La guerra in Ucraina, giorno 769

Droni ucraini sul Tatarstan, regione russa a 1200 km dal confine: "Obiettivo la fabbrica di Shahed

Danni anche a una raffineria nella stessa zona. Regione di Kherson, Isw: i russi avanzano sulla sponda est del Dnipro.
Droni ucraini sul Tatarstan, regione russa a 1200 km dal confine: "Obiettivo la fabbrica di Shahed
Telegram
Attacco notturno di droni su Kharkov

Kuleba incontrerà domani Borrell, il 4 Blinken e Stoltenberg

Il ministro degli Esteri ucraino Dmytro Kuleba avrà dei colloqui con il segretario generale della Nato Jens Stoltenberg e il capo della diplomazia dell'Ue Josep Borrell in occasione della riunione ministeriale della Nato, la prima a cui prenderà parte anche la Svezia, in qualità di Alleato. Lo riferisce Ukrainska Pravda. La maggior parte dei colloqui bilaterali è prevista per domani, poi giovedì si terrà una riunione programmata del Consiglio Nato sull'Ucraina, al termine della quale Kuleba avrà colloqui con i ministri degli Esteri di Italia e Svezia, il segretario di Stato americano Antony Blinken e il segretario generale della Nato Jens Stoltenberg.
 

Zelensky: "La giustizia sia più forte delle mura del Cremlino"

"La comunità internazionale deve assicurarsi che ogni aggressore deve poi pagare": lo ha dichiarato il presidente ucraino, Volodymyr Zelensky, intervenuto in video alla conferenza ministeriale all'Aja sul "ripristino della giustizia per l'Ucraina". 
"Ogni potenziale aggressore dovrebbe sapere cosa lo aspetta se distrugge la pace, è la giustizia che può assicurare che questo avvenga", ha detto Zelensky.
 

Kiev: 18 feriti in un raid russo a Dnipro, tra loro 5 bambini

"È di diciotto feriti il bilancio di un attacco missilistico russo lanciato oggi sulla città di Dnipro". Lo ha detto Serhii Lysak, capo dell'amministrazione militare regionale di Dnipropetrovsk, specificando che "12 dei feriti sono stati ricoverati in ospedale, tra cui cinque bambini" ma non sono in pericolo di vita. 

Tajani: "Continuare a sostenere Ucraina senza coinvolgimento diretto Nato"

Il vice presidente del Consiglio e ministro degli Esteri, Antonio Tajani, sarà domani e giovedì, 3-4 aprile, a Bruxelles per partecipare alla riunione ministeriale della Nato, la prima a cui prenderà parte anche la Svezia, in qualità di Alleato. Alla vigilia Tajani ha parlato della guerra in Ucraina: "In questa fase dobbiamo continuare a sostenere l'Ucraina, mostrando un fronte coeso e una Nato compatta, pur evitando qualsiasi coinvolgimento dell'Alleanza nel conflitto" ha detto per poi aggiungere che è importante "sviluppare una forte industria europea della difesa: nel rapporto Ue-Nato è infatti cruciale evitare duplicazioni e inefficienze, promuovendo una più profonda complementarità tra le due organizzazioni".

Blinken: "Usa non sostengono attacchi ucraini in Russia"

Gli Stati Uniti non sostengono gli attacchi condotti dall'Ucraina contro raffinerie e altri obiettivi in Russia. Lo ha detto oggi il segretario di Stato americano Antony Blinken. "Non abbiamo né sostenuto né consentito attacchi da parte dell'Ucraina al di fuori del suo territorio", ha detto Blinken ai giornalisti a Parigi quando gli è stato chiesto degli attacchi contro le raffinerie russe.
 

La Germania blocca in porto un cargo salpato dalla Russia

Le autorità doganali del porto internazionale baltico di Rostock, in Germania hanno fermato una nave da carico proveniente dalla Russia per "la presenza a bordo di merci soggette a sanzioni Ue". Il cargo, lungo 193 metri e battente bandiera delle Isole Marshall, era entrato nel porto tedesco per riparazioni il 4 marzo a causa di problemi tecnici all'elica.
 

La Nato valuta un fondo da 100 miliardi per Kiev

Il segretario generale della Nato, Jens Stoltenberg, avrebbe proposto agli alleati di costruire un fondo per l'Ucraina da 100 miliardi di dollari nell'arco dei prossimi 5 anni. Lo fanno sapere fonti diplomatiche alleate. "È' una cifra che rispecchia le esigenze di Kiev", spiega un diplomatico occidentale.
 

Ue: "Congelati 27 miliardi di euro di beni russi privati"

"Abbiamo 27 miliardi di asset privati russi congelati in Europa e più di 200 miliardi di euro di asset pubblici". Lo ha detto il commissario europeo alla Giustizia, Didier Reynder, in conferenza all'Aja durante l'evento per la riparazione dei danni ucraini. "A maggio abbiamo creato il registro dei danni dall'invasione russa e oggi abbiamo le prime richieste di riparazione", ha aggiunto. 

Volodymyr Zelensky abbassa a 25 anni l'età di mobilitazione per il servizio di combattimento

Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha firmato un disegno di legge per ridurre l'età di mobilitazione per il servizio di combattimento a 25 anni da 27, come risulta dal sito web del parlamento.

Il governatore di Dnipro: un missile russo ha danneggiato una struttura educativa

Un attacco missilistico russo ha danneggiato martedì una struttura educativa nella città ucraina di Dnipro e ha ferito cinque persone, hanno detto le autorità locali. "Fortunatamente, al momento dell'attacco, tutti i bambini si trovavano in un rifugio", ha dichiarato su Telegram il governatore regionale Serhiy Lysak. La Russia ha recentemente intensificato i suoi attacchi all'Ucraina, effettuando il 22 marzo il più grande attacco alle infrastrutture di rete durante la guerra di due anni. Ha anche aumentato l'uso di missili balistici più difficili da intercettare. In un messaggio separato, Lysak ha detto che cinque persone sono state ferite, secondo le informazioni preliminari. La Russia nega di aver preso deliberatamente di mira i civili, anche se la guerra iniziata con l'invasione su larga scala nel febbraio 2022 ha provocato la morte di migliaia di persone, lo sradicamento di milioni di persone e la distruzione di città e paesi ucraini.

La Francia proporrà all'Unione europea sanzioni contro le imprese russe che diffondono disinformazione

La Francia proporrà sanzioni a livello dell'Unione europea nei confronti di coloro che diffondono disinformazione, in quello che Parigi considera un crescente sforzo di destabilizzazione da parte della Russia, ha dichiarato il ministro degli Esteri Stephane Sejourne. "La Russia ricorre... alla menzogna e alla manipolazione delle nostre opinioni pubbliche, in particolare finanziando attività di interferenza, creando falsi media e accusando l'Ucraina", ha dichiarato Sejourne durante una conferenza stampa a Parigi con il Segretario di Stato americano Antony Blinken. Definendo "rozzi" gli sforzi della Russia di incolpare l'Ucraina per un attentato a Mosca rivendicato da un ramo dello Stato Islamico, Sejourne ha affermato che l'Europa è determinata a fermare gli sforzi di destabilizzazione della Russia. "Proporrò un regime di sanzioni contro coloro che sostengono la disinformazione e la destabilizzazione del paese e dell'Europa nel suo complesso", ha dichiarato Sejourne.

Cnn: i droni contro le raffinerie fanno più male alla Russia delle sanzioni

La precisione degli attacchi resa possibile dal ricorso all'intelligenza artificiale. Gli Usa hanno sempre chiesto a Kiev di non colpire l'industria energetica di Mosca, ma l'impasse a Washington sugli aiuti ha cambiato le cose

APPROFONDISCI LA NOTIZIA QUI

La Germania contriburà con 576 milioni all'iniziativa ceca sulla munizioni

Il governo tedesco contribuirà con 576 milioni di euro all'iniziativa ceca per l'acquisto congiunto di munizioni al di fuori dell'Unione Europea per sostenere l'Ucraina e sopperire alle carenze di produzione nell'UE. Con questa somma, "la Germania finanzierà l'acquisto di 180.000 munizioni" e fornirà "quasi il 40% dell'importo totale" promesso dagli Stati europei che partecipano a questo progetto, ha spiegato martedì il Ministero della Difesa, intervistato dall'Afp. La Repubblica Ceca sta conducendo da diversi mesi una campagna per convincere altri Paesi a finanziare un fondo per l'acquisto di munizioni che l'Ue non è in grado di produrre in quantità sufficienti. A febbraio, Praga ha dichiarato di aver individuato 800 mila proiettili disponibili in paesi extraeuropei che potrebbero essere rapidamente inviati all'Ucraina se venisse istituito un gruppo di acquirenti degli Stati membri dell'Ue. La Germania aveva già annunciato all'inizio di marzo che avrebbe partecipato a questa iniziativa con "una somma a tre cifre", cioè tra le cento e le diverse centinaia di migliaia di euro. Anche Belgio, Regno Unito, Danimarca, Francia, Lituania, Paesi Bassi, Norvegia e Svezia sono tra i Paesi che contribuiscono all'iniziativa.

Il segretario di Stato Usa, Antony Blinken: "Assolutamente essenziale" che l'Ucraina ottenga più munizioni e difese aeree

Parlando ai media in Francia, il segretario di Stato americano Antony Blinken ha dichiarato che è "assolutamente essenziale" che l'Ucraina ottenga più munizioni e difese aeree. “È un'altra ragione per cui la richiesta di bilancio supplementare che il presidente Biden ha presentato al Congresso deve essere soddisfatta il più rapidamente possibile”, ha aggiunto, citato dal Guardian. Blinken e il ministro della Difesa francese Sebastien Lecornu hanno visitato una fabbrica dove il produttore di armi Nexter dice di voler aumentare la produzione.

L'intelligence di Kiev: la Russia sta preparando altri 2-3 attacchi al sistema energetico ucraino

Il Servizio di intelligence militare ucraino (Gur) ritiene che la Russia possa lanciare altri due o tre attacchi massicci alle strutture energetiche in territorio ucraino questa primavera. Lo scrive Radio Svoboda, emittente del network RFE/RL finanziato dal congresso degli Stati Uniti. Vadym Skibitsky, portavoce del Gur, ha dichiarato che secondo l'intelligence ucraina, la Russia dispone attualmente di circa 950 missili di precisione con una gittata di oltre 350 chilometri. Di norma, le truppe russe effettuano attacchi missilistici massicci quando hanno almeno 900 missili nei loro arsenali, ha detto il portavoce del Gur. 

Il ministero della Salute del Tatarstan: 13 feriti nell'attacco ucraino, colpito un dormitorio per studenti

Sarebbe salito a 13, tutti studenti, il bilancio di un attacco con droni avvenuto oggi nella repubblica russa del Tatarstan, 1200 chilometri dal confine con l'Ucraina, dove sarebbe stato colpito il dormitorio del politecnico Alabuga nella città di Yelabuga, secondo il ministero della Salute del Tatarstan citato dall'agenzia Ria Novosti. Fonti ucraine invece affermano di avere colpito l'impianto che fabbrica i droni Shahed di progettazione iraniana.

Russia, condannato a 8 anni Pyotr Verzilov, portavoce delle Pussy Riot e co-fondatore di MediaZona

 Un tribunale di Mosca ha condannato in contumacia Pytor Verzilov, attivista russo-canadese e fondatore della testata indipendente MediaZona, a otto anni e quattro mesi per i post sui social media che criticavano la guerra in Ucraina. Verzilov, 36 anni, è salito alla ribalta come portavoce non ufficiale del gruppo di opposizione femminista Pussy Riot dopo l'incarcerazione dei suoi membri in seguito a una bravata del febbraio 2012 in cui indossarono passamontagna e fecero irruzione nella cattedrale Cristo Salvatore di Mosca, gridando una canzone contro Putin. La settimana scorsa, lo stesso tribunale aveva condannato un'altra attivista delle Pussy Riot, Lyusya Shtein, a sei anni, sempre in contumacia, in base alle leggi sulla censura di guerra.

 Verzilov ha postato spesso sui social media critiche alla guerra della Russia in Ucraina, tra cui video che mostrano fosse comuni nel sobborgo di Kiev di Bucha. Il canale Telegram Ostorozhno Novosti ha dichiarato che il tribunale distrettuale Basmanny di Mosca ha dichiarato Verzilov colpevole di aver diffuso informazioni "deliberatamente false" sull'esercito russo. Verzilov è stato condannato l'anno scorso per questo reato, ma a marzo una corte d'appello ha annullato il verdetto per motivi non specificati e ha ordinato un nuovo processo. Verzilov ha lasciato la Russia nel 2020 dopo che le autorità hanno perquisito la sua casa ed è stato accusato di non aver informato il governo di essere cittadino del Canada, dove ha trascorso parte della sua infanzia. La scorsa primavera ha annunciato di essersi unito all'esercito ucraino che combatte contro la Russia, anche se non è chiaro se sia ancora lì. 

L'Ucraina stanzia altri 130 milioni euro per fortificare le difese

Il governo ucraino, che ha già stanziato 20 miliardi di grivne (432 milioni di euro) per la costruzione di linee di difesa quest'anno, ne stanzierà ulteriori 5,6 miliardi (132 milioni di euro). Lo ha annunciato il primo ministro Denys Shmyhal. "I lavori proseguono 24 ore su 24, sette giorni su sette. Tutto questo è necessario per rafforzare le nostre difese e proteggere i nostri soldati", ha scritto su Telegram.

Il momento in cui un drone ucraino colpisce un edificio a 1200 km dal confine (Video)

Droni ucraini si sono spinti per circa 1200 chilometri in profondità in territorio russo, puntando a obiettivi nella provincia del Tatarstan, a ridosso dei monti Urali. Si tratta dell'attacco più lontano dai confini del paese invaso dall'inizio della guerra.

Una fonte dell'intelligence di Kiev ha riferito all'agenzia britannica Reuters che sarebbe stato colpito un impianto nel quale la Russia produce droni di progettazione iraniana "Shahed" che Mosca utilizza contro l'Ucraina. Le autorità locali fanno sapere che ci sarebbero sette feriti e che la produzione industriale non sarebbe stata interrotta. Media russi parlano di danni a un ostello. Da foto e video finora disponibili non è possibile confermare con certezza nessuna di queste affermazioni.

Video da Telegram @shot_shot

Vladimir Putin: 3,2 milioni di passaporti russi nelle regioni annesse. E all'Occidente. "Vuole vendetta per i fallimenti di Hitler e Napoleone"

Oltre 3.2 milioni di residenti "nelle nuove regioni della Russia hanno ricevuto il passaporto". Lo ha affermato il presidente della Federazione Russa, Vladimir Putin, intervenendo alla riunione annuale allargata del Consiglio del Ministero dell'Interno. Il riferimento è alle quattro regioni ucraine illegalmente annesse: Donetsk, Luhansk, Kherson e Zaporizhzhia.  "Qualcuno vuole vendetta per i fallimenti nella lotta contro la Russia in periodi storici passati, come per le campagne infruttuose di Hitler e Napoleone. Qualcuno ha considerato il nostro Paese un anello debole ma si sbaglia e secondo me ha capito di aver sbagliato. Questo non è mai successo, nessuno ci è riuscito e nessuno mai ci riuscirà. Questo è ovvio", ha detto inoltre Putin.

 Il Presidente russo Vladimir Putin partecipa alla riunione annuale allargata del Consiglio del Ministero dell'Interno russo a Mosca il 2 aprile 2024. Pavel BEDNYAKOV / POOL / AFP
Il Presidente russo Vladimir Putin partecipa alla riunione annuale allargata del Consiglio del Ministero dell'Interno russo a Mosca il 2 aprile 2024.

Mosca: Isis-K è una creazione degli Stati Uniti

"L'ala afghana del gruppo terroristico Isis (Isis-Khorasan, ndr) è stata creata dalle forze statunitensi e britanniche".  Lo ha dichiarato Zamir Kabulov, direttore del secondo dipartimento asiatico del Ministero degli Esteri russo. Lo riporta Ria Novosti. Di "collegamenti" fra gli Usa e i militanti degli Isis "ci hanno parlato gli stessi talebani", ha aggiunto.

Cremlino: l'esercito russo al lavoro per fermare gli attacchi alle raffinerie

Il portavoce del Cremlino, Dmitri Peskov, ha dichiarato che l'esercito russo sta "lavorando" per cercare di fermare gli attacchi contro le raffinerie di petrolio russe. Lo riporta l'agenzia Interfax: “I nostri militari, prima di tutto, stanno lavorando per ridurre al minimo questa minaccia, e poi semplicemente per eliminarla”. Il ministro della Difesa russo, Sergey Shoigu, secondo la Tass, ha accusato Kiev di "cercare ancora di convincere i suoi sponsor occidentali della sua capacità di combattere l'esercito russo nonostante l'assenza di risultati in prima linea". "A questo scopo - ha dichiarato Shoigu - tenta di trasferire le operazioni di combattimento sul territorio del nostro paese e ricorre ad atti di terrorismo e al bombardamento di civili". Nelle scorse settimane le autorità russe hanno accusato le truppe ucraine di raid sulla regione di Belgorod in cui avrebbero perso la vita diverse persone (almeno 16 tra il 12 e il 19 marzo secondo il governatore).

Vladimir Putin: puniremo i mandanti dei terroristi del Crocus

La Russia punirà gli sponsor dei terroristi che hanno attaccato il Crocus City Hall di Mosca. Lo ha affermato il presidente Vladimir Putin citato dalle agenzia di stato Tass e Ria Novosti. "Le forze di sicurezza russe arriveranno a coloro che hanno ordinato l'attacco terroristico", ha assicurato Putin, "in questo ambiente - ha aggiunto - non ci sono agenti affidabili. Fanno tutto per denaro. Non sono guidati da considerazioni religiose o politiche, ma solo finanziarie. Tutto è facile da vendere, ogni informazione è comprata e venduta. Quanto ai committenti finali, ci arriveremo". 

I danni alla raffineria in Tatarstan non sarebbero gravi

I danni causati dall'attacco di un drone alla raffineria di petrolio russa Taneco non sono critici, ha dichiarato all'agenzia britannica Reuters una fonte industriale a condizione di anonimato. La raffineria è stata interessata da un incendio che è stato spento nel giro di 20 minuti, ha dichiarato l'agenziastampa di stato Ria Novosti, aggiungendo che la produzione non è stata interrotta.

Il capo dell'agenzia di spionaggio russa: l'informativa statunitense sull'attacco era troppo generica

Sergei Naryshkin, capo dell'Svr, agenzia di sicurezza esterna russa, ha detto che gli Stati Uniti hanno inviato a Mosca informazioni su un potenziale attacco, ma che erano troppo generiche, ha riferito l'agenzia di stampa Interfax.

Commissione europea: gli attacchi russi a infrastrutture civili sono crimini di guerra

"Gli attacchi intenzionali contro obiettivi civili sono crimini di guerra e l'Unione Europea continuerà a sostenere l'Ucraina di fronte a questi brutali attacchi per tutto il tempo necessario e questo non fa altro che rafforzare la nostra determinazione a continuare a sostenerla". Lo ha detto il portavoce per la Politica estera dell'Ue Peter Stano nel corso del briefing quotidiano della Commissione europea, interpellato in particolare sugli ultimi attacchi russi a alle infrastrutture ucraine. "Ovviamente stiamo seguendo da vicino la crescente e continua brutalità dell'aggressione della Russia contro l'Ucraina negli ultimi giorni durante le vacanze di Pasqua - ha affermato Stano -. La Russia ha continuato a terrorizzare il popolo ucraino, la popolazione civile ucraina lanciando in massa centinaia di missili e droni su diverse città ucraine, su obiettivi civili e prendendo sempre più di mira le infrastrutture energetiche critiche, questo è qualcosa che condanniamo risolutamente e chiediamo alla Russia di fermarlo"

Ue a Lukashenko: ci tema solo chi non rispetta regole internazionali e diritti umani

"L'Unione europea rappresenta una minaccia solo per coloro che disprezzano la democrazia, i diritti umani, i diritti dei cittadini e il rispetto delle regole e del diritto internazionale nelle relazioni internazionali. L'Unione europea non è un'alleanza aggressiva. Nessuno deve averne paura, solo coloro che cercano di minare il rispetto per le regole internazionali e per la democrazia e i diritti umani". Lo ha dichiarato il portavoce dell'Ue per la Politica estera, Peter Stano, rispondendo a una domanda sulle accuse del leder bielorusso, Alexander Lukashenko, secondo cui l'Ue si starebbe preparando per un attacco alla Bielorussia. "Non lo consideriamo un presidente, ha frodato le elezioni e continua a opprimere la sua popolazione, è complice dei crimini commessi dalla Russia nell'attaccare l'Ucraina in questa aggressione illegale, quindi ovviamente stiamo prendendo precauzioni nell'Unione europea almeno dal giorno dell'aggressione russa contro l'Ucraina e stiamo lavorando per rendere l'Europa attrezzata per affrontare tutte le minacce che provengono da persone come Lukashenko", ha aggiunto.

Novaya Gazeta: la Russia indaga sulla cantante che la rappresentò a Eurovision 2021, "giustifica il terrorismo"

La cantante russa Manizha ha condannato pubblicamente le torture che si presume abbiano subito le quattro persone arrestate in Russia perché sospettate dell'attacco terroristico al Crocus City Hall e per questo è stata denunciata: lo riportano diversi media russi, tra cui Novaya Gazeta Europe e il giornale ufficiale del governo russo Rossiskaya Gazeta. Secondo Novaya Gazeta Europe, il Comitato investigativo russo dovrebbe valutare le accuse di "giustificazione del terrorismo" contro l'artista, a cui è già stato vietato esibirsi in Russia per essersi espressa contro la guerra in Ucraina. "Nonostante tutto questo orrore e questa oscurità dobbiamo rimanere umani", ha detto in un video su Instagram Manizha, che ha rappresentato la Russia all'Eurovision del 2021. La cantante ha ricordato inoltre la sua infanzia nella capitale del Tagikistan, Dushanbe, aggiungendo di essere contenta che sua nonna non abbia dovuto vedere "la tortura pubblica diventare una risposta a palesi atrocità". Anche gli attivisti di "Komanda Protiv Pytok", "Team antitortura", nei giorni scorsi hanno ricordato che ogni forma di tortura va sempre condannata.

Russia, il ministro della Difesa Sergei Shoigu: conquistati 400 km quadrati in Ucraina in 3 mesi

Nei primi tre mesi dell'anno le forze russe hanno conquistato oltre 400 chilometri quadrati di territorio in Ucraina, mentre le truppe di Kiev hanno perso 80.000 soldati. Lo ha affermato il ministro della Difesa di Mosca, Serghei Shoigu, in una conferenza con alti ufficiali. Le truppe russe continuano a spingere quelle ucraine verso ovest, ha aggiunto Shoigu, citato dall'agenzia Interfax.

I droni ucraini in Tatarstan hanno colpito anche una raffineria, i servizi di Kiev: gli attacchi continueranno

L'Ucraina ha colpito martedì l'unità primaria di raffinazione del petrolio di un'importante raffineria russa nella regione del Tatarstan in un attacco condotto dal servizio di sicurezza SBU e dall'agenzia militare di spionaggio GUR, ha dichiarato all'agenzia britannica Reuters una fonte dell'intelligence ucraina.  L'attacco ha causato un incendio nella struttura, ha detto la fonte, aggiungendo che tali attacchi continueranno per ridurre le entrate petrolifere della Russia.

Raffineria colpita in Tatarstan Telegram @bazabazon
Raffineria colpita in Tatarstan

Tass: sette studenti di Elabuga feriti da un drone nell'attacco sul Tatarstan

Sette studenti di Elabuga, repubblica del Tatarstan nella Federazione russa, sono rimasti feriti nell'attacco sferrato con un drone questa mattina. Lo indica l'agenzia di stampa russa Tass, che cita le autorità locali. Nessuno di loro è in condizioni gravi, aggiunge Tass, e due di loro hanno 17 anni. L'Ucraina sostiene che due droni hanno colpito un dormitorio del centro educativo Polytech nella zona economica speciale di Alabuga, che ospita decine di fabbriche e aziende. Secondo fonti ucraine citate da France Presse e RBK Ukraine, l'attacco ha preso di mira un impianto di assemblaggio di droni Shahed.

I servizi russi: scoperto esplosivo da Ucraina nascosto in icone ortodosse

I servizi d'intelligence interna russi, Fsb, hanno detto di avere scoperto un carico di esplosivo proveniente dall'Ucraina nascosto  in icone ortodosse e oggetti per funzioni religiose. Il carico, hanno aggiunto i servizi di sicurezza, è stato sequestrato nella regione nord-occidentale russa di Pskov dopo avere attraversato in un camion diversi Paesi della Ue: Romania, Ungheria, Slovacchia, Polonia, Lituania e Lettonia. Secondo gli esperti del ministero dell'Interno, la quantità di esplosivo scoperta sarebbe stata sufficiente per distruggere un edificio di cinque piani. Il conducente del camion ha detto che il carico gli era stato consegnato in un magazzino in Romania, ma non si era accorto della presenza dell'esplosivo.

Intelligence di Kiev: in Tatarstan colpita una fabbrica di droni Shahed

L'attacco ucraino nella regione russa del Tatarstan avrebbe colpito una fabbrica di droni "Shahed" a lungo raggio, usati da Mosca per colpire l'Ucraina. Lo ha rivelato alla Reuters una fonte dell'intelligence di Kiev. Le autorità locali del Tatarstan, est di Mosca, hanno riferito che i droni ucraini hanno colpito siti industriali della regione e che diverse persone sono rimaste ferite.

La Russia ribadisce disponibilità al dialogo "tra pari" con la Nato

La Russia è pronta a tenere colloqui alla pari con la Nato che tengano conto dei suoi interessi. Lo ha dichiarato Konstantin Gavrilov, capo della delegazione russa ai colloqui di Vienna sulla sicurezza militare e il controllo degli armamenti. "La Russia è aperta a contatti tra pari che tengano conto dei suoi interessi. In questo senso la nostra posizione di principio è immutata", ha dichiarato il diplomatico russo a Ria Novosti in occasione del 75esimo anniversario dell'alleanza atlantica.

Mosca blocca l'import di icone ortodosse con esplosivo: "Inviate da Kiev"

L'Fsb, i servizi segreti russi, hanno fatto sapere di aver sequestrato decine di chili di esplosivo nascosto in icone ortodosse e altri oggetti religiosi, inviati dall'Ucraina in Russia attraverso i Paesi dell'Ue. Il sequestro è stato il frutto di un'ispezione a un cargo nel Nord-Ovest della regione di Pskov, alla frontiera tra la Russia e la Lettonia. Secondo l'Fsb, gli esplosivi sono stati inviati in Russia dall'Ucraina attraverso la Romania, l'Ungheria, la Slovacchia, la Polonia, la Lituania e la Lettonia.

Mosca: attacchi con droni in Tatarstan, a 1.000 km dall'Ucraina

La  Russia ha riferito di attacchi di droni contro fabbriche in Tatarstan, a più di 1.100 chilometri dall'Ucraina, e ha affermato che alcune persone sono rimaste ferite. "Attacchi con droni hanno avuto luogo contro le fabbriche in Tatarstan a Lelabuga e Nijnekamsk", ha affermato su Telegram il servizio stampa del leader tartaro Rustam Minnikhanov.

Kiev: nella notte distrutti 9 droni russi su 10

Le forze russe hanno lanciato nella notte 10 droni kamikaze sull'Ucraina, nove dei quali sono stati abbattuti dall'Aeronautica militare di Kiev: lo ha reso noto su Facebook l'esercito ucraino, come riportano i media nazionali. Secondo alcuni i residenti locali, a Dnipro sono state udite tre esplosioni. L'Aeronautica militare, inoltre, ha reso noto che bombe aeree guidate sono state lanciate nella regione di Kharkiv.

Raid russi su obiettivi ucraini, "distrutto un tank Abrams" (Video)

Radio Liberty: Un ceceno arrestato dopo la sparatoria al Crocus è morto in una stazione di polizia a Mosca

Un nativo della Cecenia, Askhab Uspanov, arrestato dopo la sparatoria nella sala concerti Crocus City Hall, è morto alla stazione di polizia di Mosca nella notte tra il 22 e il 23 marzo, scrive Radio Liberty. L'uomo è riuscito a informare i parenti dell'arresto, ma quando la moglie è arrivata alla polizia due ore dopo, il marito era già morto. Secondo il movimento di opposizione ceceno Adat, il detenuto è morto a causa delle torture. Le forze di sicurezza russe gli avrebbero rotto le costole e la colonna vertebrale; sul corpo di Uspanov c'erano segni di strangolamento e contusioni. Si presume che la polizia russa abbia inscenato un suicidio per coprire l'omicidio. La famiglia di Usanov nega il coinvolgimento dell’uomo nell’attacco terroristico nella regione di Mosca e sostiene anche che l’uomo non si sarebbe suicidato perché l'islam condanna severamente il suicidio.

Isw: I russi avanzano sulla riva sinistra del Dnepr nella regione di Kherson

L'Istituto per lo studio della guerra (ISW) ha confermato l'avanzata delle truppe russe vicino ad Avdiyivka e lungo la riva orientale (sinistra) del Dnepr nella regione di Kherson. Lo riferisce RBC-Ucraina con riferimento al rapporto ISW.

Il sindaco: La ricostruzione di Kharkiv richiede oltre 10 miliardi di dollari

Per ricostruire tutto ciò che le forze russe hanno danneggiato o distrutto a Kharkiv sono necessari più di 10 miliardi di dollari, ha dichiarato il sindaco della città Ihor Terekhov in un'intervista con il media Liga.net. Il sindaco ha detto che i funzionari della città hanno cercato di coinvolgere partner internazionali per coprire i costi, perché "nessun bilancio comunale al mondo può sopportare un tale onere". "La Russia mente quando dice di colpire solo obiettivi militari", ha aggiunto Terekhov. "Ad ogni attacco (alla città), abbiamo sempre più prove che si tratta di un vero e proprio genocidio". Dallo scoppio dell'invasione, Kharkiv ha sopportato il peso degli assalti russi, che si sono intensificati nelle ultime settimane. L'infrastruttura energetica della città è stata decimata dagli attacchi russi e, secondo il sindaco, "quasi tutta" è stata distrutta.

Crimea, esplosioni a Sebastopoli: in una parte della città non c'è luce

Nella notte del 2 aprile si sono verificate esplosioni a Sebastopoli. Alcuni residenti sono rimasti senza elettricità. Lo riferisce RBC-Ucraina con riferimento al canale Telegram INFO di Sebastopoli. Secondo testimoni oculari si sono udite due esplosioni. Dopo di che la luce è scomparsa nella zona. "Qualcosa ha colpito forte due volte nella zona! L'illuminazione e la luce sono scomparse", ha riferito la fonte.

Mosca: Gli Stati Uniti vogliono parte dell'Ucraina come territorio anti-russo

L'obiettivo della smilitarizzazione dell'Ucraina rimane fondamentale perché gli Stati Uniti e la Nato, che partecipano al conflitto a tutti gli effetti, vedono questo paese come un territorio da controllare in funzione anti-russa. Lo sostiene il capo del Consiglio per la Sicurezza Nazionale russo, Nikolai Patrushev, in un'intervista ad Aif.Ru, come riporta la Tass. "I piani degli Stati Uniti e della Nato includono la preservazione dell'Ucraina, o almeno di una parte di essa, come territorio anti-russo completamente controllato, totalmente modellato per servire gli interessi del blocco nord atlantico", ha affermato Patrushev. "L'Alleanza nord atlantica è di fatto una parte del conflitto ucraino", ha aggiunto: "a questo proposito, l'obiettivo della smilitarizzazione dell'Ucraina rimane rilevante".