorso nubifragio "non l'abbiamo ancora fatta, pensiamo a gestire, poi vedremo i danni".

Luca Zaia: "Evitare di mettersi in viaggio e sostare in aree vicino ai fiumi"

Il presidente della Regione, ai microfoni di Rainews24, invita la cittadinanza alla prudenza: "Evitare di mettersi in viaggio se ci sono condizioni di eccessiva piovosità, evitare di transitare e sostare in aree vicino ai fiumi, evitare sottopassi e scantinati".

In Veneto previsti venti fino 130 km/h, Zaia riunisce unità crisi

E' una nuova la giornata di allerta meteo in Veneto, dove si attende un peggioramento del tempo soprattutto sulla zona prealpina e le Dolomiti meridionali, qui con precipitazioni di 130-150 millimetri di pioggia nelle 24 ore, e raffiche di vento fino a 100-130chilometri.  Per questo il presidente della Regione, Luca Zaia, riunirài n tarda mattina l'unità di crisi per il maltempo, coordinata dall'assessore Gianpaolo Bottacin, per seguire con i tecnici passo passo l'evolversi dei fenomeno. "Dalle prime ore di questa mattina - spiega il governatore -i meteorologi e i tecnici regionali sono al lavoro per seguire l'evolversi della situazione e monitorare l'ondata di maltempo che nelle prossime ore interesserà il Veneto con temporali potenzialmente di notevole intensità". Il meteo regionale, aggiunge, informa che l'evento previsto per oggi si può considerare simile a quello del 30-31 ottobre con una fase più intensa nel pomeriggio-sera di oggi, in concomitanza ad un significativo rinforzo dei venti dai quadranti meridionali fino a diventare forti sulla costa e in pianura, e a tratti molto forti, con possibili raffiche fino a 110-130 Km/h, sulle zone montane, specie in quota e in alcune dorsali prealpine. Al momento non è stato diramato l'allertamento ai sindaci - com'era stato per la precedente perturbazione - per l'eventuale chiusura delle scuole nelle zone più colpite. Nel corso di domani, venerdì 3 novembre, fenomeni in attenuazione e diradamento con limite neve in abbassamento.

Campania, allerta arancione dalle 21 di oggi

La protezione civile della regione Campania ha emanato un avviso di allerta meteo per piogge e forti temporali valido a partire dalle 21 di oggi, giovedì 2 novembre, fino alle 21 di domani, venerdì 3 novembre, sull'intero territorio regionale. L'allerta, per quanto riguarda il rischio idrogeologico, è di livello: arancione sulle zone 1, 2,3 (Piana Campana, Napoli, Isole, Area Vesuviana, Alto Volturno e Matese, Costiera Sorrentino-Amalfitana, Monti di Sarno e Monti Picentini, mentre sarà giallo sul resto della regione. Su tutta la regione, indipendentemente dalla zona, vige anche una allerta per venti molto forti con raffiche e mare molto agitato lungo le coste esposte. I temporali, anche di forte intensità, daranno luogo a un rischio idrogeologico diffuso e ad un rischio idraulico,  con possibili frane, instabilità di versante, colate rapide di fango, caduta massi, allagamenti, esondazioni, innalzamento dei livelli idrometrici dei corsi d'acqua con fenomeni di inondazione delle aree limitrofe, scorrimento superficiale delle acque piovane nelle strade e coinvolgimento delle aree urbane depresse.

Video - La violenza delle onde in una cittadina dell'Inghilterra meridionale

1,2 milioni di case senza luce in Francia

Circa 1,2 milioni di case sono rimaste senza elettricità questa mattina nel nord-ovest della Francia, di cui 780.000 in Bretagna, dopo il passaggio della tempesta Ciaran, con raffiche di vento che hanno superato i 170 chilometri orari: lo ha annunciato il gestore della rete Enedis.   

La tempesta Ciaran "ha causato gravi danni alla rete pubblica di distribuzione elettrica nel nord-ovest del Paese", ha dichiarato Enedis in un comunicato. 

Maltempo in Francia AFP
Maltempo in Francia

Allarme meteo nelle isole del Canale per tempesta Ciarán

Allarme meteo nelle isole del Canale della Manica a causa della tempesta Ciarán: sono stati registrati venti superiori a 160 km/h e le autorità hanno evacuato dalle loro case 39 residenti dell'isola di Jersey. Lo riporta la Bbc. La polizia del Jersey ha fatto sapere su X che le condizioni sono attualmente "pericolose", invitando la popolazione a rimanere in casa. Gli evacuati, inclusi 6 bambini, sono stati costretti ad abbandonare le loro case a causa dei danni provocati dalla tempesta. 

Allerta rossa in Friuli Venezia Giulia e Veneto

Allerta rossa per le regioni Friuli Venezia Giulia e Veneto. Piogge e temporali al Centro-Nord. Venti fino a tempesta sulle regioni centro-settentrionali. Allerta arancione in sette regioni e gialla in dieci. Sulla base dei fenomeni previsti e in atto è stata valutata per la giornata di giovedì 2 novembre l'allerta rossa per rischio idrogeologico su quasi tutto il Friuli Venezia Giulia e su parte del Veneto e allerta arancione in ampi settori dell'Emilia- Romagna, Liguria orientale, Toscana settentrionale, Veneto Centro-meridionale, parte della Lombardia settentrionale, sulle province autonome di Trento e Bolzano e su alcuni bacini del Friuli Venezia Giulia. Valutata, inoltre, allerta gialla su restanti settori di Emilia-Romagna, Lombardia, Toscana, Liguria e su Umbria, Lazio, ampi settori del Molise, parte di Piemonte e Abruzzo e sulla Campania occidentale .Il quadro meteorologico e delle criticità previste sull'Italia è aggiornato quotidianamente in base alle nuove previsioni e all'evolversi dei fenomeni, ed è disponibile sul sito del Dipartimento della Protezione Civile (www.protezionecivile.gov.it), insieme con le norme generali di comportamento da tenere in caso di maltempo e i numeri brevi da usare in caso di necessità.

Maltempo, esondazione del Seveso al quartiere Isola, Milano Ansa
Maltempo, esondazione del Seveso al quartiere Isola, Milano